Jump to content
easy

F-35 Lightning II - Discussione Ufficiale

Recommended Posts


Ci risiamo ... :wip41:

 

U.S. Air Force F-35s at Luke AFB, Arizona, are back in the skies after a spate of so-called physiological episodes (PEs) caused the service to ground the aircraft this summer, but the troubling events have continued across the service’s F-35 fleet, with pilots reporting tingling fingers and other symptoms that indicate hypoxia five separate times since flights resumed at Luke.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si parla però genericamente di PEs (Episodi Fisiologici) e non di ipossia, perché non par proprio che manchi ossigeno nel sangue. Al limite c’è un eccesso di anidride carbonica (ipercapnia), alla base del quale però ci possono essere diverse cause.
Al netto di interventi effettuati sull’hardware, nei mesi scorsi si era parlato di fattori psicosomatici e di gas di scarico che finivano in cabina, ma il ripetersi degli eventi farebbe pensare ad altro e che comunque gli interventi siano stati solo tali da alleviare i fenomeni, ma non da farli sparire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, è la prima volta che posto in una discussione del forum che seguo assiduamente. spero di non dire sciocchezze ma Mi incuriosiscono molto questi episodi di ipossia sugli f-35: da quanto ne so impianti ad ossigeno sono in uso da settantanni. Ho letto gli interventi precedenti al riguardo, non è strano che su un aereo Così avanzato abbiano dei problemi sullimpianto oppure sul software di un sistema così basilare? O se è un problema di addestramento e di procedure a terra non è altrettanto strano che si verifichino su durante lo sviluppo del calcio più moderno dellusaf, data anche la durata prolungata della fase di sviluppo (cioè, ci dovrebbe essere stato il tempo di mettere a punto le procedure al riguardo)Sui caccia precedenti questi problemi erano frequenti? Lf-35 ha sistemi innovativi anche nei supporti Vitali? Oppure è un normalissimo bug per un aereo nuovo e se ne parla molto per via della particolare attenzione mediatica sul mezzo (propendo molto per questultima opzione)? Scusate per la lunghezza del papiro ma ho poche nozioni tecniche e mi devo spiegare un po a braccio.

P.s. Scusate lortografia, litigo con lo Smartphone, la prossima volta scrivo dal computer.

Edited by Calliope

Share this post


Link to post
Share on other sites

Azzardo una risposta, poi qua c'è gente più competente che potrà approfondire...

 

Allora, premessa: gli sporadici episodi di ipossia non riguardano solo l'F-35. Ci sono stati, che io sappia, parecchi casi sugli F-22 ed alcuni anche sui Super Hornet. Ovviamente, come di consueto, quel che riguarda F-35 viene pubblicizzato in lungo ed in largo mentre gli episodi accaduti sugli altri velivoli li trovi solo sulla stampa specializzata e spesso nemmeno lì...

 

Premesso questo, c'è stata effettivamente una grossa innovazione nei sistemi di supporto vitale negli ultimi decenni. Fino grosso modo agli anni '90 (mi pare) sui velivoli tattici si usavano sistemi LOXC ovvero Liquid Oxygen Converter, praticamente delle bombole di ossigeno liquefatto collegate ad un sistema che lo vaporizzava pian piano e lo mandava al pilota. Questi sistemi erano semplici ma avevano alcuni grossi limiti, soprattutto la durata limitata della provvista di ossigeno ed il fatto che dopo ogni missione le bombole di ossigeno liquido andavano smontate e mandate ad un impianto apposito per la ricarica.

 

Per superare questi limiti negli anni '90 si è iniziato ad usare i sistemi On Board Oxygen Generation System (OBOGS). Questi sistemi (semplificando molto) estraggono ossigeno direttamente dall'atmosfera con un sistema mol-sieve. Avendo due letti mol-sieve paralleli in configurazione duty/regeneration questi sistemi hanno un'autonomia estremamente lunga, di fatto non vanno ricaricati. Certo prima o poi i letti mol-sieve andranno sostituiti, ma si parla di centinaia di ore di utilizzo come minimo.

