Jump to content
Sam

Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

Recommended Posts

Manca solo sapere: a)quanto costa b)cosa offre in più, in termini di prestazione, rispetto al doppler meccanico in missioni A/A

......direi che non sono aspetti di dettaglio!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da defence-update:

"Storm Shadow is currently operational with RAF Tornado GR4 aircraft and French Mirage 2000D aircraft. It is cleared for the Eurofighter Typhoon and Dassault Rafale as well as Mirage 2000-B2 Mk2 aircraft and designed to be compatible with the F-35 JSF. Around 30 missiles were deployed by 617 "Dambusters" squadron in Operation Iraqi Freedom in 2003 against high-value, heavily fortified targets such as communications bunkers, with great success. Further deployment of the missile is planned with the Typhoon (Eurofighter). The Scalp EG version is operational with French Air Force Mirage 2000D and Rafaele aircraft and is planned for deployment with the Naval version of the Rafale, deployed on the Charles de Gaulle aircraft carrier. Italy and Greece ordered the Scalp EG for Italian Tornados and Greek Mirage 2000-5 Mk2. The UAE ordered the missile variant designated Black Shaheen.

storm-shaddow-typhoon.jpg

 

Appeso al Rafale:

STORMSHADOWSCALPEG01.jpg

intro280.jpg

 

Dal sito dell'EFA:

"At the present time Storm Shadow is to be deployed on RAF Tornado GR.4's, Harrier GR.7's and in time, the Eurofighter. In French service the SCALP EG will be deployed on Mirage 2000-D's, Mirage 2000-5's and eventually the Rafale. So far the United Kingdom, France, Italy (Storm Shadow) and Greece (SCALP EG) have signed contracts for more than 1,400 Storm Shadow's/SCALP EG's. The intended program schedule is:

 

Air carriage clearance: July 1999 Complete

First guided firing: December 2000 Complete

Design freeze: Early 2002

In Service Date: Late 2002"

 

Il Taurus era/è stato testato solo sul Tornado. Su quest'ultimo però il missile viene "appeso" agli attacchi ventrali. Ora evidentemente testandolo appeso alle ali dell'EFA si sono accorti che non è compatibile.

 

Bisogna infatti notare che i due missili come forma sono diversi:

Lo storm Shadow (anche se sono ignorante e quindi magari mi sbaglio) ha una forma + aereodinamica:

GD3535387@DUBAI,-UNITED-ARAB-EM-2304.jpg

 

Il Taurus è orripilante e a mio avviso poco aereodinamico.

Tornado_IDS_2007-09-WTD61_0081_800.jpg

-------------------------------------------

Data la mancanza di soldi presumo che non vedremo neanche i CFT, che sono già stati testati in galleria del vento. In + non vedremo neanche i motori a spinta vettoriale, pronti anche quelli, anche se per iniziativa privata delle aziende impegnate. Peccato perchè stiamo tarpando le ali ad un gioiellino che con queste chicche avrebbe dominato i mercati e i cieli di mezzo mondo. Pensiamo ad esempio a coloro che vogliono gli F22 e non li avranno mai(Israele,Giappone,Corea del Sud ed Australia) in cui avremmo potuto piazzare qualche centinaia di aerei.

Edited by Venon84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Venon, dici benissimo: pur essendo sistemi d'arma molto simili, i due missili sono diversi. Soprattutto aerodinamicamente: quindi i flussi turbolenti prodotti dall'uno non è detto che siano prodotti dall'altro. Inoltre l'essere attaccato al pilone subalare piuttosto che a quello ventrale ha ovviamente- implicazioni totalmente diverse.

 

Comunque ripeto che la notizia, anzi il rumor, riportata su quel forum precedentemente linkato, ovvero che lo Storm Shadow non potrebbe essere implementato sul Typhoon, a me suona come castroneria. Come hai riportato te (vedere la prima foto), Matra ha già condotto positivamente (avvalendosi del prototipo italiano dell'EFA, il DA7) tutta una serie di test e qualifiche per poter dichiarare come pienamente compatibile lo SS (o Scalp) sul Typhoon....

