Jump to content

Dassault Rafale - discussione ufficiale


Recommended Posts

Una brutta pubblicità per il Rafale, ma alla fine è il risultato che conta: il Rafale è stato riammesso al bando indiano MMRCA.

A quanto pare l'aereo francese non incontrava alcune specifiche di qualità richieste dall'India, ma in realtà tale vizio era stato solo determinato dal fatto che la Dassault non aveva dato adeguata comunicazione su tali specifiche all'India. La situazione era ovviamente rettificabile: così è stato ed ecco che il Rafale si appresta ad affrontare i duri test climatici dei prossimi mesi...mettendo in campo il suo nuovo radar AESA

 

Rafale’s return. Indian media confirm that assault’s Rafale has been readmitted to the MMRCA competition. The “quality requirements” it had failed to meet reportedly involve information on key systems that was not provided to India, and that issue has apparently been rectified.

 

The Rafale will now participate in MMRCA aircraft trials, and recently gained another boost to its prospects. Thales recently completed flight tests for its RBE2 active electronically scanned array (AESA) radar. The next batch of about 60 Rafales for the French air force and navy is expected to include this radar, and it will also be offered for export

defenseindustrydaily.com

 

PS: ammetto che questo bando mi sta appassionando più di ogni altro...sarà per la rigidità delle specifiche indiane, sarà per la durezza e lunghezza delle prove, sarà per la qualità dei contendenti, ma veramente mi incuriosisce molto sapere come andrà a finire!!!! :D

Link to post
Share on other sites
  • Replies 618
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Sta ovviamente messo meglio (vedi tabella)...   https://it.wikipedia.org/wiki/Eurofighter_Typhoon   Comunque i francesi, ma anche i membri del consorzio Eurofighter, possono girarla e menarla co

Embarghi e sanzioni da parte dei paesi Europei? Guerra fredda con la Gran Bretagna? Mi sa che stai viaggiando un po'di fantasia... A questo punto mettici il rischio di nascita del quarto Reich...

Penso le considerazioni da fare possano andare anche oltre il semplice confronto Rafale-Raptor. Tutto ciò che l’F-15 poteva fare, l’F-22 doveva farlo meglio e in condizioni combat: questo obiettivo s

Posted Images

secondo me più che la qualità dell'aereo, in questo caso conterà più la qualità delle compensazioni industriali e del trasferimento di tecnologia.

 

la cina è oramai in grado di prodursi autonomamente un caccia autoctono j-10, j-11 e j-17 quest'ultimo prodotto anche in pakistan mentre l'india non è stata in grado di superare le difficoltà di sviluppo del tejas.

 

l'india al momento dispone dei su-30 con avionica israeliana che costano circa la metà rispetto a EFA,rafale o F-18 con il budget messo in piedi per l'evento potrebbero comprarsene 200 (invece di 126) il problema è che la russia non trasferisce la tecnologia di radar e motori...anzi ci sono già degli screzi per quanto riguarda la loro inefficenza per la fornitura dei ricambi.

 

quindi penso che il bando sia più per la ricerca di un partner che aiuti lo sviluppo industriale e tecnologico del paese che per la qualità del singolo caccia.

difatti eads e dassault si sono subito dichiarate disponibili (oltre al 100% di trasferimento di tecnologia) ad aiutare l'india a sviluppare il tejas specialmente per quanto rigurdo la motorizzazione,visti i problemi del motore kaveri.

 

E' probabile inoltre che oltre al contratto per i caccia, al vincitore verranno assegnati altri contratti secondari.

 

Da questo punto di vista, i russi sono svantaggiati in quanto non si sono dimostrati partner affidabili.

Gli americani sono spesso rigidi in materia di ToT e recentemente hanno bloccato la fornitura di turbine navali ai cantieri indiani,senza contare che c'è sempre il rischio di sanzioni o embarghi.

gli svedesi non hanno problemi sotto questo punti di vista, ma la loro tecnologia è legata a quella americana e il gripen appartiene alla stessa categoria del tejas.

