Jump to content

AFGHANISTAN: UCCISO UN MILITARE ITALIANO


Venon
 Share

Recommended Posts

Scusa pacifinta, ma se "voi" pacifisti non riuscite a discriminare i "vostri" elementi pazzi e fuori di testa, come pretendi che noi tutti si possa discriminare tutti i pazzi e fuori di testa che si fanno saltare in aria con le bombe o con gli aerei, e come cavolo pretendi che lo possa fare un capo di governo.

 

Pensi che la nostra società sia sbagliata perchè l'occidente opprime il resto del mondo?

 

Beh certo, riuscire a fermare gli attentatori buttando un po’ di bombe qua e la, mi sembra un discorso davvero sensato.

Io non penso che l’occidente opprime. Io so che l’occidente ha sempre oppresso. Conquistato. Colonizzato. Devastato le popolazioni locali (sai quelli che chiami indiani sono gli americani…quelli che chiami americani sono nostri avi). Le crociate? Sarà anche per questo che ci odiano tanto? Oppure perché ad un certo punto siamo andati dalle parti della Palestina ed abbiamo detto voi da qui toglietevi dalle palle, che 4000 anni fa era casa loro? E ci siamo inventati di sana pianta uno statarello. Che naturalmente appoggiamo per chiari interessi economici. Siccome prevediamo che qualcuno gli vada contro, allora gli diamo i nostri bei missili carri e aerei tanto belli e precisi.

Poi però se a qualcuno girano le scatole e fa un attentato terroristico ce la prendiamo con lui! Bah. Nessuno però, tra noi occidentali, dice “ops, probabilmente abbiamo fatto qualche ca…ta in passato”. Anzi, no. Diciamo, guarda tu sti stronzi. Mo gli tiro un missile e così via, un cane che si morde la coda.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 96
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Beh certo, riuscire a fermare gli attentatori buttando un po’ di bombe qua e la, mi sembra un discorso davvero sensato.

Io non penso che l’occidente opprime. Io so che l’occidente ha sempre oppresso. Conquistato. Colonizzato. Devastato le popolazioni locali (sai quelli che chiami indiani sono gli americani…quelli che chiami americani sono nostri avi). Le crociate? Sarà anche per questo che ci odiano tanto? Oppure perché ad un certo punto siamo andati dalle parti della Palestina ed abbiamo detto voi da qui toglietevi dalle palle, che 4000 anni fa era casa loro? E ci siamo inventati di sana pianta uno statarello. Che naturalmente appoggiamo per chiari interessi economici. Siccome prevediamo che qualcuno gli vada contro, allora gli diamo i nostri bei missili carri e aerei tanto belli e precisi.

Poi però se a qualcuno girano le scatole e fa un attentato terroristico ce la prendiamo con lui! Bah. Nessuno però, tra noi occidentali, dice “ops, probabilmente abbiamo fatto qualche ca…ta in passato”. Anzi, no. Diciamo, guarda tu sti stronzi. Mo gli tiro un missile e così via, un cane che si morde la coda.

 

 

Accidenti, che memoria lunga che hanno i musulmani per odiarci ancora per le crociate! A parte il fatto che se non li avessimo fermati a Lepanto non saremmo qui a discutere così tranquillamente... In compenso gli stati arabi sono stati molto solidali coi palestinesi vero? E i leader dei paesi musulmani con il petrolio, filooccidentali o antioccidentali si preoccupano molto del benessere dei loro sudditi, vero?

E Bin Laden non è cresciuto nei quartieri poveri di un quartiere palestinese.

E in Africa vivono tutti come grandi amici e fratelli, tutti i massacri tra etnie sono naturalmente colpa nostra, vero?

 

 

PS il discorso è interessante, ma ormai siamo completamente Off Topic, sarebbe opportuno un trasferimento della discussione altrove...

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Guarda Pacifinta, il colonialismo europeo fu stroncato proprio dai tuoi odiati americani, te lo sei scordato?

 

Lo so benissimo che gli indiani d'America, sono i nativi laggiù non mi fare moralismi per favore, gli chiamiamo Americani nel senso di "genti che arrivano dal continente americano", per praticità. L'importante è sapere che la differenza storica c'è.

 

Che l'occidente abbia sempre oppresso me lo puoi dire, ma ci pensi davvero a quello che dici?

 

I missili non sono belli, sono uno stumento di morte usato ai fini di condurre a compimento una volontà politica. Pensaci quando vai a votare (se puoi, il 13) perchè fai parte di questo sistema. E servono a non bombardare a tappeto, pensa a Dresda.

 

Gli attentati sono stati fermati buttando bombe. Al Quaeda è in ginocchio in Iraq, che ti piaccia o no, è così.

 

I nostri (loro, degli USA) interessi economici con Israele riguardano la vendita di armi? Sei sicura?

 

L'attentato al WTC lo chiami un "giramento di scatole"? Non giustificare quell'attentato, non ci fai bella figura...

 

Sono sicuro che "NOI" occidentali abbiamo fatto le nostre cazzate, ma da qui a fare l'agnello di Dio ce ne passa... se poi vivi a due passi da una moschea dove si predica la guerra santa contro gli infedeli, non ci pensi più al passato.. guardi al domani.

 

Guarda che io non sono contento di sapere degli uomini e donne e bambini che muoiono sotto le bombe delle coalizioni occidentali. Sia chiaro.

 

Ma nemmeno di sapere che un maresciallo sia stato ammazzato mentre porta cibo in un villaggio Afgano. Sia chiaro.

Link to comment
Share on other sites

E allora? Ci odiano così perchè sono dei cattivoni?

Comunque io non ho detto che è solo colpa nostra. Ho detto che è anche per questo...poi se tu di tutto il discorso che ho fatto ti attacchi alle crociate...

Ammettere che facciamo parte di un sistema che interagisce con il resto del mondo, inferiore tecnologicamente, e in modo aggressivo non è un segno di debolezza, anzi.

 

In compenso gli stati arabi sono stati molto solidali coi palestinesi vero? E i leader dei paesi musulmani con il petrolio, filooccidentali o antioccidentali si preoccupano molto del benessere dei loro sudditi, vero?

E Bin Laden non è cresciuto nei quartieri poveri di un quartiere palestinese.

E in Africa vivono tutti come grandi amici e fratelli, tutti i massacri tra etnie sono naturalmente colpa nostra, vero?

 

Io non ho mai detto una cosa del genere. Io non sto dicendo che noi siamo cattivi e loro buoni. Sto dicendo che forse se oggi le cose stanno così è perchè abbiamo anche noi delle forti responsabilità

 

Scusate sono poco pratico di forum. Se dobbiamo cambiare posto per questa discussione, ok facciamola spostare.

Link to comment
Share on other sites

Beh certo, riuscire a fermare gli attentatori buttando un po’ di bombe qua e la, mi sembra un discorso davvero sensato.

