Jump to content

AFGHANISTAN: UCCISO UN MILITARE ITALIANO


Venon

Recommended Posts

dal film Piazza delle cinque lune ne avevamo parlato e anche tu eri intervenuto.

Penso che pacifinto ci sia inoltrato nel posto sbagliato, essendo questo un forum di aerei MILITARI 80% delle persone è tendenzialmente guerra fondai ed è chiaro che nel periodo della guerra fredda per i vari interventi dell'URSS il movimento non potesse fare gran che. Chiaro che non fai una manifestazione pacifista davanti alla piazza rossa nella guerra URSS-Afghanistan (magari pure i sovietici la chiamavano "missione di pace", forse davanti all'ambasciata russa sapendo che non otterresti niente.

 

Si manifesta contro il proprio governo, con le proprie scelte di politica estera, difficile manifestare o provare a intervenire per un movimento pacifista (ad esempio italiano) nella guerra Iran-Iraq ecc....

è un movimento limitato e fanno quello che possono, ma a 360° gradi secondo me

 

Da queste parole si capisce che allora i pacifisti italiani manifestano solo per le questioni in cui è implicata direttamente l'Italia :blink: ; spero sia un fraintendimento, perchè dal Vietnam ad oggi non mi pare che le manifestazioni pacifiste si siano astente dal manifestare contro gli USA!

E spero di averti frainteso quando accenni ad un paragone tra l'intervento sovietico in Afghanistan e quello NATO!

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 96
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

il discorso è che gli USA sono un diretto alleato appoggiato sia dai governi di sinistra che di destra

Manifesti indirettamente contro il tuo governo, dubito che georgino gli preoccupa cosa dicono (o reagan quella volta) i manifestanti italiani

Link to comment
Share on other sites

Lev!..Lev!...Lev!...

 

SVEGLIAAAA!!!... La GF non c'entra una cavolo... io non ho mai sentito nessun pacifinto lamentarsi per la Guerra in Cecenia ad esempio!!!!

 

I pacifinti buffoni c'hanno rotto le scatole, questo è un altro legame che accomuna noi qui sul forum.

 

Quanto ai guerrafondai... penso ti meriteresti minimo un'occhiataccia, per non dire altro....

Link to comment
Share on other sites

il discorso è che gli USA sono un diretto alleato appoggiato sia dai governi di sinistra che di destra

Manifesti indirettamente contro il tuo governo, dubito che georgino gli preoccupa cosa dicono (o reagan quella volta) i manifestanti italiani

 

 

E cosa mi dici della Cina, parter commerciale assai gradito dai nostri governanti? Sta male ricordare davanti alla loro ambasciata quello che fanno in Tibet e che appoggiano in Birmania?

Link to comment
Share on other sites

Senti Leviathan, due cose:

 

1)Guerrafondaio sarai te, bifolco che altro non sei.

2)Fin quando non avrai motivazioni più interessanti continua a scivere sulla sezione Off Topic. Qui dentro si parla di storia e politica estera, cose di cui tu sai ben poco.

 

Basta leggere quello che hai scritto su contro chi, dove e quando devono manifestare i pacifisti: un bell'esempio di menefreghismo in salsa comunista (oltre che di contraddizione).

 

Se in USA un processo giunto al terzo grado di giudizio ha come sentenza la pena di morte eccovi tutti pronti a sberciare le vostre puttanate e a fare fiaccolate davanti all'ambasciata USA o davanti ai consolati di Milano/Firenze/Napoli.

Se invece il regime di Pechino giustizia con un processo farsa 120 cittadini colpevoli di aver redatto un giornale sbagliato ve ne fottete. Idem per Cuba. Idem per la Cecenia. Idem per il Darfur. Idem per le vittimi del terrorismo. Idem per il Kenya. Idem per il Venzuela. Idem per la Birmania, Idem per la Korea del Nord, Idem per tutto....L'unica cosa che fate a 360° E' FOTTERVENE!

