Vai al contenuto

Leaderboard


Contenuto popolare

Visualizzazione dei contenuti più apprezzati 19/10/2018 in tutte le aree

  1. 2 mi piace
    ancora con la panzana della versioni depotenziate? signori, siamo a pagina 298, se dobbiamo scrivere oscenità ditelo, cancelliamo direttamente i messaggi per non appensantire una discussione già ciclopica.
  2. 2 mi piace
    A parte che Bogdan ha lasciato da un po' e che le versioni sono 3 di cui gli F-35B sono ora svariate decine, ma un prototipo è un velivolo costruito con attrezzature provvisorie e non su una linea che, per quanto a basso ritmo (per gli standard americani e non certo europei...), al momento ha sfornato diverse centinaia di velivoli con attrezzature definitive in un processo industrializzato. Non aver incominciato la Full Rate Production ed essere ancora in regime di LRIP (a produrne 60-70 all'anno...), non significa affatto produrre prototipi. Altrimenti bisognerebbe spiegarglielo a quelli di NG che hanno comunicato di aver raggiunto ratei produttivi di un tronco centrale di fusoliera ogni giorno e mezzo a fine 2017 e di essere entrati, loro si, già in regime di FRP puntando quest'anno 113 pezzi. https://www.flightglobal.com/news/articles/northrop-grumman-enters-full-rate-production-on-f-35-449854/ Una cosa è un velivolo non del tutto maturo, per quanto operativo o prossimo alla IOC, un'altra è un prototipo. Non parliamo poi di cosa fece il consorzio Eurofighter, che non chiamò prototipi, ma development aircraft, nemmeno i primi EF-2000 di test, e andò in produzione con i tranche 1 che erano immaturi, pieni di difetti e lacune che ancora oggi li rendono non esattamente popolari fra le aeronautiche che li hanno in linea, ma pur sempre operativi.
  3. 2 mi piace
    Una decisione che era nell'aria già da diverso tempo. Comunque ottima scelta. Si sono accaparrati l'aereo migliore, e probabilmente quello che costa meno.
  4. 2 mi piace
    L’articolista parla del CAMM ER come probabile bersaglio di un taglio secco da mezzo miliardo e non a caso avevo postato lì un articolo di una decina di giorni fa con un'analoga previsione, mentre nella discussione sull’AMI citavo RID dove il taglio complessivo alla difesa era stimato a un miliardo... Vabbuò vediamo quando si decideranno a dirci dove andranno a colpire per pagare chi lavora in nero e chi continuerà a girarsi i pollici perché i centri per l’impiego non funzioneranno. Ops…l’ho detto. Comunque qualche precisazione. Gli F-35B non sono prototipi, né per definizione, né all’atto pratico visto che sono operativi da 2 anni a hanno anche fatto missioni di combattimento. Quanto ai problemi strutturali si scrive citando il rapporto di Robert Behler : Mah, io non direi. Direi invece che l’A viaggerà almeno sulle 12000 ore (ha fatto tre cicli da 8000) mentre il B si conta di consolidare quelle 8000, solo che vanno dimostrate con una cellula nuova. Non so poi a che cavolo si riferisca (fuori citazione) in merito alle ali della variante navale: più che ricordarcelo dovrebbe spiegarcelo.
