Jump to content
Sign in to follow this  
firefox

C130 da sostituire

Recommended Posts

I C-130 sono molto più grossi dei C-27, sono aerei di due classi diverse.

 

Senza contare che i C-130J della AMI sono nuovi di pacca...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quando non vola più. :D

 

Anzora oggi volano vecchissimi Dakota (C-47) risalenti alla Seconda Guerra Mondiale, senza alcun problema.

 

Quando un aereo (moderno) viene prodotto, ha due limiti fissati dall'azienda: le ore di volo della cellula e le ore di funzionamento del motore.

 

In effetti le cose sono un po' più complicate.

 

Innanzitutto i parametri della cellula sono diversi.

Si considera, ad esempio, anche il numero di "cicli" (decollo e atterraggio) nonchè il numero di G massimo tollerabile (superato il quale, magari per errore, la cellula potrebbe aver subito danni strutturali).

 

Per i motori, il raggiungimento di un certo numero di ore di funzionamento comporta delle revisioni sempre più accurate e profonde, e la sostituzione di alcune parti. C'è poi un numero di ore massimo, oltre il quale il motore dovrebbe essere smontato pezzo per pezzo, ogni parte controllata, e una serie di parti sostituite, e questo processo può costare più di un motore nuovo per cui conviene buttare quello vecchio.

 

Molto spesso, però, la cellula sopporta un numero di ore più alto rispetto a quello indicato dall'azienda. A volte una cellula progettata per 5000 ore di volo, può reggerne 20.000 o 100.000 se non ha subito particolari stress.

 

In ogni caso, nulla vieta di smontare i pezzi e controllarli, sostituire quelli "incrinati" e dare vita nuova al velivolo.

 

Finchè ci sono pezzi di ricambio in giro, un aereo può volare oltre qualsiasi limite, se sono assicurati i controlli e le revisioni necessarie.

 

Il C-47 continua a volare perchè durante la guerra ne furono costruiti così tanti che ancora oggi i pezzi di ricambio si trovano in giro, e la sua costruzione è così semplice che molto spesso essi sono ricostruiti con facilità.

 

I velivoli che non sopportano alti numeri di G o carichi alari troppo elevati, come quelli da trasporto, i bombardieri plurimotori, i pattugliatori ecc... non hanno seri problemi di vita della cellula.

 

Come in tutte le cose, si fa una valutazione generale dei costi e dei vantaggi.

 

Prendiamo i C-130H dell'AMI.

 

Erano vecchiotti, avevano volato tantissimo e la cellula ed i motori erano arrivati ai limiti delle ore di volo programmate in sede progettuale.

Per farli continuare a volare, occorreva smontarli, revisionarli pezzo pezzo, sostituire i pezzi troppo logori, ricablarli, ecc...

L'avionica era pure vecchia, andava sostituita, aggiornata ecc...

A quel punto l'AMI ha preferito comprare i C-130J, e ha dato in "permuta" i suoi vecchi C-130H.

Che non sono stati buttati.

L'azienda li ha revisionati e ricondizionati e rivenduti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che cosa intendi con ''permuta''??.anzi che significa???....Cmq...

Quali paesi fanno ancora uso del Dakota??...Io so(anzi mi pare di saperlo) che viene ancora usato innnnn...Sud...SudAfrica..??Solo li o?? :helpsmile:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Permuta... quando dai una cosa vecchia e compri una nuova pagando la differenza di prezzo...

 

che diamine devo spiegare io cos'è una permuta???

 

:D:D:D

 

-------

 

Il C-47 (o DC-3, la sua sigla civile) è in servizio ancora in molte forze aeree, e tantissime sono le compagnie private che li utilizzano a fini commerciali.

 

Ce ne sono ancora 300 volanti.

 

Il Sud Africa poi ha rimotorizzato i suoi C-47 con moderni motori turboprop, e li chiama Turbodak, e li usa sia per trasporto che per guerra elettronica e sorveglianza marittima (con torretta FLIR).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ehi John mica tutti son intelligents kome teeeee....

 

By the way...Thank youuuuuuuuu :okok::okok::okok::okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

si trattava di prendere il vocabolario carlo :rolleyes: ma nenach'io lo sapevo

 

quanto ci vuole a smonatre un aereo, di caimo un 777, pezzo per pezzo, controllolarlo e rimontarlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
si trattava di prendere il vocabolario carlo :rolleyes: ma nenach'io lo sapevo

 

quanto ci vuole a smonatre un aereo, di caimo un 777, pezzo per pezzo, controllolarlo e rimontarlo?

Se ci lavora una sola persona non basta una vita... :D

 

In azienda, supponendo di lavorarci 12 ore al giorno (ma alla Boeing spesso si lavora 24 ore su 24) con decine di tecnici e specialisti e tutte le attrezzature, ci si può mettere alcune settimane.

 

Per questo se un aereo è arrivato a quel punto... quasi quasi conviene buttarlo e comprarne uno nuovo!

 

Se non si ha fretta, si possono impiegare meno uomini e metterci anche mesi, nel qual caso il costo dell'operazione si riduce sensibilmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

nel caso in cui ci sia segnalata una bomba a bordo e è una cavolata quindi non lo trovano nei posti comuni devono procedere in questo modo o fanno saltare tutto l'aereo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

In verità non è mai capitato che una segnalazione di bomba sia autentica.

 

Le bombe hanno la spiacevole abitudine di segnalarsi da sole, nel momento in cui esplodono...

 

Però non capisco bene la tua domanda.

 

Se viene segnalata una bomba a bordo, essa può trovarsi solo in un posto accessibile: la cabina di pilotaggio, la cabina passeggeri (compresi i bagni) o il vano bagagli.

