Jump to content
Sign in to follow this  
skyfighter

F-35 RIFERIMENTO ALLA CINA

Recommended Posts

Reuters | il 20 set. 2007

Insolito e diretto riferimento alla cina del segretaria dell'aeronautica degli Stati Uniti, Michael Wynne secondo cui gli Stati Uniti dovrebbe intraprendere un programma da 299 miliardi di $ per l'acquisto di almeno 2.400 F-35.

Michael Wynne, il più alto funzionario civile dell'aeronautica ha rifiutato la richiesta di un gruppo di ricerca che studia la possibilità di ridurre drasticamente a metà il programma d'acquisto più costoso del pentagono.

“Quanto pensate sia grande la Cina ?„ ha detto, facendo una pausa . “Ventuno B-2s. Riflettete su questo,„ ha detto riferirsi al numero limitato di bombardieri avanzati della Northrop Grumman Corp nell'arsenale degli Stati Uniti.

E' evidente che Michael Wynne pur non prevedendo alcun conflitto a breve termine con la Cina. vede comunque in essa un possibile minaccia. Riferendosi all'abbattimento mediante missile balistico di un proprio satellite meteorologico, nota che i cinesi hanno inviato un messaggio "Non pensate di essere al sicuro, lassu in alto. "

 

http://www.defencetalk.com/news/publish/ai...na100013443.php

Share this post


Link to post
Share on other sites
Reuters | il 20 set. 2007

Insolito e diretto riferimento alla cina del segretaria dell'aeronautica degli Stati Uniti, Michael Wynne secondo cui gli Stati Uniti dovrebbe intraprendere un programma da 299 miliardi di $ per l'acquisto di almeno 2.400 F-35.

Michael Wynne, il più alto funzionario civile dell'aeronautica ha rifiutato la richiesta di un gruppo di ricerca che studia la possibilità di ridurre drasticamente a metà il programma d'acquisto più costoso del pentagono.

“Quanto pensate sia grande la Cina ?„ ha detto, facendo una pausa . “Ventuno B-2s. Riflettete su questo,„ ha detto riferirsi al numero limitato di bombardieri avanzati della Northrop Grumman Corp nell'arsenale degli Stati Uniti.

E' evidente che Michael Wynne pur non prevedendo alcun conflitto a breve termine con la Cina. vede comunque in essa un possibile minaccia. Riferendosi all'abbattimento mediante missile balistico di un proprio satellite meteorologico, nota che i cinesi hanno inviato un messaggio "Non pensate di essere al sicuro, lassu in alto. "

 

http://www.defencetalk.com/news/publish/ai...na100013443.php

 

Sono anni che non solo a parole ma anche nei documenti ufficiali dell'Amministrazione la Cina viene considerata il vero e unico "competitor" degli USA; la partita è GIA' in corso e le mosse anche militari degli USA nei Teatri mediorentale e asiatico hanno delle ben precise valenze geostrategiche in questa chiave. Bisognerebbe almeno riflettere su questo quando si criticano gli USA per le loro iniziative che sono concepite, studiate, condotte nell'ottica e secondo gli interessi di una superpotenza mondiale che tale intende rimanere; le bacchettate saputelle di certi nostri personaggi nostrani che vorrebbero insegnare ad un gigante come si fa il gigante dal punto di vista...delle formiche fanno nella migliore delle ipotesi sorridere... :pianto:

Ad ogni buon conto, se la vediamo dallo stretto punto di vista del programma F35 la notizia di una certa decisione dell'Amministrazione a mantenere i "grandi numeri" nonostante le opposizioni non può che rallegrare ; più se ne producono e meno costano <_<

Edited by HARRIER

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche le tre portaerei i cinesi hanno in programma di allestire (la prima dovrebbe essere pronta il prossimo anno, secondo quello riportato da RID) sono un segnale poco tranquillizzante, stanno passando ad una politica di proiezione di potenza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

21 B-2 per coprire il globo. :blink:

 

Agghiacciante.

