Jump to content

Recommended Posts

  • Replies 365
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

credo si sia ipotizzato anche un impiego in contesti poco permissivi e, considerando che è un aereo che vola realtivamente basso e lento, si è deciso di difenderlo il più possibile. d'altro canto, è

Comunque da quel che si legge gli ATR72 saranno poco MPA ma molto ELINT il che spiega tutte quelle antenne..

è stato confermato da chi? per dire, io avevo letto che era regolarmente tracciato, dal suo ingresso nel Mediterraneo. tra le altre cose, il Kilo era "scortato" da un rimorchiatore russo... un poco di

Sotto la cabina di pilotaggio c'è l'ancora che fà tanto MMI :asd:

 

5 anni dall'ordine alla consegna per un nuovo aereo non sono così tanti per un aereo militare, per il più possente Poseidon i tempi sono assai più lunghi.

Link to post
Share on other sites
Sotto la cabina di pilotaggio c'è l'ancora che fà tanto MMI :asd:

:asd:

5 anni dall'ordine alla consegna per un nuovo aereo non sono così tanti per un aereo militare, per il più possente Poseidon i tempi sono assai più lunghi.

 

Esatto....Proprio per questo mi sono sorti dubbi!

E' vero che l'ASW nasce come sviluppo del sistema del MP ma per collaudare aereo e sistema occorrerà del tempo; per questo mi è venuto il dubbio dei ritardi!

Qualcuno sa se sulle linee di montaggio vi sia il prototipo o se si stà modificando un 72 esistente?

In caso di ritardi come si comporterà l'AM?

Gli Atlantic (poveretti) sono davvero messi male!

 

800px-Breguet_Atlantic_Italian_Air_Force.JPG

Questo special color è spettacolare!!!! :drool:

Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...

Leggo su A&D di questo mese che il primo ATR-72 500 da convertire in versione ASW è stato consegnato alla TAI (Turkish Aerospace Industries).........

Interessante è il fatto che sia consegnato in versione "green", ossia del tutto privo degli apparati necessari a rendere l'aereo un ASW!

Di fatto quindi lo sviluppo del mezzo è tutto nelle mani di quest'ultima azienda e l'aereo consegnato diverrà il primo prototipo!

 

Cosa ne pensate?

Qualcuno sa se la versione Turca sarà uguale a quella proposta dall'Alenia all'Italia?

 

 

 

 

Qui ulteriori informazioni

Link to post
Share on other sites

Ma le dotazioni elettroniche di quelli italiani da chi saranno siluppate?

 

Se lo saranno da SelexGalileo bisogna aspettarsi uno sviluppo tutto italiano, e spero solo che l'integrazione dei sistemi di missione non richieda troppo tempo... :unsure:

Edited by tuccio14
Link to post
Share on other sites
Ma le dotazioni elettroniche di quelli italiani da chi saranno siluppate?

 

Se slo saranno da SelexGalileo bisogna aspettarsi uno sviluppo tutto italiano, e spero solo che l'integrazione dei sistemi di missione non richieda troppo tempo... :unsure:

 

Per quanto ne so la Suite elettronica è sviluppata dalla Thales e dovrebbe essere la stessa sia per i turchi che per i nostri (sempre se si ordinano!?)......

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...
Per quanto ne so la Suite elettronica è sviluppata dalla Thales e dovrebbe essere la stessa sia per i turchi che per i nostri (sempre se si ordinano!?)......

L'integrazione dei sistemi, leggo da A&D, sarà a carico della TAI. :blink:

 

Intanto il primo esemplare "green" dell'ASW è stato consegnato alla suddetta TAI il 14 febbraio. La ditta turca ha la responsabilità della progettazione e dell'applicazione di tutte le modifiche e dell'assistenza tecnica.

 

Nel frattempo la Malaysia annuncia un'imminente gara d'appalto per l'acquisto di quattro aerei da pattugliamento marittimo a fronte di un fabbisogno di dieci macchine. L'industria italiana ha un'ottima penetrazione nel mercato della difesa malaysiano, ci sono quindi buone chances per ATR-42MP e ATR-72ASW.

Edited by tuccio14
Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...

