Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Berkut

Arma molto strana

Messaggi consigliati

Vorrei sapere qualcosa su quest'arma:

fg4215fa.jpg.

Sò solo il nome: FG-42.

Quali forze armate usano quest'arma?

E' potente?

Modificato da Berkut

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

In sintesi la storia è questa: inizialmente i paracadutisti dell'esercito di hitler usavano le armi standard in dotazione all'esercito. Poi viste le esigenze particolari di quel corpo speciale, essi inoltrarono una richiesta perchè gli dessero un'arma in grado di soddisfarle. Così a partire dal 1942 i paracadutisti tedeschi hanno usato quell'arma.

Per quel che riguarda la "potenza" non ti so rispondere, meglio aspettare qualcuno che ne sa più di me...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Usava il 7,92x57 quindi un calibro ben potente se è questo che vuoi sapere.

Adesso non la usa nessuno salvo dei collezionisti che sono disposti a pagare cifre a 5 zeri per assicurarsela.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Adesso non la usa nessuno salvo dei collezionisti che sono disposti a pagare cifre a 5 zeri per assicurarsela.

Più di €100.000? Che ha di tamto speciale?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Che è molto rara visto che fu prodotta solo per le truppe paracadutiste.

Diciamo che se vogliamo trovare un' arma simile, come funzione non come funzionamento, possiamo prendere il BAR americano.

In pratica queste armi facevano da SAW, squad automatic weapon, un pò quello che oggi si fa con la Minimi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in fase di caduta potevano sparare con quelle?

mi sa di si ma non ne sono sicuro

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Vrei giurato di aver letto che i tedeschi volevano un'arma capace di poter essere usata in fase di discesa durante la seconda guerra mondiale

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Non si spara mai in fase di discesa!

perché?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per diverse questioni:

 

-mira nulla, sei pur sempre in movimento e non hai appoggi stabili

-il riculo non sarebbe scaricato da nessuna parte con il risultato di destabilizzare la discesa

-il parà ha le mani impegnate con i tiranti

 

mi sembra che i parà della folgore nella 2GM fossero addestrati nell'estrarre e impugnare il mitra già durante la fase di discesa ma con lo scopo di essere già pronti una volta sbragati a terra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Sparare mentre si scende con il paracadute è possibile, ma non consigliabile.

 

I motivi sono tanti: innanzitutto vista la condizione in cui ti trovi, hai una precisione pari a quella di un elefante che si cimenti nella danza classica.

 

Per sparare, significa che sei relativamente vicino a terra (un centinaio di metri) e a quella quota è bene che pensi a prepararti al contatto con il terreno e a gestire la discesa con i tiranti, piuttosto che giocare a John Wayne.

 

Se proprio devi fare una cavolata, a questo punto lancia un paio di granate e ripulisci un po' la zona dove stai per planare (sperando che le schegge non ti becchino...)

 

Poi, le convenzioni di guerra vietano di sparare a chi scende appeso con il paracadute (regola mai rispettata, a essere onesti) e non sarebbe carino mettersi a sparare mentre scendi, o no?

 

In ogni caso, siccome chi scende è un bersaglio moooooooooolto più facile di chi invece sta a terra a mirare contro i piccioni appesi, è sempre buona norma non paracadutarsi sopra la testa del nemico, ma un pochino più in là.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Poi, le convenzioni di guerra vietano di sparare a chi scende appeso con il paracadute (regola mai rispettata, a essere onesti)

Non mi pare abbia molto senso....sparare prima che tocchi terra per impedirgli di fare danni mi pare una cosa normalissima.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Si, ma è una forma di cavalleria che si dovrebbe concedere al nemico, volevo citarla pure io ma non ero sicuro avendola sentita da indiscrezioni "parentali" (zio ex-ufficiale parà)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Si, ma è una forma di cavalleria che si dovrebbe concedere al nemico, volevo citarla pure io ma non ero sicuro avendola sentita da indiscrezioni "parentali" (zio ex-ufficiale parà)

Se in guerra cominciamo ad abbandonarci agli atti di cavalleria stiamo freschi. Capisco il trattamento dei prigionieri ecc, ma durante il combattimento sarei per l'assenza di regole, insomma, dal canto mio, sparerei senza pensarci.

Modificato da dread

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Anche io concordo con te sul fatto che questa regola sia assurda, ma per il resto le regole ci vogliono anche mentre si combatte.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ne conosci altre di queste regole assurde?

 

Comunque il fatto che non sia mai stata rispettata la dice lunga.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Scusa vedi calarti su di te 2000 uomini e per iniziare ad abbaterli devi aspettare che tocchino terra?

