Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 07/08/2020 in all areas

  1. 4 likes
    Credo ancora ai tempi in cui il direttore era Nativi (ma comunque anni fa) si leggeva in un vecchio articolo sui progetti avanzati americani che, grazie a programmi black molta roba volava da tempo senza che se ne sapesse nulla su capacità e ruoli. Nel caso del B-21 posso immaginare si siano finanziati vari progetti di ricerca e sviluppo che hanno portato alla realizzazione di qualche dimostratore in scala ridotta. Non è però detto che a beneficiarne sia stata necessariamente solo Northrop Grumman che poi alla fine si è vista assegnare il contratto.
  2. 2 likes
    https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3732.html Sinceramente questa me l'ero persa. Sapevo che gli Austriaci non fossero soddisfatti dell'EF-2000, non che lo avessero ritirato nel 2017...
  3. 2 likes
    https://www.flightglobal.com/farnborough-2020/why-boeing-thinks-f-15ex-will-help-it-win-the-digital-century-series-fighter-programme/139315.article Boeing batte il chiodo finchè è caldo sul costo più basso per ora di volo degli F-15EX rispetto all'F-35. Ecco, poi magari al conto non ci aggiungono il costo per ora di volo degli E/A-18G che li devono scortare perché i radar li vedono a chilometri distanza, ma fa niente… Poi la si butta sulla digitalizzazione dei componenti di un velivolo nato quando Catia non si sapeva manco cosa fosse e che ora consente precisione e apre la strada a nuove opzioni produttive e manutentive. Poco male se queste cose sono il minimo sindacale per un velivolo di questo secolo... Tutto bello, poi però, non si capisce come mai alla Boeing si siano dimenticati da qualche decennio come si faccia un F-15 monoposto... A quanto pare servirebbe troppo tempo e non c'è digitalizzazione che tenga...Non sia mai che glielo si chieda di togliere un seggiolino e di rimettere il vecchio canopy di cinquant'anni fa: ultimamente le modifiche apparentemente semplici sembrano creare problemi apocalittici (KC-46 docet). Si fanno aerei monoposto senza manco una variante da addestramento e si parla sempre più spesso di velivoli senza pilota o optionally manned, ma qui è una figata se si fa volare un biposto con un solo pilota...in attesa ci si metta il secondo se e quando gli si farà controllare dei loyal wingman.
  4. 2 likes
    Quella è soltanto un'ipotesi della redazione di RID ... Se, però, vi fosse qualcosa di vero ... bisognerebbe allora tornare a quegli avvistamenti avvenuti nel Kansas poco più di sei anni fa ... ... theaviationist.com ... https://theaviationist.com/2014/04/23/two-different-black-projects/ ... Di che si trattava ... velivoli dimostratori in scala ridotta del B-21 o cos'altro ... nuovi droni? Chissà ... gli Americani, quando vogliono, sanno mantenere i loro segreti ... P.S. ... Flaggy mi ha battuto sul tempo ...
  5. 1 like
    Si vabbè, per carità, numeri, costi e prestazioni non sono certo il punto forte del Rafale, ma l’esperto russo (che ovviamente tira acqua al suo mulino e preferisce che l’India compri Su-30 invece che Rafale...) dovrebbe sapere che a mach 2.2 gli aerei russi e le loro copie cinesi col cavolo che ci arrivano in configurazione armata. Dovrebbe poi sapere che il Rafale indiano ha un radar AESA e non PESA, una traccia radar bassa abbinata a contromisure piuttosto sofisticate e missili Meteor che sono meglio di certi sigaroni russi che se la sono vista male anche con gli AIM-120 (e proprio gli indiani ne sanno qualcosa...). Della serie certi vagoni volanti potrebbero venire aperti in due in aria prima che i loro piloti possano pensare di fare qualcosa...
