Jump to content
Sign in to follow this  
lender

Piatti e vini tipici

Recommended Posts

Prendendo spunto da una "provocazione" di Picpus sul Nero d'Avola, proporrei una rassegna di piatti e vini tipici delle zone di appartenenza (o anche no, diciamo di dove ci si è trovati bene con le gambe sotto il tavolo...)!

 

Per quanto riguarda le mie zone, suggerirei: pizzoccheri (è una pasta valtellinese), polenta taragna + gallina con sugo ai funghi, risotto con filetti di pesce persico, sciatt (palline di formaggio fuso fritte)

 

Rispetto al vino, non sono un grande esperto, mi piacciono quelli a base di vitigno Nebbiolo; quindi Nebbiolo, Barolo, Sassella (è valtellinese) e simili!

Share this post


Link to post
Share on other sites

In fatto di vini valtellinesi non va dimenticato l'Inferno!

 

Dalle mia parti (Pianura padana in provincia di Cremona) ottimi i salumi ed i bolliti.

 

Sul vino segnalo due vini bianchi, il Lugana della colline attorno al Garda bresciano, e l'Ortrugo dei colli piacentini

Share this post


Link to post
Share on other sites
...come vino io vi consiglio vivamente la Passerina dell'Ascolano!!!! :asd: :asd: :asd:

 

Pensavo che il vino fosse un topic quasi degno della G, ed eccoti il connubio... :asd: :asd: :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cotechino con lenticchie e polenta, porchetta allo spiedo e casoncelli con la zucca al burro fuso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ohhh! Finalmente il topic che ci voleva per uno che ancora non è riuscito a tornare a casa a mangiare!

 

Comincio con una rassegna dell'Umbria, dove mi trovo ora.

Antipasto il solito crostino con patè e tartufo, primo strangozzi al tartufo nero di norcia, secondo cinghiale brasato al sagrantino di montefalco con contorno di fagioli all'uccelletta e ciaramicola per dolce, il tutto condito da abbondante sagrantino.

Però, mi spiace, ma qui non reggono il confronto con il mio natio Piemunt, solo che per i cibi, e soprattutto i vini, di quelle langh....pardon lande rimando ad un altra volta sennò è la volta che svengo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dalle amrche:

Passatelli e cappelletti in brodo, Maccheroncini di Campofilone al sugo di papera, Vincisgrassi (tipo lasagne ma più spesse), Brodetto (zuppa di pesce)....e ovviamente le olive all'ascolana e i cremini fritti!!!

 

Oltre a tutta la rassegna di norcinerie di cui Dominus ha fatto riferimento nella vicina Umbria...Noi si mangia maiale!!!

 

Vini: Rosso Conero....ottimo per i dessert la Vernaccia di Serrapetrona e la Lacrima di Morro

Edited by paperinik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se passate dal mio paese vi consiglio di fare una sosta al ristorante "Alle Rose", si mangia da Dio.

 

Questo il mio menù preferito:

Antipasti: salumi misti, insalata di pesce, lumache al forno con pancetta o alla bourguignon (con aglio e prezzemolo) e cappesante gratinate.

Primi: risotto alle rose, tagliatelle al salmì di cervo.

Secondo: Gamberoni e scampi alla grigli, filetto di vitello in crosta e cinghiale al barolo con castagne.

Contorno: patate al forno con rosmarino e verdura fresca di stagione.

Vino bianco e rosso di franciacorta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Antipasti: salumi misti, insalata di pesce, lumache al forno con pancetta o alla bourguignon (con aglio e prezzemolo) e cappesante gratinate.

Le lumache a Brescia e dintorni sono davvero ottime!

Share this post


Link to post
Share on other sites

hi hi allora comincio:

 

Vini:

 

vi consiglio un Montepulciano d'Abruzzo, rosso intenso e piacevole al palato, retrogusto amarognolo, seguito da un'ottimo Valpolicella (non della terra d'abruzzo, è veronese) per palati raffinati, leggermente dolce ed ottimo per accompagnare carni sia crude che cotte che alla griglia.

 

Primi piatti:

 

Ottimi sono i ravioli alla ricotta e salvia, conditi sia con del pomodoro (sugo) oppure con del semplice burro.

 

Buonissimi i maccheroni o gli spaghetti alla chitarra, sempre conditi con del sugo (superlativo se fatto con l'agnello)

 

Sagne e faciul, ovvero sagnette con fagioli, semplicissimo piatto veramente gustoso. In brodo ovviamente e rigorosamente NON vegetale!!!

 

La zuppa. Da provare. Non è nulla di complicato ma devi trovare chi fa un buon impasto. il segreto? nel prezzemolo e nel brodo NON vegetale, poiche è questo che dà sapore alla pietanza.

 

Gnocchetti e scampi: al sugo. A Pescara un ristorante di pesce che non sappia fare un piatto come questo, non llo considero ristorante.

 

Linguine allo scoglio: simili alle sagnette (ma molto più lunghe) sono di colore verde, salate, e condite in bianco con: olio,peperone a dadini minuscoli, telline, cozze, gamberetti e scampi: Sublime!!!

 

Pasta alla mugnaia: sono gnocchi più lunghi del normale. Sono per chi considera mangiare una lotta da vincere a suon di masticate poderose.

 

Secondi piatti:

 

Faraona ed Agnello a Roccaraso non mancano quasi mai, come le costatine di maiale d'altronde.

(non sono molto ferrato su questo argomento come si vede)

 

Filetto alla Robespierre, non è una specialità di qui, ma è pazzesco. (carne cruda con limone e insalata e/o rucola)

 

Per il pesce, una grigliata di sogliole è genuina, saporita e delicata.

