Jump to content

Recommended Posts

Per quel che ne so io anche l'm1a2 sep ed il leo2a6 contro i missili del t90 ( altra concezione di carro ) devono stare più che attenti.

bhe... no: lo AT-11 è accreditato di penetrare 700mm di RHA. i carri citati possono opporre, contro le testate HEAT (come quella dello AT-11), valori quasi doppi.

 

In definitiva abbiamo un mezzo nostro, adeguato alle nostre esigenze, con una buon autonomia, consumi, mobilità, corazzatura, potenza di fuoco, versatilità ed utilizzabilità che ci ha lanciato nel panorma degli mbt in maniera valida dando la possibilità ad ulteriori sviluppi ( molti già previsti tra l'altro ).

Credo si possa dire: un signor carro.

concordo sull'utilità di considerare l'Ariete come un "trampolino" verso futuri sviluppi e come grande base per il nostro kown-how... ma non è un signor carro, è un carro onesto.

Link to post
Share on other sites
  • Replies 531
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Prima di vedere un Ariete in ucraina deve passarne di acqua sotto i ponti... Se proprio si fosse così preoccupati bisognerebbe iniziare ad aumentare l'addestramento prima di comprare gadget vari...

i limiti di peso fuorno imposti per i ponti del genio militare, non per quelli dell'appennino, che reggono benissimo 70 tonnellate. inoltre, se il mezzo non ci passa per le strade, semplicemente non l

Tra l'altro è dagli anni '90 che non si fanno problemi a far scattare foto (mio padre ne aveva un bel po'). Solito articolo sensazionalista, tra l'altro facendo sembrare il reportage un'indagine peric

bhe... no: lo AT-11 è accreditato di penetrare 700mm di RHA. i carri citati possono opporre, contro le testate HEAT (come quella dello AT-11), valori quasi doppi.

 

 

concordo sull'utilità di considerare l'Ariete come un "trampolino" verso futuri sviluppi e come grande base per il nostro kown-how... ma non è un signor carro, è un carro onesto.

 

 

Senza dubbio l'at-11 non distrugge un abrams, però all'abrams gli arriva in testa un missile ad una distanza maggiore di quanto possa rispondere.

 

Secondo me l'Ariete è un signor carro perchè fa il suo dovere. E' discreto a 360°.

Sicuramente va migliorato e deve colmare diverse lacune verso altri mbt, tutto sommato però non parliamo di lacune enormi ma del fatto che rispetto ai migliori un pò cede il passo.

Stiamo parlando comunque di un carro che in assetto da battaglia con corazzature aggiuntive e motore da 1600 cv mantiene un rapporto peso potenza di 25.8.

 

Speriamo lo portino avanti in maniera seria aggiornandolo per bene.

 

 

Preciso che io non possiedo il dono della verità innata, ma ragiono sui dati che trovo e reperisco in giro che sono quelli più o meno che già vi ho detto, è anche difficile scendere nel dettaglio per trovare info su questo carro. Comunque già che ci siamo e se qualcuno vuole potremmo discutere su cosa si potrebbe migliorare, che ne dite?

Edited by Blasto
Link to post
Share on other sites
Senza dubbio l'at-11 non distrugge un abrams, però all'abrams gli arriva in testa un missile ad una distanza maggiore di quanto possa rispondere.

ma è una cosa molto teorica. non è affatto facile guidare un missile beam-reading da un carro in movimento contro un altro carro in movimento, soprattutto dai 5000 e passa metri teorici di gittata del missile. infatti, questi sistemi sono nati per ingaggi a distanze "normali" di 2000m, per cercare di colmare il gravoso gap di prestazioni tra i proiettili occidentali e quelli orientali.

 

Secondo me l'Ariete è un signor carro perchè fa il suo dovere. E' discreto a 360°.

