Jump to content
Sign in to follow this  
Gabu86

F-102 e F-106

Recommended Posts

parliamo di questi 2 bei intercettori della Convair: l'f-102 e l'f-106 tutti e due intercettori supersonici

 

Convair F-102 Delta Dagger (USA 1956)

 

- primo caccia supersonico con ala a delta operativo nel mondo

- primo intercettore dell'Air Defence Command dell'USAF alla fine degli anii '50

- svolse missioni di difesa aerea nel vietnam

- assicurò x 20 anni la difesa del continente americano presso l'ANG

 

dati tecnici

-Motore: un turboreattore Pratt & whitney j57-P-23 da 52,04 kN d spinta ( 76,51 con postbruciatore).

-Prestazioni: vel max a 12190 m 1328 km/h; vel ascensionale 5304 m/min; tangenza 16460 m; autonomia (in conf di combattimento e 2 serbatoi da 871 l) 805 km a 869 km/h; raggio d'azione max 2173 km.

-Pesi: in missioni d intercettazione con carico normale 12769 kg; max al decollo 14288 kg;

-Dimensioni: apertura alare 11,62 m; lunghezza 20,84 m; altezza 6,45 m; sup alare 61,45 m^2

-Armamento: 3 missili aria-aria AIM-4C Falcon a guida IR e 1 AIM-26 Falcon a testata nucleare, o 3 AIM-4A/4E e 3 AIM-4C/4; poteva inoltre portare fino a un max di 24 razzi aria-aria da 70mm

 

un po d storia

 

il Conveir f-102 delta dagger (detto anke "Deuce") fu il primo caccia supersonico con ala delta e il primo a fregiarsi del titolo di intercettore.

entrò in servizio con l'Air Defense Command dell'USAF nell'aprile del 1956 e al momento del suo massimo utilizzo, nel 1958, equippaggio 26 squadron. Fu schierato in Alaska, in Europa e nel Pacifico. A metà degli '60, il Deuce, fu x poco impiegato in vietnam del sud x fornire protezioni alla basi americane. Un f-102 venne abbattuto da un mig-21 nordvietnamita nel febbraio del 68. Dopo l'entrata in servizio del suo successore, l'f106, il deuce passò ai reparti dell'ANG (Air National Guard, guardia aerea nazionale) dove svolse servizio x molti anni, i primi aerei arrivarono in Texas gli ultimi alle hawaii ke li tenne operativi fino al 76.

verso la fine della loro carriera molti f-102 vennero usati come bersdagli teleguidati x test missilistici..alcuni velivoli ex-USAF andarono a integrare le forze aeree di Grecia e Turchia negli anni '70

 

foto 1

visione da 3 lati

foto 2

foto 3

foto 4 (molti avevano la deriva e le astremità alari rosse molto bello)

 

 

Convair F-106 Delta Dart (USA 1956)

 

-sviluppato a partire dall'f-102 come intercettore definitivo

-originariamente il suo armamento era costituito da un'unico razzo non guidato

-l'armamento era allogiato in una stiva sita sotto la fusoliera, alcuni furono equippaggiati anke con un cannone , anch'esso installato dentro la stiva

-principale aereo intercettore per la difesa dello spazio aereo americano tra il 1960 e il 1970

-molti andarono ai reparti dell'ANG

-aveva un sistema di controllo del tiro

-la NASA utilizzo gli f-106B x studiare i test sui fulmini

-mai schierato all'esterno degli USA

 

 

dati tecnici

 

-Motore: un turboreattore Pratt & Whitney J-57-P-17 da 108,97 kN di spinta

-Prestazioni: vel max a 12190 m di quota 2454 km/h o mach 2,31; tangenza 17375 m; raggio d'azione in combattimento con serbatoi esterni ausiliari 1173 km.

-Pesi: a vuoto 10728 kg; max al decollo 18975 kg.

-Dimensioni: apertura alare 11,67 m; lunghezza 21,56 m; altezza 6,18 m; sup alare 58,65 m^2.