 

Dolci:

 

Le pesche: sono delle pallottine di color viola (immerse prima della cottura nel liquore) con foglie verdi (canditi) e molto zuccherate. (non vi fermerete mai mentre le mangiate anche a costo di una indigestione). La parte più buona però è il nocciolo interno: fatto di cioccolato ed altri ingredienti (sapete della storia dell'ingrediente X della coca-cola? bene è un segreto di famiglia e fin quando non giurerò di impegnarmi ad imparare a cucinare mia madre, le mie due zia e mia cugina non me lo diranno mai.)

sappiate che non sono assolutamente ugali a quelle delle pasticcerie perchè non industriali e perciò infinitamente più buone.

 

Pizzelle: chiamate volgarmente neole sono meno dure del normale e si sciolgono in bocca. ( da provare ripiene con il gelato a mo di panino)

 

Cicirchiata: chiamata in varie regioni in modo diverso e quella specie di ciambella al miele fatta da tanti pallini tenuti insieme proprio dal....miele!

 

Parrozzo: penso che sappiate cosa sia...mai sentito del Pan Dell'Orso???

 

Spugnette: non ve le so descrivere ma sono buonissime e morbidissime.

 

 

Penso che abbiate capito che è una materia in cui sono più ferrato dell'aeronautica..... :P:D:lol:B-):rotfl::asd::rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se capitate a Mantova dovete provare assolutamente:

- Agnoli in brodo

- risotto alla pilota (con salsiccia)

- salame mantovano

 

Tutti gli affettati sono straordinari comunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ohhh! Finalmente il topic che ci voleva per uno che ancora non è riuscito a tornare a casa a mangiare!...

Però, mi spiace, ma qui non reggono il confronto con il mio natio Piemunt, solo che per i cibi, e soprattutto i vini, di quelle langh....pardon lande rimando ad un altra volta sennò è la volta che svengo.

 

dolcetto ( con le lumache a Dicembre) mentre la stufa sbuffa quando fuori è appena finito di nevicare? Barolo ( con acciughe di Savona) guardando la pioggia che cade sulle vigne di Dogliani fuori dalla finestra? Nebbiolo ( con cinghiale e patate dolci novelle al forno) tra le vigne del Roero? e la bagna couda a Novembre?

ma cò t'fas en Umbria ti? :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

La matriciana. spaghetti alla carbonara e abbacchio, mi piace molto la cucina romana, la scorsa estate mi ero fatto una scorpacciata di cucina romana a campo de fiori!!!! Il vino io bevo quello che i miei nonni producono giù in puglia insieme all'olio e alla salsa di pomodoro, poi un piatto che fanno spesso sono i ciufelli o cicatelli stessa cosa!!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' un vino liquoroso?

 

No, è un bianco amabile....leggero, ideale per piatti di pesce non molto strutturati!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono in Erasmus....

 

ma se passate per le Fiandre, l'unica cosa decente sono le patatine fritte (che a quanto dicono si chiamano french fries perchè gli americani non sono delle cime in geografia) e la birra veramente ottima.

 

Altrimenti quoto Dominus essendi di Torino

Share this post


Link to post
Share on other sites

marò Graziani no!!! la bud è ai livelli della Peroni :asd:

 

comunque, per me è inutile parlare, la mia cucina è famosa in tutto il mondo :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corro a dare man forte a wing, hai dimenticato un fondamentale della cucina abruzzese: gli arrosticini!

 

Succulenti spiedini di pecora, a scelta di carne o di fegato, rosolati sulla tipica fornacella, una specie di braciere dalla forma allungata. Vi posto il link di un video di arrosticini cotti al ristorante in maniera piuttosto industriale. (La cuoca che li prepara è la mia mamma! :wub: ) Qui il video di uno che li cucina in maniera gustosamente amatoriale.

 

Vanno accompagnati da un Montepulciano d'Abruzzo di quelli che si bevono con coltello e forchetta.

 

Altro piatto tipico è il brodetto, questo accompagnato da un buon Pecorino (vino bianco secco che con il pesce va a braccetto) o un ottimo Trebbiano delle terre di Tollo, preferibilmente coltivato sulle pendici a "solagna" (rivolte a mare, essendo il nostro mare l'Adriatico il sole sorge dal mare, quindi le terre a mare vengono definite "solagna"). Per i palati fini un Cerasuolo di prim'ordine, consigliato dalla casa un Cantina Zaccagnini, quello col ceppo.

 

Quoto le sagne e fasciul, quoto quoto!

 

EDIT: e comunque, x la birra, Paulaner Weissbier e Franziskainer docet!

Edited by tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buonissimi gli arrosticini, ne mangio 50 a botta quando vado li in Abruzzo in estate!!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

aaaaaaarghhhhh quale dimenticanza, che errore madornale, quale vergogna mi investe or ora per aver miseramente dimenticato di citare nel De Gustibus Abruzzi, gli arrosticini!!!

 

A me piace molto la Haineken oppure la Blond (birra belga) che è appunto bionda.

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è un posto nell'entroterra abruzzese a 30 minuti da Silvi Marina che fà degli arosticini che sono la fine del mondo!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per gli amanti della cucina "in camicia nera" suggerisco questa interessante lettura:

 

37521 - Bellei, S. : Cucina autarchica. Chi mangia troppo deruba la Patria (La)

(159/29x21/P/ITA). Eu 29.00

Studio sull'alimentazione e sulla gastronomia del Ventennio fascista. Le abitudini alimentari degli Italiani durante il periodo fascista, una raccolta di ricette semplici e povere tipiche dell'epoca, un'analisi della propaganda del regime che condannava gli sprechi. Interamente ill a colori.

 

Visto che siamo OT penso non ci siano problemi per questa mia segnalazione!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...