Jump to content
red giacomo

indian's medium multi role combact aircraft

Recommended Posts

Le notizie degli ultimi sembrano quantomeno contraddittorie; secondo Aviation week chi di dovere avrebbe posposto la decisione, originariamente prevista entro il 2011, all'anno successivo, sempre ammesso che una decisione verrà presa, anche perchè nel bailamme politico indiano, fra maggioranze instabili, manovre di palazzo e scandali legati ad episodi di (molto) probabile corruzione nessuno ha la forzapolitica per asumersi una responsabilità notevole, visto che la crisi economica e le difficoltà di bilancio affliggono anche il subcontinente indiano

 

Mio Link

 

Nello stesso periodo il Generale Naik, assai influente in questa vicenda essendo Capo di stato Maggiore dell'IAF, sostiene invece che la scelta sarà effettuata entro ottobre 2011, ma non rivelando alcunchè su quale aeroplano godrebbe di maggiori probabilità

 

Mio Link

 

Altre fonti, questa volta televisive, affermano che gli esperti indiani sarebbero rimasti favorevolmente impressionati dai risultati del Rafale nelle difficilissime condizioni in Afghanistan, dove alla difficoltà derivante dall'alta quota, le variazioni climatiche estreme (estate come nel Sahaara, inverno come nella Taiga) si aggiungono i manpads dei Talibani, a quanto pare sempre elusi od evitati. Uno scenario assai simile a quello prevedibile per le scaramucce di confine in Kashmir

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi se riusciamo a vendere l'eurofighter all'lIndia ci sono molte probabilità che anche i nostri caccia saranno aggiornati meglio e piu velocemente?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quindi se riusciamo a vendere l'eurofighter all'lIndia ci sono molte probabilità che anche i nostri caccia saranno aggiornati meglio e piu velocemente?

 

 

No perchè tempo che i caccia indiani comincino ad uscire dalla linea di produzione i nostri saranno belli che finiti e non ci son soldi da sprecare in un aereo che il suo lavoro lo fa benissimo visto che sarà difficile ottenere il numero previsto di F-35

Share this post


Link to post
Share on other sites

tra una decina d'anni in india voleranno PAK FA e eurofighter,che situazione!!!! comunque la RAC MIG ha presentato malissimo il suo prodotto, dovevano essere presenti fino alla fine,dovevano fare proposte interessanti su cooperazioni tecnologiche, invece hanno lasciato fare,io al posto loro sarei stato un pò più tenace,a prescindere dal fatto che il mig 35 è stato un velivolo sfortunato dato che si dice che manco mosca ne comprerà molti,forse nessuno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

pak-fa e FORSE eurofighter

 

molto probabilmente,comunque pure PAK FA e rafale o gripen non è male,il massimo sarebbe PAK FA e f-18

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il "Gripen" è fuori .... speranze per il "Typhoon" ....

 

DATE: 27/04/11

SOURCE: Flight International

 

Saab dropped from Indian fighter deal shortlist

 

By Stephen Trimble

 

 

Saab today announced the Gripen fighter was not short-listed by India for the medium multi-role combat aircraft (MMRCA) contract.

 

The Indian ministry of defence informed Saab of the decision, but the official short-list has not been released.

 

Local reports indicate that the short-list includes at least the Dassault Rafale and Eurofighter Typhoon. The status of the Boeing F/A-18E/F Super Hornet, Lockheed Martin F-16IN and Mikoyan Gurevich MiG-35 is not clear.

 

Although the single-engine Gripen did not make the short-list, Saab has not completely given up on the India's pending order for 126 fighters.

 

"We will closely monitor the future process and provide additional information if requested by the Indian Ministry of Defense," says Håkan Bushke, president and chief executive of Saab.

 

The decision is a huge blow to the future of the Gripen. Saab is currently searching for more export orders. The next generation version of the fighter, with a more powerful engine, active electronically scanned array radar and greater fuel capacity, is competing for Brazil's F-X2 contract against the Rafale and the Super Hornet.

 

India's short-list for the next phase of the MMRCA competition has been anticipated ever since the six competitors submitted proposals last July.

 

The competition has stressed meeting the Indian air force's operational requirements with the greatest amount of technology transfer possible.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un articolo tratto dal sito DefenseWorld.net del 28/04/2011

 

 

 

The Indian MoD today invited representatives of Dassault and Eurofighter with a request to extend their commercial bids till the end of this year. The commercial bids, made two years ago were to expire today (April 28, 2011).

