Jump to content

Recommended Posts

...e la Turchia sceglie i -600, da Dedalonews

 

Turchia: ATR 72 ASW su cellula -600

 

I dieci ATR 72 ASW ordinati nel 2005 dalla Turchia per la lotta antisommergibili saranno realizzati sulla cellula della nuova serie -600, il cui primo volo è previsto per nel 2009 con consegne commerciali a partire dal 2011. Il programma ASW incorporava già il cockpit avanzato poi adottato sulla serie 600, unito alla cellula della serie -500. La disponibilità del nuovo modello ha fatto quindi optare il cliente per il nuovo standard costruttivo. La capo commessa per il programma è Alenia Aeronautica, che dovrà integrare sul biturboelica il sistema d’arma Thales AMASCOS scelto separatamente dal cliente anche per i suoi Casa CN235 .

Link to post
Share on other sites
  • Replies 365
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

credo si sia ipotizzato anche un impiego in contesti poco permissivi e, considerando che è un aereo che vola realtivamente basso e lento, si è deciso di difenderlo il più possibile. d'altro canto, è

Comunque da quel che si legge gli ATR72 saranno poco MPA ma molto ELINT il che spiega tutte quelle antenne..

è stato confermato da chi? per dire, io avevo letto che era regolarmente tracciato, dal suo ingresso nel Mediterraneo. tra le altre cose, il Kilo era "scortato" da un rimorchiatore russo... un poco di

A questo punto spero che anche i 4 ATR 72 ordinati per l'ami siano ordinati nella versiono 600. Almeno è quel che suggerisce un minimo di logica.

Credo che i tempi di consegna della macchine coincidano con quelli di inizio produzione della versione 600 presso la linea di assemblaggio atr.

Forse è anche per questo motivo che le macchine ordinate hanno un costo piu' elevato

Link to post
Share on other sites
A questo punto spero che anche i 4 ATR 72 ordinati per l'ami siano ordinati nella versiono 600. Almeno è quel che suggerisce un minimo di logica.

Credo che i tempi di consegna della macchine coincidano con quelli di inizio produzione della versione 600 presso la linea di assemblaggio atr.

Forse è anche per questo motivo che le macchine ordinate hanno un costo piu' elevato

E' quello che ipotizzavo qualche post fa, più che altro per ragioni di glass cockpit e autonomia...

Link to post
Share on other sites

Pare Armaereo abbia ordinato ad Alenia aerospazio 4 ATR 72 per sostituire i vetusti atlantic.

Si conclude così, a partire dal 2012, al gloriosa storia dell'Atlantic ma non la commistione tra MM e AM nel pattugliamento marittimo, che io non trovo produttiva.

 

 

 

The Italian ministry of defence's (MoD's) General Directorate of Air Armaments has awarded Alenia Aeronautica a contract for four ATR 72 maritime patrol (MP) aircraft and associated equipment. The ATR 72 MP will replace the air force's nine Breguet 1150 Atlantic 1 MP and anti-submarine warfare (ASW) aircraft that entered service in 1972-74 and are scheduled to be retired by 2012

Da Jane's international

 

Commenti?

Edited by Sangria
Link to post
Share on other sites

E' su un'altra sezione e tratta di altre cose. I commenti dovrebbero essere relativi alla fine del connubio AM e MM nel pattugliamento marittimo.

Ad oggi gli ATR saranno ancora AMI benché in Marina esista già gente abilitabile all'ATR72. La Marina decide quindi di non rendersi indipendente e l'AMI continua ad impiegare denaro inun settore che non è core business della forza armata.

 

Avrei preferito che piloti marina, invece di volare, peraltro con il contagocce, solo sul simulatore dell'Av8/B fossero impiegati inun settore che per la MM è imortantissimo e perfettamente integrato con il resto della componente antisom della squadra.

Edited by Sangria
Link to post
Share on other sites

Lascio aperta la discussione, l'importante è che non diventi un doppione di quella dedicata all'ATR.

 

Sangria, ma non c'è nessuna possibilità remota che il settore di pattugliamento marittimo diventi di esclusiva competenza della MM un giorno?

Oppure l'AMI nonostante tutto è determinata a mantenere questo assetto, anche se come dici te non fa parte del suo core business?

