Jump to content

SERVE DAVVERO IL NUCLEARE IN ITALIA?


Leviathan

Recommended Posts

Pixy allora inizia a non usare l'energia elettrica se sei contrario al nucleare. non ha senso nascondersi dietro al solito "noi non siamo capaci di...", facendo così non c'è progresso.

 

io comunque non avrei problemi ad ospitare una centrale nucleare in campania, sono anche belle da vedersi.

Link to comment
Share on other sites

Pixy allora inizia a non usare l'energia elettrica se sei contrario al nucleare. non ha senso nascondersi dietro al solito "noi non siamo capaci di...", facendo così non c'è progresso.

 

io comunque non avrei problemi ad ospitare una centrale nucleare in campania, sono anche belle da vedersi.

 

 

La verita fa male eh?

 

Comunque se sono cosi belle da vedersi tanto meglio vorra dire che saranno più gradite (per voi) ,ah già dimenticavo.....in campagnia? Non vi bastano i rifiuti di Napoli? Anche il nucleare volete? ah beh <_<

Link to comment
Share on other sites

un siciliano che fa razzismo con un napoletano.... le sorprese non finiscono mai... vabbè a 16anni si può ancora tollerare ;)

 

comunque, se ti fossi informato, avresti visto quali vantaggi apporta il nucleare a paragone di pochi svantaggi, in confronto ad altri tipi di energia (ricordando che le fonti rinnovabili, anche spinte al massimo, non potrebbero che fornire che una piccola frazione del fabbisgno energetico)

Link to comment
Share on other sites

un siciliano che fa razzismo con un napoletano.... le sorprese non finiscono mai... vabbè a 16anni si può ancora tollerare wink.gif

 

COSA PREGO? MA TI RENDI CONTO DI QUELLO CHE HAI DETTO? IO RAZZISTA VERSO I NAPOLETANI? HO DETTO CHE LA CAMPAGNIA E' RIDOTTA MALE PER I RIFIUTI DI NAPOLI MA NON CHE NAPOLI FA SCHIFO! HO CITATO DA DOVE PROVENIVANO I RIFIUTI MA NON CHE NAPOLI FOSSE UNA FOGNA O ALTRO!

 

SCUSATI IMMEDIATAMENTE

 

1 PER QUELLA COSA OLTRAGGIOSA CHE HAI DETTO

2 PER I PREGIUDIZI SULLA MIA ETA (CHE FRA 1 SETTIMANA DIVENTERANNO 17)

Link to comment
Share on other sites

L'unica fonte rinnovabile che potrebbe risolvere i problemi energetici Italiani è il solare termodinamico, ma non penso che la gente apprezzerebbe il fatto che una superfice pari a quella dell'Umbria venisse ricoperta di specchi solari. solo le nazioni che hanno a disposizione i deserti possono farlo.

Link to comment
Share on other sites

E vista la situazione geo-politica dei deserti la cosa non è molto consigliabile, almeno per ora.

Altro vantaggio dell'Uranio, a proposito, visto che tre dei quattro maggiori produttori sono paesi occidentali o comunque sicuramente amici e il quarto, il kazakhstan, non si puo dire in una situazione simile a quella che c'è in MO

Link to comment
Share on other sites

io non mi pronuncio, cioe' non so se dire SI o se dire NO a parte tutti i timori.

pero' mi chiedo una cosa : "se e' vero che negli USA non si costruisce una centrale atomica da 29 anni ...... perche' ? quali sono i motivi dietro a cio' ?" :helpsmile:

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente d'accordo.

Non possiamo permetterci di continuare col petrolio per costi, inquinamento e le riserve quasi prosciugate

Non possiamo permetterci di sperimentare tecnologie nuove

Non possiamo permetterci di riamanere senza elettricità tra 10, 15, 20 anni perchè non abbiamo colmato il gap con gli altri stati.

 

Chi fa l'equazione: Centrali nucleari = atomica, mi sa che ha qualche problema.

Del resto viviamo in un paese in cui una buona parte di persone, sono convinte che veniamo costantemente avvelenati dagli usa con i loro aerei... figuriamoci se possono essere d'accordo con le centrali nucleari... <_< <_<

Link to comment
Share on other sites

io non mi pronuncio, cioe' non so se dire SI o se dire NO a parte tutti i timori.

pero' mi chiedo una cosa : "se e' vero che negli USA non si costruisce una centrale atomica da 29 anni ...... perche' ? quali sono i motivi dietro a cio' ?" :helpsmile:

 

Se leggi la discussione a ritroso è stato spiegato nei minimi dettagli. ;)

Link to comment
Share on other sites

Pixy e Vorthex bboniii per piacere.

