Jump to content

zander

Membri
  • Content Count

    461
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    41

zander last won the day on November 14

zander had the most liked content!

Community Reputation

95 Buona

About zander

  • Rank
    Colonnello

Recent Profile Visitors

885 profile views
  1. zander

    Eurodrone MALE RPAS

    La negoziazione tra le industrie (Dassault Leonardo e Airbus) e la DGA francese è tesa. La Francia non vuole spendere più di 7,1 miliardi di euro su questo progetto. Il drone dovrebbe costare 200 milioni ad unità, cioè il doppio di un Reaper. Per 21 sistemi di terra e 63 droni la DGA non vuole spendere più di 7,1 miliardi di euro, sviluppo compreso, mentre gli industriali hanno preventivato 10 miliardi. La DGA ribadisce che è assurdo comperare un drone meno performante ad un prezzo doppio di prodotti già esistenti sul mercato. La logica non fa una grinza. La negoziazione terminerà a metà dicembre. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/le-drone-male-europeen-eurodrone-a-vraiment-du-mal-a-decoller-833907.html
  2. Finalmente i governi di Parigi e Berlino hanno trovato un accordo sull'organizzazione industriale per realizzare il motore del FCAS. Safran e MTU saranno soci paritari, ma inizialmente Safran sarà leader del progetto e MTU gregario. Successivamente sarà costituita una società paritaria per i contratti e la certificazione. La scelta di imporre un leader di progetto ben definito è stata presa per evitare di ripetere gli errori commessi con la progettazione del motore dell'A400M, dove le responsabilità non erano ben definite. L'FCAS si regge su 5 pilastri di ricerca principali, di cui 2 assegnati alla Francia e 3 alla Germania. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/scaf-berlin-et-paris-ont-trouve-un-accord-sur-les-moteurs-du-futur-avion-de-combat-europeen-834088.html
  3. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Dirk Hoke, CEO di Airbus Defence & Space, ha affermato che l'azienda potrebbe firmare per aprile 2020 il contratto di nuovi 38 Eurofighter con il governo tedesco oltre che l'aggiornamento di 110 velivoli T2 e T3 con il nuovo radar elettronico. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/eurofighter-airbus-defence-sur-le-point-de-signer-deux-commandes-importantes-833537.html
  4. zander

    Mirage 2000

    Gli EAU e Dassault hanno firmato un contratto del valore di 200-300 milioni di euro per l'ammodernamento dei Mirage 2000-9 EAU. Gli EAU annunceranno anche un piano di ammodernamento anche di 80 F-16 per un costo di 1,77 miliardi di dollari. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/les-emirats-arabes-unis-vont-moderniser-la-flotte-de-mirage-2000-9-833031.html
  5. La Luftwaffe si è rifiutata di ritirare gli ultimi 2 A400M approntati da Airbus. Il motivo addotto riguarda problemi tecnici alle eliche che riducono l'operatività del velivolo. Altri problemi riguardano il supporto motori, le camere di combustione dei motori, i motori dei flap, oltre a ulteriori ispezioni per rilevare eventuali cricche. Secondo la Luftwaffe, nonostante i controlli, il velivolo non è in grado di realizzare tutti i compiti assegnati, non soddisfacendo quindi i requisiti contrattuali. https://www.reuters.com/article/us-germany-military-airbus/german-military-refuses-to-take-delivery-of-two-airbus-a400m-planes-idUSKBN1XN157
  6. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Anche il sito di Eurofighter fornisce la notizia. https://www.eurofighter.com/news-and-events/2019/11/new-eurofighter-electronic-combat-role-ecr-concept-presented-at-the-ifc Inoltre è appena stato pubblicato l'ultimo numero di Eurofighter World. https://www.eurofighter.com/files/magazine/Eurofighter_World_11_2019.pdf
  7. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Una nota sulla nuova configurazione ECR/SEAD in studio presso Airbus. Le taniche da 1000 litri per la prima volta appaiono sulle stazioni alari interne. Fino ad ora le taniche da 1000 litri sono state agganciate alle stazioni di centro ala, oltre che a centro fusoliera. Il pod Saab EAJP della famiglia AREXIS è lungo 4m pesa 350 kg. Quindi è lungo poco meno di uno Storm Shadow e pesa circa un quarto e sarà installato sulla stessa stazione alare. Sulle stazioni alari esterne invece Airbus pensa di installare i missili MBDA SPEAR-EW-3. Attualmente le configurazioni ECR/SEAD nella NATO che vanno per la maggiore prevedono l'uso del missile HARM o del suo successore AARGM. La configurazione proposta da Airbus quindi si distacca da quello che può essere considerato uno standard de facto nella NATO, e soprattutto non usa pod e armamento americano. O i tedeschi stanno prendendo le distanza dagli USA anche nel settore ECR/SEAD, oppure vogliono coprire con questa configurazione delle zone d'ombra non coperte dalle prestazioni dell'HARM/AARGM, oppure semplicemente il pod svedese e i missili MBDA sono ottimali per coprire missioni che HARM/AARGM non possono svolgere. Sinceramente mi aspettavo che prima o poi sarebbe stata presentata una configurazione ECR/SEAD del Typhoon, ma mi sarei aspettato in prima battuta una configurazione con il missile AARGM come sistema di attacco e non la configurazione presentata al TMB. Si noti che i tedeschi conoscono bene l'HARM avendolo integrato sui loro Tornado ECR/SEAD e che molto probabilmente lo sostituiranno con l'AARGM.
  8. zander

    Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

    Qui le slide di Airbus: https://www.airbus.com/content/dam/events/conference/tmb2019/TMB-Combat.pdf Un altro articolo sulla proposta di Airbus per la configurazione ECR/SEAD: http://psk.blog.24heures.ch/archive/2019/11/07/airbus-presente-l-eurofighter-t3- ecr - -868227.html Pare che la configurazione sarà offerta oltre che alla Svizzera, anche alla Finlandia. Il Tenente Colonnello della Luftwaffe Swen Jacob, comandante del 74 Tactical Air Wing a Neuberg in Germania, ha rilasciato qualche dichiarazione sulla recente esercitazione congiunta con 4 F-35 provenienti dalla Gran Bretagna: https://twitter.com/livefist/status/1191734093345632257
  9. Alla fine Bombardier ha venduto lo stabilimento di produzione di Belfast a Spirit Aerosystems per 1.1 miliardi di dollari. Lo stabilimento produce le ali dell'Airbus A220 e parti per l'Airbus A320neo e jet di Bombardier. Pare che non ci saranno riduzioni nello stabilimento, per la contentezza dei lavoratori. https://www.theguardian.com/business/2019/oct/31/bombardiers-belfast-factory-sold-to-spirit-in-850m-deal
  10. Oggi il parlamento britannico ha votato per indire elezioni generali il 12 dicembre 2019, altrimenti previste per il 2022, per sbloccare la situazione di impasse. L'UE ha concesso tempo fino al 31 gennaio ma adesso pretende che la Gran Bretagna indichi un commissario europeo, perché altrimenti si rischierebbe di bloccare la macchina burocratica dell'UE: non è consentito che un paese dell'unione rimanga senza commissario, anche se questi rimane in carica solo per poche settimane (fino al 31 gennaio 2020). I laburisti hanno approvato queste elezioni perché il governo, almeno a voce, ha garantito che una Brexit senza accordo sarà esclusa da ogni altra discussione con l'UE o all'interno del parlamento britannico. Intanto il partito conservatore ha riammesso tra le proprie fila 10 di quei 21 deputati che il mese scorso erano stati espulsi dal partito per aver violato le indicazioni del partito. Il ritardo sulla Brexit ha prodotto un piccolo effetto collaterale. Per festeggiare la Brexit il governo aveva commissionato delle monete commemorative da 50 centesime che riportavano la data di uscita dall'UE, ovvero 31 ottobre 2019. Ora dopo avere posticipato la Brexit, la Zecca di Stato sarà costretta a distruggere le monete ormai coniate per fonderne di nuove con la nuova data di uscita: 31 gennaio 2020. Ma aspettate... magari rimandano nuovamente la data? https://www.theguardian.com/politics/2019/oct/29/brexit-meltdown-50p-coins-with-31-october-date-to-be-recycled
  11. MTU punta i piedi nell'organizzazione dello sviluppo del motore dello FCAS. La Direction Générale de l'Armement (DGA), che è responsabile del programma FCAS, vuole che le responsabilità siano chiaramente definite, al fine di non ripetere gli errori del programma A400M, di cui MTU aveva responsabilità per i FADEC, ma MTU non accetta le proposte sul tavolo. Un contratto sarà firmato nel gennaio 2020, ma se i problemi persistessero, allora Francia e Germania continuerebbero il programma senza aspettare i motoristi. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/mtu-le-motoriste-allemand-qui-dit-nein-a-berlin-et-paris-831398.html
  12. Francia e Germania stanno appianando le divergenze per i progetti SCAF, MGCS e esportazione di materiale militare. Sullo SCAF i due paesi hanno raggiunto un accordo per lanciare un programma per studiare e sviluppare: piattaforma sistema di sistemi propulsione remote carrier (drone e missili) simulazione Dassault Aviation e Airbus hanno ribadito l'intenzione di volare nel 2026, per introdurre in servizio il velivolo nel 2035/2040. Esistono ancora delle divergenze sulla propulsione, con Safran e MTU su fronti opposti. Parigi e Berlino hanno firmato un accordo anche per il nuovo carro da combattimento MGCS e un contratto per lo sviluppo sarà firmato all'inizio dell'anno prossimo. Le industrie coinvolte sono Nexter, Krauss-Maffei Wegmann e Rheinmetall. Un accordo infine è stato trovato per le leggi sull'esportazione di materiale militare, in particolare a riguardo della presenza di componenti tedeschi su sistemi francesi. In un sistema in cui i componenti tedeschi sono al di sotto del 20% del sistema francese, i tedeschi non potranno opporre alcun veto all'esportazione. https://www.latribune.fr/entreprises-finance/industrie/aeronautique-defense/armement-accord-entre-paris-et-berlin-sur-le-scaf-le-mgcs-et-les-exportations-d-armes-830833.html https://www.air-cosmos.com/article/scaf-le-dmonstrateur-est-en-bonne-voie-21866
