Jump to content

zander

Membri
  • Content Count

    464
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

zander last won the day on November 14 2019

zander had the most liked content!

Community Reputation

95 Buona

About zander

  • Rank
    Colonnello

Recent Profile Visitors

933 profile views
  1. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Oggi 23 dicembre 2019 a Torino Caselle ha volato l'Instrumented Series Production Aircraft (ISPA 6) configurato come quelli destinati alla Kuwait Air Force. Il velivolo è dotato di radar Captor E-Scan e avionica Phase Enhancement P3Eb. La configurazione per il Kuwait prevede: Storm Shadow Brimstone e altre armi aria superficie il pod di designazione laser Lockheed Martin Sniper Advanced Targeting Pod il combat training pod DRS-Cubic ACMI P5 il sistema di navigazione VOR https://www.eurofighter.com/news-and-events/2019/12/first-flight-of-eurofighter-in-kuwait-air-force-configuration-takes-place-the-most-advanced-variant-of-eurofighter-ever-flown
  2. In Scozia erano in palio 59 seggi. Il partito nazionale scozzese con la campagna elettorale centrata sulla richiesta di un nuovo referendum sull'indipendenza, ne ha ottenuti 48. La divisione tra scozzesi e inglesi è secolare, e la questione della Brexit ha ulteriormente scavato il solco. Gli scozzesi non amano l'EU più di altri: loro vogliono essere indipendenti da Londra e non accettano che, come spesso capita, a Edimburgo pensino in un modo e a Londra agiscano diversamente. Il partito nazionale scozzese (SNP) ha ribadito che vuole rimanere nell'UE anche se intende mantenere la propria moneta. La Scozia è due volte e mezza più estesa del Belgio, i suoi 5,5 milioni di abitanti sono due volte più numerosi dei lituani, quasi tre volte più dei lettoni e quattro volte di più degli estoni. Il suo PIL eguaglia quello della Danimarca ed è uguale, per abitante, a quello della Finlandia e superiore a quello della Francia. La Scozia conosce molto bene l'UE, ha già avuto un commissario europeo, e dispone di europarlamentari. Se la Scozia proponesse la sua candidatura in quanto Stato indipendente, sarebbe aggregata in pochissimo tempo. Tra non molto tempo la Gran Bretagna diventerà un avversario commerciale dell'UE, proprio alle soglia di casa. Macron e la Merkel si sono complimentati con Johnson, ma hanno ribadito che la Gran Bretagna debba mantenere un atteggiamento leale, e che debba mantenersi la più allineata possibile agli standard UE. Ora se la Gran Bretagna decidesse di prendere strade completamente diverse, come qualcuno sospetta, nel caso volesse davvero seguire il modello economico di Singapore, allora le scintille tra UE e Gran Bretagna comincerebbero a divampare. L'UE a questo punto potrebbe alimentare l'indipendenza scozzese, ma viceversa la Gran Bretagna alimenterebbe le cause secessioniste in Europa, come in Catalogna. Non dimentichiamoci che l'SNP ha osservato molto da vicino gli eventi catalani e pare che l'intenzione sia quella di riproporre eventualmente un caso catalano in Scozia. Ma se nel caso catalano l'UE si è chiamata fuori dicendo che era una questione interna ad uno stato UE, nel caso scozzese, l'UE potrebbe non rimanere neutrale, in particolare se Johnson dovesse allontanarsi troppo dall'UE, magari trasformando l'isola in un gigantesco paradiso fiscale alle porte dell'UE. Altro argomento che alimenta la rabbia scozzese è la clausola del backstop concessa all'Irlanda del Nord. L'Irlanda del Nord disporrà, con il trattato GB-UE, di uno status speciale per restare nel mercato dell'unione europea e dell'unione doganale. L'SNP si chiede: perché noi non possiamo avere lo stesso trattamento? Sicuramente il caso scozzese sarà da seguire. Il nuovo hashtag per la battaglia referendaria scozzese è: Indyref2 I problemi ci sono anche nell'Irlanda del Nord. Con le nuove elezioni l’Irlanda del Nord ha una maggioranza di deputati a favore dell’unione con l’Irlanda e quindi favorevole a restare nella UE. Il DUP il partito nord irlandese perde addirittura il suo leader a Westminster e per la prima volta i repubblicani eleggono più deputati degli unionisti in Ulster. Riuscirà Johnson a tenere unito il Regno? Johnson vuole concludere le trattative commerciali con l'UE entro fine 2020. Molti esperti affermano che il tempo è troppo limitato. In genere trattative a questo livello richiedono diversi anni. Riuscirà il primo ministro inglese a firmare un accordo favorevole? Avendo affermato di volere uscire a fine 2020, il primo ministro si è dato un limite temporale che gioca a suo sfavore, in quanto nella trattativa il fattore tempo giocherà a favore dell'UE, concedendole un grosso vantaggio. https://it.businessinsider.com/la-vittoria-di-boris-johnson-e-la-fine-del-regno-unito/ https://www.huffingtonpost.it/entry/scozia-pronta-a-chiedere-un-secondo-referendum-sullindipendenza-dalla-gran-bretagna_it_5df6069fe4b03aed50efa32d?ncid=other_trending_qeesnbnu0l8&utm_campaign=trending https://www.latribune.fr/opinions/blogs/commodities-influence/vous-avez-aime-le-brexit-vous-allez-adorer-le-scoxit-831881.html https://www.huffingtonpost.it/entry/scozia-pronta-a-chiedere-un-secondo-referendum-sullindipendenza-dalla-gran-bretagna_it_5df6069fe4b03aed50efa32d?ncid=other_trending_qeesnbnu0l8&utm_campaign=trending
  3. Boris Johnson e il partito conservatore hanno vinto a mani basse le elezioni di ieri, 12 dicembre 2019. Una vittoria di questa portata risale solo agli anni '80, i tempi della Thatcher mentre i laburisti hanno subito un'umiliante sconfitta. Johnson ha ricevuto dall'elettorato britannico un forte mandato a concludere la Brexit, cosa che il primo ministro intende fare entro il 31 gennaio 2020. Da lì fino a dicembre 2020 si susseguiranno le trattative per mettere a punto i dettagli dell'accordo firmato con l'UE. Vedremo cosa accadrà in Nord Irlanda ed in Scozia, dove il partito nazionalista scozzese ha fatto man bassa dei seggi a disposizione, dopo avere fatto una campagna elettorale centrata sulla richiesta di un nuovo referendum sull'indipendenza. Quindi anche il primo ministro Sturgeon ha ricevuto un forte mandato per ottenre il referendum...
  4. zander