 

Qui trovi qualche dettaglio in più:

 

https://aerocontent.honeywell.com/aero/common/documents/myaerospacecatalog-documents/Defense_Brochures-documents/Life_Support_Systems.pdf

 

Oggigiorno molti velivoli usano questi sistemi (il Typhoon per esempio); i sistemi LOXC sono rimasti, ma in forma ridotta come backup per le emergenze. Questo è quel che ti posso dire con certezza.

 

Sulle cause di questi possibili problemi di ipossia (dato che a quanto pare i sistemi di monitoraggio installati di recente non stanno rilevando effettive carenze di ossigeno non si è nemmeno certi sia stata veramente ipossia) non saprei dirti. Ricordo che quando erano avvenuti sui Raptor alla fine si era trovato un difetto di progettazione in una valvola sulla tuta dei piloti, ora per i Lightning stanno indagando e cercando di trovare una causa. l fatto è che sono episodi talmente sporadici che è difficilissimo trovare le possibili cause. Se, diciamo, ne avvenissero una ventina in un giorno e tutti sopra una certa quota sapresti che a quella quota subentra un problema. Se ne hai 3 in 5 mesi e non sei neanche sicuro che sia veramente ipossia, hai pochino su cui lavorare.

Edited by ShadowRider

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille Shadow, sapevo che sarei stato inondato di conoscenza! Molto molto interessante. In effetti potrebbe anche essere un problema del software di controllo del sistema, relativamente facile da correggere, come suggerito da altri utenti. Gioie e dolori delle tecnologie digitali. È comunque sorprendente come questi sistemi di estrazione dellossigeno riescano, evidentemente, a catturarlo anche ad alta quota.

Grazie mille Shadow, sapevo che sarei stato inondato di conoscenza! Molto molto interessante. In effetti potrebbe anche essere un problema del software di controllo del sistema, relativamente facile da correggere, come suggerito da altri utenti. Gioie e dolori delle tecnologie digitali. È comunque sorprendente come questi sistemi di estrazione dellossigeno riescano, evidentemente, a catturarlo anche ad alta quota.

Share this post


Link to post
Share on other sites

The Defense Department plans to ramp up production of the Lockheed Martin F-35 Joint Strike Fighter despite serious sustainment issues that have drawn out repair times and grounded jets, according to a recent government watchdog report.
Jets could not fly 22% of the time between January and August in 2017 due to spare parts shortages, according to a Government Accountability Office report released this week (*).
Depot repairs are six years behind schedule, precipitating an average parts repair time of 172 days, twice the programme’s objective.

Parts procurement takes two to three years, including a lengthy contracting period followed by additional time to produce parts.

 

(*) ... F-35 Aircraft Sustainment - GAO Report - October 2017 ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ancora dalle formiche :

 

sembra che gli F35 italici abbiano partecipato alla Joint-Stars

 

http://formiche.net/gallerie/joint-stars-2017-la-piu-grande-esercitazione-interforze-delle-forze-armate/

 

ma il fotografo ufficiale ... non li ha visti :asd: .

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Calliope: In realtà l'aria 'grezza' viene spillata dal flusso freddo del motore. Il vantaggio è che così l'aria ha già la pressione che ti serve per far funzionare il circuito (prendendola dall'esterno ad alta quota dovresti comprimerla) con lo scotto di doverla filtrare da particolati e altra roba che non fa bene ai polmoni...per il resto i letti mol-sieve sono molto efficienti. E' tecnologia che nel chimico e nella raffinazione si usa da decenni ed è stata raffinata sempre di più - oggigiorno arrivi a 'catturare' anche frazioni minuscole del gas di partenza.

 

@Base #1075: nessuno mette in dubbio le capacità di Israele (quanto meno non io) ma parlare di 'stravolgimenti della cellula' e di 'macchine completamente diverse' mi pare una grossa esagerazione, oltretutto non è chiaro da dove venga questa informazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

@Base #1075: nessuno mette in dubbio le capacità di Israele (quanto meno non io) ma parlare di 'stravolgimenti della cellula' e di 'macchine completamente diverse' mi pare una grossa esagerazione, oltretutto non è chiaro da dove venga questa informazione...

