Jump to content
Sign in to follow this  
sgurglio

PRIMO EUROFIGHTERS PIRATE IRST ALL'AMI

Recommended Posts

Grosseto 2 Ago 2007

 

Il primo Eurofighter con il radar PIRATE IRST della Galileo è stato consegnato all'AMI.

 

L'aereo fa parte della Tranche 1 batch 5 del programma Eurofighter ed è operativo al 4°

Stormo a Grosseto.

 

Se volete saperne di più leggetevi l'articolo :

 

 

1st Eurofighter with PIRATE IRST Radar Delivered to Italian Air Force

 

Aug. 2nd, 2007

 

1st Eurofighter with PIRATE IRST Radar Delivered to Italian Air Force The first Eurofighter Typhoon with on board the radar PIRATE- IRST designed and produced by Galileo Avionica, a Finmeccanica Company, was delivered to the Italian Aeronautica Militare.

 

The aircraft is part of the Tanche 1 batch 5 of the international programme Eurofighter and is operational at the Grosseto base, in Tuscany.

 

The PIRATE performs the same tasks of a radar, working in a passive mode, without electromagnetic radiations, detecting instead the heat of the different targets. A very important feature that increases the overall performances of a combat aircraft, offering the tactical superiority of a complete operability in Stealth (technologies allowing the aircraft to be undetectable).

 

Leveraging state-of-the-art technologies, the PIRATE (Passive Infra-Red Airborne Tracking Equipment) combines the functionalities of a IRST and the ones of a FLIR (Foward Looking Infra-Red). The PIRATE is compact enough to install the electronics inside the aircraft, while the searching head of the sensor emerges on the left nose in front of the windshield.

 

Galileo Avionica is prime contractor of the EuroFirst Consortium which features Thales in the UK and Tecnobit in Spain. In 2006, the Consortium was awarded with a contract to supply 200 PIRATE systems for the Tranche 2 of the Eurofighter in the various nations involved.

 

The value for Galileo Avionica of the programme, which includes Tranche 2 and Tranche 1, is around 200 million euros.

 

Combining its experience and leadership in electro-optical and firing systems, with the knowledge acquired in the development of the PIRATE, Galileo Avionica has developed a commercial version of the PIRATE, named IRST-C for other fighters requiring the same technologies for passive tracking of the targets.

 

Galileo Avionica has also developed a Naval version of the IRST which is the SASS (Silent

Acquisition Surveillance System) installed for a session of trials on board the EURO Fregate and which will equip the unit of the Italian Navy, Cavour. SASS has also been selected for the Italian fregates in the frame of the Franco Italian programme FREMM.

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate ma il pirate se è un IRST non è un radar giusto? :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si, il Pirate è l'IRST (Infra Red Search & Tracking). Il radar dell'EF2000 è l'ECR90 Captor.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo Mondo è sempre più promiscuo,non si può più essere sicuri di niente... Neanche dei Radars.

Edited by sgurglio

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiamare RADAR il Pirate è completamente scorretto, basta sapere cosa significa la parola: "radio detection and ranging" ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

è per caso il rilevatore di fonti di calore davanti al canopy come negli aerei russi?

ma non c'era già nei primi velivoli? a vedere dalle foto...

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il PIRATE, situato davanti al parabrezza, è stato realizzato dal consorzio EuroFirst, guidato da Galileo Avionica e che comprende Thales nel Regno Unito e Tecnobit in Spagna, e che nel 2006 si è aggiudicato la fornitura di circa 200 sistemi PIRATE per la tranche 2 degli Eurofighter nelle diverse nazioni. Il PIRATE (Passive Infra-Red Airborne Tracking Equipment) unisce le funzioni di un sistema infrarosso FLIR (Forward Looking Infra-Red) e di un IRST (Infra Red Search and Track) che lo rende capace di cercare, individuare e inseguire potenziali bersagli operando in modalità passiva, senza cioè emettere segnali che potrebbero rilevare la presenza del vettore, ma sfruttando invece la traccia termica lasciata dal bersaglio stesso.

