Jump to content
Sign in to follow this  
Naifer

Quale scelta dopo l'ariete?

Recommended Posts

Ormai lo sanno pure i muri...l'italia ha 200 carri ariete , primo carro armato proggettato e costruito nel nostro paese dopo la seconda guerra mondiale . E' vero che è il primo carro della nostra industria ma secondo voi quando bisognerà sostituire gli ariete ( 15,20,25 anni non so) l'esercito dovrebbe puntare su un nuovo carro nazionale o comprare carri stranieri di ottime prestazioni ( quelli che oggi chiamiamo leopard 2 , m1a1 abrams....)

Edited by Naifer

Share this post


Link to post
Share on other sites

come diavolo si fa a sapere cosa farà l' EI tra 15 anni? Tanto più che in occidente non c'è alcun programma di sviluppo per un nuovo carro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Compreremo il Leopard47, con cannone a positroni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ormai lo sanno pure i muri...l'italia ha 200 carri ariete , primo carro armato proggettato e costruito nel nostro paese dopo la seconda guerra mondiale . E' vero che è il primo carro della nostra industria ma secondo voi quando bisognerà sostituire gli ariete ( 15,20,25 anni non so) l'esercito dovrebbe puntare su un nuovo carro nazionale o comprare carri stranieri di ottime prestazioni ( quelli che oggi chiamiamo leopard 2 , m1a1 abrams....)

a parte che non ci sono i soldi nemmeno x il gasolio tra un po già vogliamo pensare ad un nuovo carro? mah altra domanda/sondaggio privo di senso -_-

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non c'è fretta per nuovo carro.

 

Vista la piega che hanno preso i conflitti, i carri in servizio possono essere tranquillamente adattati con moduli di protezione aggiuntiva, passiva e reattiva.

 

Ormai il carro che sfreccia a 70 km/h nel deserto e spara a carri nemici da 2000 metri di distanza è un oggetto che appartiene al passato.

 

Le esigenze della guerra asimmetrica e del combattimento urbano sono quelle dominanti, e tutto il mercato è in attesa di capire cosa si dovrà realizzare.

 

Un carro più lento ma più corazzato? Serve ancora un cannone ad alta pressione?

Come possiamo migliorare la visibilità verso l'esterno e verso l'alto, così importante nei contesti urbani, senza compromettere la sicurezza dell'equipaggio?

Come possiamo conciliare una adeguata protezione antimine con l'esigenza di mantenere bassa la sagoma? E serve ancora mantenere bassa la sagoma?

E che fine faranno i MICV?

 

Esperti ed analisti stanno studiando tali questioni, e moltissimi aspettano di vedere cosa si farà al di là dell'Oceano, per capire quale sarà la nuova "moda" o semplicemente per sfruttare le esperienze e gli errori degli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli inglesi pensano di tirare avanti con i loro Challenger per almeno altri 25 anni. L'esigenza di sostituire l'attuale generazione di MBT, al momento, non esiste.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ormai lo sanno pure i muri...l'italia ha 200 carri ariete , primo carro armato proggettato e costruito nel nostro paese dopo la seconda guerra mondiale . E' vero che è il primo carro della nostra industria ma secondo voi quando bisognerà sostituire gli ariete ( 15,20,25 anni non so) l'esercito dovrebbe puntare su un nuovo carro nazionale o comprare carri stranieri di ottime prestazioni ( quelli che oggi chiamiamo leopard 2 , m1a1 abrams....)

a parte che non ci sono i soldi nemmeno x il gasolio tra un po già vogliamo pensare ad un nuovo carro? mah altra domanda/sondaggio privo di senso -_-

Strano, i soldi per pagare la VBC 6 milioni di Euro a pezzo ci sono -_-

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma io credo che si cambiera carro quando finira il petrolio e ci dovremmo inventare qualcosa in tal senso.

voi cosa ne pensate puo andare un carro armato a propulsione nucleare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo hanno ritratto molto nelle varie saghe di fantascienza, e francamente se si raggiunge la fusione fredda potrebbe essere qualcosa di interessante. Vedo però nelle celle ad idrogeno il carburante di domani. Dopodomani non sò

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma io credo che si cambiera carro quando finira il petrolio e ci dovremmo inventare qualcosa in tal senso.

voi cosa ne pensate puo andare un carro armato a propulsione nucleare?