 

 

Informed sources told Defenseworld.net that the two shortlisted contenders will now have to go through the commercial evaluation process spread over the next few months, including offsets discussions before a finalist is chosen.

 

The rest of the contenders, US aircraft –F 16, F/A 18, MiG-35 and Saab Gripen have been informed that their bids did not meet the technical evaluation criteria of the Indian Air Force (IAF).

 

The U.S. government which was representing Boeing and Lockheed Martin has been informed of the rejection.

 

Defenseworld.net has learnt that Boeing and Lockheed Martin, through the U.S. government and Saab are likely to question their rejection in a response to the Indian MoD’s letter informing them that they were out of the race.

 

 

 

Sembra che la Dassault abbia garantito l'incorporazione di un nuovo modello di propulsore capace di eguagliare l'Eurojet2000, nonchè di spingere a "velocità altamente supersonica" il Rafale anche con un Brahmos (vrsione aviolanciabile, quindi più leggera) agganciato, requisito considerato molto importante dai vertici dell'IAF.

 

 

allego un interessante link sulla "storia" di questo lungo processo decisionale

 

storia MMRCA dal 2006

Edited by Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Probabilmente è una decisione politica, vogliono differenziare i loro fornitori il più possibile come fanno da trent'anni.

 

Posso capire l'esclusione di falcon, fucrum e gripen ma il Super Hornet a livello tecnico è quanto di meglio ci sia in concorso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gli USA, che appoggiavano i loro aerei a livello governativo, confermano l'esclusione ed esprimono disappunto ....

 

DATE: 28/04/11

SOURCE: Flight International

 

US confirms India fighter rejection

 

By Stephen Trimble

 

 

US officials have confirmed reports that India rejected both American bids for the medium multi-role combat aircraft (MMRCA) contract, leaving the Dassault Rafale and Eurofighter Typhoon still in the running for the $10 billion deal.

 

"We are deeply disappointed by this news," the US Department of Defense says in a statement.

 

One day after Saab announced India's rejection of its Gripen bid, Boeing also has confirmed that its offer based on an F/A-18E/F Super Hornet with improved engines was not selected on an internal shortlist by India's Ministry of Defence.

 

"Our next step is to request and receive a debrief from the Indian air force," Boeing says in a statement. "Once we have reviewed the details, we will make a decision concerning our possible options."

 

Lockheed Martin has deferred questions about the status of its F-16IN bid to US government officials.

 

US defence and government officials have lobbied aggressively on behalf of Boeing and Lockheed for the MMRCA contract. Since 2005, India has signed multi-billion dollar deals for Boeing P-8I Poseidon maritime patrol aircraft and Lockheed C-130J transports, among other major arms contracts.

 

But the Indian air force's requirement for 126 multirole fighters was viewed in Washington DC as a prize and a symbol of improving strategic relations between the nations.

 

"We look forward to continuing to grow and develop our defence partnership with India," a DoD statement says.

 

The downselect keeps Dassault's export hopes for the Rafale alive as it continues to compete for orders in the United Arab Emirates, Brazil and elsewhere. The Eurofighter consortium, meanwhile, also has a chance to expand its order book as spending pressures grow on European defence budgets.

 

Indian officials have reportedly set a timeline to select the winning bidder in September.

 

The RSK MiG-35 had also been in contention for the MMRCA contract, but the Russian company's decision to not bring the aircraft to February's Aero India show near Bengaluru was viewed as an indication of its failure to meet Indian air force requirements.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimangono i 2 caccia europei...

 

 

28 Aprile 2011 - 8:41 pm

 

India: in finale solo Eurofighter e Rafale

 

Il nuovo caccia indiano sarà europeo. La "short list" anticipata oggi dalla stampa indiana comprende infatti solo l’Eurofighter Typhoon e il Dassault Rafale, escludendo quindi i due concorrenti americani Lockheed Martin F-16 e Boeing F-18 e quello russo MiG-35. Ieri la svedese Saab aveva annunciato di aver ricevuto comunicazione ufficiale dell’esclusione del proprio Gripen. Finora solo Rosoboronexport ha commentato l’esclusione, riconoscendo all’India il pieno diritto di scegliere il caccia che desidera.

La gara prevede la fornitura di 18 aerei e la costruzione di 108 in India, per un valore stimato tra i 10,5 e i 12 miliardi di dollari. Per entrambi i concorrenti la vittoria consentirebbe di proseguire la produzione oltre i ridotti ordini nazionali. Proprio questo avrebbe reso i concorrenti europei disponibili ad un trasferimento di tecnologie a favore dell’India molto più ampio di quello americano.

