Jump to content
Sign in to follow this  
davidecosenza

classifica stati

Recommended Posts

secondo me

us army

esercito cinese

esercito russo

esercito inglese

esercito tedesco

esercito giapponese

esercito italiano

esercito francese

esercito spagniolo

esercito olandese

Share this post


Link to post
Share on other sites

Us Army

Esercito israeliano

esercito inglese

esercito russo

esercito tedesco

esercito francese

esercito italiano

 

 

 

però è una classifica soggettiva, la realtà è composta da troppi fattori per parlarne così

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli stati che possiedono un apparato militare organizzato ed efficiente sia dal punto di vista tecnologico che umano, sono pochi al mondo.

Su due piedi direi:

 

Us Army

Esercito russo (con alcune lacune)

Esercito tedesco

Esercito Italiano / Esercito Francese

Esercito Inglese

Esercito spagnolo

 

I giapponesi possiedono una forza di autodifesa e non d'attacco. Per questo non possiedono un vero e proprio esercito articolato. I cinesi invece assorbono gran parte della spesa militare pagando gli stipendi ai propri militari. Quello cinese è infatti l'esercito più grande del mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

I giapponesi possiedono una forza di autodifesa e non d'attacco. Per questo non possiedono un vero e proprio esercito articolato. I cinesi invece assorbono gran parte della spesa militare pagando gli stipendi ai propri militari. Quello cinese è infatti l'esercito più grande del mondo.

huh>?spiegati..prima parli del giappone e poi della cina...? O_O

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sapevo comunque che l'esercito italiano era tra i migliori al mondo, tempo fà (non ricordo dove) avevo sentito dire che era il 3° più potente al mondo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma Israele??

Ho sentito qualcuno k lo paragonava a quello americano

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ho sentito qualcuno k lo paragonava a quello americano

 

Gli Israeliani sono duri, 50 anni di conflitti, con una potenza prosperosa come gli USA che li supporta con mezzi e quant'altro contribuisce certo a rendere le forze armate tra le più forti al mondo.

 

Israele spende parecchi soldi in forze armate, ora non so la percentuale esatta e, come intuibile, se ti pagano uno stipendio astronomico per tenere in mano un fucile... Voglio vedere se non lo fai bene il tuo mestiere...

 

Anche i servizi segreti, il Mossad, sono i più efficenti in circolazione...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sapevo comunque che l'esercito italiano era tra i migliori al mondo, tempo fà (non ricordo dove) avevo sentito dire che era il 3° più potente al mondo.

3...forse c'era kualke numeretto dopo il 3... :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non credo che si possa rispondere senza tanti distinguo.

Per esempio, le guerre le vincono i Paesi che impiegano meglio le loro truppe. Sembra una banalità, ma Roma, spesso, sul campo di battaglia non aveva una schiacciante superiorità in termini di armamento e, ancora più spesso, l'inferiorità numerica rispetto al nemico era quasi la regola.

Eppure, per circa 200-250 anni, se affrontato in campo aperto, l'esercito romano poteva essere considerato invincibile come, forse, mai nessun altro nel corso della Storia.

 

Inoltre, la guerra, almeno una guerra combattuta "a fondo", "all'occidentale", per capirci, solitamente non la vince tanto chi ha più carri o più soldati o più aerei e navi, ma, piuttosto, chi ha più denaro e riserve da buttare nella fornace e tempo per rimpiazzare le perdite (regola, questa, che non vale quando i contendenti sono grandi ugualmente, ovvio...).

 

Sicchè, credo che la risposta sia falsata per molti aspetti. Per esempio: l'esercito israeliano (Tzahal) è piccolo, in termini assoluti, ma assolutamente formidabile per capacità e armamento. E' sempre stato più piccolo (e, sovente, enormemente più piccolo) di tutti gli eserciti che gli Arabi gli hanno contrapposto in 60 e che, invariabilmente, ha sempre preso a calci in c..o.