  5. 2 mi piace
    Al di là di tutti gli aspetti positivi relativi a un’azienda che ha molta esperienza e agganci in campo civile, quel che conterà per i futuri contratti relativi ai velivoli di sesta generazione probabilmente sarà il know how in ambito militare, che necessariamente è più avanzato e, se non fa da traino, quanto meno richiede specifiche conoscenze. LM ha un know how invidiabile e ha in piedi molte sinergie con altre realtà industriali nel mondo grazie a una miriade di prodotti che vanno ben oltre l’F-35 e che riguardano ad esempio l’F-16, l’F-2 e il T-50, senza contare tutta la galassia che orbita intorno ai prodotti elicotteristici che ultimamente ha visto l’acquisizione di Sikorsky. Questi sanno come muoversi nel mondo della difesa meglio di chiunque altro e son riusciti ad imporre l’F-22 quando da più parti si diceva che non avevano l’esperienza per fare dei caccia da superiorità aerea visto che a quel tempo li si associava più che altro al C-130 (H…), mentre GE era solo partner (ma ancora non gli aveva venduto la sua divisione velivoli da combattimento). Boeing con l’acquisizione di MDD non è che abbia avuto lo stesso risultato di Lockheed quando questa ha acquisito da una fetta di General Electric e con essa l’intero programma F-16 che era lungi dall’essere alla frutta come pareva a molti. Al contrario Boeing si è ritrovata a chiudere i rubinetti alla linea B717 (erede del vecchio DC-9 / MD-80) e ha continuato con F-15 ed F-18 dopo il “no, grazie” all’F-32 di ormai 17 anni fa e con cui qualche sbaglio di inesperienza lo aveva già fatto. Il TX consente di mantenere saldamente un piede nel mondo militare per molti più anni di quelli concessi all’Eagle e all’Hornet, ma è e resta un velivolo con più punti in comune con un caccia di quarta generazione che non con un superstealth di sesta e per il quale ci vorrà ben altro e forse certe amicizie internazionali non è detto tornino utili: non stiamo parlando di un tuttofare per (quasi) tutti come l'F-35, nato per raccogliere i frutti di quanto seminato anni prima dall’F-22, ma di un caccia con tecnologie innovative con cui sostituire proprio l’F-22, che chi ha voluto fuori dagli USA ha visto col binocolo. Il futuro step non sarà indolore e Boeing per vincerlo non potrà certo giocare al ribasso (non sulle cifre spaventose richieste dal caccia di sesta generazione) pompando i contratti di manutenzione come probabilmente ha in mente di fare col TX. LM si è fatta le ossa con il non del tutto soddisfacente F-22 e ha avuto le sue belle gatte da pelare con l’F-35, nonostante a quel punto non si potesse certo dire che gli mancasse l’esperienza, ma Boeing nel frattempo è rimasta un po’ ferma al palo. In ogni caso di acqua sotto i ponti ne deve passare parecchia e non si può escludere che LM e Boeing (+Northrop Grumman?) si spartiscano la torta della sesta generazione che presumibilmente andrà nella direzione di una famiglia di velivoli (per USAF e US Navy).
  6. 1 mi piace
    Condivisione ... Fonte: flightglobal.com ... F-35B connects with USS Wasp’s anti-cruise missile defence ... Anche qui ... raytheon.mediaroom.com ... Raytheon’s Ship Self-Defense System demonstrates first link from surface ship to Joint Strike Fighter ...
  7. 1 mi piace
    Un'immagine interessante di un F-18E in manutenzione in cui si vedono (questa volta da dietro) i cosiddetti radar blocker (in pratica delle palette statoriche con un andamento ad “S”) che impediscono la vista della parte frontale del motore e che, come di vede, sono fissati alla cellula e non al motore.
  8. 1 mi piace
    L'espressione “versioni depotenziate” presuppone qualcosa che nemmeno nel testo vi è scritto e cioè che i velivoli vengano modificati per renderli “meno potenti” di quelli americani. Anche in questo caso, con malizia si utilizzano i termini impropriamente. Le versioni restano A, B e C e non ci sono una D e una E, altrimenti e senza scomodare altri velivoli per i quali non basterebbero le lettere dell’alfabeto se le si usasse per indicare tutte le varianti, o le release dello stesso F-35, dovremmo aggiungere una F per gli israeliani, che hanno lavorato ad un livello di personalizzazioni nei loro A che altri invece non hanno. In realtà, e questo è scritto, l’intento è di proteggere alcune tecnologie mantenendo il massimo delle comunanze. Il risultato di contratti come questi non è necessariamente cambiare i pezzi, ma ad esempio fare in modo (come è stato fatto) che dentro certi sistemi non ci si possa manco metterci le mani: non sono concepiti perché altri ci possano fare manutenzione. Facile poi pensare che il software non sia nemmeno identico e anzi nemmeno le forze aeree straniere vogliono che sia identico e a lungo si è dibattuto sulle effettive possibilità da parte degli utenti di personalizzare il velivolo, ad esempio le librerie. Anche questi sono aspetti delicati, perché per modificare bisogna accedere e quindi contratti come questi servono a progettare i sistemi per limitare l’accesso, senza che questo implichi uno sfacciato depotenziamento. Di contro, piloti non americani, anche i nostri, si addestrano e volano tranquillamente su velivoli con le coccarde statunitensi. Comunque il discorso venne fuori varie volte e io stesso mi ci sono soffermato a più riprese. Basta mettere in ricerca la parola “contratti” e negli anni vien fuori a più riprese in questa chilometrica discussione. Per esempio qui. https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=319413 E molto prima ad esempio qui. https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=309257 O qui. https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=298484 Qui https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=284027 Qui https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=277082 O ancora più indietro nel tempo qui. https://www.aereimilitari.org/forum/topic/18563-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/?do=findComment&comment=269003 In generale comunque se n’è sempre parlato, anche prima del 2011.
