Jump to content
Sign in to follow this  
AlfaAndOmega86

Sukhoi SU-35 Super Flanker - discussione ufficiale

Recommended Posts

Nel T-50, invece, i due paracadute freno sono alloggiati in un vano situato nella parte superiore del cono di coda, subito dietro le due derive .... nell'immagine lo si vede fuoriuscito ....

 

xcm1px.jpg

 

2webfx0.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Li vedi diversi i coni di coda?

A me sembrano identici.

 

su-35_03_big.jpg

 

Comunque la parte terminale del cono non è il radome di un radar posteriore (che il Su-35 non ha), ma effettivamente è l'alloggiamento di due parafreni utilizzati per accorciare la corsa di atterraggio.

 

http://www.youtube.com/watch?v=JY_DO7WJQdQ

 

Nel video sopra si vede il cono ribaltarsi verso l'alto per far uscire i due parafreni che sono una soluzione definitiva e non posticcia e provvisoria come sul T-50, dove il paracadute è solo un dispositivo di sicurezza usato per testare il velivolo in assetti limite ed è installato in una carenatura ogivale estranea alla linea stealth del velivolo.

 

nelle immagini di pinto si vedeva chiaramente la differenza, molto simile,tra l'altro a quella tra i due PAK FA

Edited by red giacomo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho controllato proprio le immagini di Pinto postate ieri e anche quelle postate dagli altri: a parte la diversa angolazione che non le rende confrontabili, i coni di coda non sembrano affatto diversi e la foto postata da me che li ritrae insieme lo conferma.

Al limite segnala esattamente quali sono le foto in cui li vedi diversi perchè forse non ho capito a che immagini ti riferisci.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho controllato proprio le immagini di Pinto postate ieri e anche quelle postate dagli altri: a parte la diversa angolazione che non le rende confrontabili, i coni di coda non sembrano affatto diversi e la foto postata da me che li ritrae insieme lo conferma.

Al limite segnala esattamente quali sono le foto in cui li vedi diversi perchè forse non ho capito a che immagini ti riferisci.

 

forse mi sbaglio ma la coda del su 35 902 sembra diversa nella foto di pinto di ieri, sembra più irregolare e lunga,ma forse mi sbaglio,anche perchè nella tua foto sono identiche in effetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

13:11 - martedì 6 / 3 / 2012

 

Mosca conferma la vendita degli aerei Sukhoi Su-35 alla Cina

 

Mosca, Russia - Ancora poco chiare le garanzie sui copyright di produzione

 

 

(WAPA) - Come previsto dalla nostra Agenzia appena ieri, 5 marzo 2012, nella seguente AVIONEWS, la Cina stringe i tempi sull'acquisto di tecnologia russa per ampliare il proprio parco di aerei da caccia per l'aviazione militare.

 

Protagonista del prossimo accordo è il super-dogfight Sukhoi Su-35, l'ultima versione operativa dei multiruolo della famiglia Su-27, già ampiamente utilizzato dalla Cina in versioni ufficiali e soprattutto copie realizzate in loco.

 

Quotidiani economici russi annunciano oggi un concordato per 4 miliardi di dollari che consegnerebbe ben 48 Sukhoi Su-35 "Flanker-E" a Pechino, specificando che l'accordo sarebbe ancora stazionario per questioni burocratiche inerenti al copyright.

 

La flotta aerea cinese attuale si basa infatti principalmente su copie di noti aerei internazionali, acquistati e poi riprodotti dall'industria locale.

 

Un esempio tipico è lo Shenyang J-11, una replica fedelissima del russo Sukhoi Su-30C. Tale operazione, nella quale la Cina è da sempre maestra, preoccuperebbe non poco Mosca, dal momento che non esistono ancora leggi sul copyright che garantiscano il rispetto della produzione straniera illegale (ovvero priva di apposita licenza).

 

Questo potrebbe portare a una vendita illegale, da parte della Cina, di prodotti russi copiati in tutto e per tutto e offerti al mercato internazionale a prezzi stracciati, tali da impedirne il legittimo acquisto dalla casa produttrice, in questo caso Sukhoi. (Avionews)

 

 

Link

Share this post


Link to post
Share on other sites

sono degli illusi se credono che i cinesi badino ai copyright :thumbdown:

Share this post


Link to post
Share on other sites

i primi su-27 cinesi sono già stati radiati per raggiunto limite di ore della cellula..senza contare che anni fa alcuni su-27/30 (non credo già j-11) andarono persi causa alluvione.

