Jump to content
Sign in to follow this  
Silvioriccia

le armi nucleari

secondo voi, dalla guerra fredda ad oggi in numero di bombe atomiche è aumentato o diminuito?  

55 members have voted

  1. 1. secondo voi, dalla guerra fredda ad oggi in numero di bombe atomiche è aumentato o diminuito?

    • Si
      28
    • No
      20
    • non so
      5


Recommended Posts

Secondo me il numero di testate è diminuito grazie ai trattati (Start ?) ma il progresso nell'elettronica forse le ha rese più precise e quindi più letali.

 

Inoltre prima si sapeva in che mani fossero ( più o meno) adesso sopratutto quelle ex sovietiche "girellano" non si sa bene dove

 

Insomma forse era meglio prima

Share this post


Link to post
Share on other sites
Secondo me il numero di testate è diminuito grazie ai trattati (Start ?) ma il progresso nell'elettronica forse le ha rese più precise e quindi più letali.

 

Inoltre prima si sapeva in che mani fossero ( più o meno) adesso sopratutto quelle ex sovietiche "girellano" non si sa bene dove

 

Insomma forse era meglio prima

E' vero la quantita delle testate sta diminuendo grazie ai trattati tra Russia ed USA.

Al inizio del 2007 la Russia aveva 3281 testate nucleari operativi. Nello stesso tempo gli USA avevano circa 4100 testate operativi. Secondo un'altro trattato tra Russia ed USA (Nann - Lugar) le testate nucleari russi smontellate vanno (sotto controllo americano) alla specialmente costruita fabbrica (in Siberia) dove il plutonio militare dopo essere sottomesso ad un trattamento particolare diventa combustibile per le centrali nucleari. Tutto questo combustibile comprano gli Stati Uniti per loro centrali nucleari (ad un prezzo molto basso). Quindi le testate nucleari dell'ex nemico riscaldano le case americane :rolleyes:

Da l'altro lato le testate nucleari smotellate degli Stati Uniti non vengono eliminati ma diventano "non operativi" e vanno nei depositi. Per farli operativi basterebbero ore o pochi giorni. Proprio su questo punto Putin nel famoso discorso a Monaco (10/02/07) ha chiesto pubblicamente a gli Stati Uniti (rivolgendosi al ministro Gates) di "non nascondre le testate smantellate sotto le coperte e cuscini" ma distruggerli come lo fa Russia.

Per quanto riguarda in che mani si trovano le testate russe - non c'e' nessun problema. Tutto sotto controlo. Anzi. Le favole del materiale fissile che sparisce dall'ex URSS e va in giro per il mondo e una balla che amano tanto i giornalisti ed Hollywood :thumbdown: Mentre unici materiali fissili in quantita pericolosa sono purtroppo spariti proprio da una centrale americana (una o due barre di combustibile). Ed in particolare erano intercettati proprio in Italia qualche hanno fa da SISMI. Si parlava tanto di quel episodio.

Insomma meglio ora che prima. Sono meno bombe e piu' controllo (si tratta chiaramente di USA e Russia) :rolleyes:

Edited by Siberia

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sondaggio non ha senso perchè grazie ai trattati si sa precisamente il numero di testate stoccate dalle grandi potenze.

Inoltre l'efficacia non è aumentata perchè le armi non vengono aggiornate e i vettori non subiscono lo sviluppo che hanno avuto negli anni della guerra fredda.

Share this post


Link to post
Share on other sites
.......Inoltre l'efficacia non è aumentata perchè le armi non vengono aggiornate e i vettori non subiscono lo sviluppo che hanno avuto negli anni della guerra fredda.

 

Sei sicuro? Dai uno sguardo al seguente link:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.php?showtopic=5600

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vabbè ci sta che ogni tanto si metta fuori un nuovo missile per rimpiazzare i precedenti, ma rispetto agli anni '80 siamo su un altro pianeta.

Infatti gli americani usano un missile che era considerato vecchio già negli anni '80 (il minuteman) e il Trident che non è proprio nuovoe i Russi hanno implementato il Topol e il Bulava fondamentalmente per l'inefficenza e l'obsolescenza dei vecchi missili di epoca sovietica, oltre che per un tentativo di standardizzazione.

Però, per fare un esempio, gli MX sono stati ritirati e il Midgeman non si è proprio fatto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

gli armamenti non diminuiranno mai

non e' nella natura umana andare d'accordo

purtroppo .......

speriamo sempre di avere c...

Share this post


Link to post
Share on other sites

infatti, "aumentato o diminuito si o no" se dico si può essere sia aumentato che diminuito lo stesso vale per il no.

Riformula meglio la domanda altrimenti i risultati del sondaggio saranno impossibili da interpretare.

 

cmq il numero di testate è diminuito ma molto poco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
cmq il numero di testate è diminuito ma molto poco.

 

No, è diminuito, e tantissimo.

 

Facciamo qualche esempio.

 

La forza ICBM americana è diminuita da circa 1.100 missili dei tipi Minuteman II, Minuteman III e MX, ciascuno con un numero di testate che variava da un minimo di 3 a un massimo di 10, a meno di 500 missili Minuteman III a testata singola.