Io non penso che l’occidente opprime. Io so che l’occidente ha sempre oppresso. Conquistato. Colonizzato. Devastato le popolazioni locali (sai quelli che chiami indiani sono gli americani…quelli che chiami americani sono nostri avi). Le crociate? Sarà anche per questo che ci odiano tanto? Oppure perché ad un certo punto siamo andati dalle parti della Palestina ed abbiamo detto voi da qui toglietevi dalle palle, che 4000 anni fa era casa loro? E ci siamo inventati di sana pianta uno statarello. Che naturalmente appoggiamo per chiari interessi economici. Siccome prevediamo che qualcuno gli vada contro, allora gli diamo i nostri bei missili carri e aerei tanto belli e precisi.

Poi però se a qualcuno girano le scatole e fa un attentato terroristico ce la prendiamo con lui! Bah. Nessuno però, tra noi occidentali, dice “ops, probabilmente abbiamo fatto qualche ca…ta in passato”. Anzi, no. Diciamo, guarda tu sti stronzi. Mo gli tiro un missile e così via, un cane che si morde la coda.

 

Scusa, ma dalle frasi in neretto io ho capito proprio che noi siamo i cattivi.

 

L'odio nasce da una ideologia nichilista che ha totale disprezzo della vita, che sia occidentale o no; per esempio, la stragrande maggioranza dei morti degli attentati suicidi in Iraq è rappresentata dagli iracheni stessi, non dagli occidentali. E la maggior parte degli attentatori è di provenienza estera, non irachena, ed è stata addestrata nelle scuole dell'odio dei fondamentalisti musulmani che noi occidentali continuiamo ingenuamente ad ospitare in nome della tolleranza.

Edited by lender
Link to comment
Share on other sites

Pacifinto....a questo punto mi pare di capire che sei maschio e non donna.

 

Visto che ti professi pacifista a 360° ti vorrei porre qualche domanda.

 

La prima, la più ovvia, è: dove caz*o eri quando Saddam sterminava, o meglio gassava, i Kurdi? Era davanti a via Camilluccia a Roma (sede ell'ambasciata Irachena in Italia)? Non credo proprio, ma sono certo che ti sei trovato decine di volte (almeno ideologicamente) davanti a via Vittorio Veneto al numero civico 119, ovvero la sede della missione diplomatica USA in Italia.

 

E dove eri sempre quando i Tutsi e gli Hutu si sterminavano a cavallo di tre stati africani? E dove eri quando Mughabe sterminava in Zimbabwe l'opposizione? O quando a Pechino si portavano a termine 120 esecuzioni capitali? O quando in Timor Est gli indonesiani sterminavano i civili a colpi di machete? E quando invece il regime monarchico dittatoriale Siriano si schierava e finanziava Hezbollah? O quando in Venezuela la polizia di Chavez sparava ad altezza d'uomo sui manifestanti? O quando a Pyongyang si compievano esperimenti nucleari militari? E quando un martire di Al-Aqsa si faceva esplodere in qualche discoteca o autobus di Tel Aviv, tu dove eri? E quando il terrorista Siriano faceva esplodere il centro cultura israeliano a Buenos Aires, tu dove eri? E quando il martire Pasdaran iraniano faceva detonare una bomba nel mercato sunnita di baghdad uccidendo 60 e rotte persone di cui in maggioranza bambini e donne? E dove sei ogni volta che il leader iraniano a capo di un regime teocratico auspica di radere al suolo Isarele e congiuntamente sviluppa tecnologie nucleari? E quando 11 terroristi musulmani uccidevano in poche ore 3000 persone e affondavano la lama nel cuore dell'occidente, TU DOVE CAZ*O ERI?

 

Ecco, vedi....TE LO VOGLIO DIRE IO DOVE ERI. Tu eri sempre al riparo dei sicuri confini Italiani, eri a goderti le tue libertà, eri a farti un birra con gli amici e a urlare in faccia al Marine di guarda all'ambasciata USA che loro sono degli imperalisti guerrafondai del caz*o, mentre il tuo compagno di turno stava dando fuoco alla loro bandiera. Ma ti voglio ricordare che fai sempre in tempo a dimostrare il tuo pacifismo a tutto tondo, perchè molte delle situazione da me elencate perdurano, e molte altre peggiorano, tralasciando poi quelle che nascono....

 

Ma forse non è il pacifismo che volete dimostrare, mettere in piazza davanti agli occhi del mondo. Forse è l'anti-americanismo, l'odio verso l'occidente che vi vizia e vi protegge....Non dovreste mai dimenticare che gli Stati Uniti d'America, pieni di difetti e contraddizioni, possono vantare la paternità dei principi democratici che hanno ispirato le costituzioni di tutte le nazioni libere del mondo oltre che a un documento fondamentale per il genere umano: LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO.

 

Per voi sono meritevoli di indignazione e riprovazione i comportamenti sulla scena internazionale da parte di Israele, Stati Uniti, Inghilterra...Spiegami il perchè!?

Forse perchè l'antiamericanismo è l'esercizio intellettuale preferito dalla gente di sinistra nel mondo: gli Stati Uniti d'America (e tutti i suoi simboli) sono da voi detestati semplicemente perchè la loro esistenza e potenza vi ricorda di continuo che quando il mondo era diviso i due, voi eravate schierati dalla parte del perdente....

 

Israele è l'unico stato a base democratica del medio oriente, hai mai riflettutto su questo? Ti sei mai chiesto perchè gli Israeliani sulla stessa terra deserta dei palestinesi riescono a coltivare frutteti sconfinati....può sembrare un dato banale, ma ti assicuro che nasconde concetti molto più profondi che riguardano la cultura e la mentalità occidentale. Sono i valori giudaico cristiani quelli che hanno permesso all'uomo di raggiungere i più grandoi traguardi tecnologici, umani e storici. Il resto del mondo è fermo al medio evo, è certamente non per colpa nostra. Non siamo noi a volere che una famiglia saudita si arricchisca smodatamente col petrolio mentre i suoi cittadini pregano Allah e sono contenti che la loro società sia strutturata secondo lo schema verticale di tendenza teocratica: califfo-emiro-imam. Noi occidentali (americani, francesi, italiani...) abbiamo fatto le nostre guerre civili e le nostre lotte per l'indipendenza. Le facessero pure i popoli arabi, costretti dai loro governanti alla fame e all'ignoranza (tenere il popolo nell'ignoranza è la condizione principale per detenere in eterno il potere). Sei a conoscenza del fatto che la maggior parte degli stati africani avrebbe risorse naturali per mettere i loro governi nelle condizioni di primeggiare con le nazioni europee? Di chi pensi che sia la colpa? Del colono bianco che ha abbandonato quei territori negli anni '60?!....In Africa ci ho vissuto: la risposta è no (è da quando il colono è andato via che l'Africa è andata a puttane, visto che i concetti geo-politici di "confine" e "unità nazionale"sono pressochè sconosciuti per coloro che danno valore solo alle diversità tribali).

