Jump to content
Sign in to follow this  
Rick86

UK vietato usare le parole mamma e papà alle elementari

Recommended Posts

PAZZESCO

 

La proposta fatta propria dal ministro per la scuola e l’infanzia Ed Balls

 

Gb: basta dire «mamma e papà», contro l'omofobia meglio parlare di «genitori»

Per abituare i bambini delle elementari all'idea che ci potrebbero essere genitori dello stesso sesso

 

 

LONDRA - Nelle scuole elementari britanniche sarà proibito usare l'espressione «mamma e papà» e diventerà obbligatorio utilizzare l'espressione neutra «genitori», in modo particolare nelle comunicazioni a casa. Come scrive mercoledì il popolare quotidiano Daily Mail, il ministro per la Scuola e l’infanzia Ed Balls farà propria la proposta lanciata dall'organizzazione per i diritti degli omosessuali Stonewall, mirante ad abituare i bambini britannici delle elementari all'idea che potrebbero esserci genitori dello stesso sesso.

 

DIRITTI GAY - Secondo gli attivisti di Stonewall, l'espressione «mamma e papà» lede i diritti dei genitori omosessuali e favorirebbe pregiudizi anti-gay, inoltre ritengono che i bambini non dovrebbero avere un'idea «convenzionale» della famiglia. Ma non solo: l'iniziativa prevede che, quando si discuterà di matrimonio nelle scuole medie, gli insegnanti dovranno parlare anche delle unioni civili e dei diritti sulle adozioni gay.

 

TOLLERANZA ZERO - La proposta di Balls tende inoltre a combattere l'intolleranza nei confronti degli omosessuali e prevede punizioni per chi offenderà un compagno chiamandolo gay. Tra le espressioni che dovrano essere bandite dalle scuole britanniche ci sono anche: «comportati da uomo» e «siete un branco di donnicciole». Il ministro Balls si è detto «orgoglioso che il governo e il dipartimento siano stati fermi su questa strada. Il nostro punto di vista è che ogni scuola debba mettere in pratica azioni chiare contro ogni forma di bullismo, incluso quello a sfondo omofobico»

Share this post


Link to post
Share on other sites

"La grande marcia della distruzione intellettuale proseguirà. Tutto sarà negato. Tutto diventerà un credo. E' una posizione ragionevole negare le pietre della strada; diventerà un dogma religioso riaffermarle. E' una tesi razionale quella che ci vuole tutti immersi in un sogno; sarà una forma assennata di misticismo asserire che siamo tutti svegli. Fuochi verranno attizzati per testimoniare che due più due fa quattro. Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate. Noi ci ritroveremo a difendere non solo le incredibili virtù e l'incredibile sensatezza della vita umana, ma qualcosa di ancora più incredibile, questo immenso, impossibile universo che ci fissa in volto. Combatteremo per i prodigi visibili come se fossero invisibili. Guarderemo l'erba e i cieli impossibili con uno strano coraggio. Noi saremo tra quanti hanno visto eppure hanno creduto". (Gilbert Keith Chesterton, Eretici, finale dell'ultimo capitolo)

Edited by lender

Share this post


Link to post
Share on other sites

Più che altro qui si rinuncia a qualsivoglia visione etica del mondo nel nome del politicaly correct e questo è più pericoloso di quanto si possa pensare.

Se adesso un bambino non può più usare la parola mamma per non offendere qualcuno cosa potrà succedere in futuro?

 

P.S. Con una legge antidiscriminazione del genere io finirei in galera un giorno sì e l'altro pure, specie quando sono alla guida...

Per non pararlare di qualche istruttore dei Royal Marines...

Share this post


Link to post
Share on other sites
sono proprio delle donnicciuole questi bevitori di the :asd:

 

No, donnicciula non lo puoi dire, è diseducativo! :asd:

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 

:blink:

 

Capisco prevenire l'omofobia (e mi sembra giusto punire chi utilizza il termine "gay" come spregiativo) ed educare le nuove generazioni al rispetto, ma qui si esagera. Mamma e papà sono mamma e papà, non credo che chiamarli così sia "ledere un diritto" di qualcuno. Anzi, NON LO E' PUNTO E BASTA!

