Jump to content

F104

Membri
  • Content Count

    82
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Normale

About F104

  • Rank
    Sottotenente

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  1. Rimettiamo le cose dal giusto angolo di vista Questo è il primo AW-139 del 31° Stormo http://www.aeronautica.difesa.it/News/Pagine/L%27elicotteroVH139Aentrainservizioal31%C2%B0Stormo.aspx mentre le macchine della Protezione Civile vengono date in gestione all'AMI ed andranno quasi sicuramente a Pratica di Mare.
  2. Soltanto che la prima unità è previsto entri in squadra nel 2018 e la seconda nel 2020.
  3. I Tornado venivano da Trapani Birgi e sono del 102° Gruppo, rischierati sulla base siciliana per completare la parte finale dell'iter addestrativo degli allievi destinati al camioncione. Effettuano delle runs a bassa quota che partono dalla Calabria e seguono l'intera cresta degli Appennini e poi tornano indietro. Il MiG era... un AV-8B del Grupaer.
  4. Sicuro che era un 104? Sa perchè gli spilloni a Pantelleria non potevano atterrare in quanto la pista non dispone di barriere Bliss per l'arresto di emergenza. Come ho detto Tornado, 339, AMX e via dicendo possono atterrare e decollare senza problemi, anche il Typhoon (non l'F-16 in quanto non c'è un servizio abilitato per l'idrazina di bordo), ma sullo Spillone avrei un mare di dubbi!
  5. L'hangar di Pantelleria originariamente era effettivamente su due livelli con degli argani al piano superiore per tirare su i velivoli, ma oggi è su un solo livello. tutta la parte superiore è stata riadattata per farne zona logistica, con sale briefing, meteo, alloggi, etc. Esso è effettivamente scavato all'interno di una piccola montagna, che non è altro che uno dei bordi originari del cratere di un vulcano, da quì la relativa facilità nello scavo. Tutta la pista è un po' particolare. Provate ad immaginare il cono terminale di un vulcano, fate più o meno due fori alle estremità opposte e ci
  6. A Catania il 3° Gruppo ne ha in carico 7/8, mentre un paio di ASW rimangono a Luni in carico al 1° Grupelicot insieme agli AEW ed agli otto uty e csar
  7. La storia del faretto sul "Completamente Digitale" è molto lunga. In effetti in quell'alloggiamento doveva andarci un telemetro laser, ma poi i soliti motivi di costo lo hanno visto rimpiazzare con un faro di atterraggio. Da sottolineare che il motore è il medesimo dell'Alpha e non una versione potenziata.
  8. Può essere, comunque diversi amici miei che sono stati o sono ancora in servizio nelle batterie spada mi hanno sempre confermato tre sezioni di fuoco, per gestirne di più occorrono più stazioni di acquisizione. Nei miei ricordi ad Amendola c'è ne stavano tre, una vicino all'attuale 28°, una in testata pista lato GEA e l'ultima vicino alla collegamenti, però può essere che con il tempo una sezione sia stata tolta, magari per rinforzare le sezioni mobili di base a Treviso, che per inciso dovrebbero essere quelle un tempo operative a ghedi e piacenza.
  9. Non sempre le piazzole sono a rombo o triangolari. La terza di Trapani è quadrata e si trova sulla sinistra della torre di controllo. Si vedono chiaramente il radar di tiro ed i due lanciatori a sei celle. Comunque ogni batteria è composta sempre da tre sezioni di fuoco con una direzione del tiro e due lanciatori, il tutto sotto il coordinamento di una centrale di controllo ed avvistamento asservita al radar di ricerca e scoperta Pluto del tipo pulse doppler. Nei dettagli ogni sezione di fuoco è composta da uno shelter che contiene il radar d'inseguimento (chiamato Falco e del tipo monopu
  10. Dal piazzale che si vede nell'immagine dal satellite, quello pieno di F-16 per intenderci, spostati appena più a sud e trovi una prima batteria all'interno di una piazzola a rombo. Un'altra sta all'estremità sud della pista, zona 82° SAR, e la terza non lontano dalla torre di controllo.
  11. Vado a memoria. Ricordo di averle viste a Trapani, Sigonella, Gioia, Amendola, Ghedi, Piacenza, più un paio di batterie al 2° Stormo.
  12. Tu, che a giudicare dal tuo avatar, in questo momento stai facendo il corso al 2° Gruppo elicotteri, forse potrai giudicare in tal senso se ti confronti con l'attività del 2° Nucleo o della 2^ Sezione della GC, però ti posso garantire che gran parte del personale di volo, almeno quello con cui inizialmente venne formata la componente ad ala rotante, veniva proprio dalla MMI e ci troviamo di tutto: piloti di AB-212, SH-3D ed anche Atlantic sono transitati nella Guardia Costiera, a cui in seguito si sono aggiunti piloti e specialisti formati direttamente dalle fila della Capitaneria di Porto.
  13. La storia dei voli trisonici e dei 104 è ormai diventata una specie di legenda metropolitana italiana. Per dovere di cronaca si è sempre parlato di MiG-25, che, almeno questo è assodato, hanno sorvolato diverse volte la nostra penisola. Con la caduta del muro di Berlino siamo venuti a sapere che non erano esemplari russi, ma la manciata in dotazione fino alla fine degli anni '80 in Bulgaria (a memoria tre/quattro monoposto ed un biposto). A quanto pare facevano un giro parecchio tortuoso ma redditizio. Partivano dall'Europa dell'Est, passando su Yugoslavia, Grecia, Turchia ed arrivando in gen
  14. E' un po' come per gli EH-101. Ne erano previsti 24, ne hanno ordinati 20 in varie configurazioni e poi sono state riscattate due opzioni per ulteriori ASW. Può darsi che venga riscattata anche l'ultima opzione per due esemplari in futuro, certo è che la MMI ha bisogno di altri TTH perchè 8 sono pochini. Stesso discorso in definitiva per gli NH-90. Ci sono 40 ASW/ASuW e via dicendo e 10 TTH. I sei esemplari sono opzioni al momento, che magari in base alle esigenze vengono ordinati dell'una o dell'altra versione. Per quanto riguarda la terza linea di elicotteri, di fatto la MMI la possi
  15. Potrebbe anche essere, nulla escluso, al momento però il guaio è un altro. Se fosse per la sola AMI sarebbe ben felice di tenersi ASW, capra e cavoli, ma... c'è sempre un MA! I soldi non ci sono e si devono fare delle scelte. Come giustamente detto, la lotta ASW e non soltanto quella, costituiscono un bagaglio di conoscenze che si accumula con umiltà e sacrificio e che può essere disperso in pochissimo tempo. Un esempio lampante c'è stato con la radiazione dei PD-808GE. Il nostro personale in questo campo aveva una meritatissima fama a livello NATO ed anche oltre, dovuta alle loro conoscenze
×
×
  • Create New...