Jump to content

-{-Legolas-}-

Membri
  • Content Count

    5,669
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    43

Everything posted by -{-Legolas-}-

  1. -{-Legolas-}-

    Rockwell B-1 Lancer

    Inizio qui una discussione interamente dedicata al B-1, laciate qui i vostri commenti. In particolare penso al fatto che avrebbe potuto essere un bombardiere bisonico, semplicemente non modificando il progetto originale delle prese d'aria. Speed Demon Double Power Muscle Beauty Intake details Burn Baby, Burn! All The Best Photos
  2. -{-Legolas-}-

    F-104 Starfighter - discussione ufficiale

    Hanno radiato il mitico l'F-104 dall'AMI, di recente a pratica di Mare si è tenuto un raduno in onore al cacciatore delle stelle, che per 50 anni (la metà della storia dell'aviazione!!!) ha dato emozioni e storie da raccontare agli appassionati di mezzo mondo, i suoi piloti in prima linea. Qualcuno è stato a Pratica di Mare?
  3. -{-Legolas-}-

    Il futuro del programma spaziale USA

    Cinque opzioni per il futuro spaziale degli Stati Uniti La Luna rimane centrale. ma non è l'unica possibilità. Entro ottobre Obama dovrà decidere MILANO - Il ritorno sulla Luna dell’America è possibile ma richiede parallelamente decisioni che cambiano un po’ la scena delle attività, con una maggior presenza dell’iniziativa privata. Questo in sintesi il messaggio che emerge dal documento che la Commissione Augustine ha elaborato negli ultimi mesi per delineare il futuro dell’esplorazione umana dello spazio da parte della Nasa. La commissione ha preparato una sintesi alla quale seguirà un corposo approfondimento che sarà consegnato alla Casa Bianca. Su questa base il presidente Barak Obama dovrà scegliere entro ottobre che cosa fare per il futuro. LE POSSIBILITÀ - Il documento ora preparato contiene cinque opzioni possibili (c’era chi ne chiedeva di più ma il presidente Augustine ha ricordato giustamente che ciò avrebbe complicato di più le decisioni politiche) nelle quali la Luna rimane, sia pure con accenti diversi, strategica e quindi l’obiettivo da raggiungere. Due di queste non richiedono aumenti di bilancio rispetto ai 18 miliardi di dollari all’anno ora stanziati per la Nasa. - Prima opzione: La Nasa continua il piano attuale con i due razzi Ares-I e Ares-V, il primo per lanciare la nuova capsula Orion e il secondo per il veicolo Altair con il quale sbarcare sulla Luna. In questo caso i finanziamenti per sostenere la stazione spaziale internazionale ISS cesserebbero nel 2015. - Seconda opzione: sostenere la stazione fino al 2020 utilizzando vettori spaziali privati per portare a bordo gli equipaggi invece di Ares-I. La Nasa dovrebbe costruire una versione meno potente di Ares-V ma non ci sarebbero risorse per gli sbarchi lunari Per concretizzare le altre tre opzioni sarebbe necessario un aumento di bilancio di tre miliardi di dollari all’anno. - Terza opzione : sostenere la stazione fino al 2015, continuare la costruzione di Ares-I ,V e Orion per sbarcare uomini sulla Luna intorno al 2025. - Quarta opzione: supporto alla stazione fino al 2020 e i collegamenti con essa dovrebbero essere garantiti da lanciatori privati (quarta opzione). La Nasa costruirebbe un Ares-V meno potente oppure una versione derivata dallo Shuttle per effettuare le missioni lunari. - Quinta opzione: Questa è stata chiamata «Flexible path» . Per i nuovi vettori spaziali si ipotizza una versione più leggera di Ares-V, un veicolo derivato dallo shuttle oppure una versione modificata dei lanciatori esistenti AtlasV e Delta IV. La stazione spaziale sarebbe mantenuta fino al 2020 e sarebbe servita da lanciatori privati. RACCOMANDAZIONI - La Commissione Augustine esprime alcune raccomandazioni la prima delle quali è un invito ai privati a farsi avanti più decisamente per essere più protagonisti del futuro nel cosmo. Inoltre si suggerisce alla Nasa di trovare le risorse per mantenere la stazione almeno fino al 2020 per sfruttare l’investimento fin qui compiuto di circa un centinaio di miliardi di dollari. Importante è poi l’invito ad estendere maggiormente l’attività in collaborazione con altre nazioni al fine di ridurre gli investimenti necessari ma anche di studiare la possibilità di estendere l’uso dello shuttle fino al 2015 invece che mandarlo in pensione l’anno prossimo. MARTE - E Marte? Il Pianeta Rosso rimane nella prospettiva futura ma nel documento si mantiene il transito attraverso la Luna come un passaggio obbligato (con un’opzione «lunga» o «corta» , come potremmo definirla) per collaudare i sistemi necessari. La scelta della Casa Bianca non sarà facile anche perché si sono già spesi otto miliardi di dollari da quanto il presidente Bush varava nel 2004 il piano Constellation per ritornare sulla Luna. E proprio in questa fase di ristrettezze economiche non si vorrà certo sprecare i dollari già consumati. Nelle pieghe del piano si raccolgono anche tutte le proposte, alcune interessanti e fantasiose ma oggi impraticabili per varie ragioni, come lo sbarco su un asteroide oppure il volo verso un punto lagrangiano a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra dove le forze gravitazionali si annullano. Qui qualcuno ha ipotizzato la costruzione di una stazione spaziale. Ma sono ipotesi di lavoro. In ottobre sapremo. Giovanni Caprara 09 settembre 2009 fonte: Il Corriere
  4. -{-Legolas-}-

