Jump to content

PJ83

Membri
  • Posts

    380
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    11

PJ83 last won the day on April 3

PJ83 had the most liked content!

Recent Profile Visitors

1,157 profile views

PJ83's Achievements

Tenente Colonnello

Tenente Colonnello (6/11)

71

Reputation

  1. Secondo voi possiamo dire che la controffensiva ucraina a kherson è fallita? Mi pare di capire che i russi siano all'attacco adesso nel sud
  2. Analisi interessante, da parte di un analista russo, sulle ragioni dello stallo. https://wartranslated.com/russian-defence-research-expert-on-afu-performance-the-effect-of-western-weapon-supplies/
  3. Flaggy anche ignorando l'inquietante folla di seguaci che putin ha in paesi chiave per la nato come l'Italia, siamo sicuri che le orde di mordor verrebbero fatte a pezzi così facilmente? Attualmente la nato ha 40000 uomini pronti a intervenire al confine orientale, che verranno portati a 300000 da qui a qualche anno. Non sono pochi? E poi di quante munizioni disponiamo? I mezzi europei possono anche essere anni luce avanti alla scalcinata armata russa, ma decenni di disarmo e taglio dei fondi non hanno svuotato i magazzini? Se poi la cina ci mettesse del suo attaccando taiwan, impegnando gli usa sul pacifico, io, come al solito, non la vedo per niente bene..
  4. Al netto dei giudizi e delle previsioni questa è la realtà che sta riportando lo stesso tom cooper. E da quello che riporta è impossibile oggi dire se i russi si fermeranno a sloviansk nell'autunno del 2022, a kramatok a natale, a odessa nel 2023 o a madrid nel 2025.. Per carità, l'allarmismo no, ma neanche continuare a restare zitti mentre il mondo va a rotoli..
  5. Non dice solo questo. Dice (da mesi) che i russi non sono più in grado di sostenere offensive. Salvo poi ritrattare ogni volta che i russi avanzano. Non ci vuole uno scienziato per capire che l'ucraina è in una pessima posizione, per quanto sia stata aggredita ingiustamente. Le perdite russe sono mostruose rispetto alle capacità di qualsiasi nazione europea. Ma se si dispone di riserve enormi di risorse, mezzi e uomini, come è il caso della russia a detta dello stesso tom cooper, allora quelle perdite diventano quantomeno accettabili. Soprattutto se si è governati da un tiranno disposto a tutto pur di salvarsi il posteriore, alleato con tiranni senza scrupoli come lui. Soprattutto se la classe politica a capo dei paesi avversari ha gentilmente provveduto a ridurre ai minimi termini le capacità militari di suddetti paesi. EDIT detto questo non sostengo che l'ucraina sia spacciata e sono il primo a rallegrarmi per la batoste prese dall'esercito russo. Credo che in questo momento, nella mia posizione, sia giusto sospendere il giudizio, accettare che non possiamo sapere tutto di come stanno andando le cose al fronte, capire che la propaganda c'è ed è necessaria a ciascuna delle parti in causa e, soprattutto, evitare davvero la tentazione di lanciarsi in previsioni. Ben vanga Tom Cooper, mi sta antipatico parabellum, ma so che si tratta in entrambi i casi di propaganda.
  6. no, non ha detto solo questo, soprattutto non in questi termini dicotomici. in ogni caso, però, aveva ed ha ragione: ci hanno messo oltre un mese a conquistare un paese di 100.000 persone. dove è sta grande avanzata? No no, ha detto proprio questo l'11 giugno, due settimane fa:"That all said — and mind: it’s perfectly possible that it’s much too early to say, actually — my overall impression is: the pendulum has (already) swung…". Salvo poi continuare a ripetere che non gli interessano le previsioni. A me questa sembra una previsione, senza contare tutte le assurdità sul fatto che i russi non hanno truppe per avanzare, quando continuano ad avanzare coscrivendo gente da mandare al fronte. Lysychansk non è accerchiata... ma manco lontanamente. ormai sta roba dell'accerchiamento è un loop irrefrenabile... ogni città investita o in fase di investimento è accerchiata, isolata, una piccola Stalingrado, cioè che palle ragazzi! vabè ne riparliamo fra due settimane? in ogni caso sta per cadere, come ammette lo stesso tom candidamente in uno degli ultimi post (e di nuovo eccolo a fare previsioni..). Alla faccia dei pendoli e dei russi che non hanno più truppe per avanzare.. però sei malizioso eheh.. Comunque non dico affatto che non mi piace, anzi.. Solo che lo seguo da due mesi e ho imparato a mettere la tara sulle cose che dice.
