Jump to content
Sign in to follow this  
Marvin

EMBRAER C390

Recommended Posts

I Brasiliani di EMBRAER hanno annunciato un nuovo cargo, il C390, della classe C130. E' un bimotore a turbofans che, a detta del costruttore, sfrutta le esperienze maturate con l'ERJ170/ERJ190 (qualunque cosa ciò voglia dire).

 

Ma mi domando se il Brasile ce la farà veramente a realizzare un simile aereo e a piazzarlo sui mercati se in Europa (molto più ricca e tecnologicamente avanzata) ci abbiamo messo un quarto di secolo con i vari programmi FLA fino ad arrivare all'A400M (che a mio parere sarebbe stato meglio se avesse montato i turbofan, C17 & Il76 insegnano).

Share this post


Link to post
Share on other sites

No, ce ne andammo per non far morire il C27J, perchè la linea di montaggio andò, inaspettatamente, alla Spagna e perchè ci servivano gli aerei subito. USA e LockMart ci fecero una proposta più vantaggiosa e allorca comprammo i C130J.

 

Pare però che il governo di CentroSX, dopo che ci aveva fatto uscire dal programma (prima del governo Berlisconi) addesso ci stia rifacendo dei pensierini perchè, al giorno d'oggi, essere troppo filoamericani e troppo poco filofrancesi/europei è peccato mortale.

Share this post


Link to post
Share on other sites

credo ke l'a400m sia migliore del c130j o no?

cmq spero ci ientriamo in questo progetto cs saremo l'unika in europa ad avere 3 cargo diversi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si vabbè ma 1) l'A400M sarà disponibile, se tutto va bene, nel 2010, mentre a noi i C130 servivano nel 2000. 2) Il ritorno industriale (che è sempre importante) era superiore col C130, cosa che ci ha permesso di sviluppare il C27J che è un ottima macchina.

 

Avere tre linee di aerei da trasporto è giustificabile solo se ti chiami US Air Force e devi schierare centinaia di aerei di tutti i tipi. In Italia è un suicidio. Se proprio si voleva il terzo aereo erano meglio 2-4 C17 che hanno prestazioni (e costi) di molto superiori all'A400M.

 

Ma poi, scusate, non stavamo parlando del C390? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo che la Embraer riuscirà a vendere il suo cargo. In Europa hanno tutti o cargo russi o C130 o compreranno l'A400M(se e quando uscirà di fabbrica)

Share this post


Link to post
Share on other sites
No, ce ne andammo per non far morire il C27J, perchè la linea di montaggio andò, inaspettatamente, alla Spagna e perchè ci servivano gli aerei subito. USA e LockMart ci fecero una proposta più vantaggiosa e allorca comprammo i C130J.

 

Pare però che il governo di CentroSX, dopo che ci aveva fatto uscire dal programma (prima del governo Berlisconi) addesso ci stia rifacendo dei pensierini perchè, al giorno d'oggi, essere troppo filoamericani e troppo poco filofrancesi/europei è peccato mortale.

Prima di tutto, un caloroso saluto da un nuovo utente...

 

La storia dell'abbandono dell'A400M andò in realtà un pò diversamente da come ho letto nell'intervento riportato....

Intanto nel 2001 i C130J erano stati già ordinati nel quantitativo poi acquisito e addirittura in via di consegna, i primi. Per questo motivo in quel momento non poteva esserci alcuna concorrenza tra Hercules e A400. Quest'ultimo restava tra le scelte strategiche filoeuropee del Centrosinistra anche se, francamente, non so con quali risorse lo si sarebbe continuato a finanziare.........

Fu il governo Berlusconi che appena insediato, per bocca del ministro della difesa Martino, comunicò la decisione di uscire dal consorzio dei paesi produttori del nuovo aereo da trasporto. La cosa provocò un forte disappunto da parte degli altri paesi europei coinvolti e grandi speranze negli Stati Uniti per l'eventuale acquisto da parte italiana del C17...........

Una ripassatina ai giornali di allora aiuterà la memoria........

