Jump to content

Di quale parte del mondo preferite i caccia???


JackFlanker
 Share

Sondaggio  

44 members have voted

  1. 1. Sondaggio

    • America
      27
    • Russia
      7
    • Europa
      3


Recommended Posts

  • Replies 67
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Diciamo che è l'insieme dell'aviazione russa ad affascinarmi, non un caccia in particolare... se fosse per questo credo che non sarebbe un aereo russo il mio preferito di sempre...

 

Cmq il mio caccia russo preferito è il Mig 29!!!

Edited by JackFlanker
Link to comment
Share on other sites

Obiettivamente gli americani hanno prodotto una serie di caccia che hanno rappresentato sotto molti aspetti il massimo della tecnologia dell'epoca cui appartenevano, specialmente a partire dalla II GM.

 

Il P-51, il P-38, il P-47, l'F-4F, l'F-4U e l'F-6 della Seconda Guerra Mondiale...

l'F-86 del dopoguerra, l' F-4 degli anni sessanta, tutta la serie F-14 / F-15 / F-16 / F-18, per poi arrivare agli attuali F-22 ed F-35.

 

Per non parlare dei tanti velivoli eccezionali ma più o meno fortunati, come l'F-104, l'F-106, l'F-8, l'F-5.

 

A fronte di tutto questo, i sovietici possono opporre solo il MIG-15 (che però rubava i motori Rolls Royce inglesi), il MIG-21 e i recenti MIG-29 e SU-27.

 

Ognuno di questi caccia aveva delle caratteristiche notevoli: il MIG-15 era più veloce del Sabre americano, il MIG-21 era più maneggevole del Phantom, il MIG-29 ed il SU-27 hanno eccezionali prestazioni nel dogfight...

 

Le linee, il fascino, sono cose soggettive: ognuno ha le sue preferenze.

 

Io preferisco i progetti americani perchè la progettazione è più accurata, la costruzione perfetta (è dagli anni '50 che in nessun aereo americano vedrete bulloni che spuntano e piastre mal accordate, come tutt'ora accade sui SU-27), i motori affidabili e sicuri, l'abitacolo comodo e spazioso, l'elettronica efficiente.

 

Per quanto riguarda il caccia preferito, per me resta l' F-15.

 

Ma vorrei chiarire il perchè.

 

Quando volò il primo F-15 io avevo solo sette anni, ma ci sarebbero voluti ancora 10 anni prima che diventassero pienamente operativi.

Il mio primo incontro con un F-15 avvenne all'età di 11 anni.

 

In quel periodo il padrone del cielo era il Phantom.

 

Nessuno si poneva dubbi a pensare quale fosse il miglior caccia.

Non c'erano discussioni in proposito: Phantom e basta.

 

Vero che stavano arrivando i Tomcat a sostituire i Phantom sulle portaerei, ma il Tomcat non dovete vederlo come lo vediamo oggi.

Pensate a trent'anni fa: era un caccia molto grosso e pesante, le sue doti di maneggevolezza non erano eccezionali, la sua ala a geometria variabile veniva vista come una macchinosa complicazione. Inoltre i suoi motori erano inaffidabili. Le sue prestazioni in velocità erano analoghe a quelle del Phantom, mentre le sue prestazioni di accelerazione e salita erano pessime. Il Phantom era detentore di una serie di record di velocità, salita e quota (battuti solo da speciali versioni da "record" del MIG-25).

Il Tomcat veniva visto come un pattugliatore la cui unica ragion d'essere stava nel sistema AWG-9/Missili Phoenix.

Il Phantom era il Phantom! Gli appassionati soffrivano al pensiero che veniva ritirato dall'US Navy!

 

Bhè quando vidi per la prima volta un F-15 fu un tuffo al cuore.

 

La pulizia delle linee, l'eleganza, la bellezza dell'aereo... era un'opera d'arte.

L'F-15 riconquistò in pochi anni i record che erano appartenuti al Phantom: si impose per la sua maneggevolezza, per la sua autonomia, per la potenza dei motori, per l'accelerazione.

