Jump to content

Hobo

Membri
  • Content Count

    1,075
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    22

Hobo last won the day on April 1 2012

Hobo had the most liked content!

Community Reputation

49 Normale

About Hobo

  • Rank
    Generale di divisione aerea

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Hobo

    LEOPARD

    "Nous sommes les hommes des troupes d'assaut, Soldats de la vieille Légion ...". "La Légion marche", inno di marcia del 2 REP. 05:35 heures “Henri! … Henri, réveille-toi!” A farlo emergere dal sonno non fu la voce di Angeline, ma il tono: era spaventata. Continuava a scuoterlo anche se ormai era sveglio. Si tirò su a sedere. Nella semioscurità Henri sentì quel suono, come pioggia battente che cade su un tetto in lamiera. Sapeva che non era pioggia, non pioveva mai in quella stagione: era fuoco automatico. Henri Jagodinski si sentì subito meglio, come quando ci si risvegli
  2. Vietnam1967, altipiani centrali. In una regione di incredibile bellezza si combattono alcune delle più sanguinose battaglie di tutto il conflitto indocino-vietnamita. Gli americani, come i giapponesi e i francesi prima di loro, cozzano contro la ferrea volontà del popolo vietnamita ad autodeterminarsi. Il terreno è conteso palmo a palmo in una serie infinita e confusa di avanzate e di ritirate, di bombardamenti aerei, duelli di artiglieria e brutali scontri corpo e corpo che avvengono in località incredibilmente remote, perse nelle profondità della boscaglia, o in cima a qualche cre
  3. Gennaio 1968. All'inizio di quel periodo di cambiamenti culturali che cambierà il mondo per sempre, anche il conflitto vietnamita raggiunge finalmente la svolta. Una forza che è stata stimata in almeno 200.000 guerriglieri Viet Cong guida qualcosa come 70.000 soldati regolari di Hanoi all'attacco degli americani a sud del 17° parallelo e nel Vietnam del Sud, in quella che passerà alla storia come l'Offensiva del Tet. I vietnamiti sfruttano il Sentiero di Ho Chi Minh in Laos e Cambogia per raggiungere le posizioni di inizio attacco, ma come sia riuscito un simile esercito a infiltrar
  4. Dato che m'è stato richiesto in mp, cercherò di rimettere le foto: Mezzanotte a Stykkisholmur:
  5. Veramente da quel che so io il computer c'è dappertutto. Volantino, cloche o stick non cambia nulla: anche se c'è il volantino, se sto a sinistra lo devo impugnare con la sinistra. Cloche e volantini non si impugnano mai a due mani, mica siamo Maverick finito con l'F-14 nella scia di Iceman, ma sempre una mano sul volantino (o cloche, o stick) e una sulle manette. Ovvio che se sono io il comandante (seggiolino di sinistra), avrò la sinistra sullo stick e la destra sulle manette. Dato che tra le gambe non ho nulla (di meccanico) perchè non c'è il volantino, avrò anche un'ottima visuale complet
  6. Da ciò che so io non c'è proprio nessun sacchetto. Il B-1 dovrebbe avere un bagnetto chimico come gli aerei di linea più una o due brandine. Il B-52 pure (ma non ne sono sicuro). Non ci sono sacchetti a nessun polpaccio: ci sono pannoloni e "preservativi" da infilarsi per i "liquidi", come sull'SR-71 che rimaneva in aria anche 12 ore. Il tutto naturalmente pressurizzato (per evitare come dire sgradevoli "ritorni in dietro" del materiale, o ostacoli al suo normale "defluire" fuori dal corpo, dato che i fluidi si muovono per gradiente pressorio e non per gravità. Anche la dieta pre-missione è i
  7. Il vero cesso estetico per me è il Typhoon: sembra che vuole fare tanto il figo alla Mirage, ma non ne ha la classe e poi sotto si ritrova quella presa d'aria squadrata anni '70. Pfui! (ma l'Intruder è diventato un caccia?)