 

Non sarei neanche troppo pessimista circa gli sviluppi futuri dell'EF-2000...

Signori stiamo parlando di un aereo giovanissimo, anzi di un neonato! Nel tempo, quando le esigenze diventeranno sempre più stringenti, vedrete che tutti i suoi possibili miglioramenti tecnici già eleborati o sviluppati, troveranno l'applicazione che meritano....Pensate forse che l'F-16 blk 60 sia il passo immediatamente successivo all'F-16 blk 10? Chiaramente no! In mezzo ci sono 30 anni di evoluzione e sviluppo delle sue caratteristiche e potenzialità....

 

Fra 20 anni (quando l'EFA sarà vecchietto) sono certo che lo vedremo con un bel radar AESA, con dei bei CFT, ugelli vettoriabili e Storm Shadow sotto le ali!!! ;):lol:

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites
Venon, dici benissimo: pur essendo sistemi d'arma molto simili, i due missili sono diversi. Soprattutto aerodinamicamente: quindi i flussi turbolenti prodotti dall'uno non è detto che siano prodotti dall'altro. Inoltre l'essere attaccato al pilone subalare piuttosto che a quello ventrale ha ovviamente- implicazioni totalmente diverse.

 

Comunque ripeto che la notizia, anzi il rumor, riportata su quel forum precedentemente linkato, ovvero che lo Storm Shadow non potrebbe essere implementato sul Typhoon, a me suona come castroneria. Come hai riportato te (vedere la prima foto), Matra ha già condotto positivamente (avvalendosi del prototipo italiano dell'EFA, il DA7) tutta una serie di test e qualifiche per poter dichiarare come pienamente compatibile lo SS (o Scalp) sul Typhoon....

 

Non sarei neanche troppo pessimista circa gli sviluppi futuri dell'EF-2000...

Signori stiamo parlando di un aereo giovanissimo, anzi di un neonato! Nel tempo, quando le esigenze diventeranno sempre più stringenti, vedrete che tutti i suoi possibili miglioramenti tecnici già eleborati o sviluppati, troveranno l'applicazione che meritano....Pensate forse che l'F-16 blk 60 sia il passo immediatamente successivo all'F-16 blk 10? Chiaramente no! In mezzo ci sono 30 anni di evoluzione e sviluppo delle sue caratteristiche e potenzialità....

 

Fra 20 anni (quando l'EFA sarà vecchietto) sono certo che lo vedremo con un bel radar AESA, con dei bei CFT, ugelli vettoriabili e Storm Shadow sotto le ali!!! ;):lol:

 

 

Dici bene Paperinik, la vita di un caccia è lunga e sarà sicuramente sviluppato sempre più nel tempo. Una delle sue caratteristiche è, infatti, quella di avere un grande potenziale di crescita.

Per quanto riguarda il tema missile stand-off, supporre che lo storm shadow possa essere incompatibile con il Typhoon solo perchè forse lo è il Taurus (finchè non ci sono notizie ufficiali io la prenderei con le pinze) è un concetto di un pressappochismo disarmante.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Premetto che non sono un esperto di radar ma da quello che so io l'ECR-90 è facilmente intercettabile (come qualsiasi radar meccanico) non essendo modulabile la potenza emessa mentre, al contrario, un radar AESA potendo variare tale potenza diventa molto più difficilmente intercettabile (viene definito radar LPI: low probability interception)

Per questo l'AESA è un must su qualsiasi aereo stealth.

Altri vantaggi: maggiore resistenza alle ECM ed è, meccanicamente, molto più compatto e semplice. Inoltre vede più lontano e aggancia più bersagli.

 

Proviamo a fare il punto:

 

- Pirate: integrato l'IRST ma non il FLIR (in forse, a proposito qualcuno sa qualcosa?)

