Jump to content
Avgvsto

Su-47 - discussione ufficiale

Recommended Posts

Su-47_07.jpg

 

La denominazione SU-47 è utilizzata per indicare il modello S-37 Berkut, già conosciuto come S-32.

 

Si tratta di un programma avanzato, della Sukhoy, per un caccia di nuova generazione, destinato a sostituire il Flanker.

 

Essenzialmente il Berkut ha una cellula basata su quella del Flanker, ma con ali di nuovo disegno a freccia invertita.

 

Il caccia ha un peso di 24 tonnellate equipaggiato, è spinto da due turbofan (D30 sul prototipo, AL37 sugli esemplari di serie) con sistema di spinta vettoriale ed ha una velocità massima di oltre Mach 2.

 

E' armato con un cannone da 30 mm ed ha una stiva interna per trasportare missili aria-aria.

 

Il primo volo dell'S-37 è avvenuto nel 1997, e la Sukhoi lo ha testato fino a tutto il 2001 (ridesignanolo SU-47).

 

Di fatto, il SU-47 è meno che un prototipo: è un dimostratore di tecnologia.

 

Le ali a freccia invertite garantiscono una manovrabilità eccezionale, ma sono anche fonte di grossi problemi strutturali, per cui nel 2002 il governo russo ha deciso che la Sukhoi svilupperà il nuovo caccia di 5a generazione (denominato PAK-FA) ma senza le ali a freccia invertite.

 

Il programma PAK-FA prevede un primo volo nel 2006, ma non è certo se la tabella di marcia sarà rispettata, considerata la mancanza di fondi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le ali a freccia invertita rendono più facile una distribuzione della portanza di forma ellittica che avvicinandosi di più al modello ideale di un ala infinita riduce notevolmente la resistenza indotta, e quindi questo si traduce in maggiori velocità e minori consumi.

 

La freccia invertita inoltre Genera instabilità sull'asse verticale quindi maggiore manovrabilità. Per capirci:

Se l'aereo imbarda verso destra, la semiala destra offre maggiore superficie resistente al vento relativo dell'ala sinistra e l'aereo tende a continuare a girare verso destra.

Negli aerei a freccia positiva è l'esatto opposto.

 

La freccia invertita genera grossi problemi di controllo sull'asse trasversale, che con il Su-47 sono stati brillantemente risolti adottando la configurazione con due stabilizzatori, come si vede dall'immagine di Gianni.

 

Mi pare che l'america avesse lanciato un prototipo di caccia a freccia invertita, ma il progetto non è andato in porto proprio per problemi di controllo del beccheggio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si ma allora perchè è stato abbandonato il progetto? la rilevabilità radar è un problema ma può essere attenuata cambiando i materiali e le vernici, e comunque un caccia che consente una tale manovrabilità anche se è visibile ai radar può essere utile, specie se usato a scopi difensivi, ci sono altri problemi dell'aereo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le ali a freccia invertita, proprio per la maggior "resistenza" in manovra cui accennava Davide, impongono alla struttura stress pesantissimi, che possono causare il distacco dell'ala.

 

Il SU-47 ricorre a strutture leggere e resistenti, come le fibre di carbonio, per riguadagnare la necessaria robustezza strutturale.

 

Inoltre, quello che è un vantaggio in un determinato assetto (come dice Davide: imbardo a destra e l'ala amplifica questa manovra) è un grosso svantaggio in un altro assetto (ad esempio: virare repentinamente in senso opposto).

 

Fatti i pro e contro, l'ala a freccia invertita (sperimentata a lungo anche dalla NASA) non sembra avere un grosso futuro: i suoi svantaggi superano i vantaggi, specialmente per aerei destinati a raggiungere e manovrare a grandi velocità.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Su-47 è solo un dimostratore de concept (no è un aereo destinado al servizio operacional e no è armato com chalche cosa). Il prosimo caccia Russo será resultado del projecto PAK-FA. Hanno persone (como il perito en aerei russi Pietr Butowski) che diccano che será un aereo molto parecido com il Berkut, pero con ale convecionale.

