Jump to content

FC-1 Xiaolong alias JF-17 Thunder alias Super-7


Unholy
 Share

Recommended Posts

Nel 1970 la Northrop presentò il progetto P-530 Cobra, un caccia bimotore ispirato all'F-5 ma di dimensioni maggiori, e lo propose ai mercati internazionali come caccia leggero di nuova generazione per sostituire gli F-5 e gli F-104.

 

Erano tempi in cui le industrie progettavano i caccia senza bisogno di contratti statali, erano i tempi dei progetti "private venture".

 

Nel 1972 l'USAF emise il requisito LWF per un caccia leggero da affiancare al costoso F-15 Eagle, così la Northrop non fece altro che prendere il progetto 530, che nel frattempo si era affinato diventando P-600 Cobra, e lo utilizzò per partecipare alla gara LWF.

 

Il caccia P-530/P-600 fu così battezzato YF-17 dall'USAF.

 

La General Dynamics, invece, presentò la sua proposta al programma LWF, che fu battezzata YF-16.

 

Come poi sappiamo, l'USAF scelse l'YF-16, che diventò F-16 Fighting Falcon.

 

L' YF-17 Cobra, invece, piacque all'US Navy, che aveva bisogno di un nuovo caccia da affiancare all' F-14 e con il quale avviare la sostituzione degli A-7 Corsair e degli ultimi F-4.

L'USNavy era attratta dall' YF-17 perchè era un bimotore, e i bimotori venivano considerati più sicuri nel volo sul mare.

 

Così, la Northrop adattò l'YF-17 alle specifiche dell'US Navy, e nacque il P-630 che fu ribattezzato F-18 Hornet.

 

Quindi, in pratica, l' YF-17 Cobra è stato il prototipo dell' F-18 Hornet.

 

Questa è una bella foto dell' YF-17:

 

EC76-5270.jpg

 

 

Il P-600 / YF-17A Cobra aveva le seguenti caratteristiche:

 

Lunghezza: 56 piedi

Peso a vuoto: 21000 libbre

Propulsori: 2 motori GE YJ-101 per un totale di 30000 libbre di spinta in A/B

Velocità max: oltre Mach 2

Autonomia: 2800 miglia con serbatoi ausiliari

Armamento standard: 1 cannone Vulcan da 20 mm e 2 missili Sidewinder

 

L' YF-17A è stato il primo caccia americano ad avere capacità di supercrociera: ossia era supersonico senza l'uso dei postbruciatori.

 

L' YF-17 era un bellissimo aereo, ma l'USAF gli preferì l' F-16 perchè il Falcon disponeva del motore PW F-100, ossia dello stesso motore dell' F-15.

Un vantaggio non da poco.

Inoltre il motore F-100 era più economico e meno assetato del J-101.

 

L' F-18 ha perso molto dello sprint dell' F-17: i pesi e le dimensioni maggiori imposti dal ruolo imbarcato e dalla duplice capacità aria/aria e aria/terra, nonchè il disegno semplificato delle prese d'aria, si sono fatti sentire negativamente sulla velocità, manovrabilità e autonomia.

 

In compenso il suo motore F-404, derivato dallo sfortunato J-101, è stato a lungo considerato il motore più affidabile ed economico mai realizzato.

Link to comment
Share on other sites

Scusa... intendevi questo sgorbio meglio conosciuto come FC-1?

 

 

3131aug2003-pic1.jpg

 

FC-1LAN.jpg

 

Allora...

 

l' FC-1 Xiaolong alias JF-17 Thunder alias Super-7 è un progetto cino-pakistano.

 

Più Cino che Pakistano, a essere onesti.

 

Si tratta di un monoposto monomotore che ha volato la prima volta nel 2003, concepito per sostituire F-5, MiG-21/F-7, Mirage III/5, MIG-19/F-6.

 

In effetti la Cina non ha ancora deciso nulla circa la produzione in serie, mentre il Pakistan prevede di metterne in linea tra i 150 e i 200.

 

Propulso da un motore russo RD93 nella classe delle 8 tonnellate di spinta, l' FC-1 ha un peso max al decollo di circa 12700 kg.

La sua velocità max è mari a Mach 1.6, il raggio d'azione supera di poco i 1300 km con serbatoi esterni.

