Jump to content

F-16 via da Aviano ?


Showtime 100
 Share

Recommended Posts

Sembra che il Pentagono stia prendendo in considerazione lo spostamento degli F-16 di stanza ad Aviano in una base in Polonia. Questa eventualità ha gia scatenato l'irritazione di Mosca che teme un eccessivo allargamento della NATO ad Est. All'origine della decisione USA sembra esserci il crescente clima di ostilità della società Italiana verso le installazzioni militari Americane in Italia a partire dal progetto di allargamento della base di Vicenza.

La notizia a pagina 125 televideo Mediaset

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Sembra che il Pentagono stia prendendo in considerazione lo spostamento degli F-16 di stanza ad Aviano in una base in Polonia. Questa eventualità ha gia scatenato l'irritazione di Mosca che teme un eccessivo allargamento della NATO ad Est. All'origine della decisione USA sembra esserci il crescente clima di ostilità della società Italiana verso le installazzioni militari Americane in Italia a partire dal progetto di allargamento della base di Vicenza.

La notizia a pagina 125 televideo Mediaset

 

 

Sono anni che si sente parlare dello spostamento di Aviano a Est, ora in Ungheria, adesso in Polonia. È probabile che prima o poi si farà anche perché le preoccupazioni americane non sono più in Slovenia, ma molto più a Est. Con buona pace dell'URSS che non può pretendere di dettar legge in casa polacca (Paese UE e NATO).

Link to comment
Share on other sites

Peccato solo per l'indotto della base, però i pacifinti faranno i salti di gioia.

visto che in fondo l'aeroporto Pagliano e Gori è sempre italiano, dispone di molti shelter e infrastruttre all'avanguardia made in Usaf, perchè una volta volati via gli F 16 usaf non basarci un paio di gruppi di eurofighter, magari quelli della tranche 3? Cervia a sua volta, lascita libera dall'ami, potrebbe diventare la base per tutti gli aeromobili della brigata aeromobile Friuli che ha oggi i suoi elicotteri dispersi fra Rimini e Casarsa. Con questa soluzione il nord est sarebbe coperto da velivoli all'altezza basati in una base grande,moderna ed efficiente mentre l'esercito avrebbe gli elicotteri della sua brigata aeromobile concentrati su una sola base ed il 66° reggimento fanteria aeromobile nella vicina Forlì.

Idea malsana o qualcuno negli S.M. di'Aeronautica ed Esercito ci ha già pensato?

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Non credo che gli convenga sai, poi l'aereoporto rimane comunque italiano.

Bisogna sempre vedere se lo sposteranno davvero, alla fine, con questa crisi.

 

Fra l'altro, credo ci abbiano anche speso dei soldi a sistemarlo una decina di anni fa. Bisogna però vedere i nuovi orientamenti dell'amministrazione americana, senza escludere qualche altra ragione, visto che questa storia dello spostamento della base ricompare ciclicamente da diversi anni.

Link to comment
Share on other sites

Comunque di questo eventuale trasferimento se ne parla da anni;però è anche stato precisato che riguarda il 31FW,non la base che rimarrà aperta ed attiva(c'è anche un distaccamento dell'US'Army Aviation).Anche il 52FW di base a Spangdahlem verrebbe spostato in turchia.Quindi non è legata al presunto "clima di ostilità" ma ad uno spostamento dell'area d'interesse.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Trovo divertente che qualche anno fa, alla prima di queste notizie, il primo a battersi per il non trasferimento della base fu il sindaco di Aviano, rifondarolo... al quale più che la pace stavano a cuore i soldi che discoteche, pubs e altro fanno coi GIs. Business is business, anche per i comunisti, pre o post non importa.

Link to comment
Share on other sites

Non e' una proposta presa in considerazione dall'Air Force (ANSA) - WASHINGTON, 25 MAR - L'ipotesi di trasferire gli F-16 americani da Aviano in Polonia e' solo uno studio accademico militare realizzato un anno e mezzo fa. E 'non una proposta presa in considerazione dall'Air Force', ne' dal comando Usa in Europa, dalla Nato o dai governi coinvolti: cosi' un portavoce del Pentagono commenta l'idea di un ufficiale dello Stato maggiore dell'aviazione Usa.Il saggio del tenente colonnello Sage contiene 'idee che sono sue e sue sole',dice un portavoce dell'Air Force al Pentagono.

 

fonte: http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/it..._125311849.html

Edited by -{-Legolas-}-
Link to comment
Share on other sites

Ma figuratevi se l'USAFE si priva di una struttura moderna e ottimamente dislocata come Aviano....e poi anche nel caso dovessero rischiare i due squadron distaccati ad Aviano figuratevi se lasciano la base in altre mani....come minimo pur di poterne disporre in futuro la adibirebbero a deposito!