  6. 1 like
    Fesserie anche no. Diciamo che anche i motori, che sono ancor più delicati, possono aspirare un bel po’ di schifezze e saranno dotati di separatori di particelle per evitare di cucinarle e di farle attaccare a qualche componente del core come successe a molti mezzi impiegati per esempio durante Desert Storm. Certamente tutti quei cinematismi restano invece esposti. Non è che sotto un’automobile e nella zona delle sospensioni ci sia 'sta gran pulizia, eppure là sotto si trovano cuscinetti, boccole, ammortizzatori e compagnia cantante. Con le dovute protezioni e guarnizioni lì non succede un granchè, perchè sono componenti pensati per subire quel trattamento e come minimo sporcarsi. Similmente immagino che nel Valor questi inconvenienti siano stati contemplati, anche se è fuor di dubbio che non è che ci sia tutta questa grande esperienza con questo tipo di applicazioni, da cui possono derivare problemi imprevisti in condizioni spartane, che sono tutt’altro che infrequenti se si pensa che il mezzo deve sostituire un mulo come il Blackhawk...mica operare da piste pavimentate alla perfezione. Da vedere come sarà la configurazione finale in caso di produzione, ma penso comunque si preveda un’ispezione ed eventualmente una pulizia specifica. E’ però fuor di dubbio che se da un lato l’Osprey ruotando anche i motori assieme ai rotori aggiungeva altre problematiche (come quella di cucinare i ponti delle navi e garantire ai motori in verticale la corretta alimentazione e lubrificazione), almeno non esponeva tutta quella roba, che marari sarà persino accessibile e pulibile dai manutentori, ma anche accessibile e sporcabile da tutto quello che viene sollevato dai due rotori. Questi faranno finchè si vuole meno disastri di quelli del V-22, ma sono pur sempre più piccoli e più caricati di quelli di un elicottero. Se penso poi ad elicotteri come il Mangusta in cui i cinematismi del rotore sono nascosti dentro il mozzo cavo che li protegge anche dai colpi nemici, non posso non notare che qui siamo ad anni luce da simili precauzioni... In tutta sincerità non è che la soluzione Bell mi faccia impazzire... In sostanza il Valor sembra più un aereo che decolla e atterra verticalmente e come tale ha bisogno di una pesante trasformazione per adattarlo alla configurazione elicottero, che però appare, quanto meno visivamente, come qualcosa di transitorio. Il punto è che non so quanto possa essere transitorio il volare a bassa velocità e a bassa quota o l’hovering per questo tipo di mezzi... Il concorrente Defiant è invece più simile ad un elicottero e l’unica trasformazione è innestare o meno il rotore di coda. E' certamente più lento, ma forse più robusto e flessibile. Concettualmente è più semplice e mi piace di più, anche se pure qui non è che mi faccia impazzire lo sfruttamento dello spazio interno in cui trasmissione, carrello e serbatoi rubano posto alla cabina che è tutta avanti. Provo a sbilanciarmi azzardando che vincerà il Defiant?
  7. 1 like
    "Space Force" ... si va a rilento ... ... airforcemag.com ... Slow Going for Space Force Acquisition Reform ...
  8. 1 like
    Questo video mi pare ci fosse sfuggito...
  9. 1 like
    Ulteriori dettagli vengono forniti da "The Aviationist" ... compresa una dichiarazione del CSM AMI circa i rapporti con la MM ... ... https://theaviationist.com/2020/07/31/italian-air-force-f-35b-makes-official-debut-during-expeditionary-proof-of-concept-exercise/ ... Anche il sito dell'AMI riporta la notizia ... http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/Pagine/pantelleria.aspx ...
  10. 1 like
    Appena arrivato l'F-35B in AMI ci tengono a farlo operare da piste corte. https://video.lastampa.it/cronaca/a-pantelleria-l-esercitazione-dell-f-35b-stolv-lo-speciale-aereo-a-decollo-e-atterraggio-verticale/117779/117798 Pantelleria ha due piste, nemmeno cortissime a dire il vero (1300 e 2000m) e non sono in mezzo al nulla, ma Rosso ricorda i Tornado imbucati ad Al Dafra. Dopo trent'anni brucia ancora... Non so se faccia più strano che l'Italia arrivi sempre per ultima e che l'AMI si ritrovi i "parcheggi" occupati o che questa si prenda l'F-35B per parcheggiarlo dove gli altri non possono... Fermo restando che gli aeroporti sono quelli che sono quando una coalizione deve piazzare decine di aerei in zona di operazioni, potrebbe sembrare la tecnologia posta come toppa alla politica... Ma la toppa è meglo o peggio del buco? Chissà che risponderebbero quelli della MM...
  11. 1 like
    Segni premonitori della fine del mondo ... ... defensenews.com ... Greece orders 50 Turkish drones ... ... ...