 

L'armamento è composto da 1 cannone da 23 mm e 3600 kg di carichi bellici trasportabili su 4 piloni subalari e uno ventrale, mentre sulle estremità alari trovano posto due missili a corto raggio classe Sidewinder.

 

L'aereo è compatibile con vari missili aria-aria cinesi quali i PL-6, PL-8, PL-9 e SD-10 (questi ultimi a guida radar attiva), nonchè bombe, razzi, missili aria-terra e bombe a guida laser.

 

Gli esemplari pakistani monteranno un radar multifunzione Grifo.

Link to comment
Share on other sites

Mi sembra brutto e sgraziato....

 

un collage tra un MiG-23, un Mirage F-1 e un caccia F-5....

 

poi considera che il motore è russo, l'avionica italiana, i sistemi d'arma sono tutte copie di missili americani (Sidewinder, Sparrow e Amraam) o europei (Aspide, Magic) o israeliani (Python e Shafrir)...

 

insomma che hanno fatto loro?

 

Per costruire la cellula e il tettuccio bastavano un fabbro e un vetraio...

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Ho letto qua che ha volato il 28/04/2006. Mi cheido come è possibile se ci sono articoli precendenti che parlano di voli, anzi di produzione in serie iniziata nel settembre del 2002!"QUA"

Si parla dello stesso aereo o sono macchine diverse?

In che categoria potremo inserirli?

Si parla di alta monovrabilità... Saremo agli standard "F-16"?

Link to comment
Share on other sites

Si tratta sempre e solo dell'FC-1, come parla chiaro la sigla sulla deriva di coda, solo che è il prototipo 04.

 

Il caccia è noto anche come JF-17 o Super 7.

 

Il prototipo 03 (FC-1/03) pare che sia rappresentativo della versione destinata al Pakistan con avionica semplificata e motori cinesi, mentre il prototipo 04 (FC-1/04) è rappresentativo della versione finale per la Cina, con motore di produzione cinese, avionica avanzata e piene capacità multiruolo.

 

In effetti per l'avionica non è chiaro se il radar italiano Grifo, inizialmente prescelto per il progetto, sarà installato sugli esemplari pakistani o su quelli cinesi o su entrambi o su nessuno dei due. Con la Cina non si può star sicuri di nulla e anche l'israeliana Elta è in corsa per fornire i radar.

 

Comunque basta guardarlo per capire che con l'F-16 ha poco da spartire.

E' un ibrido tra un MIG-21 ed un F-5, in cui sono confluiti parte degli studi che i russi avevano portato avanti nel programma del caccia leggero MIG-33.

 

Le prestazioni sembrano modeste (peso a vuoto sulle sei tonnellate, velocità Mach 1.6, carico bellico inferiore alle 4 tonnellate) per quello che vorrebbe passare per un caccia di nuova generazione classe F-16/MIG-29.

 

Dice bene Dominus: in effetti appare un aereo che punta al vasto mercato rappresentato dagli F-5, dai MIG-21/MIG-23 e dai vari Mirage III/5/50/F1

 

Devo dire però che il caccia è piccolo, agile, la motorizzazione azzeccata, e se l'avionica sarà quella occidentale, lo si può considerare una specie di Gripen economico.

Questo tipo di caccia è molto insidioso, qualora fosse dispiegato in grandi numeri a complemento di un nucleo di caccia più pesanti e prestanti.

Nel contesto pakistano ad esempio, dove lo spazio aereo ridotto non richiede grandi prestazioni velocistiche o di autonomia, è un aereo tagliato su misura.

 

Pare però che per quanto sia semplice, per la Cina rappresenta uno sforzo tecnologico ed economico elevatissimo, se alla fine se ne prevede l'acquisizione di appena 200 esemplari (ne servirebbero almeno 10 volte tanto).

Link to comment
Share on other sites

Non credo sia questa la spiegazione.

 

Il problema (simile a quello russo, sotto certi aspetti) è che la Cina ha messo in campo nel tempo migliaia e migliaia di aerei da combattimento.

 

Finchè si ragionava in termini di economia comunista, e di aerei relativamente semplici prodotti in grande quantità, il tutto bene o male reggeva.

