Jump to content

Balthasar

Membri
  • Content Count

    796
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Balthasar

  1. Mi permetto di ripostare questo topic dalla sezione "Discussioni a tema", poiché di tipo tecnico, sperando che così sia più visibile. Mi scuso per aver riproposto la stessa domanda, ma nell'altra sezione era parecchio nascosto a tutti quelli che potrebbero poi effettivamente rispondermi e darmi quindi una mano. Chiedo in anticipo scusa ai mod, e propongo loro di eliminare il topic doppione nell'altra sezione. Esiste una laurea specialistica che permette, nel ramo dell'ingegneria aerospaziale, di specializzarsi nella propulsione? Mi riferisco anche a quella di satelliti, razzi e veicoli da rientro, non solo quella aeronautica in senso stretto. L'ipotetico studente di questo indirizzo, potendosi spostare su e giù per l'Italia, a quale facoltà dovrebbe iscriversi (inteso come: quale è la migliore in questo campo?). Ci sono delle difficoltà di tipo burocratico nell'iscrizione in un ateneo di un'altro centro abitato, avendo fatto la triennale in una diversa città? Grazie a tutti per la collaborazione
  2. Hai ragione, considerando che avrà parecchia elettronica a bordo, mi chiedo dove lo mettano il carburante per arrivare in Corea del Nord. E detto fra noi, se volessi sorvegliarla, lo farei decollare da una base in Giappone o in Corea del Sud! Comunque sono palesi le influenze dell'X47B e del P-175
  3. Cosa che però è successa circa 20 anni dopo il primo volo di quel motore, quando ormai era stato venduto a numerosi paesi e le sue specifiche non solo non erano più segrete, ma soprattutto non erano nemmeno più tanto competitive. I centri di ricerca russi non hanno fatto tutti questi sacrifici, per poi vendere le loro tecnologie sensibili al primo che passa, a maggior ragione se è un suo potente ed ingombrante vicino. Tutto questo ammesso che le tecnologie stealth russe siano davvero efficaci.
  4. Un favore alla Russia? Un pò come chiedere banane alla Finlandia!
  5. Una precisazione: il Coanda era un aereo a reazione, ma montava un motoreattore Tra l'altro non ebbe mai un volo, o meglio, come venne acceso, si levò in aria senza controllo e ricadde distruggendosi Il primo aereo a reazione, invece, dotato di turbogetto ed in grado di volo controllato fu, come detto, l'Heinkel He 178, progetto di Hans Von Ohain. Notate come era avanzato, per l'epoca. . Su di esso era installato un motore Heinkel HeS 3, una macchina sperimentale che diede i natali al ben più potente HeS 8.
  6. Ho chiesto al professore, che mi ha risposto così: "I motori a V invertita consentivano, negli aerei monomotori, di lasciare ai piloti una visuale più ampia dalla cabina di guida, che solitamente era più alta della linea di alloggiamento dei motori". Obiettivamente questo è un ragionamento che fila: istintivamente potremmo pensare che, essendo il motore a V, vi sarebbe comunque lo spazio per garantire visibilità dalla cabina e l'alloggiamento degli armamenti (quando presenti in questa disposizione), fra le bancate. Ci si dimentica, però, l'albero motore uscirebbe parecchio più in basso, costringendo a spostare la posizione dell'elica (con tutte le conseguenze aerodinamiche e tecniche che questo comporterebbe, principalmente noie) o a creare una serie di ingranaggi atti a trasmettere il moto dall'albero all'elica, soluzione che avrebbe aumentato peso, complessità, affidabilità, perdite meccaniche e costi (ammesso che una cascata d'ingranaggi, l'unica ammissibile per quelle potenze, potesse all'epoca riuscire a trasmettere una tale coppia). Fatemi sapere il vostro parere
  7. Dovrei svolgere un semplice esercizio, ma purtroppo conosco solo la tangenza massima, e non la quota a cui normalmente vola quandon effettua il servizio passeggeri. Qualcuno potrebbe aiutarmi?