 

L'esercito cinese è il più grande del Mondo, senza dubbio. Ma nessuno (tra qualche anno chissà...) si sognerebbe di definirlo più forte di quello USA.

 

L'esercito italiano è pietoso in molti aspetti ed eccellente in altri: Abbiamo 200 Ariete in tutto, per esempio, che sono la punta di lancia della nostra Forza corazzata. Sono, però, anche i carri più scadenti tra quelli più moderni e migliori nel Mondo (forse solo il Leclerc francese è peggio).Insomma: abbiamo il peggiore carro tra i migliori, l'ultimo dei primi. Abbiamo, però, anche i Centauro e i Lince, mezzi che, nel loro genere, sono i migliori del Mondo e il Mangusta, nato come fratello povero dell'Apache e rivelatosi, invece, con "poche" modifiche, eccellente mezzo a prezzo relativamente contenuto. Le nostre Truppe Alpine possono insegnare il mestiere a molti e, dicono, le nostre Forze Speciali (Nono d'assalto e Comsubin) sono alla pari del SAS britannico e del Sayaret Matkal israeliano, cioè del meglio in assoluto (i Navy Seal, per quanto formidabili, stanno dietro).

Il problema è che ci sono pochi soldi (e, spesso, spesi male), pochi mezzi e pochi soldati (soldati veri, intendo. Altrimenti, facciamo come molti Paesi del Terzo Mondo: contano molte centinaia di migliaia di soldati che, in realtà, sono civili con un fucile e basta).

 

Premesso quanto sopra, direi:

 

1.USA

2.Israele

3.UK

4.Russia

5.Cina (in recupero)

6.Germania

7.Francia

8.Italia

9.India

10.Giappone (in forte recupero, anche in funzione anti-cinese)

 

Dimenticavo Taiwan! Fino a qualche anno fà decisamente davanti a Pechino (relativamente a Pechino...), ora non saprei

Edited by Deneb

Share this post


Link to post
Share on other sites

israele farebbe il culo a chiunque....escluso usa e russia credo B-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sembra una banalità, ma Roma, spesso, sul campo di battaglia non aveva una schiacciante superiorità in termini di armamento e, ancora più spesso, l'inferiorità numerica rispetto al nemico era quasi la regola.

Eppure, per circa 200-250 anni, se affrontato in campo aperto, l'esercito romano poteva essere considerato invincibile come, forse, mai nessun altro nel corso della Storia.

I Romani, oltre ad avere un esercito di tutto rispetto, sapevano sfruttare ogni elemento, territorio, condizioni climatiche a loro favore.

 

Non mi stancherò mai di elogiare le loro capacità tattiche, mi spiace.

 

Quando in Gran Bretagna si trovarono contro l'esercito britannico di Boadicea, nella battaglia della strada Watling, si incanalarono tra due colline boscose, la cavalleria ben nascosta in esse, i legionari di fronte al nemico...

 

Quando le truppe britanniche attaccarono cozzarono contro la testuggine romana e una volta tra le due foreste la cavalleria li travolse ai lati. E così 15000 legionari ebbero ragione di un esercito di guerrieri e carri da guerra quattro volte il loro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
huh>?spiegati..prima parli del giappone e poi della cina...?

 

Esatto. Non ci trovo nulla di strano. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
io non credo ke israele in una guerra contro italia o francia o germania o inghilterra avrebbe la meglio a poki uomini e una marina credo non molto efficiente (in paragone a quelle nazioni sopra citate)

pffff....israele contro italia...gia me la vedo! xD

 

hai detto na ka**ata bella e grossa! :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sembra una banalità, ma Roma, spesso, sul campo di battaglia non aveva una schiacciante superiorità in termini di armamento e, ancora più spesso, l'inferiorità numerica rispetto al nemico era quasi la regola.

Eppure, per circa 200-250 anni, se affrontato in campo aperto, l'esercito romano poteva essere considerato invincibile come, forse, mai nessun altro nel corso della Storia.