Specie se sie in inferiorità numerica mano alle mitragliatrici e giochi a sparare ai piccioni...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

per farti un esempio, ho sentito di episodi durante la seconda guerra mondiale, di tedeschi che utilizzavano le contraaree contro i parà americani.......quindi figuriamoci

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite maxtaxi

Della FG42 ne sono state fatte 2000 della prima serie e secondo alcune fonti 7000 della seconda serie. Per intenderci, la prima aveva l’impugnatura tipo P08 mentre la seconda serie tipo P38…

La FG42 è nata per le esigenze dei Fallshirmjagers tedeschi per avere un’arma automatica con il calibro della fanteria all’ora in uso. La richiesta non era tutt’altro che facile da soddisfare tra l’altro, la volevano per cambiare il fucile con un arma automatica. Avevano la MP ma la consideravano un’arma leggera.

 

Con l’invasione sovietica, gli arsenali si sono riempiti di un fucile automatico già conosciuto ai tedeschi ma di cui trassero le idee che si tradussero nell’esperimento del nuovo fucile automatico per truppe paracadutiste.

 

La FG42 è tutt’altro che un’arma semplice. È costosissima da produrre, ha un rinculo cui solo un fante ben addestrato può vincere e soprattutto, non ha il selettore di tiro, quindi le raffiche si consumano brevemente a causa del caricatore di soli 20 colpi. Bisogna saperla domare.

 

Per chi ha fatto servizio, il rumore è pari o superiore alla MG42/59 considerate che aveva una canna eccessivamente corta e per questo che il secondo modello è stata all’ungata.

 

Visto che le richieste in seno alle SS era di avere un’arma simile ma di facile uso e controllo nello sparo, non ricordo chi, ma tirarono in ballo una vecchia idea di una nuova cartuccia per la fanteria. Le prove fatte, portarono all’adozione del fucile d’assalto STG44

Potete solo immaginare cosa significava in piena guerra modificare le linee di montaggio e produzione, oltre a tutta la logistica per cambiare un calibro.

 

Se avete bisogno di informazioni sui paracadutisti chiedete!!!

 

Invasione di Creta 1941. I paracadutisti tedeschi si lanciavano con la pistola, il pugnale e 2 bombe a mano Stielhandgranate per alcuni genieri, ma per tutti la M39 perché? Semplice, veniva contenuta nelle tasche e non si perdeva durante il lancio. Vi ricordo che per la granata con il manico, l’uso di portarla infilata nella cintura è perché era pratico. Vi era un porta granate apposito ma pochi l’ho avevano e ancora meno chi lo usava.

 

Pertanto, il problema di sempre è quello che il lancio del paracadutista, deve essere fatto a quote basse, bassissime per non farsi ammazzare come un’anatra mentre discende a terra. Il lancio di guerra, all’ora come oggi è tarato a 100/120 metri dal suolo. È considerato il tempo minimo che occorre al paracadute per frenare la caduta e i parà libici ne hanno fatto le esperienze. Grande BALBO precursore di molte idee…

 

Un altro problema di sempre è che la calotta del paracadute , ha molte funi e in caso di turbolenze, errato modo di uscire dalla porta di lancio o errata apertura della calotta stessa, vi potrebbe capitare che una fune si impigli nell’equipaggiamento che avete indosso.

L’unico modo che avete per uscire dal problema è di tagliare la fune con la conseguenza che la caduta potrebbe essere dura.

 

Tutto questo ci dice, che il lancio deve essere pulito per aiutare il nostro Fallshirmjagers a giungere a terra sano. Non stò considerando le asprezze del terreno quali il vento al suolo, i sassi, i dirupi, i canali di irrigazione, ecc…

Ma un soldato in guerra lo vuoi lanciare disarmato? Ma certo che no, per questo gli hanno lasciato la P38 e il pugnale. E le armi?

Lanciate insieme all’equipaggiamento in un contenitore. Per individuarlo facilmente, i geni, hanno ben pensato che se tutti avevano un paracadute bianco, per le armi ci volesse un colore vivace, di facile individuazione come il rosso!!!

 

I difensori australiani e greci, capito del perché tutti i tedeschi corressero verso quei contenitori, hanno iniziato a bombardarli e a tenerli sotto il tiro delle mitragliatrici. Anche i lanci successivi non hanno portato a nulla, anzi peggio. Proprio perché la confusione a terra era tale e che i non combattenti del Commonwealth erano in maggioranza, appena vedevano un paracadute rosso vi si gettavano a prenderlo e le stesse armi venivano girate contro a chi doveva essere il destinatario.

 

Maleme, La Canea, sono stati gli aeroporti dove vennero lanciati i tedeschi nella loro prima vera grande entrata in guerra. A terra si comportarono come leoni ma i pochi che sopravvivranno si ricorderanno per sempre delle perdite subite. Mai più i tedeschi useranno un grande lancio di massa. Anche quando ne avevano l’opportunità. Per occupare a volte una postazione, usavano i sassi prelevati dai muretti a secco, mentre altri prendevano dai compagni caduti le armi e le cartucce.