  7. Sono settimane che continua a fare previsioni pro-ucraina, salvo poi negare tutto perché a lui "le previsioni non mi interessano". Pochi giorni fa proclamava che le grandi offensive russe erano finite, che "the pendulum has swung", salvo poi ritrovarsi a commentare 10000 ucraini accerchiati a Lysychansk. Era evidente a tutti che aveva detto un'idiozia, ovviamente anche a lui stesso. Non è scemo ed è anche informato. E' che ha un'agenda politica come tutti i commentatori che si sentono in questi giorni.
  8. vero, intendevo dire che comunque entrambi sono strumenti più o meno consapevoli della propaganda di una parte o dell'altra.
  9. più che improvvisato probabilmente è disonesto intellettualmente, come tom cooper
  10. Quello di cui siamo sicuri è che la russia sta lavorando sodo per mandare in frantumi l'ue da 15 anni. Se la russia vince aspettiamoci di vedere i no euro al potere nelle maggiori cancellerie europee, diciamo pure addio al pnrr, alla transizione ecologica e prepariamo la scatola di scarpe piene di monete del vecchio conio.. Però siamo arrivati a questo punto, dopo anni di fascismo nemmeno tanto strisciante in cui l'opinione pubblica ha digerito l'Afghanistan, l'iraq, la nipote di mubarak e lo stalliere di arcore, i migranti che prendevano 35 euro al giorno e stavano negli alberghi a 4 stelle, l'austerity cattiva e la dittatura sanitaria.. Questo hanno proposto i nostri media per 20 anni, cosa ci aspettiamo adesso dall'opiniome pubblica? È difficile adesso far credere che esista ancora una verità oggettiva. Putin, che sta nella stessa combriccola neocon in cui c'era george w e tony blair e che hanno attivamente messo in atto questa strategia di disinformazione, raccoglie i frutti del duro lavoro portato avanti insieme ai suoi amiconi con costanza e decisione. La situazione negli usa non è troppo diversa, Dustin (se non conoscete il suo canale ve lo consiglio vivamente, produce da anni contenuti davvero buoni) ne parlava già 3 anni fa, prendendola alla larga.
  11. C'è da dire che dal 2014 già tengono una parte di ucraina con una aggiunta significativa da tre mesi a questa parte e non mi sembra che stiano scoppiando chissà che rivoluzioni. La popolazione brutalizzata dagli orchi russi purtroppo abbassa la cresta e si sottomette. Comprensibilmente..
  12. Ma tutte queste cose non contano per Putin lo dice lo stesso Tom Cooper. Lui è disposto a raschiare il fondo di ogni barile, a mandare i vecchi t34 e a mobilitare l'intera popolazione russa, a costo di fargli fare la guerra a manate. Anche perché sa benissimo che questa volta rischia di finire lui stesso appeso a testa in giù. O avvelenato da uno dei suoi sicari. Nel frattempo anche l'ucraina si dissangua e sa che l'occidente non la supporterà all'infinto. Anzi. Le opinioni pubbliche occidentali sembrano ben disposte a sacrificare lo stato di diritto pur di continuare a farsi le docce calde in inverno e vendere scarpe di lusso a spregevoli oligarchi est europei.. Scusate per il pessimismo..
  13. È vero che Tom Cooper ama tenersi sul vago, tuttavia questa volta si sbilancia prevedendo che i russi non sfonderanno a est. Leggendo le notizie dal fronte, per quanto imprecise e frammentate, però non si capisce su cosa basi le sue previsioni. Da quando hanno rediretto gli sforzi sul Donbass i russi sono avanzati almeno un pò ogni giorno, e di questo passo l'accerchiamento della sacca Ucraina, come la conquista di kramatorsk e Bahkmut sono inevitabili. D'altra parte i russi hanno più mezzi e più uomini, e nessun riguardo per le perdite.. https://www.understandingwar.org/backgrounder/russian-offensive-campaign-assessment-june-6
  14. Ragazzi una domanda che mi chiedo, da profano totale, da un po' di tempo a questa parte: come è possibile che 80 anni dopo la seconda guerra mondiale gli eserciti siano meno capaci di portare avanti una guerra rispetto ad allora? Negli anni 40 l'armata rossa fu in grado di mobilitare in una manciata di mesi milioni di uomini, di rifornirli e addestrarli per mandarli contro i nazisti. Non capisco come oggi non siano in grado di fare altrettanto? La tecnologia ha aumentato la letalità delle armi, ma per produrle e addestrare gli uomini ci vuole molto più tempo e risorse. A questo punto davvero sembra più efficace l'armata rossa di 80 anni fa, che aveva artiglieria meno precisa, aviazione a pistoni, t34 e scarsa capacità di ottenere informazioni sul nemico, ma era 100 volte più numerosa di oggi. Dove sbaglio?
  15. Segnalo il buon lavoro fatto da sky news dall'inizio dell'invasione nel riportare i fatti nella maniera più chiara e aggiornata possibile, considerati tutti i limiti dei grandi network televisivi. Un altro pianeta rispetto ai media italiani.
×
×
  • Create New...