  8. Sì, i propulsori erano del vecchio tipo, a differenza di quelli del KC-135. Inoltre non ho notato la sonda posteriore.
  9. Tra ieri ed oggi ne sono decollati due (o meglio: ho assistito a due decolli) dall'aeroporto Capodichino di Napoli. Qualcuno mi sa dire a che forza aerea appartenessero e se erano solo in scalo oppure se si trovavano alle Officine Aeronavali per qualche lavoro?
  10. Utilizzando la funzione "cerca" del forum ho trovato qualche informazione riguardo questo tipo di architettura motoristica. Bazzicando qua e là ho letto anche che venne scelta per guadagnare spazio e visibilità nella zona antistante la cabina di pilotaggio. Vi chiedo ora: questa scelta tecnica è derivata anche da altri fattori? A voi la parola
  11. Mi inserisco nella discussione osservando che la suite elettronica dell'F-35 è la più complessa in assoluto mai installata su di un velivolo. Gli stessi progettisti hanno dovuto fare un sacco di lavoro per metterla a punto, figuriamoci se un'industria esterna (quale un'eventuale azienda israeliana) riesce, con il Lightning II che ancora non è entrato in servizio,a progettare una serie di modifiche ad un elettronica della quale non esistono ancora documentazioni tecniche, disegni e addirittura informazioni. Forse più avanti, ,ma ora mi sembra davvero improbabile.
  12. Quando si parla di "supporto logistico" per tre anni significa che determinati tipi di manutenzione vengono svolti dall'Alenia? Oppure che dei tecnici vengono distaccati stabilmente per quel dato periodo di tempo sulla base operativa dove opereranno i G.222? II domanda : Gli aerei in pratica sono un "regalo" da parte dell'USAF all'ANAAC giusto?
  13. La mamma di uno dei ragazzi che stava seguendo i corsi con me lo ha telefonato parlando del "terremoto" . In ogni caso vorrei far notare come l'intervallo di tempo fra l'ordine di intercettazione ed il decollo sia di appena 6 minuti. Se questa non è efficienza, ditemi voi cosa lo è. P.s.: Io aumenterei almeno di 1 il numero delle basi in QRA (capisco che però i soldi mancano, il mio era un ragionamento astratto).
  14. Come sempre, se i dati non sono particolarmente precisi, in campo aerospaziale si iniziano a dare i numeri Provo a dare un'ulteriore ipotizzazione di quello che avrebbe voluto dire la voce fuori campo: magari 30 minuti sono l'autonomia di combattimento al limite del raggio operativo. Qualcuno ha i dati alla mano?
  15. Suvvia qualche ingegnere risponda...
  16. Anche se il topic non è strettamente tecnico, mi sembra questa la sezione giusta dove pubblicare l'argomento. Leggendo qua e là vedo che l'acquisto di un aeromobile è una cosa tutt'altro che semplice: non è come un'auto, la quale viene consegnata "chiavi in mano" (e a volte nemmeno in questo settore i tempi sono così immediati). Rappresentanti,distributori, esclusive,ordini,opzioni, impegni, memorandum d'intesa.... Qualcuno saprebbe descrivermi (in maniera accurata) quali sono gli step che un eventuale acquirente (ad esempio una linea aerea) deve compiere per comprare dei nuovi velivoli? Come si prende contatto con il settore industriale? Quali attori si frappongono fra l'ufficio acquisti (della linea) e il prodotto finito? E le clausole?
  17. Tempo fa lessi su RID che per entrare nelle forze dell'ordine si deve fare un anno come VFP. è giusto o ricordo male? Sussiste ancora questa regola? E se si volesse entrare come sottuficiali o ufficiali?
