Jump to content
Sam

Eurofighter Typhoon - discussione ufficiale

Recommended Posts

credo che l'ef2000 sia il caccia che più mi affascina..non solo dal punto di vista estetico ma anche per le sue incredibili caratteristiche e funzionalità!!

:okok:

Edited by eagle-mav

Share this post


Link to post
Share on other sites

vi ricordate il pilota francese che aveva sostenuto che ad al dhafra i rafale avesse abbattuto facilmente F-22 ed eurofighter??

 

qui su questo forum è stato postato l'articolo di air force monthly in cui si rimangia tutto, è utile leggerlo perchè fa un pò di luce su come si sono svolte le esercitazioni

 

http://www.militaryphotos.net/forums/showthread.php?137433-Rafale-News/page131

Non ho capito se si afferma che il Rafale abbia vinto contro il Typhoon 8:1. Mi potete chiarire la situazione?

Share this post


Link to post
Share on other sites

l' 8-1 è riferito a un'altra esercitazione di cui non si sapeva nulla,tralaltro non mi fiderei di questo riferimento, il pilota ha già dimostrato di sparare risultati a caso

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate per quando è previsto il raggiungimento delle piene capacitàò dell'efa ???

e cosa si intende per piene capacità ?

p.s. vi chiedo scusa se questa domanda è stata gia fatta in precedenza

Edited by topogun

Share this post


Link to post
Share on other sites

L' Eurofighter, essendo un progetto come al solito costosissimo, molti stati che lo hanno acquisito hanno preferito "rateizzare" l' adeguamento dei sistemi ( principalmente d' arma ) del velivolo, in modo tale da ammortizzare i costi in un lasso di tempo maggiore.

Il che non vuol dire che l' Efa sia un caccia sottopotenziato.

L' Ef 2000 nella situazione attuale può svolgere tutti i compiti aria aria esistenti, dallo scramble alla ricognizione,a livelli eccezzionali, almeno per quanto riguarda la nostra Ami, che è stata la prima a renderlo operativo.

Discorso diverso si ha per l' attacco al suolo, dove alcuni paesi del consorzio vogliono un Efa che sia anche bombardiere ( GB e Germania ), il che dopo numerosi upgrade al softwere possono utilizzare l' Efa per l' interdizione.

Negli esemplari Italiani, non ci sono problemi da questo punto di vista dato che l' italia ha scelto di dotarsi dell' efa solo per la difesa dello spazio aereo.

Stando alle parole dei piloti e degli specialisti che quotidianamente operano con l' Ef 2000, non ci sono delle mancanze di sistemi necessari per l' operatività del velivolo, più che altro per il loro aggiornamento che avviene in modo alternato per i soliti problemi di soldi.

I nostri Efa hanno già da tempo raggiunto le piene capacità operative, ( 2005 ) altro scopo è parlare degli aggiornamenti necessari per mantenere il velivolo un passo davanti agli altri, che, come sappiamo costa molto ed è questo che stanno facendo gli stati europei un pò alla volta.

Uno degli ultimi passi fatti è l' arrivo ai reparti dei caschi visori di ultima generazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie mille delle delucidazioni ma io intendevo quali saranno i sistemi da integrare sull'efa e quando (es.radar ad apertura sintetica,spinta vettoriale ecc...)

lessi qualche tempo fa che l'efa doveva essere dotato(non so quando)di doppia deriva o dell'eliminazione completa (della deriva) quest'ultima potrà influire sull'rcs dell'efa e sarebbe possibile mantenere "l'agilità"dell'efa anche senza derive ?

cmq grazie lo stesso

Share this post


Link to post
Share on other sites

L' aggiunta dei sistemi a spinta vettoriale e il radar aesa che te citi, molto probabilmente non verranno mai applicati viste le condizioni economiche attuali.

Bisognerebbe sperare in un prossimo futuro più "generoso".

Comunque la ricerca della spinta vettoriale da parte del consorzio continua come anche quella dell' applicazione di diverse tecnologie radar.

Poi ovviamente ogni paese farà come vuole, infatti sulla spinta vettoriale solo la Germania ha reso noto di essere favorevole alla cosa, ma sempre mantenendo i costi limitati.

Quindi per un bel pò abbituiamoci a vedere l' Efa con il Captor meccanico ( il che non è male ), almeno fino alla tranche 3A, dato che è stato ufficialmente dichiarato che gli efa di quel lotto avranno i meccanici.

Per la 3B, ancora non si sa niente, dato che è a rischio la totale commessa dei velivoli.

La storia della doppia deriva, o la totale asportazione dell' unica, è piuttosto inprobabile dato che la struttura del Tifone non permette assolutamente modifiche di questo genere, a meno di riprogettazzioni strutturali alquanto complesse e costose.