I Romani, oltre ad avere un esercito di tutto rispetto, sapevano sfruttare ogni elemento, territorio, condizioni climatiche a loro favore.

 

Non mi stancherò mai di elogiare le loro capacità tattiche, mi spiace.

 

Quando in Gran Bretagna si trovarono contro l'esercito britannico di Boadicea, nella battaglia della strada Watling, si incanalarono tra due colline boscose, la cavalleria ben nascosta in esse, i legionari di fronte al nemico...

 

Quando le truppe britanniche attaccarono cozzarono contro la testuggine romana e una volta tra le due foreste la cavalleria li travolse ai lati. E così 15000 legionari ebbero ragione di un esercito di guerrieri e carri da guerra quattro volte il loro.

Quoto.

 

In più, i Romani hanno insegnato che l'esercito, per quanto formidabile (e, il loro, lo era di sicuro) è strumento prezioso, ma fragile. Un problema, cioè, deve essere affrontato e risolto preferibilmente con altri mezzi (e non sto facendo l'elogio del pacifismo più stupido, con "altri mezzi" intendo anche corruzione, omicidio e guerre civili scatenate ad arte). Insomma, l'utilizzo della Forza Armata in ambito politico, con una visione strategica ben definita.

Per questo, infatti, le Province del Nord erano così ostiche: perchè non avendo i Germani delle città degne di questo nome, il controllo del territorio poteva essere soddisfacente solo con delle spedizioni punitive a fini terroristici, quando il denaro della corruzione e il "Divide et impera" non bastavano più.

Lo stesso accadde in Nord Africa con la popolazione nomade dei Nasamoni. Erano difficili da controllare e la loro migrazione continua comportava continui problemi di ordine. Ma, al contrario dei Germani, non erano tanto numerosi e tanto forti e, dunque, con loro si preferì adottare una politica di scientifico genocidio. Brutale, ma il problema venne definitivamente risolto.

 

Al contrario in Oriente, dove Culture cittadine già millenarie coglievano al volo "messaggi" che i Germani non capivano: ai tempi di Augusto, un re cliente del Medio Oriente (forse proprio Erode il Grande) tenne un comportamento che a Roma dispiacque. Fossimo stati in Germania o in Europa avremmo probabilmente assistito ad una spedizione punitiva, qui, invece, si fece muovere una intera legione in pieno assetto da battaglia e la si fece sfilare praticamente sotto le mura della Capitale di quel Regno, con la scusa di un trasferimento di routine (che, ovviamente, di routine non era affatto...).

Il "messaggio" venne immediatamente compreso e tutto tornò tranquillo.

 

Se gli Americani aprissero un libro di Storia romana ogni tanto, credo che si eviterebbero qualche problema...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, sono nuovo di questo forum e questo è il mio primo post.

La discussione in questione è molto interessante, viste anche le pieghe storico-militari che ha finito col prendere!

 

Credo che per stabilire la forza degli eserciti moderni vadano presi in considerazione una molteplicità di fattori tra cui: le capacità industriali (e dunque anche la forza economica) dello Stato; le capacità tecnologiche degli armamenti impiegati; la consistenza numerica della forza armata (le guerre orientali immediatamente successive alla 2a G.M. insegnano! basti pensare alla guerra di Corea o alla guerra in Indocina e qui alla battaglia di Dien Bien Phu); le qualità di addestramento e di comando della forza e, non ultimo, il coordinamento con le altre forze armate (la nostra storia militare della 2a GM ce lo ricorda).

detto ciò:

1)USA

2)RUSSIA

3)UK

4)CINA -ma probabilmente di qui a poco scalerà posizioni-

5)FRANCIA

6)ISRAELE

7)GERMANIA

8)INDIA

9)ITALIA

10)GIAPPONE

Share this post


Link to post
Share on other sites
comunque noi abbiamo il centauro ke ce lo invidiano anke gli americani

Vero, ma non puoi impiegare un Centauro contro un Merkavà.