Link to post
Share on other sites

Il problema è che all'AMI del pattugliamento e della lotta anti-som non gliene importa nulla. Pressioni per nuove macchine, risorse e mezzi sono di conseguenza quelli che sono. E' per questo che ha ragione Sangria, e il pattugliamento aereo andrebbe dato a MMI

Link to post
Share on other sites
Il problema è che all'AMI del pattugliamento e della lotta anti-som non gliene importa nulla. Pressioni per nuove macchine, risorse e mezzi sono di conseguenza quelli che sono. E' per questo che ha ragione Sangria, e il pattugliamento aereo andrebbe dato a MMI

 

C'è il precedente RAF dove la cosa sembra funzionare meglio. Lì hanno anche iniziato da anni a usare i Nimrod anche per ruoli overland, pur mantenendone del tutto le capacità ASW.

 

Per passare gli MPA alla MMI se non sbaglio, oltre ai soldi alla Marina, servirebbe una legge ad hoc, o quantomeno una righetta infilata in una finanziaria, perchè quella che permise l'acquisto degli harrier era solo per aerei imbarcati tanto che quando sono a terra stanno sotto il controllo operativo dell'AMI.

 

Non ho fatto ricerche e vado a memoria di venti anni fa...

però mi rendo conto che questo torna poco con CdP, GdF ecc che gli ATR li hanno già (leggi ad hoc anche per loro?)

Link to post
Share on other sites
...

Per passare gli MPA alla MMI se non sbaglio, oltre ai soldi alla Marina, servirebbe una legge ad hoc, o quantomeno una righetta infilata in una finanziaria, perchè quella che permise l'acquisto degli harrier era solo per aerei imbarcati tanto che quando sono a terra stanno sotto il controllo operativo dell'AMI.

 

Non ho fatto ricerche e vado a memoria di venti anni fa...

però mi rendo conto che questo torna poco con CdP, GdF ecc che gli ATR li hanno già (leggi ad hoc anche per loro?)

Ecco il link alla legge:

 

http://www.normeinrete.it/cgi-bin/StampaFr...exs_121708.html

Link to post
Share on other sites

C'è un problema molto grosso relativo alla catena di comando. Una missione degli atlantic, oggi, deve essere pianifica proprio come una missione interforze, con tutte le problematiche del caso. Il pattugliamento marittimo invece dovrebbe essere molto più agile. Inoltre c'è a mio avviso il problema della doppia dipendenza dei piloti. Credo che all'AM di quel settore non importi molto mentre per la marina è strategico. o si crea una struttura interforze permanete ad ogni livello o si definiscono una volta per tutte le rispettive competenze.

Link to post
Share on other sites
Per passare gli MPA alla MMI se non sbaglio, oltre ai soldi alla Marina, servirebbe una legge ad hoc, o quantomeno una righetta infilata in una finanziaria, perchè quella che permise l'acquisto degli harrier era solo per aerei imbarcati tanto che quando sono a terra stanno sotto il controllo operativo dell'AMI.

Ma non diciamo stupidate: Grupaer è sempre sotto opcom di Cincnav, sia da bordo che a terra... figuriamoci se l'opcon (che, per chi non lo sapesse. è il livello più basso della "catena di comando") lo possa assegnare ad un'ente AM!

Link to post
Share on other sites
E' su un'altra sezione e tratta di altre cose. I commenti dovrebbero essere relativi alla fine del connubio AM e MM nel pattugliamento marittimo.

Ad oggi gli ATR saranno ancora AMI benché in Marina esista già gente abilitabile all'ATR72. La Marina decide quindi di non rendersi indipendente e l'AMI continua ad impiegare denaro inun settore che non è core business della forza armata.

 

Avrei preferito che piloti marina, invece di volare, peraltro con il contagocce, solo sul simulatore dell'Av8/B fossero impiegati inun settore che per la MM è imortantissimo e perfettamente integrato con il resto della componente antisom della squadra.

Credo che la maggior parte dei Paesi affidi il pattugliamento marittimo alle proprie Aeronautiche anziché all'Aviazione Navale (ne sono esempi la RAF, l'Armee de l'Air ecc.) ed inoltre, visti i programmi di costruzione di nuove unità che ha in corso, caricare sulle spalle della "povera" Marina amche il costo del pattugliamento marittimo (acquisto dei mezzi + gestione) non sembra molto logico.

 

Ciao

 

Alex da Livorno

Link to post
Share on other sites
Credo che la maggior parte dei Paesi affidi il pattugliamento marittimo alle proprie Aeronautiche anziché all'Aviazione Navale (ne sono esempi la RAF, l'Armee de l'Air ecc.) ed inoltre, visti i programmi di costruzione di nuove unità che ha in corso, caricare sulle spalle della "povera" Marina amche il costo del pattugliamento marittimo (acquisto dei mezzi + gestione) non sembra molto logico.