A questo punto direi che se la giocheranno eads (già presente in india nel settore delle telecomunicazioni) e dassaut (che si è dimostrata efficente nella fornitura/manutenzione dei mirage-2000,caccia molto apprezzato dai piloti indiani)

Link to post
Share on other sites

Facendo seguito all'articolo linkato al post n° 194, http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=223934 , eccovi il link ad un altro articolo in francese, con le particolari richieste degli E.A.U. per acquistare il "Rafale" (si parla, addirittura, di una versione "Rafale +" o "Rafale standard 4" o "Rafale-9"):

 

http://secretdefense.blogs.liberation.fr/d...-de-lavion.html

 

 

Per quello che può valere, inserisco il link ad un post di un noto forum internazionale, dove si fa l'ipotesi che i "Mirage 2000-9" che gli E.A.U. vorrebbero restituire alla Francia in caso di acquisto dei "Rafale", potrebbero essere girati, in egual misura, alla Romania (e sarebbe una bella botta per le nostre ambizioni di cedergli i "Typhoon" della 1^ tranche) e, udite udite, alla Georgia:

 

http://www.militaryphotos.net/forums/showp...mp;postcount=47

Link to post
Share on other sites
  • 4 weeks later...

Per i "Rafale" agli Emirati Arabi Uniti, ormai sembra proprio che sia cosa fatta!!! :adorazione:smilewlafranciaya0.gif:adorazione:smilewlafranciaya0.gif:adorazione:smilewlafranciaya0.gif

 

 

Eccovi il link ad un articolo in italiano:

 

http://www.dedalonews.it/it/index.php/06/2...cifiche-rafale/

 

 

ed il link ad un articolo in francese:

 

http://secretdefense.blogs.liberation.fr/d...re-le-prix.html

Link to post
Share on other sites
Guest intruder

Ecco il commento da aviationweek.com

 

The Rafale fighter could be one step away from securing its first export order, following submittal last week to the French government of final technical requirements for a 6-10 billion euro ($8.3-13.8 billion) 60-aircraft purchase by the United Arab Emirates late last week.

 

Dassault Aviation officials say the document signifies basic agreement on the specifications, permitting the two sides to proceed to negotiation of pricing and financing terms. The French also will have to help find a buyer for the UAE's fleet of 63 Mirage 2000-9 fighters, which the Rafale will replace. Laurent Collet-Billon, head of French armaments agency DGA, says the objective is to sign a contract by year's end. But Dassault Chairman/CEO Charles Edelstenne, mindful of a last-minute loss to the Lockheed Martin F-16 in Morocco in 2008, cautioned "against crying victory before the last whistle blows."

 

The UAE wants an aircraft reflecting the most advanced current Rafale standard, including active electronically scanned array (AESA) radar, Meteor beyond-visual-range air-air missile, Damocles targeting pod, and an enhanced OSF forward infrared search and track system and missile warning receiver. These improvements, including the AESA, are to be introduced into the French armed forces starting in 2012. Meteor integration is slated to begin only in 2013-14 for service entry in 2017-18, but military officials say this date can be moved up if necessary. The UAE envisions replacing its first Mirage 2000-9s in 2013.

 

The UAE is also demanding a higher thrust version of the fighter's Snecma M88 engine to suit the hot-and-high conditions prevalent in the Middle East. A test program for the new powerplant, aimed at raising thrust to 9 metric tons from 7.5 tons currently, was announced in the run-up to last week's Paris Air Show. The main focus of the program is a new high-pressure core design that will begin running in September as part of a package of improvements, known as the Pack CGP-9T, intended to reduce M88 ownership costs for the French armed forces.

 

A demonstrator for the low-pressure part of the engine began testing this spring. The test program would enable the higher-power version to be available within three years of contract signature, Snecma executives say.

 

For the time being, the question of funding the M88 upgrade, estimated to cost 250-300 million euros, remains unresolved. So far, the French government says it has no requirement for the higher-thrust version, which means the UAE would have to pick up the tab - perhaps along with other interested customers like Kuwait, with a similar requirement. But the government had initially dragged its feet at funding the AESA, forcing industry to bear the cost of development through deferral of a six-aircraft Rafale order, only to reinstate the order last year.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
Facendo seguito all'articolo linkato al post n° 194, http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=223934 , eccovi il link ad un altro articolo in francese, con le particolari richieste degli E.A.U. per acquistare il "Rafale" (si parla, addirittura, di una versione "Rafale +" o "Rafale standard 4" o "Rafale-9"):

 

http://secretdefense.blogs.liberation.fr/d...-de-lavion.html

Per quello che può valere, inserisco il link ad un post di un noto forum internazionale, dove si fa l'ipotesi che i "Mirage 2000-9" che gli E.A.U. vorrebbero restituire alla Francia in caso di acquisto dei "Rafale", potrebbero essere girati, in egual misura, alla Romania (e sarebbe una bella botta per le nostre ambizioni di cedergli i "Typhoon" della 1^ tranche) e, udite udite, alla Georgia:

 

http://www.militaryphotos.net/forums/showp...mp;postcount=47

 

La Romania che vuole entrare pesantemente nella nato, prenderebbe aerei come i Mirage degli Emirati (vecchi) che a livello di armamento standard Nato non hanno niente????