 

Link

 

 

 

Gara MMRCA: Competizione a due tra Rafale ed Eurofighter

 

 

28 apr, 2011

 

Allo stato attuale sembra ormai certo, salvo improbabili ripensamenti dovuti a possibili nuove offerte da presentare entro la fine di questa giornata, che anche i contendenti americani e russi siano stati esclusi dalla gara MMRCA (Medium Multi-Role Combat Aircraft), lasciando in gioco solamente i due caccia europei Eurofighter Typhoon e Dassault Rafale. Come trapelato da fonti del Ministero della Difesa indiano “gli altri quattro (F/A-18E/F, F-16IN, Gripen e Mig-35) sono stati eliminati”.

 

Le offerte commerciali di Dassault e del consorzio Eurofighter dovranno quindi essere estese per la seconda fase del processo di acquisizione. Una volta aperte le offerte, inizierà formalmente il processo di negoziazione tra le parti in causa e la commissione dedicata.

 

Secondo i termini generali, i concorrenti dovranno dimostrare di avere i requisiti per soddisfare la clausola riguardo gli offset industriali da garantire in una percentuale non inferiore al 50%, il che significa che almeno la metà del valore del contratto finale (circa 11 miliardi di dollari) andrà a beneficio di società indiane.

 

La decisione arriva dopo una rigorosa valutazione delle caratteristiche tecniche dei sei aerei effettuata da personale dell’Aeronautica indiana durante l’ultimo anno. Il Ministero ha in seguito intrapreso un secondo studio per determinare in maniera esatta gli obblighi industriali dei concorrenti.

 

Il contratto potrebbe essere firmato con il vincitore della gara a settembre. Resta ora da valutare se gli indiani sceglieranno una soluzione collaudata come il Rafale, protagonista in Libia, che potrebbe costituire l’assetto imbarcato anche sulle nuove portaerei indiane, o se il consorzio Eurofighter, e BAE Systems in particolare, riuscirà a proporre un’offerta più competitiva coinvolgendo l’India a livello industriale su una scala più ampia, iniziando proprio dallo sviluppo congiunto della versione navale del Typhoon.

 

Link

 

Rimango un'pò sorpreso dall' esclusione del Falcon e Super Hornet sicuramente tra le migliori scelte in questo concorso nel fattore tecnologico e di integrazione di armamenti ....

Il Gripen lo vedevo più come un caccia leggero non adatto a questo concorso e all'India ...

Il MIG-35 confrontato agli altri caccia generalmente è inferiore...

Va be adesso sono in 2, vinca la miglior scelta per l'India

Edited by matteo16

Share this post


Link to post
Share on other sites

I requisiti non sono stati resi pubblici, almeno il dcumento di cui si parlava-le famose 211 pagine di contenuti tecnici- non lo sono, è però pubblico il fatto che i collaudatori dell'IAF abbiano provato i mezzi senza risparmio, soprattutto come prestazioni pure. Pare che i velivoli americani come acrobaticità, velocità e quota abbiano lasciato un'impressione non eccelsa , oltre ad avere incontrato poco o nessun favore fra i piloti, visto che non mi pare siano mai esistiti caccia americani nell'IAF se non proprio agli albori.

Di certo all'inizio di questo lungo processo decisionale le intenzioni erano di acquistare dei Mirage2000, in fondo il Rafale sarebbe l'opzione più "consequenziale", e potrebbe usare gli armamenti già previsti per i Mirage attualmente in servizio, oltre ad essere già più che pronto per essere fabbricato, anche se io egoisticamente preferirei vincesse l'Eurofighter, anche se il Rafale con il nuovo supermotore e ttto l'equipaggiamento per localizzare obiettivi a terra potrebbe diventare oggettivamente imbattibile

Edited by Simone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un commento apparso oggi sul quotidiano della Confindustria ....

 

http://www.difesa.it/Sala+Stampa/Rassegna+stampa+On-Line/PdfNavigator.htm?DateFrom=29-04-2011&pdfIndex=45

 

Quanto al disappunto degli USA .... giova ricordare che l'India ha acquistato, in questi ultimi anni, pattugliatori navali P-8I e aerei da trasporto C-130J e C-17A (in questo particolare caso ridando ossigeno alla catena di montaggio del "Globemaster III" che si stava avviando alla chiusura).