- DASS: la FOC dovrebbe arrivare con la T2

- Radar: il CAPTOR-E è morto e sepolto nonostante lo sviluppo sia stato completato e quel radar abbia già volato su un EFA (personale opinione: follia pura)

- Armi a/a: IRIS-T digitale arriverà con la T2, idem per il Meteor. AIM-9L, AMRAAM e cannoncino già disponibili.

- Missili stand-off: Morto il Taurus, dubbi sullo Storm Shadow

- Armi a/s: ??? Bombe a guida laser e GPS come le Paveway dovrebbero essere compatibili ma tale potenzialità non verrà sfruttata dall'aeronautica

 

T1: già consegnati

T2: le consegne sono in corso

T3: ??? In ogni caso il T3 non è un contratto di ulteriore sviluppo ma di sola produzione. Gli aerei T3 sarebbero cioè tutti prodotti allo standard delll'ultimo Block della T2

 

Errori, correzioni o altro?

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites
- Radar: il CAPTOR-E è morto e sepolto nonostante lo sviluppo sia stato completato e quel radar abbia già volato su un EFA (personale opinione: follia pura)

:blink:

 

Che sia venuta fuori un patacca di radar da non giustificarne l'acquisto?

 

Se lo sviluppo è completato, che è la parte più costosa, la mancata industrializzazione assume senso solo nell'ipotesi prospettata

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pirate: integrato l'IRST ma non il FLIR (in forse, a proposito qualcuno sa qualcosa?)

 

Rick, è il contrario, è stato integrato il FLIR ma non l'IRST, per quest'ultimo ancora non si sa una data circa la sua piena operatività.

 

Radar: il CAPTOR-E è morto e sepolto nonostante lo sviluppo sia stato completato e quel radar abbia già volato su un EFA (personale opinione: follia pura)

 

Siamo certi di questa cosa?

 

Armi a/s: ??? Bombe a guida laser e GPS come le Paveway dovrebbero essere compatibili ma tale potenzialità non verrà sfruttata dall'aeronautica

 

L'AMI ha intenzione di acquistare le SDB per integrarle prima sui Tornado, e dopo anche sui Typhoon.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Senza il CAESAR non se ne esporterà mezzo. A questo punto in molti compreranno gli ultimi sviluppi della serie teen americana che sotto certi aspetti stanno iniziando ad equivalere il Tifone. :furioso:

 

Dice bene Rick, il RADAR AESA ormai è un must.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La LGB sono pienamente compatibili, la RAF ha verificato abbondantemente la loro efficienza (caricando fino a 6 bombe di tipo Paveway http://www.airliners.net/photo/UK---Air/Eu...next_id=1194749 ) nei profili di missione air-to-ground, e ha stabilito che l'aereo risponde pienamente a compiti swing-role. Altri armamenti relativi a missioni A/G adottabili dall'EF-2000 sono le Brimstone (fino a un massimo di 18 ordigni) per il CAS, i missili ALARM per missioni di soppressione della difesa aerea, e 4 missili anti-nave.

 

il DASS (Defensive Aids Sub System: è sistema complesso -composto da sensori, dispenser di chaff e flare, missile/laser warnings, etc- che gestisce automaticamente, in aiuto al pilota, le reazioni più opportune alle minaccie esterne...scriviamole certe cose, altrimenti chi ci segue da casa non capisce!!! :rotfl: ) è ormai una certezza.

 

Il Radar AESA è sulla carta certamente migliore, ma se non viene implementato immediatamente un motivo ci deve essere. Il CAESAR potrà comunque essere montato in futuro in qualsiasi momento, e soprattutto se in seno alle forze aeree parte del consorzio se ne avvertirà l'esigenza!

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

No Little Bird, ti sbagli te. L'IRST è stato integrato nella T1 Block5, ma il FLIR no (oppure solo IOC, non ne sono sicuro).

