Jump to content
Sam

Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

Recommended Posts

La cosa che non capisco tra rafale e typhoon è che per il rafale i francesi i cuginastri si sono svenati e la ferraglia è stata prodotta in un numero relativamente ridotto di esemplari non essendo - ad oggi - stato esportato. il tifone, invece, è stato co-finanziato da 4 paesi, esportato - per ora - in altri 2 ed è attualmente in produzione per circa 700 aerei. nonostante quindi l'ampia base su cui spalmare i costi di sviluppo e produzione mi aspetterei che il tifone costasse molto meno del rafale ed invece siamo lì. anzi c'è chi afferma addirittura che se si confrontano tutti i vari gadget che ha il rafale (e che il tifone/venticello non ha), il rafale costa addirittura di meno. mboh?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sembrarebbe facile detto così....

Noi di preciso non possiamo dirlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Semplicemente i paesi del consorzio si stanno svenando molto meno dei francesi, raggiungendo con un po' di ritardo gli stessi obbiettivi. Si stanno comunque svenando, sia chiaro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nessuno si sta svenando.

Quelli dell' efa, sono in ansia per l' india e il brasile, ma almeno un pò di clienti c'è l' hanno.

Sono i francesi che si stanno svenando per riuscire a vendere il Rafale a qualcuno.

Edited by S939

Share this post


Link to post
Share on other sites

fino a prova contraria, la proposta all'India equivale quasi ad una svendita del progetto EFA.

se hai fonti che dicono il contrario, ben venga, postale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il discorso è che ormai, in tempo di crisi nera, si comincia a preferire l'uovo oggi alla gallina domani.

 

Eurofighter sta effettivamente trasferendo all'India il miglior know how europeo pur di avere questo contratto, i Francesi hanno molto meno da proporre non perchè il progetto non sia valido, il Rafale è una bella bestia, ma semplicemente non hanno l'appoggio politico di cui gode Eurofighter. Se consideriamo la valenza operativa del progetto in sè l'EF-2000 ha da contrapporre alle collaudate soluzioni statunitensi, che sono "uova di oggi", un estremamente più ampio margine di crescita ed una concezione molto più moderna della catena logistica, entrambe "galline del domani", quindi ci si aggiungono pesanti compensazioni industriali per rendee appetibile e conveniente il prodotto oggi, cosa che i francesi, messi nella stessa situazione, non possono fare bene come il consorzio.

 

Come ho già detto, spero solo che i governi europei non siano stati così miopi da svendere il risultato di un secolo di evoluzione aeronautica per qualche miliardo di euro, e da una parte sono sicuro che non l'abbiano fatto, considerando anche le capacità europee, ormai palesi, di produrre aeromobili a bassa (sul serio) osservabilità radar. Quello che mi preoccupa di più è l'elettronica, ma pare che in quel senso gli indiani non abbiano poi molto da imparare, e l'industria europea non cederà molto know how, e anche se fosse rimane comunque difficile recuperare terreno su di un capo dove si corre molto più veloce che negli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti non è così. Non è tutto o nero o bianco, e anche altri hanno già spiegato come la scelta e l'evoluzione di un caccia debba integrarsi non solo con la pista di decollo/atterraggio. Il Typhoon è "potenzialmente" di gran lunga più performante di tutti i caccia di 4,5 gen. Che poi non lo sia ancora è un peccato.

 

Pensi davvero che La RAF punti su un baraccone per i prossimi 35 anni? Piuttosto c'è da pensare come siano stai proprio loro a spingere per primi sull'integrazione di capacità aria suolo. Il motivo è che le tre altre aeronautiche del consorzio non sono delle "interventiste" come l'USAF, la RAF appunto (o la ALA, che infatti ha sta sviluppando il Rafale molto più di quanto facciano gl'altri con il Tifone). Tra l'altro non ne avevano (avevamo forse) neppure le esigenze. L'europa è tuttora un'isola felice.

