Jump to content
Sign in to follow this  
lender

provocazioni e attacchi libici negli anni '80

Recommended Posts

Ho appena letto in una discussione sul riavvicinamento della francia alla nato che il lancio dei missili verso lampedusa potrebbe non essere mai esistito; dal momento che ricordo personalmente la notizia, che parlava di forti esplosioni in mare, sono curioso a questo punto di sapere se, a 20 anni di distanza, sia possibile ricostruire gli eventi e sapere con certezza se il lancio ci fu o se fu una montatura o un abbaglio dei giornalisti. L'argomento è già stato toccato nella discussione sull'operazione Eldorado Canyon, ma per non andare off-topic come spesso accade, ho creato una nuova discussione. Sarebbe interessante avere notizie (possibilmente referenziate) anche sul mitragliamento della motovedetta italiana, che ricordo come notizia, ma di cui non ho ritrovato traccia sul web, sempre per proseguire il discorso iniziato nella discussione su Eldorado Canyon.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'argomento di questo topic non è molto trattato ne dal forum ne dal mondo mediatico quindi voglio iniziare col dire che trattare della questione dei missili su lampedusa è molto importante e sono contento che qualcuno l'abbia fatto . Per quel che ho letto per la maggiore va l'idea della finzione ma l'idea che più mi trova d'accordo è quella del generale Cottone che afferma che la messa in scena potrebbe essere stata fatta da servizzi segreti occidentali ( francia,granbretgana...)in quanto queste nazioni non vedevano di buon occhio l'attegiamento proarabo tenuto dall'italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
.....del generale Cottone che afferma che la messa in scena potrebbe essere stata fatta da servizzi segreti occidentali ( francia,granbretgana...)in quanto queste nazioni non vedevano di buon occhio l'attegiamento proarabo tenuto dall'italia......

 

Il Generale Cottone parla di "atteggiamento pro-arabo" dell'Italia ( http://www.paginedidifesa.it/2005/salpietro_050920.html ) ma, se leggi con attenzione l'intervista, vedrai che, in realtà, il comportamento italiano era di quasi complicità con il terrorismo!

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'italia ha sempre avuto un atteggiamento molto amichevole con il mondo arabo pero ovvie ragione geo-politiche, era quindi normale che fosse vicina anche ad alcuni ambienti terroristici... diciamo una sorta di connivenza... un pò come con la mafia :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

te scherzi ma la vecchia DC con l mafia conviveva per davvero... Ora FI ha preso il posto della DC

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nonostante la predetta politica pro-araba e/o filoterroristica seguita negli anni settanta-ottanta (quindi evitiamo di fare confusione, non si parla del terrorismo recente), eccovi una breve cronologia di azioni ostili o attentati terroristici, di matrice arabo-palestinese, condotti contro l'Italia:

 

 

22 settembre 1973 - Mitragliamento libico di corvetta italiana. La corvetta "De Cristofaro", che si trova a 33 miglia dalle coste della Libia e quindi in acque internazionali, mitragliata da aerei libici. Il premier libico Jalloud esprime «rammarico» per l'accaduto.

 

 

17-18 dicembre 1973 - Prima strage di Fiumicino. All'aeroporto di Fiumicino un commando di terroristi palestinesi di Settembre Nero incendia un aereo della Pan Am pronto al decollo (30 morti e 15 feriti), prende in ostaggio sei agenti, un finanziere e un dipendente dei servizi aeroportuali e dirotta un aereo della Lufthansa. A bordo uccidono il finanziere che ha tentato di ribellarsi. Atterrati ad Atene, uccidono il dipendente aeroportuale e rilasciano uno degli agenti, gravemente ferito. Il Governo greco non acconsente al rilascio dei due terroristi arrestati per la strage del cinque agosto, ma concede all'aereo di proseguire per il Kuwait, dove si arrendono, liberando i cinque agenti e i cinque membri dell'equipaggio. Il 2 marzo 1974 i dirottatori saranno trasportati in volo al Cairo per essere processati dall'OLP, ma le autorità egiziane non li metteranno in libertà. Verranno liberati nel novembre 1974 su richiesta di altri dirottatori fedayn e proseguiranno per la Libia.

 

 

7 ottobre 1985 - Sequestro della nave da crociera "Achille Lauro"

 

Vedere il seguente link: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/...illelauro.shtml

 

 

27 dicembre 1985 - Seconda strage di Fiumicino

 

Vedere il seguente link: http://it.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Fiumicino

 

 

15 Aprile 1986 alle 17:30 - Vicenda dei missili lanciati contro Lampedusa

 

Una motovedetta libica, su ordine del colonnello Gheddafi, avrebbe lanciato due missili SCUD verso l'installazione radio americana LORAN a Lampedusa. Effettivamente vengono avvertite dalla popolazione due forti esplosioni e si diffonde la notizia che due missili abbiano mancato il bersaglio e siano finiti in mare.

Edited by picpus

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una motovedetta libica, su ordine del colonnello Gheddafi, avrebbe lanciato due missili SCUD verso l'installazione radio americana LORAN a Lampedusa.

