Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
freenick

NHI NH-90 - discussione ufficiale

Messaggi consigliati

Premetto che ho fatto la ricerca e con mia grande sorpresa non ho trovato nulla. Trovo sia quindi tempo di parlare di questa straordinaria macchina che sta entrando in servizio nelle nostre forze armate e sta ottenendo un grande successo commerciale.

Ritengo che fara' fare un bel balzo in avanti all'AVES grazie alle sue performance e alle tecnologie che lo caratterizzano come il fly by wire digitale.

Mi chiedo pero' se potra' essere armato come i nostri vecchi "Huey" con le gatling e i razzi su supporti laterali o se tale armamento non e' previsto.

Ricordo inoltre di aver letto da qualche parte che i 60 TTH ordinati dall'esercito sarebbero una prima tranche ed altri dovrebbero seguire piu' avanti nel tempo, qualcuno sa qualcosa in proposito? Inoltre l'AM lo ha definitivamente scartato per il CSAR in favore del piu' grande e potente EH-101CSAR o e' ancora tutto da decidere?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli ordini definitivi sono per l'appunto 60 TTH per l'Esercito, e 10 TTH per la Marina.

Inizialmente, diversi anni fa, si era parlato di un totale di 150 macchine per l'Esercito (quindi prima tranche di 60 + seconda di 90), ma per via degli alti costi dell'elicottero si è deciso di fermarsi a 60, il resto delle attuali macchine dell'Esercito verrà sostituito dall'AW-149.

 

Le destinazioni riguardo l'Esercito sono 12 macchine per il REOS, e le restanti 48 per il 5° e 7 Rgt. AVES della Brigata Aeromobile Friuli.

Le consegne sono già iniziata ma vanno a lento ritmo (si parla di una consegna decennale per le 60 macchine).

 

Per quanto riguarda la Marina, le 10 macchine TTH previste andrano al Nucleo Lotta Anfibia del 4° Gruppo Elicotteri di Grottaglie, e questi 10 elicotteri verranno consegnati alle fine dei 40 NFH (la versione ASW/ASuW), quindi dal 2016/2017 in poi.

 

Per quanto concerne l'armamento, sul web si vedono immagini con TTH armati sia di mitragliatrici in pod, che di razziere, che sono agganciate a dei supporti che si trovano uno per lato subito dietro la cabina di pilotaggio e subito prima degli sportelli laterali, questi supporti possono anche portare serbatoi aggiuntivi. Ora bisogna solo vedere se le per le nostre macchine è prevista l'opzione di equipaggiarle con tali sistemi d'arma oppure no.

 

Infine, per quel che riguarda l'Aeronautica Militare e le missioni CSAR, l'Aeronautica ha già deciso la macchina, che sarebbe l'AW-101 in configurazione CSAR (tra l'altro avrà anche il nuovo rotore [che monteranno i Melrin Inglesi] e motori nuovi [che dovrebbero essere quelli dello US-101]), si parla di 15-20 macchine in tutto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Quello che non capisco è perchè MM si voglia dotare di NH90 TTH quando ha già i più capienti EH-101 ASH (mk413) e TTH (mk410). Non sarebbe più comodo dotare la forza da sbarco dei soli EH101, anche per sostituire gli AB212.

 

L'NH90 TTH ha senso solo per usarlo da fregate maestrale (che saranno ritirate entro il 2020 ca, prenderli per usarli pochi anni?) o dai Dlp visto che l'EH101 è compatibile sia da Doria che Fremm, a meno di non voler lanciare eliassalti di forze speciali da Corvette o pattugliatori numc/nupa

Modificato da enrr

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Quello che non capisco è perchè MM si voglia dotare di NH90 TTH quando ha già i più capienti EH-101 ASH (mk413) e TTH (mk410). Non sarebbe più comodo dotare la forza da sbarco dei soli EH101, anche per sostituire gli AB212.

 

L'NH90 TTH ha senso solo per usarlo da fregate maestrale (che saranno ritirate entro il 2020 ca, prenderli per usarli pochi anni?) o dai Dlp visto che l'EH101 è compatibile sia da Doria che Fremm, a meno di non voler lanciare eliassalti di forze speciali da Corvette o pattugliatori numc/nupa

 

 

Beh,un EH-101 ASH o Utility che sia non ha certo un costo unitario di acquisto e di gestione contenuto...e poi l'NLA ha bisogno di una componente elicotteristica d'assalto pesante(con i 101 che sicuramente prima o poi sostituiranno gli SH-3D che si vuole usare fino all'esaurimento della vita utile delle macchine),e di una medio-leggera(e qui appunto servono gli Nh-90 TTH per sostituire i 212).