 

Riguardo alla sicurezza del nucleare.

 

Ogni anno in Italia muoiono 7.000 persone vittime di incidenti stradali, 3.000 per suicidio.

 

Non dico di non preoccuparsi della sicurezza del nucleare, però vorrei non s'ingigantisse la cosa alla maniera italiana.

 

Lo scandalo sarebbe invece, fare il nucleare senza continuare con energia eolica, idrica, solare ecc...

 

Ogni sforzo deve essere profuso nelle energie alternative, però non si può continuare a carbone all'infinito.

 

io non mi pronuncio, cioe' non so se dire SI o se dire NO a parte tutti i timori.

pero' mi chiedo una cosa : "se e' vero che negli USA non si costruisce una centrale atomica da 29 anni ...... perche' ? quali sono i motivi dietro a cio' ?"

Risposta:

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=123277

Edited by -{-Legolas-}-
Link to comment
Share on other sites

Io credo che chiunque intervenga in questo topic debba prima leggersi tutte le altre pagine, sta diventando ciclico, sempre gli stessi dubbi (giustificati, a volte) sempre le stesse risposte (impeccabili per alcuni utenti che hanno illuminato gli altri).

 

Si è parlato già di sicurezza del nucleare, fabbisogno, rinnovabile, diversificazione delle fonti, energia autoprodotta, ipotesi per il futuro, energia pilita e non, eccetera eccetera...

 

Prima che qualcuno perda la pazienza a rispondere (Si può fare docet) è meglio informarsi (anche e sopratutto in questo stesso topic) e solo successivamente postare.

 

Scusate l'intervento da moderatore ma quando leggo "pero' mi chiedo una cosa : "se e' vero che negli USA non si costruisce una centrale atomica da 29 anni ...... perche' ? quali sono i motivi dietro a cio' ?" un po' di agitazione penso sia giustificata.

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente d'accordo con la proposta di rintrodurre le centrali nucleari in Italia, oltretutto adesso che la sinistra è stata cancellata dal panorama politico nazionale (che bello non dover leggere più sul giornale le quotidiane idiozie dei vari pecoraro scanio, bertinotti, diliberto cento e altri imbecilli vari) le possibilità di confrontarsi anche con le comunita locali non più strumentalizzate cresceranno (guardate in Val Susa senza più il tam tam mediatico e con un po' di diplomazia sono riusciti ad approvare un tracciato definitivo). Alla fine il nucleare è la via principale per creare un piano energetico nazionale che impedisca all'Itaòia di rimanere l buio perchè cade un albero in Svizzera!

 

Se ppoi mettiamo a lavorare i verdi nel reattore senza protezioni riolviamo anche quel problema :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

Vorrei sottolineare il fatto che Scajola stà facendo pressioni sull'europa per un piano energetico comune basato su fonti rinnovabili e nucleare.

 

In Italia il fabbisogno energetico sarà garantito per il 25% dal nucleare, per il 25% fonti rinnovabile e per il 50% da petrolio e carbone pulito. La percentuale di energa da combustibili fossili subirà una costante diminuzione in favore delle rinnovabili.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...

Purtroppo è terminato il 2010 e ancora nessun sito è stato confermato. Spero che entro questa legislatura potrà esserci almeno la posa della prima pietra, altrimenti non saranno operative per il 2020, ma per il 2200...

 

Pixy hai tutto il mio disprezzo per questa frase: <<Voglio comunque ricordarti che loro sono francesi e noi italiani. Loro rispetto a noi sono 3mila volte meglio >>

 

Vergognati e taci.

Link to comment
Share on other sites

Stemperiamo i toni. E' abbastanza frequente pensare che all'estero siano più seri e diligenti di noi per cui non è il caso di lasciarsi prendere dal fervor patrio per questo genere di affermazioni.

In realtà ogni nazione ha i suoi lati positivi e negativi e le sue contraddizioni, però è vero che altrove ci tengono molto a nascondere i propri difetti e non li mettono in piazza come facciamo noi.

Tra l'altro, è vero che lo stereotipo vuole che l'italiano sia superficiale e opportunista, ma è anche vero che questo principio - se fosse valido - varrebbe solo quando a farne le spese sono gli altri. Quando si tratta della propria incolumità (circolazione stradale a parte), gli italiani sono molto diligenti, come testimoniano gli inviabili e invidiati livelli di sicurezza raggiunti in moltissimi settori (l'aviazione civile e militare sono un esempio). Credo proprio che specialisti e dirigenti che lavorino in una centrale nucleare sarebbero molto attenti a far andare ogni cosa per il verso giusto e controllerebbero con estrema attenzione ogni singolo aspetto dell'attività.