-Armamento: 4 missili AIM-4F/G Falcon e un razzo aria-aria a testata nucleare AIR-2A Genie; in seguito, su alcuni, un cannone a 6 canne rotanti M61A1 da 20mm Vulcan in sostituzione al razzo Genie

 

un po di storia

 

Nel 1950, la Convair produsse l?f-102 come intercettore, in seguito produsse l'f-102B. Quest'ultimo divenne l'f-106 delta dart, un caccia che sfruttava lo stesso concetto di base, ma dotato di un'aerodinamica migliorata e di un sistema di condotta del tiro completamente differente. Questo sistema, l'mA-1, venne sviluppato dalla Hughes ed era costituito da un radar di bordo integrato con il sistema basato a terra SAGE( Semi-Automatic ground Environment), il quale permetteva all'f-106 di essere diretto all'intercettazione.

iil primo YF-106 volò nel dicembre del 56, ma queste prime prove non furono molto convincenti. Successivamente, il programma fu perseguitato da diversi inconvenienti e il programma fu abbandonato. Anche se numerose modifiche risolsero la maggior parte dei problemi, la produzione prevista di 1000 esemplare fu ridotta a 350, tra i quali 277 monoposto e 63 biposto f-106B da addestramento che conservavano la capacità di combattimento.

Questo velivolo ebbe una lunga carriera nel ruolo della difesa dello spazio aereo statunitense.

Alcuni esemplari verso la fine della loro carriera furono utilizzati come bersagli teleguidati per test missilistici.

 

foto 1

visione dai 3 lati

foto 2

foto 3

 

vi sn info su wikipedia (versione inglese c'è piu roba)

 

p.s.= begli aerei ke hanno avuto un buon successo...particolare il canopy (si chiama cosi il tettuccio?)...poi gli USA anke se sn stati i primi hanno avuto sl pochi aerei ad ala a delta quelli della convair (f-102, f-106 e il bombardiere b-58), ke se non erro è stata assorbita dalla McDD...poi il duglas f4d skyray e basta mi pare

altra cosa ke mi ha incuriosito missili aria-aria con testata nucleare? :ph34r::blink:..se c'erano una flotta di bombardieri sovietici veniva lanciato colpiva un aereo e si distruggevano tutti x l'esplosioni o le onde elettromagnetiche? :scratch: non capisco

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites
se c'erano una flotta di bombardieri sovietici veniva lanciato colpiva un aereo e si distruggevano tutti x l'esplosioni o le onde elettromagnetiche?

 

Eh sì, proprio così.

 

Comunque due bei caccia.

 

B-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
parliamo di questi 2 bei intercettoridella Convair: l'f-102 e l'f-106 tutti e due intercettori supersonici....

 

molto interessante gabu!! :)

Edited by fabiomania87

Share this post


Link to post
Share on other sites
se c'erano una flotta di bombardieri sovietici veniva lanciato colpiva un aereo e si distruggevano tutti x l'esplosioni o le onde elettromagnetiche?

 

Eh sì, proprio così.

 

Comunque due bei caccia.

 

B-)

o fatto centro? mitico!!...mi ricorda quei videogame da bar ke c'è l'aereo in qui l'arma secondaria spazza via tutto :asd:

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites

di niente ragazzi...2 bei caccia soprattutto x quegli anni...o letto ke george w. bush ha prestato servizio sugli f-102 (non so se vi interessa sta info)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi pare con i 106 della ANG, ma potrei sbagliarmi.

Comunque tutti i caccia della serie "century" sono delle macchine stupende su cui furono sperimentate tecnologie molto particolari, inoltre fa impressione vedere come in pochi anni si sia avuto un salto prestazionale mai visto nella storia dell'aereonautica.

Anche la dassault dovrebbe fargli un monumento ;)

 

Del 106 ho questa bellissima foto mentre lancia un razzo aria aria nulceare genie

 

f-106_genie.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

ahahahha..letta..mitika =D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Volevo aggiungere che dell'f 102 ne furono costruiti in totale circa 1000 esemplari a conferma del suo strepitoso successo :P

 

inoltre poi i due modelli rappresentano l'avvento dell'aviazione supersonica

 

a quel tempo uscì sulla rivista americana Life tutto un servizio sull'USAF e i suoi aerei...

 

La frase è troppo bella..insomma sto Bush è un furbacchione pure in guerra :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

su un cartellone di focus storia dal titolo lo scacchiere mondiale che rappresenta i mezzi statunitenzi e sovietici del 1986-1987 tra i mezzi americani c'è l'f106. a quei tempi in che condizioni era? quanti ce n'erano in servizio?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bel thread. Purtroppo non ho tempo.

Allora, da quello che sapevo io e come può facilmente essere intuito osservando questi due begli aerei a delta, essi vengono da un'epoca completamente diversa dalla nostra. Un'epoca in cui si facevano tranquillamente esperimenti nucleari all'aperto ( anche per intimidire il nemico) e dove soprattutto la minaccia sovietica era percepita come estremamente concreta, reale e imminente e una guerra a colpi di testate nucleari era vista come un'eventualità tutt'altro che remota.