 

I pacifisti veri sono davvero pcohi, pochissimi....forse inesisitenti.

I pacifisti vanno in piazza, protestano, sbraitano e bruciano bandiere solo quando di mezzo ci sono tre simboli: 1)Star&stripes 2)Union Jack 3)stella di David.

E se il governo italiano sposa anche una sola di queste tre cause, per voi la cosa diventa indigeribile.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Senti Leviathan, due cose:

 

1)Guerrafondaio sarai te, bifolco che altro non sei.

2)Fin quando non avrai motivazioni più interessanti continua a scivere sulla sezione Off Topic. Qui dentro si parla di storia e politica estera, cose di cui tu sai ben poco.

 

Basta leggere quello che hai scritto su contro chi, dove e quando devono manifestare i pacifisti: un bell'esempio di menefreghismo in salsa comunista (oltre che di contraddizione).

 

Se in USA un processo giunto al terzo grado di giudizio ha come sentenza la pena di morte eccovi tutti pronti a sberciare le vostre puttanate e a fare fiaccolate davanti all'ambasciata USA o davanti ai consolati di Milano/Firenze/Napoli.

Se invece il regime di Pechino giustizia con un processo farsa 120 cittadini colpevoli di aver redatto un giornale sbagliato ve ne fottete. Idem per Cuba. Idem per la Cecenia. Idem per il Darfur. Idem per le vittimi del terrorismo. Idem per il Kenya. Idem per il Venzuela. Idem per la Birmania, Idem per la Korea del Nord, Idem per tutto....L'unica cosa che fate a 360° E' FOTTERVENE!

 

I pacifisti veri sono davvero pcohi, pochissimi....forse inesisitenti.

I pacifisti vanno in piazza, protestano, sbraitano e bruciano bandiere solo quando di mezzo ci sono tre simboli: 1)Star&stripes 2)Union Jack 3)stella di David.

E se il governo italiano sposa anche una sola di queste tre cause, per voi la cosa diventa indigeribile.

Nel concordare su tutto (come solo puo' fare chi è dotato di cervello ed è in buona fede!) mi permetto di consigliare a te ed a tutti gli altri che la pensano come noi, di lasciarlo cuocere nel suo brodo di vuote parole senza senso: è solo uno dei tanti poveri e nostalgici orfani della barbarie imperialcomunista sovietica, irrimediabilmente e definitivamente, cancellata dalla storia!

Fallo blaterare a suo piacimento, più cavolate dice, più sarà evidente a tutti gli utenti del forum, quanti e quali danni abbia prodotto alla psiche umana, il disumano facsimile di ideologia, di cui è portatore!!!

Link to comment
Share on other sites

parola grossa guerrafondai...la pace la vorremmo tutti (tranne i pacifinti: quei bravi ragazzi che assaltano le camionette dei carabinieri a VOLTO COPERTO) ma è impossibile ottenerla, si può solo imitare e come fai? con l'esercito.

dipende solo da come lo utilizzi il tuo esercito: quando rompete le scatole dicendo "perchè usate le armi se è una missione di pace" prova ad andarci senza laggiù e vediamo che bella carneficina.

Se hai un esercito non è detto che lo devi usare ma se non ce l'hai vediamo quanti popoli pacifici ti vengono a trovare

 

 

Traduz: chi caz*o ti si caca?

 

a mio avviso siamo troppo OT: questo topic è dedicato solo al ricordo di un nostro connazionale caduto per le ragioni più nobili esistenti su questa terra.

Se c'è qualcuno che vuole infagare gli ideali in cui credeva, e a cui ha dato la cosa più cara che aveva, lo vada a fare da qualche altra parte.

questo è tutto.

Link to comment
Share on other sites

Senti Leviathan, due cose:

 

1)Guerrafondaio sarai te, bifolco che altro non sei.

2)Fin quando non avrai motivazioni più interessanti continua a scivere sulla sezione Off Topic. Qui dentro si parla di storia e politica estera, cose di cui tu sai ben poco.