    Chengdu J-20 - Discussione Ufficiale

    Le autorità cinesi annunciano che presto volerà il prototipo del loro caccia di quinta generazione, che dovrebbe entrare in servizio nel giro di una decina d'anni. http://www.aviationweek.com/aw/generic/sto...;show=dubai2009
  5. -{-Legolas-}-

    Sikorsky CH-53 - discussione ufficiale

    Qualche commento?
  6. -{-Legolas-}-

    Virgin Galactic

    - Space Ship Two - È stata ufficialmente presentata la prima vera astronave commerciale del mondo. La SS2 della Virgin Galactic sarà il primo veicolo spaziale ad eseguire voli commerciali privati verso lo spazio, superando così quel limite di 100 km di quota oltre il quale si definisce per convenzione inizi lo spazio esterno. La nave è stata battezzata Virgin Space Ship (VSS) ENTERPRISE in onore di tutti i vascelli che hanno portato quel nome, sia nella realtà che nella finzione. Questo veicolo è composto da due componenti: il velivolo madre, il White Knight 2 (WK2), chiamato EVE (in onore della madre di Sir Richard Branson, il fondatore di Virgin Galactic) che trasporta la SS2 fino a 16 km di quota per poi sganciarla e lasciare che il suo motore a razzo la spinga fino a 110 km. A bordo saranno presenti 6 passeggeri e due piloti e si prevede che i voli 'di linea' inizieranno nel 2011. La coppia di veicoli WK2 e SS2 rappresentano la punta di diamante della tecnologia aerospaziale commerciale privata, come ad esempio i 4 motori del White Knight 2, i Pratt and Whitney PW308A, che sono fra i più potenti, economici ed efficienti motori jet attualmente disponibili. Le industrie legate alle nuove attività spaziali hanno già creato oltre 12'500 posti di lavoro, 600 dei quali sono attualmente legati a questo progetto. Entro l'entrata a regime del sistema spaziale privato si calcola che solo per questa azienda saliranno a oltre 1'100 unità. Il sistema di volo spaziale di Virgin Galactic è costruito e sviluppato dalla Scaled Composites di Burt Rutan. "Siamo tremendamente eccitati dalle capacità sia del veicolo madre che della SpaceShipTwo", ha detto Rutan durante la cerimonia del varo, eseguita all'aeroporto del Mojave di fronte al governatore della California A. Schwarzenegger e del New Mexico (dove è in costruzione lo Spaceport America), Bill Richardson. "Culminiamo oggi un percorso, un sogno iniziato diverse decadi fa che venne stimolato dal finanziamento di Paul Allen per la SS1 e che è arrivato oggi in questa realtà commerciale che spingerà definitivamente un nuovo futuro nel trasporto spaziale" ha aggiunto Rutan. La flotta completa sarà composta da 6 veicoli, il secondo dei quali (VSS Voyager) è già in costruzione, e 300 persone hanno già pagato il biglietto per un volo: 200'000 dollari. La Virgin Galactic ha vinto nel 2004 l'Ansari X-Prize che avrebbe premiato la prima azienda che riusciva a raggiungere lo spazio per due volte con lo stesso veicolo abitato. Era stato utilizzato il primo modello di Spaceship, la SS1 con il WK1 ed è così iniziata la vera e propria corsa verso lo Spazio privato. In foto il doppio veicolo: il White Knight 2 "Eve" e la Space Ship 2 "VSS Enterprise". Fonte: Virgin Galactic. fonte: AstroWorld Inizialmente il programma non hai mai avuto a disposizione investimenti governativi, ma di recente dalle autorità del New Mexico sono arrivati fondi per trasformare l'aeroporto del Mojave nel primo aerospazioporto. Wikipedia - Scaled Composite SS2 Enterprise http://www.spaceshiptwo.net/
  7. -{-Legolas-}-