  12. 1 like
    Parlando dello U-2 più genericamente ... La NASA ha pubblicato, giusto cinque anni fa, una storia del velivolo scaricabile anche in PDF ... ... nasa.gov ..... Unlimited Horizons: Design and Development of the U-2 ...
  13. 1 like
    Una storia di guerra ... Ovvero ... quando l'equipaggio di un F-14 precipitato in Irak si trovò al centro di una complicata vicenda che vide la messa in campo, per i soccorsi, di una considerevole quantità di risorse in cielo, in terra e nello spazio ... ... thespacereview.com ... https://www.thespacereview.com/article/3994/1 ...
  14. 1 like
    Nuovo video rilasciato da Bell. Da notare il lancio di droni dalle stive, oscurate nel video!! (ci risiamo: già Bell aveva cancellato dalle immagini parti meccaniche delle gondole del V-280...) e il rotore particolarmente compatto per rispondere al requisito di penetrare in ambienti urbani.
  15. 1 like
    Non cambiano : è l'acronimo in sè che non è del tutto preciso : https://en.wiktionary.org/wiki/CONUS
  16. 1 like
    se poni una domanda del genere... evidentemente non hai affatto letto tutte le 36 pagine della discussione.
  17. 1 like
    Il tettuccio dell’F-15 monoposto è effettivamente molto lungo e dietro il pilota da l’accesso a un vano avionico che contiene in particolare l’hardware del sistema di guerra elettronica AN/ALQ-135, che nello Strike Eagle, causa presenza del sedile aggiuntivo occupato dal WSO, trova posto un po’ più indietro (praticamente sotto l’aerofreno dorsale) a scapito delle dimensioni del tamburo portamunizioni del Vulcan da 20mm (che contiene 500 colpi invece di 940) e di qualche litro di carburante (ampiamente compensato da quello contenuto nei fast pack). Nonostante questo i due tettucci non sono intercambiabili, perché quello più bombato del biposto è seguito da una diversa conformazione della fusoliera proprio nella zona in cui ci sono le cerniere del tettuccio stesso. Poiché le cerniere sono leggermente più in alto, anche l’ordinata di fusoliera cui sono fissate sarà diversa. La differenza dietro al tettuccio è evidente nelle due immagini sotto, riprese da angolazione molto simile. La mancata intercambiabilità degli elementi strutturali e dei pannelli limitrofi non è che renda comunque impossibile la soluzione monoposto. Semplicemente tutti questi componenti, comunque già progettati 50 anni fa, non sono più in produzione, come non è in produzione il vecchio tamburo portamunizioni o tutti i cablaggi e la componentistica abbinata alla vecchia posizione del vano avionico. Non parliamo poi del nuovo fly by wire inaugurato sugli F-15 per i paesi arabi e che è pensato per una certa aerodinamica e distribuzione di pesi. Non sia mai che qualcuno debba giochicchiare col software per aggiustare il tutto... Ribadisco: nulla di impossibile. Semplicemente però tutta 'sta roba non è in produzione e non si vuole spendere un centesimo per implementarla (di nuovo...), visto che finora tutti cercavano un cacciabombardiere biposto e l’F-15EX (pur come caccia usato con un solo pilota), è un economico (si fa per dire...) tappabuchi che deve arrivare il prima possibile, con seggiolino per il fantasma della nonna del pilota e scatole nere che riducono munizioni e carburante piazzate esattamente dove sono ora. Fosse poi la prima volta che si usano costosissime "zavorre": vogliamo parlare di quando la RAF aveva pensato di togliere il cannone dai Typhoon per risparmiare qualche euro, salvo poi accorgersi che per non spendere soldi a riprogrammare il fly by wire o a riposizionare qualche cosa per compensare lo squilibrio che si sarebbe creato, avrebbero dovuto metterci al suo posto delle zavorre? Alla fine la soluzione più veloce che hanno trovato è stata di lasciare il cannone al suo posto...di zavorra. Mettiamola così: sicuramente all'USAF sono ottimisti e pragmatici. Quando finalmente arriverà il caccia di sesta generazione e/o tanti bei droni da controllare, questi (sempre più indistruttibili) nuovi F-15 avranno ancora molte ore di volo disponibili e saranno comunque piattaforme utilizzabili per qualcosa, grazie all'intrinseca flessibilità.
  18. 1 like
    USS Tresher ... a partire da Settembre dovrebbe iniziare la pubblicazione di documenti relativi al disastro del 1963 fino ad ora secretati ... ... news.usni.org ... https://news.usni.org/2020/07/22/first-round-of-declassified-uss-thresher-documents-expected-in-september ...