 

The first Eurofighter Typhoon with on board the radar PIRATE- IRST designed and produced by Galileo Avionica, a Finmeccanica Company, was delivered to the Italian Aeronautica Militare.

 

The aircraft is part of the Tanche 1 batch 5 of the international programme Eurofighter and is operational at the Grosseto base, in Tuscany.

 

The PIRATE performs the same tasks of a radar, working in a passive mode, without electromagnetic radiations, detecting instead the heat of the different targets. A very important feature that increases the overall performances of a combat aircraft, offering the tactical superiority of a complete operability in Stealth (technologies allowing the aircraft to be undetectable).

 

Leveraging state-of-the-art technologies, the PIRATE (Passive Infra-Red Airborne Tracking Equipment) combines the functionalities of a IRST and the ones of a FLIR (Foward Looking Infra-Red). The PIRATE is compact enough to install the electronics inside the aircraft, while the searching head of the sensor emerges on the left nose in front of the windshield.

 

Galileo Avionica is prime contractor of the EuroFirst Consortium which features Thales in the UK and Tecnobit in Spain. In 2006, the Consortium was awarded with a contract to supply 200 PIRATE systems for the Tranche 2 of the Eurofighter in the various nations involved.

 

The value for Galileo Avionica of the programme, which includes Tranche 2 and Tranche 1, is around 200 million euros.

 

Combining its experience and leadership in electro-optical and firing systems, with the knowledge acquired in the development of the PIRATE, Galileo Avionica has developed a commercial version of the PIRATE, named IRST-C for other fighters requiring the same technologies for passive tracking of the targets.

 

Galileo Avionica has also developed a Naval version of the IRST which is the SASS (Silent

Acquisition Surveillance System) installed for a session of trials on board the EURO Fregate and which will equip the unit of the Italian Navy, Cavour. SASS has also been selected for the Italian fregates in the frame of the Franco Italian programme FREMM.

 

2 Agosto 2007

 

Anche da questo articolo, nonostante non sia specificato alla lettera, appare chiaro che è l'IRST il sensore già montato:

 

Galileo Avionica to supply PIRATE IRST for Eurofighter second tranche

 

21 July 2006

 

Galileo Avionica, together with EuroFirst partners Thales-UK and Tecnobit -Spain has been awarded a contract to supply the PIRATE Infra-Red Search and Track (IRST) for the second tranche of Eurofighter Typhoon aircraft for the UK, Spain and Italy.

 

Galileo Avionica isthe Prime Contractor for the EuroFirst consortium. The contract to supply a further 200 PIRATE systems for the second tranche of Eurofighter follows the first contract signed in December 2003 with EADS to supply the tranche 1 aircraft with this Electro Optical sensor.

 

The PIRATE (Passive Infra-Red Airborne Tracking Equipment) delivers tactical advantages in air intercept and air-ground operations. It is mounted on the port side of the fuselage, forward of the windscreen. When it operates in air to air mode it functions as an Search and Track system (IRST), providing passive target detection and tracking. In an air-to-ground mode, it performs multiple target acquisition and identification, as well as providing a navigation and landing aid.

 

The value of the contract amounts to over Euro 120 million.

 

"This 2nd tranche order is very important for us" - says Renzo Meschini, CEO and General Manager of Galileo Avionica -"not only because it sustains continuity in our production for the next years, but also, more important, is because it is about one of the main sensors aboard the Eurofighter, providing the aircraft with the best target tracking and detection capacity. Galileo Avionicais the Prime Contractor for the PIRATE and therefore it's in charge forthe final assembly and delivery of the equipment."

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, io sapevo che i nostri T1 saranno tutti portati allo standard T2, fra cui appunto l'adozione del Pirate-IRST. Enrr sostiente che il refit attuale non ha nulla a che vedere con la T2, a me pare proprio il contrario (quest'articolo di dedalonews conforterebbe la mia posizione: http://www.dedalonews.it/it/index.php/07/2...di-eurofighter/ )

 

Inoltre:

dscf3933zv6.th.jpg

Questo è uno dei primi Typhoon italiani aggiornati alla T2 (visto a Pratica), con il sensore Pirate-IRST in evidenza: a me non risulta che la T1 blk5 sia dotata del Pirate-IRST.