 

Siamo portatori di una cultura superiore, non possiamo permettere che nulla e nessuno al di là dei nostri confini possa intaccarla. Per questo motivo è opportuno ricorrere a determinate operazioni militari. Operazioni che spesso, spessissimo, vengono attuate senza che vi sia alcun interesse economico o politico, al di lòà della mera emergenza umanitaria: ti devo ricordare i marines e i parà italiani in Somalia? Dimmi qual'è il ruolo strategico della Somalia? E ti devo ricordare i parà della folgore trucidati a Kindu?! Erano lì solo per portare pace e porre fine alla mattanza di civili. E ti devo ricordare l'intervento NATO in kosovo? Voi pacifisti eravate lì a protestare davanti ai cancelli della base di Aviano, ma intanto donne e bambini venivano massacrati a 600Km di distanza....

Aver creduto a lungo che ciò che succedeva nei campi terroristici in Afghanistan piuttosto che in Sudan non ci riguardava già ci è costato troppo caro, a tutti noi (compreso te). Dall'11 settembre viviamo tutti in modo diverso, con abitudini diverse e con nuove paure. E' NECESSARIO CHE QUALCUNO SI FACCIA CARICO DI COLPIRE I RESPONSABILI. Abbiamo impiegato 2000 anni per evolverci e raggiungere l'attuale sensibilità civile che ci connota....non saranno dei terroristi arabi a fermare la nostra storia.

 

-----------------------------------------------------------------------

E comunque dovresti documentarti meglio: era ovvio per chiunque che dietro all'11 settembre c'era Bin laden, visto che il suo gruppo si era già reso responsabile dell'attacco al WTC del '93, degli attentati sanguinari alle ambasciate USA di Kanya e Tanzania, all'attacco suicida ai danni dell'incrociatore Cole....nessuno avrebbe potuto immaginare che si sarebbe spinto così in là.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Scusa, ma dalle frasi in neretto io ho capito proprio che noi siamo i cattivi.

 

L'odio nasce da una ideologia nichilista che ha totale disprezzo della vita, che sia occidentale o no; per esempio, la stragrande maggioranza dei morti degli attentati suicidi in Iraq è rappresentata dagli iracheni stessi, non dagli occidentali. E la maggior parte degli attentatori è di provenienza estera, non irachena, ed è stata addestrata nelle scuole dell'odio dei fondamentalisti musulmani che noi occidentali continuiamo ingenuamente ad ospitare in nome della tolleranza.

 

perfettamente d'accordo. e in riferimento alla tua prima frase forse non mi sono spiegato.

ci provo meglio ora. Io non dico che siamo noi i cattivi ne che loro sono buoni. Dico colo che se ci troviamo a queso punto è perchè, abbiamo anche noi le nostre responsabilità. E vorrei che l'occidente prendesse atto di questo e partisse da questo punto. Poprio perchè noi abbiamo raggiunto prima di loro un livello di democrazia dovremmo essere noi ad essere i primi ad assumerci le nostre responsabilità storiche. Comportandoci in questo modo non facciamo altro che combattere con il loro stesso metodo e questo, fino ad oggi non ha portata a nulla di buono visto che i problemi non si sono risolti.

 

Paperink datti una calmata. Stiamo cercando di ragionare civilmente senza alzare i toni.

Detto questo che vuoi che ti dica. Tu parli di supremazia occidentale. Potevi citare direttamente la supremazia ariana e tutti avremmo capito meglio come la pensi.

 

La prima, la più ovvia, è: dove caz*o eri quando Saddam sterminava, o meglio gassava, i Kurdi?
e chi ha aiutato a salire al potere Saddam? E chi l'ha aiutato nella guerra all'Iran?
Link to comment
Share on other sites

Calmissimo, serafico....scrivere "dove caz*o eri" non mi pare segnale di ira funesta.

Piuttosto ancora non mi hai risposto dove eri....ma evidentemente la risposta che ho dato io non si discosta di tanto dalla realtà.

 

Se fossi per la razza ariana pensi che sosterrei gli Israeliani?! Ragiona un pò....

 

E comunque hai confermato indirettamente ciò che ho detto: SEMPRE PRONTO A RICORDARE CHE L'OCCIDENTE HA ARMATO L'IRAQ PER LA GUERRA DEI 10 ANNI. MA TU NON ERI A PROTESTARE DAVANTI ALL'AMBASCIATA SOVIETICA, VISTO CHE I RUSSI ARMAVANO L'AYATOLLAH.....E OGGI NON RINFACCI AI COMUNISTI SOVIETICI DI AVERLO FATTO, NO! TU TE LA PRENDI CON L'OCCIDENTE PER AVER VENDUTO ARMI A SADDAM......

Sei poco credibile, come tutti i pacifinti....pacifisti non pacifici!

 

E comunque ribadisco: siamo portatori di una cultura superiore, l'unica che assegna al valore della vita il ruolo primario.

Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

............Tu parli di supremazia occidentale. Potevi citare direttamente la supremazia ariana e tutti avremmo capito meglio come la pensi.

...........

Basterebbe citare la pratica dell'infibulazione sulle bambine (e siamo nel terzo millennio!), per dimostrare, scientificamente, la supremazia della cultura occidentale!!!

 

P.S. A proposito di quanto ti ha fatto notare Paperinik, guarda con attenzione la quarta bandierina che sventola nella mia firma!

Edited by picpus
Link to comment
Share on other sites

Fra l'altro smettila di parlare in mogo generico: parli di responsabilità dell'occidente???? EBBENE SPECIFICA! Sarò lieto di smentirti punto su punto....ho tanto l'idea che mi verrai fuori con le crociate.

 

Io e Marvin (fra gli altri) ti abbiamo citato episodi ben precisi, tu finora sei qui a parlare di aria fritta....vuoi che la discussione sia seria? Entra nel dettaglio. Altrimenti astieniti.

Real politik....non fantasilandia.

Link to comment
Share on other sites

Condoglianze alla famiglia del caduto.

 

Io credo che vadano un pò distinte le cose; inanzitutto credo che qualcuno non inquadri bene il problema, rispondendo a una linea di pensiero (che si può condividere o meno) logica con l'imitazione di Bertinotti o tirando subito in ballo la Cina.... lo faccia tranquillamente tanto non essendo comunista a me non dà fastidio....ma secondo me si sragiona in quanto si và a parlare di cose non attinenti.

 

Ogni popolo in ogni epoca ha cercato di trarre vantaggio a scapito di qualcun'altro succedeva 2000 anni fà e succede ora.... l'unica differenza è che una dittatura non deve rendere conto delle proprie azioni, una democrazia invece si (agli elettori) e quindi sono ricorrenti le campagne pubblicitarie che fanno diventare la guerra da cosa abietta a cosa giusta.