  19. 1 like
    USS Bonhomme Richard ... dal sito dell'USNI ... Assegnato un contratto ... https://news.usni.org/2020/07/22/nassco-awarded-10m-for-uss-bonhomme-richard-clean-up-cno-praises-firefighter-response ... NCIS (con un team ATF) ed altre commissioni d'inchiesta indagano ... https://news.usni.org/2020/07/24/atf-team-assisting-in-uss-bonhomme-richard-fire-investigation-rear-adm-byrne-to-lead-safety-investigation-board ...
  20. 1 like
    E si ... pare proprio di si ....
  21. 1 like
    2 Giorni di ritardo... Pinto, siamo distratti?
  22. 1 like
    https://nationalinterest.org/blog/reboot/ten-reasons-why-f-35-remains-worlds-dominant-stealth-fighter-163723 Segnalo questo articolo, non tanto per la testata (che non è che mi faccia impazzire per i toni spesso troppo sensazionalistici), quanto per lo spunto di riflessione. Fermo restando il continuo calo del costo di acquisto e la necessità dei velivoli legacy di un maggior supporto da parte dei cosiddetti moltiplicatori di forze per ottenere lo stesso risultato, da evidenziare questa volta un altro punto in merito al costo per ora di volo. Quando si dice che aerei come l’F-18E, l'F-16C o l’F-15EX hanno un costo orario di gran lunga inferiore, siamo sicuri di non confrontare mele con pere? Il vecchio adagio dice che quello che non c'è non si rompe. Certo, se si rompe un pod si fa presto a cambiarlo, ma non è che quello sostituito si ripari da solo...
  23. 1 like
    Ne parla anche FlightGlobal ...
  24. 1 like
    Il trailer è in inglese e i sottotitoli in italiano sono mal tradotti ... a quanto pare vi sono parecchi effetti speciali e, sulla 'vela' del sommergibile sono riuscito a intravvedere una testa di lupo stilizzata ... E' cosa non insolita che sui veri battelli subacquei tedeschi apparisse tale genere di 'illustrazione' ... Può darsi valga la pena di vedere il film per intero ...
  25. 1 like
    Il trailer ... https://www.youtube.com/watch?v=2K-lnKaENmw
  26. 1 like
    Dipende (magari anche dalla mia ruggine…). Se per mantenere l’assetto iniziale il pilota deve tirare a se la barra, una volta rilasciata l’equilibratore tende ad allinearsi al flusso che lo investe ruotando verso il basso rispetto a prima. A quel punto l’angolo di incidenza si riduce e il velivolo perde quota, ma ne contempo tende ad acquisire velocità che può portare a un nuovo equilibrio a quota inferiore e velocità maggiore di quella iniziale, con delle oscillazioni di velocità e quota intorno al nuovo punto di equilibrio che si smorzano in breve tempo. Al contrario, se per mantenere l’assetto originario il pilota deve spingere la barra, una volta che questa viene rilasciata l’equilibratore tende ad allinearsi al flusso d’aria ruotando verso l’alto rispetto alla posizione in cui lo manteneva il pilota. A quel punto l’angolo di incidenza aumenta e il velivolo guadagna quota, ma tende a perdere velocità finché raggiunge a un nuovo equilibrio a quota maggiore e velocità inferiore. Tutto ciò se il velivolo e dinamicamente stabile come di norma è, altrimenti se è a stabilità dinamica neutra si ritroverebbe ad oscillare con ampiezza costante intorno alla condizione di equilibrio statico, o peggio, in caso di velivolo dinamicamente instabile, le oscillazioni intorno alla posizione di equilibrio statico andranno aumentando in ampiezza nel tempo, col velivolo che si ritroverebbe in una successione di picchiate e cabrate sempre più ampie.