  8. Io non ne so niente, ma sapevo del Beriev A-50 Mainstay (Il-76) che in Cina dovrebbe essere il KJ-2000 e di una versione del buon vecchio An-12, che dovrebbe essere l'Y-8 cinese ricondizionato ad awacs come KJ-200, ma sono tutti aerei basati a terra.
  9. Non ci sono soluzioni definitive, tranne migliorare i controlli e poi migliorarli ancora. Rimane la mia curiosità su come abbia fatto una nullità come Anders Behring Breivik, uno palesemente schizofrenico, a mettere su da solo una cosa del genere. Da quel che so io, i tipi del genere in genere hanno una lunga storia di tentativi andati a male. I piromani per esempio dovrebbero essere in genere gente con ustioni più o meno estese, che si sono fatti da soli in più occasioni finite male, mentre cercavano di appiccare il fuoco a qualcosa (o a qualcuno). Gli aspiranti dinamitardi lo stesso: s
  10. Ci sono ci sono. Basta vedere quelli che entrano nelle scuole e iniziano a sparare: non servono strettamente armi da guerra se si vuole ammazzare qualcuno. L'amara verità e che basta molto meno. E comunque, figura di mer*a dei giornali a parte (AlQaeda???? I jadisti??? Uahahahahahah!!!!), i morti mi sembrano 76 non 97.
  11. Mi parevano Propfan... Wikipedia è sbagliata. Il Muravchenko D-27 ha a che fare per caso con il Progress D-27 dell'An-70? Notare sul nose gear dello Yak-44E dell'ultima foto, il braccio per la navetta della catapulta: era fatto per portaerei vere, con catapulte vere. Anche se forse poteva decollare dallo skijump, dato che di portaerei russe con catapulte a vapore io non ne conosco, ma è probabile che per prova qualcuna l'abbiano istallata: lo Yak-44 Wikipedia lo da per 40 tonnellate a pieno carico! All'anima della catapulta! (E del salto dallo skijump!).
  12. Era un ottimo aereo in quanto tale, riguardo a radar e scatole nere non so. Credo però che per avere un awacs basato su portaerei prima ci vuole la portaerei. Per avere le portaerei ci vogliono i soldi e la necessità di averle, quindi se tutto questo manca, allora manca anche l'awacs imbarcato. Quando i russi dovettero fare a meno di una classe di vere portaerei fecero a meno anche dello stormo imbarcato. Altro discorso secondo me è la Cina, che dato che il progetto dello Yak-44 era per lo meno molto promettente è probabile che ci metterà le zampe (e i soldi) sopra. Da notare che lo Yak-4
  13. Ritorno a una delle mie passioni: il МиГ-21 (Mig-21). Mig-21. Fuori c'è scritto PFM, comunque sia mi sa anche a me di seconda generazione, quindi PFM può essere. "Left hand console": qua ci sarebbe da dire, ma il mio manuale dovrebbe essere del Mig-21BIS e ci sono delle differenze. Il mio problema è che le diciture sono ovviamente in russo... Qualcuno ci capisce qualcosa? Comunque andiamo per ordine: "The МиГ-21бис (dovrebbe essere "Bis") aircraft is a front-line (tactical) interceptor fighter powered by one turbojet engine. It is fitted with instruments and electr
  14. Ma le foto che ho postato voi le vedete? Io no! Boh. Ci riprovo: Antenne secondo me ILS del Su-22. Sul pitot principale: Su-22: geometria variabile. Semiala sn: Semiala Dx:
  15. Particolare della semiala sn: I flap del Dakota escono solo dal profilo alare inferiore o intradosso (split flap: perchè semplicemente si limitano a separarsi dal profilo alare inferiore). In questo modo la superficie alare resta immutata, pur aumentando a flap estratti la curvatura del profilo dell'ala. E' una configurazione che aumenta nettamente il coefficiente di portanza alle basse velocità, anche se a split flap estratti aumenta nettamente anche la resistenza aerodinamica perchè dietro di loro generano grandi vortici in quanto aumentano la separazione tra l'aria che scorre sopra e quell
×
×
  • Create New...