 

t509ac.jpg

 

Pero niente è certo, solo che il PAK-FA será un caccia 'heavy' (como le F-15 e Su-27), progettato por Sukhoy e che non volará prima di 2010.

Share this post


Link to post
Share on other sites
La freccia invertita genera grossi problemi di controllo sull'asse trasversale, che con il Su-47 sono stati brillantemente risolti adottando la configurazione con due stabilizzatori, come si vede dall'immagine di Gianni.

Che cosa sono i stabilizzatori??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lo stabilizzatore è una superficie aerodinamica di coda viene chiamato anche superficie orizzontale dei piani di coda.

 

Serve a generare stabilità sull'asse trasversale, per intenderci l'asse di baccheggio, quello che passa tra le estremità alari, quello su cui l'aereo muove il muso in su e giù.

 

L'instabilità su questo asse è data dal fatto che il baricantro dell'aereo è disallineato con il centro di pressione dell'ala.

 

Il baricentro è il punto da dove parte la forza peso, il centro di pressione quello da dove parte la forza detta portanza che sostiene l'aereo.

 

Quindi sono disallineate anche le forze di portanza e peso. Queste forze, moltiplicate per la loro distanza (come se ci fosse una leva) generano un momento torcente (una coppia) che tende (generalmente) a far picchiare l'aereo.

 

per questo viene posta questa superficie deportante in fondo alla coda nelle configurazioni standard,

 

viene invece posta sul muso una superficie portante nelle configurazioni canard, per fare un esempio lampante: l'eurofighter è in configurazione tipo canard.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Qualcuno sa dirmi qualcosa su questo PAK-FA, tempo fa avevo fatto una ricerca su internet ma l'unica cosa che avevo trovato è il ritaglio di giornale già postato qui

Share this post


Link to post
Share on other sites

quindi i problemi visti per il su-47 valgona anche per l'x-29?

Edited by Doiman

Share this post


Link to post
Share on other sites

ciao a tutti

questa foto mostra un dettaglio interessante del su-47 berkut, nella quale vengono evidenziati ben sei alloggiamenti per le armi interne. Ho guardato un po in giro e non ho trovato riscontri in merito. Non so se i sei alloggi possano avere qualche effetto sull'rcs. e sopratutto non mi è chiaro se tale soluzione possa limitare il tipo e le dimensione delle armi trasportabili

s47sn4xt8.th.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

il SU-47 non ha 7 alloggi....a solo un'unica stiva interna con piloni rotanti.....

Share this post


Link to post
Share on other sites

In seguito alle richieste di rispolverare la discussione, fatte in un'altro topic, vorrei postare del materiale che potrebbe essere interessante per gli appassionati di aerei militari.

 

Per rendere meglio l'idea dovrò iniziare da lontano...:

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

A causa degli giornalisti Su-47 è stato considerato come prototipo del aereo della quinta generazione. Mà in realtà era diversamente, si trattava del progetto del caccia imbarcato.

 

Per il 1970, l'Unione Sovietica era una degli ultimi nel mondo ad arrivare alla conclusione che è impossibile essersi considerata una potenza navale, senza portaerei.

Grandi navi antisom con un numero ridotto di aerei con la possibilità di decollo/atteragio verticale non conta...Cosi nel 1977 Unione Sovietica ha iniziato i lavori di progettazione dei veri portaerei con progetti 1143.5, 1143.6 e 1143.7. Il costo del lavoro per creare una vera e propria portaerei e l'aviazione imbarcata è paragonabile soltanto con il costo di creazione della bomba atomica o il lancio del primo uomo nello spazio. Perciò non è sorprendente che le prime navi erano "crude".

In particolare, era chiaro che all'uscita della prima portaerei sovietica Progetto 1143 "Admiral Kuznetsov" la catapulta a vapore non sarà pronta. Nella migliore delle ipotesi, visto i tempi richiesti per la progettazione, riuscivano a installare le catapulte sulla portaerei nucleare Ulyanovsk ("Ульяновск") dove era prevista l'installazione di due catapulte a vapore per lanciare aereo di tipo AWACS Yak-44.