Share this post


Link to post
Share on other sites

Effettivamente i C-130H ed i G.222 stavano diventando davvero anzianotti, se non avessimo comprato il C-130J (per me un'ottima macchina) probabilmente ora avremmo una linea cargo simile a quella della Nigeria ed Alenia non sarebbe cresciuta così tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Notizia di questi giorni

Durante la Visita di Nicolas Sarkozy a Brasilia insieme al suo omonimo brasiliano Lula da Silva, ha chiuso un Maxi-Accordo Franco-Brasiliano per varie migliaia di milioni di dollari, che includono un pacchetto di vari sottomarini, uno dei quali nucleare, decine di Elicotteri Cougars , future Fremms e la prima vendita all'estero del caccia Rafale, così come la prima compera da parte della Francia del nuovo aereo da trasporto medio dell'Embraer, il KC-390, visualizzato come rimpiazzo dell'eterno Hercules e il Transall nel caso della Francia.

I programmi in cuestione sembrano dentro un marco molto più ampio e strategico, tanto per il ruolo di potenza emergente del Brasile e politicamente stabile si appoggiata in grandi risorse naturali, come gli inmensi giacimenti petroliferi recentemente scoperti nel fondo marino del Brasiliano, per cui la Francia rapidamente si vuole porre come primo Socio strategico del Brasile.

Inoltre nel caso dell'Embraer questa è molto attiva in contatti nell'Oriente, dove ha già installato nella China Popolare una catena di montaggio per y suoi Regional Jets; anche si visualizza il mercato civile come un versatile "Commercial Freighter"

 

Saludos

MC72

ae9q949iv4.jpg

Edited by MC72

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cresce la lista di clienti prenotati per l'aereo di trasporto dell' Embraer, Il mese scorso si sono firmati accordi per 6 KC-390 per il Cile e 12 KC-390 per la Colombia.

Molto avanzate sono le trattative con il Portogallo, che ha stretti legami commerciali, politici e culturali con la sua ex-Colonia; Sud Africa dopo il suo ritiro dal programma Airbus A-400M è molto interessato al KC-390 per le sue ali di loggistica e trasporto.

Argentina pure vuole participare come socio nel Programma della Embraer.

 

Saludos

MC72

 

KC-390_ordinati.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dal 14 di Settembre si sono aggiunte le forze aeree del Portogallo e della Repubblica Ceca, con 6 e 2 KC-390 rispettivamente.

Link

 

Saludos

MC72

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ammazza se vende 'sto C-390! E' praticamente un piccolo C-17, non ha concorrenti attualmente. La Francia ha dovuto sceglierlo per sostituire i Transall (per le esigenze francesi non è la migliore soluzione secondo me), ed è incredibile quanti Embraer ne abbia venduti in America latina! Certo è che ormai nel campo dei trasporti tattici gli USA hanno accumulato un gap eccessivo. A mio avviso si sono concentrati troppo sugli aggiornamenti dell'immortale Hercules senza guardare avanti. L'Hercules è un'ottima macchina ma ormai è superato sotto molti aspetti, ad iniziare dalla velocità. Chissà, però, se anche quest'aereo potrà operare da ogni dove come l'Hercules.

 

Mi incuriosisce, inoltre, la scelta diametralmente opposta a quella di Airbus: in Embraer si è preferito dotare di turbofan una classe di aerei che ha sempre volato con le turboeliche, mentre in Europa abbiamo creato delle enormi turboeliche per l'A-400M. Paradossalmente l'Armee de l'Aire avrà in linea dei grandi cargo turboprop e dei piccoli (per così dire) cargo turbofan.

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

D'accordo a varie attendibili fonti brasiliane la Embraer vuole ottenere la Certificazione Civile /Parte 25 della FAA (Federal Aviation Administration) per il suo C-390 per offrirlo come Freighter Commerciale. Le Poste Brasiliane "Correios" sono molto interessate in creare la loro propia flotta aerea per la cresente domanda del mercato interno Brasiliano, con l'aumentare del commercio elettronico, la necessita si càlcola tra y 20 e 30 aeroplani, con una primo lotto di 5 unità. questa variante del 390 può aprire un interessante fetta del mercato dei cargo aerei, con compagnie tipo FedEx, DHL, TNT , UPS e altre.

Sicuramente la versione smilitarizzata del C-390(F) non avrà pesanti aste frontali, tuberie alari e stazioni per l'aerorifornimento, ma potrebbe contare con i nuovi motori CFM-LeapX e Sharklets nelle estremità alari che potrebbero aumentare un 18% l'efficienza del consumo di carburante. Inoltre il non dover operare in piste militari semipreparate e funzionare in profili commerciali, potrebbe sfruttarsi con un'allarganento della fusoliera a tutto vantaggio del volume commerciale interno.