Ovviamente sono d'accordo con chi dice che la guerra è alcune volte inevitabile e quindi vale la pena di tenere un esercito in efficienza.

 

La cosa che mi colpiva è stata la violenza con cui qualcuno proponeva di sterminare i montanari afghani..... la mente mi torna ai racconti di mia nonna dell'inverno 43/44....

Mia nonna abitava (e abita tutt'ora) a 30 km da Cassino e racconta degli 8 mesi passati sotto le bombe, la fame (pane di ghianda e si mangiavano pure i serpenti), il freddo dato che la casa era stata requisita dai tedeschi, i rastrellamenti indiscriminati qualora questi avessero subito qualche perdita da parte di italiani (c'è chi li chiamava terroristi, chi partigiani....) i soprusi sopportati dagli eserciti di occupazione (perchè dopo i tedeschi sono arrivati i marocchini e se sei occupato non puoi ricorre a nessuno...tutto rimane impunito.) e quando il peggio sembrava passato una bella epidemia di tifo e una colonna di sherman che attraversa il povero orticello che erano riusciti a fare. Le contadine ciociare andavano scalze con la gonna che strusciava per terra e la testa coperta dal fazzoletto.... quando mia nonna vede gli afghani in tv commenta...."ma questi perchè si lamentano? Noi nel '43 stavamo peggio e non potevamo lamentarci con nessuno".

 

Ho scritto questo per far notare che se qualcuno nel 43-44 avesse proposto di massacrare tutti i contadini Ciociari non avrebbe risolto nulla. Allo stesso modo, esprimere espressioni di odio e incentivo al massacro per dei poveracci che stanno tra l'incudine e il martello a cosa può portarci?

La componente di "Talebani" combattenti non è tutt'uno con la popolazione civile, molti non sono neppure afghani.

 

Questo per quel che riguarda la popolazione civile, per il resto si può essere d'accordo o meno con l'intervento Italiano in Afghanistan; io sono dell'opinione che al momento attuale questo non ha più importanza, ormai ci siamo ed è bene che facciamo fino in fondo il nostro dovere, senza macchiarci delle nostre italiche figure barbine per colpa dei nostri politicanti (non andiamo nelle zone a rischio, sennò dobbiamo combattere e poi non è più una missione di peacekeeping etc-etc.); d'altro canto se si aveva paura che di tanto in tanto ci poteva scappare il morto potevano mandare l'esercito a fare un bucolico pic-nic ai Castelli Romani.

Edited by Leo1083
Link to comment
Share on other sites

Pacifinto....a questo punto mi pare di capire che sei maschio e non donna.

 

Visto che ti professi pacifista a 360° ti vorrei porre qualche domanda.

 

La prima, la più ovvia, è: dove caz*o eri quando Saddam sterminava, o meglio gassava, i Kurdi? Era davanti a via Cemilluccia a Roma (sede ell'ambasciata Irachena in Italia)? Non credo proprio, ma sono certo che ti sei trovato decine di volte (almeno ideologicamente) davanti a via Vittorio Veneto al numero civico 119, ovvero la sede della missione diplomatica USA in Italia.

 

E dove eri sempre quando i Tutsi e gli Hutu si sterminavano a cavallo di tre stati africani? E dove eri quando Mughabe sterminava in Zimbabwe l'opposizione? O quando a Pechino si portavano a termine 120 esecuzioni capitali? O quando in Timor Est gli indonesiani sterminavano i civili a colpi di machete? E quando invece il regime monarchico dittatoriale Siriano si schierava e finanziava Hezbollah? O quando in Venezuela la polizia di Chavez sparava ad altezza d'uomo sui manifestanti? O quando a Pyongyang si compievano esperimenti nucleari militari? E quando un martire di Al-Aqsa si faceva esplodere in qualche discoteca o autobus di Tel Aviv, tu dove eri? E quando il terrorista Siriano faceva esplodere il centro cultura israeliano a Buenos Aires, tu dove eri? E quando il martire Pasdaran iraniano faceva detonare una bomba nel mercato sunnita di baghdad uccidendo 60 e rotte persone di cui in maggioranza bambini e donne? E dove sei ogni volta che il leader iraniano a capo di un regime teocratico auspica di radere al suolo Isarele e congiuntamente sviluppa tecnologie nucleari? E quando 11 terroristi musulmani uccidevano in poche ore 3000 persone e affondavano la lama nel cuore dell'occidente, TU DOVE CAZ*O ERI?

 

Ecco, vedi....TE LO VOGLIO DIRE IO DOVE ERI. Tu eri sempre al riparo dei sicuri confini Italiani, eri a goderti le tue libertà, eri a farti un birra con gli amici e a urlare in faccia al Marine di guarda all'ambasciata USA che loro sono degli imperalisti guerrafondai del caz*o, mentre il tuo compagno di turno stava dando fuoco alla loro bandiera. Ma ti voglio ricordare che fai sempre in tempo a dimostrare il tuo pacifismo a tutto tondo, perchè molte delle situazione da me elencate perdurano, e molte altre peggiorano, tralasciando poi quelle che nascono....

 

Ma forse non è il pacifismo che volete dimostrare, mettere in piazza davanti agli occhi del mondo. Forse è l'anti-americanismo, l'odio verso l'occidente che vi vizia e vi protegge....Non dovreste mai dimenticare che gli Stati Uniti d'America, pieni di difetti e contraddizioni, possono vantare la paternità dei principi democratici che hanno ispirato le costituzioni di tutte le nazioni libere del mondo oltre che a un documento fondamentale per il genere umano: LA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO.

 

Per voi sono meritevoli di indignazione e riprovazione i comportamenti sulla scena internazionale da parte di Israele, Stati Uniti, Inghilterra...Spiegami il perchè!?

Forse perchè l'antiamericanismo è l'esercizio intellettuale preferito dalla gente di sinistra nel mondo: gli Stati Uniti d'America (e tutti i suoi simboli) sono da voi detestati semplicemente perchè la loro esistenza e potenza vi ricorda di continuo che quando il mondo era diviso i due, voi eravate schierati dalla parte del perdente....