Sicuramente va migliorato e deve colmare diverse lacune verso altri mbt, tutto sommato però non parliamo di lacune enormi ma del fatto che rispetto ai migliori un pò cede il passo.

concordo pienamente.

Link to post
Share on other sites

Secondo me il principale problema dell'Ariete è la corazzatura ed il fatto che non abbia un 120/55, per il secondo poco male, quand'è stato sviluppato manco esisteva, ma per la prima si poteva fare molto di più... La scusa è quella del motore da 1200 cv, bene anche il Challenger 2 ha un motore da 1200cv ma ben altra corazzatura, fosse stato per me avrei preferito la strada British.

Link to post
Share on other sites

Le corazze reattive inplicano che le truppe non si possano difendere o riparare con il carro e verrebero dilaniate anche stando nei paraggi.

La soluzione della corazza del challanger ( la corazza Chobam ) loro la hanno portata ad un livello molto alto , maggiore di quello dell'abrams americano, grazie anche al fatto che hanno sfruttato le'sperienza passata con il vecchio challenger.

Potessimo mettere anche noi la stessa corazza composita sarebbe fantastico.

Per quanto riguarda un upgrade con 120/55 come l'm256 o L55 beh non sono sicuro che sia una scelta giusta. Secondo me bisognerebbe guardare avanti di 10 anni e chiedersi dove arroveranno i prossimi calibri occidentali, se cresceranno rispetto ai 120/55 o se resteranno lì visto che hanno una potenza cmq spaventosa. Il rischio di cominciare a mettere ora le 55 sugli ariete è quello di arrivare ai 55 quando gli altri passano ad altro di ben + sostanzioso restando sempre un passo indietro.

Tutto sommato per ora credo che il 44 vada bene, anche perchè non sento di scontro contro carri nemici da non so quanto. Anzi qualcuno può dirmi se ci sono stati scontro contro altri carri da parte dell'ariete? E dagli altri carri italiani?

Link to post
Share on other sites

Le corazze reattive inplicano che le truppe non si possano difendere o riparare con il carro e verrebero dilaniate anche stando nei paraggi.

 

Le corazze reattive non sono fisse le puoi togliere quando vuoi, se devi operare con il supporto della fanteria le togli.

 

Poi non credo che la NATO adotterà un calibro superiore a 120 mm se vuole mantenere il caricamento manuale (é più veloce).

 

Per quanto riguarda la canna da 55 calibri sarà anche più potente, ma può sparare meno colpi prima di essere sostituita di quella da 44 dell'Ariete, qui di la canna da 44 calibri ha bisogno di un minor supporto logistico.

Link to post
Share on other sites

Le corazze reattive non sono fisse le puoi togliere quando vuoi, se devi operare con il supporto della fanteria le togli.

 

Poi non credo che la NATO adotterà un calibro superiore a 120 mm se vuole mantenere il caricamento manuale (é più veloce).

 

Per quanto riguarda la canna da 55 calibri sarà anche più potente, ma può sparare meno colpi prima di essere sostituita di quella da 44 dell'Ariete, qui di la canna da 44 calibri ha bisogno di un minor supporto logistico.

 

Ottime osservazioni . Aggiungo che comunque la corazza dell'ariete è accreditato di essere composita, non a che livello però.

Link to post
Share on other sites

Le corazze reattive non sono fisse le puoi togliere quando vuoi, se devi operare con il supporto della fanteria le togli.

 

Poi non credo che la NATO adotterà un calibro superiore a 120 mm se vuole mantenere il caricamento manuale (é più veloce).

 

Per quanto riguarda la canna da 55 calibri sarà anche più potente, ma può sparare meno colpi prima di essere sostituita di quella da 44 dell'Ariete, qui di la canna da 44 calibri ha bisogno di un minor supporto logistico.

 

Le corazze reattive servono per proteggere dalle cariche cave, come gli rpg. E il pericolo degli rpg c'è in situazioni non di conflitto aperto sul campo di battaglia ma in condizioni di guerra asimmetrica, dove c'è molta fanteria. Secondo me nei conflitti attuali non serve la corazza reattiva.