  18. Lo stesso anno in cui ci fu la fuga radioattiva dal reattore numero 4 della centrale nucleare di Chernobyl, la nube da questa generata coprì gran parte dell'Europa, arrivando, pare persino sulla Gran Bretagna. Quell'anno in Italia si consumarono molti meno frutta ed ortaggi,e la sindrome dell'avvelenamento radioattivo prendeva piede su tutti i mezzi di comunicazione di massa. Ti lascio immaginare, quindi, l'effetto di una "vera" bomba atomica. Mi sa che dovresti informarti un pelo di più su certi argomenti...
  19. Scusate se sono ossessivo, ma l'Hub della CAI quale sarà?
  20. Permettetemi un piccolo off topic a sfondo politico. Personalmente non mi lascio mai andare ad osservazioni di questo genere, ma quando una cosa è esatta, va fatto notare. Cartman ha colto nel segno: la loggia massonica P2 (della quale faceva parte anche Silvio Berlusconi) è stata una pagina negativa nella storia del nostro attuale premier, come ce ne sono state tante, e qui nessuno vuole negare ciò che è accaduto sia di recente (leggi un pò troppo favorevoli a singoli gruppi o persone) che in passato (fondi bancari di provenienza ignota, continue denunce), ma a conti fatti, Berlusconi ora è a capo del paese, da lavoro a migliaia di persone con le sue aziende, risolve la questione dei rifiuti a Napoli e prende a cuore le sorti della città (è già l'ottava volta che si reca nella città partenopea, pur essendo rientrata la crisi), tenta di lasciare la compagnia di bandiera in mani italiane, e queste sono solo alcune fra le tante cose che sta facendo ora. Non posso dire che siano stati così efficienti e serie le sue controparti dei precedenti governi. Comunque, in ogni caso, almeno "Il cavaliere" non da soldi ad organizzazioni terroristiche come le FARC e non si fa fotografare con i rappresentanti di Hamas. E scusate se è poco.
  21. Leviathan, per la miseria, potresti fare dei sunti degli articoli che leggi, invece di postarli direttamente... capirai che già se un post è lungo, difficilmente si legge fino alla fine, poi se contiamo che è anche ricco di inesattezze...la voglia scompare dopo le prime 10 righe. Comunque, tornando al discorso,io ho sempre più confusione riguardo la vicenda, e gradirei avere un breve ed incisivo quadro della situazione. Per aiutarvi in questo ingrato compito, scrivo qui di seguito qualche domanda essenziale alla quale gradirei avere una risposta veloce e precisa: - In questo momento, quale proposta è stata accettata? (AF+KLM o Air One)? -La nuova compagnia aerea si chiamerà CAI, giusto? -Quale sarà l'HUB di questo vettore? -è previsto un ammodernamento/revisione della flotta? -Quali rotte saranno servite per il momento? Continuerà il servizio intercontinentale? -Ho letto che gli esuberi nella proposta AF sono stati addirittura stimati come 7000. Da dove deriva questo valore? è esagerato? Se ho mancato qualcosa di importante potrete sempre aggiungerlo voi in un secondo momento. Ringrazio tutti per la preziosa collaborazione!
  22. Paperinik, perdonami, ma sono riuscito a leggere solo le prime 5 pagine della discussione e davvero (credimi), non posso soffermarmi a continuare la mia lettura del thread. Mi faresti il piacere di riassumere in un piccolo post le due offerte a confronto? Se ho capito bene ora è stata conclusa la trattativa con la cordata italiana? Quale sarà l'HUB della CAI? Grazie per la pazienza, magari metti tutto in grassetto o rosso, così chi come me si trova a dover leggere una discussione di pagine e pagine può orientarsi meglio e carpire le informazioni più importanti (anche perché la maggior parte del tempo molti hanno divagato offendendo i rispettivi avversari politici).
  23. Senza offesa...ma nella lega c'è anche quest'uomo qui: Serà servile il Sud, ma se il Nord è rappresentato da gente del genere (che tra l'altro è stata anche arrestata in Belgio)...
  24. Mi chiedo se Bossi e la Lega abbiano mai pensato ad affrontare qualche problematica seria che riguarda il nostro paese. Bisogna essere delle belle pecorelle per stare appresso a dichiarazioni come quella sull'inno ed approvarla.