 

Quasi quasi gli faccio una colletta agli USA per donargli un B-2 :asd:

 

Brutta lo so... :wip41:

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 B-2 per coprire il globo. :blink:

 

Agghiacciante.

 

Quasi quasi gli faccio una colletta agli USA per donargli un B-2 :asd:

 

Brutta lo so... :wip41:

 

magari riusciamo a comprargli i cappuccetti delle ruote!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono anni che non solo a parole ma anche nei documenti ufficiali dell'Amministrazione la Cina viene considerata il vero e unico "competitor" degli USA; la partita è GIA' in corso e le mosse anche militari degli USA nei Teatri mediorentale e asiatico hanno delle ben precise valenze geostrategiche in questa chiave. Bisognerebbe almeno riflettere su questo quando si criticano gli USA per le loro iniziative che sono concepite, studiate, condotte nell'ottica e secondo gli interessi di una superpotenza mondiale che tale intende rimanere; le bacchettate saputelle di certi nostri personaggi nostrani che vorrebbero insegnare ad un gigante come si fa il gigante dal punto di vista...delle formiche fanno nella migliore delle ipotesi sorridere... :pianto:

 

E' uno dei motivi per cui mi scaldo quando sento certe semplificazioni grossolane tipo "sono andati in Iraq per il petrolio".

Sono andati in Iraq perchè sono una superpotenza, dico io.

 

Che poi sul piano morale (e anche giuridico a dire il vero) l'iniziativa sia stata a dir poco discutibile è altra faccenda.

Ma sul piano strategico il messaggio è chiaro.

Abbiamo bisogno di stare lì in mezzo.

Proprio in mezzo...

Share this post


Link to post
Share on other sites
E' uno dei motivi per cui mi scaldo quando sento certe semplificazioni grossolane tipo "sono andati in Iraq per il petrolio".

Sono andati in Iraq perchè sono una superpotenza, dico io.

 

Che poi sul piano morale (e anche giuridico a dire il vero) l'iniziativa sia stata a dir poco discutibile è altra faccenda.

Ma sul piano strategico il messaggio è chiaro.

Abbiamo bisogno di stare lì in mezzo.

Proprio in mezzo...

 

Pensavo di essere l'unico a vederla in un certo modo... :pianto: meno male... :rotfl:

Vado oltre e faccio il cattivo. Piano morale ? Giuridico ?? Sono mai esistiti in queste faccende?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Pensavo di essere l'unico a vederla in un certo modo... :pianto: meno male... :rotfl:

Vado oltre e faccio il cattivo. Piano morale ? Giuridico ?? Sono mai esistiti in queste faccende?

 

Tranquillo, HARRIER, siamo in tanti a pensarla così, anche se magari non si nota!!! :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quando mondo e mondo gli unici a tenere conto della morale sono stati i poveri cristi e i filosofi che l'hanno teorizzata. Questo comunque non vuol dire che sia giusto che una superpotenza faccia il c***o che gli pare solo perchè è tale... diciamo che fa così perchè non c'è nessuno in grado di opporsi, è la dura legge della jungla.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Da quando mondo e mondo gli unici a tenere conto della morale sono stati i poveri cristi e i filosofi che l'hanno teorizzata. Questo comunque non vuol dire che sia giusto che una superpotenza faccia il c***o che gli pare solo perchè è tale... diciamo che fa così perchè non c'è nessuno in grado di opporsi, è la dura legge della jungla.