  9. 1 mi piace
    Ciao vortex, grazie mille per la rapidissima risposta. Anche se non intervengo praticamente mai, vi seguo assiduamente da anni e vedo che sei uno dei pilastri del forum e che su di tesi può sempre fare affidamento. Purtroppo avevo già visitato i giapponesi, c'è tutto il foglio istruzioni tranne proprio la pagina relativa a colorazione e decals... :((( Comunque ripeto, grazie mille per la disponibilità. Come il collega Manu79 anch'io ho un discreto archivio di foglietti di istruzioni e se qualcuno avesse necessità simili sarò ben contento di provare a vedere so ho qualcosa di utile. Cordiali saluti a tutti.
  10. 1 mi piace
    Dopo due fallimenti consecutivi ... Fonte: defensenews.com ... After consecutive failures, watch US Navy intercept test missile with SM-3 weapon ...
  11. 1 mi piace
    Per carità! Ho usato il 'Lei' in quanto, se non sbaglio, lo avevi usato nei miei confronti nel tuo precedente post che poi hai modificato. Mandarti a quel paese ... stai scherzando ... ho troppo rispetto e considerazione per te per compiere un'atrocità del genere. Nei tweets vi è comunque sovente un link che rimanda ad un più ampio articolo cui il tweet stesso si ispira ... basta clickarci sopra ... E con questo ... chiudo l'OT ... prima che sia il Moderatore a mandarci entrambi a quel paese ...
  12. 1 mi piace
    La " discussione " comincia qui http://www.air-defense.net/forum/topic/18726-la-composante-air-belge/?page=264 ( Patrick 15 / 10 / 2018 ) Qui l'annuncio : http://www.air-defense.net/forum/topic/18726-la-composante-air-belge/?page=266 Boule 75 ( 23 / 10 /2018 ) e si procede per diverse pagine...
  13. 1 mi piace
    La versione originale, sembra , di quello tosto , più lungo di quello tagliato che ho messo prima. La definizione delle immagini è migliore e Flaggy ha ragione : l'aereo che decolla dalla cavour è un Harrier
  14. 1 mi piace
    Un record .. ... afrc.af.mil ... 388th FW, 419th FW fly 10,000th F-35A sortie ...
  15. 1 mi piace
    Secondo questa fonte belga ... l'annuncio della scelta dovrebbe essere dato in settimana ... https://plus.lesoir.be/185970/article/2018-10-22/f-35-les-deputes-veulent-etre-tenus-informes-avant-lannonce-de-lachat Anche questa fonte conferma, sia pure ancora in forma dubitativa, tale scelta ... https://www.lecho.be/economie-politique/international/economie/les-options-rafale-et-de-la-prolongation-des-f-16-enterrees/10061578.html E, nonostante l'annuncio ufficiale non sia stato ancora dato, già fioccano le critiche ... http://www.lalibre.be/actu/belgique/choix-du-f-35-une-gifle-pour-les-relations-franco-belges-selon-georges-dallemagne-5bcdc387cd708c805c4f6979 In Francia ... https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/f-35-en-belgique-chronique-d-une-trahison-annoncee-de-l-europe-de-la-defense-794858.html Strillano tutti ... noi ci limitiamo a sperare che vengano prodotti a Cameri ...
  16. 1 mi piace
    Ho trovato questo video , un po' vecchio , ma niente male. La parte più interessante è quella che riguarda la missione di due T 346 , uno simulato e uno vero , tra i minuti 5.41 e 7.10 .
  17. 1 mi piace
    Credo si riferisca a questo: [......F-35C outer-wings: In 2016, officials identified structural issues on the F-35C (@28 a/c as of Mar 2017) outer-wing when carrying an AIM-9X missile. In order to resume the test program, officials identified a design change to include strengthening the wings’ material that was incorporated onto a test aircraft. Officials expect to incorporate retrofits to delivered aircraft by 2019......] :Source: http://www.gao.gov/assets/690/684207.pdf (2.1Mb)
  18. 1 mi piace
    Un primo commento sui tagli alla difesa con particolare riguardo al '35 http://www.ilgiornale.it/news/mondo/italia-i-tagli-governo-sulla-spesa-militare-1589749.html Va da sè i soldi " risparmiati " saranno usati per pagare lo stipendio ai fannulloni .