 

Mi sembra un po difficile.

Link to post
Share on other sites

Beh i mirage degli emirati e del qatar sono praticamente regalati e sono ancora ottimi aerei, quanto agli standard NATO ce li si può portare senza troppi problemi visto che gli aerei francesi sono concettualmente identici a quelli americani ed europei.

Link to post
Share on other sites
Beh i mirage degli emirati e del qatar sono praticamente regalati e sono ancora ottimi aerei, quanto agli standard NATO ce li si può portare senza troppi problemi visto che gli aerei francesi sono concettualmente identici a quelli americani ed europei.

 

Se li devi portare standard Nato spendi di più, quindi meno regalati, allora perchè non un bel lotto di F-16 o Gripen abbastanza economici e di qualità sicure.

Link to post
Share on other sites
Se li devi portare standard Nato spendi di più, quindi meno regalati, allora perchè non un bel lotto di F-16 o Gripen abbastanza economici e di qualità sicure.

 

 

Anche i mirage 2000 hanno qualità sicure, con la differenza che se il costo di acquisizione è zero un maquillage ti costerà sempre molto meno di un acquisto di aerei nuovi.

Link to post
Share on other sites
Anche i mirage 2000 hanno qualità sicure, con la differenza che se il costo di acquisizione è zero un maquillage ti costerà sempre molto meno di un acquisto di aerei nuovi.

 

Continuo a dubitare, non la vedo così facile trasformare un Mirage in standar Nato, puo darsi vedremo.

Link to post
Share on other sites

Scusate se mi intrometto....ma almeno quando diciamo "standard Nato" siamo sicuri che parliamo tutti delle stesse cose?!

 

Standard NATO allude a tante di quelle cose che è difficile affermare così su 2 piedi se un aereo è conforme o meno a tale requisito.

 

Se per Standard NATO ci riferiamo ad aspetti fondamentali tipo: capacità di inserirsi nella rete di trasmissione dati della NATO o utilizzare i canali comunicativi in uso alla NATO (come il link 16), capacità di aviorifornirsi con le piattaforme in uso alla NATO, capacità di rispettare i livelli di volo minimi richiesti, capacità di rispettare i tempi di rischieramento, capacità di utilizzare carburanti conformi, capacità di usare strutture e istallazioni aeroportuali (hangar, shelter) in uso nella NATO, capacità di essere utilizzati dal comando NATO indifferentemente con altri aerei dello stesso tipo, capacità di offrire sistemi d'arma che rispettino i parametri offensivi stabiliti in seno alla NATO, capacità di inserirsi nell'apparato di sicurezza NATO, etc...

 

Allora in linea di massima ha ragione Dominus: i Mirage 2000 sono aerei conformi allo Standard NATO.

 

Se invece intendiamo il rispetto dello schema mimetico e delle colorazioni previste dalla NATO allora i Mirage 2000 del Qatar e UAE sono fuori dallo standard...

Edited by paperinik
Link to post
Share on other sites
...

Se invece intendiamo il rispetto dello schema mimetico e delle colorazioni previste dalla NATO allora i Mirage 2000 del Qatar e UAE sono fuori dallo standard...

Effettuare un adeguamento di tali elementi, risulterebbe molto costoso?!?!?!

Link to post
Share on other sites
Se per Standard NATO ci riferiamo ad aspetti fondamentali tipo: capacità di inserirsi nella rete di trasmissione dati della NATO o utilizzare i canali comunicativi in uso alla NATO (come il link 16), capacità di aviorifornirsi con le piattaforme in uso alla NATO, capacità di rispettare i livelli di volo minimi richiesti, capacità di rispettare i tempi di rischieramento, capacità di utilizzare carburanti conformi, capacità di usare strutture e istallazioni aeroportuali (hangar, shelter) in uso nella NATO, capacità di essere utilizzati dal comando NATO indifferentemente con altri aerei dello stesso tipo, capacità di offrire sistemi d'arma che rispettino i parametri offensivi stabiliti in seno alla NATO, capacità di inserirsi nell'apparato di sicurezza NATO, etc...

 

Per me è tutto questo, se Dominus mi dice che è cosi, mi fido si lui. La vernice è un aspetto secondario. vedremo i Romeni cosa vorranno fare se comprare un numero X di aerei usati, o comprare un numero minore di aerei più costosi ma migliori.