 

Basta leggere quello che hai scritto su contro chi, dove e quando devono manifestare i pacifisti: un bell'esempio di menefreghismo in salsa comunista (oltre che di contraddizione).

 

Se in USA un processo giunto al terzo grado di giudizio ha come sentenza la pena di morte eccovi tutti pronti a sberciare le vostre puttanate e a fare fiaccolate davanti all'ambasciata USA o davanti ai consolati di Milano/Firenze/Napoli.

Se invece il regime di Pechino giustizia con un processo farsa 120 cittadini colpevoli di aver redatto un giornale sbagliato ve ne fottete. Idem per Cuba. Idem per la Cecenia. Idem per il Darfur. Idem per le vittimi del terrorismo. Idem per il Kenya. Idem per il Venzuela. Idem per la Birmania, Idem per la Korea del Nord, Idem per tutto....L'unica cosa che fate a 360° E' FOTTERVENE!

 

I pacifisti veri sono davvero pcohi, pochissimi....forse inesisitenti.

I pacifisti vanno in piazza, protestano, sbraitano e bruciano bandiere solo quando di mezzo ci sono tre simboli: 1)Star&stripes 2)Union Jack 3)stella di David.

E se il governo italiano sposa anche una sola di queste tre cause, per voi la cosa diventa indigeribile.

 

La pura verità...

Link to comment
Share on other sites

Penso che uno che apprezzi le forze armate tale da iscriversi in un forum che parla di roba militare li voglio pure vedere in azione.

 

basta vedere titoli come :

"russia torna in scenca, ora abbiamo bisogno di EFA"

"armadinejan veniamo a prenderti"

 

ecc... ecc... gli esempi non mancano

 

 

1)Guerrafondaio sarai te, bifolco che altro non sei.

2)Fin quando non avrai motivazioni più interessanti continua a scivere sulla sezione Off Topic. Qui dentro si parla di storia e politica estera, cose di cui tu sai ben poco.

Rimando al mittente le accuse e io sono qui da due anni e seguo tutte le sezioni

 

chiaro che ci sono i pacifisti buffoni ma state facendo di tutta l'erba un fascio

 

 

È atterrato a mezzanotte e mezza circa all'aeroporto di Ciampino l'aereo che ha riportato in Italia la salma del maresciallo Giovanni Pezzulo, rimasto ucciso mercoledì in uno scontro a fuoco in Afghanistan vicino alla località di Rudbar, distante appena una sessantina di chilometri da Kabul, nella zona di responsabilità italiana.

 

A ricevere il feretro, oltre ad amici e familiari della vittima, c'erano il ministro della Difesa Arturo Parisi e il presidente della Camera Fausto Bertinotti, oltre al nuovo capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Vincenzo Camporini, e il sindaco di Oderzo, vicino a Treviso, dove sabato si terranno i funerali. Un picchetto interforze ha reso gli onori militari alla salma.

 

Nella notte tra giovedì e venerdì, appena una mezz'ora prima della salma di Pezzullo, è arrivato a Ciampino anche il C-130 dell'Aeronautica che ha accompagnato a Roma il maresciallo Enrico Mercuri. Il maresciallo Mercuri 31 anni, originario di Montecassiano, del 4° reggimento alpini paracadutisti di Bolzano, rimasto ferito ad una gamba nell'attacco è ora ricoverato nell'ospedale militare del Celio.

 

Intanto, sono arrivati i risultati dell´autopsia sul corpo di Giovanni Pezzulo: secondo quanto accertato dal dottor Ozrem Carella, il maresciallo è deceduto sotto una pioggia di fuoco di almeno 15 proiettili. La procura di Roma ha aperto un fascicolo per attentato con finalità di terrorismo: i magistrati sentiranno, nell'ospedale militare del Celio, anche la testimonianza di Enrico Mercuri, il militare che è rimasto ferito nel corso dell'agguato.

Edited by Leviathan
Link to comment
Share on other sites

Innanzitutto esprimo il mio cordoglio per il nostro caduto.