  27. 1 like
    in realtà, il taglio, che comprenderà anche un sacco di altre cose, tra cui un buono numero dei nuovi ACV, rientra nella nuova dottrina Berger, che è proprio rivolta alla Cina. il corpo dovrebbe diventare un'unità iper-specializzata nella creazione di bolle anti-A2/AD, puntando quasi tutto su sistemi unmanned e missili anti-nave basati a terra. resta il dubbio di avere un'intera forza armata volta ad un solo scopo, tralasciando una serie di "problemucci" ancora da risolvere con questa genialata. https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3520_pubb,2_npp,4_npag,27.html
  28. 1 like
    la follia di Berger continua. saranno lacrime e sangue quando vorranno riacquisire la specialità. https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3692.html?fbclid=IwAR2AeFQYvHrXWZM2n10jsVwbhUxNctI0kEV0uhBXU1qtjueO6nzLcRYAc1s
  29. 1 like
    Passaggi che dovrebbero tenere ben a mente gli immancabili estimatori del vintage quando propongono di acquistare velivoli di quarta generazione ogni volta che quelli di quinta hanno problemi di costi o di affidabilità. Qui manco parliamo di Silent Eagle e comunque a tenere aggiornati certi dinosauri e tutto il loro immancabile carrozzone di sistemi e velivoli di supporto, si spende comunque un botto di soldi, ma si ottengono risultati discutibili, tanto che il destinatario (l'USAF) manco li aveva chiesti...
  30. 1 like
    Un articolo riassuntivo della situazione : https://formiche.net/2020/07/russia-scramble-difesa-f-35-islanda/
  31. 1 like
    Alfin la coccarda : https://www.blogbeforeflight.net/2020/07/leonardo-m345-italian-air-force-livery.html Presumo che andrà a Pratica di mare . p.s. : davanti alla matricola , cosa significa la scritta CSX al posto della tradizionale MM ?
  32. 1 like
    Nel frattempo ... il Giappone ha ricevuto l'autorizzazione all'acquisto di 105 F-35 ... Da FlightGlobal ... (*) ... dsca.mil ... JAPAN – F-35 JOINT STRIKE FIGHTER AIRCRAFT ...
  33. 1 like
    Dirottati 20 milioni da ricerca e sviluppo al procurement. La Cina metta fretta? https://www.portaledifesa.it/index~phppag,3_id,3674.html https://www.defensenews.com/air/2020/07/02/house-slides-money-into-b-21-bomber-procurement-account/
  34. 1 like
    I politici italiani… Quelli di oggi sono solo l’involuzione di quelli di ieri: nella migliore delle ipotesi non si rendono conto di parlare di cose oltre la loro portata. Nella peggiore sono figli del qualunquismo, del populismo e dell’opportunismo social in cui cercare facile consenso. Guai per loro sostenere posizioni impopolari: meglio emettere fuffa alle ricorrenze o adeguarsi al credo imperante. La Verità però non è democratica e non risponde ai sondaggi e nemmeno al giornalismo d’inchiesta che la fa fuori dal vaso. La Verità dovrebbe poter emergere, ma in questa vicenda è stata calpestata e umiliata fin dal modo in cui si sono condotte le indagini e ormai se n’è creata una parallela decenni fa, tutt’altro che univoca: più che altro è un’idra con cento teste…buona solo a produrre ciarpame mediatico. Per i quarant’anni poi... In un mondo in cui imperversa l’idiozia terrapiattista e si da voce alla paranoia complottista di ogni ordine e grado, è letteralmente impossibile cavare un ragno dal buco, un buco ormai così grosso che quel ridicolo video del Corriere (sempre in prima linea a soffiare sul fuoco del complotto) ci infila come dato di fatto aerei italiani, francesi, belgi, americani e libici, coi trasponder spenti…Come se spegnere il trasponder facesse sparire dai radar primari mezza NATO in volo… Dopo quarant’anni a stupidità si aggiunge stupidità. I “nuovi” elementi sarebbero aerei da caccia francesi che percorrono la rotta incriminata 6 mesi prima dei fatti…ad avvalorare le affermazioni di Cossiga che parlava di un missile francese. Anche l’ultimo degli investigatori sa che dovrebbe collocare l’assassino sul luogo del delitto, il giorno del delitto e non 6 mesi prima e dovrebbe ricordare che il credibilissimo Cossiga non solo aveva parlato di un missile francese, ma di un ridicolo missile a “risonanza” francese (eh si, un fantamissile che non lascia tracce!)