 

Poi è ovvio che Paesi come Il Giappone, La Corea, l'Arabia Saudita, Singapore e Israele e in generale tutti quelli che saranno immersi in zone calde avranno bisogno di cavalli da tiro efficacissimi fin dalla nascita e sempre aggiornati. Ma fortunatamente così non è (era) per noi. Penso che i movimenti nordafricani daranno un bello slancio comunque, T3b a parte purtroppo.

 

Poi, quale fallimento Italiano? E' un consorzio. E poi quale "ennesimo"?

 

dobbiamo tirare in ballo l'AMX?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quelli dell' efa, sono in ansia per l' india e il brasile, ma almeno un pò di clienti c'è l' hanno.

Sono i francesi che si stanno svenando per riuscire a vendere il Rafale a qualcuno.

 

Per dire la verità, in Brasile è praticamente certa la vendita del Rafale...

 

Comunque, quoto Vorthex e Tuccio14: stiamo svendendo un progetto che ha svenato i partecipanti, forse proprio per cercare di recuperare un po' del danno.

Edited by Unholy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se sono off-topic,comunque a chi interessa su natgeo (sky) in 1°tv danno megafabbriche-Eurofighter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per dire la verità, in Brasile è praticamente certa la vendita del Rafale...

 

Comunque, quoto Vorthex e Tuccio14: stiamo svendendo un progetto che ha svenato i partecipanti, forse proprio per cercare di recuperare un po' del danno.

Svenato i partecipanti?

Ma cosè, una suocera acida?

Se parliamo dal punto di vista economico è normale; stiamo parlando di centinaia di milioni di euro, è ovvio che qualche problema lo comportino.

Parlando del marketing, sono stati proprio i francesi a svenare i potenziali acquirenti, tant'è che anche il presidente Sarkozy, ha organizzato delle vere e proprie visite di stato per cercare di venderne qualche esemplare.

Poi chi ha detto che è certa la vittoria del Rafale in Brasile?; adesso anche la Svezia ha intenzione di partecipare al programma del cargo brasiliano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dobbiamo tirare in ballo l'AMX?

Ma che avete sempre tutti contro l'AMX? Si doveva mantenere una capacità (con i relativi posti di lavoro) per l'AMI e si è puntato su una macchina a basso impatto tecnologico che ha proseguito egregiamente il lavoro del G-91, aereo che sostituiva. Il requisito era per un furgone porta bombe stupide diurno, economico e maneggevole, con limitate capacità nell'A/A per l'autodifesa, ed il progetto ha risposto alle aspettative. L'unico requisito che non è stato rispettato è stato quello dell'affidabilità, dovuto paradossalmente all'integrazioni di parti costruite all'estero, e risolte con interventi degli ingenieri di Alenia negli anni a seguire.

 

E' strano che in un forum di aviazione se ne parli ancora come un fallimento, le operazioni nei Balcani hanno consacrato l'AMX come un buon aereo da attacco, e operando in Afghanistan si sta facendo apprezzare per la sua semplicità di impiego. Che poi non lo abbiamo mai aggiornato prima d'ora è un altro discorso, come possiamo parlare del fatto che la formula del caccia bombardiere leggero diurno sia ormai inutile in uno scenario simmetrico e che l'AMX verrà sostituito prima dei ben più anziani Tornado, ma fallimento proprio no dai. Se vuoi continuiamo nel relativo topic.

 

Per dire la verità, in Brasile è praticamente certa la vendita del Rafale...

Ah però, ecco a cosa serve avere degli insiders! A giudicare dai siti internet (anche quelli in inglese) e dalla stampa specializzata italiana non si direbbe. Solo RID non si è pronunciata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Svenato i partecipanti?

Ma cosè, una suocera acida?

Se parliamo dal punto di vista economico è normale; stiamo parlando di centinaia di milioni di euro, è ovvio che qualche problema lo comportino.