;)

Link to comment
Share on other sites

E' una cosa complessissima per me di cui so poco.

 

Il nucleare serve davvero all'Italia? Per adesso io posso rispondere con un bel: "Boh!?"

 

Si farà mai una centrale nucleare in territorio italiano?

Secondo me si, ma solo se tale territorio ricade in Abissinia, Africa Orientale Italiana o in Antartide... Solo il numero degli enti, associazioni, comunità, fondazioni, forum di casalinghe e pensionati presenti in Italia (statali, regionali, provinciali, comunali, ecc...), i quali dovrebbero trovarsi tutti contemporaneamente d'accordo sulla centrale e su dove metterla è da capogiro!

Non si riesce quasi a istallare i pannelli solari perchè il vicino dice che rovinano il panorama, figuriamoci una centrale nucleare...

Uno che conosco gli hanno fatto togliere il Tricolore dal terrazzino in cima a un quinto piano, perchè secondo Loro non stava bene!

 

Noi non siamo "meno seri" degli stranieri, è il contrario purtroppo: siamo serissimi in tutto quello che facciamo, peccato che quello che facciamo raramente assai corrisponde all'interesse nazionale di uno Stato moderno.

Noi italiani soffriamo purtroppo non di un deficit di "serietà" (ma che vole dì poi?), ma di un eccesso di intelligenza, che come ho già detto crea il caos.

 

Ripeto: ce vole l'esercito per fà smaltì la munnezza "normale", mi spiegate come si fà con quella nucleare?

Mica si può buttarla per strada?

O forse si?

 

Ci sono indagini decennali (di cui tra l'altro io non ho sentito più nulla) su intere carrette del mare colate volontariamente a picco negli anni nel Tirreno e nello Ionio dalla malavita organizzata e cariche di rifiuti per lo meno pericolosi per la salute: chissà che potrebbe succede con il "Nucleare", ve l'immaginate? Roba da far venire i brividi!

 

E chi pagherebbe lo smaltimento "serio" delle scorie, con che razza di tasse e gravanti su chi? Insomma pago di meno la bolletta, ma poi mi arriva una batosta per lo smaltimento su Marte delle scorie radioattive: mi conviene? Altro: "Boh!?"

 

E soprattutto, chi ci vende il combustibile nucleare? E a che prezzo? Boh!?

In Francia l'ultima volta che le ho contate c'erano 59 centrali nucleari.

 

MA la Francia è una potenza nucleare planetaria che viene da un retaggio coloniale plurisecolare che ha diciamo perlomeno lasciato qualche traccia. Tradotto: l'uranio la Francia ce l'ha a un costo che non non potremmo ottenere perchè se lo va a prendere altrove (Gabon) e sempre altrove (ma qui tiro a indovinare) la Francia "butta" le sue scorie nucleari, perchè tanto se posso metterle lontano perchè tenermele vicino a casa? (o almeno, io farei così).

 

Secondo me la cosa è molto più semplice alla fine e andrebbe posta così: domani voi vi svegliate all'alba, tirate su la serranda e che vedete? Un bel cantiere per una nuova centrale nucleare spuntato come i funghi nella notte, proprio a neanche cento metri da casa vostra e di cui state pagando macari il mutuo.

Voi che fate?

Andate a fare colazione tranquilli come sempre perchè tanto, essendo favorevoli al "Nucleare", voi vi sentite sicuri e vi fidate dell'agenzia nucleare italiana guidata da un oncologo di novant'anni (Roba secondo me da Tu scendi dalle Stelle oh Re del Cielo)?

Oppure montate su un casino perchè non volete una centrale nucleare vicino casa?

 

Voi fareste un mutuo per comprare una casa e/o un terreno vicino a una centrale nucleare?

O, per lo meno, voi non pretendereste di pagare un prezzo più basso?

(O addirittura di essere pagati per comprarlo????????)

 

E cosa intendete voi per "vicino" quando si parla di "Nucleare"?

Nel raggio di un chilometro, o di dieci, di cento, di mille, o di un milione di chilometri o di anni luce dalla centrale?

 

Ognuno si risponda da sè onestamente e in base a questo decida SE vuole "il Nucleare" o no.

E poi vediamo se in Italia si farà, anzi, farete mai UNA centrale nucleare e dove....

Edited by Hobo
Link to comment
Share on other sites

Da quanto ne so io le centrali nucleari avranno sempre qualche fuga.Quindi di sicuro si alzeranno i casi di malattie genetiche....