Non mi risulta che le motovedette lancino missili Scud... :blink:

Se di Scud si trattò questi partirono da batterie sul suolo libico.

Al limite la motovedetta è tirata in ballo dal primo dispaccio di agenzia che parlava di "cannonate sparate da una motovedetta libica"...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mai sentito parlare delle stragi di Fiumicino ... mi informerò

 

Per quanto riguarda il primo episodio, un caccia che mitraglia una nave militare non può essere considerato un atto terroristico .... secondo me.

Share this post


Link to post
Share on other sites
.......Per quanto riguarda il primo episodio, un caccia che mitraglia una nave militare non può essere considerato un atto terroristico .... secondo me.

 

Infatti io ho scritto: "....azioni ostili o attentati terroristici...."

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito della prima strage di Fiumicino, quella del 17-18 dicembre 1973, per motivi anagrafici (purtroppo!) ricordo ancora, benissimo, il servizio che fece al telegiornale, dalla pista dell'aeroporto, immaginate chi? Bruno Vespa, spiegando, in particolare, le modalità di funzionamento della pistola d'ordinanza, una Beretta, del finanziere ucciso (Antonio Zara, vedere http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_Zara ).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non si possono dimenticare poi gli attacchi minori, come quello, terribile, alla sinagoga di roma nell'ottobre 82 dove un comando OLP sparò sulla folla uccidendo un bambino di 2 anni

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate una cosa: quali furono le reazioni italiane quando fu mitragliata la nostra corvetta e il governo libico si dispiacè?

Share this post


Link to post
Share on other sites
scusate una cosa: quali furono le reazioni italiane quando fu mitragliata la nostra corvetta e il governo libico si dispiacè?

 

La corvetta, se ricordo bene, riuscì a sparare qualche colpo di cannone (Modello 76/62 Allargato), senza colpire gli aerei libici (o l'aereo libico), che si allontanarono tranquillamente, indisturbati. Non vi fu altra reazione degna di nota.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una motovedetta libica, su ordine del colonnello Gheddafi, avrebbe lanciato due missili SCUD verso

 

 

Impossibile!

Share this post


Link to post
Share on other sites
Una motovedetta libica, su ordine del colonnello Gheddafi, avrebbe lanciato due missili SCUD verso

Impossibile!

 

 

Ovviamente è tecnicamente impossibile che li abbia lanciati una motovedetta; quello che su cui si discute è se siano stati lanciati (da terra) realmente, o le esplosioni in mare riportate all'epoca furono solo una montatura, come qualcuno afferma ora.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ovviamente è tecnicamente impossibile che li abbia lanciati una motovedetta; quello che su cui si discute è se siano stati lanciati (da terra) realmente, o le esplosioni in mare riportate all'epoca furono solo una montatura, come qualcuno afferma ora.

 

Dare uno sguardo al post al seguente link:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=101123

 

nonché ai successivi post, sempre in quel topic, n° 52 di Captor e n° 53 mio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Dare uno sguardo al post al seguente link:

 

http://www.aereimilitari.org/forum/index.p...st&p=101123

 

nonché ai successivi post, sempre in quel topic, n° 52 di Captor e n° 53 mio.

 

Grazie (anche a Gianni, una vera enciclopedia vivente :adorazione: ), direi che questo punto è chiarito (e mi fa piacere appurare che la mia memoria non è del tutto andata, cominciavo a pensare di essermi immaginato la notizia :rolleyes: )

Share this post


Link to post
Share on other sites

A p223 di "in pace e in guerra" di E. Mannucci (TEA edizioni, sulle forze speciali italiane, molto interessante) c'è un passo di un'intervista a Cossiga dove l'ex presidente dice che Craxi avrebbe voluto lanciare un'operazione speciale per distruggere la base da cui erano partiti gli SCUD libici contro Lampedusa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Generale Cottone:"(...)Poi, sono stato responsabile dell’approntamento della reazione italiana al lancio dei missili su Lampedusa.(...)"

 

Cosa vuol dire? Che esistevano già dei piani di risposta ad un attacco libico e lui doveva decidere se attuarli, oppure che i piani furono preparati solo dopo il lancio degli SCUD?

 

No perchè, vista la posizione della Libia in quel periodo, sarebbe stato saggio averli già dei piani di risposta, come li avevamo in caso di attacco URSS: sennò cosa ci stanno a fare gli strateghi/pianificatori/comandanti...?

 

-------

 

Solo a titolo di curiosità e di leggenda metropolitana: si narrava che, come risposta alle azioni libiche, un caccia F-104 avesse effettuato un touch and go su un aeroporto libico, al fine di sbeffeggiare la loro difesa aerea. La sapevate anche voi?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Solo a titolo di curiosità e di leggenda metropolitana: si narrava che, come risposta alle azioni libiche, un caccia F-104 avesse effettuato un touch and go su un aeroporto libico, al fine di sbeffeggiare la loro difesa aerea. La sapevate anche voi?

 

Questa mi è nuova, ma mi pare troppo azzardata per essere vera, penso che i libici fossero comunque in tensione per farso sorprendere così palesemente e cosa ci avremmo guadagnato davvero noi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×