Un'altra cosa che si può intuire facilmente è che nessuno di questi aerei ha un armamento cannoniero suo proprio e questo ci indica che vengono da un momento storico diciamo "tuttomissili", in cui il missile si era conquistato (a torto, come sappiamo noi oggi) la totale ed incodizionata fiducia degli strateghi, che pensavano di affidarsi completamente ad esso, al radar ed al "calcolatore" (computer) per difendere il proprio spazio aereo dai nemici.

Perchè gli americani progettarono questi due aerei e perchè lo fecero così rapidamente da far sì che il primo prototipo di quello che sarebbe diventato l'F-102 ebbe bisogno di una radicale riprogettazione per avvicinarsi ai requisiti che erano stati prefissati?

A riguardo, le risposte che io posso indicare, sono rappresentate da quattro validissimi motivi che si chiamano: Tu-16 Badger, Tu-95 Bear, Myasishchev M-4 Bison e Su-9 Fishpot.

Questi quattro aerei sovietici, dei quali i primi tre sono bombardieri e l'ultimo un validissimo caccia bisonico, rappresentarono uno shock per gli occidentali, perchè alla loro comparsa sulla scena erano quanto di meglio si potesse immaginare nei loro rispettivi campi. In particolare, i bombardieri avevano velocità di punta e quote operative che eguagliavano se non addirittura superavano le prestazioni dei caccia (dei caccia, non dei bombardieri!) occidentali allora in servizio!

Anche gli intercettori che gli USA si erano affannati a immettere via via in servizio, come il Northrop F-89 Scorpion (primo Jet intercettore ognitempo dell'USAF) e per esempio l' F-94 Starfire non erano che soluzioni disperate dell'ultimo minuto e si rivelarono subito sistemi d'arma obsoleti tanto rapidamente la ricerca aeronautica andava evolvendosi in quegli anni.

L'F-100 era un ottimo caccia tattico e fu il primo aereo americano capace di velocità supersonica in volo livellato, ma qua bisognava avere doti ognitempo, capacità di portare computer, un grande radar e i nuovi potenti missili guidati allora allo studio: ci voleva l'intercettore ognitempo supersonico.

Edited by Combat Lancer

Share this post


Link to post
Share on other sites

A quel che so, l’F-102 Delta Dagger fu un elaborato caccia intercettore progettato in risposta ai primi bombardieri sovietici capaci di avere doti strategiche, cioè di colpire gli USA con volo intercontinentale attraverso l’Artico, come il Tu-95 e appunto il My-4 Bison.

In realtà, il Delta Dagger fu un aereo che non veniva visto come un “mezzo” indipendente, ma come un ingranaggio, come un componente del sistema SAGE (Semi Automatic Ground Environmement) utilizzato dal Sistema di Difesa Aerea Strategica degli Stati Uniti.

Questo sistema comprendeva radar, computer, aereo e missile. Tutte cose estremamente nuove negli anni ’50. I radar avrebbero scoperto i nemici in arrivo e guidato su di loro gli aerei secondo una rotta di intercettazione calcolata dal computer in modo da mettere gli intercettori nella posizione ideale per lanciare i nuovi missili guidati. Questa rotta poteva essere, schematizzando, di inseguimento, portando il caccia in coda ai nemici, o di “collisione”, cioè calcolando un punto davanti al nemico in cui i missili lanciati del caccia l’avrebbero raggiunto.

In quest’ottica quindi l’aereo era solo un vettore di missili guidati ed il pilota poco più che un tecnico elettronico che doveva controllare il corretto funzionamento degli strumenti e dei sistemi d’arma. Come si vede, gli esperti pensavano appunto che il tempo del cannone fosse tramontato per sempre e che il computer ed il missile guidato erano l’unico futuro possibile.

Il 102 quindi nasce come grande intercettore supersonico. L’F-100 era già supersonico in volo livellato, ma come piattaforma per missili radar guidati e come intercettore supersonico aveva seri limiti e non andava bene, soprattutto per imbarcare un grande radar ed il computer ad esso asservito.

Le nuove richieste erano di un caccia altamente supersonico, con tangenza operativa di 18.000 metri. Quello che contava però era che questo aereo sarebbe stato il primo ad imbarcare un computer di navigazione e intercettazione. Di conseguenza, la ditta principale per il programma F-102 non fu la Convair, ma la Hughes.

La Convair si occupò del velivolo forte dell’esperienza dei tedeschi sull’ala a delta nel volo transonico, concretizzata nel prototipo sperimentale XF-92A, che però si rivelò troppo piccolo per imbarcare radar, computer e missili.