Si combinerà la velocita di un aereo Jet con la la flessibilità di una comoda rampa di carico a tutto vantaggio della rapidità d'operazioni, vitali per compagnie il cui lema spesso è "porta a porta in 24 ore".

 

saludos

MC72

C-390F_correios.jpg

MC72

Edited by MC72

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra strano che un cargo militare con le sue specifiche tutte particolari sia convertito ad aereo civile e abbia allo stesso tempo un costo di acquisizione concorrenziale...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sembra strano che un cargo militare con le sue specifiche tutte particolari sia convertito ad aereo civile e abbia allo stesso tempo un costo di acquisizione concorrenziale...

 

Precisamente non stiamo parlando di trasformare un Cargo Militare esistente in un Freighter Commerciale; Il KC-390 si sta progettando fin dal principio con queste specifiche prima di andare in produzione.

 

Forse prima lìndustria di carico aereo commerciale fosse la sorella minore delle compagnie aeree, ma col crescere del commercio e delle compere via internet con compagnie globali come Amazon, Apple store, ecc associate a FedEx, TNT o altro, queste si sono trasformate in grandi giocatori nel mercato, prima trasformando aerei di passeggeri esistenti per poi arrivare alla fase di ordinarli nuovi di zecca fin dal principio come cargo esempio y B767F e B777F....................ma ancora sono aerei di passeggeri "adattati" a cargo.

 

Nel Post si possono vedere i vantaggi di contare con una cabina nata come cargo V/S quella cabina nata inizialmente come aereo passeggeri, la sola divisione tra cabina superiore e inferiore da un dolor di testa al solo vederla, per le operazioni di carico e scarico, neanche parlare dell'altezza del piano di queste sul nivello della pista. Il C-390 ha il suo piano a 137 cm sulla pista , pratticamente allo stesso livello del piano di un normale autocarro, eliminando così un mucchio di macchine intermediarie tra l'aereo e l'autocarro.

 

Saludos

MC72

 

C390F_B757F_compared.jpg

wwq

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credi che, se realmente utilizzare grossi cargo militari per scopi civili fosse conveniente, le varie Fed-Ex, UPS e TNT avrebbero già percorso questa strada, essendo questi aerei disponibili in gradi quantità anche sul mercato dell'usato ormai da tempo? L'unico ad aver riscosso un modestissimo successo in questo senso è il C-130, ma comunque un successo limitato confrontato a quello avuto in campo militare.

 

Un cargo nato per esigenze militari sicuramente fa il cargo meglio di un'aereo passeggeri riadattato a questo compito, ma un aereo civile si muove sugli aeroporti meglio di un aereo nato per esigenze militari. Vorrei vedere quanti aeroporti sono attrezzati con la barra di traino per un C-5 e quanti lo saranno con quella del C-390, vorrei vedere quanti piloti di 390 civili si trovano in giro, in particolare abbastanza qualificati da poter diventare LTC, TRI o TRE e con abbastanza ore sulla macchina da poter atterrare su aeroporti che ne richiedano, quanti tecnici abilitati sulla macchina vi siano sul mercato, quanti rampisti saranno in grado di caricarlo e centrarlo, senza parlare che i pallet standard IATA sono diversi, anche se leggermente, dai pallet standard NATO, e così tutte le strutture dedicate a supportare il carico-scarico di questi pallet. Un liner nasce con la prerogativa di operare negli aeroporti civili ed è progettato su tutta una serie di requisiti ICAO e IATA che difficilmente un cargo militare potrà avere.

 

E' vero che si potrà contestare le affermazioni di sopra con un "ma allora non facciamo aerei nuovi e continuiamo a convertire quelli vecchi", ma è anhe vero che alcuni aerei vengono progettati tenendo bene in mente una possibile versione cargo, come il formidabile MD-11, evoluzione del DC-10 che ha trovato la sua eccellenza proprio nel cargo, o ancora meglio una versione riconfigurabile, ad esempio i 737-300QC (Quick Change) della Mistral Air, che di notte fa i postali e di giorno i charter.