 

credo che un acquisto sui 45/50 mezzi sia giusto per tamponare la mancanza in attesa di uno sviluppo ed entrata in servizio di altri prodotti nazionali autoctoni (quindi non copie)...

Senza contare che il su35 credo sia il non plus ultra dei 4+!!

 

comunque i j-11 sono si copie, ma nacquero perchè i su-27 made in russia non soddisfacevano le esigenze della plaaf...quindi comunque sono su27 "customizzati"

Edited by nik978

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un bel artico di difesa24

 

SU-35S - GENERAZIONE 4++

 

4 aprile 2012 Autore: Roberto

Il Su-35S (originalmente designato Su-35BM – ‘Bolshaya Modernizatsia’), ordinato nel 2009 dalla VVF (‘Voyenno-vozdushnye sily’) in 48 esemplari (a crescere, potenzialmente in numero tale da sostituire tutte le precedenti versioni in servizio, in attesa del futuro T-50 PAK-FA), è il risultato di una serie di evoluzioni successive dell’originaria formula del Su-27 : aerei che hanno dimostrato di avere margini di crescita impensabili. Quest’ultima versione rappresenta però una completa re-ingegnerizzazione del velivolo, superiore anche a quella che portò l’USAF dal F-15C all’F-15E, perché questa nuova variante riesce a coniugare perfettamente i due ruoli di ‘air superiority’ (dell’originario Su-27) e di ‘striker’. Alla fine di marzo 2012, risultavano consegnati i primi quattro esemplari di serie. Il rateo di produzione dovrebbe mantenersi in circa 24 / 30 aerei all’anno, fino al 2020.

 

Il peso a vuoto è classificato, ma l’uso estensivo di titanio e materiali compositi dovrebbe consentire una struttura complessivamente più leggera delle versioni precedenti; il suo rapporto spinta/peso è quindi notevolmente migliorato. Le qualità aerodinamica sono state ottimizzate, con tanti piccoli interventi alla cellula. La quantità di carburante interno è aumentata (ora pari a 11,5 ton), conferendo all’aereo un raggio d’azione simile a quello del F-15E.

 

La nuova avionica comprende un sistema elettronico di controllo del volo completamente digitale, un nuovo radar N035 ‘Irbis-E’, un ‘glass-cockpit’ con due grandi displays multifunzionali a colori (pur mantenendo un HUD a colori, di tipo avanzato) ed una ‘suite’ di sensori attivi / passivi veramente impressionante.

 

Il radar N035 è un sistema ‘ibrido’ PESA/AESA, con performance (potenza, apertura) inferiori solo a quelle dell’APG-77(V)2 e dell’APG-82. In ogni caso, il Su-35S dovrebbe poter ricevere in futuro, come ‘retrofit’ , il radar AESA che la NIIP sta sviluppando per il futuro T-50 PAK-FA.

 

La ‘suite’ elettronica sembra che comprenda anche un radar AESA (L-Band), incorporato nella radice o nel bordo d'attacco delle ali : questo sistema dovrebbe consentire una potenziale capacità ‘counter-stealth’, soprattutto verso aerei con una ‘stealthness’ non elevatissima (come l’F-35) e da posizioni laterali, oltre a ottime capacità aggiuntive di ‘jamming’.

 

L’IRST delle prime versioni dei ‘Flankers’ è stato sostituito con il nuovo sistema migliorato OLS. La dotazione di sistemi ESM/RWR comprende, oltre alla grande struttura ventrale / di coda per il SAP-14 (1-4 GHz – analogo all’ ALQ-99 usato dagli EA-18G), i piccoli pod alle estremità alari per il sistema ‘phased array’ KNIRTI SAP-518 (5-18 GHz). Per aumentare l’efficacia complessiva delle misure EW, è stato fatto un gran uso di materiali radar-assorbenti, che, secondo le dichiarazioni del costruttore, dovrebbero ridurre la segnatura frontale verso emissioni in banda-X di ben 30 volte ! In pratica però i carichi esterni vanificano in gran parte questi sforzi per rendere ‘stealth’ una configurazione che non lo è.