E' difficile descrivere quelle emozioni.

Per non parlare delle innovazioni tecnologiche: i serbatoi conformal (Fast Pack), il radar APG-63 (il primo radar con capacità di "fotografare" il terreno), la compatibilità con il missile antisatellite ASAT...

 

Con l'F-15 nacque proprio il concetto di Superiorità Aerea.

Fu il primo Air Superiority Fighter.

 

Per questo l'Eagle resterà per sempre nel mio cuore.

Link to comment
Share on other sites

logicamentei caccia usa sono i migliori, ma io ho votato Europa perchè ritengo con tutto il rispetto per gianni, che se solo l'europa si impegnasse e fosse unita farebbe leggere la targa agli states, anche se la tecnologia states è molto migliore.... ma questo è per ora... nel futuro...... chissà

 

 

P.s. l'espressione leggere la targa, se non la conoscete significa anche "" far mangiare la polvere "" molto usata qui giu da me....

 

VaLe

Link to comment
Share on other sites

effettivamente se l'europa un giorno si unirà veramente dovrebbe essere la più grande superpotenza, sia ecomicamente che come popolazione e penso che in una decina d'anni possa arrivare agli USA anche come potenza militare

naturalmente bisogna che diventi una nazione unita, con una stessa lingua e ci dovremo sentire europei, non più italiani, francesi o tedeschi

Link to comment
Share on other sites

Postate il paese e poi di quello scrivete i modelli preferiti!!!!

Se volete poi creo un sondaggio su modelli precisi... ok??

 

:P

premetto che non mi intendo di aeronautica...però mi piace un casino la russia (anche se non sono comunista, ma l'esatto contrario... :D )

 

comq voto russia..

 

probabilmente sonogli gli U.S.A i preferiti...

una volta ho visto un fil, dove c'erano i mig 29... e dopo quelche mese, un documentario che diceva chiaramente che i mig 29, sino a poco tempo fa, erano i migliori caccia esistenti al mondo...

io non so nulla, anzi, mi è sembrato strano :ph34r:

 

 

per chi se ne intende, perchè il mig 29, si dice che sia un grandissmo caccia?

forse il migliore costruito?

 

ciao ciao

 

grazie :D

Link to comment
Share on other sites

Il MIG-29 ha costituito la prima, immediata risposta dell'URSS ai caccia americani della serie "dieci" (F-14/F-15/F-16/F-18).

 

I sovietici hanno puntato a realizzare un caccia che fosse manovrabile almeno quanto l'F-16 e che avesse una suite elettronica paragonabile a quella di F-15 ed F-18.

 

Il risultato è stato senza dubbio conseguito, ma quello che ha impensierito maggiormente la NATO è stato l'armamento del MIG-29.

Il Fulcrum infatti è armato con i missili AA-10 Alamo, grosso modo paragonabili agli AIM-7M Sparrow, con una portata massima (specialmente nelle versioni ER) superiore a quella dell'AMRAAM.

Nel corto raggio, invece, il MIG-29 si basa sugli insidiosi AA-11 Archer, abbinati a un casco con sensore HMS, che si sono rivelati micidiali nei dogfight.

A questo va aggiunto un sensore IRST di grande portata, che può essere utilizzato in luogo del radar rendendo l'aereo elettronicamente silenzioso.

 

Attenzione però: se questi sono i lati positivi, occorre evidenziare quelli negativi.

I motori del MIG-29 hanno una vita utile molto bassa, come tutti i motori sovietici, e consumano una marea di olio lubrificante (tanto che la possibilità di rifornirsi in volo era stata inizialmente esclusa perchè inutile: l'aereo non poteva restare in aria più di una - due ore). Il MIG-29 è nato come un aereo "stabile", senza controlli FBW, e quindi la sua risposta di manovra era inferiore rispetto ai Falcon e agli Hornet.

Infine l'avionica dell'aereo e l'elettronica dei missili, avanzatissime sulla carta, nella realtà erano inaffidabili rispetto agli standards occidentali.