Spererei che cambino carri prima del prossimo secolo :P

 

 

 

Cmq un carro a propulsione nucleare comporterebbe un sacco di grane: l'enorme quantita di materiale radiottivo che ci sarebbe in giro sarebbe difficile da gestire, i costi di manutenzione sarebbero altissimi e soprattutto le conseguenze in caso di distruzione del tank (ipotesi tutt'altro che remota in un conflitto) sarebbero molto gravi.

Edited by boelke

Share this post


Link to post
Share on other sites
voi cosa ne pensate puo andare un carro armato a propulsione nucleare?
Lo hanno ritratto molto nelle varie saghe di fantascienza, e francamente se si raggiunge la fusione fredda potrebbe essere qualcosa di interessante.

 

Avete sempre voglia di scherzare, eh?! :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono serissimo. la fusione fredda non darebbe più scorie radioattive, generate tramite calore ed allora ci sarebbero solo i problemi della manutenzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono serissimo. la fusione fredda non darebbe più scorie radioattive, generate tramite calore ed allora ci sarebbero solo i problemi della manutenzione.

Fusione fredda? :blink:

Ma perche' accontentarci di simili banalita' tecnologiche? :rolleyes:

Proporrei di utilizzare direttamente un motore ad antimateria... :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono serissimo. la fusione fredda non darebbe più scorie radioattive, generate tramite calore ed allora ci sarebbero solo i problemi della manutenzione.

 

scorie generate tramite calore? :)

 

a parte che andare in giro con a fianco una bella bomba senza perlomeno uno scudo (stile star trek) non lo farei mai..Cmq non credo esisterà più la figura del carro armato come lo intendiamo noi se arriviamo alla fusione fredda....

 

Il concetto del carro armato e' sparare dalla massima distanza sopportando nel contempo il max dei danni possibile.Un'arma strategica sul campo praticamente.

Certo che un carro armato che può rimanere sul campo senza rifornirsi ghehehe farebbe la felicità di qualsiasi generale...a questo punto li facciamo senzaoperatori però,così non siamo nemmeno limitati da cibo,ossigeno e bazzeccole del genere...

 

Viva Goldrake & soci!

Edited by Takumi_Fujiwara

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma cibo ossigeno ecc cci sono sempre il petrolio finira nei pèrossimi 50 anni o perlomeno ce ne sara davvero poco giusto quello di fare girare la luce e di far funzionare le fabbriche .

non ci potremmo permettere di "sprecare"carburante anche per mezzi militari

Share this post


Link to post
Share on other sites
ma cibo ossigeno ecc cci sono sempre il petrolio finira nei pèrossimi 50 anni o perlomeno ce ne sara davvero poco giusto quello di fare girare la luce e di far funzionare le fabbriche .

non ci potremmo permettere di "sprecare"carburante anche per mezzi militari

...ma facciamo anche 100 o 150; l'artico e gli oceani nascondono immense quantità di risorse, senza contare che i giacimenti attuuali vengono sfruttati solo in minima parte per ragioni tecniche ed economiche.

 

 

Poi non è detto che non si riescano a costruire motori talmente efficenti da ridurre al minimo i consumi.

 

 

 

 

 

Ps: è molto più probabile che si sprechi carburante su mezzi militari e civili, per produrre energia ci sono già adesso valide alternative al petrolio-gas; per spostarsi no. -_-

Edited by boelke

Share this post


Link to post
Share on other sites
a parte che andare in giro con a fianco una bella bomba senza perlomeno uno scudo (stile star trek) non lo farei

No, non vai in giro con una bomba accanto. Perchè l'uranio per una bomba deve essere arricchito al 97% se non sbaglio, mentre quello per un reattore è arricchito al 3%.

Quindi no, se ti colpiscono non fai il fungo.

E sì, le scorie sono generate da un processo di fissione, mentre con la fusione questo non avviene.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A tutti quelli che hanno criticato la discussione.

