Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
Berkut

4 diplomatici RUSSI decapitati

Messaggi consigliati

L'ho sentito poco tempo fà al TG1. 4 diplomatici russi sono stati decapitati.

 

Il governo russo stà accertando la notizia...

 

Poveretti...

 

gifanimatabandierarussia48da.gif

Modificato da Berkut

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Decapitati 3, uno, beato lui, ucciso con un colpo alla nuca, non c'è nulla da accertare visto che hanno diffuso il video sul web.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Dai soliti noti, un gruppo affiliato ad Al Quaeda che aveva richiesto il ritiro dalla Cecenia.....a questo punto sarebbe meglio decapitarli e basta visto che Putin non è certo Zapatero

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Notizia flash:

testimoni hanno visto bombardieri della federazione russa bombardare pesantemente la cecenia per vendicare gli attentati che hanno visto la morte di 4 diplomatici russi poichè Putin non si è ritirato dalla cencenia.

 

Apparte gli scherzi (quello sopra me lo sono inventato) non credo che i russi faranno nulla.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Per Ant:

 

Ant, come ti senti a sapere che 4 dei tuoi connazionali sono stati uccisi? Come ti senti?

Non vorresti anche tu sterminarli tutti? Credo che ora hai provato quello che abbiamo provato noi quando abbiamo sentito che sono stati uccisi degli italiani.

 

Comunque, i russi si vedicheranno, spero lo facciano. Hanno il diritto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

vorresti sterminarli tutti????

 

I ceceni sono suoi connazionali...e in ogni caso non puoi sterminarli tutti, anche se spero che la russia ora sia più decisa ad una più forte collaborazione con i paesi della nato per estirpare il terrorismo dalla faccia della terra

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Opssss! Non i ceceni... I terroristi, riferito al messaggio dell'altra discussione:

Che Rabbia!! Li Sterminerei tutti!!

 

Comunque, sì, saranno più duri al combattimento dei terroristi, è poco ma sicuro!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Berkut

Credo che ora hai provato quello che abbiamo provato noi quando abbiamo sentito che sono stati uccisi degli italiani

Cos'e' che dovrei capire Berkut? Dal 1999 ad oggi sono morti quasi 2000 cittadini russi per colpa di terroristi! Non e' certo il primo ne l'ultimo caso del genere!

Vuoi sapere se ho sete di vendetta e se voglio "sterminarli tutti"? NO!!!

Semmai voglio che vada in prigione colui che non ha provveduto alla sicurezza dei diplomatici, voglio che i servizi segreti trovino i terrroristi e li uccidano. Ma non voglio certo bombardamenti a tappeto di Cecenia/Iraq e non voglio nenche che quei terroristi vengano fatti fuori a costo di altre vite innocenti.

Anche perche so che la maggioranza del popolo irakeno e ceceno non hanno niente contro i russi, anzi pensano a noi come a buoni amici e condannano questi delitti.

Nessuno nega che tra irakeni e ceceni ci sono estremisti e terroristi. Ma anche tra italiani, americani e russi ci sono criminali e assasini. E' non un buon motivo perche per questi individui sia a pagare tutto il popolo.

Modificato da Ant

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Guarda che nessuno parla di sterminare nè gli irakeni nè i ceceni.

 

Resta il fatto che il terrorismo è una minaccia per l'integrità nazionale russa, così come è una minaccia per i paesi occidentali.

 

Non si può continuare a ragionare con i terroristi integralisti islamici in termini di giustizia ordinaria (li individuiamo, li arrestiamo, gli facciamo un bel processo con tanto di avvocati): che piaccia o no questi hanno dichiarato guerra all'occidente e a chiunque sia infedele, e la risposta non può essere che di natura militare, con tutte le conseguenze inevitabili del caso.

 

Nè si può dire "voglio che i servizi segreti trovino i terroristi e li uccidano".

 

La frase è bella, molto condivisibile (e non molto etica) ma è del tutto inapplicabile.

 

Il terrorismo islamico ha trovato le sue roccaforti in determinati paesi, come la Libia, l'Afghanistan, l'Iran, l'Irak, la Siria, il Sudan, la Somalia ecc...