 

Solo le ultime versioni del MIG-29, e in particolare la M, si avvicinano agli standard qualitativi occidentali: i motori sono diventati più efficienti, è stato introdotto il sistema di rifornimento in volo, l'aereo dispone di controlli FBW, l'avionica è compatibile con i missili AA-12 a guida radar attiva.

Resta il fatto che il sistema avionico è più sensibile alle contromisure rispetto a quelli occidentali, ed i missili aria-aria russi sono comunque meno precisi e affidabili rispetto a quelli occidentali.

 

Ma il MIG-29M (conosciuto anche come MIG-33 Super Fulcrum) è stato messo a punto solo nel 1996, e quindi in sensibile ritardo rispetto agli F-16C e agli F-18C, non è stato adottato dalla Russia ed il suo sviluppo ha incontrato vari problemi, tanto che nel 2004 è stato finalmente annunciato che il caccia sarà disponibile per l'esportazione... nel 2006!

Link to comment
Share on other sites

Sarebbe quello che gli americani chiamano"Tomcatsky"? :)

 

Cmq da sempre preferisco gli aerei USA:

Quando ero bambino ero pazzo per il Phantom...

Poi una volta,leggendo"GenteMotori"vidi un aereo che a quel tempo era denominato AFTI,che poi diede vita all'F-16,ebbene poi nel mio cuore ci fu il FightingFalcon.

Poi mi incuriosì l'F14,e il film TopGun servì a confermare il mio innamoramento per il Gattaccio...

Ammetto che alle linee dell'F-22 e simili devo ancora farci l'occhio,ma sono ormai un nonnetto,tuttavia verso gli aerei USA che preferisco ho una frase da associare:

B-52=Mazza quant'è grosso!

A-10=E' brutto,ma non diteglielo se no vi spacca il c**o!

F-16=Diabolico Birichino...

F-14=Magico!!!!!

F-15=Meglio amico che nemico!

E via così... :):):)

Link to comment
Share on other sites

Sì ma l'F-16 AFTI non è stato il precursore dell' F-16!

 

L'AFTI era un programma di sviluppo tecnologico, per il quale è stato usato un F-16 appositamente modificato, e che è durato dal 1983 al 2001.

 

L'F-16 AFTI è servito per sviluppare tantissime cose: sono state testate delle ali canard sotto la fusoliera, che consentivano all'aereo di virare senza rollare; è stato testato il sistema IRST e il sistema di navigazione a bassa quota mediante sensori ottici, poi utilizzati nei sistemi di tipo Lantirn; è stata testata la "gobba" che poi è stata introdotta nelle ultime versioni degli F-16; sono stati testati il sistema di comando vocale; è stato testato il sistema HMS che poi ha dato vita al casco JHMCS; e infine l'aereo è stato un test-bed delle soluzioni hardware e software adottate sull' F-35.

 

Insomma, l'AFTI è stato uno sperimentatore di tecnologie che oggi sono diventate di uso comune!

 

Ecco un paio di foto di due diversi allestimenti dell'AFTI:

 

 

EC89-0016-20.jpg

 

 

EC92-10061-10.jpg

Edited by Gianni065
Link to comment
Share on other sites

Tomcatsky?

 

 

Questo nomignolo è stato usato per appellare un paio di F-14 utilizzati come Aggressor dalla USNavy, con mimetizzazione stile sovietico.

 

Poi, tanti, ma tanti anni fa, quando cominciarono a circolare le primissime e pessime immagini satellitari del prototipo del SU-27 scattate sulla base di Ramenskoye, che mostravano poco più di un'ombra, alcuni analisti pensarono che il nuovo caccia avesse le ali a geometria variabile, e lo soprannominarono Tomcatsky.

Pochi anni dopo, ovviamente, si scoprì che il SU-27 aveva ali fisse.

 

Effettivamente un SU-27 con le ali a geometria variabile sarebbe stato molto simile al Tomcat, e del resto è noto che il SU-27 sia stato progettato scopiazzando i disegni del Tomcat, anche in vista di un futuro impiego imbarcato (come è stato).

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
×
  • Create New...