Non si può quindi pretendere di sostituire un macchina come il 212 con un 101...ogni mezzo di una classe di peso deve essere sostituito con uno similare.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Beh,un EH-101 ASH o Utility che sia non ha certo un costo unitario di acquisto e di gestione contenuto...e poi l'NLA ha bisogno di una componente elicotteristica d'assalto pesante(con i 101 che sicuramente prima o poi sostituiranno gli SH-3D che si vuole usare fino all'esaurimento della vita utile delle macchine),e di una medio-leggera(e qui appunto servono gli Nh-90 TTH per sostituire i 212).

Non si può quindi pretendere di sostituire un macchina come il 212 con un 101...ogni mezzo di una classe di peso deve essere sostituito con uno similare.

 

Forse l'EH101 è l'unico programma che riesce ad essere operativo prima che il predecessore sia già alla frutta o meglio all'ammazza caffè. Teniamoci a mente che gli SH-3D erano più di 30 e gli EH-101 sono solo a quota 20, sperando di esercitare le 4 opzioni intanto conviene usurare fino alla fine i vecchi mezzi, che dovrebbero essere ancora una 15 operativi.

In ogni caso passare da 212 a NH-90 è un bel salto di qualità, sia di prestazioni che peso. Il mio desiderio era quello di ridurre i 10 TTH a 6 per 4 EH-101 ASH in più.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Teniamoci a mente che gli SH-3D erano più di 30 e gli EH-101 sono solo a quota 20, sperando di esercitare le 4 opzioni intanto conviene usurare fino alla fine i vecchi mezzi, che dovrebbero essere ancora una 15 operativi.

 

Bè, tenendo conto che che le attuali macchine devono operare principalmente dalla Garibaldi e dalla Cavour, e in supporto della forza anfibia, stringendo un pò i denti possono bastare.

Per il futuro, 2020 in poi, se sarà impostata una seconda portaerei da affiancare alla Cavour sicuramente ci saranno altri ordini per le versioni ASW/ASuW e HEW.

 

In ogni caso passare da 212 a NH-90 è un bel salto di qualità, sia di prestazioni che peso. Il mio desiderio era quello di ridurre i 10 TTH a 6 per 4 EH-101 ASH in più.

 

Non dimentichiamoci che vista la massa dell'NH-90, questo può fare anche parte delle missioni che fa l'SH-3D. Quindi diminuire gli NH-90 a favore degli EH-101 non mi sembra tanto buona come idea.

 

Io invece, in futuro, fareì addestrare una squadrone di AW-149 (oltre al già previsto di A-129C) per operare sulle navi a supporto della forza anfibia, in uqesto modo in futuro si portrà contare su:

 

8 AW-101 ASH/TTH

10 NH-90 TTH

6 AW-149

6 A-129C

 

Almeno questi a disposizione in pianta stabile, poi magari all'occorenza si potrebbero aggiungere altri NH-90 e qualche CH-47 dell'Esercito.

Modificato da Little_Bird

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Senz'altro d'accordo.

Una maggiore collaborazione tra l'Aviazione della Marina e l'AVES,come venne fatto in Somalia nel '92 quando vennero imbarcati per la prima volta gli A129 sul Garibaldi,è certamente auspicabile per aumentare il potenziale offensivo della Squadra Navale.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
L'AW-101 non entra nell'hangar di tutte le unità della MMI :)

 

Mi era sembrato di aver specificato bene tale parametro, EH-101 (e tutta la miriade di alias, e ultimamente AW non ha dato una mano con la nuova denominazione) è compatibile con

- Le 5 tuttoponte

- 2 Doria e Fremm

 

Una maggiore collaborazione tra l'Aviazione della Marina e l'AVES,come venne fatto in Somalia nel '92 quando vennero imbarcati per la prima volta gli A129 sul Garibaldi,è certamente auspicabile per aumentare il potenziale offensivo della Squadra Navale.

 

Con l'aggiornamento al nuovo standard international, il nuovo rotore pentapala è facilmente ripiegabile o bisogna smontarlo nel caso si voglia hangerare il Mangusta su una nave. Se non non è così è un vero peccato

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Il nuovo rotore è smontabile, e non ripiegabile.

Non so quanto sia logica la cosa, ma tempo fa lessi che era più conveniente smontarlo che ripiegarlo...anche in termini di tempo la cosa non cambiava tanto.

Ci vorrebbe il parere di esperto quì.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non so quanto sia logica la cosa, ma tempo fa lessi che era più conveniente smontarlo che ripiegarlo...anche in termini di tempo la cosa non cambiava tanto.