 

-------------------

Il Pirate-IRST è un sensore montato sul muso dell'aereo che non emette impulsi elettromagnetici, quindi non può essere individuato dai radar nemici. Il suo funzionamento si basa sulla rilevazione a lunga distanza del calore emesso dai mezzi avversari....per far capire meglio di cosa sto parlando vi allego una foto:

b2closeinfraredviewer7.th.jpg

Questo è un B-2 rilevato da un sistema Irst!

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites
Premetto che non sono un esperto di radar ma da quello che so io l'ECR-90 è facilmente intercettabile (come qualsiasi radar meccanico) non essendo modulabile la potenza emessa mentre, al contrario, un radar AESA potendo variare tale potenza diventa molto più difficilmente intercettabile (viene definito radar LPI: low probability interception)

Per questo l'AESA è un must su qualsiasi aereo stealth.

Altri vantaggi: maggiore resistenza alle ECM ed è, meccanicamente, molto più compatto e semplice. Inoltre vede più lontano e aggancia più bersagli.

Scusate ma in questa materia ne capisco poco. Qual è il motivo per cui alcuni tipi di radar sono facilmente intercettabili mentre invece l'AESA, ad esempio è definito LPI, cioè cos'è questo variare la potenza? :helpsmile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paperinik sicuramente alcuni esemplari della T1 Block 5 (non so dirti se tutti, credo di si essendo tutti gli aerei di un determinato Block uguali ma non ne ho la certezza) sono dotati di Pirate IRST: su questo stesso forum avete postato da qualche parte la notizia della consegna del primo EF-2000 con Pirate IRST.

Nell'articolo postato si parlava specificatamente di un esemplare Block 5. Inoltre l'articolo risaliva ad Agosto 2007 mentre le consegne della T2 sono iniziate a Gennaio 2008.

 

Sul refit attuale penso che En abbia ragione: si prevede di portare tutti i primissimi Block della T1 (incominciando dal Block 2B) allo standard Block 5. Portare i T1 al livello T2 è possibile, ma molto costoso. Gli elaboratori (l'hardware) montato sui T1 non è sufficientemente potente per gestire gli aggiornamenti della T2 (in primis il Meteor), quindi si tratterebbe di sostituirli in blocco.

L'AMI, vista la possibilità di sbolognare, pardon vendere, i T1 a qualche altra aviazione per ora è in stand-by: certo che se l'affare salta penso (spero) che si farà, o ci ritroveremo con soltanto una trentina di aerei in grado di combattere BVR, visto che non è possibile usare i Meteor sui T1.

 

Sui radar AESA: Wikipedia,

 

Fatto molto bene il sito http://www.eurofighter-typhoon.co.uk/Eurof...er/sensors.html. Leggiti la seconda parte del box "modern radar" e il box "LPI". Inoltre il paragrafo "Future of CAPTOR ... AMSAR".

 

A proposito, il sito dell'EFA http://www.eurofighter-typhoon.co.uk/ merita una segnalazione per come è fatto bene e curato. La parte sui sensori è veramente ben fatta e molto approfondita. Merita una visita, raro trovare il sito ufficiale del produttore così ricco di informazioni.

L'unica parte che non funziona sono le news.

Fate attenzione che esiste un altro sito ufficiale, che invece è veramente triste (eurofighter.com).