La riportavo solo per dovere di cronaca... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque degli spotter in zona Cameri parlano di lungo volo di prova di BL-01 poco fa, con decollo corto, touch & go, manovre in hovering ed atterraggio verticale... :okok:

Edited by ShadowRider

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Gli occhi della guerra", di Fausto Biloslavo, l'appendice de "il giornale" cioè quelli che dormono con la foto di Putin sul comodino sperando che ci riporti agli antichi fasci ... ehm ... fasti.

SIamo su questi livelli:

 

Il MiG-29 era un aereo estremamente manovrabile e letale rispetto a quelli utilizzati negli anni Novanta del secolo scorso. I suoi missili Archer AA-11 erano i più sofisticati a causa della loro capacità di bloccare i bersagli, e questo lo rendeva molto più pericoloso di qualsiasi altro aereo da guerra statunitense. Vantaggio che l’aviazione russa ha perso pochi anni più tardi, quando il Pentagono introdusse il missile AIM-9X nel 2003 e i nuovi sistemi montati sul casco dei piloti. Un miglioramento che molti hanno visto come una conseguenza delle analisi degli apparecchi russi acquisiti in quegli anni dalla Moldova, tanto che da parte di Washington la strategia di acquistare altri modelli aerei nelle ex repubbliche sovietiche o ex alleate di Mosca non si è fermato. A cavallo degli anni Novanta e Duemila, il Pentagono acquistò ulteriori aerei di origine russa dai governi di Bielorussia e Ucraina, versando nelle loro casse decine di milioni di dollari e sfruttando la debolezza diplomatica della Federazione Russa degli anni successivi al crollo dell’Urss.

Nel 2009, il Pentagono ha voluto ripetere la procedura, questa volta acquistando due jet russi Su-27 dall’Ucraina: modelli che rappresentavano già a quel tempo rivali veramente difficili per gli F-15. I modelli Sukhoi russi, infatti, avevano dimostrato di essere più efficaci dei loro concorrenti statunitensi in numerosi test messi in atto dal ministero della Difesa Usa, e così il Pentagono decise di comprarli da Kiev. Le notizie sull’accordo tra gli Stati Uniti e la Forza aerea dell’Ucraina sono apparse sul sito Internet di strategia Strategypage.com. Il sito ha detto che i Su-27 della Russia erano tecnicamente simili ai jet F-15, ma più economici e soprattutto in grado di mettere in serie difficoltà, ancora una volta, le forze aeree degli Stati Uniti, costringendo quindi gli ingeneri del Pentagono e delle aziende produttrici a modificare i propri mezzi per riuscire a diminuire il gap tecnologico e di costi rispetto a quello degli aerei da guerra di Mosca


Quindi gli USA avrebbero acquistato i flanker per ridurre il gap tecnologico... nel 2009 ... con Raptor già in servizio e lightning in cantiere.

Altro pezzo, intitotato "il terminator di Putin", si parla di SU-35:

 

 

Mosca, infine, spera di pubblicizzare con la comprovata esperienza di combattimento il suo caccia, già venduto ai cinesi. Ad oggi non è chiaro quanti caccia da superiorità aerea i russi abbiano in Siria. I Su-30 ed i Su-27SM hanno una limitata capacità di autodifesa. Diverso il discorso per i quattordici Su-34 Fullback, armati con equipaggiamento aria-aria (AA-10 “Alamo” e AA-11 “Archer”). I Su-34 possono colpire obiettivi aerei nemici ad un massimo di 60 chilometri di distanza. I russi, infine, in Siria hanno una forza di caccia intercettori Sukhoi Su-30 per scortare tutti i velivoli impegnati nella Repubblica Araba. Il Su-30 è comunque un sistema globale più capace rispetto al Su-35 per la presenza di un secondo membro dell’equipaggio che aiuta ad alleviare il carico di lavoro dell’equipaggio durante le operazioni aeree.

Abbiamo nell'ordine:

SU-35 con comprovata esperienza in combattimento. (EH?!?!?!)