 

Il Su-35S mantiene le classiche 14 stazioni per carichi esterni, che possono trasportare una incredibile panoplia di missili e bombe :

 

- AAM : fino a 12 missili BVR R-77 (‘RVV-AE’, AA-12), e/o 8 R-77 + 6 WVR R-73M/74M (AA-11); o le future versioni ‘RVV-SD’, ‘RVV-AE-PD’, e ‘RVV-MD’, con prestazioni, portate e ‘seekers’ superiori agli attuali pari classe occidentali.

 

- AGM : nella stazione ventrale può essere trasportato un ramjet Kh-41/P-270 ‘Moskit’. In alternativa fino a tre 3M54AE ‘Klub’ o Kh-61 (categoria 4,000 libbre), o fino a 5 Kh-59M ‘Ovod-M’ o Kh-35, o Kh-31 ARM/antinave supersonici.

 

- bombe : fino a tre nella classe 4,000 libbre (KAB-1500) o 6 nella classe 1,000 libbre (KAB-500), disponibili nelle varianti convenzionali, penetrazione, termobariche, con guida laser o GPS/Glonass. I ‘targeting pod’ utilizzabili sono il‘Sapsan-E’ o il francese ‘Damocles’.

 

- - -

Il Su-35S è un aereo che gli americani definirebbero ‘game changer’, che fonde elementi tecnologici della 5 generazione (‘supercruise’, TVC, AESA) con una cellula ‘matura’; con questa combinazione, i russi hanno ottenuto un aereo chiaramente superiore a tutti i ‘teen fighters’ americani ed in grado di coprire egregiamente il ruolo di ‘gap-filler’ in attesa della maturazione del T-50 PAK-FA.

 

La possibilità del Su-35S in termini di ‘supercruise’ e spinta vettoriale conferiscono infatti all’aereo capacità ben superiori ai precedenti velivoli della sua longeva famiglia. In un eventuale combattimento, il Su-35S potrebbe emulare l’F-22A, entrando in azione con velocità e quote più elevate del potenziale avversario, dettando le condizioni dell’ingaggio (velocità e quota superiore possono migliorare le performance cinematiche dei missili anche del 30%). La combinazione di ‘supercruise’ e TVC, un radar con portata estremamente elevata (supportato da un mix di altri potenti sensori attivi e passivi IR e RF) ed un mix di missili AAM con modalità di ingaggio, portata e ‘seekers’ eccezionali, né fanno una vera arma letale : un velivolo (definito dal produttore di 4++ generazione) che può rappresentare per il prossimo decennio una sfida più che temibile per i vari ‘Typhoon’, ‘Rafale’, F-35A/C (*), risultando chiaramente inferiore al solo F-22A.

 

E’ pur vero che F-35A/C non è un ‘air superiority fighter’, ma purtroppo molti paesi occidentali se ne stanno dotando come futuro aereo ‘multi-purpose’, in assenza di altri caccia moderni, come se si stesse perdendo di importanza – per abitudini consolidatesi nei conflitti asimmetrici degli ultimi 20 anni – il ruolo fondamentale della superiorità aerea. Missione per la quale anche l’USAF futura avrà in linea solo circa 180 F-22 (a fronte di forse un migliaio di F-35), mentre la USN dovrà contare ancora a lungo sugli F-18E/F. Il Su-35S potrebbe nel frattempo avere una rapida diffusione tra tutti i clienti del ‘Flanker’, alcuni dei quali potrebbero negli anni diventare non propriamente ‘amici’.

 

- - -

(*) : I combattimenti aerei futuri saranno una gara mortale di velocità, agilità, sensori, missili e ‘stealthness’ (in puro ordine di comparsa nella secolare storia dei combattimenti aerei).