 

Gli aerei civili nascono civili e son buoni per fare gli aerei civili, mostrando i loro limiti nell'impiego militare (difficilmente l'USAF manda un KC-10 configurato cargo a portare materiale in Afghanistan, si preferiscono i Globemaster), al contrario i velivoli militari nacono per esigenze militari e con specifiche militari, mostrando i loro limiti nell'impiego su aeroporti civili (a cominciare dalla larghezza delle taxiway, passando dalle procedure antirumore, dalla logistica basilare, fino ai più comuni standard IATA). Non a caso i grandi Il-76 ed An-124 vengono quasi sempre fatti atterrare su aeroporti militari, anche se il carico è civile. Ad ogni modo non sono esempi che reggono, i grandi cargo russi di compagnie private (per così dire) non operano voli di linea, di conseguenza il paragone con le flotte dei grandi operatori cargo (primo fra tutti UPS) non si può fare. Se poi il governo brasiliano vuole avere una simil-Aeroflot o vuole mettere in piedi una Embraer Airlines (come la Antonov Airlines) ben venga, sarebbe bene che si presentasse un po' di concorrenza per i russi e gli ucraini, magari imparerebbero a fare il loro lavoro, ma non credo possa imporre il 390 come velivolo cargo civile di successo per voli cargo schedulati, esattamente come nessun cargo militare lo è stato fin'ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credi che, se realmente utilizzare grossi cargo militari per scopi civili fosse conveniente, le varie Fed-Ex, UPS e TNT avrebbero già percorso questa strada, essendo questi aerei disponibili in gradi quantità anche sul mercato dell'usato ormai da tempo? L'unico ad aver riscosso un modestissimo successo in questo senso è il C-130, ma comunque un successo limitato confrontato a quello avuto in campo militare.

Si capisce che il KC-390 prevede fin dalla fase di progetto questa capacità nel suo ADN; Capacità che dovrebbe essere ben maggiore a un aereo "Convertito" posteriormente.

Il C-130 anche se convertito per uso civile non ha ne la velocita ne la cuota operativa dei liners civili ed è anche molto rumoroso.

 

Un cargo nato per esigenze militari sicuramente fa il cargo meglio di un'aereo passeggeri riadattato a questo compito, ma un aereo civile si muove sugli aeroporti meglio di un aereo nato per esigenze militari. Vorrei vedere quanti aeroporti sono attrezzati con la barra di traino per un C-5 e quanti lo saranno con quella del C-390, vorrei vedere quanti piloti di 390 civili si trovano in giro, in particolare abbastanza qualificati da poter diventare LTC, TRI o TRE e con abbastanza ore sulla macchina da poter atterrare su aeroporti che ne richiedano, quanti tecnici abilitati sulla macchina vi siano sul mercato, quanti rampisti saranno in grado di caricarlo e centrarlo, senza parlare che i pallet standard IATA sono diversi, anche se leggermente, dai pallet standard NATO, e così tutte le strutture dedicate a supportare il carico-scarico di questi pallet. Un liner nasce con la prerogativa di operare negli aeroporti civili ed è progettato su tutta una serie di requisiti ICAO e IATA che difficilmente un cargo militare potrà avere.

Sicuramente Oggi non esiste nessùn pilota qualificato per operare un KC-390; Come non esisteva nessun pilota qualificato nel 1982 per operare gli A-320 con Joystick e Glass Copckit nella cabina, adesso è lo standard tanto dell'aviazione civile come milire.

Non sono d'accordo nell'affermazione che necessariamente un Liner nasce con la prerogativa di operare negli aeroporti civili .....mentre un aereo militare...no......Nell'Embraer hanno piena coscienza delle dificoltà di adempire i requisiti ICAO e IATA, ma hanno alle spalle abbastanza esperienza in questi processi con anteriori famiglie di aeroplani.

 

E' vero che si potrà contestare le affermazioni di sopra con un "ma allora non facciamo aerei nuovi e continuiamo a convertire quelli vecchi", ma è anhe vero che alcuni aerei vengono progettati tenendo bene in mente una possibile versione cargo, come il formidabile MD-11, evoluzione del DC-10 che ha trovato la sua eccellenza proprio nel cargo, o ancora meglio una versione riconfigurabile, ad esempio i 737-300QC (Quick Change) della Mistral Air, che di notte fa i postali e di giorno i charter.