In ogni caso, il funzionamento delle catapulte nelle latitudini settentrionali, con il congelamento costante di vapore stipulava molti dubbi. Cosi, sulle prime portaerei sovietici - "Admiral Kuznetsov" (Адмирал Кузнецов") e "Varyag" ("Варяг") - hanno deciso di applicare un idea originale - decollo dell'aereo da una speciale rampa-trampolino. Dicono che una volta durante la mostra internazionale delle armi al vice-costruttore generale della Sukhoi Oleg Samoilovich (Олег Самойлович) hanno chiesto, qual'è la curvatura della superficie della rampa. "Questo è una delle cose più classificati della portaerei sovietica" - risposto lui. Si è riuscito a scoprire solo che è la curvatura del terzo livello. Quando l'aereo si stacca dalla rampa si trova in un angolo d'attacco perfetto per velocità 180-200 km / h (per il Su-27). La configurazione della rampa era talmente perfetta che gli aerei precedentemente solo "terrestri" come mig-29 e su-25 potevano decollare dalla portaerei.

 

 

Selezione dell'aereo principale per la portaerei sovietica - è quasi un romanzo poliziesco.

Per capirlo, è necessario chiarire che cos'è l'aereo principale imbarcato. Per fare questo bisogna rispondere cos'è una portaerei sovietica, e quali missioni è destinata a svolgere. La portaerei degli Stati Uniti - prima di tutto è un'unità navale d'attacco, dove aerei da caccia hanno un ruolo secondario della copertura aerea. Il gruppo principale dello stormo sono due ali di aerei d'attacco - bombardieri. In Unione Sovietica alle portaerei hanno assegnato il ruolo di una gigantesca nave di difesa antiaerea che ha il compito di difendere i gruppi navali dagli attacchi aerei. Però bisogna dire che sono stati iniziati i lavori per la versione imbarcata del Su-25 e altri elementi mancanti dell'aviazione imbarcata come elicotteri di salvataggio e AWACS (yak-44E).

Mà l'intrigo principale era - chi dei due, Mig-29 o Su-27 prenderà il posto principale sulla portaerei. Inizialmente si pensava di usare 18 MiG-29, 18 Su-27, 16 elicotteri Ka-27 compresi 3 di locazione e 2 di ricerca - salvataggio. MiG-29K doveva difendere lo spazio aereo in una zona vicina alla portaerei e distruggere le navi avversari vicine mentre il Su-27 doveva operare alle distanze piu lunghe per difendere il gruppo navale dalle minacce aeree. Dopo però, hanno deciso di diminuire la quantità dei tipi di aeromobili. Secondo la logica doveva rimanere il MiG-29K visto che è più piccolo e compatto. Per sconfiggere il concorrente alla Sukhoi hanno fatto l'ala pieghevole, e lo stesso hanno fatto anche alla MiG continuando a conservare il vantaggio....... , alla fine si è arrivato a realizzare schemi esotiche con piegatura a due assi fino a piegare per sino i stabilizatori orizzontali!

Durante le prove sul ponte della portaerei di "Admiral Kuznetsov" sono atterrati Su-27, MiG-29 e anche il Su-25. Tuttavia, ha vinto il Su-27, principalmente grazie al progettista generale della Sukhoi, Mikhail Simonov.

 

-------------------------------

 

Progettazione e sviluppo di aerei imbarcati non si riduce con semplice installazione del meccanismo di ali ripiegabili e gancio. In effetti, l'intera macchina viene riprogettata. Principalmente questo è dovuto al rinforzamento dell'aereo a causa di carichi più elevate durante la fase di atterraggio. Questo come sappiamo comporta ad un aumento di peso il che non è per niente bene, specialmente per un aereo imbarcato.