Così nacque l’YF—102, dove, da quel che so, la Y rappresenta esemplari di preserie e non prototipi (che usano il suffisso X). Che significa che il tutto doveva essere una cosa veloce, saltando la fase di prototipo e immettendo nella produzione in serie tutte le migliorie via via messe sugli esemplari di preserie, sveltendo in questo modo la produzione.

Il primo YF-102 volò nel ’53 e denunciò subito forti limitazioni e difetti come gravi scuotimenti nel volo transonico. Una piantata motore lo mise a terra per sempre.

Il secondo YF-102 incorporò le modifiche derivanti dall’esperienza avuta con il primo aereo e questa esperienza derivò da una scoperta fatta dal Dr. R.T. Whitcomb, scoperta che mi pare passò alla storia come “Regola delle aree”: l’elevata resistenza dovuta al profilo alare a delta ed all’aumento della sezione frontale causato dall’imbarco del radar e della stiva armi poteva essere diminuita, nella pratica, dal restringimento della sezione di alcune aree di fusoliera e l’allargamento di altre, come i due “bozzi” ai lati dell’ugello del turbogetto PW J-57.

In questo modo, l’aereo avrebbe offerto una resistenza complessiva inferiore e sarebbe diventato nettamente supersonico, senza consumare troppo e senza vibrazioni pericolose, cose che invece affliggevano il primo YF-102, il quale era solo di poco supersonico e con prestazioni simili all’F-100, ma senza averne le doti di maneggevolezza e praticità.

Il secondo YF-102 fece tesoro della regola delle aree ed ebbe la tipica “vita di vespa” o a “bottiglia di Coca Cola”, ben visibile. Grazie a queste migliorie, il nuovo aereo raggiunse Mach 1,23 a 16.000 metri e senza dare problemi. (Ben al di sotto però dell’eccellente Su-9).

L’F-102 non fu un aereo che raggiunse mai le specifiche vere di progetto, specie per velocità ed autonomia e non fu mai un aereo manovriero, né venne pensato per il duello aereo: doveva solo accelerare, arrampicarsi, mettersi in coda al nemico e lanciare i missili. La sua apparecchiatura elettronica non tollerava eccessivi carichi di G e non tollerava il volo rovescio. Il pilota avrebbe dovuto limitarsi a seguire i dati di rotta, quota e velocità indicatigli dal computer di bordo per l’intercettazione. Da questo punto di vista l’F-102 fu un aereo che non si conquistò mai l’affetto dei piloti. Al contrario, il TF-102 biposto a seggiolini affiancati era, a quanto riferivano i suoi utilizzatori, un addestratore avanzato per il volo supersonico estremamente piacevole da pilotare e con ottima visibilità, derivantegli dalla configurazione scelta per i posti, simile a quella dell’A-6 Intruder, ma il TF-102 non portava tutta l’elettronica dell’F-102.

Quello che soddisfò per davvero le richieste del NORAD fu l’F-106, che non fu che un F-102 totalmente riprogettato e con doti di velocità quasi doppie. Ma a quel punto ormai aerei di un’altra generazione stavano apparendo, come l’F-4 Phantom II.

Share this post


Link to post
Share on other sites

il SAGE era integrato sul Delta Dart, non sul Delta Dagger. non a caso il Dagger (che usava il sistema di tiro MB-10 e non lo MA-1 del Dart, integrato dal SAGE) fu anche usato in Vietnam e venduto a Grecia e Turchia... tutti luoghi dove il SAGE era inutilizzabile, mancando la componente terrestre del sistema.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il secondo YF-102 incorporò le modifiche derivanti dall’esperienza avuta con il primo aereo e questa esperienza derivò da una scoperta fatta dal Dr. R.T. Whitcomb, scoperta che mi pare passò alla storia come “Regola delle aree”: l’elevata resistenza dovuta al profilo alare a delta ed all’aumento della sezione frontale causato dall’imbarco del radar e della stiva armi poteva essere diminuita, nella pratica, dal restringimento della sezione di alcune aree di fusoliera e l’allargamento di altre, come i due “bozzi” ai lati dell’ugello del turbogetto PW J-57.

 

Nota di colore: i 2 "bozzi" erano chiamati Marilyn Monroe per ovvie ragioni di forma :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

su un cartellone di focus storia dal titolo lo scacchiere mondiale che rappresenta i mezzi statunitenzi e sovietici del 1986-1987 tra i mezzi americani c'è l'f106. a quei tempi in che condizioni era? quanti ce n'erano in servizio?