E si può ipotizzare che i numeri di tali acquisti possano in futuro aumentare ....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Di certo all'inizio di questo lungo processo decisionale le intenzioni erano di acquistare dei Mirage2000, in fondo il Rafale sarebbe l'opzione più "consequenziale", e potrebbe usare gli armamenti già previsti per i Mirage attualmente in servizio, oltre ad essere già più che pronto per essere fabbricato, anche se io egoisticamente preferirei vincesse l'Eurofighter, anche se il Rafale con il nuovo supermotore e ttto l'equipaggiamento per localizzare obiettivi a terra potrebbe diventare oggettivamente imbattibile

 

L'IAF non si è mai curata troppo della standardizzazione della linea e questa scelta lo conferma (poi quando si tratta di fare sul serio fanno ridere ma è un altro discorso), questo concorso secondo me lo vincerà chi garantirà maggior ricadute per l'industria e accesso alle tecnologie.

 

Per questo alla fine sono arrivati EFA e Rafale, gli europei praticamente propongono all'india di diventare un partner alla pari, cosa che gli americani non si sognerebbero mai di fare (senza contare che nel campo del trasferimento di tecnologie sono, comprensibilmente, molto più cauti).

Share this post


Link to post
Share on other sites

In effetti gli europei hanno dimostrato, soprattutto con questo concorso, di essere meno lungimiranti degli americani. Praticamente stanno svendendo il proprio know how per 5 o 6 miliardi di dollari. Questo concorso comunque è emblematico, effettivamente sarei curioso di sapere quali sono state le caratteristiche tecniche che hanno spinto alla scelta dei due modelli europei.

 

Il Rafale è favorito a livello tecnico, è più maturo, mentre l'EF-2000 è sicuramente favorito a livello industriale poichè beneficia della copertura di una sistema industriale molto più capace di quello francese, senza contare le possibilità che potrebbero venire offerte nello sviluppo della versione navale e nella piena integrazione di un nuovo radar AESA, quindi favorendo lo sviluppo di una capacità su cui l'India punta molto, ovvero quella dell'integrazione di sistemi elettronici.

 

Secondo me quelli di Eurofighter sperano con i quattrini indiani di sviluppare finalmente l'elevatissimo potenziale dell'EF-2000 e di poterlo vendere ad altri acquirenti importanti, a costo di dover trasferire in India molte tecnologie.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Praticamente stanno svendendo il proprio know how per 5 o 6 miliardi di dollari

 

O così o non lo vendono, un pò come l'AW che ha venduto l'intero programma mangusta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

compromesso... nutro dei dubbi in proposito.

 

E Mi viene da ridere.

 

Non fanno pressioni per il Mig-35 e mi vendete le Siemens Sg450 per le laminazioni e la produzione di micropolveri per le nanosfere assorbenti (t-50).. scambio alla pari...in cambio vi passiamo gli algoritmi per le inversioni di polarità del software di interpolazione dei segnali in banda L e K...

Ma insomma! Vi abbiamo date le nostre camere termiche o no! Dannati russi! (Parbleu!)

Male che ci vada (lo scrivo in francese) venderemo almeno 4 portaelicotteri e baseremo la nostra tecnologia di difesa e comunicazione personale a un milione e 200 mila operatori della difesa della steppa, magari chiedendo di poter fornire (assieme a quelli ((Furbi)) di Bolzano che, zitti zitti, hanno firmato un bell'accordo per un terminal a Trieste dove poter trasportare via Container, verso il Mar Nero i pezzi dei loro 1.232 Lince, come quello che ho visto sulla ME-BO a febbraio che aveva, sicuramente per una pura coincidenza, naturalmente... gli stessi colori mimetici del Tigr-M...anche qui sicuramente un caso...dai ragazzi, è tutto ben chiaro. E' uno scambio di "favori".

 

Solo che stavolta, non vedo manovre oltreoceano. Questo mi è strano.

 

A parte gli scherzi, interessante la futura forza aerea indiana. Chiunque sia il vincitore della commessa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

