Jump to content

Macchi 346 - discussione ufficiale


Gemini

Recommended Posts

Ormai lo dicono tutti in Alenia Aermacchi, l'M-346 sarà supersonico, in supercruice viagerà ad 1.2! :blink:

 

Addirittura, su un DVD uscito con Volare due anni fa, lo stesso Olinto Cecconello ( :adorazione: ) dichiarava esplicitamente che "il 346 sarà supersonico, il progetto iniziale non lo prevedeva, ma cellula e aerodinamica hanno dato prova di poter portare il velivolo oltre il muro del suono".

 

Scusate se mi ripeto, ma domenica a Pratica è stato uno dei miei preferiti. Ai comandi c'era proprio il capo-collaudatore Alenia Aermacchi, e quell'aggeggio fa quello che vuole! E' un giocattolo e manovra con angoli d'attacco impressionanti! :drool:

Link to comment
Share on other sites

Tira 8g positivi e 3g negativi, siamo quasi ai livelli di un EFA B-)

 

Mi piacerebbe conoscere i valori di STR e ITR (ratei di virata immediata e sostenuta)...

 

PS: sarebbe molto nice avere la scheda del 346 su questo sito (e anche quella dell'Harrier) :rolleyes:

Edited by Rick86
Link to comment
Share on other sites

Posto un' immagine del 346 dopo il primo atterraggio alla GA, devo dire che il suo display è stato bellissimo e credo che l' aereo possa essere considerato un vero successo per quello che concerne gli addestratori.

 

Speriamo veramente che tutte le nazioni interessate, effettivamente lo acquistino.

 

dsc01158ah9.th.jpg

 

CIAO A TUTTI!!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Un aggiornamento direttamente da Aermacchi, ovvero dalla mia amica che lavora sul 346. A quanto pare mercoledì prossimo LRIP001 accenderà i motori, ed è previsto il primo volo per il 26 di questo mese. Inoltre, il primo prototipo sta venendo modificato per le prove di spin, con l'aggiunta di un recovey chute.

 

LRIP001 verrà portato a Farnborough a Luglio, con una nuova colorazione bianco-rossa (colori Alenia) con schema analogo a quello del primo prototipo.

Link to comment
Share on other sites

Un aggiornamento direttamente da Aermacchi, ovvero dalla mia amica che lavora sul 346. A quanto pare mercoledì prossimo LRIP001 accenderà i motori, ed è previsto il primo volo per il 26 di questo mese. Inoltre, il primo prototipo sta venendo modificato per le prove di spin, con l'aggiunta di un recovey chute.

 

LRIP001 verrà portato a Farnborough a Luglio, con una nuova colorazione bianco-rossa (colori Alenia) con schema analogo a quello del primo prototipo.

Evvai! Un altro infiltrato! :okok:

 

Grandi ragazzi, continuate così!

 

Il macchi 346 oltre al ruolo di addestratore avanzato, ricoprirà altri ruoli presso l'AMI?

Certo, non appena verrà sviluppata la versione K! :bleh:

Link to comment
Share on other sites

Il mio vecchio e incompreso pallino....

Mi fischiavano le orecchie... :ph34r:

Il tuo pallino in realtà lo comprendo, e hai anche ben motivato la tua posizione... :)

Diciamo che diamo un peso diverso ai vari e molteplici aspetti della questione...giungendo così a conclusioni diverse. :lol:

Ora dai, parliamo dell'M-346 nudo e crudo...

Sul K, se lo faranno, ci potremo consumare le dita sulla tastiera in futuro... :P

Link to comment
Share on other sites

Nessuna intenzione a far ripartire la discussione :)

 

Che ne pensi del fatto che il 346 possa essere supersonico?

Mah, leggevo la scheda aggiornata sul sito dell'Aermacchi...

 

http://www.aermacchi.it/commercial/m-346

 

riporta una velocità a livello del mare pari a 590 KTAS.

 

Cioè circa 1093 Km/h di velocità effettiva...E' un valore subsonico, ma attenzione:è a livello del mare...

 

Ad alta quota la velocità limite è 572 KEAS / 1.2 M

 

Allora, questo sta a indicare due cose...

 

1) che la velocità limite ad alta quota è effettivamente supersonica (mach 1.2)...

 

2) che riportando la velocità a quota zero (572 KEAS= 1060 km/h è la velocità equivalente, cioè la velocità effettiva in quota moltiplicata per il radice del rapporto delle densità dell'aria in quota e al suolo) l'aereo è come se andasse leggermente più lento dei precedenti 590 nodi a bassa quota...