    Eurodrone MALE RPAS

    La negoziazione tra le industrie (Dassault Leonardo e Airbus) e la DGA francese è tesa. La Francia non vuole spendere più di 7,1 miliardi di euro su questo progetto. Il drone dovrebbe costare 200 milioni ad unità, cioè il doppio di un Reaper. Per 21 sistemi di terra e 63 droni la DGA non vuole spendere più di 7,1 miliardi di euro, sviluppo compreso, mentre gli industriali hanno preventivato 10 miliardi. La DGA ribadisce che è assurdo comperare un drone meno performante ad un prezzo doppio di prodotti già esistenti sul mercato. La logica non fa una grinza. La negoziazione terminerà a metà dicembre. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/le-drone-male-europeen-eurodrone-a-vraiment-du-mal-a-decoller-833907.html
  5. Finalmente i governi di Parigi e Berlino hanno trovato un accordo sull'organizzazione industriale per realizzare il motore del FCAS. Safran e MTU saranno soci paritari, ma inizialmente Safran sarà leader del progetto e MTU gregario. Successivamente sarà costituita una società paritaria per i contratti e la certificazione. La scelta di imporre un leader di progetto ben definito è stata presa per evitare di ripetere gli errori commessi con la progettazione del motore dell'A400M, dove le responsabilità non erano ben definite. L'FCAS si regge su 5 pilastri di ricerca principali, di cui 2 assegnati alla Francia e 3 alla Germania. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/scaf-berlin-et-paris-ont-trouve-un-accord-sur-les-moteurs-du-futur-avion-de-combat-europeen-834088.html
  6. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Dirk Hoke, CEO di Airbus Defence & Space, ha affermato che l'azienda potrebbe firmare per aprile 2020 il contratto di nuovi 38 Eurofighter con il governo tedesco oltre che l'aggiornamento di 110 velivoli T2 e T3 con il nuovo radar elettronico. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/eurofighter-airbus-defence-sur-le-point-de-signer-deux-commandes-importantes-833537.html
  7. zander