Fase 1: connettere i neuroni

Fase 2: leggersi le discussioni in cui si sono impegnati per un bel pò di tempo diversi utenti

Fase 3: eventualmente fare domande

 

Pregasi di rispettare questo piccolo vademecum prima di intasare i topic con post inutili.

Link to post
Share on other sites

Mi permetto di tornare sull'argomento, per spezzare una lancia nei confronti dell ATR72ASW.

 

E' vero che l'aereo non e' il P-8, ma per le nostre esigenze, e considerando il teatro di impiego, non e' poi da disprezzare.

 

L'aereo viene accreditato di 8 ore di autonomia a 100 mg dalla base: nel ns caso, vuole dire 8 ore di pattugliamento a Sud di Malta, in pieno Canale di Sicilia. Oppure oltre 2 ore a 600 miglia (da Cagliari alle Baleari).

 

Onestamente, non credo che serva di piu'. Un P8 sarebbe sicuramente più efficente, ma costera' probabilmente come 3 ATR, e mandarlo in pattugliamento a 1000 miglia... per cosa? fermo restando che, al largo della Algeria (fosse necessario mandarlo la...) bisognerebbe dargli 2 Typoon di scorta.

 

Per le nostre esigenze, ovvero pattugliamento delle linee di comunicazione, e degli accessi ai porti, mi pare sufficente.

 

Poi, io sarei un fautore, se disponibile, dell' S3 VIKING... ma questa e' un altra storia.

Link to post
Share on other sites

Ma infatti, come dicevo già QUI, secondo me l'unico problema sarà lo spazio interno per i sensori. A me, personalmente, sembra tagliato per le nostre esigenze. Aspetto vostri commenti per chiacchierare ancora un po'. ;)

Link to post
Share on other sites

Venerdì sono andato in Irlanda per lavoro. Abbiamo preso Aer-Arann (atr42/72). Esperienza indimenicabile. Indimenticabile perchè fino all'ultimo minuto hai come l'impressione che stia per succedere qualcosa. In fase di decollo e atterraggio l'aereo sembra sempre uscire fuori pista, come se pattinasse sul ghiaccio. In volo continui vuoti di pressione. Lo spazio interno è davvero poco. Insomma, molto meglio Ryanair.

 

Fa davvero una brutta impressione.

Link to post
Share on other sites

Continuo ad essere della mia idea, cioè se il P-8 Poseidon è troppo, l'ATR72 ASW è troppo poco.

 

Comunque dobbiamo vedere a cosa ci serve, se serve per pattugliare il Canale di Sicilia alla ricerca di clandestini l'ATR va anche bene, se ci serve un velivolo multiruolo da utilizzare anche in contesti internazionali (dove piattaforme particolari sono sempre ben accette e apprezzati dagli alleati) allora direi che l'ATR non è adatto, e serve tutt'altra macchina.

 

E non mi rispondete che oggi la minaccia ASW non c'è nel Mediterraneo, che se ci fate caso quì sopra non ho proprio accennato all'ASW.

Edited by Little_Bird
Link to post
Share on other sites
Continuo ad essere della mia idea, cioè se il P-8 Poseidon è troppo, l'ATR72 ASW è troppo poco.

 

Comunque dobbiamo vedere a cosa ci serve, se serve per pattugliare il Canale di Sicilia alla ricerca di clandestini l'ATR va anche bene, se ci serve un velivolo multiruolo da utilizzare anche in contesti internazionali (dove piattaforme particolari sono sempre ben accette e apprezzati dagli alleati) allora direi che l'ATR non è adatto, e serve tutt'altra macchina.

 

E non mi rispondete che oggi la minaccia ASW non c'è nel Mediterraneo, che se ci fate caso quì sopra non ho proprio accennato all'ASW.