Siamo passati, cioè, da oltre 3000 testate a 500.

 

L'USAF ha ormai ritirato tutte le bombe nucleari diverse dalla B-61. Parliamo di migliaia di ordigni.

Parimenti ha ritirato tutti i missili AGM-69 e AGM-129, anche in questo caso parliamo di quasi 2000 pezzi.

Sono rimasti solo un migliaio di ALCM, buona parte dei quali vengono convertiti per l'utilizzo convenzionale.

 

Tutte le armi tattiche imbarcate sulle navi e sottomarini e portaerei americani sono state ritirate: migliaia di ordigni.

Tutte le armi tattiche in Europa sono state ritirate (forse sono rimaste poche decine di bombe B-61, peraltro senza innesco).

 

L'Inghilterra ha radiato tutte le sue armi nucleari tranni i missili Trident per gli SSBN.

La Francia ha fatto altrettanto e ha lasciato solo gli SSSBN e un pugno di ASMP.

 

La Russia è passata da una forza di 1300 ICBM a meno di 500 missili.

La sua imponente forza di SSBN è stata ridotta a mezza dozzina di battelli.

 

Nel 1990 gli USA disponevano di circa 23.000 testate nucleari, oggi sono meno di 10.000, gran parte delle quali sono in deposito in attesa di essere smantellate.

Nel 1990 l'URSS disponeva di oltre 35.000 testate oggi ridotte anch'esse a meno di 10.000, gran parte delle quali in attesa di smantellamento.

 

Si ritiene che nei prossimi anni i livelli si abbasseranno ancora, gli USA e l'URSS manterranno circa 2000 testate ciascuno, di cui un 25 % costituito da bombe e il restante 75% costituito da SLBM e ICBM.

 

Direi quindi che la diminuzione del numero di testate è evidente e netta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
....

La sua imponente forza di SSBN è stata ridotta a mezza dozzina di battelli.

...

 

Accidenti, non pensavo ad una riduzione simile! Ma è ancora funzionale come deterrenza, con così pochi SSBN, per quanto possano avere missili a testate multiple? Gli USA quanti ne hanno mantenuti?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli USA hanno 14 Ohio; qualcuno mi corregga se sbaglio, non ne ho la certezza ma so che sono stati obbligati a riconvertire in SSGN 4 dei loro 18 SSBN per via dei trattati.

 

Una manciata di B-61 sono anche in Italia, sono le atomiche dual key destinate nella remota ipotesi di guerra nucleare ad essere impiegate dalla nostra aeronautica per colpire nostri obiettivi dopo aver avuto luce verde dai due governi (la dual key consiste nel fatto che la bomba è americana mente il vettore è italiano).

Il nome tecnico dell'accordo, se non sbaglio, è NATO Nuclear Sharing.

 

EDIT: situazione SSBN al 2007 e al 2015 (tra parentesi in caso di cambiamenti)

 

Russia: 2 Typhoon, 6 Delta IV e 4 Delta III ( 6 Borei e 6 Delta IV)

USA: 14 Ohio

GB: 4 Vanguard

FR: 3 Le Triomphant (il quarto e ultimo della classe entrerà a breve in servizio)

Cina: 1 Jin (o 2 o 3 a seconda delle fonti) e 1 Xia (4 Jin)

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non conosco bene gli arsenali atomici di USA e Russia però conosco abbastanza bene quello Britannico e Francese, il primo da quello che sò diminuirà le testate da 200 a 160 poco più, poco meno diminuendo anche il numero di SSBN da 4 a 3, quello francese invece attualmente si aggira sulle 350 testate che verranno ridotte di poco da quello che ho capito leggendo quello che Sarkozy recentemente ha detto, il numero di SSBN rimarrà invariato e verranno mantenuti quella sessantina di aerei armati di missili ASMP di nuova generazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una manciata di B-61 sono anche in Italia, sono le atomiche dual key destinate nella remota ipotesi di guerra nucleare ad essere impiegate dalla nostra aeronautica per colpire nostri obiettivi dopo aver avuto luce verde dai due governi (la dual key consiste nel fatto che la bomba è americana mente il vettore è italiano).

Il nome tecnico dell'accordo, se non sbaglio, è NATO Nuclear Sharing.

 

A me pareva che l'accordo si chiamasse Stone Axe , o qualcosa del genere ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il problema è che USA Russia GB e Francia diminuiscono gli arsenali.Al contrario Pakistan, India,Iran,Corea del Nord e Cina fanno di tutto per aumentare o avere armi atomiche. E dato che i governanti di questi ultimi sono dotati di scarsa intelligenza io mi preoccuperei molto della diminuzione della capacità di deterrenza dei primi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno aveva creato su it.wiki una pagina chiamata Stone Axe, descrivendo l'accordo e lanciandosi poi in una lunga accusa contro USA, Italia e Nato per non avere rispettato il trattato di non proliferazione e per nascondere alla gente il fatto che l'Italia è una potenza nucleare. Io mi sono limitato a cancellare questo punto e a riscrivere la conclusione e, cosa strana, l'hanno lasciato. Ormai è più di un anno che c'è quella mia frase su wiki:

Dal punto di vista legale, ciò non rende l'Italia una vera e propria Potenza Nucleare, non potendo decidere autonomamente l'impiego delle stesse e non la pone in violazione con il Trattato di non proliferazione nucleare; ogni paese firmatario del tnp aveva il diritto infatti di aggiungere delle note in calce al trattato stesso, che legalmente hanno il valore di clausole vincolanti; oltre a inutili dichiarazioni generali l'Italia ha aggiunto la seguente nota: " 6. Prende atto della piena compatibilità del Trattato con gli impegni di sicurezza esistenti; " al fine di conciliare le esigenze di Difesa Nazionale con il trattato stesso.