 

Il ‘Raptor’ ha una sezione frontale radar-equivalente (RCS) a 0,0001 mq, mentre quella del ‘Lightning II’ è pari a circa 0,001 mq. Le RCS degli aerei di 4+ generazione, non ‘stealth’ sono notevolmente superiori : il ‘Typhoon’ ed il ‘Rafale’ hanno un valore stimato nell’ordine di 1 mq, in configurazione ‘pulita’; il Su-35S dovrebbe – secondo alcune stime – avere un valore inferiore ai 2 mq. Per contro il Su-35S avrà valori di ‘supercruise’ e velocità massima vicini a quelle del F-22A (M.1,4/1,6 e M.2,25), con TVC ed una eccezionale agilità. Nel complesso è un aereo potenzialmente migliore ai pariclasse ‘Typhoon’ e ‘Rafale’, a costi molto probabilmente inferiori. Inoltre ha doti di ‘striker’ notevolmente superiori (per carico pagante e raggio d’azione).

 

E nell’infausto scontro con un F-35A/C ?

 

Il ‘Lighting II’ rileverebbe il Su-35S (in avvicinamento a velocità / quote superiori) molto prima, e quindi avrebbe un ‘first-shot’ a disposizione per i suoi (pochi – solo 2, per mantenere la fondamentale ‘stealthness’) AIM-120D; il Su-35S, rilevati i missili, potrebbe tentare un gran numero di manovre di evasione, sfruttando la superiorità cinematica e la potente suite EW e – in caso di successo – inseguire poi l’avversario e contro-lanciare i suoi ben più numerosi missili BVR / WVR. L’F-35, con la sua bassa velocità / manovrabilità, potrebbe a sua volta evitare gli ‘RVV-SD’ e ‘RVV-MD’ (‘multi-seekers’) ?

 

 

Difesa24 Link

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Su35S 4 gen ++*/- con 12 missili e 10 bombe sotto le ali vola in supercruise, fa il cobra, evita gli slammer e tira giù il Lightning. :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Su35S 4 gen ++*/- con 12 missili e 10 bombe sotto le ali vola in supercruise, fa il cobra, evita gli slammer e tira giù il Lightning. :rotfl:

si si ridi e intanto guarda qui Link

Invece di sospendere la produzione del Raptor e fissarsi sul F-35 dovevano aprire gli occhi che a est stanno facendo passi da gigante

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

Simulazioni di questo tipo si sono già viste e hanno la validità e il realismo di una partita a Risiko, considerato che dietro ci si trova spesso e volentieri Kopp & Co...

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.flightglobal.com/blogs/asian-skies/2012/04/surprise-that-china-su-35-deal.html

 

tanti o pochi??

 

I was amused to read the Ria Novosti report that the China Sukhoi Su-35 deal is in trouble. Apparently the Russians want to sell China a large number of aircraft, while China would prefer just a handful. And so an impasse ensues.

 

"We have been promoting the Su-35 fighter on the Chinese market," Rosoboronexport deputy chief Viktor Komardin is reported as saying. "However, China only wants to buy a limited number [of aircraft] whereas we want [to sell] a large consignment to make [the deal] economically viable."

 

In this instance, how does one define 'economically viable'? The cynical part of me suggests that China wants to buy a handful (hints of Su-33?) and then reverse engineer the aircraft, eventually producing a Chinese clone, a follow on fighter to the J-11. This is economically viable for China, but not exactly ideal for Russia.

 

On the other hand, Russia would greatly benefit from a big Su-35 production run for China, lowering the cost per unit across the board.

 

Though China appears to have dug its heels in, I will be very curious to see how this proposed sale moves forward. If Beijing feels confident enough in its indigenous capabilities, perhaps it will indeed give the Su-35 a miss.

 

Otherwise, perhaps Beijing will back off a bit, wait a sufficiently face-saving amount of time, and then eventually agree to buy a larger number of Su-35s with a significant portion produced in Russia. In this case it would get the aircraft and technology transfer it needs, but at a substantially higher price.

 

It is worth remembering that in 2010, before Beijing surprised everyone with the appearance of the supposedly 'Fifth Generation' J-20, an alleged Chinese spy was caught smuggling parts for the MiG-29 and Su-27 across the Russo-Chinese border. Another similar heist was attempted in 2009 at the same checkpoint.

 

Such incidents would appear to suggest that China would be very interested indeed in the secrets of the Su-35.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non sarà una macchina da guerra perfetta come l'F-22,però che acrobazie davvero un aereo con la A maiuscola

 

 

 

 

 

Credo che una delle cose riconosciute all'estero (ma che in italia non si possono dire senza essere puntualmente attaccati da qualcuno, chissà perchè) è che i Russi quanto ad aerodinamica hanno compreso molto più degli occidentali, e sia il Fulcrum che il Flanker ne sono la dimostrazione più lampante.