 

Faceva ancora servizio con l' ANG, insieme agli F-4D!!! All'epoca ero un ragazzino e li vidi entrambi in un paio di manifestazioni aeree negli states.. L'ultimo reparto ad averli fu l'ANG del Massachussets, di stanza a Cape Cod.. li ha sostituiti con gli F-15 A poco prima della prima guerra del Golfo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve, leggendo sul bimestrale i grandi aerei moderni, che parlava della storia dei caccia convair, nella sezione dedicata al'F106, c'era scritto che dopo il suo pensionamento, fu studiata una versione da trasporto con passeggeri per uso civile da Mach 2. oltre a questo studio, ho letto che la nasa ne aveva preso in considerazione l'uso dell'F106 per farne un Orbiter. Qualcuno saprebbe approfondire queste due tematiche, in quanto su internet non sono riuscito a trovare quello che cercavo.

 

Grazie mille!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non lo sapevo, ma non mi stupisce. Quando un caccia supersonico inizia ad essere lungo 20-25 metri o più, è grande più di diversi aerei per uomini d'affari. Mi piacerebbe saperne di più.

Sul 106 non sapevo niente, ma aerei come il Mig-25 o il Su-34 per esempio hanno attirato l'attenzione del mercato civile supersonico. Ipoteticamente basta pensare al Mirage IV, bombardiere molto simile a un grosso Mirage bimotore. Volendo il Mirage IV avrebbe potuto essere un civile con i fiocchi, ma l'autonomia era un problema.

 

Un'idea per un'ipotetica versione civile del Mig-25, con una "radicale" riprogettazione della sezione anteriore:

 

mig25sbj.jpg

 

 

Penso neanche lontanamente paragonabile come prestazioni supersoniche al caccia originale, ma certamente un velocissimo aereo per affari.

 

Il fatto è che credo che gli aerei militari necessitino di una riprogettazione abbastanza totale perchè la struttura in genere è molto più robusta e pesante di quella che serve per un civile. Per esempio sul Mig-25 civile tutto il titanio, la struttura a nido d'ape e l'impianto di refrigerazione della fusoliera per il volo a mach-3 sarebbero stati inutili in campo civile, dove penso sarebbe "bastato" sfiorare mach-2. Non so se erano contemplati motori capaci di andare in supersonico per ore.

 

Il problema sono i consumi e l'autonomia: i militari non pensano molto al carburante e a quanto costa.

Edited by Vultur

Share this post


Link to post
Share on other sites

.... oltre a questo studio, ho letto che la nasa ne aveva preso in considerazione l'uso dell'F106 per farne un Orbiter.

 

Eclipse Project ....

 

http://www.nasa.gov/centers/dryden/about/Organizations/Technology/Facts/TF-2004-02-DFRC_prt.htm

 

http://www.nasa.gov/centers/dryden/pdf/88791main_Eclipse.pdf

 

k4ujut.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quel che ho capito l' f102 faceva più o meno lo stesso lavoro dell'odierno mig 31 (anche se sono macchine completamente differenti), giusto ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

da quel che ho capito l' f102 faceva più o meno lo stesso lavoro dell'odierno mig 31 (anche se sono macchine completamente differenti), giusto ?

 

Si, giusto in un certo senso. Infatti l' F102 fu concepito per contrastare i bombardieri supersonici sovietici mediante una direttiva indetta dall'us air force nel 1954 che in un certo senso anticipava un pò gli scenari di quello che poi divenne la guerra fredda. Invece, il mig 31, derivante dal Mig 25, fu concepito per contrastare i bombardieri americani, in un epoca in qui gli americani stavano per sviluppare xb70 in grado di volare a Mach3 i sovietici risposero con la loro controparte, il mig 25, in parte nato per contrastare bombardieri in grado di volare a queste velocità.

Edited by tomcatMaic98

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Si, giusto in un certo senso. Infatti l' F102 fu concepito per contrastare i bombardieri supersonici sovietici mediante una direttiva indetta dall'us air force nel 1954 che in un certo senso anticipava un pò gli scenari di quello che poi divenne la guerra fredda. Invece, il mig 31, derivante dal Mig 25, fu concepito per contrastare i bombardieri americani, in un epoca in qui gli americani stavano per sviluppare xb70 in grado di volare a Mach3 i sovietici risposero con la loro controparte, il mig 25, in parte nato per contrastare bombardieri in grado di volare a queste velocità.

quindi più o meno lo stesso ruolo in epoche e con avversari differenti

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi più o meno lo stesso ruolo in epoche e con avversari differenti

 

Si,in poche parole :) .

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...