    Crisi India-Italia

    C'è tensione fra Italia e India, dopo l'uccisione di due pescatori indiani al largo delle coste indiane il 15 febbraio, un una vicenda che rischia di diventare una trappola per i nostri Marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone che proteggevano la petroliera Enrica Lexie. C'è infatti un quadro della situazione, in cui la politica locale in aria di elezioni, ci s'infila per principio e ostinazione, tanto da negare la prova dell'autopsia ai corpi dei marinai sventurati, che tra l'altro credo siano gia stati seppelliti. Fra poche ore i nostri compariranno davanti a un giudice locale, spero di non sentire emettere sentenze frettolose, e che la nostra politica si faccia carico della situazione con determinazione. La Stampa
  8. -{-Legolas-}-

    Kalashnikov

    L'articolo in se è interessante, e mi chiedo se da un lato l'M-16 più moderno ed efficace possa davvero sostituire il K. tanto amato dall'esercito Afghano. fonte: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezion...31955girata.asp
  9. -{-Legolas-}-

    ASM-135A (ASAT)

    Interessante documentazione sulla storia del programma ASAT. http://www.svengrahn...AT/F15ASAT.html " ....By September 1985, all was finally ready for a test against an orbiting satellite. On Sept. 13, Maj. Wilbert D. "Doug" Pearson, the director of the F-15 ASAT CTF, took off on a crucial mission that required him to fly an extraordinarily exacting profile in order to arrive at a precise firing location at exactly the right time. Flying at Mach 1.22 some 200 miles west of Vandenberg Air Force Base, he executed a 3.8g pull-up to a climb angle of 65 degrees. The missile automatically launched itself at 38,100 ft. Minutes later, orbiting peacefully 345 miles above the Pacific Ocean, an obsolete satellite named P78-1 was suddenly shattered into pieces. Pearson had become the world's first pilot ever to shoot down a satellite. To this day, now Maj. Gen. Doug Pearson remains, as Air Force Materiel Command Commander Gen. Lester Lyles recently observed, the first and only "space ace ..." Per approfondire: Aerei Militari F-15 ASAT
  10. -{-Legolas-}-

    Lego models

    Mica male la portaerei Lego. Link
  11. -{-Legolas-}-

    Esercito Russo

    La galleria fotografica di un soldato russo, rende bene alcuni aspetti della vita di un anno di coscrizione in Siberia.
  12. -{-Legolas-}-