Alcuni di questi paesi ora sono "fuori gioco", altri continuano ad assicurare appoggio al terrorismo e ai terroristi.

 

E nessun servizio segreto può penetrare in questo tipo di paesi, a meno che non ci sia già una forte presenza militare d'appoggio o il governo non collabori attivamente.

Voglio vedere come fa la CIA o il KGB a infiltrarsi in Iran e a uccidere i terroristi e i loro mandanti.

O come avrebbero fatto nell'Irak di Saddam o nell'Afghanistan dei talebani.

 

Non riusciamo a infiltrarci in mezzo a loro, ci scoprono subito, siamo troppo diversi.

 

Ricordate che se diamo respiro a questi bastardi, prima o poi affronteremo catastrofi ben peggiori.

Prima o poi faranno saltare una centrale nucleare, o contamineranno un acquedotto, o faranno saltare una bomba atomica.

 

E' solo questione di tempo.

 

Dopo l'11 settembre, non c'è più un ordine di grandezza invalicabile.

 

E rammento che prima dell'11 settembre gli americani non hanno mai preso parte attivamente a nessuna guerra contro l'Islam.

Qui si continua a dire che gli americani "se la sono cercata" ma vorrei che qualcuno mi dicesse il perchè.

Gli americani hanno premuto per il processo di pace fra Israele e Palestinesi come nessun altro è riuscito a fare, e l'unico intervento militare in terra araba è stata la liberazione del Kuwait, su mandato ONU.

Peraltro, paese arabo liberato e riconsegnato al legittimo governo, pure arabo.

 

I terroristi non colpiscono gli americani perchè hanno aiutato Israele, così come non colpiscono i russi perchè hanno invaso l'Afghanistan.

 

I terroristi se ne fregano della causa palestinese, è solo una scusa (infatti tutti i tentativi di pace sono stati puntualmente sabotati) e vogliono esclusivamente imporre la propria religione nel mondo.

 

E siccome le minacce principali a questo loro progetto non sono certo le singole nazioni europee, divise e militarmente poco determinate, ecco che gli obiettivi diventano gli USA (con gli atti di terrorismo che si susseguono da decenni) e la Russia (con il pretesto ceceno), ossia i due paesi che se domani gli girano le balle e decidono di chiudere la partita, lo fanno e basta.

 

Lo scopo è costringere gli americani a rintanarsi nel loro continente, i russi a leccarsi le ferite in Cecenia, e avere mano libera in Europa, per realizzare il grande sogno dell'impero arabo.

 

Europa che, secondo la loro visione, si può conquistare senza bisogno di usare la forza. Basta l'immigrazione.

 

EDIT

 

Ah... l'Europa loro contano di conquistarla grazie anche ai beoti (come questo di Luogocomune) che ragionano così:

 

Unica consolazione è che il nostro bel mondo occidentale tra 5 o massimo 10 anni, non conterà più una mazza nel mondo, e le decisioni iportanti verranno prese da culture che hanno una mentalità completamente diversa dalla nostra, non so se peggiore o migliore, ma sarà perlomeno qualcosa di diverso con cui confrontarsi.

 

Bella consolazione, consegnarsi alle culture diverse....

Modificato da Gianni065

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Per Ant:

 

Ant, come ti senti a sapere che 4 dei tuoi connazionali sono stati uccisi? Come ti senti?

Non vorresti anche tu sterminarli tutti? Credo che ora hai provato quello che abbiamo provato noi quando abbiamo sentito che sono stati uccisi degli italiani.

 

Comunque, i russi si vedicheranno, spero lo facciano. Hanno il diritto!

qualcuno che vorrebbe sterminarli tutti c'è e spero che piu avanti con gli anni il giovanissimo berkut si ricrederà..........

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ehm... su questo forum lo ha scritto anche qualcun'altro, quoto il messaggio, non dico chi lo ha scritto:

 

YEAH!!!!!!! Ci sto dentro di brutto!!! 