In secondo luogo bisognerebbe trovare un luogo con almeno 40 50 km di distanza da centri abitati (non che serva a molto ma è già qualcosa) , e infine, le centrali nucleari dovrebbero stare in servizio per al massimo 40 anni per non essere pericolose,ma non lo fanno da nessuna parte, noi lo faremmo?

E poi dove mettiamo le scorie?Le lasciamo nelle centrali?

Io sono farevolissimo basta che le mettiate il più lontano possibile da casa mia.

Guardate se le mettessero tutte a trapani sarei favorevolissimo ma se le mettono vicino a casa mia non mi va di avere possibili problemi di salute.

So che le fughe sono pochissime ma di sicuro il pericolo si alzerebbe.Tutto questo senza mettere in campo la questione delle possibili fughe dovute ad incidenti grandi o piccoli (succede anche in francia).

Perchè invece di investire miliardi di euro nel nucleare non investiamo nel solare?Siamo soci d'affari di ghedaffi.

Leggevo che se si occupasse il 2% del sahara si avrebbe energia elettrica per tutto il mondo.Questo con solo il 2%.A noi basterebbe molto meno.

Senza contare che già il 20% dell'energia deriva da fonti rinnovabili e che se avessimo tutti un pannello fotovoltaico saremmo indipendenti.

Invece di fare incentivi e investire sul solare (ma anche al sud, non necessariamente in libia) spendiamo un sacco di soldi su energia che potrebbe farci avere problemi in futuro.

Continuiamo così comunque.

Link to comment
Share on other sites

Soprattutto il nucleare non fa che rimandare di qualche decennio il problema che affrontiamo oggi con l petrolio: la scarsità. L'uranio non è infinito, prima o poi si esaurirà.

 

Contrario, per le ragioni che ho appena esposto. I miliardi necessari a costruire le centrali li spenderei nella ricerca sulle rinnovabili.

Link to comment
Share on other sites

Da quanto ne so io le centrali nucleari avranno sempre qualche fuga.Quindi di sicuro si alzeranno i casi di malattie genetiche....

In secondo luogo bisognerebbe trovare un luogo con almeno 40 50 km di distanza da centri abitati (non che serva a molto ma è già qualcosa) , e infine, le centrali nucleari dovrebbero stare in servizio per al massimo 40 anni per non essere pericolose,ma non lo fanno da nessuna parte, noi lo faremmo?

E poi dove mettiamo le scorie?Le lasciamo nelle centrali?

Io sono farevolissimo basta che le mettiate il più lontano possibile da casa mia.

Guardate se le mettessero tutte a trapani sarei favorevolissimo ma se le mettono vicino a casa mia non mi va di avere possibili problemi di salute.

So che le fughe sono pochissime ma di sicuro il pericolo si alzerebbe.Tutto questo senza mettere in campo la questione delle possibili fughe dovute ad incidenti grandi o piccoli (succede anche in francia).

Perchè invece di investire miliardi di euro nel nucleare non investiamo nel solare?Siamo soci d'affari di ghedaffi.

Leggevo che se si occupasse il 2% del sahara si avrebbe energia elettrica per tutto il mondo.Questo con solo il 2%.A noi basterebbe molto meno.

Senza contare che già il 20% dell'energia deriva da fonti rinnovabili e che se avessimo tutti un pannello fotovoltaico saremmo indipendenti.

Invece di fare incentivi e investire sul solare (ma anche al sud, non necessariamente in libia) spendiamo un sacco di soldi su energia che potrebbe farci avere problemi in futuro.

Continuiamo così comunque.

 

Perché nel solare ci abbiamo investito miliardi, proprio sulla spinta di dchiarazioni utopiche ed altre molto interessate, come le lobby petrolistiche e le piccole imprese che producono pannelli, contrarissimi al nucleare, visto che gli toglierebbe un po' di pane, peccato che questo pane sia a sbafo della nazione tutta. Il solare non è con le tecnologie attuali conveniente, né continuativo, non serve alle esigenze di una grande nazione industriale, al massimo posson far tirare avanti una piccola città, e deve COMUNQUE esserci dietro una centrale a gas per i momenti di emergenza. E tutti questi costi in più per cosa? Per una paura irrazionale del nucleare quando ne è piena l'Europa e tutto il mondo civile, visto che solo il Gabon e qualche altra nazione del terzo mondo che non possono permettersele non ne hanno.

Link to comment
Share on other sites

Sei libero di pensarla come vuoi ma tutti gli stati avanzati del mondo stanno investendo moltissimo sulle fonti rinnovabili, mentre cercano di ridurre gli investimenti sul nucleare.