 

Putroppo chi ha i mezzi per fare guerra preventiva, non ci pensa due volte, sapendo bene cosa ci guadagna.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Putroppo chi ha i mezzi per fare guerra preventiva, non ci pensa due volte, sapendo bene cosa ci guadagna.

credo che gli stati uniti abbiano pagato in passato un prezzo altisssimo in termini di vite umane, mezzi, e denaro x potersi permettere il lusso di perdere tempo in teorie filosofiche o pseudopacifiste. Purtroppo è scomodo fare il guardiano del mondo, ma qualcuno lo deve pur fare,e con grande sacrificio. Se gli americani non avessero opposto la loro forza , ad esempio contro l'unione sovietica, ma voi credete davvero che ora staremmo tutti qui a discutere liberamente, senza alcuna paura, o dovremmo guardarci le spalle di una qualche polizia segreta! Riflettete gente, la libertà spesso ha un costo....

Share this post


Link to post
Share on other sites
credo che gli stati uniti abbiano pagato in passato un prezzo altisssimo in termini di vite umane, mezzi, e denaro x potersi permettere il lusso di perdere tempo in teorie filosofiche o pseudopacifiste. Purtroppo è scomodo fare il guardiano del mondo, ma qualcuno lo deve pur fare,e con grande sacrificio. Se gli americani non avessero opposto la loro forza , ad esempio contro l'unione sovietica, ma voi credete davvero che ora staremmo tutti qui a discutere liberamente, senza alcuna paura, o dovremmo guardarci le spalle di una qualche polizia segreta! Riflettete gente, la libertà spesso ha un costo....

 

 

Infatti, hai pienamente ragione, basta andare in cina connettersi ad internet e cercare piazza Tien An Man.

Share this post


Link to post
Share on other sites
A quanti aerei arriviamo se sommiamo i caccia dei paesi dell'UNIONE EUROPEA??????????

 

perchè vuoi invadere la cina?? :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
forse vorebbe saperlo per vedere se potremmo difenderci da un attacco cinese.

io non credo che si possa generalizzare con una domanda tipo .. quanti aerei abbiamo noi... credo che la domanda più corretta sarebbe: chi sono gli amici della cina, nel caso, speriamo lontano e malaugurato, i generali cinesi si svegliassero con il piede sbagliato e volessero farci una guerra ? In cina esiste attualmente un divario tra economia liberista aperta e un sistema politico e sociale chiuso che, come evidenziato da molti analisti, porta sempre più al suo interno ad un crescente divario tra ricchi(pochi) e poveri (mooltissimi). Tale divario può portare a grandi tensioni sociali, che unite alla questione non risolta di taiwan fa della cina attuale una polveriera. Senza contare le amicizie e le frequentazioni con gli stati più pericolosi quali corea del nord e iran, stati con i quali da molto tempo la cina intrattiene relazioni militari pericolose. Come reagirà ad esempio la cina se l'occidente dovesse attaccare l'iran ? E la russia, in uno scacchiere internazionale sempre più difficile, come si comporterà, nel caso avvenisse tale attacco? Starà a guardare, o vorrà intervenire in quella zona per riappropriarsi della propria identità politica internazionale che si è dissolta dopo la caduta del regime comunista? Come vedi le domande sono molte e complesse, e non credo che si possa dare una risposta facendo la conta dei mezzi a nostra disposizione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per completare il discorso di skyfighter: non si può considerare solo il numero degli aerei in gioco, ma anche altri fattori come la qualita dei velivoli,delle armi a bordo e dei piloti, la difesa antiaerea basate a terra il supporto che gli alleati fornirebbero in caso di attacco ecc...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oltre alla difesa vera e propria delle forze occidentali in campo e delle relative nazioni "amiche" bisognerebbe vedere più che altro se realmente la Cina sarebbe in grado di proiettare le sue forze sull'intero occidente, senza contare che puoi avere tutti gli uomini che vuoi, ma senza un'esperienza operative reale, si correrebbe il rischio di fare la fine di un castello di sabbia, anche perchè gia tenere in piedi politicamente la stessa Cina è un'impresa ( Informazione pilotata, censura, soppressione delle più elementari regole civili Ecc.Ecc.).

P.S. Colgo l'occasione del mio primo post salutando tutti e ringraziando anticipatamente della disponibilità altrui :okok:

Edited by Blue sky

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...