 

Una chicca trovata dal sito sulla bassa ossevabilità del Typhoon:

 

Reduced Observability

The Eurofighter Typhoon cannot and is not classed as a stealth fighter (see fact box). However the consortium did take measures to reduce the aircraft's radar cross section. Many of these Reduced Observable (RO) features were tested over the years at BAE Systems covered radar signature range at BAe Warton near Preston, NW England. Some examples of this design include; the intakes which are shaped so as to hide the engine compressor blades, the sloped intake sides, the fuselage recessed medium range weapons, the wing hardpoint placement and design, radome construction, etc. In addition Radar Absorbent Materials (RAM) developed primarily by EADS/DASA coat many of the most significant reflectors, e.g. the wing leading edges, the intake edges and interior, the rudder surrounds, strakes, etc.

 

The actual radar cross section is of course classified, it is however set out for the RAF in SR(A)-425. According to the RAF the Eurofighter's RCS more than exceeds these requirements. More recent comments from BAE seem to indicate the radar return is around four times less than the Tornado. During a recent press event BAE Systems stated that the Typhoon's RCS is bettered only by the F-22 in the frontal hemisphere and betters the F-22 at some angles. Although the later comment is very questionable it still indicates a real attempt to reduce the Typhoon's radar signature. This should enable a Eurofighter pilot to remain undetected by his enemy until he his significantly closer than he may otherwise be able to achieve.

Edited by Rick86

Share this post


Link to post
Share on other sites
Paperinik sicuramente alcuni esemplari della T1 Block 5 (non so dirti se tutti, credo di si essendo tutti gli aerei di un determinato Block uguali ma non ne ho la certezza) sono dotati di Pirate IRST: su questo stesso forum avete postato da qualche parte la notizia della consegna del primo EF-2000 con Pirate IRST.

Nell'articolo postato si parlava specificatamente di un esemplare Block 5. Inoltre l'articolo risaliva ad Agosto 2007 mentre le consegne della T2 sono iniziate a Gennaio 2008.

 

Sul refit attuale penso che En abbia ragione: si prevede di portare tutti i primissimi Block della T1 (incominciando dal Block 2B) allo standard Block 5. Portare i T1 al livello T2 è possibile, ma molto costoso. Gli elaboratori (l'hardware) montato sui T1 non è sufficientemente potente per gestire gli aggiornamenti della T2 (in primis il Meteor), quindi si tratterebbe di sostituirli in blocco.

L'AMI, vista la possibilità di sbolognare, pardon vendere, i T1 a qualche altra aviazione per ora è in stand-by: certo che se l'affare salta penso (spero) che si farà, o ci ritroveremo con soltanto una trentina di aerei in grado di combattere BVR, visto che non è possibile usare i Meteor sui T1.

 

Molto chiaro, grazie.

 

Comunque ci credo poco all'idea di cedere a stati terzi gli esemplari di T1 eventualmente non aggiornati alla blk5....aerei con poco più di 3 anni sulle spalle venduti già!?!?? Mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Molto chiaro, grazie.

 

Comunque ci credo poco all'idea di cedere a stati terzi gli esemplari di T1 eventualmente non aggiornati alla blk5....aerei con poco più di 3 anni sulle spalle venduti già!?!?? Mah...

Credo che lo abbiano già fatto...anche se in condizioni molto particolari...

L'Austria aveva firmato un contratto per 18 nuovi EF-2000 (quasi tutti T2), ma si è tirata indietro causa mutamento di rotta politico...

Per non rescindere il contratto e incappare in pesanti penali, nel 2007 si è ridotto l'ordine a 15 aerei, tutti T1 dirottati dalle commesse per le 4 nazioni del consorzio che li sotituiranno con dei supplementari T2.

 

Diversi di questi aerei dovrebbero pure essere usati (girati all'Austria non appena si rendono disponibili i T2), ma non so a che standard siano questi T1, perchè ricordo di aver letto la notizia tempo fa, ma l'accordo non era spiegato nei "dettagli"...Sicuramente però non hanno il Pirate...

 

Simili accordi comunque consentono alle nazioni partner del consorzio di diluire le consegne degli aerei (...) e uniformare le linee di volo sugli standard più recenti.