 

Israele è l'unico stato a base democratica del medio oriente, hai mai riflettutto su questo? Ti sei mai chiesto perchè gli Israeliani sulla stessa terra deserta dei palestinesi riescono a coltivare frutteti sconfinati....può sembrare un dato banale, ma ti assicuro che nasconde concetti molto più profondi che riguardano la cultura e la mentalità occidentale. Sono i valori giudaico cristiani quelli che hanno permesso all'uomo di raggiungere i più grandoi traguardi tecnologici, umani e storici. Il resto del mondo è fermo al medio evo, è certamente non per colpa nostra. Non siamo noi a volere che una famiglia saudita si arricchisca smodatamente col petrolio mentre i suoi cittadini pregano Allah e sono contenti che la loro società sia strutturata secondo lo schema orizzontale di tendenza teocratica: califfo-emiro-imam. Noi occidentali (americani, francesi, italiani...) abbiamo fatto le nostre guerre civili e le nostre lotte per l'indipendenza. Le facessero pure i popoli arabi, costretti dai loro governanti alla fame e all'ignoranza (tenere il popolo nell'ignoranza è la condizione principale per detenere in eterno il potere). Sei a conoscenza del fatto che la maggior parte degli stati africani avrebbe risorse naturali per mettere i loro governi nelle condizioni di primeggiare con le nazioni europee? Di chi pensi che sia la colpa? Del colono bianco che ha abbandonato quei territori negli anni '60?!....In Africa ci ho vissuto: la risposta è no (è da quando il colono è andato via che l'Africa è andata a puttane, visto che i concetti geo-politici di "confine" e "unità nazionale"sono pressochè sconosciuti per coloro che danno valore solo alle diversità tribali).

 

Siamo portatori di una cultura superiore, non possiamo permettere che nulla e nessuno al di là dei nostri confini possa intaccarla. Per questo motivo è opportuno ricorrere a determinate operazioni militari. Operazioni che spesso, spessissimo, vengono attuate senza che vi sia alcun interesse economico o politico, al di lòà della mera emergenza umanitaria: ti devo ricordare i marines e i parà italiani in Somalia? Dimmi qual'è il ruolo strategico della Somalia? E ti devo ricordare i parà della folgore trucidati a Kindu?! Erano lì solo per portare pace e porre fine alla mattanza di civili. E ti devo ricordare l'intervento NATO in kosovo? Voi pacifisti eravate lì a protestare davanti ai cancelli della base di Aviano, ma intanto donne e bambini venivano massacrati a 600Km di distanza....

Aver creduto a lungo che ciò che succedeva nei campi terroristici in Afghanistan piuttosto che in Sudan non ci riguardava già ci è costato troppo caro, a tutti noi (compreso te). Dall'11 settembre viviamo tutti in modo diverso, con abitudini diverse e con nuove paure. E' NECESSARIO CHE QUALCUNO SI FACCIA CARICO DI COLPIRE I RESPONSABILI. Abbiamo impiegato 2000 anni per evolverci e raggiungere l'attuale sensibilità civile che ci connota....non saranno dei terroristi arabi a fermare la nostra storia.

 

-----------------------------------------------------------------------

E comunque dovresti documentarti meglio: era ovvio per chiunque che dietro all'11 settembre c'era Bin laden, visto che il suo gruppo si era già reso responsabile dell'attacco al WTC del '93, degli attentati sanguinari alle ambasciate USA di Kanya e Tanzania, all'attacco suicida ai danni dell'incrociatore Cole....nessuno avrebbe potuto immaginare che si sarebbe spinto così in là.

 

 

 

Quoro pienamente ciò che è stato detto!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Inoltre ricordiamo che sono stati i russi ad armare gli Afghani durante la guerra tra Iraq e l'Afghanistan!!!!

 

Ognuno ha le sue colpe!!

 

Inoltre vorrei agguinere che a essere pacifisti è facile a dirsi ma voglio vedere chi di quelli che si definiscono pacifisti sono disposti a mettere a rischio la propria vita( magari avendo a carico una famiglia e dei figli), per professare in paesi africani dove a nessuno frega niente!!!!

 

Non può in nessun modo essere giustificato il fatto di uccidere una persona che si trova in un paese straniero ad aiutare gente e si ritrova con un 7,65 nel corpo!!!

 

Noi abbimo tanti di quei diritti che nenche ce ne rendiamo conto e questo è molto grave!!!!

certo è che portare la democrazia non è molto facile, ma se quella gente parte con il presupposto che tutto quello che l'occidente è sbagliato allora non andiamo molto daccordo......

Ogni stato ha i suoi pregi e difetti e in qunato tale deve cercare di migliorare garantire la migliore stabilità possibile...e se questi non sono in grado noi simo disposti ad insegnare, ma poi vedere che la gente si fà saltare in aria per delle idee del c***o bisona impedirlo e sradicare dalla mente queste ideologie folli!!!!!!!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Non confondiamo la gerra era tra Iraq e Iran e i Russi invece ci hanno solo preso mazzate in Afghanistan.

 

Quanto a saddam armato dagli americani è ovvio, non li avete visti tutti quei bei T-72, mig e mirage, di produzione, off course, americana, ad armare le truppe irachene!

Se pacifinta non avesse capito i T-72 sono carri armati di provenienza sovietica, i mig ed i tupolev sempre con la stella rossa e i mirage sono francesi, esattamente come il reattore nucleare militare di Osirak distrutto, deo gratias, dall'aviazione Israeliana.

Io dico informatevi prima di parlare!

L'iraq era un paese legato all'URSS ed alla Francia, non certo agli stati uniti, ma ovvio che non potete andare oltre i vostri pregiudizi.

 

Ora se vogliamo confrontarci civilimente senza sparare castronate immense facciamolo su un altro topic, non qui dove si deve solo ONORARE UN NOSTRO CADUTO.

Link to comment
Share on other sites

Io credo che qui ci siano tutta una serie di malintesi. O qunato meno di persone che leggono solo in parte i miei post.

Ho citato anche l'Urss tra i vari cattivi e non mi pare di aver difeso quella che voi crediate possa essere la mia fazione politica. Se non si vuole ammettere che il nostro occidente ha commesso in passato e continua a commettere degli errori beh non vi ci posso far nulla. Ah a proposito non ricordo chi, ma qualcuno prima mi sembrava parlasse come Codice Rosso :) sapete la scena finale no...

Tu paperink ti credi di essere superiore a loro. Ma proprio questa tua convinzione ti rende 1000 anni più indietro della loro civiltà. Voglio ora rispondere alla tue domande. Senza crearmi alcun tipo di problema. Non ero davanti a via camilluccia così come non ero davanti l'ambasciata americana. Così come non sono mai andato a protestare davanti a nessuna ambasciata. Ma come non c'ero io in africa non mi pare che noi ci siamo mossi così tanto.

Io, e su questo punto torno a ribadire, non sto difendendo il loro stile di vita. O i loro modi barbari di trattare le donne. Ne dobbiamo stare qui a fare la conta di chi ha fatto meno cazzate. Se è stato più crudele l'Urss o gli USA. Vanno sempre e comunque condannate tutte le atrocità commesse.

Vorrei poi ricordare che la nostra storia di occidentali ci racconta che abbiamo sofferto, combattutto affinchè i diritti che abbiamo siano diventati reali. Ma non scordiamoci che fino a 40 anni fa in paesi democratici e civili del nostro occidente c'era un forte sentimento razzista.