Nel solare dobbiamo investire ancora, così come nell'eolico ove possibile.

Gabriele tu che sei un sostenitore del nucleare, cosa ne pensi delle fughe radioattive?Di sicuro bene non fanno (non è una provocazione,voglio solo sapere cosa ne pensi. Una cosa è certa non potete di certo dire che le fughe non esistono perchè lo sappiamo tutti che qualcosa scappa e a volte anche di più)

Come ho detto prima io sono favorevole al nucleare basta che lo mettiate nel punto più a sud della sicilia.

P.s. Secondo me non abbiamo voglia di investire nelle energie rinnovabili, perchè con queste ultime è più difficile fare soldi.

Invece con il nucleare ci sono gli interessi e per questo le società spingono molto.

E' lo stesso motivo per il quale le macchine elettriche,ad idrogeno... non prendono il sopravvento su quelle a petrolio, è costoso e petrolieri e compagnie varie perderebbero un sacco di soldi.

A questo punto che importa?Buttiamo pure un pò di scorie nel mare e un pò nel sottosuolo per inquinare le falde acquifere.

Se le società negli usa hanno costruito centrali solari nel deserto in california avranno fatto 2 conti no?Per fortuna che sono loro quelli che vogliono prendere decisioni senza che le lobby facciano pressioni.

Edited by marco9023
Link to comment
Share on other sites

Sei libero di pensarla come vuoi ma tutti gli stati avanzati del mondo stanno investendo moltissimo sulle fonti rinnovabili, mentre cercano di ridurre gli investimenti sul nucleare.

perchè già hanno fior fior di centrali nucleari, cosa che noi non abbiamo... è un tantino diverso.

 

Gabriele tu che sei un sostenitore del nucleare, cosa ne pensi delle fughe radioattive?Di sicuro bene non fanno

puoi sempre andare a vivere vicino ad una centrale termoelettrica non dotata degli ultimissimi sistemi di filtraggio (che comunque non bloccano tutto)... sono sicuro che vivrai benissimo. uno dei grandi vantaggi delle centrali nucleari è che sono inquinanti e dannose SOLO se si rompono, le centrali termoelettriche lo sono SEMPRE.

 

P.s. Secondo me non abbiamo voglia di investire nelle energie rinnovabili, perchè con queste ultime è più difficile fare soldi.

Invece con il nucleare ci sono gli interessi e per questo le società spingono molto.

E' lo stesso motivo per il quale le macchine elettriche,ad idrogeno... non prendono il sopravvento su quelle a petrolio, è costoso e petrolieri e compagnie varie perderebbero un sacco di soldi.

si fanno relativamente pochi soldi perchè sono fonti energetiche discontinue, senza dimenticare lo spazio che occupano in relazione all'energia prodotta con i conseguenti costi.

per le auto... è diverso, le auto elettriche sono prestazionalmente ancora insulse e quelle ad idrogeno fanno bum appena le tocchi e non è che l'idrogeno sia un combustibile a buon mercato.

Edited by vorthex
Link to comment
Share on other sites

perchè già hanno fior fior di centrali nucleari, cosa che noi non abbiamo... è un tantino diverso.

 

Su questo hai ragione.

 

 

puoi sempre andare a vivere vicino ad una centrale termoelettrica non dotata degli ultimissimi sistemi di filtraggio (che comunque non bloccano tutto)... sono sicuro che vivrai benissimo. uno dei grandi vantaggi delle centrali nucleari è che sono inquinanti e dannose SOLO se si rompono, le centrali termoelettriche lo sono SEMPRE.

 

Beh mica devo per forza andare a vivere vicino a una centrale termoelettica.Una cosa è certa, le centrali nucleari qualcosina perdono sempre e la percentuale di malattie si potrebbe alzare.E' vero che non è inquinante ma quando si è rotta...non che avere un cancro a forza di respirare vicino a una centrale termoelettrica sia molto meglio solo che forse se ci vivo un pò lontano non alzo il rischio che mio figlio abbia 3 braccia.

P.s. non prendere alla lettera le 3 braccia,non discutiamo anche su questo,era solo un esempio un pò spinto. :blink:

Edited by marco9023
Link to comment
Share on other sites

le centrali nucleari qualcosina perdono sempre

ma non è assolutamente vero, altrimenti tutti i tecnici nucleari di tutte le centrali del mondo sarebbero morti o in fin di vita e nessuno ci vorrebbe lavorare dentro, idem dicasi per le imbarcazioni a propulsione nucleare.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...