 

probabilmente non avete capito il succo dell'argomento che è attualissimo: non si tratta in poche parole di sapere che carro avremo tra 15 anni ma di pensare se la scelta fatta adesso di avere un carro nazionale è stata positiva . A mio parere la risposta è no ; sarebbe stato meglio comprare 200 leopard2 che i 200 ariete . La conferma della mia risposta stà nel fatto che l'ariete non è stato acquistato da nessuna nazione nel nostro paese e penso che se chiediemo a un americano se conosce il nostro carro è probabile che risponda "Conosco carri di nome abrams , leoprd , lecler ma ariete proprio no . Io considero l'ariete l'opposto dell'elicottero magusta dl punto di vista del successo e del prodotto . Uno è un carro che non regge un confronto con gli altri occidentali e l'altro è non solo il secondo elicottero del mondo per prestazioni/armamento ma ha portato anche soldi al nostro paese ( vedi i mangusta in fase di vendita alla Turchia ) . Da queste righe deduco , che a mio parere , l'ESPERIENZA DEL CARRO NAZIONALE SAREBBE DA ACCONTARE . Qualcuno potrebbe dire : " devi avere pazienza è il primo carro costruito in italia dal dopoguerra e con le corazzature aggiuntive sarebbe un grande carro " io rispondo che anche il mangusta è il primo elicottero d'attacco fatto in italia dal dopoguerra e che è il secondo al mondo e per quanto riguarda le corazzature aggiuntive e il motore più potente dico che è vero che l'ariete sarebbe un buon carro ma io considero l'ariete com'è oggi

 

 

 

p.s ma è vero che il vbc costa 6 milioni a pezzoDATO CHE L'ARIETE NE COSTA 3?

Edited by Naifer

Share this post


Link to post
Share on other sites
A tutti quelli che hanno criticato la discussione.

 

probabilmente non avete capito il succo dell'argomento che è attualissimo: non si tratta in poche parole di sapere che carro avremo tra 15 anni ma di pensare se la scelta fatta adesso di avere un carro nazionale è stata positiva . A mio parere la risposta è no ; sarebbe stato meglio comprare 200 leopard2 che i 200 ariete . La conferma della mia risposta stà nel fatto che l'ariete non è stato acquistato da nessuna nazione nel nostro paese e penso che se chiediemo a un americano se conosce il nostro carro è probabile che risponda "Conosco carri di nome abrams , leoprd , lecler ma ariete proprio no . Io considero l'ariete l'opposto dell'elicottero magusta dl punto di vista del successo e del prodotto . Uno è un carro che non regge un confronto con gli altri occidentali e l'altro è non solo il secondo elicottero del mondo per prestazioni/armamento ma ha portato anche soldi al nostro paese ( vedi i mangusta in fase di vendita alla Turchia ) . Da queste righe deduco , che a mio parere , l'ESPERIENZA DEL CARRO NAZIONALE SAREBBE DA ACCONTARE . Qualcuno potrebbe dire : " devi avere pazienza è il primo carro costruito in italia dal dopoguerra e con le corazzature aggiuntive sarebbe un grande carro " io rispondo che anche il mangusta è il primo elicottero d'attacco fatto in italia dal dopoguerra e che è il secondo al mondo e per quanto riguarda le corazzature aggiuntive e il motore più potente dico che è vero che l'ariete sarebbe un buon carro ma io considero l'ariete com'è oggi

 

 

 

p.s ma è vero che il vbc costa 6 milioni a pezzoDATO CHE L'ARIETE NE COSTA 3?

Naifer ma allora se l'argomento era incentrato su questo perchè hai aperto una nuova discussione, quando c'era una discussione specifica sull'Ariete già aperta e ben dettagliata????? :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites
a parte che andare in giro con a fianco una bella bomba senza perlomeno uno scudo (stile star trek) non lo farei

No, non vai in giro con una bomba accanto. Perchè l'uranio per una bomba deve essere arricchito al 97% se non sbaglio, mentre quello per un reattore è arricchito al 3%.

Quindi no, se ti colpiscono non fai il fungo.

E sì, le scorie sono generate da un processo di fissione, mentre con la fusione questo non avviene.

scorie generate tramite calore

 

Sorridevo perché' mi immaginavo per le scorie generate da un fornello elettrico.. Lo so che la fusione non produce scorie altamente radioattive.

 

Sulla bomba mi riferivo al fatto che l'installazione di un apparecchiatura delicata come un reattore su un mezzo sballottato e destinato a un ambiente duro come un carro armato mi sembrava un pò azzardata. La paura non e' nel fungo,ma nel non corretto funzionamento del reattore. (non e' proprio come se perdi cherosene)

 

 

Buona giornata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...