 

Visto quanto accaduto, il Regio Esercito che aveva già in addestramento i Leoni della Folgore a Viterbo, apprese della lezione e fece addestrare i parà a lanciarsi con un contenitore specifico con la propria arma. Dal 1941 la stessa tecnica è identica. Una volta lanciatosi nel vuoto, il paracadutista controlla la perfetta apertura della calotta e dopo di che, sgancia la fune del contenitore e questo cade a 5 metri sotto di lui.

 

Faccio notare che nei lanci di guerra non è previsto il paracadute di riserva. Perché? Non hai il tempo di aprirlo. Sei a terra fra gli 8 e i 10 secondi dopo il lancio. Lanciandosi così in basso, non hai neppure il tempo di dirigere la caduta cui la calotta perfettamente tonda, non ti permette nessuna manovra. In tempi moderni le funi di vincolo di danno l’opportunità di piccoli cambiamenti ma a quei tempi potevi solo pregare o bestemmiare.

 

Il discorso di usare l’arma durante la discesa, è venuta a noi italiani e come? Adottando il mitra Beretta da assalto MAB di un caricatore da 10 colpi. Questo, per agevolare l’uso durante la discesa, e il ridurre l’ingombro nella caduta.

 

Anche gli americani con i loro Thomson e gli inglesi con i loro Sten fecero altrettanto per soddisfare le esigenze dei paracadutisti perché? Un’anatra che vola è un bersaglio facile ma se ti spara addosso, è difficile che riesci a prendere bene la mira.

Se durante la discesa lanci una bomba, beh… Non conosco nessuno che abbia avuto l’idea di farlo altrimenti, avrebbero inventato elmetti per le palle!!!

 

Cosa differenzia un paracadutista da un fante? Lo spirito di corpo, l’equipaggiamento, l’adattamento al sacrificio.

Ecco alcune strofe di una celebre canzone:

 

Come Folgore dal cielo..

Come Nembo di tempesta..

Precediamo la vittoria..

..

..

E giù nell’infinito..

Per vincere o morir…

 

 

I trattati sono una norma che specificatamente stabiliscono il modus operandi…

 

Se durante un assalto, catturi un prigioniero e questo potrebbe rallentarti o peggio ostacolarti, semplicemente lo ammazzi.

Se ti servono delle informazioni veloci e hai poco tempo, lo torturi.

Se vuoi rapidamente sfollare un bunker, gli lanci una bomba al fosforo.

Se sei sicuro che un guerrigliero non torni a combattere dopo che lo hai ferito, vuol dire che hai usato un proiettile DUM DUM.

 

Ricordate le richieste dei tedeschi nella prima guerra mondiale? Se gli americani avessero tolto dalle mani i loro fucili a pompa, essi stessi non avrebbero più usato i gas.

Nella prima come nella seconda, se catturavi un soldato e questi lo trovavi con indosso la baionetta seghettata, si era autorizzati a sparargli immediatamente.

Se usavi una mazza ferrata, chiodata o la vanghetta affilata come un rasoio, non ti dicevano nulla o quasi..

Contro i paracadutisti, installi i famosi asparagi di Rommel, allaghi le campagne, mini i campi, stendi reti di filo spinato (a un metro e mezzo da terra così se ci cadi in mezzo addio ai gemelli di famiglia)...

 

Tutto questo per dirvi, che in amore e in guerra è tutto lecito tranne il passare informazioni al nemico facendo la spia.

Modificato da maxtaxi

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Mi ero sempre chiesto come mai avessero disegnato un'impugnatura così inclinata che può andare bene solo se spari dal fianco senza mirare..non avevo pensato che lo avessero fatto per sparare mentre scendi con il paracadute ed effettivamente hai il polso flesso che guarda per terra!! Certo che bisogna prorio essere cervellotici perchè se questo è vero è vero anche che dovresti sparare con una mano sola e non con due...ma probabilmente Hulk ce l'avrebbe fatta a impugnare 5 kg di affare che ti balla a raffica negli 8-10 secondi di discesa in paracadute con una mano sola :rolleyes:

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Ospite maxtaxi

Mi ero dimenticato di dire che dal FG42 deriverà nel tempo l'M60 americano.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Scusa vedi calarti su di te 2000 uomini e per iniziare ad abbaterli devi aspettare che tocchino terra?

 

teoricamente si.

Mi sembra che, più che un'atto di cavalleria, sia descritto nella convenzione di ginevra di non sparare a un paracadutista in discesa.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×