 

E poi scusate, i bambini che hanno perso un genitore? Allora per rispetto alla loro sensibilità è vietato parlare di "genitori" al plurale? Ed i figli dei divorziati? Mah... eccesso di politically-correctness! :thumbdown:

 

E poi mi sembra che la scuola inglese abbia altri problemi (bullismo) piuttosto che proibire di chiamare "mamma" o "papà" i genitori! :helpsmile:

 

Ad ogni modo... sono inglesi, la pensano in tutt'altro modo rispetto a noi italiani e quella è casa loro. inoltre si tratta solo di una proposta ed è da vedere se ed in che modo verrà approvata e con quali modifiche. Poi facciano loro!

 

:blink:

 

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

 

Gia ora mi vedo i papa-boys del forum ed i difensori della famiglia cristiana (che mettono incinta le amanti durante il family-day e poi divorziano dalla cornificata moglie subito dopo) che ci daranno giù di brutto su 'sta storia!

 

Ed infatti...

 

DOMINUS

 

Non vogliono vietare ai bambini di dire mamma o papà, è un invito ai docenti.

 

Poi dubito che tu finirai mai in galera, siamo in Italia... non ci vanno le infanticidi figuriamoci uno che da al suo prossimo di figlio di p****! Siamo seri!

Edited by Marvin

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marvin... sei una checca!!! :asd: :asd: :asd:

 

 

GVAZIE CAVA, COME SEI GENTILE OGGI!

 

:asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

:ph34r:

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Gia ora mi vedo i papa-boys del forum ed i difensori della famiglia cristiana (che mettono incinta le amanti durante il family-day e poi divorziano dalla cornificata moglie subito dopo) che ci daranno giù di brutto su 'sta storia!

 

Ed infatti...

 

DOMINUS

 

Non vogliono vietare ai bambini di dire mamma o papà, è un invito ai docenti.

 

Poi dubito che tu finirai mai in galera, siamo in Italia... non ci vanno le infanticidi figuriamoci uno che da al suo prossimo di figlio di p****! Siamo seri!

 

Eccomi... anche se non sono più tanto un boys :rolleyes:

 

Qui si tratta di difendere il buon senso e la realtà, più che la famiglia cristiana, visto che fino ad ora siamo tutti figli di un padre "maschio" e di una madre "femmina".

 

Il problema è che se si va avanti così si potrà continuare a dare del figlio di p**** al prossimo, ma non farsi chiamare papà dai figli... :rotfl:

 

E mi sorge un quesito inquietante: da mia figlia dovrò farmi chiamare genitore "a" o "b"? Quale sarà il criterio in base a cui assegnare la lettera? Boh, dovrò chiedere a Zapatero e soci :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà è giusto quello che dicono. Nelle comunicazioni ufficiali scrivere genitori è più giusto. In realtà ancora più giusto sarebbe scrivere "tutori", perchè così come un bambino con genitori dello stesso sesso si potrebbesentire discriminato ad avere 2 papà o 2 mamme, anche un bambino a cui sono morti i genitori e che quindi non vive con "mamma e papà" ma con qualcun'altro o un bambino adottato e che sà di esserlo, ecc. si possono sentire discriminati.

Ovviamente il divieto di usare mamma e papà vale solo per le comunicazioni ufficiali o quando l'insegnante parla dei genitori, specialmente se conosce la situazione familiare dei suoi alunni, i bambini sono liberi di chiamarli come vogliono. :)

___________________________________________

 

 

avevo risposto senza leggere quello che ha scritto marvin...in pratica quoto lui :D

 

Però con la variante che ritengo sia una cosa giusta, anceh se sicuramente non è una priorità...