Edited by -{-Legolas-}-
Link to post
Share on other sites
Posto un video che ritengo interessante;si riferisce al tour del Rafale l'anno scorso negli States

http://www.youtube.com/watch?v=VL8q7Hv-TxI...feature=related

Si vedono alcune sequenze DACT dall'abitacolo di un Rafale B,in cui sta in coda ad un F16 USAF.

Video già inserito nel post n° 115 al link che segue: http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=200189

 

 

--------------------

 

 

Consegnato alla "Marine Nationale", il primo "Rafale F3"!!! :adorazione:smilewlafranciaya0.gif

 

 

Eccovi il link ad un articolo in francese:

 

http://www.corlobe.tk/article15067.html

 

 

ed il link ad un articolo in inglese:

 

http://www.defpro.com/news/details/8500/

 

 

Date uno sguardo anche a questo link:

 

http://www.defpro.com/news/details/5144/

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Eccovi il link ad un altro articolo sulla consegna del primo esemplare di serie di un "Rafale F3":

 

http://www.meretmarine.com/article.cfm?id=110783

 

 

Riepilogando, la "Marine Nationale" dispone, al momento, per quanto riguarda i "Rafale" di:

  • 1 "F3" nuovo di fabbrica (un secondo sarà consegnato entro la fine dell'anno);
  • 16 "F2" che, entro la fine dell'estate, saranno stati tutti portati allo standard "F3";
  • 9 "F1" in naftalina, per i quali si pensa di portarli allo standard "F3" in un arco di tempo dai 12 ai 18 mesi [dovrebbero andare a rimpiazzare i "Super-Etendard Modernisés (SEM)" in via di progressivo ritiro];
  • 1 "F1" utilizzato per esperienze.

Edited by picpus
Link to post
Share on other sites
Quanti Rafale F3 nuovi avraà la Marine Nationale

Come risulta dall'articolo e come, peraltro, si sa da tempo, a termine (nell'articolo si parla del 2022), il numero totale di "Rafale F3" della "Aéronautique Navale" della "Marine Nationale", sarà di 60.

Edited by picpus
Link to post
Share on other sites
Come risulta dall'articolo e come, peraltro, si sa da tempo, a termine (nell'articolo si parla del 2022), il numero totale di "Rafale F3" della "Aéronautique Navale" della "Marine Nationale", sarà di 60.

 

 

Meglio precisare,

 

Ne vorrebbero 60, da consegnare fino al 2018-2020 e per quella data molte cose possono cambiare (vedi budget). Inoltre hanno messo a terra i Rafale F1 (non so quanti).

 

Qunidi un conto è dire quanti ne vorrebbero avere ed un conto è dire quanti ne avranno realmente operazionali il giorno in cui consegneranno l'ultimo Rafale M.

 

:rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:

 

Avessero preso gli F18. Sarebbero costati meno, ne avrebbero potuti avere di + e soprattutto potrebbero mascherare meglio il fatto che la loro aeronavale ha bisogno delle portaerei americane per esercitarsi (vedi il 4° dispiegamento sulla Ike di questi giorni). Non parliamo poi del vantaggio nello sviluppo di nuovi orpelli totalmente a carico degli USA. :thumbdown: :thumbdown: :thumbdown:

Link to post
Share on other sites
Guest iscandar
...Avessero preso gli F18. Sarebbero costati meno, ne avrebbero potuti avere di + e soprattutto potrebbero mascherare meglio il fatto che la loro aeronavale ha bisogno delle portaerei americane per esercitarsi (vedi il 4° dispiegamento sulla Ike di questi giorni). Non parliamo poi del vantaggio nello sviluppo di nuovi orpelli totalmente a carico degli USA. :thumbdown: :thumbdown: :thumbdown:

 

questa affermazione rientra nell'Ucronia o nella Fantascienza pura e semplce??? :rotfl::rotfl:

Link to post
Share on other sites
  • ...
  • 9 "F1" in naftalina, per i quali si pensa di portarli allo standard "F3" in un arco di tempo dai 12 ai 18 mesi [dovrebbero andare a rimpiazzare i "Super-Etendard Modernisés (SEM)" in via di progressivo ritiro];
  • 1 "F1" utilizzato per esperienze.

... Inoltre hanno messo a terra i Rafale F1 (non so quanti).

...

Vedi sopra (ah, già, i post dei francofili non li leggi!!!).

 

 

 

questa affermazione rientra nell'Ucronia o nella Fantascienza pura e semplce??? :rotfl::rotfl:

No, nulla di preoccupante: ordinaria francofobia!!!

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...