    Bundeswehr - Heer

    Con la crisi in Ucraina, qualcuno sta cominciando a notare la mancanza di "attributi" in cui s'è lasciata andare la NATO in generale, soprattutto dopo che dal 2007 la Russia ha deciso di non aderire al Conventional Forces in Europe Treaty, in risposta allo scudo missilistico made in USA. http://www.dailymail.co.uk/news/article-2612347/Where-tanks-die-The-German-graveyard-dismantled-15-000-armoured-vehicles-Europe-countries-strip-military.html
  13. <Interessante quest'articolo, prima sche svanisca nelle viscere della rete, ve lo volevo proporre qui per intero> Ditemi se è attendibile, che ne pensate.... ------------------------------------------------------------------------------------------------ «Dopo Israele, Hezbollah colpirà in occidente» di Cristina Balotelli Tel Aviv - Nonostante i pesanti bombardamenti dell'aviazione israeliana nel sud del Libano, gli Hezbollah non mostrano segni di indebolimento. Il loro leader, lo sceicco Hassan Nasrallah, ha fatto sapere che il comando resta intatto. Ma chi sono gli Hezbollah? L'«Hizb Allah», ovvero 'Partito di Diò, è un’organizzazione a cui fanno capo vari gruppi radicali Sciiti che aderiscono all'ideologia Khomeinista. Il loro obiettivo principale è stabilire una repubblica pan-Islamica guidata da personalità religiose. In questo contesto, lo Stato di Israele rappresenta un impedimento, perciò va distrutto. Il Colonello riservista Eitan Azani si è occupato a lungo degli Hezbollah, e lo ha fatto sul campo. Negli anni '90 ha diretto le operazioni di Intelligence dell'esercito israeliano (Idf) in Libano. Considerato uno dei massimi esperti dell'organizzazione, svolge la sua attività di ricerca presso l'International Institute of Counter-Terrorism di Herzliya. È la prima volta che parla a un giornale italiano. Gli abbiamo chiesto come sono strutturati gli Hezbollah. «L'Hezbollah è una organizzazione pragmatica terroristica sciita, nata nel 1982, che agisce su due livelli, politico e militare. Il primo è il sistema politico interno libanese: Hezbollah ha rappresentanti nel Parlamento e nel Governo. Ma agisce anche al di fuori del sistema politico, attraverso una milizia armata che ha il pieno controllo del sud del Libano. Qui hanno le loro infrastrutture e la loro artiglieria, mentre a Beirut hanno il loro quartier generale: nessuno può entrarvi, nemmeno le autorità libanesi. È come se fosse un'area extra-territoriale. Sono molto più potenti di Al Qaeda: nessun'altra organizzazione terroristica al mondo è dotata di migliaia di missili». Guerriglieri o terroristi? Utilizzano anche tattiche di guerriglia, ma la loro strategia è principalmente quella di un’organizzazione terroristica perché attaccano intenzionalmente i civili. Sono supportati da Siria, Iran e Libano. Il governo libanese non può dire di non essere responsabile delle azioni degli Hezbollah sul suo territorio, perché la Siria ha ritirato ormai le sue truppe. Perché allora il primo ministro libanese Fuad Siniora chiede al mondo di aiutare il Libano a disarmare l'Hezbollah? Per prima cosa chiede di fermare gli attacchi d'Israele, poi vuole che gli israeliani si ritirino dalle Shaba Farms e che rilascino i prigionieri libanesi... Conosciamo bene questo linguaggio in Medio Oriente: fermate il fuoco, poi cominceremo a parlare di disarmo... forse. La mia opinione è che Nasrallah da una parte, Siniora e tutti i ministri del Governo libanese dall'altra, non immaginavano certo questa reazione da parte di Israele. E il motivo è che, basandosi sulle esperienze passate, prevedevano che dopo il rapimento dei soldati gli israeliani avrebbero attaccato il sud del Libano, ma poi si sarebbero fermati per le pressioni internazionali e per l'opinione pubblica interna. Invece non è andata cosi. Hanno commesso un grande errore. Cosa vogliono? Prendere il controllo del Libano e realizzare la missione sciita nella regione, vale a dire instaurare uno Stato Islamico sciita in alleanza con l'Iran. E successivamente con l'Iraq. Nasrallah vuole il controllo del Libano, per questo nel corso degli anni ha armato la sua organizzazione. Il suo obiettivo è diventare uno dei leader più influenti in Libano, dove il 40% della popolazione è sciita. Per questo ha cercato di trasformare la sua organizzazione terroristica in partito legittimo. E in parte ha avuto successo: ha ottenuto la legittimazione dell'Europa. Solo cinque Paesi considerano l'Hezbollah un’organizzazione terroristica: Israele, Stati Uniti, Australia, Olanda e Canada. Il motivo è che, ad oggi, non esiste una definizione internazionalmente riconosciuta di 'terrorismo. Quando Israele occupava il Libano gli attacchi di Hezbollah contro i soldati potevano essere considerati atti di guerriglia. Ma se gli attacchi sono diretti, intenzionalmente, contro i civili, questo è terrorismo. Quale pensa che sarà il prossimo passo di Nasrallah? L'Hezbollah, dopo questo conflitto, comincerà a pianificare una operazione al di fuori d'Israele, all'estero. L'America e i Paesi occidentali, secondo me, dovrebbero studiare molto attentamente quello che sta accadendo qui in Medio Oriente: le armi che usano, il tipo di azioni militari, la capacità operativa e la metodologia utilizzata nel costruire il loro potere. L'organizzazione sta cercando di costruire una capacità operativa fuori dal Libano, ovunque sono presenti le sue cellule clandestine: in Europa, come in America. Su quali basi può affermarlo? Sulla base della loro ideologia e delle mie ricerche. Tra gli obiettivi di Hezbollah, oltre alla distruzione di Israele, c'è la lotta in Occidente. Vogliono essere in grado di colpire ovunque ce ne sia bisogno, per esempio in aiuto degli iraniani. Nasrallah l'ha detto più di una volta: il Libano non è il nostro unico teatro di operazioni. Hanno già colpito obiettivi occidentali: in Argentina, per esempio. Le loro cellule sono presenti in Sud America, Cipro, Stati Uniti e nel Sud-Est Asiatico. Cosa sappiamo della loro capacità militare? È una delle più pericolose al mondo proprio perché sostenuta da Siria e Iran. Possiedono missili a lungo raggio di fabbricazione iraniana, in grado di raggiungere anche Tel Aviv. Ma non li hanno ancora usati. Ora, per maneggiare questo tipo di missili, bisogna essere ben addestrati. Gli Hezbollah sono stati preparati dai Guardiani della Rivoluzione iraniani, presenti anche di recente nel sud del Libano. Stiamo parlando di una potente infrastruttura militare, che oltre ai missili può contare su reparti speciali, addestrati al combattimento. Il rapimento dei due soldati israeliani è opera di queste forze speciali. Nasrallah lo ha dichiarato apertamente in uno dei suoi discorsi: Hezbollah ha lavorato per cinque anni al fine di ottenere la capacità operativa necessaria contro Israele e per preparare questo momento. Quindi è impossibile che il Governo libanese non sapesse nulla di quanto accadeva nel Sud? Sapevano tutto, certo. Il Governo libanese è stato anche ricattato dall'organizzazione, che nel 2005 è uscita dall'Esecutivo provocando una crisi e chiedendo di riconoscere come resistenza la lotta degli Hezbollah. Il Governo ha fatto come volevano. Il rapimento dei soldati è stato, a mio parere, il grande errore di Nasrallah. Non solo non si aspettava una simile reazione da Israele, ma anche altri Paesi ora sono d'accordo sulla necessità di cambiare la situazione in Libano. Persino i leader del mondo arabo hanno capito che Hezbollah non è solo un problema di Israele. Ma il governo libanese non ha il potere o il coraggio di agire e forse la comunità internazionale dovrebbe aiutarlo inviando una forza multinazionale nel sud del Libano. Pensa che il Governo libanese agirà? Il cambiamento di rotta potrebbe arrivare con l'eliminazione di Nasrallah, oppure attraverso la pressione dell'opinione pubblica sciita. Nasrallah ha dalla sua parte l'opinione pubblica iraniana, ma in Libano non gode di pieno supporto. Dall'altra parte ci vorrebbe la pressione dell'opinione pubblica interna sul Governo libanese. Elementi chiave sono il leader libanese sciita Nabih Beri, il leader druso Walid Jumblatt e il figlio di Rafik Hariri, Saad Hariri. Ma non hanno ancora parlato in maniera chiara. Se le loro voci si levassero contro l'Hezbollah, il governo sarebbe costretto ad agire. Non pensa che i bombardamenti israeliani possano avere un effetto negativo sull'opinione pubblica interna? Questo è uno dei rischi. Per questo motivo Israele sta attaccando solo obiettivi Hezbollah ed ha avvertito la popolazione di stare lontano da queste infrastrutture. Ma molti non hanno i mezzi per andarsene.... Alcuni non se ne vanno perché sono sostenitori degli Hezbollah. Altri perché costretti dagli Hezbollah. Altri ancora perché troppo anziani. Conosco il Libano, non è cosi difficile abbandonare i villaggi anche a piedi. Il problema è che alcuni sono costretti a non allontanarsi, mentre altri sono parte dell'organizzazione. Per esempio, in molte case di civili sono conservate le armi degli Hezbollah. Avremmo dovuto agire contro l'organizzazione già nel 2000, quando rapirono e uccisero tre soldati israeliani. Pensa che l'Idf abbia sottostimato la loro capacità militare? La nave israeliana colpita è stata colta di sorpresa.... No, però nel caso della nave è stato un attacco che ci ha sorpreso e non eravamo preparati. Il missile che ha colpito il deposito dei treni ad Haifa era di fabbricazione iraniana e siriana. Anche questo missile è stato una sorpresa? No. La Siria non ha fornito solo il supporto logistico, permettendo alle armi iraniane di raggiungere il Libano, ma anche quello tecnologico: molti dei razzi lanciati contro le città israeliane provengono dalla Siria. Prima Hamas, poi Hezbollah hanno agito seguendo la stessa tattica: imboscata e rapimento di soldati israeliani. Cosa significa? Sappiamo che Hamas ha adottato il modello degli Hezbollah nel corso degli anni. Chi ha cominciato con gli attacchi suicidi e i rapimenti in Medio Oriente? Gli Hezbollah negli anni '80. Anche Hamas ha capito che gli attentati suicidi e i rapimenti sono strumenti strategici nella lotta contro l'Occidente. E che attraverso il rapimento di civili può esercitare una forte pressione su Israele, tale da modificare anche i rapporti con l'Autorità Palestinese, con Abu Mazen. L'Hezbollah usa i rapimenti per aiutare Hamas e per fare pressione su Israele. Il rapimento pesa sull'opinione pubblica, soprattutto se si tratta di un soldato. Infatti, colpire un soldato vuol dire colpire l'immagine dell'esercito israeliano. Tutto ciò è amplificato dai media. Ecco perché era importante una reazione forte da parte di Israele. Ci sono possibilità di riavere indietro i soldati rapiti in un tempo ragionevole? Sono molto scettico: ci vorrà tempo.
  14. -{-Legolas-}-