  19. 1 mi piace
    Più che chiglia a campanatura invertita parlerei di un deadrise. consideranto che normalmente le navi, sotto la linea di galleggiamento, hanno il bulbo di prora raccordato a due concavità che separano l'onda per innalzare la prua e la parte centrale con la maggior larghezza ottenibile, sempre entro i limiti di una efficienza nell'avanzamento in acqua. la parte centrale ha una sezione quasi rettangolare per ottimizzare al meglio lo spazio interno (li risiedono per esempio i motori e i generatori elettrici). nel caso della Zumwalt si è realizzato uno scafo che inizialmente ricalca quello delle classiche navi, per poi arrivare ad una sezione non dissimile a quella dei motoscafi (se noti sembra quasi planante) con una marcata V. (appunto, un deadrise). oltre a giovare in termini di velocità e stabilità a velocità sostenute, in effetti deflette una frazione di emissioni sonar (che in fin dei conti si compostano come le onde radar). Non vorrei dire mostruosità ma l'onda sonora non si può assorbile, bensi distruggere frazionandola in tante piccole onde di compressione dirette nelle direzioni più disparate con un'energia frazionata. Riportando quindi il tutto in campo navale, la forma stessa per esempio di un sottomarino devia gran parte dell'onda di compressione di un sonar, riportando all'orecchio elettronico solamente una piccolissima parte dell'onda emessa, più un ritorno casuale classificato come rumore di fondo, quindi cancellato dai calcolatori. Se guardi l'interno di una sala di registrazione, non è tanto la spugna ad assorbire i suoni (casomai assorbe i residui d'onda), ma la geometria di tante piccole piramidi che circondano la fonte sonora. Lo scafo amagnetico evita solo marginalmente l'individuazione tramite sonar, ma è essenziale se si vuole avere una schermatura da armi "magnetiche" o radar.
  20. 1 mi piace
    Questa storia della traccia del peschereccio è iniziata molti anni fa. A parte il fatto che un peschereccio ha una traccia radar non così scarsa, certo inferiore a quella di un incrociatore, ma facilmente rilevabile, non è la prima volta che ai predecessori del Zumwalt viene attribuita una traccia simile. Vediamo cosa ne dice il comandante: https://nationalinterest.org/blog/the-buzz/i-just-toured-the-us-navys-most-advanced-stealth-warship-18041 "The idea behind Zumwalt was to build a ship that could approach the enemy’s littoral waters and survive. Thus, the ship was designed with stealth in mind, Kirk described the ship as having one-fiftieth of the radar cross-section (RCS) of a DDG-51—which itself has one-fiftieth of the Ticonderoga-class missile cruiser. It also has a host of other signature reduction measures in terms of infrared and acoustics, Kirk said. Navy officials have previously suggested that Zumwalt has the RCS of a fishing boat." Come dire: 1/2500° della RCS di un Ticonderoga. Aggiungiamo che la traccia di un Arleigh Burke era già quotata pari a quella di un peschereccio (3-10 metri quadri), e che : "sound levels are compared to the Los Angeles-class submarines. The tumblehome hull reduces radar return and the composite material deckhouse also has a low radar return. Water sleeting along the sides, along with passive cool air induction in the mack reduces infrared signature.[2] Overall, the destroyer's angular build makes it "50 times harder to spot on radar than an ordinary destroyer." e comprendiamo perchè è davvero stealth.
  21. 1 mi piace
    E invece non è una domanda da ignorante, è il costante dilemma di ogni progettista navale. Sotto la voce stealthness in una nave non rientra solo l'opera morta e le eventuali sovrastrutture, ma anche quello che sta nella "pancia" del mostro. Posso usare una forma sfacettata e materiali radar assorbenti, magari con strati prismatici come ci insegnano gli aerei stealth per dare false prospettive ai radar nemici. Ma come dice Flaggy devi fare i conti con le forme prima o poi, un peschereccio a tot miglia dovrebbe essere invisibile ad occhio, non un condominio piramidale. Aiuta nel caso di recon aerei a lungo raggio, che unito alla vastità superficiale del mare la rendono "invisibile", ma in un duello all'arma bianca non avrebbe nessun vantaggio. Altro punto è il rilevamento sotto la linea di galleggiamento: non se ne fa nulla di un design antiradar se poi rimbalza l'eco dei sottomarini in maniera apocalittica e i sonar passivi avvertono i rumori delle macchine motrici e della cavitazione delle pale ad un centinaio di miglia. Qui le misure adottate sono (almeno in teoria) l'esasperazione della tecnica rispetto alle classiche unità belliche. Esasperate si, ma quanto? cuscinettare gli assi in maniera maniacale ormai è prassi comune e le turbine (o diesel) più di tanto non gli zittisci. Le eliche hanno avuto una notevole evoluzione ma cavitano. Che il fenomeno succeda dopo il passaggio della pale è bene, ma comunque si verifica e si avverte, quindi si rileva e tradisce la furtività. Alle boe sonar non importa quanto sei invisibile ai radar e le puoi sganciare a decine laddove hai il sospetto che circoli naviglio furtivo. I doppler poi ti scoprono subito la perturbazione in acqua che una nave di tali dimensioni provoca. Come già detto, le dimensioni tradiscono. Per quanto riguarda i satelliti, un'azione di scoperta la si può condurre dal punto di partenza fino al momento in cui il satellite esce dalla sua finestra operativa, e li interviene il calcolo delle probabilità entro un ipotetico raggio dalla posizione precedentemente nota della nave. alla fine del secondo passaggio l'errore aumenta in quanto la superficie degli oceani è troppo vasta. Servirebbe un secondo e un terzo satellite messi in nuova orbita per tenere costante il rilevamento, con tutti i costi e le complessità che tale operazione comporta per una sola unità in navigazione. A mio parere, in una battaglia navale vecchio stile lo stealthness conta poco. Nella guerra aria-mare invece può fare la differenza. Tutto dipende da cosa è chiamata a fare quella determinata classe di navi.