Vedendo certi video di questi maledetti "Mujaidin?" (non mi frega scriverlo bene)

Tagliano gole così a caso... ammazzano i nostri soldati con metodi da vigliacchi.. altrettanto fanno coi poveri ragazzi americani... Ho visto video allucinanti dove c'era un cecchino vigliacco che sparava dei soldati americani... altri bifolchi (è un complimento per certa gente) che sparavano con un mortaio e facevano vedere fieri i corpi mutilati di questi ragazzi...    Che Rabbia!! Li Sterminerei tutti!!

E che non mi vengano a fare la morale.. perchè uccidono con sprezzo della vita altrui..

godono nel vedere sangue sgorgare dalle loro giugulari..

Il + Grande è il famoso Luca (e naturalmente anche gli altri ragazzi) del video dei nostri a nassirya... (quello di Rai News 24 per interderci)... che ha fatto fuori un maledetto cecchino...Maledetti Vigliacchi..!! 

E se pensano di spaventare qualcuno con questi video.. beh sappiano che non fanno altro che alimentare l'odio verso di loro..

 

Perdonatemi l'OT.. ma c'è l'avevo sullo stomaco...

 

Se ci sarà la guerra in Iran, sarà soltanto per colpa di Amadinejad che se la sta cercando con queste fottute centrali nucleari, e solo un bambino se la potrebbe bere che sono per scopi pacifici..... Vuole sfidare il piu' grosso, credendo di farcela...

E mi fanno sganasciare quando fanno quelle inutili parate, per far finta di avere qualche mezzo bellico decente...  ..

 

In questo caso, beh lasciatemelo dire... Europe & Usa I Will support You against the evil...

Comunque, stiamo parlando dei poveri diplomatici russi, e continuiamo a parlare dei poveri diplomatici russi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gianni065

Nè si può dire "voglio che i servizi segreti trovino i terroristi e li uccidano".

La frase è bella, molto condivisibile (e non molto etica) ma è del tutto inapplicabile.

Riguardo al etica: non ho mai detto che bisognava arrestare i terroristi farli il processo e mtterli in celle con TV. Sono daccordo che certe persone possono essere sterminate e basta. Ho solo detto che in nessun caso ci devono andare di mezzo degli innocenti.

Riguado all'inapplicabilita'. Perche? Di esempi ce ne sono molti. Il piu noto forse e' l'operazione della Mossad contro i membri del Settembre Nero dopo la strage alle olimpiadi in Germania.

 

 

Qui si continua a dire che gli americani "se la sono cercata" ma vorrei che qualcuno mi dicesse il perchè.

Ti spiego come la vedo io (schematicamente).

Diciamo tu sai che in un paese ci sono 1000 terroristi di quelli "veri". Vuoi toglierli di mezzo. Mandi il tuo esercito in quel paese. Supponiamo anche che del paese non te ne frega niente (non hai scopi secondari tipo petrolio governo fantoccio o altro) e che il tuo unico desiderio e' quello di ammazzare quei 1000 terroristi.

A questo punto viene fuori l'effetto collaterale. Per il poplo del paese voi siete in ogni caso degli invasori! Questo provoca nella gente (che non ha niente a che vdere con i terroristi) rabbia, voglia di combattere contro di voi, umori antiamericani. Piu rimani nel paese, piu la tua politica e' aggressiva e piu cresce la voglia di combattere nel popolo. E cosa fanno quei 1000 terroristi veri che di certo non sono stupidi? Usano le emozioni della gente a loro piacimento...

Alla fine ti ritrovi a combattere non con quei 1000 "veri" ma con una gurriglia di 50000 persone e con qualche millione di cittadini "civili" che pero' compatiscono fino a un certo punto i terroristi e fanno di tutto per aiutarli.

 

 

Il punto e' che i terroristi sanno giocare molto bene su certe idee. E se procedi per invasioni, bombardamenti, se ci rimettono la pelle troppi civili finisci con l'aumentare la minaccia anziche diminuirla perche ti metti contro anche quelli che prima non avevano niente a che fare con i terroristi.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Gianni065
Nè si può dire "voglio che i servizi segreti trovino i terroristi e li uccidano".

La frase è bella, molto condivisibile (e non molto etica) ma è del tutto inapplicabile.