E' vero che questi progetti si basarono sullo studio di alcuni esemplari di Tomcat e F16 caduti in mani sovietiche, ma è anche vero che pur ricalcandone i concetti costruttivi si sono spinti molto più in là con l'aerodinamica, intuendo le potenzialità dell'estenzione della portanza anche alla fusoliera, sicchè la fusoliera ad andamento sinusoidale del solo MiG-29 contribuisce approssimativamente al 40% della portanza, nei Su 27 e 35 questi valori sono ancora maggiori.

Le sue caratteristiche di volo sono state ritrovate in aerei come l' EF2000 Eurofighter Typhoon o il Lockheed Martin F-22 Raptor, trenta anni dopo.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che una delle cose riconosciute all'estero (ma che in italia non si possono dire senza essere puntualmente attaccati da qualcuno, chissà perchè)...

 

Unicamente per ragioni cronologiche.

 

Che l'aerodinamica del Su-27 sia una genialata non lo nega nessuno, che gli ingenieri aerodinamici russi siano migliori, è un'affermazione che lascia il tempo che trova. Le soluzioni arodinamiche sono al "servizio" della specifica. Se agli ingenieri gli si chiedono determinate caratteristiche, si applicano per realizzarle.

 

Agli ingenieri della Boeing fu chiesto di realizzare un aereo migliore del Mig-25. Fu sviluppato l'F-15 che ancora oggi è un gioiello di aerodinamica, ma non è stealth perchè allora non interessava a nessuno la furtività. L'erede designato è un "compromesso" fra furtività e aerodinamica e si chiama Raptor. E così via...

 

Tornando all'argomento dell'ala e della fusoliera del Su-27, gia c'era un mockup occidentale che ne anticipava le linee generali.

 

I militari richiedono alle industrie determinate caratteristiche, gli ingenieri fanno le proposte , in seguito i militari scelgono.

 

Qualche volta i risultati si somigliano.

 

E' la classica politica dello specchio ai tempi della Guerra Fredda.

Edited by -{-Legolas-}-

Share this post


Link to post
Share on other sites

Unicamente per ragioni cronologiche.

 

Che l'aerodinamica del Su-27 sia una genialata non lo nega nessuno, che gli ingenieri aerodinamici russi siano migliori, è un'affermazione che lascia il tempo che trova. Le soluzioni arodinamiche sono al "servizio" della specifica. Se agli ingenieri gli si chiedono determinate caratteristiche, si applicano per realizzarle.

 

Agli ingenieri della Boeing fu chiesto di realizzare un aereo migliore del Mig-25. Fu sviluppato l'F-15 che ancora oggi è un gioiello di aerodinamica, ma non è stealth perchè allora non interessava a nessuno la furtività. L'erede designato è un "compromesso" fra furtività e aerodinamica e si chiama Raptor. E così via...

 

Tornando all'argomento dell'ala e della fusoliera del Su-27, gia c'era un mockup occidentale che ne anticipava le linee generali.

 

I militari richiedono alle industrie determinate caratteristiche, gli ingenieri fanno le proposte , in seguito i militari scelgono.

 

Qualche volta i risultati si somigliano.

 

E' la classica politica dello specchio ai tempi della Guerra Fredda.

 

 

 

 

 

Con tutto il rispetto per l'F 15 che è un super aereo, la sua aerodinamica non è paragonabile a quella del Flanker ( a parere strettamente personale si intuisce anche a vista ):

 

tra il 1986 ed il 1988, il P-42 ( versione appositamente modificata del Flanker ), conquistò non meno di 27 primati mondiali allo Strike Eagle. Si può leggere ogni primato in dettaglio su Wikipedia.

Edited by xxx

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' vero che questi progetti si basarono sullo studio di alcuni esemplari di Tomcat e F16 caduti in mani sovietiche

eh??? :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh??? :asd:

 

 

Dalla home di arei militari (Su 27): "...Il Flanker ha beneficiato delle informazioni che i sovietici sono riusciti a procurarsi studiando gli F-14 Tomcat caduti in mano ai rivoluzionari iraniani nel 1979 e ricorrendo ad operazioni di spionaggio..".