Un altro scenario delle infinite possibili di integrazioni dell' Efa, riguardano delle giunzioni in materiale composito tra il bordo d' attacco dell' ala e la parte anteriore della fusoliera, che garantirebbero una maggiore portanza alle basse quote e velocità, il che aiuterebbe per un eventuale attacco al suolo.

Ricapitolando; per gli Spagnoli è anche troppo, gli Italiani lo vogliono sviluppare al massimo per l' Aria - Aria, gli Inglesi enfatizzano lo swing role e i Tedeschi per il ruolo di bombardiere ( per ovvi motivi )

Tralasciando l' Austria che lo utilizza esclusivamente per pattugliamenti aerei, e l' Arabia che con tutti i suoi soldi è un caso a parte, l' Efa deve attenersi a tutte le volontà di tutti i suoi acquirenti, e ci sta riuscndo bene nonostante tutti i problemi.

Chissà se dalla terra di Sandokan arriverà qualche buona notizia.........

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi in poche parole se una nazione acquista l'efa i soldi guadagnati verranno investiti per migliorare la macchina ??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma almeno l'AESA dovrà essere sviluppato visto che era un requisito fondamentale per la gara Indiana , che poi non tutti i paesi lo monteranno è un altro discorso ... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi di tutte le promesse fatte forse neanche una verrà attuata !?!

poi c'è una cosa che non capisco possibile che i paesi partner non abbiano quel minimo da investire per migliorare l'efa ?? e non sono pochi (germania,italia,spagna,G.B.,austria e arabia saudita ) gia con due milioni per uno si integrerebbe qualche cosa no ?? e pensate invece co quattro milioni per uno si arriva a ventiquattro milioni e li si che ci sarebbe molto da integrare... e così "pochi" milioni ad ognuna delle nazioni mica gli toglieresti il pane .

lo sapevo finisco semper per fantasticare troppo però questa è la mia opinione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Son finiti i soldi e, giustamente, quei pochi che ci sono non si buttano per aggiornare un caccia vecchio che il suo lavoro di pattugliamento dei cieli europei può farlo benissimo già così.

Tanto nessuno, tranne l'UK che si doterà di JSF per i possibili impieghi expeditionary, ha la reale esigenza di avere forze armate pronte per un conflitto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Penso che non sia una questione riguardante solo i soldi, ma anche la necessità. C' è la crisi e l' EFA compie bene il suo lavoro anche così. In caso di necessità verrà migliorato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna sempre distinguere tra quello che i paesi del consorzio acquistano e quello che Eurofighter sviluppa per l'estero, un po' come la SAAB con il Gripen-NG. Ora come ora Eurofighter (che rimane un'azienda che deve fare profitti per campare) sta guardando all'export per "rifarsi" del basso potenziale nel mercato interno.

 

Questo vuol dire (e rispondo in particolare a topogun) che un conto sono le tecnologie che i vari consorzi sviluppano (Eurofighter, Euroradar, Eurojet ed EuroDASS) ed un conto sono quelle che i clienti di lancio (ossia i quattro del consorzio) decidono di integrare. Ovviamente se i paesi non investono nel caccia è difficile per le aziende trovare i fondi per sviluppare gli aggiornamenti, ma il fatto che nei concorsi l'aereo sia offerto con tutti i gingilli possibili ed immaginabili (esclusa la tanto desiderata quanto irrealizzabile stealthness) è segno che il know how c'è, ed in alcuni casi anche i prototipi degli "accessori", come nel caso del sistema di ugelli mobili, spesso sviluppati con private financing delle aziende del consorzio che hanno tutto l'interesse (paradossalmente più dei governi) a rimanere al passo coi tempi o superare gli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed il risultato paradossale è che un caccia che si chiama "Cacciatore Europeo" sarà probabilmente più avanzato nella versione Indiana che in quella Inglese , Tedesca  o Italiana 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ed il risultato paradossale è che un caccia che si chiama "Cacciatore Europeo" sarà probabilmente più avanzato nella versione Indiana che in quella Inglese , Tedesca o Italiana

Vero, ma l'importante è anche mantenere la capacità tecnologica di produrre macchine all'avanguardia.

Edited by Tuccio14

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo alla paginetta efa vs raptor...non sapevo che 9 tonnellate di combustibile interno fossero una "big penalty" :lol:

 

invece non sapevo che il raptor non fosse pienamente compatibile col link-16

Share this post


Link to post
Share on other sites

riguardo alla paginetta efa vs raptor...non sapevo che 9 tonnellate di combustibile interno fossero una "big penalty" :lol:

lo sono, se come il Raptor hai qualche problemuccio :asd: di centraggio del peso.

Comunque bella rivista Legolas quando torno a casa me la leggo con comodità :) .