 

Per esempio, durante l'ultima guerra, avevamo i famigerati carri L3, le "scatole di sardine".

In realtà, questi carri non erano affatto male, anzi erano superiori ai pari tipo inglesi.

 

Ma erano carri da esplorazione. Noi, in mancanza d'altro,li utilizzammo come carri medi. E furono fatti a pezzi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma scusate un attimo...siamo partiti cn una classifica dei maggiori eserciti mondiali e c stiamo trovando a discutere un ipotetico quanto assurdo Israele vs Italia...siamo più o meno alleati e cmq reciproci fornitori di apparecchiature,armamenti e know-how addestrativo!! :okok::okok::okok:

 

ma poi all'inizio la classifica su cosa si basava? mi spiego meglio: cn "miglior esercito" cosa si intende, quantità armamenti, qualità armamenti, tecnologia, addestrameno, mezzi, logistica, capacità di spiegamento????

oppure un mix d tt queste cose? :D

Share this post


Link to post
Share on other sites
quantità armamenti, qualità armamenti, tecnologia, addestrameno, mezzi, logistica, capacità di spiegamento????

oppure un mix d tt queste cose?

 

In pratica dovresti fare una classifica tenendo conto di ognuna di queste cose.

E' chiaro che alla fine, ognuno ha la sua idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ok grazie della precisazione!

ancke se secondo me è sostanzialmente impossibilie ricreare una "classifica" fedele alle diverse caratteristiche dei vari paesi.

se proprio si deve un gran minestrone di tutte le caratteristiche delle varie forze armate mondiali allora si parte restando in europa dato ke i migliori eserciti li abbiamo nel vecchio continente :okok: e gli inglesi sono sicuramente, e non sono solo io a dirlo, i migliori assieme ai tedeschi. gli americani hanno di sicuro la migliore tecnologia dispinobile sul mercato ma anche x questo non possono essere considerati i migliori in quanto il loro addestramento è influenzato in maniera eccessiva da tutti i loro "ammenicoli", senza contare che gli statunitensi non sanno preticamente nulla di guerriglia, controguerriglia e mantenimento dell'ordine in paesi ad alta animosità popolare (dal vietnam a oggi hanno sempre ripetuto gli stessi errori). al contrario gli inglesi e gli italiani in questo settore sono molto più avanti.

 

tolte queste differenze, che però sono proprie di un certo tipo di mentalità e di tradizione, credo che gli eserciti mondiali si possano sostanzialmente attestare su tre posizioni, che poi sono facilmente riassumibili in

1.NATO e principali cooperanti,

2.Russia, che mantiene uno status quo tutto suo, un mix di numeri, addestramento ed esperienza.

3.tutti quei paesi in cui si conta, per ragioni di costi o mentalità ristretta, su numeri altissimi di uomini e mezzi mediocri o peggio.

 

cmq alla fine dei conti se devo esprimere un'opinione io resto convinto che i migliori al mondo siano gli inglesi. sono gli unici che non si sn mai fatti insegnare nulla da nexuno ma ke hanno sempre insegnato, non hanno mai perso una guerra da dopo la guerra dei 100anni e hanno un bagaglio di esperienza al momento pargonabile solo a quello francese (senza però l'ottusità dei transalpini e che li sempre portati a perdere a differenza dei britannici) :okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque sostanzialmente io sarei per questa classifica:

 

1)USA

2)Israele

3)Inghilterra

4)Francia

5)Italia

6)Germania

7)Spagna

 

Russia Cina e India indietro ma in ripresa veloce.

 

 

---------

edit

ho cancellato la parte relativa alla parte inutile

Edited by argonauta

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho cancellato la parte che stava finendo(forse ci era già finita) in una discussione idiota....

 

non azzardatevi a continuare altrimenti potranno scattare gravi provvedimenti...

 

ps visto che era stato chiesto da tanti quanti anni aveva davidecosenza e visto che ho cancellato il mex relativo, ha 21 anni

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...