    Arthur C. Clarke

    Un topic per raccogliere le idee su questo prolifico scrittore, che sapeva guardare oltre. In questa intervista, seppe predirre internet nella sua forma più embrionale. http://www.wired.com/wiredenterprise/2013/03/tech-time-warp-arthur-c-clarke/ Secondo me, un mito.
  15. -{-Legolas-}-

    F-15 Eagle

  16. -{-Legolas-}-

    F-15 Eagle

  17. -{-Legolas-}-

    Crisi Ucraina & Crimea

    Video che mostra l'andamento dei cambi di mano dei territori occupati dai ribelli.
  18. -{-Legolas-}-

    Carri armati russi

    La Russia sta pianificando l'acquisto di 14.000 nuovi veicoli blindati, tra cui 5.000 nuovi T-72 B3. La fonte
  19. -{-Legolas-}-

    F 15 Eagle

  20. -{-Legolas-}-

    Super Enterdard

  21. -{-Legolas-}-

    Crisi Ucraina & Crimea

    Basta che rimaniamo IT (In Topic) e non ci accaniamo troppo sui dettagli, perchè come giustamente avete detto, è una guerra civile, e ci sono porcherie in tutti gli schieramenti. Ricordo, tenere serena la discussione, è un punto focale del regolamento del forum.
  22. -{-Legolas-}-

    MIRAGE IV

  23. -{-Legolas-}-

    Tornado

  24. -{-Legolas-}-

    Jaguar

  25. -{-Legolas-}-

    Raptor

×