… Passi inventarsi una battaglia aerea, ma anche le armi con cui combatterla… Oggi, dopo sentenze che rinnegano altre sentenze passate in giudicato, non si può certo dire: “scusate tanto, ci siamo sbagliati” e si chiede candidamente ad altri paesi di aiutarci a trovare le prove per la nostra storia, come se potessero esserci le prove di qualcosa che le perizie tecniche delle sentenze rinnegate hanno smontato e bollato come spazzatura… E’ come se continuassimo a chiedere e a chiederci di che calibro fosse la pistola, chi la impugnasse e perché abbia sparato, noncuranti del fatto che l’anatomopatologo abbia detto che la vittima sia morta per una coltellata… Fessi che nuotano in un mare di fesserie, che la serietà il povero Taylor provò a svuotare con la forza della ragione nella sua perizia e che l’onda di irrazionalità che cavalcano i politici non potrà altro che continuare a riempire. E come biasimarli? In un incivolo ci sono sempre molteplici fattori a costituire una catena di eventi. Qui purtroppo la magistratura in 40 anni non è stata capace di ricostruirla in modo ineccepibile e univoco. La legge dei grandi numeri ci dice che in centinaia di velivoli caduti possa esserci qualche episodio che resta oscuro (specie se ci mette lo zampino l’incompetenza) e fra questi una piccola (piccolissima) parte lascia le porte aperte al complottismo più becero e arrogante. Succede. E’ successo. Fortunatamente non capita spesso, sperabilmente qui in Italia non capiterà più. E’ però una speranza riposta nella statistica, non certo nella razionalità…
  35. 1 like
    Intanto ... la Royal Air Force ... https://twitter.com/Chf_Eng_Air/status/1276625067951173637
  36. 1 like
    Dopo le foto che lo ritraevano ancora con il primer, un video e alcune immagini in cui compare il primo velivolo di serie con una nuova livrea. https://www.youtube.com/watch?v=voCoorxyWqA Qui è ancora più evidente il nuovo carrello e come fosse decisamente più sgraziato sul velivolo originario S-211/M311 (qui sotto proprio il CPX619 che verrà poi modificato con il nuovo musetto, le nuove prese d'aria e il nuovo motore come prototipo del M-345 HET). Ma il CPX624 non è nemmeno solo, perchè a ottobre si era fatto vedere anche il CSX 55233.
  37. 1 like
    Una mappa della missione recentemente declassificata ...
  38. 1 like
    Ancora più incasinato... 55 TR4 rimpiazzano i Tornado nelle missioni convenzionali (ECR a parte che sono rimpiazzati dai Growler) e 38 rimpiazzano i vetuperati TR1 (che vuol dire? guai a mettegli bombe sotto le ali? Boh). Quanto alle missioni "speciali" c'è il piccolo detteglio che mi pare nemmeno il SH essere al momento abilitato all'impiego di armamento nucleare (la US Navy le armi nucleari le dovrebbe aver sbarcate dalle portaerei), come non lo era l'EF-2000 e come invece lo sarebbe stato tra un po' l'F-35. Casini alla tedesca...
  39. 1 like
    Non c'è che dire ... è immortale ... ... flightglobal.com ... U-2 spyplane fleet gets new high-powered camera ... (*) ... news.lockheedmartin.com ... U.S. Air Force, Lockheed Martin, Collins Aerospace Complete U-2 SYERS-2C Upgrades, Enhancing The Dragon Lady's Imaging Capability ...
  40. 1 like
    Un video più breve del precedente da cui ricavare le immagini incriminate direi potrebbe essere questo. Intorno al minuto 0:30 si vede che il drone non ha bisogno di prese d'aria perchè si direbbe avere 2 motori a razzo (presumo a combustibile liquido) e probabilmente non ha problemi di autonomia dovuti alle dimensioni perchè quelli sul dorso si direbbero gli agganci a un pilone di un aereo madre. Poi però il carrello di atterraggio dovrebbe farci supporre che abbia carburante sufficiente per farlo tornare a terra... Mah. https://imgur.com/6aTFnPf Già più simile a quella dell'X-45A, ma non disquisirei più di tanto della maggiore o minore evoluzione sulla base della presenza o meno di un dente sul labbro superiore che compare più che altro quando la sommità è del velivolo è appiattita. Comunque anche secondo Flightglobal questo Sharp Sword è un mokeup. Il DF-17 come dice anche Flightglobal (l'hai letto l'articolo poco sopra?!) è praticamente un missile balistico a due stadi, con il secondo stadio costituito da un velivolo planante che viene rilasciato a quota e velocità tali per cui bastano le pinne pur presenti a manovrare e a farlo piombare sul bersaglio a velocità ipersonica anche senza motore.