Link to comment
Share on other sites

Quella che è nota come base di Aviano è stata per lunghi anni una semplice base di rischieramento senza che vi fossero assegnate squadriglie operative americane.

Da quando c'è il 31 FW con il 510° e il 555° su F-16C, la base s'è ingrandita annettendo la limitrofa e ormai abbandonata caserma Zappalà dell'Esercito Italiano.

Da allora a Pordenone e provincia si sono stabilite migliaia di famiglie americane (ora circa 6000) e nella base sono stati fatti molti lavori di ampliamento e son state costruite (da ditte italiane) molte infrastrutture e servizi (dove lavorano anche centinaia di italiani) per accogliere parte di queste persone.

La maggior parte di queste costruzioni si trova sul terreno occupato dalla caserma italiana dismessa, ma sono soprattutto alloggi e infrastrutture civili più che strutture operative che già erano presenti da anni (per esempio non mi risulta sia stato costruito un solo shelter corazzato in più rispetto a quelli già presenti).

 

L'indotto per la zona è come si può immaginare notevole e la comunità americana è perfettamente integrata in quella italiana: non c'è un clima di ostilità che giustifichi una fuga da Aviano, la comunità americana non fa nulla per alimentarlo (anzi) e le teste calde semmai arrivano soprattutto da fuori...

Tanto per la cronaca anni fa il sindaco di Aviano era di Rifondazione Comunista...Bene, negli anni in cui fu sindaco si guardò bene dal sostenere il motto "yankee go home" che qualche "genio" ogni tanto viene a sostenere in qualche manifestazione pacifinta, dopo essersi magari divertito a terrorizzare in autostrada una donna con dei bambini solo perchè la sua auto era targata AFI...

Link to comment
Share on other sites

Guardate che gli americani non possono andarsene per un semplice motivo: dubito molto che politicamente Obama abbia intenzione di spostare le armi a cui gli F-16 di Aviano sono abilitati in Polonia (ovvero vicino alla Russia). Armi che tra l'altro sono proprio custodite ad Aviano, e andrebbero appunto spostate nella nuova base degli F-16 in Polonia se si vuole che il reparto mantenga l'abilitazione ad usarle

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Se decidono di farlo spostano tutto senza se e senza ma e l'URSS se lo fa andar bene. Il problema è "se" vogliono farlo, e perché dovrebbero.

Link to comment
Share on other sites

Portare armi nucleari in polonia lo escludo, al massimo verrebbero ritirate.

Già vedono come minaccia dei missili intercettori, figurarsi che scoppierebbe con armi nucleari potenzialmente offensive alla porta di casa (e, in questo caso, non gli si potrebbe dar torto).

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
Portare armi nucleari in polonia lo escludo, al massimo verrebbero ritirate.

Già vedono come minaccia dei missili intercettori, figurarsi che scoppierebbe con armi nucleari potenzialmente offensive alla porta di casa (e, in questo caso, non gli si potrebbe dar torto).

 

 

Hanno la Bielorussia del compagno di merenda Lukashenko a fare da cuscinetto... o hanno paura che entri nella NATO pure lui?

Link to comment
Share on other sites

:asd: oggi la biellorussia conta una mazza come cuscinetto. Non è in grado di intercettare una coppiola di F-16 con armi nucleari, ne è abbastanza grande come territorio da renderne problematico il sorvolo.

La cosa è semplice: se gli americani mettessero atomiche in Polonia, la Russia reagirebbe mettendole in Biellorussia. Siccome alla fine il tutto non conviene a noi (Berlino da Minsk è ben più vicina che Mosca da Varsavia), ecco che non se ne farà nulla.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder
:asd: oggi la biellorussia conta una mazza come cuscinetto. Non è in grado di intercettare una coppiola di F-16 con armi nucleari, ne è abbastanza grande come territorio da renderne problematico il sorvolo.

La cosa è semplice: se gli americani mettessero atomiche in Polonia, la Russia reagirebbe mettendole in Biellorussia. Siccome alla fine il tutto non conviene a noi (Berlino da Minsk è ben più vicina che Mosca da Varsavia), ecco che non se ne farà nulla.

 

 

Biellorussia? Non se è voluta o meno, ma è comica.

Link to comment
Share on other sites

Guest intruder

Le astronavi Klingon no? E i piloti dove ce li hanno? E la benza per fare andare le macchine? Al tempo delle olimpiadi ricopensavano gli atleti vincitori con prosciutti e fiaschi di vino (o di vodka), questo dovrebbe dirla lunga sulle condizioni del Paese.

Link to comment
Share on other sites

La faccina sarcastica non era mica lì per caso :asd:

Sì ma sai bene che Intruder odia le faccine, l'aveva bypassata!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...