 

Dopo aver letto i vari post in risposta a "pacifinta" sono d'accordo con Paperinik, Marvin, Rick86 e gli altri. Inoltre ci tengo a sottolineare che interessarsi ai temi militari o entrare nelle forze armate o amare il proprio paese e volerlo servire non sono una patente di guerrafondaio. Qui nessuno ama la guerra! Come si potrebbe desiderare qualcosa che porta morte e distruzione? Detto questo vorrei lanciare una provocazione per riflettere bene su questi temi:

Noi accusiamo (giustamente) i pacifinti di non essere veri pacifisti, ma siamo così sicuri che il pacifismo sia veramente positivo?

Quello che mi chiedo è se la pace sia di per se un valore sull'altare del quale sacrificare tutto il resto?

Io credo che la guerra sia terribile, ma guerra e pace sono circostanze non valori. I valori sono altri come la libertà, l'amore, la giustizia etc.

Se adottassimo davvero la dottrina non violenta questi valori non potremmo difenderli. Allora l'Hitler o lo Stalin di turno potrebbero tranquillamente sottrarci tutti i nostri diritti e renderci schiavi, avremmo così evitato una guerra, ma a che prezzo? Al costo di aver rinunciato a tutto ciò che siamo e che ci qualifica come uomini liberi.

Ribadisco la guerra è brutta e va evitata, ma a volte purtroppo è giusto e doveroso combattere. Era giusto e doveroso combattere contro il nazi-fascismo, era giusto e doveroso armarsi per impedire al blocco comunista di assoggettarci.

Noi ci troviamo a vivere nel cosiddetto mondo libero grazie al sacrificio dei tanti che sono venuti prima di noi e che hanno lottato i nome dei loro valori e noi, che godiamo dei nostri diritti, dobbiamo impegnarci a difenderli da chi li vuole attaccare.

Link to comment
Share on other sites

Penso che uno che apprezzi le forze armate tale da iscriversi in un forum che parla di roba militare li voglio pure vedere in azione.

 

E come spesso ti capita pensi molto male. Io mi sono iscritto a questo forum perchè ho una passione smodata per il volo e l'aeronautica civile e militare....

E per vederli in azione mi basta vederli volare....portare morte non è contemplato.

 

Ma non sono un idiota e comprendo facilmente che se ci dotiamo di certi mezzi è perchè il mondo in cui viviamo ci chiederà prima o poi di usarli.

 

 

Rimando al mittente le accuse e io sono qui da due anni e seguo tutte le sezioni

 

Anche nel fiume scorre acqua da anni, ma gli effetti non li nota nessuno.

 

Non basta scrivere di continuo per poter affermare di conoscere, è il tuo interlocutore che ti deve rendere tale merito.

 

-----------------------------------------------------------------------

 

INVITO TUTTI AD APPENDERE IL TRICOLORE ALLA FINESTRA PER DIMOSTRARE LA NOSTRA SOLIDARIETA' E IL NOSTRO CORDOGLIO ALLA FAMIGLIA DEL CADUTO (DI TUTTI I CADUTI)

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Innanzitutto esprimo il mio cordoglio per il nostro caduto.

 

Dopo aver letto i vari post in risposta a "pacifinta" sono d'accordo con Paperinik, Marvin, Rick86 e gli altri. Inoltre ci tengo a sottolineare che interessarsi ai temi militari o entrare nelle forze armate o amare il proprio paese e volerlo servire non sono una patente di guerrafondaio. Qui nessuno ama la guerra! Come si potrebbe desiderare qualcosa che porta morte e distruzione? Detto questo vorrei lanciare una provocazione per riflettere bene su questi temi:

Noi accusiamo (giustamente) i pacifinti di non essere veri pacifisti, ma siamo così sicuri che il pacifismo sia veramente positivo?

Quello che mi chiedo è se la pace sia di per se un valore sull'altare del quale sacrificare tutto il resto?

