Jump to content
Sign in to follow this  
speedyGRUNF

"Penna Bianca"...

Recommended Posts

Ciao Raga :)

Parlando con il mio barista preferito,appassionato di cose militari,mi ha nominato un cecchino USA che chiamavano"Penna Bianca"...Qualcuno mi sa dire qualcosa in merito?Come mai sarebbe diventato così famoso?Com'era equipaggiato?

 

Jooooohnnnnn....Can you tell me something about him? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si chiamava Carlos N. Hathcock ed era un sergente in forza all'USMC.

 

Nella guerra del Vietnam fu accreditato di 93 kills, almeno altri 300 kills probabili ma non confermati, e numerosissimi ferimenti.

 

La cosa particolare di Hathcock, soprannominato "White Feather" (penna bianca) furono alcuni episodi davvero fuori dal comune.

 

Al corso ottenne un punteggio di 248 su un massimo di 250 (ancora oggi è un record assoluto per l'USMC).

 

Nel 1965 vinse la Wimbledon Cup superando ben 3000 tra i migliori snipers del mondo.

 

In Vietnam si rese celebre perchè gli furono assegnate missioni molto particolari, che portò a termine con successo, anche in pieno territorio nord-vietnamita, come l'uccisione di un ufficiale francese assoldato dal governo nord-vietnamita per interrogare e torturare i piloti americani catturati.

 

Ancora, l'uccisione di un generale Nord Vietnamita, dalla distanza di 700 metri.

 

Un duello con un cecchino nord-vietnamita, nel corso del quale uccise il tiratore nemico con un singolo colpo sparato da 450 metri, che penetrò attraverso il telescopio del nemico direttamente nel suo occhio.

 

In tutti questi episodi egli utilizzò un Winchester Model '70 da lui modificato.

 

In un altro episodio, uccise un nemico alla distanza di ben 2300 metri con un colpo singolo di una mitragliatrice M.2 calibro .50 su cui aveva montato una mira telescopica.

 

Sta di fatto che il Nord Vietnam mise sulla sua testa la taglia 30.000 dollari per chi l'avesse ucciso (una cifra fantascientifica per i nordvietnamiti).

 

Nel 1969 si lanciò a soccorrere l'equipaggio di un mezzo blindato in fiamme dopo essere saltato su una mina, e non esitò ad entrare nel veicolo per tirare fuori i marines feriti.

Nella circostanza riportò ustioni così gravi da dover essere ritirato dal servizio attivo.

Si dedicò a fare l'istruttore, anche per i corpi di Polizia, ma fu colpito dalla Sclerosi Multipla e morì nel 1999 all'età di 57 anni.

 

Ancora oggi c'è un trofeo intitolato a suo nome, la Hathcock Sniper Competition, che si tiene ogni anno.

 

carloshathcock0tj.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aggiungo che fu lui a mettere in piedi l'idea dei fucili antimateriale usando le browning come arma da cecchino, in pratica un barnett preistorico

Share this post


Link to post
Share on other sites

la m2 usa lo stesso proiettile del barrett e ha la canna più lunga

 

 

quest'uomo era strordinario

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie,John :) ,sapevo di poter contare su di te :) .

 

Fu davvero un fenomeno...Sai per caso se ha avuto degni eredi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

I cecchini dell'USMC sono tutti degni eredi, pensa solo che sono 300 per tutto il corpo!

Gianni scusa mi sai dire perchè dopo l'M21 si è ritornati al bolt?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il bolt action è intrinsecamente una meccanica molto semplice.

Ciò consente di realizzare armi robuste, in grado di essere camerate anche con cartucce estremamente potenti, che stresserebbero un normale semiautomatico e comunque ne comprometterebbero la precisione.

 

L'unico svantaggio del bolt action è ovviamente la cadenza di fuoco, ma per il resto è più preciso e potente dei semiauto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fossi un cecchino non farei mai a cambio tra un M21 e un M24, mi dispiace ma la cadenza di fuoco e la possibilità di mettere due palle sul bersaglio senza dover incamerare non credo che possano essere sostituite da niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

semplicemente fantastico questo cecchino

Share this post


Link to post
Share on other sites

ehi dimenticate l'eroe di stalingrado il grande Zahili Zajev a lui dedicato il film "il nemico alle porte" e "fortezza Stalingrado"

Share this post


Link to post
Share on other sites

ki era sto eroe??

