Il-2 Sturmovik: Birds of Prey


Il-2 Sturmovik: Birds of Prey logo



Questo episodio della famosissima saga di simulatori di volo è la sua trasposizione su console (ps3, xbox 360, psp, ds) che comporta sia un miglioramento dal punto di vista grafico sia un minore realismo.

Le differenze tra le versioni non sono molte a parte la grafica e la possibilità di usare il pennino sul ds.

Gli aerei pilotabili sono ben 50 e comprendono oltre ad aeroplani quasi santi dell’aviazione militare (lo spit, il mustang e compagnia bella) anche aerei meno conosciuti come due biplani russi poco famosi (il po2 ad esempio). Purtroppo non si potranno pilotare molti dei bombardieri presenti nel conflitto a parte l’HE111, il Blenhim, l’A20G Havoc e l’IL-4. Spessissimo inoltre gli aerei hanno più varianti da pilotare.

Ci sono ben 5 campagne relativamente corte (Battaglia d’Inghilterra, Stalingrado, Invasione della Sicilia, Korsun, Ardenne e la presa di Berlino da parte dei russi). Ogni campagna è introdotta da un filmato con immagini d’epoca che illustra l’obbiettivo della missione. Alla fine delle missioni si potranno ascoltare le lettere o i diari dei piloti che mandano alla propria famiglia parlando di come è passata la giornata. Anche se la campagna è cortina (8-10 ore) ci saranno le missioni singole ambientate negli stessi teatri di guerra della campagna, ma senza una trama. È poi possibile scaricare un DLC a 10€ che contiene il P47 e nuove missioni con questo aereo.

In questo gioco ci sono 3 livelli di difficoltà: arcade, realistico e simulazione.
Il primo è un Ace Combat su console, nel secondo vengono aggiunti i danni strutturali (ad esempio se verrete colpiti al motore andrete più piano) e lo stallo, nell’ultimo l’aereo avrà la stessa velocità della controparte reale e l’HUD di gioco scomparirà. In tutti i livelli di difficoltà ci si sentirà appagati dopo aver abbattuto un aereo. Indimenticabili i decolli e gli atterraggi dove ci si sentirà dentro l’aereo avendo un buon televisore. Ovviamente il livello di realismo e simulazione non è come la controparte per PC (Wings of Prey), ma è sicuramente la migliore su console.

Il comparto multiplayer è molto buono con 4 divertenti modalità fino a 16 giocatori.
La prima si chiama combattimento ravvicinato ed è un deathmatch tutti contro tutti, battaglia a squadre è un team deathmatch, in campi d’aviazione bisogna atterrare in un aeroporto nemico e mantenere la posizione mentre in attacco bisogna distruggere gli obbiettivi nemici.

Grafica e sonoro sono spettacolari e la giocabilità ai massimi livelli grazie anche al supporto di molti flightstick.

Si ringrazia meason per la recensione.


^Top