 

No, in Francia il pattugliamenti marittimo è di competenza dell'aviazione navale, che utilizza Atlantic2 e dei Dassault Falcon con suite apposita.

Anche in Germania la competenza è della marina e non dell'aeronautica.

Link to post
Share on other sites
No, in Francia il pattugliamenti marittimo è di competenza dell'aviazione navale, che utilizza Atlantic2 e dei Dassault Falcon con suite apposita.

Anche in Germania la competenza è della marina e non dell'aeronautica.

E vorrei aggiungere che, tra le citate, il Fleet Air Arm ha ben altri problemi da risolvere prima di pensare a prendersi il pattugliamento/ASW dalla RAF...

Link to post
Share on other sites

La commistione MM e AM e' molto difficile da rimuovere e rendere le due forze armate indipendenti.

 

Comunque voglio precisare che questo e' probabilmente l'unico esempio nazionale di piena cooperazione fra due forze armate, i nostri equipaggi sono misti e lavorano in piena simbiosi.

Le difficolta' di scindere le due forze armate dipendono primariamente dal supporto e dalla manutezione dei velivoli. Le spese da affrontare sono ingenti e la MMI non si potrebbe permettere di avere gli aerei a suo carico.

 

Inoltre ricordo a tutti che gli ATL sono a carico AM ma il controllo operativo e' unicamente sotto il controllo MM.

 

Sangria, cosa vuoi dire con con l'ultima frase? Credi che sugli ATL i piloti di marina non volino?

 

 

E' su un'altra sezione e tratta di altre cose. I commenti dovrebbero essere relativi alla fine del connubio AM e MM nel pattugliamento marittimo.

Ad oggi gli ATR saranno ancora AMI benché in Marina esista già gente abilitabile all'ATR72. La Marina decide quindi di non rendersi indipendente e l'AMI continua ad impiegare denaro inun settore che non è core business della forza armata.

 

Avrei preferito che piloti marina, invece di volare, peraltro con il contagocce, solo sul simulatore dell'Av8/B fossero impiegati inun settore che per la MM è imortantissimo e perfettamente integrato con il resto della componente antisom della squadra.

Link to post
Share on other sites

I siluri non saranno necessariamente installati, ma sara' solo predisposto il sistema che puo' essere implemaentato solo successivamente alla consegna dei velivoli..

 

 

La suite può essere variata.

 

Quella più completa comprenda:

 

- Radar di ricerca marittima su 360 gradi (Raytheon SV2022 o altri)

- Radar meteo

- Vari sistemi di navigazione, compresi INS e GPS

- Sistema di comunicazione completo sulle bande HF/VHF/UHF, con datalink

- Sistema IFF

- Sistema ATOS (comprende un FLIR, un sistema TV, un faro di ricerca)

- Scanner IR/UV

- Sistema chaff/flares

- Sistema ESM della Elettronica

- Missile Warning System

- MAD

- Sistema di lancio per sonoboe

 

L'armamento comprende 2-4 siluri leggeri o 2 missili antinave Exocet o 2 cariche di profondità per un massimo di 1270 kg.

 

Si tratta di una suite davvero completa.

Mancherebbe solo lo Sniffer ma ormai è in disuso.

 

L'autonomia è di circa 2 ore e 40 minuti di pattugliamento a 600 miglia nautiche dalla base oppure di oltre otto ore a 100 miglia nautiche dalla base, in entrambi i casi con una riserva di sicurezza di 45 minuti di volo.

 

EDIT

dimenticavo: dispone anche di un kit SAR completo per sganciare tutto l'occorrente alla sopravvivenza di naufraghi (battellini, viveri, acqua ecc...)

 

Confesso che ho un debole per questo aereo: mi sembra il più idoneo al Mediterraneo.

Link to post
Share on other sites
Ma non diciamo stupidate: Grupaer è sempre sotto opcom di Cincnav, sia da bordo che a terra... figuriamoci se l'opcon (che, per chi non lo sapesse. è il livello più basso della "catena di comando") lo possa assegnare ad un'ente AM!

 

non so se è una stupidata ma il "sempre" non è proprio sempre almeno secondo la legge:

 

ART. 2.

 

1 . RIMANGONO FERME LE COMPETENZE DELL'AERONAUTICA MILITARE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, DIREZIONE, COORDINAMENTO E CONTROLLO DI TUTTI I MEZZI DELLA DIFESA AEREA NELL'AREA DI INTERESSE NAZIONALE, IVI COMPRESI GLI AEREI IMBARCATI QUANDO CHIAMATI A CONCORRERE ALLA DIFESA DEL TERRITORIO.