    Mirage 2000

    Gli EAU e Dassault hanno firmato un contratto del valore di 200-300 milioni di euro per l'ammodernamento dei Mirage 2000-9 EAU. Gli EAU annunceranno anche un piano di ammodernamento anche di 80 F-16 per un costo di 1,77 miliardi di dollari. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/les-emirats-arabes-unis-vont-moderniser-la-flotte-de-mirage-2000-9-833031.html
  8. La Luftwaffe si è rifiutata di ritirare gli ultimi 2 A400M approntati da Airbus. Il motivo addotto riguarda problemi tecnici alle eliche che riducono l'operatività del velivolo. Altri problemi riguardano il supporto motori, le camere di combustione dei motori, i motori dei flap, oltre a ulteriori ispezioni per rilevare eventuali cricche. Secondo la Luftwaffe, nonostante i controlli, il velivolo non è in grado di realizzare tutti i compiti assegnati, non soddisfacendo quindi i requisiti contrattuali. https://www.reuters.com/article/us-germany-military-airbus/german-military-refuses-to-take-delivery-of-two-airbus-a400m-planes-idUSKBN1XN157
  9. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Anche il sito di Eurofighter fornisce la notizia. https://www.eurofighter.com/news-and-events/2019/11/new-eurofighter-electronic-combat-role-ecr-concept-presented-at-the-ifc Inoltre è appena stato pubblicato l'ultimo numero di Eurofighter World. https://www.eurofighter.com/files/magazine/Eurofighter_World_11_2019.pdf
  10. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Una nota sulla nuova configurazione ECR/SEAD in studio presso Airbus. Le taniche da 1000 litri per la prima volta appaiono sulle stazioni alari interne. Fino ad ora le taniche da 1000 litri sono state agganciate alle stazioni di centro ala, oltre che a centro fusoliera. Il pod Saab EAJP della famiglia AREXIS è lungo 4m pesa 350 kg. Quindi è lungo poco meno di uno Storm Shadow e pesa circa un quarto e sarà installato sulla stessa stazione alare. Sulle stazioni alari esterne invece Airbus pensa di installare i missili MBDA SPEAR-EW-3. Attualmente le configurazioni ECR/SEAD nella NATO che vanno per la maggiore prevedono l'uso del missile HARM o del suo successore AARGM. La configurazione proposta da Airbus quindi si distacca da quello che può essere considerato uno standard de facto nella NATO, e soprattutto non usa pod e armamento americano. O i tedeschi stanno prendendo le distanza dagli USA anche nel settore ECR/SEAD, oppure vogliono coprire con questa configurazione delle zone d'ombra non coperte dalle prestazioni dell'HARM/AARGM, oppure semplicemente il pod svedese e i missili MBDA sono ottimali per coprire missioni che HARM/AARGM non possono svolgere. Sinceramente mi aspettavo che prima o poi sarebbe stata presentata una configurazione ECR/SEAD del Typhoon, ma mi sarei aspettato in prima battuta una configurazione con il missile AARGM come sistema di attacco e non la configurazione presentata al TMB. Si noti che i tedeschi conoscono bene l'HARM avendolo integrato sui loro Tornado ECR/SEAD e che molto probabilmente lo sostituiranno con l'AARGM.
  11. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Qui le slide di Airbus: https://www.airbus.com/content/dam/events/conference/tmb2019/TMB-Combat.pdf Un altro articolo sulla proposta di Airbus per la configurazione ECR/SEAD: http://psk.blog.24heures.ch/archive/2019/11/07/airbus-presente-l-eurofighter-t3- ecr - -868227.html Pare che la configurazione sarà offerta oltre che alla Svizzera, anche alla Finlandia. Il Tenente Colonnello della Luftwaffe Swen Jacob, comandante del 74 Tactical Air Wing a Neuberg in Germania, ha rilasciato qualche dichiarazione sulla recente esercitazione congiunta con 4 F-35 provenienti dalla Gran Bretagna: https://twitter.com/livefist/status/1191734093345632257