Quasi tutti gli allori e, rispettivamente, gli ordini per l'aereo di quarta generazione sono andati alla Sukhoi. Quindi, non ufficialmente si diceva che lo sviluppo del caccia di quinta generazione - Progetto I-90 (caccia 1990) il nome del progetto all'epoca - bisogna dare senza concorso alla MiG per mantenere la parità tra i produttori di aerei. M.Simonov inventò una risposta assimmetrica - si è messo d'accordo con la marina militare per la creazione del caccia di quinta generazione imbarcato!

 

-----------------------------

FINE PRIMA PARTE

Share this post


Link to post
Share on other sites

Continua......

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Era chiaro, che i carier sovietici, la costruzione di serie dei quali era prevista tra 10-15 anni avranno bisogno di un nuovo aereo per sostituire il vechio Su-27K(Su-33) e Simonov per quella data lo avrà! Aereo doveva effetuare il primo volo nel 1995, per non pubblicizzare questo ambizioso progetto, l'aereo ha ricevuto la designazione Su-27KM (navele modificato), anche se in comune con Su-27 aveva soltanto il il vetro del cockpit.

 

In quanto aumentare significamente le dimensioni dei carier non era previsto e l'aereo doveva essere multiruolo - doveva poter svolgere le missioni di intercettazione e di attaco che inevitabilmente portava ad un aumento di peso - l'aereo è uscito pesante, con peso massimo al decollo intorno ai 40 tonnelate. Inoltre non vi era alcuna certezza che al momento della produzione della macchina le catapulte sarebbero pronte, e quindi dovrebbe decolare dalla rampa. Nel combattimento aereo doveva superare il suo rivale principale F-14D SuperTomcat. E' stato progettato tenedo conto delle tecnologie "Stealth", cosi' tutto il carico bellico è stato messo all'interno della fusoliera e gli stabilizzatori verticali erano inclinati "all'interno".

 

Dall'inizio la macchina si creava per essere imbarcata (notare: per la prima volta in USSR) quindi aveva molte cose prettamente marini, come ad esempio la cabina del pilota(cockpit) staccabile. Secondo statistiche del combattimento dell'aviazione navale, spesso il pilota muore durante il primo giorno in acqua, perciò il problema di salvezza del pilota non poteva essere risolto solo con seggiolino eiettabile. La cabina staccabile (capsula) garantiva la salvezza del pilota anche se veniva staccata 10 metri sott'acqua con autonomia per un massimo di 3 giorni. Per una maggiore resistenza durante manovre con alti carichi di G, schienale del sedile del pilota era inclinato a 30 °, contro 17 ° dei velivoli precedenti. Era previsto annche un unico ugello orientabile in asse verticale per una maggiore manovrabilità. Insomma, l'aereo si pre anunciava invidiabile. Rimaneva però, un "piccolo" problema: come farlo decolare dalla portaaerei senza catapulta?!

 

----------------------------------

 

E stato inventato un nuovo metodo di decollo che non è mai stato provato prima - decollo balistico. Il suo significato stà nel fatto che l'aereo una volta staccato dalla rampa prosegue come un sasso lanciato, su una traiettoria balistica. Però, a differenza della pietra, con postbruciatori al massimo. Raggiunto una traiettoria di picco, l'aereo inizia a "abbassarsi (sags)" verso il basso arrivando fino a 15 m dalla sommità della traiettoria, ma grazie della velocità crescente e angolo molto elevato di attacco l'ala riesce a "prendere (picks)" la macchina, e nel ramo discendente della traiettoria, piu o meno a livello del punto alto della rampa, la traiettoria balistica si trasformava in volo stabilizzato in salita. Il problema consisteva nel fatto che in un decollo del genere l'ala usciva su altissimi angoli d'attacco si verificava la separazione del flusso d'aria dall'ala e l'aereo semplicemente cadeva in acqua. La soluzione era unica - l'ala a freccia invertita, che ha permesso di uscire sui alti angoli d'attacco senza paura di andare in stallo.

 

002z.jpg

1. traiettoria di decollo Su-33 (normale)

2. traiettoria balistica.