Su-30 e 27SM con limitate capacità di autodifesa.

 

e ciliegina sulla torta "il su-30 è meglio del su-35 perchè c'è il secondo pilota" ma 2 righe sopra avevano screditato il su-30 per le limitate capacità di autodifesa. In pratica dicono che globalmente il Su-35 è inferiore al Su-30 che a sua volta ha limitate capacità di difendersi. Insomma... avete capito di chi e cosa parliamo no?

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Gli occhi della guerra", di Fausto Biloslavo, l'appendice de "il giornale" cioè quelli che dormono con la foto di Putin sul comodino sperando che ci riporti agli antichi fasci ... ehm ... fasti.

 

SIamo su questi livelli:

 

Quindi gli USA avrebbero acquistato i flanker per ridurre il gap tecnologico... nel 2009 ... con Raptor già in servizio e lightning in cantiere.

 

Altro pezzo, intitotato "il terminator di Putin", si parla di SU-35:

 

 

Abbiamo nell'ordine:

SU-35 con comprovata esperienza in combattimento. (EH?!?!?!)

Su-30 e 27SM con limitate capacità di autodifesa.

 

e ciliegina sulla torta "il su-30 è meglio del su-35 perchè c'è il secondo pilota" ma 2 righe sopra avevano screditato il su-30 per le limitate capacità di autodifesa. In pratica dicono che globalmente il Su-35 è inferiore al Su-30 che a sua volta ha limitate capacità di difendersi. Insomma... avete capito di chi e cosa parliamo no?

prima sorpresa: Il Giornale, dovrebbe guardare a destra, come fa a pubblicare "notizie" del genere senza controllarle.

seconda sorpresa: le cose scritte da Biloslavo non superano neanche un controllo di coerenza elementare, dall'inizio alla fine della frase. (come è possibile che all'inizio del ragionamento i Su-27/30 abbiano una limitata capacità di autodifesa, e poche righe dopo surclassino i Su-35. Sembra il risultato di una ricerca frettolosa e neanche troppo approfondità sulla rete relativamente al confronto (sulla carta) tra caccia USA e caccia Russi. Mi chiedo come faccia a fare il reporter se non controlla le fonti di quello che scrive

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'effettiva superiorita', limitata al close combat, del casco del Mig-29, fu verificata coi i Mg-29 ex DDR, nei primissimi anni 90.

Gli acquisti successivi rientrano in un normale "investimento" per avere degli aggressor identici a quelli reali e sicuramente per poterne trovare i punti deboli, ma non credo proprio che la USAF avesse bisogno di aerei russi a meta' anni 90 per migliorarsi in un contesto oramai ben lontano dal close combat.... (comunque sono off topic.. :P)

Edited by nik978

Share this post


Link to post
Share on other sites

D'altronde il POTUS sta per recarsi da quelle parti non proprio calme di recente. Cè un bel po di roba ora li oltre agli F-35.

Edited by fabio-22raptor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Presumo 3f iniziale pure loro.

Quindi anche l Usaf ha operatività piena?

 

Penso che le due frasi stridano un tantino fra loro…

Ormai è una questione di lana caprina e stiamo girandoci intorno da fine agosto, quando è stata comunicata la notizia dell’arrivo ai reparti dei velivoli con la 3F...

 

http://www.aereimilitari.org/forum/topic/2565-f-35-lightning-ii-discussione-ufficiale/page-343?do=findComment&comment=323595

 

...per non dire da prima con tutte le elucubrazioni fra 2B, 3I e 3F...

Avere la 3F a bordo non significa essere pienamente operativi: primo, perché si tratta di una release iniziale e secondo perché ad essere pienamente operativo non è l’aereo, ma il sistema e del sistema fanno parte anche le persone che si devono addestrare ad operare con le nuove capacità rese via via disponibili, cominciando a farlo anche nei rischieramenti in zone calde.

Possono impiegarlo in caso di necessità? SI.

Può far tutto quello che la 3F gli consentirà di fare? NO, altrimenti il GAO non scriverebbe pagine di rapporti e i detrattori avrebbero più tempo per altri interessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...