Il termine "conveniente" è sicuramente appropriato pensando al costo di progettazione, realizzazione e manutenzione di un rotore con pale ripiegabili, soprattutto considerando che l'A-129 è impiegato dall'esercito e l'utilizzo su unità navali è saltuario.

Lo stesso AW-101 viene realizzato con e senza pale ripiegabili a seconda dell'uso che se ne fa: non tutti questi elicotteri hanno infatti il rotore ripiegabile.

Questo della marina si...

20061109_sarzana_eh101fly_002.jpg

Questo della RAF no...

20050618_parigi_eh101_002.jpg

 

In ogni caso smontare le pale di un rotore, non nè semplicissimo, nè velocissimo, altrimenti non esisterebbero elicotteri con le pale ripiegabili.

Un elicottero con le pale ripiegabili è solo piu complesso, pesante e costoso di uno che non le ha, ma è più comodo da infilare dove c'è poco spazio.

 

Nel caso dell'A-129 pentapala si dovrebbe realizzare un giunto ripiegabile tra quello elastomerico piu vicino al mozzo del rotore e l'attacco delle pale in composito. Un po' come quello visibile nella prima foto del AW-101 della marina subito all'esterno delle carenature alla base di ciascuna pala.

Un dettaglio è qui sotto...

rtm322_4.jpg

 

Di tale dispositivo nel Mangusta non c'è traccia e d'altra parte metterlo credo imporrebbe di riprogettare le pale che non erano state pensate per adottarlo: le pale in composito sono infatti fissate direttamente alla forcella del rotore articolato e questa è in un solo pezzo ed è troppo compatta per contenere il meccanismo di piegatura...Per cui non resta che smontarle.

 

Per il momento mi smonta Captor perchè qui siamo OT... :sm::helpsmile::adorazione:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Visto che siamo OT, facciamolo bene :D

Gli Apache inglesi, hanno o no il mennismo per ripiegare le pale?

Immagino di no.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No,non credo proprio.

Diciamo che generalmente gli elicotteri che hanno le pale ripiegabili sono quelli progettati per l'impiego imbarcato(Es:SH-2,SH-3,AW-101 per le M.M. e la Royal Navy,Nh-90,SH-60).

Quelli progettati per l'impiego terrestre non ne sono dotati e del resto l'unico motivo per cui dovrebbero averle sarebbe quello di permettere più facilmente il trasporto da parte di aerei come il C-5 e similari.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Gli Apache inglesi, hanno o no il mennismo per ripiegare le pale?

Come dice DraklorAUPC, assolutamente no! D'altra parte nemmeno l'Apache è un elicottero navale...

Se lo devono trasportare, i britannici fanno la stessa cosa degli americani e cioè...

MS829-3.gif

 

Siccome però non ci tengo a farmi cazziare dai moderatori, ti spiace se ora posto alcune foto del rotore dell'NH-90?

 

Questo è un particolare del rotore non ripiagabile di un TTH terrestre...

 

NH90_TTH_98%2092_11816.jpg

 

Questo è invece un NFH navale con pale ripiegabili (l'attacco più massiccio alla base delle pale tradisce la presenza del dispositivo di ripiegamento del rotore)...

 

nh-90_014.jpg

 

nh-90_010.jpg

 

Entrambi i modelli, sia il terrestre che il navale, hanno comunque il dispositivo di ripiegamento del trave di coda.

Questo è quello di un TTH terrestre...

 

m02007062400209.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Adorabile la mimetica, meglio del monocolore olivastro dei nostri.

 

Bah.. ti dirò.. ho avuto l'oppurtunità di vedere da molto vicino un NH-90 TTH dell'Esercito e sinceramente non mi dispiace affatto come colorazione. Poi, devi considerare che l'EI ha sempre avuto la colorazione "standard" verde oliva, su tutta la sua linea elicotteristica, a partire dagli AB-205 o 412 e finendo con gli A-129 CBT. ;)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Questo è un particolare del rotore non ripiagabile di un TTH terrestre...

Invece è ripiegabilissimo, in manuale ma sempre ripiegabile. Basta notare nelle foto che hai postato il tipo di attacco tra la pala e il supporto, se sganci uno dei due cilindretti la pala ruota su quell'altro.

Entrambi i modelli, sia il terrestre che il navale, hanno comunque il dispositivo di ripiegamento del trave di coda.

Eh sì.

Per i TTH della marina la dotazione del rotore ripiegabile dovrebbe essere di serie visto che la coda è ripiegabile su tutti.

Giusto.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×