Al massimo può essere infilata nei vani del carrello.

 

Non è che un bombarolo si mette a smontare un'ala di un Boeing 747 per infilare una bomba tra un'ordinata e un longherone...

Share this post


Link to post
Share on other sites

si infatti era una domamnda scema, ero un pò fuori quando l'ho scritta, lasciamo perdere va

Share this post


Link to post
Share on other sites

Loro ricordano de loro 10 C-130H che hanno vendito a Brasile? Ecco è uno C-130H ex-AMI, ora in FAB (Força Aérea Brasileira):

 

Gordo-63.jpg

 

Nostri Hercules sono essendo 'upgraded' con nuove cockpit e una nuova pittura adesso a de AMX brasiliani.

 

Gordo-01.jpg

 

Gordo-95.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

FORT WORTH, Texas: Lockheed Martin, Alenia Aeronautica e Avio SPA hanno firmato un contratto Long Term Support (LTS) per provvedere al supporto della flotta di 22 C-130J dell'AM. I termini dell'accordo del tean denominato Raggruppamento Temporaneo d'Impresa (RTI) prevedono il supporto degli ercules per un periodo di tre anni. Valore approssimativo del contratto $47 million.

fonte Lockheed Martin Oct 11, 2007

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate ma quanti sono i 130J dell'AMI? io sapevo che erano 8/10 e una ventina di C27 (non capisco perche li abbiamo adottati con la denominazione USA) mi sbaglio di tanto?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Abbiamo adottato la demoninazione USA perchè - se non mi sbaglio - è anche uno standard NATO.

Infatti anche tutti gli altri velivoli dell'AMI hanno la denominazione in quel modo.

Tipo i caccia sono F-XX (F-2000A e TF-2000A), i cacciabombardieri A-XX (A-100A per il Tornado IDS, EA-100A per la versione ECR), e così via.

C'è un topi nel forum in cui se ne parla con la lista completa.

 

E poi, che rimanga tra noi, G-222 non si poteva sentire come nome (soprattutto il soprannome... Panda!), molto meglio l'attuale C-27J Spartan.

Edited by Little_Bird

Share this post


Link to post
Share on other sites

Aaaaaah ecco cosa erano quei C130 strani che vedo ogni tanto girellare qui intorno e in finale all'aereoporto di Pisa, ma allora abbiamo 22 C130J in tutto raggruppati in un gruppo di volo e altrettanti C27 nell'altro gruppo del 46° Stormo? Comunque sono massicci, con la sonda per il rifornimento e molto più silenziosi dei vecchi C130H, hanno anche tutta la suit per la difesa antimissile (Chaff e flares, RWR etc)? da terra si vedono un sacco di "scatoline" sulla fusoliera ma non riesco a valutare bene

 

E poi, che rimanga tra noi, G-222 non si poteva sentire come nome (soprattutto il soprannome... Panda!), molto meglio l'attuale C-27J Spartan.

 

Sinceramente mi sembra più simpatico Panda o Gigio che non un roboante Spartan, in effetti poi non è che cambiando il nome cambia l'aereo. Durante la seconda guerra mondiale la Regia Aereonautica era piena di Falchi, Sparvieri, Freccie, Saette, Procellarie, Centauri, ma a quel che ne so io nessun pilota si è salvato solo perchè il suo aereo aveva un nome aggressivo, imho naturalmente

Edited by Cacinidilucca

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prendiamo i C-130H dell'AMI.

 

Erano vecchiotti, avevano volato tantissimo e la cellula ed i motori erano arrivati ai limiti delle ore di volo programmate in sede progettuale.

Per farli continuare a volare, occorreva smontarli, revisionarli pezzo pezzo, sostituire i pezzi troppo logori, ricablarli, ecc...

L'avionica era pure vecchia, andava sostituita, aggiornata ecc...

A quel punto l'AMI ha preferito comprare i C-130J, e ha dato in "permuta" i suoi vecchi C-130H.

Che non sono stati buttati.

L'azienda li ha revisionati e ricondizionati e rivenduti.

[/quota]

 

Mi permetto di correggerti, i C130H dell'AMI erano si vecchiotti, avendo un' età compresa fra i 25 e i 30 anni al momento della cessione, ma avevano accumulato un numero di ore di volo veramente esiguo, mediamente circa 10.000, vantando però un rapporto ore di volo/atterraggi praticamente di 1 a 1.

Questo aveva portato ad un invecchiamento della cellula cui si era posto rimedio provvedendo alla sostituzione delle semiali su tutta la flotta, intervento che ha garantito il proseguo della vita operativa di queste macchine ancora per diversi anni.

Per quanto riguarda il ricondizionamento delle macchine, questo è stato curato dall'AMI stessa, mentre la Lockheed ha agito solo da intermediario con i potenziali acquirenti.

I velivoli volano a tutt'oggi con le insegne dei paesi che li hanno acquistati senza aver subito alcun tipo di "revisione generale" tanto erano in buone condizioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche parte dei G222 è o sta per essere ricondizionato da Alenia e rivenduti.

1 alla Nigeria

 

Per gli altri si è fatto avanti il Dipartimento di Stato USA per rigirarli ai paesi "bisognosi" (e amici)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che poi chissà perchè solo i Panda ex AMI sono ancora ricondizionabili, quelli in giro per il mondo sono tutti da buttare! Per farli volare si spende di più che comprare uno Spartan nuovo di pacca con tanto di pacchetto addestramento! Ma li tenevano sotto la sabbia? :osama:

 

Quando si tratta di risparmiare noi italiani non abbiamo rivali comunque! :bleh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...