A tutti gli effetti le 4 nazioni del consorzio avranno 15 T1 in meno da aggiornare e 15 T2 in più...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flaggy, 15 Typhoon T1 appartenenti alle 4 nazioni non mi pare un dato troppo rilevante ed incisivo nella visione complessiva....solo l'Italia dovrebbe avere una trentina di velivoli T1 da smaltire, e la RAF?!?! Dubito che si possa vendere al Brasile o alla Romania -tanto per dire- 60 Typhoon T1.

 

EDIT: rettifico....i Typhoon austriaci sono nuovi ma sono alla standard T1blk5!!!!!!

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' vero Flaggy, i Typhoon dell'Austria non sono aerei nuovi, ma sono versioni T1 delle forze aeree del consorzio Euroighter, in particolare i primi due esemplari dovrebbero provenire dalla Luftwaffe.

 

Tuttavia, 15 Typhoon T1 appartenenti alle 4 nazioni non mi pare un dato troppo rilevante ed incisivo nella visione complessiva....solo l'Italia dovrebbe avere una trentina di velivoli T1 da smaltire, e la RAF?!?! Dubito che si possa vendere al Brasile o alla Romania -tanto per dire- 60 Typhoon T1.

Non penso nemmeno io si possa smaltirli tutti...

In ogni caso non ha nemmeno senso farlo: sono solo i primissimi aerei che hanno differenze maggiori rispetto agli altri...

Ed è più che ovvio: l'esperienza e la naturale evoluzione consente di ottimizzare il velivolo e le differenze di hardware possono rendere poco praticabile la via dell'aggiornamento sugli esemplari più vecchi (mica si tratta solo di aggiungere il Pirate e aggiornare il software...)

 

In ogni caso i primissimi velivoli sono in gran parte bibosto che comunque non è strettamente indispensabile che siano all'ultimo grido, almeno non per ragioni di capacità operative...Altro discorso è la manutenzione, i pezzi di ricambio ecc che sarebbe meglio fossero identici...

L'addove è possibile l'aggiornamento è quindi una via da seguire (e infatti è gia stato avviato sui velivoli T1) perchè non serve certo "sbolognare" aerei comunque nuovi di pacca per averli tutti allo standard ultimo grido...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Flaggy, ho fatto una rapida ricerca: i velivoli austriaci sono nuovi!!! :wacko:

Dovevano essere T2...d'altra parte le consegne sono iniziate nel 2007 e mi pare che si dovessero completare a T2 gia avviata...Sono quindi dei T1 dirottati...

Probabilmente tedeschi, visto che non hanno il Pirate...

Poichè il primo era un T1 block5 anche gli altri sono a quello standard...

Avevo letto, su A&D se non ricordo male, che alcuni avevano pochissime ore di volo...

A tutti gli effetti sono aerei nuovi...

 

PS: Sarebbe interessante avere informazioni sulle modifiche attuate nei vari block costruttivi, al di là della normale evoluzione e integrazione di nuovi sistemi o di nuove funzionalità del software di bordo...

Parlo cioè di tutte quelle modifiche (magari anche strutturali) che rendono i velivoli dei primi lotti difficilmente aggiornabili.

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites
PS: Sarebbe interessante avere informazioni sulle modifiche attuate nei vari block costruttivi, al di là della normale evoluzione e integrazione di nuovi sistemi o di nuove funzionalità del software di bordo...

Parlo cioè di tutte quelle modifiche (magari anche strutturali) che rendono i velivoli dei primi lotti difficilmente aggiornabili.

 

Sto cercando proprio quello!!!

 

O almeno una lista dei velivoli consegnati e a quale Tranche e Block appartengono!!!......Non è semplice!!! :rolleyes:

 

 

Cmq, infatti io ricordo -ho pure un paio di foto da qualche parte- che il primo esemplare austriaco consegnato volava ancora con le matricole dlla Luftwaffe

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su wiki ho trovato il dettaglio dell'accordo austriaco...