 

Gli aerei civili nascono civili e son buoni per fare gli aerei civili, mostrando i loro limiti nell'impiego militare (difficilmente l'USAF manda un KC-10 configurato cargo a portare materiale in Afghanistan, si preferiscono i Globemaster), al contrario i velivoli militari nacono per esigenze militari e con specifiche militari, mostrando i loro limiti nell'impiego su aeroporti civili (a cominciare dalla larghezza delle taxiway, passando dalle procedure antirumore, dalla logistica basilare, fino ai più comuni standard IATA). Non a caso i grandi Il-76 ed An-124 vengono quasi sempre fatti atterrare su aeroporti militari, anche se il carico è civile. Ad ogni modo non sono esempi che reggono, i grandi cargo russi di compagnie private (per così dire) non operano voli di linea, di conseguenza il paragone con le flotte dei grandi operatori cargo (primo fra tutti UPS) non si può fare. Se poi il governo brasiliano vuole avere una simil-Aeroflot o vuole mettere in piedi una Embraer Airlines (come la Antonov Airlines) ben venga, sarebbe bene che si presentasse un po' di concorrenza per i russi e gli ucraini, magari imparerebbero a fare il loro lavoro, ma non credo possa imporre il 390 come velivolo cargo civile di successo per voli cargo schedulati, esattamente come nessun cargo militare lo è stato fin'ora.

Si prevede motorizzare il KC-390 con motori di uso civile come il CFM-56 o il V2500 e/o derivati, queste piante propulsive sono le più numerose di uso civile nel mondo tanto così che sono i cavalli di battaglia delle famiglie dell' Airbus-320 e Boeing 737 NG, il rumore quindi non dovrebbe essere un problema che tolga il sonno; Certamente c'è una scommessa, e molti fattori giocheranno in contro e molti altri a favore, ci saranno soluzioni tècniche e decisioni politiche per far avanzare il programma

 

Saludos

MC72

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh sinceramente a quanto espresso sin qui sento solo due considerazioni da fare, l'ideale sarebbe guardando all'ambito Italia un coinvolgimento anche a semplice livello tecnologico della nostra Alenia, e perchè no magari dotare la Mistral air di un paio di KC 390 in versione civile cargo per trasporto postale e magari per carichi "ecezionali" l'idea non sarebbe malvagia non si tratta certo di un aereo del livello tecnologico di prestazioni nonchè di costi del livello di un C-17 di un A-400 o di C-130 ma in fondo almeno per la manutenzione sarebbe un buon affare per la nostra industria (ovviamente ciò implicherebbe anche accordi con l'embraer).

Correggetemi se sbaglio.

 

Apro l'Off Topic il mio rammarico è più che altro per l'uscita dell'Italia dal C-17

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beh sinceramente a quanto espresso sin qui sento solo due considerazioni da fare, l'ideale sarebbe guardando all'ambito Italia un coinvolgimento anche a semplice livello tecnologico della nostra Alenia, e perchè no magari dotare la Mistral air di un paio di KC 390 in versione civile cargo per trasporto postale e magari per carichi "ecezionali" l'idea non sarebbe malvagia non si tratta certo di un aereo del livello tecnologico di prestazioni nonchè di costi del livello di un C-17 di un A-400 o di C-130 ma in fondo almeno per la manutenzione sarebbe un buon affare per la nostra industria (ovviamente ciò implicherebbe anche accordi con l'embraer).

Correggetemi se sbaglio.

E perchè mai Embraer dovrebbe coinvolgere Alenia? Cosa glie ne torna in tasca? Al massimo lo farà per la commercializzazione, un po' come fa Boeing con AgustaWestland per il suo Chinook, ma sempre e solo a seguito di commesse da parte delle forze armate. E' la sua gallina dalle uova d'oro, non ha senso coinvolgere l'industria italiana, così come nessun altro fornitore per progettazione e sviluppo della cellula, a meno che non sia indispensabile (motori ed avionica, ovviamente).

 

La MistralAir ha fatto la sua fortuna, più che con i postali (compito "istituzionale" dato che è di proprietà di Poste Italiane), con i Charter per l'Opera Romana Pellegrinaggi. Nel periodo in cui ho lavorato in ItAli Airlines il massimo del business era proprio fare i charter di giorno ed i postali/cargo di notte con le stesse macchine. Lavoravamo a stretto contatto con MistralAir, entrambi volavamo per l'ORP di giorno e con la posta di notte, perciò collaboravamo spesso, e nella maggiorparte dei casi si preferiva addirittura riempire la stiva e basta, al massimo le cappelliere, senza stare a riconfigurare gli aerei (che nel caso dei nostri MD-82 voleva dire montare le seat bags, dei contenitori che adattano la cabina passeggeri al trasporto di merce in piccoli pacchi o posta, in pratica dei sacchi a forma di sedile che venivano poggiati sui seggiolini) in modo da averli pronti per i voli passeggeri al più presto.