Link to post
Share on other sites

Le corazze reattive servono per proteggere dalle cariche cave, come gli rpg. E il pericolo degli rpg c'è in situazioni non di conflitto aperto sul campo di battaglia ma in condizioni di guerra asimmetrica, dove c'è molta fanteria. Secondo me nei conflitti attuali non serve la corazza reattiva.

 

Le corazze reattive é vero che sono efficaci sugli HEAT, ma possono aumentare (non molto) la protezione anche contro i KE.

 

Per quanto riguarda l'utilizzo delle corazze reattive in guerra sono più utilizzate nelle guerre convenzionali che non in quelle asimmetriche perché nelle guerre asimmetriche é estremamente elevato l'utilizzo di fanteria e se il carro viene colpito sono guai per i fanti intorno. Comunque i carri sono poco usati nella guerra asimmetrica, sono più utili blindati leggeri ruotati.

Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

Le corazze reattive sono caratteristiche dei carri orientali, per un concetto di guerra che poco ha a che fare con quello tradizionale occidentale. Inoltre la loro utilità non è mai garantita al 100%, sono poco utili e sicuramente pericolose (frequenti anche le esplosioni accidentali).

Link to post
Share on other sites

Appunto...ogni protezione, aggiuntiva o meno, credo sia sempre vista di buon occhio dagli utilizzatori del mezzo. Sempre che non aumenti tanto il peso da non far neppure raggiungere una velocità di fuga decente da ogni situazione.

Link to post
Share on other sites

Se ti sono noti casi recenti in cui carri occidentali con corazze composite, siano stati dotati di corazze reattive fammi sapere...

Link to post
Share on other sites

Gabrile ha ragione: la ERA è peggiore di una buona corazzatura passiva. tuttavia, la ERA pesa meno e si adatta meglio a soluzioni preesistenti (come un up-grade). va da se che in alcuni contesti possa essere preferita.

Edited by vorthex
Link to post
Share on other sites
un abrams con le reattive non l'ho mai visto...

 

 

Riguardo al t-90, mi ero saltato la parola "occidentale" nel post precedente. scusate.

 

P.S.

 

Uhm ho notato...posto il link:Abrams

Edited by wingrove
Link to post
Share on other sites

Strano: File:M1A1_Abrams_with_Integrated_Management_System_new_Tank_Urban_Survivability_Kit_Dec._2007.jpg

 

Riguardo al t-90, mi ero saltato la parola "occidentale" nel post precedente. scusate.

 

 

non si vede...

Link to post
Share on other sites
  • 3 weeks later...

Restando in tema di corazze reattive, credo che una buona idea possa essere quella di montare nella parte superiore della torretta dell'Ariete una corazza reattiva, in quella parte del carro arrivano gli ATGM nemici e i colpi dell'artiglieria quindi aumenterebbe di molto la protezione in quella zona, inoltre non c'é neanche il rischio di danni collatetali perché la corazza reattiva é rivolta verso il cielo, l'unico problema sarebbe il mitragliere ma credo che se ne può fare a meno.

Link to post
Share on other sites

L'artiglieria non è un problema, statisticamente è assolutamente improbabile che un carro sia distrutto da un colpo di obice, mentre gli ATGM non sono una priorità attualmente, specie quelli con profilo di volo "top-attack" che sono in dotazione solo alle forze armate più avanzate, mentre assolutamente indispensabile è avere più armi di piccolo calibro possibile negli scenari asimmetrici attuali.

Inoltre non ha senso mettere le reattive per contrastare nè i missili anticarro moderni, che hanno tutti la doppia testata, nè le munizioni di artiglieria (se ti dice sfiga e ti piove un proiettile da sei pollici dritto sul cielo della torretta non basta san francesco, altro che le ERA).

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...