Parlando del marketing, sono stati proprio i francesi a svenare i potenziali acquirenti, tant'è che anche il presidente Sarkozy, ha organizzato delle vere e proprie visite di stato per cercare di venderne qualche esemplare.

Poi chi ha detto che è certa la vittoria del Rafale in Brasile?; adesso anche la Svezia ha intenzione di partecipare al programma del cargo brasiliano.

 

Svenato i partecipanti economicamente senza dubbio... più di altri stati e oltremisura, infatti vedi le quantità da acquistare continuamente ridotte e rinuncie ad aggiornamenti, nonché lentezza nell'integrazione di armamenti (vedi che ad oggi solo l'Inghilterra può usare armi AG).

In Brasile, l'ex-presidente aveva addirittura già annunciato ufficialmente la vittoria del Rafale e poi non capisco cosa c'entri la Svezia nel programma del cargo brasiliano (cita le fonti per cortesia) con il programma FX-2... Se è per quello, la Francia parteciperà al programma di sviluppo dei sottomarini nucleari brasiliani, nonchè allo stesso sviluppo del nucleare in Brasile.

 

Ma chiudiamo l'OT... l'EFA, obbiettivamente, non ha nessuna probabilità di essere acquistato dal Brasile.

Edited by Unholy

Share this post


Link to post
Share on other sites

dobbiamo tirare in ballo l'AMX?

 

L'amx è un aereo onesto in linea con i requisiti all'epoca richiesti. Un buon risultato per il poco che si chiedeva al progetto, non un fallimento (tanto da essere preferito ai tornado in A-Stan o utilizzato insieme agli stessi nei Balcani). Non doveva essere la massima espressione della ingegneria aeronautica italiana e quindi non lo è stato. Chiuso OT ;) .

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma la germania che non partecipa al programma dell'F-35 dovrà sostituire i suoi tornato con l'EFA in versione A/G??

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma la germania che non partecipa al programma dell'F-35 dovrà sostituire i suoi tornato con l'EFA in versione A/G??

 

come bombardiere si spera il neuron poi come caccia-bombardiere quella del typhoon è un'idea che si sta cercando di attuare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A dire il vero la Luftwaffe sta investendo molto sulle capacità A/G del Typhoon proprio perchè, nel medio termine, pianifica di sostituirci il Tornado. In molti hanno criticato questa scelta monolinea tedesca, ma probabilmente in futuro si riserverà l'attacco ed il bombardamento ai droni, e qui il nEUROn è la vera scommessa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A dire il vero la Luftwaffe sta investendo molto sulle capacità A/G del Typhoon proprio perchè, nel medio termine, pianifica di sostituirci il Tornado. In molti hanno criticato questa scelta monolinea tedesca, ma probabilmente in futuro si riserverà l'attacco ed il bombardamento ai droni, e qui il nEUROn è la vera scommessa.

 

 

I tedeschi non partecipano a nEUROn, stanno sviluppando il barracuda con la spagna.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I tedeschi non partecipano a nEUROn, stanno sviluppando il barracuda con la spagna.

E' vero mi sono confuso con il Barracuda. Comunque il senso della frase cambia poco, ad ogni modo pianificano di coprire il ruolo dell'attacco con dei droni dedicati (e non dei ricognitori riadattati).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti!

Vorrei avere, se possibile, delle informazioni sullo stato dell'evoluzione del progetto eurofighter.

Primo: è prevista l'installazione della versione vettoriale degli ej-200 anche sugli aerei italiani? Ho letto che sono stati offerti all'India e mi è venuto il dubbio.

Secondo: quali sono, ad oggi, le previsioni per l'installazione del radar AESA, sempre per i nostri veivoli? (in arrivo e upgrade degli esistenti)

Ho cercato sul web ma ho trovato solo notizie frammentarie e, soprattutto, sconcordanti. Probabilmente perché i piani sono cambiati varie volte...

 

Grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti!

Vorrei avere, se possibile, delle informazioni sullo stato dell'evoluzione del progetto eurofighter.