 

In addition to 9 new Tranche 1 aircraft, Austria will receive 6 used German Tranche 1 aircraft for a total of 15 Typhoons. For the delivered 6 used Tranche 1 aircraft receives Germany 6 Tranche 2 aircraft more

 

http://en.wikipedia.org/wiki/Eurofighter_Typhoon

 

e un rimando a questa pagina...

 

http://www.airpower.at/news07/0627_eingespart/index.html

 

Il tedesco non è il mio forte però...

 

 

PS:

L'accordo iniziale probabilmente prevedeva 9 T1 e 9 T2...Poi si sono ordinati 9 T1 nuovi e 6T1 (leggermente) usati...

In tal modo gli austiaci hanno una linea ridotta a 15 aerei ma tutti allo stesso identico standard block 5...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

hehehehe, Flaggy....io vado forte con l'inglese!!!

 

Tratto dal sito del consorzio Eurofighter:

The first export contract was signed in July 2003 for 18 aircraft (Tranche 2) to Austria. The contract was revised in 2007, and Austria will receive 15 aircraft out of Tranche 1 between 2007 and 2009. The four nations had agreed to divert 15 Tranche 1 aircraft to Austria and receive additional Tranche 2 standard aircraft instead. By end 2007 Austria had received five aircraft.

 

E riguardo alle produzioni, sempre dalla stessa fonte ho tovato questo sintetico riepilogo:

Production by Tranches

Tranche----Aircraft-------Timescale for deliveries

1------------148-----------2003 to 2008

2------------236-----------2008 to 2013

3------------236-----------After 2012

Sub-total 620

-------------15 Austria----2007 to 2009

-------------72 SArabia---2009 onwards

Total 707

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites
perchè non serve certo "sbolognare" aerei comunque nuovi di pacca per averli tutti allo standard ultimo grido...

 

Quoto in pieno per gli esemplari biposto; ma ritrovarsi con un'ottantina scarsa di aerei, di cui soltanto trenta in grado di combattere BVR, mi pare troppo limitativo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Quoto in pieno per gli esemplari biposto; ma ritrovarsi con un'ottantina scarsa di aerei, di cui soltanto trenta in grado di combattere BVR, mi pare troppo limitativo.

Non mi risulta una simile limitazione...

Tutti gli aerei sono compatibili con gli AIM-120 che consentono il combattimento BVR.

Per l'integrazione con il Meteor si procederà all'aggiornamento dei velivoli T1...Alla fine saranno ben più di 30 quelli in grado di usarlo.

In ogni caso il Meteor non è ancora stato distribuito ai reparti, l'aggiornamento della T1 è in corso e la T3 non è morta con certezza, quindi è prematuro parlare del numero di aerei capaci di BVR con i Meteor ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che i 121 Typhoon delle 3 tranche siano ritenuti eccessivi (più che per le esigenze italiane, direi per le casse dello stato... <_< ) è fuor di dubbio, ma è vero anche che non si vuole rinunciare alla T3, sia per non penalizzare l'industria, sia per rispettare gli impegni presi, sia per avere aerei aggiornati agli standard più recenti...

Rinunciare in toto alla T3 è comunque opinabile: 120 aerei saranno anche troppi...ma averne 46 in meno è una scemenza!

 

In questo senso la vendita di un usato relativamente fresco di catena di montaggio appare meno assurda...

Le voci sul piazzare alcuni dei velivoli dei primi lotti sono in effetti vere: sull'ultimo numero di RID il Generale Camporini conferma che ci sono stati contatti per piazzare l'usato italiano (secondo RID si tratta proprio di Romania e Brasile...).

 

Se l'accordo possa riguardare tutti i T1 italiani o solo quelli non aggiornati non è ancora chiaro, anche perchè non siamo gli unici con qualche Eurofighter "di troppo" e gli acquirenti non si sa quanti aerei "usati" possano permettersi...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×