SAAB 37 Viggen


SAAB 37 Viggen

Nei primi anni '60 l'aviazione svedese emise un requisito rivolto a sostituire i SAAB 32 Lansen nel ruolo di attacco ed i SAAB 35 Draken in quello da caccia e ricognizione.
La Saab rispose al requisito sottoponendo nel 1962 il progetto System 37 che prevedeva un caccia supersonico con configurazione alare a delta canard capace di operare da piste corte con un sofisticato sistema di atterraggio automatico e con limitate necessità di manutenzione.

Il progetto fu approvato e battezzato “Viggen” e ne fu prevista la realizzazione in ben cinque varianti:
AJ37 da attacco
SF37 da ricognizione
SH37 da ricognizione e attacco navale
SK37 biposto da conversione operativa
JA37 da intercettazione

Il primo prototipo monoposto volò nel 1967 seguito da altri cinque monoposto e un biposto.

Nel 1968 fu ordinata la produzione di serie.

Il Viggen è un caccia a doppio delta canard, monoposto, monomotore, con singola deriva verticale.
Il carrello è triciclo e ogni elemento presenta doppie ruote: affiancate in quello anteriore e in tandem in quelli principali.
La motorizzazione è basata su un turbofan Volvo RM8 derivato dal propulsore commerciale JT8D con postbruciatore e inversore di spinta.
Non è presente armamento interno ma l'aereo può portare una coppia di pod ciascuno con un cannone Aden da 30 mm e 150 colpi.

La prima serie comprendeva 109 AJ37 da attacco consegnati a partire dal 1971, che andarono ad equipaggiare ben sei squadrons.
Questa versione poteva essere armata con varie combinazioni di armi aria-suolo: bombe, razzi e missili.

Nel 1972 iniziarono le consegne della variante biposto SK37 realizzata in 17 esemplari.

Dal 1977 i reparti cominciarono a ricevere 28 SF37 da ricognizione e 27 SH37 da ricognizione e attacco marittimo. Gli SF37 non avevano il radar, sostituito da un kit di macchine fotografiche e uno scanner lineare all'infrarosso, e si distinguevano per il musetto squadrettato. Le capacità di armamento erano limitate all'autodifesa con missili Sidewinder.
Gli SH37 invece avevano un radar potenziato per il pattugliamento e l'attacco marittimo e potevano svolgere missioni di ricognizione con pod specifici.

Lo sviluppo della variante da intercettazione JA37 fu più complesso.
Cinque prototipi furono convertiti per sperimentare la nuova configurazione, che fece il suo primo volo nel 1974. Il JA37 era molto più sofisticato delle varianti precedenti, la fusoliera era stata allungata di una decina di centimetri e il motore potenziato.
Il suo radar, molto sofisticato per quei tempi, consentiva l'utilizzo di missili aria-aria a guida radar semiattiva, ed in particolare i missili Rb71, versione svedese del missile inglese Skyflash a sua volta derivato dallo Sparrow americano.
Il velivolo poteva trasportare 2 missili Rb71 e 4 Sidewinder.
Il JA37 disponeva anche di un cannone interno Oerlikon KCA da 30 mm con 150 colpi, mentre le funzioni aria-terra erano limitate all'utilizzo di lanciarazzi da 135 mm.

Nonostante il primo esemplare di serie avesse volato nel 1977, le consegne ai reparti cominciarono solo nel 1980 e si protrassero fino al 1990 per un totale di 149 aerei di serie.

Con la consegna degli ultimi JA37 finì la produzione della famiglia Viggen, che aveva così totalizzato 330 velivoli di serie.

A partire dai primi anni '90 i Viggen sono stati sottoposti a un programma di aggiornamento che ha interessato avionica e armamenti.
Un centinaio di velivoli delle varianti AJ37, SF37 e SH37 sono stati portati agli standard AJS37, AJSF37 e AJSH37, ed il programma è stato completato nel 1996.
Gli aggiornamenti hanno comportato, tra le altre cose, l'installazione di un sistema RWR migliorato con capacità di electronic intelligence.
Sugli AJS37 è stata implementata la capacità di utilizzare il missile Maverick, il dispenser stand-off DWS-39 e il missile antinave RBS-15F, ed il radar può essere utilizzato per la ricognizione.

Gli intercettori JA-37 hanno ricevuto anch'essi vari aggiornamenti nel corso della carriera, il più importante dei quali è stato iniziato nel 1992 e ha riguardato 34 aerei portati allo standard JA-34D.
Gli JA-37D sono compatibili con i missili AMRAAM e possono trasportarne quattro.

Infine, tra il 1998 ed il 2000 dieci biposto Sk37 sono stati convertiti in aerei da addestramento elettronico, per svolgere funzioni di Aggressor nel corso delle esercitazioni.

Il Viggen è stato un caccia molto particolare, come tutti i caccia di produzione svedese.
Tagliato per le particolari esigenze dell'aviazione svedese, il velivolo non è mai stato esportato.

Le sue prestazioni e la sua avionica erano decisamente avanzate per l'epoca, e le sue versioni più aggiornate potevano assicurare ancora molti anni di servizio efficiente.

Con la fine della guerra fredda, però, le forze aeree svedesi sono state interessate da un drastico programma di ridimensionamento, ed i numeri ridotti hanno favorito la rapida sostituzione dei Viggen con il nuovo caccia leggero multiruolo SAAB 39 Gripen.

L'ultimo volo operativo del Viggen è avvenuto il 25 novembre del 2005.


vai al forum di aereimilitari.org

Aggiornato al Settembre 2007

By aereimilitariorg

^Top