Primo: è prevista l'installazione della versione vettoriale degli ej-200 anche sugli aerei italiani? Ho letto che sono stati offerti all'India e mi è venuto il dubbio.

Secondo: quali sono, ad oggi, le previsioni per l'installazione del radar AESA, sempre per i nostri veivoli? (in arrivo e upgrade degli esistenti)

Ho cercato sul web ma ho trovato solo notizie frammentarie e, soprattutto, sconcordanti. Probabilmente perché i piani sono cambiati varie volte...

 

Grazie.

Dipende da quale sarà il successo commerciale dell'EF-2000 anche se il radar AESA è abbastanza probabile,un po meno la spinta vettoriale e l'implementazione delle capacità aria-suolo.

Per ora i nostri caccia hanno capacita aria-aria quasi complete con il FLIR PIRATE radar CAPTOR e i missili AIM-9L e AIM-120 ,mentre ci stanno consegnando gli IRIS-T e i relativi caschi visori e i METEOR dovrebbero iniziare ad essere consegnati tra 1 anno

Share this post


Link to post
Share on other sites

16 Giugno 2011 - 9:28 am

 

Eurofighter italiani: 1.000 ore di volo sulla Libia

 

I caccia Eurofighter "Typhoon" del 4° Stormo (IX e 20° Gruppo) di Grosseto e del 36° Stormo (X e XII Gruppo) di Gioia del Colle, rischierati sull’aeroporto militare di Trapani e facenti parte del Task Group Air ‘Birgi’, hanno raggiunto il traguardo delle 1.000 ore di volo nell’ambito dell’operazione NATO ‘Unified Protector’ che, dal 29 Marzo, assicura, in osservanza delle risoluzioni ONU 1970 e 1973, l’imposizione di una "No Fly Zone" sulla Libia.

I compiti assegnati dalla NATO agli Eurofighter italiani sono la difesa dei cosiddetti "High Value Airborne Assetts", ovvero la scorta ad altri assetti tattici impegnati nell’operazione, nonché la partecipazione alle Combined Air Operations (COMAO).

 

Link

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi sono stati inseriti anche in pacchetti d'attacco composti da assetti esteri? Teoricamente nella NATO i caccia italiani sono caccia e basta, metterli a scortare i nostri Tornado o i bombardieri di qualcun altro non dovrebbe cambiare nulla.

 

Per rispondere a Mazzo, la questione è complicata, leggendo le innumerevoli pagine del topic troverai molto più di quello che chiedi. Per farla (molto) breve possiamo dire che l'integrazione di nuove tecnologie sui Typhoon italiani è prevista, ma non esiste una scadenza nel breve termine. Le tecnologie sono disponibili ma bisognerà vedere se verranno inserite nelle migliorie della T3 (ancora da definire nel dettaglio). Se verranno inserite nella T3 è molto probabile che anche i precedenti aeromobili verranno retrofittati, per lo meno i T2.

 

Ora come ora non ci sono manco i soldi per piangere e le varie forze armate preferiscono intanto dotarsi della cavalcatura e poi, in tempi migliori, aggiornarla, cosa che sta facendo anche la Guardia Costiera con gli ATR-42, comprati in versione passeggeri predisposti per l'installazione dei sistemi. Scelta opinabile, per l'amor di Dio, considerando la lungimiranza dei nostri politici è molto probabile che si finirà come con il programma Tornado IDS, aggiornato dopo 25 anni mentre la RAF volava con delle belve con avionica quasi allo stato dell'arte. Gli EF-2000 per il momento vanno più che bene con Captor e ugelli fissi, per avere la supremazia nel Mediterraneo sono più di quello che serve.

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma in termini di costi, quando verrebbe a costare la sostituzione del captor sugli efa italiani?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma in termini di costi, quando verrebbe a costare la sostituzione del captor sugli efa italiani?

Credo non lo sappia neanche la NETMA...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×