Edited by xxx

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma è una notizia non confermata. gli iraniani hanno sempre negato di aver fatto vedere anche mezzo bullone del Tomcat ai russi.

soprattutto, mi faceva strano il citare anche il Falcon in questo discorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma è una notizia non confermata. gli iraniani hanno sempre negato di aver fatto vedere anche mezzo bullone del Tomcat ai russi.

soprattutto, mi faceva strano il citare anche il Falcon in questo discorso.

 

 

In guerra c'è ben poco di confermato, (si dice addirittura che durante la guerra del Kosovo siano riusciti a rintracciare e far abbattere un F117 tramite un cellulare modificato dai Russi) e non mi stupisce che gli Iraniani si guardino bene dal rivelare le notizie in questione. Certo è che le somiglianze tra i due aerei sono un pò troppe, dal tunnel centrale con prese d'aria a gondola, alla fusoliera, alla divisione dei motori, ecc..

 

Riguardo gli F-16 si dice che agli inizi degli anni '70 un milardario russo sia riuscito ad acquistare un F 16 dal Belgio che aveva ricevuto una fornitura dagli USA. Vero o falso è certo che il raccordo dei lerx del Flanker somiglia moltissimo a quello del Falcon anche se addirittura migliore come lo era già nel Fulcrum.

 

"Non a caso la Germania i Mig 29 li ha tenuti in servizio a lungo (prima di cederli alla Polonia) perfezionandone le caratteristiche di combattimento, specie nel breve raggio, e battendo ripetutamente macchine come gli F-16 grazie alla combinazione di sensori, armi e maneggevolezza". Da Wikipedia

Edited by xxx

Share this post


Link to post
Share on other sites
In guerra c'è ben poco di confermato

è un affermazione un pò qualunquistica, perdonami.

ad esempio, sul citato episodio dell'F-117... si sa perfettamente cosa accadde, anche perchè furono i serbi a dirlo e non c'era nessun cellulare tunizzato dai russi. se cerchi sul forum, troverai tutti i dati.

 

sulla questione delle somiglianze... le regole dell'aereodinamica sono uguali in ogni parte del mondo e certe scelte, se si vogliono ottenere determinati risultati, sono obbligate e non mi pare che il Flanker o il Fulcrum siano figli della "teoria dello specchio", anzi, sono esempi pregevolissimi dei progettisti russi.

 

infine, non ti consiglio di rivolgerti a wikipedia, soprattutto quella italiana (la cosa del Falcon rubato è assurda, anche perchè agli inizi degli anni 70 di Falcon in giro c'erano solo i disegni artistici), per cercare informazioni di tal genere: essendo un enciclopedia aperta tutti possono scrivere di tutto e lo staff di controllo, per ovvie ragioni non può essere (o non vuole essere, alle volte) sempre presente. questo nulla toglie alla bontà del Fulcrum nel WVR... che, però, finiva là: anche i Tornado ADV, notoriamente delle betoniere volanti, riuscivano a prevalere, utilizzando le adeguate tattiche e sfruttando le "discrete mancanze" dell'elettronica sovietica.

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

è un affermazione un pò qualunquistica, perdonami.

ad esempio, sul citato episodio dell'F-117... si sa perfettamente cosa accadde, anche perchè furono i serbi a dirlo e non c'era nessun cellulare tunizzato dai russi. se cerchi sul forum, troverai tutti i dati.

 

sulla questione delle somiglianze... le regole dell'aereodinamica sono uguali in ogni parte del mondo e certe scelte, se si vogliono ottenere determinati risultati, sono obbligate e non mi pare che il Flanker o il Fulcrum siano figli della "teoria dello specchio", anzi, sono esempi pregevolissimi dei progettisti russi.

 

infine, non ti consiglio di rivolgerti a wikipedia, soprattutto quella italiana (la cosa del Falcon rubato è assurda, anche perchè agli inizi degli anni 70 di Falcon in giro c'erano solo i disegni artistici), per cercare informazioni di tal genere: essendo un enciclopedia aperta tutti possono scrivere di tutto e lo staff di controllo, per ovvie ragioni non può essere (o non vuole essere, alle volte) sempre presente. questo nulla toglie alla bontà del Fulcrum nel WVR... che, però, finiva là: anche i Tornado ADV, notoriamente delle betoniere volanti, riuscivano a prevalere, utilizzando le adeguate tattiche e sfruttando le "discrete mancanze" dell'elettronica sovietica.