Riguardo al etica: non ho mai detto che bisognava arrestare i terroristi farli il processo e mtterli in celle con TV. Sono daccordo che certe persone possono essere sterminate e basta. Ho solo detto che in nessun caso ci devono andare di mezzo degli innocenti.

Riguado all'inapplicabilita'. Perche? Di esempi ce ne sono molti. Il piu noto forse e' l'operazione della Mossad contro i membri del Settembre Nero dopo la strage alle olimpiadi in Germania.

 

 

Qui si continua a dire che gli americani "se la sono cercata" ma vorrei che qualcuno mi dicesse il perchè.

Ti spiego come la vedo io (schematicamente).

Diciamo tu sai che in un paese ci sono 1000 terroristi di quelli "veri". Vuoi toglierli di mezzo. Mandi il tuo esercito in quel paese. Supponiamo anche che del paese non te ne frega niente (non hai scopi secondari tipo petrolio governo fantoccio o altro) e che il tuo unico desiderio e' quello di ammazzare quei 1000 terroristi.

A questo punto viene fuori l'effetto collaterale. Per il poplo del paese voi siete in ogni caso degli invasori! Questo provoca nella gente (che non ha niente a che vdere con i terroristi) rabbia, voglia di combattere contro di voi, umori antiamericani. Piu rimani nel paese, piu la tua politica e' aggressiva e piu cresce la voglia di combattere nel popolo. E cosa fanno quei 1000 terroristi veri che di certo non sono stupidi? Usano le emozioni della gente a loro piacimento...

Alla fine ti ritrovi a combattere non con quei 1000 "veri" ma con una gurriglia di 50000 persone e con qualche millione di cittadini "civili" che pero' compatiscono fino a un certo punto i terroristi e fanno di tutto per aiutarli.

 

 

Il punto e' che i terroristi sanno giocare molto bene su certe idee. E se procedi per invasioni, bombardamenti, se ci rimettono la pelle troppi civili finisci con l'aumentare la minaccia anziche diminuirla perche ti metti contro anche quelli che prima non avevano niente a che fare con i terroristi.

proprio per evitare questo problema li "stermini tutti" :D:D:D

 

 

 

 

ma scusatemi,sarebbe molto più semplice!!! si eliminano tutti,si colonizza il paese ed ecco fatto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
E se procedi per invasioni, bombardamenti, se ci rimettono la pelle troppi civili finisci con l'aumentare la minaccia anziche diminuirla perche ti metti contro anche quelli che prima non avevano niente a che fare con i terroristi.

Non si procede per ammazzare i terroristi, si procede per portare il benessere, la democrazia, la libertà. le idee, chiamiamole pure occidentali. Ed è esattamente quello che si sta facendo in Iraq.

A un certo punto la popolazione arriverà a dire, ma guarda quanto sto bene adesso e per colpa di quei terroristi sono stato tanto male.

Ci vorrà un pò di tempo, ma l'unico modo per fermare il terrorismo è portare il benessere in quei paesi che lo appoggiano e se in questi paesi ci sono dittatori sanguinari, come intendi toglierli?

 

ma scusatemi,sarebbe molto più semplice!!! si eliminano tutti,si colonizza il paese ed ecco fatto!

Lasciamo stare va..non se ci stavi serio, ma questa è una cavolata da dire tra amici (l'ho fatto più volte :D ) ma non in un discorso serio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

No scusa Ant... tu stai parlando dell'invasione dell'Irak, magari anche di quella dell'Afghanistan... queste cose sono avvenute DOPO l' 11 settembre.

 

Io ti dico che PRIMA dell'11 settembre 2001, l'unico intervento americano sul suolo arabo è stato quello della liberazione del Kuwait, intervento chiesto espressamente dalla lega araba. E parliamo del 1991.

E in quella circostanza, gli americani si attennero rigorosamente al mandato: liberare il Kuwait e non occupare il suolo irakeno.

 

Quindi, se studiamo la storia del terrorismo antiamericano, non si può non concordare su una sequenza storica ben precisa, che è questa:

 

1) GUERRA FREDDA. USA e URSS si scontrano dove e come possono in tutto il mondo: da Cuba al Vietnam. Il Medio Oriente è solo uno dei tanti teatri in cui i due blocchi si contrappongono.