veramente non comprano il mig 35 perchè è una scelta indiana quella di affiancare mezzi occidentali a quelli russi ,per cui preso il t-50 l altro mezzo DEVE essere occidentale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io per quanto mi sforzi non riesco a trovare il senso dell'acquisto di un caccia della classe del typhoon/rafale, nè tecnicamente nè economicamente. Mi spiego: l'india avrà il T50 nel ruolo aria-aria (ma che avrà sicuramente notevoli capacità aria-suolo) che comporterà un forte esborso finanziario (anche perchè sta partecipando allo sviluppo), ha già il SU 30 nel ruolo aria-suolo (ma che ha anche capacità aria-aria) e sta mettendo in linea il Tejas (che fa un pò di tutto). Che senso ha un altro caccia? e del costo del rafale/typhoon poi, mica qualcosa di economico. e dove prendono tutti sti soldi se si considera che stanno costruendo anche portaerei, sommergibili, carri armati ecc. ecc.?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molti analisti indiani- almeno a leggere qua e là in Rete- se lo chiedono, ma bisogna considerare che questa gara è stata indetta nel 2000 quando la possibilità di uno scontro armato con il Pakistan e o con altri Paesi vicini, magari non intensissimo, era molto verosimile, e servivano aerei subito prontio e di provata efficacia. 11 anni dopo non è più così, o comunque l'urgenza non è più così marcata, ma questa gara permetterà di importare ad n costo tutto sommato contenuto (i pagamenti saranno diluiti in molti anni) tecnologie avanzate, impossibili da sviluppare autonomamente, a vantaggio di tutta l'industria manifatturiera indiana, a cominciare da quella degli autoveicoli, settore in cui l'ndia ha ancora tanto da recuperare.

l'HAL Tejas è un velivolo "apripista", non c'è nessuna garanzia che possa competere efficacemente contro velivoli già rodati e ben condotti, e i Sukhoi 30 MKI costano davvero tanto per ogni ora di volo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che l'India può permettersi una linea pluritipo, che in genere, quando si hanno i quattrini, si concretizza in un mix di caccia-bombardieri Hi-Lo più una componente da bombardamento ed una da attacco. In Italia abbiamo avuto per anni una linea aerotattica con tre tipi di aeromobile che convivevano insieme, tutt'ora è così, ed in futuro ne avremo due, considerando le due versioni del Lightning un unico modello. Diciamo che l'India paga una totale assenza di programmazione, dato che ha sovrapposto un'eccessiva varietà di modelli, a mio parere non tutti giustificabili dalla necessità di variare gli approvvigionamenti militari.

 

Anch'io mi sono sempre stupito di questo concorso, dicono che i 126 caccia andranno a costituire la spina dorsale dell'aeronautica da combattimento indiana, che vede gli assetti da superiorità aerea incentrati sull'MMRCA con punta di diamante costituita da Su-30MKI ed, in futuro, T-50. Il Tejas è, come già detto da Simone, la parte "Lo" di un costoso Hi-Me-Lo mix tutto dedicato alla superiorità aerea con secondarie caratteristiche di attacco al suolo, e la parte "Lo" giustificata dall'esigenza di favorire l'industria nazionale e cominciare ad impiegare e sperimentare armamenti nazionali. Prima o poi pensioneranno i pochi Fishbed ancora operativi, mentre non so in che contesto vanno ad inserirsi i MiG-29 ed i Mirage 2000. In tutto questo ci sono anche i Sepecat Jaguar ed i MiG-27 dedicati all'attacco.

 

Beh in effetti la prima linea indiana è veramente eterogenea...

Share this post


Link to post
Share on other sites

La più eterogenea della terra....

Questo è dovuto al fatto che l' India, nei decenni scorsi, per cercare una posizione geopolitica strategica nei confronti delle super potenze, ha attinto per il suo arsenale volante, un pò ovunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, quello che mi chiedo, però, è il perchè della convivenza di aerei della stessa classe della stessa nazione esportatrice... Mah...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì, quello che mi chiedo, però, è il perchè della convivenza di aerei della stessa classe della stessa nazione esportatrice... Mah...

Cosa intendi dire?

Non ci sono velivoli della stessa classe, nella Iaf.

Il mig 21, è più leggero del Mig 27 e del 29 ; poi non c' è nessun altra coincidenza dei paese produttori.

La Russia, con il Mig 21,27 e 29 e Su 30; La Francia con i Mirage 2000; L' Inghilterra con i Jaguar e l' India con il Tejas, non ci sono coincidenze di classe e nazionalità tra costoro.

Forse tra il mig 21 e 29,dato che tutti e due vengono classificati "leggeri", ma sono due leggeri diversi.

Il 21, è il caccia leggero per eccellenza, agile e veloce, il 29, è un caccia leggero di 4° gen, quindi molto più pesante del 21.

Poi c' è la coincidenza, Mig 29 e Mirage 2000, ma non sono della stessa nazionalità.

Ripeto.

Negli anni passati, gli indiani acquistavano un pò ovunque per un indefinito ruolo geopolitico mondiale, in cui l' India, ha avuto sempre un ruolo di ambiguità.

Adesso, sembra che le cose stiano cambiando, ma bisogna aspettare la fine del concorso per capirci qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×