 

 

 

 

Riguardo l'episodio dell'F 117 sono rimasto un pò indietro, ricordo soltanto che la notizia del cellulare modificato la diedero al tg all'epoca dei fatti, non escludo che sia una balla (certo però che vedere un aereo di quel tipo abbattuto fa comunque un certo effetto).

Si hai ragione, le somiglianze significano poco, tuttavia dai precedenti aerei russi al Mig 29 e al Su 27 ci passa una vita di cambiamenti stilistici , estetici e sopratutto aerodinamici, con un salto notevolissimo.

La notizia dei Falcon non l'ho presa da Wikipedia, la lessi sulle riviste DeAgostini per collezionisti di alcuni anni fa.

Devo dire che quello che più mi impressiona dei Flanker e co. sono i disegni aerei straordinari che riescono a compiere, come il 'Kulbit' e tutte le altre incredibili manovre aeree che l'hanno fatto primeggiare nelle manifestazioni internazionali strappando i primati all'F 15.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

sulla questione delle somiglianze... le regole dell'aereodinamica sono uguali in ogni parte del mondo e certe scelte, se si vogliono ottenere determinati risultati, sono obbligate e non mi pare che il Flanker o il Fulcrum siano figli della "teoria dello specchio", anzi, sono esempi pregevolissimi dei progettisti russi.

 

 

 

come non darti ragione.

Forse a volte ci si dimentica che i vari F-16, F-18 etc per fare quello che fanno, sono stati sviluppati intorno a una cellula instabile. Il Mig-29 NO, non ha bisogno di FBW! Praticamente la filosofia progettuale (nel campo aerodinamico) che sta dietro ai singoli progetti, è totalmente diversa.

Francamente non so se anche la cellula del Flanker è instabile o no

Share this post


Link to post
Share on other sites

I Fulcrum con i Tornado non hanno nulla a che spartire, da un punto di vista aerodinamico e della manovrabilità i caccia russi sono nettamente superiori, gli stessi piloti tedeschi per loro stessa ammissione confermano di non aver mai volato su aerei più manovrabili dei Mig 29.

 

 

Gli unici aerei in grado di compiere il cobra di Pugačëv sono il Sukhoi Su-27 e derivati (in volo rettilineo), il MiG-29 (a partire da un AoA di 30°), l'F-22 (in volo rettilineo). Aerei dotati di motore a spinta vettoriale quali il Su-37 Flanker F, l'F-15 ACTIVE (esemplare sperimentale di F-15 progettato alla NASA, mai entrato in servizio), l'F-16 MATV/VISTA (esemplare sperimentale di F-16 progettato alla NASA, mai entrato in servizio) e l'X-31, sono facilitati nell'esecuzione di questo tipo di manovre.[9]

Wikipedia

 

Mentre il Kulbit sembra che solo il Su 37 terminator sia in grado di eseguirlo.

 

 

 

P.S.: è anche per questo motivo che gli USA dopo l'F15 svilupparono il Raptor, perchè si resero conto della superiorità in volo dei caccia russi.

Edited by xxx

Share this post


Link to post
Share on other sites
I Fulcrum con i Tornado non hanno nulla a che spartire, da un punto di vista aerodinamico e della manovrabilità i caccia russi sono nettamente superiori, gli stessi piloti tedeschi per loro stessa ammissione confermano di non aver mai volato su aerei più manovrabili dei Mig 29.

xxx se, però, vogliamo discutere, cerca di capire quanto scrivo... ho detto un altra cosa proprio.

 

P.S.: è anche per questo motivo che gli USA dopo l'F15 svilupparono il Raptor, perchè si resero conto della superiorità in volo dei caccia russi.

non è stato il cobra a far paura agli americani, anche perchè non serve assolutamente a niente in combattimento (come lo hanno dimostrato le varie Red Flag svolte con gli indiani). è stato il normale avanzamento tecnologico a portare alla nascita del Raptor, da inserirsi nella normale "gara" tra USA ed URSS.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...