La densità dell'aria è bassa, la velocità del suono è inferiore e l'aereo riesce a superare il muro del suono con una velocità equivalente leggermente inferiore a quella a quota zero (quella effettiva è invece leggermente superiore e intorno ai 1200km/h), il che mette in evidenza gli effetti delle onde d'urto che si formano ad alta velocità e ostacolano il velivolo.

 

In altre parole, la notevolissima prestazione a bassa quota, ad alta quota diventa una velocità limite supersonica ma non molto superiore a quella a quota 0 proprio a causa degli effetti della comprmibilità che arrivano prima ad alta quota...

Quella velocità "limite" però continua a significare una cosa: che l'aereo va in supersonico in leggera picchiata e che oltre non deve andare.

O almeno questo è quello che prudentemente dicono i comunicati ufficiali...

 

Potrà farlo anche in volo orizzontale? Forse si, ma comunque ad alta quota, in configurazione pulita e solo se i collaudi lo verificheranno...

Al momento siamo ancora a un niente dalla velocità del suono...

Ma in quel niente succedono molti pasticci che solo coi collaudi si potranno verificare...

 

Comunque si, IMHO e in condizioni ottimali, penso che il gingillo vada in supersonico anche in volo orizzontale, ma è una prestazione comunque limite e non abituale.

In ogni caso, in addestramento sarà sempre possibile far provare all'allievo il volo supersonico con una leggera picchiata...

 

L'aereo di sicuro è concepito per questo, anche se oggi, superare la barriera del suono, non è che sia un'esperienza così importante per gli allievi, visto che nei velivoli moderni non c'è più quel così diverso comportamento del velivolo tra campo subsonico e supersonico.

In ogni caso il 346 è progettato per volare senza il minimo problema a cavallo della velocità del suono, a quei regimi transonici dove l'addestramento presenta il maggior interesse.

 

Ehmm...ho come l'impressione di aver fatto un mostruoso giro di parole solo per dire BOH!!! :adorazione:

Edited by Flaggy
Link to comment
Share on other sites

No, hai dato una spiegazione esauriente e completa, per quanto a noi sia concesso. :adorazione:

 

Per il calcolo del MN comunque io mi affido sempre a lui:

 

Regolo_davanti.jpgRegolo_dietro.jpg

 

:adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione: :adorazione:

 

Tra l'altro ancora non riesco a capire da dove esca il caffè...

Edited by tuccio14
Link to comment
Share on other sites

Considerando che grazie ai fondi del ministero dell'Industria i primi 15 sono stati finanziati, IMHO la mossa migliore sarebbe assegnarli alla PAN. Massima visibilità, anche e sopratutto presso potenziali clienti esteri, oltre che eccellente biglietto da visita a livello di immagine generale per l'Italia.

Link to comment
Share on other sites

Considerando che grazie ai fondi del ministero dell'Industria i primi 15 sono stati finanziati, IMHO la mossa migliore sarebbe assegnarli alla PAN. Massima visibilità, anche e sopratutto presso potenziali clienti esteri, oltre che eccellente biglietto da visita a livello di immagine generale per l'Italia.

 

Non so come siano messi i 339 per l'addestramento, ma se potessero tirare avanti ancora un po' condividerei pienamente questa osservazione!

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Considerando che grazie ai fondi del ministero dell'Industria i primi 15 sono stati finanziati, IMHO la mossa migliore sarebbe assegnarli alla PAN. Massima visibilità, anche e sopratutto presso potenziali clienti esteri, oltre che eccellente biglietto da visita a livello di immagine generale per l'Italia.

Se n'era gia' parlato di questa possibilita', ma da piu' parti viene vista come una cosa molto meno positiva di quanto a prima vista sembri...

L'M-346 e' prima di ogni altra cosa un velivolo da addestramento avanzato e la migliore carta da giocare e' un suo proficuo impiego con l'AMI nel ruolo per il quale e' stato concepito e solo successivamente nella PAN.

Deve prima di tutto dimostrare di essere valido sotto il profilo della gestione della macchina all'interno di un complesso sistema di addestramento, dove contano l'affidabilita', i bassi costi di gestione, l'elevata capacita' di formare gli equipaggi su velivoli di prima linea, ecc...

Deve cioe' dimostrare di integrarsi in un efficiente sistema di addestramento di cui deve diventare un elemento indispensabile e valido sotto il profilo del rapporto costo/efficacia.

 

Il messaggio altrimenti sarebbe alquanto deleterio per eventuali clienti esteri: "della serie non ci facciamo le acrobazie, voi addestrateci i piloti!!!".

 

L'AMI d'altra parte non impieghera' mai per la PAN un velivolo che non sia stato prima pienamente testato e validato dai reparti di addestramento e dal reparto sperimentale di volo.