Ora visto che mi dici che parlo sempre in modo generico e visto che ti senti tanto forte ed hai questo tuo bel modo arrogante di parlare bene, allora entriamo nello specifico:

 

parlando di guerra fredda ricordiamo Aldo Moro? Si si lo so che ora ve ne uscirete con la storia delle brigate rosse, ma perchè vi fa comodo. Perchè non vi piace ammettere che il giorno del rapimento era presente un bell'agente dei servizi segreti italiani. O vogliamo parlare che hanno perquisito tutto il palazzo dove era tenuto in ostaggio (palazzo che poi si scorpì essere di proprietà dei servizi italiani)tranne casualmente il loro appartamento? E per cosa? Perchè i comunisti mangiavano i bambini.

vogliamo parlare del vietnam dove un paese è stato teatro di una guerra per il semplice motivo che due schieramenti, estranei a quel paese, dovevano dimostrare al mondo chi era il più forte?

oppure vogliamo parlare delle armi date a saddam, che poi non capisco se era un dittatore tanto cattivo, perchè l'abbiamo armato e poi invaso con la scusa delle armi di distruzzione di massa. E qui una domanda sorge spontanea, non c'erano oppure Saddam ha fregato tutti gli occidentali?

Ora tu, o chi per te, tirerà fuori una sfilsa di dati a testimonianza che i non occidentali hanno fatto anche peggio.

Posso anche essere d'accordo. Ma qui non stiamo facendo una gara a chi sta dalla parte meno colpevole. Ogni evento che citiamo ha come comun denominatore la morte di persone. Ogni evento che tu citi significa che molte persone hanno sofferto. E' questo che dobbiamo condannare. Non dobbiamo difendere il nostro schieramento accusando l'altro di aver commesso le stesse o peggiori atrocità.

Tu mi dici che devo essere concreto. Beh se essere concreto significa scendere a compromessi con cose così importanti. Come il rispetto. Come i lvalore della vita. Come il diritto alla libertà. Beh voglio continuare a lottare per quello che credo, anche se non fattibile. A me non sembra che in questo periodo la diplomazia sia l'arma più utilizzata. Io vedo solo ultimatum e bombardamenti.

Link to comment
Share on other sites

parlando di guerra fredda ricordiamo Aldo Moro? Si si lo so che ora ve ne uscirete con la storia delle brigate rosse, ma perchè vi fa comodo. Perchè non vi piace ammettere che il giorno del rapimento era presente un bell'agente dei servizi segreti italiani. O vogliamo parlare che hanno perquisito tutto il palazzo dove era tenuto in ostaggio (palazzo che poi si scorpì essere di proprietà dei servizi italiani)tranne casualmente il loro appartamento? E per cosa? Perchè i comunisti mangiavano i bambini.

vogliamo parlare del vietnam dove un paese è stato teatro di una guerra per il semplice motivo che due schieramenti, estranei a quel paese, dovevano dimostrare al mondo chi era il più forte?

 

Per la nuova serie: la storia letta su topolino!

Anzi permettimi di non insultare il giornale che ha accompagnato la mia crescita sin da bambino, questa è farina del sacco di disinformazione o di qualche altro sito complottista.

Portami le fonti di quello che hai detto, sennò puoi anche dire che c'erano i marziani!

Link to comment
Share on other sites

Dominus scusa ma merita una risposta; se poi i moderatori lo riterranno necessario possiamo sempre traslocare in un altro topic

 

abbiamo anche noi le nostre responsabilità. E vorrei che l'occidente prendesse atto di questo e partisse da questo punto. Poprio perchè noi abbiamo raggiunto prima di loro un livello di democrazia dovremmo essere noi ad essere i primi ad assumerci le nostre responsabilità storiche. Comportandoci in questo modo non facciamo altro che combattere con il loro stesso metodo e questo, fino ad oggi non ha portata a nulla di buono visto che i problemi non si sono risolti.

Pacifinta, noi le nostre responsabilità le abbiamo ammesse, sia esplicitamente (lo ha addirittura fatto il Papa) sia e sopratutto implicitamente, ovvero la sensibilità e la morale che abbiamo acquisito ci portano a vergognarci dei nostri errori e sbagli.

 

Poi, punto secondo, capisco che tu possa non essere esperta di cose militari ma ti garantisco che se noi ci mettessimo a combattere come loro, senza alcuna limitazione nei confronti dei civili e della popolazione, non esisterebbe alcun problema terrorismo in Irak o in A-stan: molto semplicemente quei due paesi sarebbero un bel disabitato parcheggio radioattivo. E anche senza arrivare alle atomiche non pensare sia così difficile rispedire all'età della pietra un paese e poi fregarcene della ricostruzione e degli aiuti e lasciarli tutti li a crepar di fame. Con la capacità di fuoco che ha una portaerei americana basterebbero un paio di settimane di raid; e tanto per essere più esplicito di portaerei gli americani ne hanno 11, e se non sono sufficienti ci sono anche quelle nostre, francesi ed inglesi.

 

E quindi la differenza tra noi e loro è solo aver avuto la fortuna di nascere in una parte del mondo piuttosto che in un’altra. E questo basta quindi a considerarci superiori o prendere in esame l’idea di invaderli?

Non stiamo parlando della superiorità degli italiani nei confronti degli irakeni; penso che nessuno di noi sia razzista (anzi c'è gente sia del PdL che del PD qua). Stiamo parlando di differenze culturali; è un punto molto importante perchè se te intendi tutti i ragionamenti di paperinik, ecc. come qualità medie degli uomini e donne che abitano in Occidente hai completamente travisato. la differenza è nella cultura, non che loro sono più stupidi e noi più intelligenti.

C’è poi da considerare se una guerra, condotta da paesi stranieri, sia in grado di portare ad una vera e propria democrazia. Possa essere la soluzione per portare alla civiltà. Io sinceramente ci credo poco. Per me, la violenza genera solo altra violenza. E poi storicamente, un paese diventa uno stato democratico attraverso dei propri processi interni che quasi sempre derivano dalla fine di una guerra civile, di una rivoluzione.

Vedi la democrazia non è come la cioccolata, non è automatico esportarla; credere ciò è stato uno dei più grandi sbagli di Bush; Bush ragionando così pensava di poter sostituire i regimi tirannici del MO con altrettante democrazie amiche con vantaggi sia per noi che per loro; purtroppo è andata diversamente, il petrolio ora costa 100$, il MO è molto più instabile e l'Iran, nostro principale avversario nella regione, ne è uscito notevolmente rinforzato.

Ma è sbagliato (è la storia che lo dimostra, vedi Giappone e Germania) anche il tuo discorso, opposto a quello di Bush, e cioè che un popolo può aspirare alla democrazia solamente se la raggiunge autonomamente, senza aiuto (non mi venire a parlare di spodestare tiranni in maniera pacifica perchè dubiterei della tua intelligenza).