Share this post


Link to post
Share on other sites
In realtà è giusto quello che dicono. Nelle comunicazioni ufficiali scrivere genitori è più giusto. In realtà ancora più giusto sarebbe scrivere "tutori", perchè così come un bambino con genitori dello stesso sesso si potrebbesentire discriminato ad avere 2 papà o 2 mamme, anche un bambino a cui sono morti i genitori e che quindi non vive con "mamma e papà" ma con qualcun'altro o un bambino adottato e che sà di esserlo, ecc. si possono sentire discriminati.

Ovviamente il divieto di usare mamma e papà vale solo per le comunicazioni ufficiali o quando l'insegnante parla dei genitori, specialmente se conosce la situazione familiare dei suoi alunni, i bambini sono liberi di chiamarli come vogliono. :)

___________________________________________

avevo risposto senza leggere quello che ha scritto marvin...in pratica quoto lui :D

 

Però con la variante che ritengo sia una cosa giusta, anceh se sicuramente non è una priorità...

 

Ma guarda che secondo me cercare di arginare l'omofobia mi sembra giustissimo, solo che rischia di essere un qualcosa di facciata che, se male interpretato (cosa facilissima, anzi, qualcuno lo farà di proposito) può fare più danni che altro. Piuttosto dovrebbero concentrarsi sui programmi educativi anti-omofobia.

 

Io contesto il fatto che sia una lesione di un diritto altrui chiamare i genitori maschio e femmina di un bambino papà e mamma. In fondo non c'è niente di male a dire "papà" e "mamma". Poi se si preferisce usare a livello burocratico il termine "genitori" o "tutori" è un altro paio di maniche. Insomma, contesto questa forma di estremismo all'inverso.

 

Anche perchè poi sussiste il problema del "tuteliamo gli uni ma non gli altri", come appunto abbiamo detto dei figli di divorziati o degli orfani. Insomma, ci vuole serietà e non meri provvedimenti di facciata.

 

E' vero che esiste il problema dell'omofobia e che va risolto, ma non mi sembra che così lo si possa fare. Più intelligente è invece l'insegnamento fin da bambini ad affrontare certe tematiche senza pregiudizi ed a mente aperta. Pensa se provano a farlo anche qui in Italia che casino (o forse dovrei dire Casini :asd: - senza offese onorevole!) che ti montano!.

 

@ Lender: come sempre voi papa-boys (attempati e non) siete esagerati. Qualcuno dice qualcosa che non vi torna ed ecco subito voi che profetizzate sventure. Nessuno cancellerà i termini "mamma" e "papà" dal vocabolario, siamo seri! ;)

 

@ Dominus: come si vede che non sei un buon cristiano: ama il prossimo tuo come te stesso. Lender, tu, difensore della fede, avresti dovuto contestarglielo! :asd:

Edited by Marvin

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io non mi esprimo, altrimenti poi mi vedrei costretto a non poter frequentare più queste pagine.... :incazz::censura::ban?:

 

Però se volete vi posso raccontare una bella barzelletta in tema!!! :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites
come si vede che non sei un buon cristiano

 

Stai parlando con uno che ha detto alla suora in seconda elementare di essere ateo convinto :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti il punto in cui volevo arrivare è proprio quello di marvin: è sbagliato discriminare i gay, bisogna punire chi lo fa ma da questo a quello che succede in UK ci passa un abisso. Mi sembra che i gay (visto come sono stati trattati) abbiano oggi un bisogno di affermare in ogni maniera possibile la loro natura, di cercare di essere il più possibile simili a noi proprio come riflesso di anni di discriminazione.