  41. 1 like
    Alcune armi interessanti alla parata. 1. UAV supersonico ad alta quota da ricognizione 2. UAV stealth flying wing 3. Missile ipersonico ad media gittata 4. Nuovo missile intercontinentale DF-41
  42. 1 like
    Credo che ragionare sul fatto che l'orario preciso faccia supporre (senza certezza però) un congegno a tempo non debba condurre necessariamente a 'sti pipponi. Il ritardo, più che normale sui velivoli di linea in ogni epoca, ma non facilmente prevedibile, con questi presupposti fa anche ipotizzare che chi l'ha messa non volesse far esplodere il velivolo in volo in mezzo al nulla, ma a Palermo, senza causare vittime...visto che alle 21 l'aereo avrebbe dovuto essere a terra e vuoto. Non necessariamente le cose sono andate come chi le ha provocate si aspettasse. Inquietante? Bene. È solo un'ipotesi come tante altre. Attenzione quindi a non farci sopra inutili voli pindarici. Mi pare che ce ne siano già stati abbastanza e che giocare al piccolo investigatore basandosi sul nulla lasci il tempo che trova. Personalmente lo ritengo un po' squallido e morboso, per questo mi sono sempre limitato agli aspetti tecnici.
  43. 1 like
    Conferenza interessante. Tra le altre cose sostanzialmente dice che a Leonardo non passa manco per l’anticamera del cervello di fare una variante monoposto con sistemi o carburante aggiuntivo, con buona pace di quelli che sognano un novello AMX. L’aereo resta sostanzialmente quello e il secondo posto serve al limite per un operatore dei sistemi a causa dell’elevato workload durante le missioni CAS-COIN. Vabbè, sarà più facile pilotare un F-35… Mettiamola così, non è poi così avanzato e automatizzato come velivolo da combattimento (ok sono felici gli utenti del Grifo meccanico, ma non è un AESA) e c’è bisogno di due piloti per gestirlo. Finalmente poi si parla del kit per riduzione della RCS, provato a terra e in volo e basato su griglie che coprono le ventole dei motori, un canopy con un trattamento opportuno e i bordi d’attacco con materiali RAM. La scommessa di Leonardo è evidentemente quella di fornire alternative ai sempre più costosi cacciabombardieri di prima linea nelle missioni meno impegnative... E’ più quella di spremere i concetto in tutte le sue possibili applicazioni che quella di avere un mezzo specializzato. Il punto è che forse anni fa non c’erano i caccia di quinta generazione, ma adesso ci sono i droni e le armi guidate. Qui un po' di caratteristiche: http://www.leonardocompany.com/documents/63265270/80512303/ComLDO_M_346_FA_ENG_180617.pdf ottime, per un addestratore armato, ma non so quindi quanto possa essere una scelta vincente e opportuna per forze aeree di primo livello.
  44. 1 like
    Si, il 346 è stato provato con Reccelite e Litening da ricognizione e targeting, https://www.flightglobal.com/news/articles/leonardo-sets-sights-on-strike-roled-m-346-fa-434448/ ma non ho letto di un interesse ufficiale dell’AMI per le varianti da attacco. Qual è la fonte? Certo, Aeronautica & Difesa di giugno non so dove sia andata a pescare che il 346 “dovrebbe prendere il posto dell’AMX Ghibli come cacciabombardiere leggero e privo di capacità di attacco nucleare”, ma sta di fatto che al momento i 346 Ami sono pochi e i soldi/requisiti per ordinare una terza linea di cacciabombardieri non so proprio dove la rivista li abbia visti... Per la cronaca nel programma F-35 ci siamo entrati con l’idea di rimpiazzare proprio gli AMX e poi si sono aggiunti anche i Tornado. Aeronautica & Difesa quando tratta di F-35 tende a deragliare con campagne al limite dell’assurdo e a pontificare sull’inutilità della stealthness: non so dunque che attendibilità abbia una notizia teoricamente dirompente, ma invece buttata lì in mezzo a un articolo che parla di Le Bourget...Messa così mi sembra solo l’ennesima sparata contro l’F-35… Se invece restiamo ai 346 ordinati dall’ AMI (che non sono né FT e né FA), hanno già un utilizzo più che sufficiente senza andargliene a fornire un altro. Quello che invece si riscontra è che Litening siano già stati omologati sui Typhoon con il software P1E e, vista l’esiguità della flotta di F-35, l’AM ha già detto di voler utilizzare gli EF-2000 in un ruolo secondario aria-suolo. https://4.bp.blogspot.com/-EljOpnaMkP4/VuDDP0tcdUI/AAAAAAAAQ7Q/CAAAoJKBme0/s1600/DSCN1046.JPG Invece i Reccelite sono stati omologati dal RSV sul Typhoon. http://www.aeronautica.difesa.it/comunicazione/notizie/archivio/2015/Pagine/RSV-Integrazione-Reccelite-sugli-EFA.aspx Al momento credo che l’AMI abbia quindi le idee chiare su dove far finire quei pod… Da Aeronautica & Difesa trovo invece più interessante la notizia dei test di volo fatti con delle appendici all'estremità alari, volte a migliorare il comportamento in specifici assetti. I requisiti TX sono in effetti molto difficili da superare e presumo che Leonardo pensi ad aggiustamenti aerodinamici, irrobustimenti strutturali e a potenziamenti ai motori. Il requisito di virata continua è in particolare molto ostico e pervede di non perdere troppa velocità e quota in una virata stretta.