 

Un altro cekkkino?? :help:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, credo ti riferisca a Vasily Grigoryevich Zaitsev eroe dell'unione sovietica, credo che alla sua squadra di 28 cecchini sono state accreditate oltre 3000 uccisioni.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Questo Penna Bianca è straordinario!!!

Sapete se è ancora vivo?

 

 

 

CIAO!!! :)

Si dedicò a fare l'istruttore, anche per i corpi di Polizia, ma fu colpito dalla Sclerosi Multipla e morì nel 1999 all'età di 57 anni.

 

 

c'è scritto nel secondo post di questa pagina

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fantastici e non è facile ad una certa distanza con il tremolio delle mani, le correnti ascensionali, il vento e la gravita colpire qualcosa...

 

Comunque Dominus è lui che mi sai dire?

Ho visto il film è bellissimo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nato il 23 marzo 1915 uccise tra il 10 novembre e il 17 dicembre 1942, notate bene poco più di un mese, 225 soldati e ufficiali nemici.

Prima del 10 novembre, quando ancora non era cecchino, aveva ucciso oltre 32 nemici con il suo fucile moisin d'ordinanza, quindi senza ottica.

 

454px-Vasily.Zaitsev.jpg

 

Continuò a combattere a Stalingrado fino a gennaio 43 quando fu ferito agli occhi e, dopo un intervento agli occhi, ritornò in combattimento sul fronte del Dniestr, dove finì la guerra con il grado di capitano.

Dopo la guerra diresse una fabbrica a Kiev.

Non si ha nessuna certezza riguardo al suo duello con il Maggiore Heinz Thorvald, descritto nel film, anche se molte fonti concordano su questo.

Il capitano Zaitsev è morto il 15 dicembre 1991 in Ucraina.

 

In ogni caso vorrei ricordare le prestazioni dei due migliori cecchini della guerra, forse di sempre, che erano due donne: Nina Alexeyevna Lobkovskaya e Lyudmila Pavlichenko, accreditate di 309 uccisioni a testa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
In ogni caso vorrei ricordare le prestazioni dei due migliori cecchini della guerra, forse di sempre, che erano due donne: Nina Alexeyevna Lobkovskaya e Lyudmila Pavlichenko, accreditate di 309 uccisioni a testa.

Aspetta aspetta.... puoi dirci di più?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma ho letto che il miglior cecchcino della storia è Simo Häyhä , soldato finlandese che durante la guerra contro l'URSS nel 1939-40 uccise 542 sovietici....lo chiamavano la morte bianca....

Edited by riccardo.com

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho visto da poco un documentario sulla guerra finnico-sovietica intitolato : la guerra dimenticata

 

Ottimo coraggio dei finnici ma nessun accenno alla persona che hai detto tu

Share this post


Link to post
Share on other sites

cerca su internet ci sono tantissimi siti in cui parlano di lui

Tratto da www.snipercountry.com:"Simo Häyhä. Finland. 1939 - 1940.

 

A member of the 34th Infantry Regiment and a farmer by trade, Simo Häyhä became a most feared sniper during the 1939-40 (30 November 1939 14 March 1940) Winter invasion of Finland by the Soviet Union. Using nothing more than an iron sighted Mosin-Nagant Model 28, Simo is credited with killing 505 Russians during a three month period - a feat still unmatched today by any sniper in any conflict. (Editor's note: Some sources say as many as 542 kills in this period.)

He passed away on April 1st 2002 at the age of 96"

 

Se vuoi vedere il sito: http://www.snipercountry.com/SnipHistory.asp#SimoHayha

Edited by riccardo.com

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fossi un cecchino non farei mai a cambio tra un M21 e un M24, mi dispiace ma la cadenza di fuoco e la possibilità di mettere due palle sul bersaglio senza dover incamerare non credo che possano essere sostituite da niente.

 

Se i cecchini dell'USMC sono così bravi non credo abbiano bisogno di due colpi da mandare a bersaglio per abbatterlo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao a tutti, sono nuovo anche se vi seguo da qualche settimana....è resuscitata in me la passione per gli aerei militari a quanto pare.

 

Curiosando ho letto il topic e da buon appassionato e militare, vi segnalo che è uscito da qualche tempo il libro che parla appunto del grande tiratore, vi linko il primo sito a caso senza nessuna velleità pubblicitaria.

 

http://www.internetbookshop.it/ser/serdsp....n=9788830421738

 

Ciao ;-)

 

Ste

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...