 

Nel momento in cui la Cina deve confrontarsi con le economie di mercato (se non all'interno, sicuramente verso l'estero) e deve produrre velivoli di tecnologia sempre più elevata (sia per contrastare i velivoli occidentali, sia per avere speranze di esportazione) iniziano i problemi, perchè non è più possibile sostituire la massa di aerei in servizio, e bisogna accontentarsi di numero molto più limitati.

 

Quindi le risorse diminuiscono, e a questo si aggiunge il problema che in ogni caso la Cina non può permettersi di avere un'aviazione (ma il discorso vale anche per le altre forze) ridotte al lumicino: ha bisogno dei grandi numeri.

 

Ciò significa che, con le risorse intaccate, bisogna pure pensare a tenere in piedi gli aerei vecchiotti, se non a continuarne la produzione.

E sono altre risorse che devono essere spese, e alla fine le risorse disponibili per i mezzi di nuova generazione sono pochissime.

 

Infatti se guardate all'arsenale cinese, vi rendete conto che ci sono moltissimi progetti relativamente moderni, ma che vengono immessi in servizio ad un ritmo lentissimo o in pochi esemplari.

 

In Russia, dove il passaggio ad una totale (e non parziale come in Cina) economia di mercato è stato drastico e traumatico, addirittura il processo di ammodernamento si è fermato del tutto per anni, e a malapena si è riusciti a mantenere in condizioni di efficienza una parte del materiale esistente.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Il Joint Fighter-17 (JF-17) Thunder, conosciuto anche come Fighter China-1 (FC-1) Fierce Dragon[1], è un aereo da combattimento prodotto in Cina e in Pakistan.

 

Caccia monoposto multiruolo, ognitempo, è stato scelto dal Pakistan per venire incontro in modo combinato alle necessità tattiche e strategiche delle proprie forze aeree.

 

I primi due esemplari prodotti sono stati consegnati all'aviazione militare pakistana il 12 marzo 2007

 

 

U2142P27T1D483919F3DT20080201085849.jpgU2142P27T1D483918F3DT20080201085847.jpgU2142P27T1D483917F3DT20080201085846.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/Joint_Fighter_JF-17_Thunder

http://it.wikibooks.org/wiki/Forze_armate_..._secondo_dopogu U1335P27T1D483916F3DT20080201090831.jpgU1335P27T1D483916F26DT20080201090657.jpgerra_al_XXI_secolo/Cina-2

 

Link to comment
Share on other sites

Il Pakistan ha preso il progetto di un F-16 e l'ha sconvolto utilizzando canoni più vicini a quelli francesi per progettarne uno nuovo.

 

I cinesi nel frattempo, davano soldi e consulenze.

 

Direi che è un caccia vecchio già prima di nascere.

 

(A proposito, hai postato 3 volte lo stesso topic)

Link to comment
Share on other sites

Ma il Pakistan non era quello che si doveva equipaggiare di J-10? :scratch:

 

http://www.effedieffe.com/rx.php?id=939%20&chiave=La

 

Anche se la differenza non è notevole in quanto a ruolo... Perchè accollarsi lo sviluppo e/o la produzione di J-10, J-11 (alias Su.27) e J-9 (alias JF-17 o FC-1) quando si stanno per copiare i progetti del nuovissimo MIG 1.42\44 russo?

 

mig35_14_jpg.jpg

 

Se qualcuno ne sa qualcosa mi illumini please, non riesco davvero a comprendere quanti e quali caccia di produzione cinese stanno per essere sparsi per il medioriente! :helpsmile: E non riesco neanche a capire come mai la IAI fornisca consulenza al nemico... :ph34r:

 

P.s.: ecco un link interessante...

Edited by tuccio14
Link to comment
Share on other sites

Credo che si tratti di un progetto per "rubare" mercato nel segmento leggero.

Ci sono vari paesi mediorientali e africani che si troveranno a dover sostituire i vecchi F-5 o Mig-19/21 e questo sembra fatto apposta!

Sicuramente è ispirato al GoldenEagle, aereo che in versione monoposto andrà ad occupare lo stesso segmento di mercato.

Concordo con Balthasar nel dire che è un progetto limitato ma è altrettanto vero che si rivoge proprio a quei paesi acquirenti che non possono permettere spese militari troppo elevate(proprio per questo il paragone con l'F-5)!