 

Le uniche compagnie interessate ad un KC-390 civile potrebbero essere quelle puramente cargo, ma solo le più grandi comprano aerei nuovi, la maggior parte attinge dal mercato dell'usato facendosi riconfigurare aerei ricomprati dalla casa produttrice. E' il caso di molti 727, 737, 747, 757, 767, DC-10, DC-8, Fokker50, ed ora che sta diventando vecchio si sta studiando come far diventare cargo anche l'MD-80, nonostante la sua stretta fusoliera, in modo da dargli una seconda giovinezza. Non saprei, il cargo è un mercato difficile per operatori e costruttori di aerei, le scommesse è difficile che abbiano buon fine, in particolare questa che si ripromette di conciliare requisiti militari e civili, diametralmente opposti per natura. Proggettare l'aereo per caricare un pallet NATO metterebbe l'aereo nelle condizioni di essere sottosfruttato caricando pallet IATA (più piccoli e stondati), mentre il contrario sarebbe giustamente inaccettabile per i militari. Tra l'altro bisognerebbe proggettare un portellone laterale che permetta ai muletti negli scali di muoversi agevolmente senza dover scaricare col verricello i pallet dalla rampa posteriore per poi caricarli e portarli nel terminal... Non saprei, tutti gli aeroporti sono strutturati per accogliere liners civili, ogni volta che arriva un cargo militare è un problema, o fanno una versione largamente riproggettata e rivista in tutti i particolari necessari per la carriera civile, o ci si ritrova con un aereo odiato da ogni rampista.

 

Ad ogni modo, chi vivrà vedrà.

 

Apro l'Off Topic il mio rammarico è più che altro per l'uscita dell'Italia dal C-17

Io lo chiudo, rammaricandomi anch'io e rimandandoti all'apposito topic! ;)

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites
Radar Selex Galileo per l'Embraer KC-390

 

Il futuro trasporto tattico e rifornitore Embraer KC-390 opererà con il radar T-20 Gabbiano della Selex Galileo. Lo ha annunciato a Sao José dos Campos Eduardo Bonini Santos Pinto di Embraer Defense and Security in una nota congiunta con Fabrizio Giulianini della società elettronica di Finmeccanica. Il radar, definito allo stato dell’arte per le missioni del cargo brasiliano, si aggiunge alle recenti scelte dei fornitori della propulsione e dell’avionica. L’aereo, il cui primo volo è previsto nel 2014, è già stato ordinato in 28 esemplari dalla forza aerea di Brasilia.

Link

Caso Battisti archiviato mi pare di capire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

KC-390 .... si va verso il progetto definitivo ....

 

Embraer launches KC-390 critical design review ....

 

Embraer is undertaking a critical design review (CDR) for its KC-390 tactical transport and tanker, a top company official says. top company official says.

"We are doing this week and next week, the KC-390 critical design review with the [brazilian] air force," says Paulo Gastao Silva, Embraer's programme vice president for the KC-390.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/embraer-launches-kc-390-critical-design-review-383490/

Share this post


Link to post
Share on other sites

Terminato l'esame definitivo del progetto .... Embraer si avvia dunque verso la costruzione dei prototipi ....

 

Embraer completes KC-390 critical design review ....

 

"We have concluded an important stage of the KC-390 programme and, therefore, we gave an accounting to the FAB [brazilian air force] of the work done.

We will now begin the production phase of the prototypes," says Luiz Carlos Aguiar, president and chief executive officer of Embraer's defence unit.

 

Fonte .... http://www.flightglobal.com/news/articles/embraer-completes-kc-390-critical-design-review-383865/

Share this post


Link to post
Share on other sites

E qui si parla di motori ....

 

Manufacturer Lays Out Production Plan For KC-390 Engines ....

 

International Aero Engines (IAE) is gearing up to build the first set of V2500-E5 turbofans for Embraer’s KC-390 multirole tanker transport as part of eventual plans to deliver around 20 engines per year.

 

Fonte .... http://www.aviationweek.com/Article.aspx?id=/article-xml/asd_03_26_2013_p03-02-562879.xml

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×