  25. Pixy, perdonami, ma la mia famiglia, oltre ad abitare in uno dei quartieri più belli di Napoli (il Vomero-Arenella), aver sudato per comprare una casa, ed essere stata ripagata trovandosi la spazzatura sotto casa e le strade dissestate da buche manco ci fosse stato un campo minato (dimenticavo, sono state asfaltate grazie ad un intervento di Alleanza Nazionale), oggi si trova in difficoltà per far quadrare i conti, dato che dobbiamo pagare la tassa di successione per mia nonna, recentemente scomparsa. Berlusconi, se ricordo bene, aveva abolito questa imposta che, permettetemi, è davvero iniqua (perché devo pagare ciclicamente per qualcosa che è già diventato di possesso della mia famiglia da generazioni?), Prodi la ripristinò dopo aver fatto la successione per i suoi figli. Oltretutto si disse che era una tassa solo per "ricchi", detentori di milioni di Euro...adesso ti assicuro che non vivo nel disagio, ma di certo ricco non sono, ed i milioni di Euro non li ho mai visti. Credimi, penso che la cosa che sopporto meno al mondo, di conseguenza, sia l'ipocrisia di una determinata casta di politici. Ciliegina sulla torta: il precedente premier è comparso, come imputato, in alcuni processi in cui era coinvolto anche Berlusconi. Tratto da Wikipedia.it: Romano Prodi è stato coinvolto in alcuni procedimenti giudiziari, in ciascuno di essi è stato riconosciuto non colpevole dalle accuse e non si è andati oltre le udienze preliminari: in alcuni casi è stata disposta l'archiviazione, in un caso si è prodotta sentenza, dichiarando il «non luogo a procedere» perché «il fatto non sussiste». Il modo in cui è stato assolto mi ricorda qualcuno o qualcosa... Le vicende riguardanti la vendita, risalente al 1993, da parte dell'IRI delle proprie società alimentari, facenti capo principalmente alla finanziaria SME, è stata oggetto d'indagini da parte della magistratura, quindi Romano Prodi, in quanto presidente dell'IRI durante la privatizzazione, è stato oggetto d'investigazione, insieme al consiglio d'amministrazione dell'IRI De Benedetti volle portare la questione con l'IRI in tribunale perché si sentì discriminato e pensò di poter far valere come contratto l'accordo firmato con Prodi. Dalla sentenza di primo grado, che diede torto alla Buitoni, scaturì il Processo SME, che vede imputati Silvio Berlusconi e altri per corruzione di giudici. Ciò nonostante, la sentenza in appello venne confermata, seppur criticandone le motivazioni addotte[9], e così anche in cassazione. Nell'ambito delle indagini per la vendita della Cirio-Bertolli-De Rica, Romano Prodi era indagato per abuso d'ufficio. Prodi era stato nel 1990 advisory director della Unilever NV (Rotterdam) e della Unilever PLC (Londra), gruppo che secondo le indagini aveva gestito la trattativa attraverso la Fisvi. Secondo l'accusa quindi Prodi avrebbe favorito la Fisvi, sebbene questa non avesse i mezzi finanziari per acquistare la Cirio-Bertolli-De Rica, in modo da agevolare indirettamente l'Unilever, aggirando così l'obbligo di conseguimento del miglior prezzo previsto dalle direttive CIPE. In seguito alla sua prima elezione alla presidenza IRI nel 1982, a Prodi venne contestato di non aver abbandonato il ruolo di dirigente in Nomisma, configurando un potenziale conflitto di interessi. Negli anni successivi l'IRI stipulò alcuni contratti di consulenza con la società, che portarono a dubitare sulla trasparenza dell'operazione: in un primo processo, concluso nel 1988, Romano Prodi venne assolto con formula piena in quanto alla luce delle indagini non si configurava reato nel suo comportamento. E per ora mi fermo qua. Auguri, hai appena scoperto che la "mafia" è dove meno te lo aspetti...
×
×
  • Create New...