Io credo che la guerra sia terribile, ma guerra e pace sono circostanze non valori. I valori sono altri come la libertà, l'amore, la giustizia etc.

Se adottassimo davvero la dottrina non violenta questi valori non potremmo difenderli. Allora l'Hitler o lo Stalin di turno potrebbero tranquillamente sottrarci tutti i nostri diritti e renderci schiavi, avremmo così evitato una guerra, ma a che prezzo? Al costo di aver rinunciato a tutto ciò che siamo e che ci qualifica come uomini liberi.

Ribadisco la guerra è brutta e va evitata, ma a volte purtroppo è giusto e doveroso combattere. Era giusto e doveroso combattere contro il nazi-fascismo, era giusto e doveroso armarsi per impedire al blocco comunista di assoggettarci.

Noi ci troviamo a vivere nel cosiddetto mondo libero grazie al sacrificio dei tanti che sono venuti prima di noi e che hanno lottato i nome dei loro valori e noi, che godiamo dei nostri diritti, dobbiamo impegnarci a difenderli da chi li vuole attaccare.

Grande freenick, veramente grande! Permettimi di esprimerti tutto il mio plauso!

 

Fortunatamente in questo forum, accanto a qualche mela marcia (è fisiologico, non bisogna meravigliarsi più di tanto!), c'è tanta, tanta, gente in gamba!!!

Edited by picpus
Link to comment
Share on other sites

Scriveva Tacito: "La peggiore delle guerre non è peggiore del peggiore dei mali".

 

Dopo quasi 2000 anni ne abbiamo avuto la dimostrazione con la seconda guerra mondiale.

 

Ringraziamo però che i sovietici li abbiamo sconfitti con una guerra fredda ed economicamente e non in campo aperto. Questo per dire che il tuo discorso, freenick, con cui io sono ovviamente d'accordo, è teorico. All'atto pratico l'Occidente deve prestare molta attenzione a calibrare la potenza della sua risposta (che in teoria potrebbe distruggere rapidamente qualsiasi cosa noi compresi); questo perchè se ci mettessimo a combattere senza limitazioni, torturando e facendo strage di civili a cuor leggero la vinceremmo anche la nostra battaglia, ma perderemmo i nostri valori, tutto quello per cui abbiamo combattuto, per scoprirci alla fine uguali ai terroristi.

I valori sono altri come la libertà, l'amore, la giustizia

Sono proprio questi valori che ci rendono diversi e ci obbligano poi, nel mondo reale, a ben calibrare la nostra risposta.

Link to comment
Share on other sites

comunque adesso invece di peroccuparci di che è pacifista per finta o meno sarebbe più interessante se si riuscisse tra di noi a trovare una soluzione diplomatica.

 

vi lancio una provocazione...

 

Secondo voi come si fa ad arrivare ad un compromesso e alla tolleranza in paesi come ad esempio afghanistan e i vari paesi dell'africa?

certo non possono continuare a sopravvivere con i nostri aiuti unanitari in eterno!!

Forse ci sono inetressi economici a tenerli in uno stato di povertà...ci sono molti scienziati molto intelligenti che vengono da paesi africani!! eppure non si riesce ad arrivare a costrure una unità del paese in modo concreto senza che vi siano delle lotte interne tre le diverse etnie....

 

Allo stesso modo i taebani sono dei pastori che si contendono un'area dell'afghanistan, dove ci sono due etnie che non vanno molto d'accordo fra loro!!!