  12. Alla fine Bombardier ha venduto lo stabilimento di produzione di Belfast a Spirit Aerosystems per 1.1 miliardi di dollari. Lo stabilimento produce le ali dell'Airbus A220 e parti per l'Airbus A320neo e jet di Bombardier. Pare che non ci saranno riduzioni nello stabilimento, per la contentezza dei lavoratori. https://www.theguardian.com/business/2019/oct/31/bombardiers-belfast-factory-sold-to-spirit-in-850m-deal
  13. Oggi il parlamento britannico ha votato per indire elezioni generali il 12 dicembre 2019, altrimenti previste per il 2022, per sbloccare la situazione di impasse. L'UE ha concesso tempo fino al 31 gennaio ma adesso pretende che la Gran Bretagna indichi un commissario europeo, perché altrimenti si rischierebbe di bloccare la macchina burocratica dell'UE: non è consentito che un paese dell'unione rimanga senza commissario, anche se questi rimane in carica solo per poche settimane (fino al 31 gennaio 2020). I laburisti hanno approvato queste elezioni perché il governo, almeno a voce, ha garantito che una Brexit senza accordo sarà esclusa da ogni altra discussione con l'UE o all'interno del parlamento britannico. Intanto il partito conservatore ha riammesso tra le proprie fila 10 di quei 21 deputati che il mese scorso erano stati espulsi dal partito per aver violato le indicazioni del partito. Il ritardo sulla Brexit ha prodotto un piccolo effetto collaterale. Per festeggiare la Brexit il governo aveva commissionato delle monete commemorative da 50 centesime che riportavano la data di uscita dall'UE, ovvero 31 ottobre 2019. Ora dopo avere posticipato la Brexit, la Zecca di Stato sarà costretta a distruggere le monete ormai coniate per fonderne di nuove con la nuova data di uscita: 31 gennaio 2020. Ma aspettate... magari rimandano nuovamente la data? https://www.theguardian.com/politics/2019/oct/29/brexit-meltdown-50p-coins-with-31-october-date-to-be-recycled
  14. MTU punta i piedi nell'organizzazione dello sviluppo del motore dello FCAS. La Direction Générale de l'Armement (DGA), che è responsabile del programma FCAS, vuole che le responsabilità siano chiaramente definite, al fine di non ripetere gli errori del programma A400M, di cui MTU aveva responsabilità per i FADEC, ma MTU non accetta le proposte sul tavolo. Un contratto sarà firmato nel gennaio 2020, ma se i problemi persistessero, allora Francia e Germania continuerebbero il programma senza aspettare i motoristi. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/mtu-le-motoriste-allemand-qui-dit-nein-a-berlin-et-paris-831398.html
  15. Francia e Germania stanno appianando le divergenze per i progetti SCAF, MGCS e esportazione di materiale militare. Sullo SCAF i due paesi hanno raggiunto un accordo per lanciare un programma per studiare e sviluppare: piattaforma sistema di sistemi propulsione remote carrier (drone e missili) simulazione Dassault Aviation e Airbus hanno ribadito l'intenzione di volare nel 2026, per introdurre in servizio il velivolo nel 2035/2040. Esistono ancora delle divergenze sulla propulsione, con Safran e MTU su fronti opposti. Parigi e Berlino hanno firmato un accordo anche per il nuovo carro da combattimento MGCS e un contratto per lo sviluppo sarà firmato all'inizio dell'anno prossimo. Le industrie coinvolte sono Nexter, Krauss-Maffei Wegmann e Rheinmetall. Un accordo infine è stato trovato per le leggi sull'esportazione di materiale militare, in particolare a riguardo della presenza di componenti tedeschi su sistemi francesi. In un sistema in cui i componenti tedeschi sono al di sotto del 20% del sistema francese, i tedeschi non potranno opporre alcun veto all'esportazione. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/armement-accord-entre-paris-et-berlin-sur-le-scaf-le-mgcs-et-les-exportations-d-armes-830833.html https://www.air-cosmos.com/article/scaf-le-dmonstrateur-est-en-bonne-voie-21866
×