 

Dunque, se lo scopo è quello di pattugliare il Canale di Sicilia o il Canale d'Otranto alla ricerca di clandestini è più nchesufficiente l'ATR-42/400MP (Marine Patrol) Surveyor già in dotazione alla Guardia Costiera Italiana (che dispone purtroppo di soli 2 velivoli), il quale è definito dal costruttore pattugliatore marittimo a medio raggio con capacità di scoperta, localizzazione, classificazione, identificazione e tracciamento di navi e natanti di superficie. l'ATR-42 MP, sviluppato da Alenia, è destinato infatti principalmente ad assicurare attività di pattugliamento marittimo (per la ricerca e l'identificazione del naviglio di superficie), SAR (ricerca e soccorso), lotta contro l'immigrazione clandestina e vigilanza antinquinamento.

 

Se inoltre come dici tu (e io condivido, visto che i tempi della Guerra Fredda sono finiti da un bel pò e i Russi hanno i loro bei problemi con la flotta sottomarina) la minaccia ASW nel Mediterraneo non è più presente allora si scopre che tutta questa necessità di dotarci di nuovi velivoli ASW è decisamente secondaria per la nostra forza aerea. Se poi ce ne dobbiamo dotare solo per compiacere i nostri alleati allora diventa completamente ingiustificato....visti i loro bilanci ci pensassero loro a comprarsi gli P-8 Poseidon (per altro velivoli che si prevedono costosissimi).

 

La realtà è che -analogamente all'AWACS- vorremmo dotarci di velivoli altamente specializzati dei quali allo stato attuale non abbiamo urgente bisogno (come invece accade, ad esempio, per i tanker).

Edited by paperinik
Link to post
Share on other sites

d'accordo con Paperinik.

In effetti quando abbiamo un multimissione, in grado di fare un po di sigint, nel caso di bisogno pattugliamento AS, e vigilanza costuera 'ordinaria'... siamo gia a posto.

 

Poi usiamo dei fondi (se ce ne fossero) per altro.

Link to post
Share on other sites

Io invece non concordo pienamente. E' vero, per i compiti di sorveglianza marittima bastano e avanzano i Manta (chiamata radio delle bestioline che mi passano sopra la testa tutti i giorni, ossia gli ATR-42MP). Anche parlando con gli equipaggi ci si rende conto che è una macchina su misura per questo tipo di missioni, senza parlare dell'affidabilità, elevatissima.

 

In Italia la GC ne ha 2 (di base a Pescara e Catania) + 2 in fase di aquisizione (che riportano migliorie avioniche da implementare successivamente sugli altri 2, ma anche la GdF ne possiede una piccola flotta (non ricordo quanti di preciso). Sono aerei ricchi di sensoristica, e anche se lo spazio a bordo è effettivamente poco ci entra tutto il necessario, comprese dotazioni anti-inquinamento (per orttenere fondi dal Ministero dell'Ambiente).

 

DDN%20-%20ATR42MP%20G%20Cost%20volo.jpg

 

Dedalonews

 

L'ASW rimane comunque una specialità che, se anche non necessaria attualmente in Italia dato il livello della minaccia, è difficile da mantenere a livelli elevati. Non possiamo permetterci, proprio in un paese circondato per 3 lati dal mare, di non disporre di un assetto così importante e fondamentale per la difesa, o quando ne avremo improvvisamente bisogno (speriamo mai) non avremo a disposizione una flotta adeguata. Questo discorso si può estendere praticamente a tutti gli altri assetti (AWACS, tanker, ecc.), ma considerato quanto prima credo che l'ASW non sia proprio da mettere in naftalina...

 

Ah, Cartman, mai provato a volare con quello che ho in firma? Dai su un po' di ebbrezza del volo... :lol:

Edited by Tuccio14
Link to post
Share on other sites
Guest iscandar

OT

Venerdì sono andato in Irlanda per lavoro. Abbiamo preso Aer-Arann (atr42/72). Esperienza indimenicabile. Indimenticabile perchè fino all'ultimo minuto hai come l'impressione che stia per succedere qualcosa. In fase di decollo e atterraggio l'aereo sembra sempre uscire fuori pista, come se pattinasse sul ghiaccio. In volo continui vuoti di pressione. Lo spazio interno è davvero poco. Insomma, molto meglio Ryanair.

 

Fa davvero una brutta impressione.

io sono andato da Palermo a Tunisi con un ATR72, quello che poi si è inabissato capo Gallo, non ho avuto nessul problema di vuoti d'aria o di decolli/atteraggi "scivolati" e a PA un po' di vento c'era.