Che in effetti non si accorda molto con quello che c'è scritto sopra

 

Dai una occhiata a en.wiki che c'è il vero nome "Nuclear sharing"

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites
EDIT: situazione SSBN al 2007 e al 2015 (tra parentesi in caso di cambiamenti)

Russia: 2 Typhoon, 6 Delta IV e 4 Delta III ( 6 Borei e 6 Delta IV)

 

Sì, io detto mezza dozzina perchè in realtà dei 6 Delta IV ce ne sono in media 3 sottoposti a lavori di manutenzione.

Dei 2 Typhoon citati solo 1 è realmente operativo e viene usato solo per i test di nuovi sistemi missilistici.

I Delta III sono quasi tutti non operativi.

 

Infatti in tutto il 2007 solo 3 (TRE) SSBN sono usciti in missione operativa di pattugliamento.

 

Se confrontiamo con gli oltre sessanta SSBN operativi prima del collasso dell'URSS...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest intruder
il disarmo è tutto un bluff?

 

 

Il numero delle testate nucleari è diminiuito e di molto. Le bombe ex sovietiche non credo stiano girando chissà dove, senza i codici di lancio sono solo un pezzo di metallo e comunque sarebbero già state usate. Circa la Corea del Nord qualcuno ha espresso dubbi che abbia veramente la bomba atomica, secondo alcuni analisti avrebbero fatto saltare 3-500 tons di ciclonite in una caverna e poi liberato nell'atmosfera degli isotopi radioattivi perché venissero rilevati dai ricognitori americani, tutto per avere un peso al tavolo delle trattative. Non so se sia vero, ma anche chi sostiene che Kim ha la bomba pensa ne abbia proprio una sola, al massimo due o tre, quindi non è un grosso pericolo. Il pericolo è l'Iran, in questo momento, o sbaglio?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il problema è che USA Russia GB e Francia diminuiscono gli arsenali.Al contrario Pakistan, India,Iran,Corea del Nord e Cina fanno di tutto per aumentare o avere armi atomiche. E dato che i governanti di questi ultimi sono dotati di scarsa intelligenza io mi preoccuperei molto della diminuzione della capacità di deterrenza dei primi.

 

capisco la preoccupazione ma mi pare esagerata; pur considerando che gli Usa e la Russia hanno diminuito e diminuiscono i loro arsenali mi pare che sopravanzino tuttora ampiamente gli altri paesi, quindi la capacità di deterrenza non la vedo intaccata anche nel futuro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora, parlando chiari: l'unico motivo per cui in Europa non è stata combattuta una terza guerra mondiale sono state le armi nucleari. Quindi tutta questa voglia di disarmo totale mi pare molto ingenua visto che, de facto, sono state il più potente strumento di pace degli ultimi 50 anni. Sono un fattore di equilibrio importantissimo per evitare che paesi importanti si facciano guerra tra loro.

Se poi colleghiamo questo con il nuovo scudo americano,.. beh il discorso diventa lunghissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se poi colleghiamo questo con il nuovo scudo americano,.. beh il discorso diventa lunghissimo.

Gli USA sviluppano lo scudo e la Russia i nuovi Topol-M e Bulava che mi sà sono già predisposti a evitarlo. Lo scudo ha molto più senso nel rispetto a staterelli impazziti (ogni riferimento è cercato :asd:)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il problema è che USA Russia GB e Francia diminuiscono gli arsenali.Al contrario Pakistan, India,Iran,Corea del Nord e Cina fanno di tutto per aumentare o avere armi atomiche. E dato che i governanti di questi ultimi sono dotati di scarsa intelligenza io mi preoccuperei molto della diminuzione della capacità di deterrenza dei primi.

Penso che più di 4000 testate fra USA e Russia, siano abbondantementi sufficienti nel trasformare Pakistan, India, Iran, Corea e Cina in un unico immenso grande parcheggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Penso che più di 4000 testate fra USA e Russia, siano abbondantementi sufficienti nel trasformare Pakistan, India, Iran, Corea e Cina in un unico immenso grande parcheggio.

 

 

Peccato che dopo aver trasformato quel territorio in un unico grande parcheggio anche il resto del globo si trasformerebbe in un unico grande pianeta senza più forme di vita... al massimo qualche mutante in giro di qua e di la

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sopravvalutare gli effetti delle armi nucleari, abbiamo alle spalle troppi film apocalittici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×