Un popolo può, autonomamente con rivoluzioni o altro raggiungere la democrazia ma ci sono casi in cui la democrazia può essere esportata o addirittura imposta con risultati straordinari; è necessaria una civiltà avanzata, industriale e coesa e la volontà di cambiare, di voltare pagina. Tutte condizioni che mancavano in A-stan.

E non è neanche vero che solo le civiltà giudaiche-cristiane possono aspirare ad essa, anche se partono notevolmente avvantaggiate; basti pensare al Giappone, alla Turchia o all'India.

Link to comment
Share on other sites

"I non occidentali sono cattivoni".... e chi lo pensa?

almeno non tutti!

Pacifinta hai detto che noi siamo anche odiati per via delle crociate e se non mi sbaglio...da quel che ricordo le crociate sono state precedute da una certa espansione araba, che non risparmiava ne donne ne bambini e tanto meno gli uomini... PER CHIARIRCI le crociate si potevano anche evitare...ma adesso saresti disposto/a a vivere come loro? perchè se il signor Martello non fosse intervenuto a Poitiers qui vedremmo solo turbanti.

poi ci sono sempre i cristiani, anche noi non siamo stati tanto angioletti, che vanno a fare razzie, come successe nelle crociate, MA SE FACCIAMO COME DITE VOI, quindi il PORGERE L'ALTRA GUANCIA, la porgi una volta, la porgi due, alla terza ti incazzi e reagisci altrimenti ti sottomettono e ti comandano a loro piacimento, infischiandosene di quel che pensi, dici (se ti è permesso) o hai bisogno.

Per quanto riguarda il petrolio in iraq, è evidente che gli USA si siano mossi per i loro interessi che venivano costantemente minacciati.

 

Invece per concludere il discorso dei cattivi o non cattivi, ci sono certe persone chiamate fondamentalisti, che interpretano in malo modo la loro religione, anche volutamente, per poi sfruttare l'ignoranza totale della popolazione per farli abboccare all'amo.

 

caz*o "espandete la religione agli infedeli" e se io non voglio?

Si rimedia subito,come nell'antichità: se l'accettavi godevi dei pieni diritti civili, se non l'accettavi, pesanti tributi per professare la tua fede, se reagivi ti tagliavano la testa, semplice no?

e poi non credere che gli italiani siano andati fino in corno d'africa per "alfabettizzare i selvaggi del luogo" 60 anni fa e più!!!

Edited by wingrove
Link to comment
Share on other sites

Quoto tutto ciò che avete già detto voi(tranne i post di pacifinto).

 

Rendo ONORE ad un altro eroe morto per la libertà. e a tutti i pacifinti ignoranti vorrei ricordare che il maresciallo ucciso non stava sparando sui civili e nemmeno li stava torturando. STAVA CONSEGNANDO COPERTE E ABITI PESANTI A DELLE POVERE PERSONE CHE A CAUSA DELL'INVERNO STAVANO MORENDO(nel vero senso della parola) DI FREDDO!!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Prima di tutto, esprimo le mie condoglianze ai famigliari del militare deceduto in A-stan.

 

--------------

 

Per pacifinto, vai sul sito del Ministero della Difesa italiano (www.difesa.it), a destra, in una colonna, ci sono indicate tutte una serie di opere messe in atto dai nostri militari in Afghanistan.

 

Te ne cito uno dei tanti che sono indicati, nel caso ti fosse pesante andare su un sito così ostio alle tue idee:

 

Cresce il contributo del Contingente italiano nell'assistenza sanitaria alla popolazione - 12 febbraio 2008

 

Il ruolo dei militari italiani di stanza a Kabul nel campo dell'assistenza medica di base sta attualmente ampliandosi, con la realizzazione di una nuova struttura sanitaria nella capitale Afgana. Nei giorni scorsi e' stato avviato il "Distretto Sanitario Italia", ambulatorio specializzato nel trattamento della lesmaniosi cutanea (malattia assai diffusa in Afghanistan e che richiede terapie specialistiche) e costruito con i fondi per le infrastrutture del Ministero della Difesa. La struttura si aggiunge alla clinica inaugurata poche settimane fa dal Ministro della Salute afgano, sita nella valle di Musahi, zona in cui operano i militari italiani che possiede un bacino di utenza di 60.000 persone.

La prima apertura al pubblico dell'ambulatorio - situato nella perifieria orientale di Kabul, in prossimita' della base del Contingente militare italiano ITALFOR - ha visto all'opera un team medico misto con medici ed infermieri afgani, greci ed italiani, il quale ha curato 140 persone, tra cui più di 50 donne. Al termine delle visite, gli Alpini del Secondo Reggimento hanno distribuito ai pazienti visitati farmaci ed abiti pesanti per l'inverno forniti dal Regional Command Capital, il comando di ISAF a guida italiana responsabile per la regione di Kabul..

Nelle prossime settimane iniziera' l'affiancamento di medici del Ministero della Salute afgano, che gradualmente assumera' la gestione del presidio sanitario di base per poi integrarlo nella rete di assistenza nazionale, secondo il piano elaborato congiuntamente dai militari italiani e dalle autorita' locali.

 

Ora vai e leggi, poi ritorna quì, e ne riparleremo, almeno avrai una cognizione dei fatti, considerato che quando accenni l'impiego dei nostri militari molto probabilmente non sai neanche di cosa stai parlando.

 

 

Al col tempo esprimo tutto il mio disprezzo e la mia rabbia nei confronti di quei giornalisti che gridano e strumentalizzano accaduti come quello di ieri, perchè oltre a dimostrarsi irrispettosi nei confronti di una persona che ha dato la vita per aiutare gli altri e per i suoi familiari, si dimostrano ignoranti ed ottusi perchè non sanno, o fanno finta di non sapere quello che veramente fanno i nostri militari all'estero (i nostri, non quelli americani, inglesi o canadesi).

Ma è anche questo il prezzo da pagare per un paese libero e democratico dove, al contrario di altri, ci si può esprimere liberamente.

Link to comment
Share on other sites

Io credo che qui ci siano tutta una serie di malintesi. O qunato meno di persone che leggono solo in parte i miei post.

Ho citato anche l'Urss tra i vari cattivi e non mi pare di aver difeso quella che voi crediate possa essere la mia fazione politica. Se non si vuole ammettere che il nostro occidente ha commesso in passato e continua a commettere degli errori beh non vi ci posso far nulla. Ah a proposito non ricordo chi, ma qualcuno prima mi sembrava parlasse come Codice Rosso :) sapete la scena finale no...

Tu paperink ti credi di essere superiore a loro. Ma proprio questa tua convinzione ti rende 1000 anni più indietro della loro civiltà. Voglio ora rispondere alla tue domande. Senza

 

Non sono i nostri geni a renderci superiori a loro, è il grado di sviluppo culturale e tecnologico raggiunto dalla nostra società a farlo.