 

Grazie a Picpus ecco la legge di venti anni fa che ricordavo. Quando uscì ho fatto festa.

 

Però la legge in question permetta alla MM solo di avere aerei imbarcati. Qualcuno sa se ce ne è stata una successiva che ha consentito anche il possesso di aerei basati a terra? Gli ATR42 delle CdP sono militari, come credo, e quindi della marina, o sono solo aa/mm di stato del ministero dei Trasporti e della Navigazione?

Link to post
Share on other sites

L'ideale, secondo me, è che gli ATR vadano tutti (quindi sia i 42 che i 72) sotto il controllo della MMI. Con questo intendo che sarebbe meglio operare con la flotta MP tutta sotto controllo della GC, mentre la flotta ASW (o nel frattempo gli ATR-72MP) tutta sotto il controllo della MMI alla quale dovrebbero giugere i findi originariamente destinati all'AMI per la gestione del 41°.

Link to post
Share on other sites
L'ideale, secondo me, è che gli ATR vadano tutti (quindi sia i 42 che i 72) sotto il controllo della MMI. Con questo intendo che sarebbe meglio operare con la flotta MP tutta sotto controllo della GC, mentre la flotta ASW (o nel frattempo gli ATR-72MP) tutta sotto il controllo della MMI alla quale dovrebbero giugere i findi originariamente destinati all'AMI per la gestione del 41°.

 

Giusto per capirsi, i velivoli Atlantic SONO già fin d'ora sotto il diretto controllo OPERATIVO della MMI, tanto che il famoso IspAviaMar (Ispettorato Aviazione per la Marina), retto da un ufficiale dell'AMI, ha sede a Palazzo Marina.

Gli equipaggi sono misti e ben integrati, anzi forse negli ultimi anni con leggera prevalenza di personale MMI ed anche i piloti sono misti, AMI ed MMI.

 

Tante volte noi critichiamo la mancanza di attività joint o la stretta cooperazione tra le varie forze armate, però in questo caso siamo in presenza di una struttura interforze che funziona da tempo e mi pare anche bene.

 

Bye

Link to post
Share on other sites
non so se è una stupidata ma il "sempre" non è proprio sempre almeno secondo la legge:

 

ART. 2.

 

1 . RIMANGONO FERME LE COMPETENZE DELL'AERONAUTICA MILITARE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, DIREZIONE, COORDINAMENTO E CONTROLLO DI TUTTI I MEZZI DELLA DIFESA AEREA NELL'AREA DI INTERESSE NAZIONALE, IVI COMPRESI GLI AEREI IMBARCATI QUANDO CHIAMATI A CONCORRERE ALLA DIFESA DEL TERRITORIO.

 

Grazie a Picpus ecco la legge di venti anni fa che ricordavo. Quando uscì ho fatto festa.

Si chiama CASP1: quando chiamati a concorrere alla difesa aerea del territorio avviene (e non è mai avvenuto) un TOA tra MM e AM. E'valido anche per le navi classificate ADS. Le leggi impariamo a comprenderle per ciò che vi è scritto e non leggere ciò che non c'è.

Link to post
Share on other sites
Si chiama CASP1: quando chiamati a concorrere alla difesa aerea del territorio avviene (e non è mai avvenuto) un TOA tra MM e AM. E'valido anche per le navi classificate ADS. Le leggi impariamo a comprenderle per ciò che vi è scritto e non leggere ciò che non c'è.

 

beh caro Berty, credo che l'italiano lo sappiamo ancora leggere. Se rivede il mio intervento avevo messo io per primo le mani avanti dicendo che andavo a memoria di venti anni fa.

 

Grazie a Picpus che ci ha rinfrescato i ricordi.

 

In ogni caso visto il suo sacrosanto attaccamento a Grupaer e l'"infiammamento" al solo pensiero che AMI possa estendere il suo controllo sugli Harrier...

 

...spero bene che ieri abbia acceso un cero commemorando i venti anni esatti che Cossiga promulgò il decreto che rese possibile alla MMI il disporre di aerei imbarcati :-)

 

DATA A ROMA, ADDÌ 1 FEBBRAIO 1989

COSSIGA

DE MITA, PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

ZANONE, MINISTRO DELLA DIFESA

VISTO, IL GUARDASIGILLI: VASSALLI

 

 

Ma ancora nessuno ha risposto alla mia domanda "all'aria". Come e quando le leggi sono cambiate per permettere alla MM di avere aerei basati a terra?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...