 

2) MEDIO ORIENTE. Nei conflitti tra Arabi e Israeliani, l'URSS appoggia le nazioni arabe e gli USA appoggiano Israele. Ma nè l'URSS nè gli USA inviano truppe, solo equipaggiamenti. Nonostante questo, Settembre Nero già colpisce gli americani con vari assassini di diplomatici, fino alla strage di Roma nel 1973 (oltre 30 ammazzati).

 

3) MEDIO ORIENTE. Si intensificano gli sforzi per le soluzioni pacifiche, sforzi che vengono abbracciati da Egitto e Giordania, ex nemici di Israele.

 

4) 1979. Rivoluzione in Iran, vengono sequestrati decine di ostaggi americani. Questo è il primo atto "terroristico" serio contro gli USA, in un momento in cui gli USA sono gli unici seriamente impegnati nel processo di pace tra Israele e arabi (trattato di Camp David, 1978).

 

5) 1980 Guerra Iran - Irak. Gli USA non appoggiano nessuno dei due contendenti.

Di certo non appoggiano Saddam, come qualcuno sostiene, ma favoriscono l'arrivo di parti di ricambio per gli equipaggiamenti iraniani, in cambio della liberazione degli ostaggi americani di cui sopra. Per questa ragione scoppia lo scandalo Iran Gate.

 

6) 1982 Israele si scontra con la Siria in Libano. Nè gli USA nè l'URSS prendono parte attiva al conflitto. Gli USA su mandato ONU, assieme a molte altre nazioni, inviano una forza di interposizione per garantire la fine delle ostilità.

 

6) 1983 attentato all'ambasciata americana a Beirut: 63 morti. Attentato contro i Marines a Beirut: 243 morti.

 

7) 1984 attentato contro militari USA in Spagna: 14 morti

 

8) 1985 dirottamento volo TWA Roma-Atene. Israele acconsente a liberare oltre 400 detenuti in cambio della liberazione degli ostaggi (che non sono israeliani...) Un cittadino americano a bordo dell'aereo viene assassinato.

Sequestro nave Achille Lauro. Cittadino americano paralitico ucciso.

Strage di Fiumicino attentati contro TWA e EA: 13 morti

 

9) 1986 bomba sul volo TWA-840. 4 morti

Bomba discoteca Berlino: 2 militari americani uccisi. Si scopre coinvolgimento di Gheddafi che si becca il primo bombardamento ritorsivo.

 

10) 1988 colonnello dei marines rapito e ucciso in Libano da terroristi iraniani.

Autobomba contro militari USA a Napoli. Un morto.

Volo PAN AM 103 distrutto. Oltre 250 morti. Scoperto coinvolgimento Gheddafi.

 

11) 1990/1991. Irak invade Kuwait. Prima guerra del Golfo.

 

12) 1991 gennaio: attentati contro centri diplomatici americani a Manila.

Scoperto coinvolgimento di Saddam.

 

13) 1993 Primo attentato al WTC. 6 morti

Sventato piano di Saddam per uccidere Bush in visita in Kuwait.

 

14) 1995 Attentato contro base USA in Arabia. 1 americano ucciso.

 

15) 1996 Attentato contro militari USA in Arabia. 19 morti.

 

16) 1997 Attentato di uno sniper palestinese a New York che spara sui passanti dall'Empire State Building prima di suicidarsi.

 

17) 1998 Al Qaida dichiara guerra agli americani in una Fatwa.

Bomba contro ambasciata USA a Nairobi. Quasi 300 morti.

 

18) 2000 USA nuovamente impegnati nel processo di pace in Medio Oriente. Trattato di Campo David 2.

Attacco all'USS Cole. 17 morti.

 

19) 2001 Attacco 11 settembre.

 

Mi fermo qui.

Ho elencato solo gli attentati più significativi. C'è uno stillicidio di altri attentati compiuti contro singoli cittadini o rappresentanti americani.

 

Adesso spiegami tu, Ant, se ti pare normale tutta questa serie di attentati contro gli americani, per che cosa?