  45. 1 like
    Credo che le buone prestazioni attuali del velivolo risulterebbero quanto meno azzoppate con una configurazione pesante e il radar Grifo. Quanto poi a requisito e missione, non vedo molto oltre che sovvenzionare Leonardo. Leggo su altri forum di un fantomatico requisito AMI Slow Mover Interceptor, come se quel ruolo non fosse stato una foglia di fico temporanea per AMI quando non poteva schierare nessun caccia intercettore. Scusate, ma anche in virtù di quanto ampiamente trattato nelle pagine precedenti, non ce lo vedo proprio un ruolo combat per questo ottimo addestratore.
  46. 1 like
    Intanto, per le prospettive a lungo termine, più o meno verso il 2040 quando Rafale, Typhoon e Gripen saranno al capolinea, ci sono alcune considerazioni del generale a riposo, Jean-Georges Brevot, ex responsabile delle operazioni dell'Armée de l'air francese, che assieme ad altri alti papaveri di oltralpe ha finalmente scoperto l'acqua calda a fine 2013: Opinion: Europe Faces Smaller Role Without Next-Gen Fighter Parbleu! In Francia ci si rende finalmente conto che la scelta di procedere a 3 diversi Eurocanard sovrapponibili per ruolo, e dissanguandosi economicamente non è stata proprio lungimirante! Ci si rende persino conto che i 3 diversi bagni di sangue hanno lasciato pochi fondi e strada a futuri progetti, tranne i dimostratori Taranis e Neuron. E che per il futuro si paghrà pegno per queste scelte. Chissà chi avrà avuto mai la responsabilità primaria di lasciare il consorzio EFA nel 1985, per procedere allo sviluppo autonomo della "Raffica", e di conseguenza allo sviluppo in Europa di 3 aerei molto simili e alla conseguente fase corrente in cui i 3 si scannano per ogni gara, prima che gli F-35 saranno resi disponibili anche ai Paesi del golfo, e allora non ci sarà più alcun contratto per gli europei. Forse tra qualche anno i cugini di oltralpe metteranno su un altro gruppo di studio che riuscirà finalmente a rispondere anche a quest'ultima domanda, scoprendo l'esistenza dell'acqua tiepida, dopo la stupefacente recentissima scoperta di quella calda.
  47. 1 like
    Dipende da che scenario devi creare, ad esempio se vuoi creare vegetazione "Verde" uso a volte l'erba sintetica (Quella del calcetto da circa 2 Cm molto fitta) tagliata a dovere e coperta con un palmo di terra in modo da far uscire solo i fili verdi dando all' ambiente un aspetto realistico, inoltre aggiungo pezzi di corteccia vera, pietre o erba secca per gli arbusti, con verniciatura in alcuni punti (per i pali, utilizzo matite levigate con una mola da banco, per i fili dell'alta tensione del cavetto d'acciaio con lo spessore da scegliere in base alla scala del modello). Se si tratta di uno squarcio che riprende una base aerea ti segnalo le tecniche del barone dove è presente una sezione apposita!!!! (Dimenticavo a volte nel fissare il terreno uso uno spray trasparente opaco preso in ferramenta ) Spero di esserti stato d'aiuto!!!
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...