  13. Il governo britannico ha subito una nuova durissima sconfitta in parlamento, riunito in seduta straordinaria di sabato. L'ultima volta che il parlamento si riunì di sabato accadde per la guerra delle Falklands. Pochi giorni fa il governo e l'UE hanno firmato un nuovo accordo per l'uscita della Gran Bretagna dalla UE. Oggi il testo sarebbe stato sottoposto al voto del parlamento inglese. Ma prima di ciò il parlamento doveva votare il Letwin act, che chiede di ritardare di 3 mesi l'uscita dall'UE. Il parlamento ha votato e ha deciso che l'uscita dalla UE deve essere ritardata. La votazione dell'accordo quindi è stata sospesa e non sottoposta ai voti. Forse sarà votata tra pochi giorni. Ora il primo ministro si trova costretto a chiedere un estensione anche se in passato aveva affermato che mai e poi mai avrebbe chiesto un'estensione ("Preferisco essere trovato morto in un fosso...", così aveva affermato). Nel caso che non ottemperasse agli atti del parlamento, Johnson rischierebbe l'incriminazione, e considerando che ha un elevatissimo numero di nemici in parlamento, in molto sarebbero contenti di vederlo in galera. Pare però che il primo ministro invierà la lettera all'UE, anche se non la firmerà personalmente. Occorrerà vedere se l'UE accetterà una proroga alla Brexit. In passato la Commissione aveva affermato che l'avrebbe concessa solo a patto di importanti motivazioni, come elezioni generali o un nuovo referendum. Nel frattempo la prima ministra scozzese continua a fare dichiarazioni infuocate contro la Brexit e ha promesso un nuovo referendum sull'indipendenza per l'anno prossimo. Come ho scritto in passato gli scozzesi vogliono riproporre un incidente istituzionale simile a quello che avviene in Catalogna. Avete presente le immagini di questi giorni in Catalogna? https://www.theguardian.com/politics/2019/oct/15/nicola-sturgeon-to-demand-powers-for-2020-referendum Ma se i Britannici fossero chiamati ad un nuovo referendum, come si comporterebbero? Secondo un sondaggio da poco pubblicato dalla BBC, i britannici sono ancora divisi, ma fondamentalmente sono ancora dell'idea di uscire dall'UE. https://www.bbc.co.uk/news/uk-politics-50043549 Parliamo di industria. Pochi giorni fa 5 associazioni di industrie (settore aerospazio, auto, chimico, alimentare e chimico) hanno inviato una lettera al governo in cui avvisano il governo che in caso di no deal le conseguenze nei loro settori sarebbero allarmanti, e che risulta vitale mantenere stretti contatti con European Aviation Safety Agency European Chemical Agency European Medicines Agency. https://www.bbc.co.uk/news/business-50019069 https://www.bbc.co.uk/news/business-50008268 Nissan Europe ha ribadito che in caso di no deal, la produzione di auto in Gran Bretagna sarebbe insostenibile. https://www.bbc.co.uk/news/business-50000530 Complessivamente le 5 associazioni danno lavoro a 1,1 milioni di lavoratori britannici e movimentano quasi 100 miliardi di sterline all'anno. Poi si capisce perché alla fine Johnson sia sceso a compromessi e abbia firmato un accordo con l'UE (non troppo dissimile da quello di Theresa May). Brutte nuove dagli USA. Come sappiamo gli USA hanno imposto sanzioni contro i prodotti europei a causa di aiuti europei forniti ad Airbus. Johnson ha dichiarato di essere deluso, in quanto il Regno Unito è stato pesantemente colpito dalle sanzioni in quanto strettamente legato ad Airbus. Ma la Brexit non doveva garantire alla Gran Bretagna nuovi e vantaggiosi accordi con gli USA? Vatti a fidare di Trump... https://www.latribune.fr/economie/international/airbus-boris-johnson-decu-par-trump-qui-veut-taxer-le-whisky-entre-autres-produits-europeens-830284.html
  14. zander

    Considerazioni Armée de l'air

    55 anni di Forze Aeree Strategiche (FAS). http://www.defens-aero.com/2019/10/forces-aeriennes-strategiques-55-ans.html
×