Jump to content

Un saluto al Ministro Parisi


Thunderalex
 Share

Recommended Posts

Con le elezioni alle porte e l'imminente inizio della nuova legislatura salutiamo il Ministro Parisi.

 

Leggendo qua e la su siti simili si trova che molti lo vorrebbero anche in un qualsiasi prossimo governo, di sinistra o di destra, non importa quale, l’importante è che faccia ancora il ministro della Difesa.

 

La sensazione è che la Difesa ha avuto in questo periodo un rappresentante che ha fatto il suo bene. E' stato veramente un buon ministro? Che ne pensa il forum di aerei militari?

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 55
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Concordo.

 

E' stato un'ottimo Ministero il suo, solo che Berlusconi non lo accetterà mai nel suo governo, se vincerà le elezioni.

 

Un altro esempio lampante di come il bene del Paese venga messo dietro agli interessi dei partiti. :thumbdown:

Link to comment
Share on other sites

E’ un coro unanime quello del forum di Pagine di Difesa: Parisi è stato un buon ministro. Qualcuno lo vorrebbe anche in un qualsiasi prossimo governo, di sinistra o di destra, non importa quale, l’importante è che faccia il ministro della Difesa. Cosa peraltro confermata in una telefonata di oggi con chi gli sta particolarmente vicino: “I discorsi che gli prepariamo se li riguarda tutti e sottolinea, corregge e ci chiede il nostro parere”.

 

Certo, quella bacchettata che ebbe dal presidente Putin a Monaco non fu una grandissima figura. Avrebbe dovuto saperlo che non sono né la Nato né l’Unione Europea a decidere delle missioni fuori area, ma è l’Onu. Probabilmente chi gli aveva preparato il discorso non era preparatissimo, e neanche lui. Ma che ci abbia messo tutta la sua buona volontà a fare il ministro della Difesa nessuno lo può negare.

 

Parisi aveva trascorso gli anni della adolescenza a Napoli alla Nunziatella (la Scuola militare dalla quale vengono fuori ufficiali, professionisti, politici come lui e altri). Arrivare a fare il ministro della Difesa deve essere stato per Parisi come un sogno di adolescenza. Una splendida occasione nella quale unire la sua esperienza di politico con quella di allievo della Nunziatella. E così ha fatto. Con qualche peccato veniale che in molti gli perdonano, ma non importa.

 

Il fatto è che la Difesa ha avuto in questo periodo un rappresentante che ha fatto il suo bene. Un bene che Parisi sentiva dal profondo del cuore, quello che era nato negli anni della adolescenza e che ha portato fino alla maturità. Indipendentemente dal colore politico, siamo grati al ministro per quello che ha fatto per la Difesa, perché ne ha preso le parti, senza farne una questione politica, anzi qualche volta andando anche contro il colore della parte che rappresentava.

 

Le forze armate sono un bene della Repubblica, che la Repubblica ha il dovere di conservare con giudizio e con il sostegno dei cittadini. E i cittadini hanno il dovere di sostenerle in quanto tali, non perché espressione di parte. Le forze armate italiane non sono mai state espressione di parte e non lo saranno. Ed è per questo che un ministro che si dedica a loro con amore e giudizio è e sarà sempre un buon ministro. Grazie Parisi!

 

Generale Giovanni Bernardi, Pagine di Difesa

Link to comment
Share on other sites

Come militare associo a quanto detto dal Generale Bernardi.

Anche se per quanto riguarda la storia del discorso di Monaco credo che non sia neanche da menzionare,sia perchè negli ultimi anni sono più volte che la NATO o altri paesi hanno agito da soli senza consenso dell'ONU che altro,e poi perchè detto da Putin che si è fatto e si fa i comodi suoi in Cecenia direi che non è appropriato.

Scusate per il piccolo OT.

Link to comment
Share on other sites

Concordo.

 

E' stato un'ottimo Ministero il suo, solo che Berlusconi non lo accetterà mai nel suo governo, se vincerà le elezioni.

 

Un altro esempio lampante di come il bene del Paese venga messo dietro agli interessi dei partiti. :thumbdown:

 

quoto in pieno

Link to comment
Share on other sites

Sotto l'aspetto finanziaro è stato un buon Ministro, azzerdei eccellente visto la situazione economica non delle migliori, e che siamo in Italia (con tutti gli annessi e connessi).

 

Però sotto l'aspetto "mediatico" delle FF.AA. poteva fare di più, molto di più, contrariamente al resto, quì invece di andare avanti si è andato indietro, e non venitemi a dire scusanti come i pacifinti perchè non ci credo, se non si inizia a parlare di difesa non si inizierà mai a considerarlo come una risorsa fondamentale del paese, però gli va dato merito di quell'intervista, in cui ha accennato al concetto di "cultura della difesa" per il cittadino.

 

In finale, anche io faccio i miei complimenti al Ministro Parisi per il suo mandato, forse insieme al Ministro dell'Economia è la figura più impegnativa nello staff del Governo in questo paese.

Link to comment
Share on other sites

Sotto l'aspetto finanziaro è stato un buon Ministro, azzerdei eccellente visto la situazione economica non delle migliori, e che siamo in Italia (con tutti gli annessi e connessi).

 

Quoto. E secondo me dovremmo citare anche il Sottosegretario alla Difesa Forcieri, che ha svolto anche lui un meritevole lavoro nel sostegno delle nostre FF.AA. e nel proseguimento dei programmi di sviluppo e di rinnovamento dello strumento militare.

Link to comment
Share on other sites

Addio seconda PA, addio T3, addio Ariete aggiornati, addio U212, addio LPD, LHD e stanziamenti decenti alla difesa. Benvenute FFAA parassite di quelle USA, un'utile arma in politica estera e in Europa.

 

Spero solo che tutti quegli "addio" si trasformeranno in "arrivederci".

Edited by tuccio14
Link to comment
Share on other sites

Sì, ma dato che in questo topic si parlava di Difesa... Per tutti gli altri ti rimando alle "Discussioni a tema", continuando a sperare che al Ministero a noi tanto caro vada qualcuno che sappia raccogliere una degna eredità.

Link to comment
Share on other sites

Se si materializzerà La Russa alla difesa, ora il nome più indicato per il dicastero, come lo vedete?

 

Con il suo forte carisma potrebbe essere più incisivo del predecessore? Mi auguro solo di non rivedere un nuovo 2006.

Edited by enrr
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...