 

spero di essere stato chiaro ;) ;)

Link to comment
Share on other sites

Guest maxtaxi

Se non siamo riusciti a superare il problema del mezzogiorno... :ph34r: Vuoi che risolviamo quello mondiale :adorazione: ? L'Unione Europea grazie a Prr.. :thumbdown: (sotto le elezioni non si fanno nomi) Mortadella :rotfl: , ci hanno multato per i ritardi della TAV :thumbdown: e per la mondezza campana :thumbdown: . Maxi multa anche per il termovalorizzatore... :angry:

E io pago le tasse! :angry:

Link to comment
Share on other sites

Se non siamo riusciti a superare il problema del mezzogiorno... :ph34r: Vuoi che risolviamo quello mondiale :adorazione: ? L'Unione Europea grazie a Prr.. :thumbdown: (sotto le elezioni non si fanno nomi) Mortadella :rotfl: , ci hanno multato per i ritardi della TAV :thumbdown: e per la mondezza campana :thumbdown: . Maxi multa anche per il termovalorizzatore... :angry:

E io pago le tasse! :angry:

 

Non che centra molto con l'argomento , comunque il fatto è che se si utilizzassero correttamente le tasse che lo stato incassa sicuramente si riesce a risolvere un sacco di problemi!!! Ma certa gente preferisce farne un'uso che favorisce solo se stessi...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
C’è poi da considerare se una guerra, condotta da paesi stranieri, sia in grado di portare ad una vera e propria democrazia. Possa essere la soluzione per portare alla civiltà. Io sinceramente ci credo poco. Per me, la violenza genera solo altra violenza. E poi storicamente, un paese diventa uno stato democratico attraverso dei propri processi interni che quasi sempre derivano dalla fine di una guerra civile, di una rivoluzione.

Sinceramente ringrazio gli americani per non aver fatto parte della gioventù fascista o dei balilla...

 

Penso che uno che apprezzi le forze armate tale da iscriversi in un forum che parla di roba militare li voglio pure vedere in azione.

 

basta vedere titoli come :

"russia torna in scenca, ora abbiamo bisogno di EFA"

"armadinejan veniamo a prenderti"

 

ecc... ecc... gli esempi non mancano

In quanto autore del primo topic ti rispondo schiettamente: mi ci fiondo su un EFA se mi fanno entrare in accademia!!! Altro che azione poi!

 

E non sono assolutamente guerrafondaio! Sono solo dell'avviso che porgere l'altra guancia non sia MAI la cosa giusta da fare. In tanti rimpiangerebbero delle forze armate strapotenti se mai dovesse attaccarci qualcuno, pacifisti compresi, e dato che sono in tanti a volerlo fare credo che mantenere delle difese allo stato dell'arte sia il minimo da farsi.

 

Questo per dire che il tuo discorso, freenick, con cui io sono ovviamente d'accordo, è teorico

Quoto. Dobbiamo capire che viviamo nel mondo reale, sia a sinistra (comunismo di Marx e relativa assenza dello stato) sia a destra (liberalismo e liberismo puri, senza autorità statali a controllare scambi economici e culturali) esistono correnti di pensiero totalmente e purtroppo utopiche. A chiunque piacerebbe un mondo senza violenza, ingiustizie e prevaricazioni dell'uno sull'altro, a me per primo, ma facciamocene una ragione: non è possibile.

 

La cosa che mi colpiva è stata la violenza con cui qualcuno proponeva di sterminare i montanari afghani..... la mente mi torna ai racconti di mia nonna dell'inverno 43/44....

Anch'io ho dei nonni che mi raccontano le peggiori atrocità. Mio nonno si è salvato da uno Spitfire nascondendosi in un tubo di cemento. Mia nonna ha corso in un campo di grano con la sorellina in braccio sprando che uno Stuka che la inseguiva sputandole piombo addosso non la centrasse. Non intendevo questo quando nel topic "La NATO non sa combattere" ho suggerito di riversare i A-stan metà delle nostre FFAA.

 

Per fortuna abbiamo un esercito di professionisti, che si addestra per distinguere tra guerriglieri e civili, e quando sbaglia è perchè ha colpito lo scudo umano che qualche infame stava usando.

 

Per fortuna abbiamo le JDAM e tutti gli altri armamenti di precisione, per non parlare dell'intelligence. E' solo questione di politica se ancora in MO muoiono soldati e civili.

 

Ora chiuderei qui, onorando ancora la morte di un uomo che ha potuto combattere per quello in cui credeva.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...