 

Anche se la differenza non è notevole in quanto a ruolo... Perchè accollarsi lo sviluppo e/o la produzione di J-10, J-11 (alias Su.27) e J-9 (alias JF-17 o FC-1) quando si stanno per copiare i progetti del nuovissimo MIG 1.42\44 russo?

 

Suppongo perchè hanno mercato e per il KnowHow..........

Piano piano la Cina è arrivata ad avere una vera e propria industria aerospaziale autonoma proprio grazie a questi progetti.

Il gap forse non è ancora colmato ma i passi che stà facendo sono molto lunghi.................

 

Ma il Pakistan non era quello che si doveva equipaggiare di J-10? :scratch:

 

Sì dovrebbe averne ordinati 36......

Risponde all'esigenza di avere una prima linea "pesante"(J-10) e una più "lowcost"(Thunder") secondo la filosofia del HiLoMix.......

Edited by pablo
Link to comment
Share on other sites

un video.....

 

JF-17 Thunder

 

 

 

Ho scoperto per caso su un altro video che è direttamente derivato dal SabreII (super 7) lo sapevate?

 

a vederlo così non si direbbe proprio, eppure anche lui è un figlio del mio tanto amato Mig-21 :drool:

 

j-7fs_2.jpg

Edited by pablo
Link to comment
Share on other sites

E non riesco neanche a capire come mai la IAI fornisca consulenza al nemico...

 

La Cina fornisce armi e materiale a molti Paesi Mediorientali, e magari Israele cerca di tenersi buoni i cinesi cosicchè non vendano troppo ai Paesi che non amano lo Stato Ebraico. Poi il Lavi non sarà tanto avanzato da punto di vista tecnologico (a che epoca risale? anni '80?) e magari ai cinesi hanno venduto solo i progetti della cellula e non i componenti avionici.

Magari hanno fatto come gli americani con i Tomcat iraniani: appena un J-10 locka un aereo occidentele la cellula si autodistrugge :asd::asd::asd:

 

a vederlo così non si direbbe proprio, eppure anche lui è un figlio del mio tanto amato Mig-21

 

Immagine ridotta: 68% della dimensione originale [ 750 x 389 ]

 

Ma quello è il Super Fishbed!!! la controparte sovietica del Super Crusader!!! Non vi ricorda niente il muso??? E' identico al super Crusader!!!

 

Cipher

Link to comment
Share on other sites

Ma quello è il Super Fishbed!!! la controparte sovietica del Super Crusader!!! Non vi ricorda niente il muso??? E' identico al super Crusader!!!

 

Cipher

 

 

E' il J.7 FS Super 7, è proprio il SabreII Cinese..............Si c'è una vaga somiglianza ma tutta la cellula è del 21!!!!

Link to comment
Share on other sites

Anche se la differenza non è notevole in quanto a ruolo... Perchè accollarsi lo sviluppo e/o la produzione di J-10, J-11 (alias Su.27) e J-9 (alias JF-17 o FC-1) quando si stanno per copiare i progetti del nuovissimo MIG 1.42\44 russo?

 

 

 

P.s.: ecco un link interessante...

 

Il progetto MiG a cui ti riferisci è morto e sepolto da tempo... :huh:

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Volevo ri-buttare un po' di carne al fuoco....

 

Leggo oggi su A&D che la Thales e la MBDA quasi certamente parteciperanno allo sviluppo dell'avionica e del sistema d'arma del JF-17!

Mi stavo chiedendo se è una mossa corretta da parte occidentale esportare alle aziende Pakistane, e quindi anche a quelle cinesi, tecnologia occidentale?

Già in passato il Pakistan si è rivelato un paese poco affidabile e soprattutto, politicamente instabile quindi mi chiedevo se ne valga davvero la pena! :blink:

 

 

P.S. ricordo anche i Thunder sono stati ordinati anche dall'Iran :osama:

Link to comment
Share on other sites

Magari vale lo stesso discorso fatto per le esportazioni israeliane, siamo l'Europa e non è detto che dobbiamo avere gli stessi nemici degli USA, anche se poi siamo alleati nella NATO... :scratch:

 

Considerando poi la presenza francese in MBDA e Thales, non mi sembra che in passato i cugini d'oltralpe si siano fatti problemi ad esportare armamenti ai vari :saddam: e :osama: , non so se vi ricordate quali aerei sganciavano armi chimiche sui curdi... :hmm:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...