Jump to content
Sign in to follow this  
freenick

Typhoon atterra in Austria

Recommended Posts

Oggi alle 10.45 è atterrato il primo Typhoon sulla base austriaca di Zeltweg ponendo finalmente fine alla farsa della cancellazione del programma proposta dall'ala socialista del governo austriaco.

Purtroppo per l'Austria i Typhoon saranno 15 e non 18 ed in parte usati invece che tutti nuovi, comunque avendo passato lo scorso semestre all'università di Vienna vi posso garantire che il dibattito era ad un livello talmente basso da far apparire eccelsi i politici italiani, non dico altro....

Share this post


Link to post
Share on other sites
... comunque avendo passato lo scorso semestre all'università di Vienna vi posso garantire che il dibattito era ad un livello talmente basso da far apparire eccelsi i politici italiani, non dico altro....

Oddio... :huh: Sinceramente non riesco ad immaginarmelo un dibattito politico peggiore di quello italiano... mi vengono in mente giusto i Thailandesi che una volta ogni tanto si prendo a calci :blink:

 

 

 

Cmq gli esemplari "usati" che riceveranno gli Austriaci che origine avrebbero? Tedeschi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualche altra informazione.Il primo esemplare AS001 giunto alla base di Zeltweg è stato pilotato dal collaudatore Martin Angerer di EADS. La consegna segue di pochi giorni il compromesso con il consorzio che, per evitare la cancellazione del primo ordine di esportazione, ha acconsentito alla riduzione da 18 a 15 macchine, da consegnarsi sull’arco di due anni.

Il monoposto austriaco, AS001, è il 125° Typhoon consegnato. Il secondo, AS002, ha effettuato il primo volo quattro giorni fa a Manching, mentre gli AS003-006 sono nella fase di montaggio finale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hai idea chi gli cederà i caccia usati e quando?

nove dei 15 Eurofighters saranno nuovi prodotti sei verranno dalla German Federal Armed Forces ed avranno massimo 100 - 200 ore di volo . Naturalmente, prima della consegna in Austria,saranno completamente revisionati.

Edited by skyfighter

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su A&D si dice che la fornitura di EFA per l'Austria e Arabia Sudita viene privilegiata rispetto a quella Italiana. Alcuni velivoli destinati all'AMI saranno consegnati ai due paesi. :furioso::thumbdown:

 

mi piacerebbe avere tra le mani i dirigenti del consorzio che gestisce l'EFA :furioso::sm:

Share this post


Link to post
Share on other sites

e vabè, meglio per noi, significa che loro avranno aerei a uno standard meno aggiornato e noi riceveremo in cambio aerei più aggiornati

Share this post


Link to post
Share on other sites
Su A&D si dice che la fornitura di EFA per l'Austria e Arabia Sudita viene privilegiata rispetto a quella Italiana. Alcuni velivoli destinati all'AMI saranno consegnati ai due paesi. 

 

mi piacerebbe avere tra le mani i dirigenti del consorzio che gestisce l'EFA 

 

Io ti do una mano Venon. :furioso: Comunque prendiamola dal lato migliore. In questo modo riceveremo Typhoon appartenenti a Block superiori e saremo avvantaggiati rispetto alle normali consegne.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi permetto di illustrare in maniera un po' più articolata lo stato dei fatti.

 

Tutti i paesi del consorzio e non solo l'Italia, dovrebbero cedere - chi più e chi meno - un numero di velivoli dai propri lotti per permettere l'adempimento dell'ordine di 15 velivoli al paese alpino nei termini.

In un primo tempo sembrava che il "salasso" sarebbe dovuto essere parimenti sopportato da tutti i i patners.

 

Si deve anche dire che l'acquisto è stato fortemente osteggiato dalla nuova maggioranza al potere in Austria e per un certo periodo si era ventilata anche la rinuncia all'ordine. Rescissione del contratto poi non attuata a causa delle penali tipiche di questi accordi commerciali che sono di importo superiore a quelli del valore dei velivoli non acquistati.

 

C'è anche poco da lamentarsi con la dirigenza del consorzio. I soldi dei partecipanti al progetto sono, più o meno, certi. Quelli provenienti da altri paesi sono in più e credo che ogni buon amministratore sia felice di incamerare risorse fresche specie quando un progetto così ha da anni sforato largamente ogni più pessimistica stima di costi.

 

Da ultimo credo che anche i nostri "amministratori" alla luce del continuo allarme per i conti pubblici, siano ben felici di "posticipare le rate" non dovendo pagare in questo momento aerei destinati a noi ma che, invece, vengono stornati ad altri. Austria ora o Arabia più avanti.

 

Di certo l' IS 15 MM 7283 è il primo velivolo dell'ordine italiano ad andare in Austria. Si tratta dell'ultima cellula prima del block 5 che inizia, quindi, con l' IS 16 MM 7284.

Quesa MM e l' IS 17 MM 7284 a fine maggio erano al campo volo di Caselle per le prove di collaudo ed accettazione; anch'essi sono destinati al 9° gruppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come passa il tempo... sono già passati quattro anni. Prendo l'occasione di un articolo su una rivista specializzata svizzera per dare qualche informazione sui "Typhoon" austriaci gli unici, per ora, veramente esportati. L'Arabia saudita ha "semplicemente" (con un'enormità di soldi) ereditato una fornitura destinata alla RAF. L' esercito austriaco ha dunque acquistato, dopo polemiche... e altro, 15 apparecchi, 9 dei quali provenienti dalla Luftwaffe (con oltre 800 ore di volo per aereo). Il numero limitato, 15 al posto degli iniziali 24, poi 18, è una decisione del ministro socialista Darabos si dice (è però chiarissimo) per accontentare il suo elettorato rosso-verde ("antimilitare" tout court). In pratica, poi, la fornitura è della cosiddetta "Tranche 1 minus"...cioè senza molte cose. Non che siano disarmati, però... Il responsabile dei Typhoon, brigadiere Stadelhofer, ha dichiarato di essere "fondamentalmente" soddisfatto degli aerei. In ogni caso il basso numero di ore (1'000 all'anno) rende il costo orario esageratamente caricato dai costi fissi. Entro il 2015 si intende aumentare il numero di ore (1'500 all'anno, cioè almeno 100 per apparecchio). I piloti previsti per l'intera flotta sono, al massimo, 16 (sedici). Gli apparecchi stanno subendo un upgrade: per questo motivo e per il limitato budget a disposizione gli aerei pronti per l'ingaggio sono solo cinque. L'ufficiale citato sopra ha privatamente confidato ai giornalisti svizzeri che gradirebbe un certo numero di F-5 (svizzeri) per assicurare una difesa aerea meno condizionata dal costo d'esercizio dei Typhoon. Questo per quanto riguarda l'Austria. Poi a Zeltweg, dove c'erano in sauditi, sono stati resi noti problemi con il montaggio dei Typhoon nel Paese arabo. Gli statunitensi "mostrano i muscoli" per via di non precisate violazioni della proprietà intellettuale... Un pasticcio sembra, insomma!

Edited by mo-mo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...