Share this post


Link to post
Share on other sites
lo sono, se come il Raptor hai qualche problemuccio :asd: di centraggio del peso.

problemi tali da eludere il FBW e l'esubero di spinta ed il normale svuotamento dei serbatoi che risolve proprio tale problema??? mi sembra quantomeno inverosimile (considerando che tutti i moderni aerei sono instabili e via dicendo), anche perchè, altrimenti, tutti gli aerei che imbarcano molto carburante, avrebbero problemi di centraggio delle masse.

 

riguardo alla paginetta efa vs raptor...non sapevo che 9 tonnellate di combustibile interno fossero una "big penalty" :lol:

questo fa capire quanto siano buffoni quelli del consorzio :asd:

 

invece non sapevo che il raptor non fosse pienamente compatibile col link-16

e ci credo, usa un nuovo sistema estremamente più veloce, considerando che può fungere anche da mini E-3 ed RC-135.

ribadisco... davvero poco seri quelli del consorzio a cercare di mettere in dubbio anche questo aspetto.

http://www.irconnect.com/noc/press/pages/news_releases.html?d=121273

http://www.raytheon.com/capabilities/products/aesa_comm/

altro che link-16...

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah ecco mi sembrava...però come leggo dal link della raytheon

 

"the capability has been proven in flight tests and is currently in development".

 

la paginetta di eurofighter ha detto in un certo senso il vero (al momento la funzione non è completa)...però mascherandolo con un bel gioco di parole!! dovrebbero andare vendere i frigor agli eschimesi!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quelli del consorzio sono un'pò troppo eccitati per il loro EF-2000 mi pare a me... devono ancora ricevere il casco visore quelli del 9° gruppo caccia del 4° Stormo e il comandante del gruppo ha detto che devono ancora raggiungere il 100% delle capacità della macchina...

Gli F-15C/D Eagle e gli F-15E Strike Eagle verranno aggiornati con nuovi radar rispettivamente con AN/APG-63(V)3 e con AN/APG-82(V)1 offrendo una versatilità operativa 20 volte superiore riferito a questi ultimi..

Caspita gli F-15 avranno radar di ultima generazione ...e quelli del consorzio confrontano l'avionica del loro caccia con quella dell' F-22 ma guardate un pò con cosa saranno equipaggiati gli Eagle figuriamoci i Raptor...guardate questi radar dal sito segnalato da vorthex della raytheon a riguardo al sistema di comunicazione che adottano questi!

I caccia moderni FBW hanno il baricentro spostato non solo l'F-22 dunque...

Ma quale Big Penalty....ma se progettano caccia che abbiano sempre una maggiore quantità di carburante interna o con i CFT!

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites
"the capability has been proven in flight tests and is currently in development".

l'articolo è del 2007... la capacità ora è pienamente operativa ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho avuto il tempo di leggere l'articolo solo oggi pomeriggio. Il discoirso delle 9 tons di carburante ha un senso, è il classico cavallo di battaglia dell'Eurofighter: il nostro aereo ha un rapporto peso/spinta che qualsiasi altro aereo di 4a/5a se lo sogna di notte (nello specifico: EFA:0.5-0.6 Raptor:0.9-1.0), se volete avere le nostre stesse prestazioni (se non avete idea di cosa sia la fuel fraction date un occhiata qui. Solitamente wikipedia può essere non attendibile, ma mi sembra corretta, controllerò sulla Treccani) vi toccherà imbarcare più carburante rispetto a noi, e per competere in manovrabilità (aumentano inerzia e momento d'inerzia) vi toccherà aumentare la portanza (l'ho spiegata veramente male, non sono un'ingegnere aeronautico, studio fisica, ma il concetto grosso modo è quello ;)).

Latest generation of transmit/receiver

modules vs 1990 technology

ah, non avevo dubbi che un'avionica gestita da due processori da 400 MHz l'uno fosse inferiore alle tecnologie attuali, ma non è che forse forse anche il Raptor può fare un upgrade? :asd: (è un pò come l'argomento del datalink...)

 

Sul discorso dei nuovi radar AESA degli F15 vi segnalo, se mai vi fosse sfuggito, che anche i nuovi F16 E-F avranno radar elettronici (o i Superviper, non ricordo). L'EFA si deve dare una mossa se vuole restare al passo coi tempi :) .

 

EDIT: comunque nella tabellina i vari valori sono completamente sballati (almeno rispetto a quelli che conoscevo io)!

Edited by windsaber

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eurofighter: consegnato 250° Typhoon

È andato all’Aeronautica Militare il 250° esemplare costruito del caccia Eurofighter. La consegna - spiega il consorzio europeo in una nota - si è svolta a Pratica di Mare, dove l’aereo è stato preso in carico dal 311° Gruppo del Reparto Sperimentale Volo. L’aereo è il 50° consegnato quest’anno e il 38° monoposto dell’A.M.

 

Link

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra l'altro apprendo da A&D che Alenia Aeronautica ha terminato il retrofit dei T1 allo standard T2 e li ha consegnati all'AMI che li sta progressivamente accettando e re-immettendo in linea operativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...