 

La Sukhoi ha già avuto l'esperienza di progettazione dell'aereo leggero - fino a 20 tonnellate - mono motore con ala a freccia negativa - S-22 (rus: C-22). Questo progetto è stato portato alla fase di progettazione dettagliata, è stato rilasciato un set completo di documenti di lavoro, il progetto però è stato congelato in quanto non c'era interesse da parte del Ministero della Difesa. Con questo progetto però, Simonov è riuscito a studiare alla perfezione la soluzione dell'ala a freccia negativa.

 

5750.jpg

 

575.jpg

 

577.jpg

 

L'ala con questa configurazione ha avuto un + aggiuntivo. Mentre tutti aierei imbarcati hanno l'ala che si piega perpendicolarmente alla fusogliera, le ali a freccia negativa si piegavano in avanti occupando meno spazio sulla portaaerei!

 

004lm.jpg

 

luk.gif

 

luk1.gif

 

L'aplicazione dell'ala a freccia negativa sul Su-27KM ha i seguenti vantaggi:

 

• Aumento dell'efficienza aerodinamica durante le manovre a bassa velocità.

• Forza di portanza più elevato rispetto all'ala normale.

• Maggiore raggio di volo subsonico.

• Migliore cotrollabilità a velocità subsoniche.

• Distanza di decollo/atterraggio minore.

• Velocità di stallo inferiore. (velocita con la quale aereo và in stallo)

• Migliori prestazioni antispin.

• Aumento del volume interno nella fusoliera.

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Fine seconda parte

Edited by AlfaAndOmega86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piccolo OT:

Permettimi però di osservare Alfa che le Sky Jump non è che siano questa innovazione e che l'originalità dell'idea vada agli Inglesi, almeno dalle mie fonti.

L'uso della rampa inclinata è un mero ripiego che limita fortemente le capacità di carico del Su-33. E' un peccato che un sistema d'arma potenzialmente formidabile come la portaerei russa e il SU33 siano limitati dalla mancanza di catapulte..

Share this post


Link to post
Share on other sites

Piccolo OT:

Permettimi però di osservare Alfa che le Sky Jump non è che siano questa innovazione e che l'originalità dell'idea vada agli Inglesi, almeno dalle mie fonti.

L'uso della rampa inclinata è un mero ripiego che limita fortemente le capacità di carico del Su-33. E' un peccato che un sistema d'arma potenzialmente formidabile come la portaerei russa e il SU33 siano limitati dalla mancanza di catapulte..

 

Ciao Takumi, guarda che non ho detto che il decollo dalla rampa l'hanno inventato i russi.... quando ho scritto "idea originale" intendevo la curvatura della rampa e il decollo di una macchina pesante come Su-33 dalla portaaerei (relativamente "piccola" sè paragonata a quelli del USA) proprio grazie alla curvatura del trampolino.

Tutto discorso del decollo dalla rampa del carier ho fatto per spiegare la scelta di ala a freccia negativa, in quanto l'ala con una configurazione "normale" non permetterebbe il decollo del aereo di quasi 40 tonnelate dalla portaaerei. ;)

 

Potresti postare la fonte delle informazioni che hai?, li leggero volentieri.

Edited by AlfaAndOmega86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, ma il Su-33 NON decolla grazie allo Skijump (che è ski jump e non sky jump): lo ski jump gli dà solo un "aiutino", in realtà, il Su-33 è un aereo dalle caratteristiche eccezionali e con un'elevata controllabilità alle basse velocità.

Inoltre basta decollare con il Su-33 a pieno carico di armi e munizioni, ma con solo il carburante bastante a decollare e a raggiungere la prima cisterna, per riempire i serbatoi in volo.

Lo ski jump è un adattamento, una trovata per chi per motivi finanziari non può permettersi una classe di vere grandi portaerei (dato che in realtà, costruirne una sola di portaerei serve più a fare bella figura nelle parate navali, o nei grandi disastri in giro per il mondo, piuttosto che a combattere in guerre vere... ).

Lo ski jump serve per dare all'aereo un rateo di salita positivo quando ancora non ha ragiunto la sua velocità di rotazione "normale". Quello che più se ne avvantaggia è il seppur ottimo Mig-29K, non il Su-33. (Anche se senza ski jump il decollo di entrambi da una portaerei senza catapulte sarebbe più una roba da "Mai dire Banzai!", piuttosto che un'operazione da portaerei...).