 

....Ah, Cartman, mai provato a volare con quello che ho in firma? Dai su un po' di ebbrezza del volo... :lol:

 

Ho Viaggiato con la versione a turboprop, da Palermo a Bari, il volo più tranquillo mai fatto

 

/OT

Link to post
Share on other sites

Una cosa mi ha turbato leggendo questo topic: l'aeronautica non dispone al momento di una valida funzione antinave dalla radiazione dei Kormoran.

 

Ora, non credo che il problema stia tanto nel riuscire ad avere il mostruoso P-8 invece del gracile ATR, se l'AM cerca il pretesto per farsi il bombardiere stand-off sarebbe un grandissimo salto di qualità per l'arma, ma, secondo me, il problema dell'antinave sta nell'assenza di armi specifiche.

 

Il fatto che ci si stia riducendo ad usare bombe in funzione antinave come fecero gli argentini alle Falklands la dice lunga. Anche perchè non è solo una questione di protezione delle acque territoriali ma anche dell'assenza di un'arma antinave per l'aeronautica imbarcata: una flotta nemica potrebbe arrivare a contatto del gruppo del Cavour senza che gli aerei possano fare niente di significativo... a meno che, in futuro, non si prenda in considerazione l'acquisto di Harpoon o Exocet per ora il problema rimane.

 

Sarebbe possibile sviluppare una versione aero lanciabile del Teseo o una versione antinave dello Storm Shadow e a che prezzo?

 

Sistemi di questo tipo potrebbero suscitare anche qualche interesse nel mercato estero

Link to post
Share on other sites

Siamo un pò OT, comunque neanche il P8 sarebbe un mezzo valido per lo strike antinave.

Prima cosa ci manca un arma adatta e non c'è neanche il requisito, visto che al massimo si era pensato di utilizzare i macchini armati con il marte aviolanciabile, poi, anche se ce ne fosse bisogno, sarebbe meglio comprare un arma OtS, su tutti Exocet o Harpoon, piuttosto che avventurarsi in adattamenti costosi (otomat) o praticamente impossibili (SS).

Il vettore ideale sarebbe il Tornado, e non certo un mezzo da pattugliamento marittimo, forse in futuro si potrà pensare ad integrare sugli F35, magari i B della MMI, l'Harpoon.

Quanto al mercato estero è un settore già saturo.

Link to post
Share on other sites

Gli F-35 saranno sicuramente già abilitati all'impiego dell'Harpoon, e probabilmente anche nell'utilizzo di un derivato dello NSM (derivato già allo studio), che dovrebbe essere un missimile sia antinave che per obbiettivi terrestri e che soprattutto entrerà nelle stive, almeno per le versioni 35A e 35C.

Link to post
Share on other sites
In Italia la GC ne ha 2 (di base a Pescara e Catania) + 2 in fase di aquisizione (che riportano migliorie avioniche da implementare successivamente sugli altri 2, ma anche la GdF ne possiede una piccola flotta (non ricordo quanti di preciso). Sono aerei ricchi di sensoristica, e anche se lo spazio a bordo è effettivamente poco ci entra tutto il necessario, comprese dotazioni anti-inquinamento (per orttenere fondi dal Ministero dell'Ambiente).

...

E' 1 solo il mezzo in acquisizione, ti stai confondendo con i 2 AW-139

 

Comunque i 7 ATR-42 serviranno non poco a colmare il buco che si creerà nei prossimi anni nel pattugliamento marittimo, per l'ASW... ci dovremmo accontentare di EH-101 con il "mostro" HELRAS e AB-212 in attesa di NH-90 e probabilmente di ATR-72

Edited by enrr
Link to post
Share on other sites

Dall'articolo di Dedalonews che ho postato...

 

I primi due elicotteri AgustaWestland AW139 ed il terzo pattugliatore marittimo Alenia Aeronautica ATR42MP segnalano il potenziamento in atto nella componente aerea della Guardia Costiera...

 

Che dire, è ora di farsi visitare dall'oculista! :lol:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...