Ma così facendo si sta arrivando a dei livelli assurdi, e non parlo solo di quello che sta succedendo in Inghilterra (è abominevole vietare di usare laprima parola che tutti noi abbiamo detto "mamma");

per come la vedo io riconoscere diritti sia patrimoniali sia sociali alle coppie omo è giusto (articolo 2 della costituzione) ma Matrimonio, Famiglia e sopratutto il potere adottare figli sono tutt'altro (La Repubblica riconosce la Famiglia come unione naturale fondata sul Matrimonio). La mia posizione è quella francese, si ai Pacs cioè a particolari contratti che giustamente riconoscono certi diritti a gente che vive insieme e si ama, ma no deciso ad una cosa, il matrimonio che è nato e resta (basti guardare l'etimologia del nome) qualcosa di diverso, qualcosa non solo legato alle due persone che si amano ma ai loro figli e a quella società naturale che costituisce la base del nostro tessuto sociale

Share this post


Link to post
Share on other sites

Fecondazione, l'ultima sfida: presto

sperma dal midollo osseo delle donne

 

Una ricerca ai primi stadi di scienziati britannici apre inquietanti scenari. Lo scrive il New Scientist

 

LONDRA - Scienziati inglesi dell’università di Newcastle Upon Tyne, avrebbero trovato un modo per trasformare le cellule staminali del midollo osseo femminile in spermatozoi. Alla scoperta dedica spazio il settimanale britannico New Scientist. Il professor Karim Nayernia, che guida l’equipe, sarebbe pronto a iniziare gli esperimenti entro i prossimi mesi, a patto, ovviamente, di avere le necessarie autorizzazioni, e si dice certo di potere produrre le prime cellule spermatiche femminili entro due anni. Lo sperma maturo, capace di fertilizzare gli ovuli, richiederà invece almeno tre anni di esperimenti. Una sorta di «primo stadio» dello sperm da cellule midollari sarebbe già stato prodotto bombardando le staminali del midollo osseo di topi con vitamine e altri composti chimici. Secondo gli scienziati la scoperta potrebbe rappresentare una tappa fondamentale nella lotta contro l’infertilità. C’è solo un piccolo particolare che va tenuto presente: i bambini nati in questo modo potrebbero essere esclusivamente di sesso femminile, perchè nella riproduzione non entrerebbe in gioco il cromosoma Y, che è patrimonio esclusivo dei maschi.

 

PROSPETTIVE INQUIETANTI - Ma gli scenari aperti da questa scoperta, anche a livello etico, possono diventare inquietanti: le ricerche potrebbero consentire a una donna di aver un bambino «tutta da sola», grazie allo sperma prodotto dalle cellule del proprio midollo osseo e ai propri ovuli. E la cosa potrebbe verificarsi anche per un uomo, che potrebbe produrre similarmente le cellule uovo dal proprio midollo osseo. In entrambi i casi si tratterebbe di ipotesi ad lato rischio di anomalie genetiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.radioradicale.it/modifiche-del-...tto-di-famiglia

 

Riforma del codice civile per permettere il matrimonio tra persone dello stesso sesso, possibilità per le coppie omosessuali di adottare figli, snellimento per le procedure di divorzio: queste le novità che il Congresso spagnolo ha approvato dall’inizio della legislatura. E’ il pacchetto di «riforme sociali» che il premier socialista Zapatero aveva promesso durante la sua vittoriosa campagna elettorale.

La maggioranza parlamentare ha dato il via libera ai matrimoni tra omosessuali e lesbiche, sostituendo gli articoli del Codice Civile spagnolo in cui si parlava di «marito» e «moglie» con il termine «coniugi». Per poter aprire la strada alle adozioni anche per queste coppie, le parole «madre» e «padre» sono state sostituite da «progenitori».

Una riforma lessicale che a febbraio del 2004 aveva ricevuto l’avallo persino della Real Academia (la Crusca spagnola) e che è stata approvata con una maggioranza di 183 voti; parere contrario è stato invece espresso dai popolari dell’ex premier José Maria Aznar e dai nazionalisti catalani di Convergencia i Uniò, mentre il Partito nazionalista basco (Pnv) si è spaccato. Dopo le votazioni, Zapatero ha dichiarato di essere pronto a ricevere le critiche del mondo della chiesa e del nuovo Papa Benedetto XVI. «Questa è una delle grandezze della democrazia: la libertà religiosa, di opinione e di portare avanti un progetto politico con il sostegno del voto dei cittadini».

La reazione della Conferenza episcopale spagnola non si è fatta attendere, milioni le persone in piazza assieme ai prelati.