  22. 1 mi piace
    Grazie, ma quello navale non è esattamente il mio campo... La nave comunque si dice sia 50 volte meno visibile di un caccia tradizionale e con la traccia radar di un peschereccio, che certo nell’immaginario collettivo non è suggestivo e tantomeno discreto quanto le palle da golf o biglie di varie dimensioni con cui vengono confrontate le tracce radar degli stealth volanti. Entro l’orizzonte o meglio con l’aiuto di un radar eliportato che lo ampli, sinceramente non saprei quantificare la distanza di rilevamento, che dipende sempre dalla potenza del radar e del suo software, senza considerare che tanto più piccola una nave appare e tanto più facile è il lavoro della contromisure elettroniche da essa utilizzate per celarla. Quanto ai satelliti, questi hanno una traiettoria ben più prevedibile di quella di una nave che al contrario sa dove si trovano e che non può essere sotto costante osservazione per ovvi motivi legati al numero dei satelliti disponibili e alla copertura limitata nel tempo e nello spazio offerta da ciascuno di essi.
  23. 1 mi piace
    Sarà , ma io ho una laurea in ingegneria dopo trenta ( = 30 ) esami sudati + tesi ; quanto ne sappia di più ancora non ho capito , dato che continua a balbettare " sì , vabbè , vedemo , verificamo, ce riuniamo , ecc.... Per quanto riguarda il CV , a parte la laurea , il suo " master " è stato conseguito in una ... università ( ? ).... , il " Link Campus " di cui ripropongo la storia : http://www.vicenzapiu.com/leggi/link-campus-university-la-repubblica-luniversita-dei-ministri-a-5-stelle-tra-malta-il-cepu-e-la-vecchia-dc Cosa abbia fatto nei posti indicati e come abbia guadagnato il grado di " capitano " non si capisce e non si capisce se ha mai portato l'uniforme . Se tutta questa sua " competenza " la porta poi a proporre il T 346 come parziale compensazione dell'ennesima riduzione del numero di F-35 , sul quale non c'è peraltro un vero ordine definitivo , beh , questa è roba da asilo infantile; avrei compreso di più se avesse proposto di tenere in vita e ammodernare gli AMX . Del resto , gl'inglesi spremettero i loro Jaguar fino all'ultima goccia, ma non si sognarono mai di sostituirli con gli Strikemaster.
  24. 1 mi piace
    Un articolo sugli ABM americani "storici": http://www.loneflyer.com/2017/10/23/abm-lultima-difesa/
  25. 1 mi piace
    Si, ma siccome qualcuno lo sogna come sostituto dell’AMX…. Io dico invece che il velivolo ha un carico alare basso e una spinta elevata, come giusto che sia per rappresentare degnamente un caccia in addestramento pur non avendo gli AB, ma a differenza di questi è piuttosto piccolo e comunque non particolarmente robusto perché è e resta un addestratore. Conseguenza? Come potrai controllare nel sito di Leonardo, l’M346FA ha un ramp weight (peso a vuoto equipaggiato più il carburante interno) di 7750 kg in cui sono contemplati circa 1520 kg di carburante (pochini). Poiché il peso massimo al decollo di questo “caccia”è di 10400 kg, ne consegue che all’esterno gli si possono caricare altri 2260kg. Sono tanti grazie al carico alare basso e alla spinta alta (da cui i sogni o i voli pindarici di cui sopra), ma sono troppi per i 1520 kg di carburante che necessariamente non lo faranno andare lontano.
Questa laderboard è impostata su Roma/GMT+01:00
×