 

Per tutte queste ragioni dubito fortemente che quei 15 aerei vadano alla PAN...Non subito almeno...

 

avrà il ruolo di ricognitore?

Non nell'AMI.

Link to comment
Share on other sites

Non ricordo se avevo già postato l'idea...

 

Il 313° gruppo addestramento acrobatico è, effettivamente, un gruppo di addestramento. Attualmente, anche se i fondi non lo permettono, la vocazione del gruppo è, oltre a quella dell'addestramento al volo acrobatico e in formazione (che proprio in Friuli-V-G è stato inventato), quella dell'ottimizzazione degli equipaggi all'attacco al suolo.

 

Ora, dato che le missioni A-G sono affidate a sistemi di guida per i quali l'addestramento al vecchio "mira e sgancia" è (ahimè) sempre meno utile (mentre risulta fondamentale un alto feeling col velivolo e la sua avionica in particolare), la seconda vocazione delle Frecce mi sembra un po' desueta.

 

Aggiungiamoci che i velivoli della PAN sono MB-339A PAN, decisamente più datati dei CD del 61°, anche se ancora validissimi per l'addestramento in sè (come tutti sappiamo il macchino è un velivolo riuscitissimo, anche se di concezione a dir poco antica).

 

Alla luce di ciò trasformare la PAN in un gruppo di eccellenza nell'addestramento all'aria-aria, sfruttando gli appositi sistemi del quale il 346 è dotato, non mi sembra una cattiva idea. Si otterrebbero tre ottimi risultati:

  1. la PAN volerebbe un velivolo dalle prestazioni eccezionali e, insieme all'RSV, ne svilupperebbe le potenzialità,
  2. si verrebbe a creare un reparto d'eccellenza nell'A-A, propedeutico all'ingresso dei piloti nella linea caccia (che, ricordiamolo, in futuro sarà formata da Tifoni e Lightning II),
  3. il velivolo verrebbe promosso brillantemente tra i clienti esteri.

I macchini di Galatina, appena aggiornati tra l'altro, continuerebbero a svolgere egregiamente il loro lavoro, in attesa di essere sostituiti più in là magari da una versione aggiornata del 346.

 

L'importante sarà dare all'estero un'immagine evidente di "training wing" alla PAN, così da non portare i possibili acquirenti a fare il ragionamento che Flaggy ha giustamente fatto presente, cercando di far sì che quest'immagine permanga solo all'estero per evitare che, con la sensibilità verso le FFAA che c'è qui nel Bel Paese, anche le Frecce perdano il consenso che hanno fin'ora sapientemente raccolto. Unica pecca, secondo me, questa:

 

L'AMI d'altra parte non impieghera' mai per la PAN un velivolo che non sia stato prima pienamente testato e validato dai reparti di addestramento e dal reparto sperimentale di volo.
Link to comment
Share on other sites

Comunque la possibilità che il 346 vada a dotare il 313° gruppo non è del tutto bislacca....tanto più che nel 2013 gli Mb-339 in servizio con la PAN raggiungeranno il limite della loro vita tecnica utile.

 

Avevo postato una notizia a riguardo qui:

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...30&start=30

 

Comunque il 346 va pensato soprattutto come addestratore avanzato, la cui introduzione consentirà un bel risparmio di soldi per l'AMI nell'addestramente dei piloti destinati alla linea d'attacco (usualmente mandati ad addestrarsi sui T-38 alla Sheppard AFB in USA....e non solo).

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

... Alla luce di ciò trasformare la PAN in un gruppo di eccellenza nell'addestramento all'aria-aria, sfruttando gli appositi sistemi del quale il 346 è dotato, non mi sembra una cattiva idea...

Non mi sembra male, tuttavia "fighter pilots make movies, bomber pilots make history"

Link to comment
Share on other sites

Non mi sembra male, tuttavia "fighter pilots make movies, bomber pilots make history"

Una volta andai in visita al 5° di Cervia con la mia classe. Io portavo appuntato al mio giubbotto verde militare le toppe del 4° stormo, in particolare andavo fiero il cavallino di Francesco Baracca che si vede sulla coda degli Eurofighter, anche perchè la mia scuola è intitolata a lui ( :adorazione: ), mentre il mio amico aveva riprodotto la giacca dei militari del 6°, i Diavoli.

 

A me non fu permesso fare domande finchè non avessi tolto la giacca e sostituito le toppe con la più opportuna dea della caccia, al mio amico fu vietato entrare con quella giacca nella sala vestizione perchè "di bombaroli qui non ne sono mai entrati!".

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...