.....

Pubblicato il 24 Novembre 2006 da Simone Sapienza

 

 

Qualcuno ha letto 1984 di Orwell?

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Neolingua

Fine specifico della neolingua non è solo quello di fornire, a beneficio degli adepti del Socing, un mezzo espressivo che sostituisse la vecchia visione del mondo e le vecchie abitudini mentali, ma di rendere impossibile ogni altra forma di pensiero. Una volta che la neolingua fosse stata radicata nella popolazione e la vecchia lingua (archelingua) completamente dimenticata, ogni pensiero eretico (cioè contrario ai princìpi del partito) sarebbe divenuto letteralmente impossibile, almeno per quanto attiene a quelle forme speculative che derivano dalle parole.

Edited by lender

Share this post


Link to post
Share on other sites

Letto.

 

Si vuole imporre un modo di pensare standard e neutro che elimini le espressioni "giusto" e "sbagliato" in nome di una eguaglianza che è prima di tutto innaturale e che poi andrebbe ad eliminare uno tra i più grandi vantaggi che il mondo Occidentale ha sempre avuto: la coscienza di essere nel giusto quando si combatte in nome di principi come Libertà e Democrazia. Coscienza di essere nel giusto che dalla guerra a Hitler prosegue per i 40 e passa anni di guerra fredda fino all'undici settembre.

Eliminando le due principali società su cui si basa tutta la nostra civiltà storia e cultura, la società familiare a livello personale e relazionale e la società democratica a livello politico e di stato che ci rimarrebbe?

Se un giorno ci svegliassimo la mattina e sentissimo un discorso come "tutte le società sono uguali quindi perchè non abbandonare la Democrazia e provare qualcosa d'altro?" senza gli strumenti del giusto e sbagliato te come risponderesti?

 

E con questo, a scanso di equivoci, non sto assolutamente dicendo che l'essere gay o l'amare una teocrazia sia una cosa da combattere e perseguitare, al contrario credendo nella democrazia è giusto che ognuno sia lasciato libero di agire come meglio crede ma da una libertà passiva al voler attivamente imporre una sorta di religione di stato c'è una differenza enorme

Share this post


Link to post
Share on other sites
PAZZESCO

 

La proposta fatta propria dal ministro per la scuola e l’infanzia Ed Balls

 

Gb: basta dire «mamma e papà», contro l'omofobia meglio parlare di «genitori»

Per abituare i bambini delle elementari all'idea che ci potrebbero essere genitori dello stesso sesso

LONDRA - Nelle scuole elementari britanniche sarà proibito usare l'espressione «mamma e papà» e diventerà obbligatorio utilizzare l'espressione neutra «genitori», in modo particolare nelle comunicazioni a casa. Come scrive mercoledì il popolare quotidiano Daily Mail, il ministro per la Scuola e l’infanzia Ed Balls farà propria la proposta lanciata dall'organizzazione per i diritti degli omosessuali Stonewall, mirante ad abituare i bambini britannici delle elementari all'idea che potrebbero esserci genitori dello stesso sesso.

 

DIRITTI GAY - Secondo gli attivisti di Stonewall, l'espressione «mamma e papà» lede i diritti dei genitori omosessuali e favorirebbe pregiudizi anti-gay, inoltre ritengono che i bambini non dovrebbero avere un'idea «convenzionale» della famiglia. Ma non solo: l'iniziativa prevede che, quando si discuterà di matrimonio nelle scuole medie, gli insegnanti dovranno parlare anche delle unioni civili e dei diritti sulle adozioni gay.