 

Non è colpa mia se mentre in occidente si facevano le rivoluzioni in medio oriente si andava sui cammelli, se mentre in Europa si compilavano le prime costituzioni rigide basate sulla Carta dei Diritti americana in medio oriente si andava sui cammelli, se mentre i neo-stati europei e gli Stati Uniti facevano la rivoluzione industriale in medio oriente si andava sui cammelli, se quando nel mondo libero si combatteva una guerra mondiale per contrastare l'avanzata delle tenebre nazi-fasciste loro continuavano ad andare sui cammelli e se quando l'uomo occidentale metteva il piede sulla luna loro continuavano ada andare sui cammelli.

 

Questo rapido riepilogo ti spiega perchè NOI siamo superiori. E stai sereno, che se non avessero avuto oceani di Petrolio sotto la sabbia le cose sarebbero ancora peggio per loro.

Ricchezze sconfinate in mano a poche famiglie regnanti, che sfruttando l'ignoranza dei loro popoli detengono il potere incontrasto. Ignoranza che favorisce un secondo fenomeno tipico delle popolazioni arabe: l'alibi! Tutte le società povere del medio oriente indottrinano i loro figli secondo due "verità": la prima è che tutto ciò di buono che gli capità è il volere di Allah, la seconda è che tutto ciò di male che gli capita è colpa dell'imperialismo sionista-americano. E la cosa peggiore è che non bastano i vari Imam a farglielo credere, ci si mette di mezzo pure qualche corrente di pensiero occidentale.

Le loro modernissime città, Dubai o Doha, sono specchietti per allodole: mediante la magnificienza di certe opere celano il fallimento della loro società e attirano investitori esteri. Sei mai stato a Dubai? Io ci sono stato: bellissimi i grattacieli disegnati dai più grandi architetti europei, ma poi? Poi fai qualche Km fuori dall città e trovi la povertà....la povertà e l'ignoranza, il contesto ideale per far nascere l'odio. L'odio verso chi? Verso i loro governanti che li tengono alla fame? No verso noi occidentali, colpevoli di essere sanguisughe assetate del loro petrolio e copevolei doppiamente in quanto cani infedeli.

 

Vai a chiedere ai cittadini Iracheni di Nassirya cosa pensano degli italiani ora che hanno toccato con mano cosa vuol dire essere liberi! O vai a chiedere a Kabul cosa pensano delle foze della coalizione ora che hanno la possibilità di avere medicinali, ospedali, scuole. Sai cosa stava facendo il convoglio attaccato ieri in Afghanistan, dove abbiamo perso un valoroso soldato? STAVNO ANDANDO A DISTRIBUIRE MEDICINALI, VIVERI E GENERI DI PRIMA NECESSITA'. Noi potremmo (come hanno detto in tanti) ricorrere semplicemente al nostro arsenale bellico e fare tabula rasa di tutto ciò che si trova a est di Tel Aviv fino a Mumbay. Ma non è il nostro interesse: noi dobbiamo sradicare i tiranni che stanno al potere in quelle nazioni ed annullare le condizioni che favoriscono il proliferare del terrorismo, ovvero l'ignoranza e la mancanza di democrazia. E se per raggiungere tale risultato dobbiamo premere per primi il grilletto, beh....ben venga.

Il terrorista vuole che il popolo ci veda come il grande satana, i loro governanti vogliono che il popolo resti nell'ignoranza.

NOI, L'OCCIDENTE, IL MONDO LIBERO NON PUO' TOLLERARE OLTRE.

 

Avrai sentito certamente che ieri un noto terrorista (autore -fra i tanti- dell'attentato in cui morirono 89 marines negli anni '70) è stato eliminato a Damasco. Non si conosce di chi sia stato il merito, ma ora senza lui il mondo è migliore....ebbene qual'è stata la reazione della Siria (che ospitava il terrorista nel proprio suolo)??? Rallegrarsi per l'operazione? NO! Ha accusato Israele e gli USA di spargere terrore. Sarai inoltre a conoscenza che un despota a capo del regime teocratico iraniano ha come punto prioritatio della propria politica l'azzeramento dello stato di Israele.

Beh, finora si è fatto largo ricorso alla diplomazia....se non dovesse bastare: Iran e Siria sono in cima alla lista.

 

Detesto ripetermi:

Aver creduto a lungo che ciò che succedeva nei campi d'addestramento terroristici in Afghanistan piuttosto che in Sudan non ci riguardava, già ci è costato troppo caro, a tutti noi (compreso te). Dall'11 settembre viviamo tutti in modo diverso, con abitudini diverse e con nuove paure. E' NECESSARIO CHE QUALCUNO SI FACCIA CARICO DI COLPIRE I RESPONSABILI. Abbiamo impiegato 2000 anni per evolverci e raggiungere l'attuale sensibilità civile che ci connota....non saranno dei terroristi arabi a fermare la nostra storia.
Edited by paperinik
Link to comment
Share on other sites

Pacifinto mi ripeto: non stiamo parlando di superiorità di persone, genetica; cose alla dottor mengele tipo presi x arabi ed x occidentali il nostro quoziente di intelligenza è superiore di tot. Assolutamente no, tutt'altro; stiamo parlando, dati storici alla mano, di quello che la nostra civiltà (mi pare più esaustivo come termine che cultura) è riuscita a fare negli ultimi 800 anni di storia, dal Rinascimento in poi, in confronto con i passi in avanti (o indietro??? a guardare com era la società araba nel medio evo pare che addirittura siano regrediti) fatti dalla civiltà araba. Tutto qua; nulla a che vedere con il razzismo o gli odi etnici; io odio i terroristi, non i musulmani.

Link to comment
Share on other sites

Per la nuova serie: la storia letta su topolino!

Anzi permettimi di non insultare il giornale che ha accompagnato la mia crescita sin da bambino, questa è farina del sacco di disinformazione o di qualche altro sito complottista.

Portami le fonti di quello che hai detto, sennò puoi anche dire che c'erano i marziani!

 

dal film Piazza delle cinque lune ne avevamo parlato e anche tu eri intervenuto.

 

 

Penso che pacifinto ci sia inoltrato nel posto sbagliato, essendo questo un forum di aerei MILITARI 80% delle persone è tendenzialmente guerra fondai ed è chiaro che nel periodo della guerra fredda per i vari interventi dell'URSS il movimento non potesse fare gran che. Chiaro che non fai una manifestazione pacifista davanti alla piazza rossa nella guerra URSS-Afghanistan (magari pure i sovietici la chiamavano "missione di pace", forse davanti all'ambasciata russa sapendo che non otterresti niente.

 

Si manifesta contro il proprio governo, con le proprie scelte di politica estera, difficile manifestare o provare a intervenire per un movimento pacifista (ad esempio italiano) nella guerra Iran-Iraq ecc....

è un movimento limitato e fanno quello che possono, ma a 360° gradi secondo me

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...