C'era un thread dove parlavamo della freccia invertita, ma non ricordo più dov'è. Per motivi di sollecitazione strutturale, io non credo che l'ala a freccia invertita si presti molto a portare piloni subalari con carichi appesi, specie missili agganciati alle estremità, quindi un aereo a freccia invertita dovrebbe avere baie interne per le ermi, o è buono solo a divertirsi nelle manifestazioni (che comunque già non è poco).

Edited by Hobo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Takumi, guarda che non ho detto che il decollo dalla rampa l'hanno inventato i russi.... quando ho scritto "idea originale" intendevo la curvatura della rampa e il decollo di una macchina pesante come Su-33 dalla portaaerei (relativamente "piccola" sè paragonata a quelli del USA) proprio grazie alla curvatura del trampolino.

Tutto discorso del decollo dalla rampa del carier ho fatto per spiegare la scelta di ala a freccia negativa, in quanto l'ala con una configurazione "normale" non permetterebbe il decollo del aereo di quasi 40 tonnelate dalla portaaerei. ;)

 

Potresti postare la fonte delle informazioni che hai?, li leggero volentieri.

 

Scusa, probabilmente è stato un fraintendimento mio quando ho letto il passaggio dove dicevi "E stato inventato un nuovo metodo di decollo che non è mai stato provato prima - decollo balistico".Essendo la portaerei russa tracciabile intorno al 1979 dagli occidentali ho pensato che c'era qualcosa che non tornava..Ad ogni modo tutto chiarito :)

 

Il caccia grazie a questa invenzione riesce a decollare nonostante abbia scarsa capacità di sostentamento grazie al fatto che l'energia cinetica orizzontale viene convertita in componente verticale andandosi a sommare alla portanza.

 

___________________________________________________________

 

Purtroppo non ho lo scanner per postarti un pò di articoli che avevo.

Ti posto qualche link trovato su internet cmq:

http://wapedia.mobi/en/History_of_the_aircraft_carrier?t=3.

 

http://books.google.it/books?id=PdQDAAAAMBAJ&pg=PA104&lpg=PA104&dq=invention+ramp+ski+jump&source=bl&ots=W8qS_-5fKi&sig=cuqHVP4ReNm-hiygi61RkB-e6FQ&hl=it&ei=XKpGTPPDO9G6jAeRotz1Bg&sa=X&oi=book_result&ct=result&resnum=9&ved=0CDUQ6AEwCDgo#v=onepage&q=invention%20ramp%20ski%20jump&f=false

 

L'onnipresente wikipedia (punto 4.6):

http://en.wikipedia.org/wiki/History_of_the_aircraft_carrier

 

Questo invece è un brevetto per una rampa portatile su camion del 1981.

http://www.freepatentsonline.com/4267991.html

http://www.freepatentsonline.com/4267991.pdf

non ho trovato il link,ma il brevetto per lo skyJump da portaerei sembrerebbe essere il UK patent numero 1475313 (non consultabile in formato elettronico online almeno).

__________________________________________________

 

Un saluto a tutti e mi scuso per OT.Continuiamo a parlare pure del Su-47.

Edited by Takumi_Fujiwara

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quello che so io, lo ski jump serve ad aumentare l'angolo d'attacco dell'ala. A bassa velocità questo serve ad aumentare la portanza a velocità in cui la portanza generata sarebbe toricamente ancora insufficiente per volare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da quello che so io, lo ski jump serve ad aumentare l'angolo d'attacco dell'ala. A bassa velocità questo serve ad aumentare la portanza a velocità in cui la portanza generata sarebbe toricamente ancora insufficiente per volare.

 

Si è così , mi rendo conto che quello che ho scritto è fuorviante. L'obiettivo principale dello SkyJump è mettere l'aereo in aria con l'assetto cabrato in modo da aumentare l'alfa e quindi la portanza.

Grazie della precisazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...