 

TOLLERANZA ZERO - La proposta di Balls tende inoltre a combattere l'intolleranza nei confronti degli omosessuali e prevede punizioni per chi offenderà un compagno chiamandolo gay. Tra le espressioni che dovrano essere bandite dalle scuole britanniche ci sono anche: «comportati da uomo» e «siete un branco di donnicciole». Il ministro Balls si è detto «orgoglioso che il governo e il dipartimento siano stati fermi su questa strada. Il nostro punto di vista è che ogni scuola debba mettere in pratica azioni chiare contro ogni forma di bullismo, incluso quello a sfondo omofobico»

non ho parole...aahh no..ora ho letto la prima pagina ^^"

 

Io non mi esprimo, altrimenti poi mi vedrei costretto a non poter frequentare più queste pagine.... :incazz::censura::ban?:

 

Però se volete vi posso raccontare una bella barzelletta in tema!!! :rotfl:

racconta racconta! :adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

RIDICOLO... MA CHE MI SIGNIFICA?! giUSTISSIMO IL non OFFENDERE CHI è OMOSESSUALE...MA IN TUTTA SINCERITà è UN OFFESA PROIBIRE DI DIRE MAMMA E PAPà + DI QUANTO LO SIA DIRE GAY AD UN GAY...QUESTI SN MATTI ....RAGAZZI MA CI RENDIAMO CONTRO??? STIANNO ANDANDO CONTRO NATURA è RIDICOLO GIà IL FATTTO DI ESSERE OMOSESSUALI E OSTENTARLO....OLTRETUTTO MI FA SCHIFO L'IDEA CHE UN BAMBINO POSSA ESSERE CRESCIUTO DA 2 DONNE O DA 2 UOMINI...INTOLLERANTE...E CHE FANNO? VIETANO LE PAROLE + BELLE DI UN BAMBINo???? ARRESTATELI.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da moderatore ti dico:

-evita di scrivere tutto in maiuscolo

-evita abbreviazione in stile sms, qui non hai la limitazione del numero di caratteri, quindi + diventa più, sn diventa sono, ecc.

 

Da utente:

Vedere due eterosessuali ostentare il loro amore e vedere due omosessuali ostentare il loro amore è la stessa identica cosa. Se mi danno fastidio gli uni, mi danno fastidio anche gli altri.

 

Il "contro natura" chi te lo ha detto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
RIDICOLO... MA CHE MI SIGNIFICA?! giUSTISSIMO IL non OFFENDERE CHI è OMOSESSUALE...MA IN TUTTA SINCERITà è UN OFFESA PROIBIRE DI DIRE MAMMA E PAPà + DI QUANTO LO SIA DIRE GAY AD UN GAY...QUESTI SN MATTI ....RAGAZZI MA CI RENDIAMO CONTRO??? STIANNO ANDANDO CONTRO NATURA è RIDICOLO GIà IL FATTTO DI ESSERE OMOSESSUALI E OSTENTARLO....OLTRETUTTO MI FA SCHIFO L'IDEA CHE UN BAMBINO POSSA ESSERE CRESCIUTO DA 2 DONNE O DA 2 UOMINI...INTOLLERANTE...E CHE FANNO? VIETANO LE PAROLE + BELLE DI UN BAMBINo???? ARRESTATELI.

110 e lode!!! :adorazione::okok: :okok: :okok::lol:

 

Il "contro natura" chi te lo ha detto?

non sto ad aprire un saggio di teologia o di filosofia -_- quindi sarò breve :okok:

possiamo considerare quasi oggettivamente l'omosessualità come "contro-natura" MA la possiamo comunque tollerare (passatemi il termine un po' drastico...)

ma questo non vuol dire accettarla come una cosa normale :furioso:

 

Gia ora mi vedo i papa-boys del forum ed i difensori della famiglia cristiana che ci daranno giù di brutto su 'sta storia!

presente!!!! :okok:

e me ne vanto anche :okok: :okok:

:P

Edited by GreenPhoenix

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se vuoi aprire una saggio teologico o filosofico fai pure, ma la scienza e la natura parlano chiaro, l'omosessualità esiste nell'uomo così come negli altri animali, a partire dai mammiferi, passando per gli uccelli e per gli insetti!

 

Quindi contro natura è una dicitura sbagliata. Semmai contro religione. Anzi è sbagliato pure questo, perchè non per tutte le religioni è cosa da non tollerare. :)

Edited by Psycho

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...