Per aver appoggiato lo Stato di Israele?

Non ti sembra un po' esagerato, visto che c'era una guerra fredda in corso e in ogni caso gli USA hanno appoggiato non solo Israele ma anche molti paesi arabi come Egitto, Giordania, Kuwait, Emirati, Arabia Saudita?

 

E non è mai successo che un militare americano abbia mai ammazzato un solo palestinese, quando invece gli USA sono stati determinanti nel processo di pace tra Israele e arabi, con due accordi che ancora oggi costituiscono i punti base di quella "strada della pace" che tutti invocano ma cui nessuno ha seriamente contribuito?

 

Pensaci un attimo Ant. E' come se gli ebrei si mettessero a fare decine e decine di attentati con centinaia, migliaia di morti, contro i russi, perchè appoggiano nazioni arabe nemiche di Israele.

 

Ma che discorsi sono?

 

Senza contare il fatto che Israele è stato ugualmente appoggiato da molti altri paesi, a partire da quelli europei per finire a Cina, Sud Africa e Taiwan, e non mi risulta che i palestinesi se la siano mai presi con loro.

 

Qui non è questione di opinioni, i fatti sono quelli di cui sopra.

 

E' dal 1973 che gli americani incassano attentati. E rammento che nel 1973 Israele fu invaso da ben tre nazioni arabe.

Dimmi tu se è un crimine inviare equipaggiamenti militari (che peraltro arrivarono a Israele quando ormai la partita era chiusa) in aiuto a un paese invaso da altri tre paesi, in piena guerra fredda.

 

E da allora 3 decenni di attentati ! E che cavolo !

 

Non ti pare che l' 11 settembre 2001 è stata non la goccia, ma la secchiata che ha fatto traboccare il vaso?

Non ti pare normale che a un paese gli rigirano le sfere e decida di mettere da parte un po' di principi etici e morali e iniziare ad affrontare il nemico nelle sue roccaforti?

 

Dimmi tu, prova a calarti nei panni del governo americano e dimmi cosa avresti fatto.

 

=====

 

Il Mossad.

 

Certo, il Mossad lo fa.

Il punto è che il Mossad può farlo.

Rammenta che arabi e israeliani sono figli dello stesso ceppo.

Gli israeliani sanno parlare e scrivere benissimo in arabo, conosco a menadito usanze e costumi arabi, in effetti sono identici agli arabi, è solo la religione che li distingue.

Condividono gli stessi ambiti territoriali (libano, palestina, gerusalemme, territori).

Prendi un israeliano, fagli crescere la barba (bada bene: gli ebrei ortodossi curano la barba esattamente come gli arabi) e infiltralo tra gli arabi.

Non se ne accorge nessuno.

 

Ma pretendere di infiltrare un occidentale in un paese arabo, è come immaginare di infiltrare un americano in Vietnam.

Se ne accorgono appena mette piede sul territorio.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

dread

Come reagirà la Russia?

La reazione era prevedibile: il presidente ha promeso di fare tutto il possibile per trovare e giustiziare i sequestratori, il governo ha offero 10 millioni di dollari a chiunque possa dare delle informazioni riguardanti questi terroristi, e il parlamento ha dato il permesso ai servizi segreti di operare all'estero.

Non so, forse resteranno solo parole, vedremo...

 

 

 

Gianni065

L'esportazione della democrazia è un effetto collaterale, ma non è il fine delle nostre azioni militari

 

Se vorranno darsi una stabile democrazia buon per loro.

Se vorranno un'altra dittatura facciano come credono.

Anche qui, l'importante è che non rompano le scatole ad appoggiare nuovamente terroristi, perchè noi i B-52 ce li teniamo ancora a lungo.

 

dread

Non si procede per ammazzare i terroristi, si procede per portare il benessere, la democrazia, la libertà. le idee, chiamiamole pure occidentali. Ed è esattamente quello che si sta facendo in Iraq.

 

Ue, ragazzi, ma almeno tra di voi alleati decidetevi cosa ci siete andati a fare in Iraq! :)

 

 

Gianni065

Per prima cosa vorrei dire che ci starei molto attento con il chiamare gli attentati contro i militari degli atti terroristici. Nella maggior parte dei casi non posso concordre perche si tratta di una forma di combattimento come un altra. Qualcuno usa i B-2/B-52 qualcun altro i camicaze...

 

Ma comunque non e' questo il punto.

 

Adesso spiegami tu, Ant, se ti pare normale tutta questa serie di attentati contro gli americani, per che cosa?

 

Si, e' normale! Ovviamente non nel senso che sia una cosa giusta e che lo appoggio, no per carita'! Dico solo che la realta' e' quella.

Sappiamo tutti che gli USA erano e sono il paese piu' potente nel mondo. Sappiamo tutti che la loro influenza (sia politica che economica) sul mondo e' enorme. Beh - questa e' semplicemente l'altra faccia della medaglia, il prezzo che si deve pagare per essere cosi potenti!

Insomma, per fare un analogia, quando combatti un gruppo terroristico cerchi per prima cosa di togliere di mezzo il capo, perche e' il piu forte e il piu influente qui e' la stessa cosa!

 

Non ti pare normale che a un paese gli rigirano le sfere e decida di mettere da parte un po' di principi etici e morali e iniziare ad affrontare il nemico nelle sue roccaforti?

 

Dimmi tu, prova a calarti nei panni del governo americano e dimmi cosa avresti fatto.

Mi chiedi se avrei fatto la stessa cosa? Forse si. Anche perche capisco che la tentazione di usare la forza quando ne hai la possibilita e non c'e' nesuno che ti possa fermare e' enorme.

 

Pero' come ho detto prima, se continuate ad andare cosi pesante mi sa che fate piu' male che bene, anche a se stessi!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

in effetti la reazione americana dopo 11/9 ha aumentato l'antiamericanismo nel mondo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

allora la prossima volta sappiamo che dobbiamo regalarli altri due aerei per l'empire e il il rockfeller center... così l'aniamericanismo non cresce...

 

---------

ma siamo usciti pazzi, io sono il paese più forte ed è normale che tu mi attacchi,dopo però non lamentarti se i calci in culo sono troppo forti...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
ma siamo usciti pazzi, io sono il paese più forte ed è normale che tu mi attacchi,dopo però non lamentarti se i calci in culo sono troppo forti...

straquoto!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ant vorrei precisare che la differenza tra quello che ho detto io e quello che ha detto Dread è solo apparente.

 

E' chiaro che non puoi sconfiggere il terrorismo se non esporti la democrazia in un paese che fino al giorno prima lo ha appoggiato.

 

Ma se un paese è antidemocratico, ma non usa nè appoggia il terrorismo (e la Corea del Nord è un esempio, così come lo è la Cuba di oggi) non ci sarebbe bisogno di usare le armi per esportare democrazia: bastano le pressioni politiche ed economiche, al limite una rivoluzione orchestrata dai servizi segreti... ma certo non invadi il paese con le armi.

 

Proprio la Corea del Nord, finchè non ha iniziato a rompere le scatole con missili e testate nucleari, la si è affrontata come un problema sociale e politico (una nazione in cui tentare di far crescere una democrazia), solo adesso si comincia a guardare la cosa in termini militari.

 

Il discorso "gli USA sono i più forti e quindi è normale colpirli" onestamente è un discorso senza senso.

Come a dire che siccome il tuo vicino di casa ha la Mercedes e tu non puoi permettertela, gli vai a bucare le gomme e a sfregiare la carrozzeria un giorno sì e uno no.

Il terrorismo non è così superficiale, ci sono delle menti che lo dirigono e lo orchestrano, che ne indirizzano l'azione per ottenere risultati precisi.

 

Si colpiscono gli USA perchè è un paese che non è mai sceso a patti con il terrorismo, o non è sceso sufficientemente a patti.

 

Basta vedere cosa è successo in Egitto, e non mi pare che l'Egitto sia un paese ricco come gli USA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente per poter lasciare un commento

Crea un account

Registrati per un nuovo account nella nostra comunità. è facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora
Accedi per seguirlo  

×