Per quanto riguarda i nuovi Typhoon block five (il primo dei cinque è già entrato in servizio) vedono pure migliorata la loro manovrabilità, grazie alla possibilità di utilizzare il 100% delle capacità del sistema di controllo del volo digitale ed all’estensione delle capacità di manovra fino a 9 g a velocità subsonica e fino a 7 g per quella supersonica. Tra le altre novità c'è la predisposizione al missile aria-aria a medio raggio di nuova generazione ASRAAM. nonchè bombe a guida laser Paveway II and GBU-16. Tra le altre novità integrazione GPS, il DASS (Defensive Aids Sub-System) in sistema di contromisure che eroga automaticamente Chaff and Flare. il DVI osiia l'immisiione di comandi vocali.

Edited by skyfighter

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'articolo di intoscana.it è della ANSA...non c'è da meravigliarsi se l'IRST Pirate viene chiamato RADAR...tranquilli...lo deve fare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un "RADAR" di questo tipo, che ricerca calore, può captare un aereo con i motori schermati dal calore come quelli degli F-22?? Fatto sta che alzerà sicuramente lo stealth dell' EFA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Spesso contro gli F16 ADF ne è uscito da perdente ma con il block 5 le cose dovrebbere cambiare nettamente. Con l'ingresso dell'Irisi t e l'aquisizioni dei bersagli direttamente dal casco visore del pilota, gli farà fare un salto di qualità. Ma per essere al top si dovrà ricorrere agli ugelli orientabili. Non vedo l'ora di vedere come se la cava contro il Rafale.

Edited by mimmozeta

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nutro forti dubbi sul fatto che sia stato battuto da dei rottami come i nostri F16 ADF, anche perchè anche senza block 5 tecnicamente l'Eurofighter gli è superiore in ogni settore!

Share this post


Link to post
Share on other sites

gia solo con la manovrabilità è gia in vantaggio....poi se aggiungeranno il visore sul casco e IRST ci sarà proprio il balzo

 

sul fatto efa vs rafale ne abbiamo parlato in una discussione...il typhoon a stracciato il rafale :lol::okok:

Share this post


Link to post
Share on other sites

a ragion di logica mi viene da pensare di no perchè cmq l'amraam a bisogno di un lock radar per essere lanciato

 

cmq aspettiamo gli esperti

 

 

in ogni caso puoi scovare il target col IRST,accendere il radar per brevissimo tempo giusto per loccare e lanciare e poi tornare silent

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora un AMRAAM per essere lanciato ha bisogno di posizione del bersaglio rispetto al lanciatore, direzione e velocità, possedento il Pirate un telemetro laser penso che questo sia in grado di passare le info al missile, quindi in teoria è possibile ... ma aspettiamo Gianni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

no non puo essere lanciato trammite il pirate perché è un sistema ke segue le fonti di calore quindi si possono lanciare solo missili con ricerca all'infrarosso x esempio sidewinder....mentre l'amraam usa il radar

Share this post


Link to post
Share on other sites
no non puo essere lanciato trammite il pirate perché è un sistema ke segue le fonti di calore quindi si possono lanciare solo missili con ricerca all'infrarosso x esempio sidewinder....mentre l'amraam usa il radar

Ma cosa c'entra?? :rotfl: :rotfl: ... all'AMRAAM servono solo le info sul bersaglio di cui ho parlato prima, e non gliene frega una mazza di come le ho rilevate! ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusami se o voluto dire la mia e/o se mi sono sbagliato...cmq oltre a cercare puo anke tracciare ma pensavo cmq potesse solo lanciare missili IR visto ke è a ricerca calorica...non sapevo ke l'amraam bastasse la posizione pensavo servisse il radar ke gli designasse il bersaglio..

 

una cosa è diverso dai sistemi russi? cioè possono solo cercare e lanciare missili IR?

Edited by Gabu86

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ma cosa c'entra?? :rotfl: :rotfl: ... all'AMRAAM servono solo le info sul bersaglio di cui ho parlato prima, e non gliene frega una mazza di come le ho rilevate! ...

 

si ma ti serve un sistema x passarcele non è che ci telefoni "ao senti me devi anda a fa fuori quel cretino di mig che sta N xxx xx xx E xxx xx xx" :rotfl: :rotfl: :rotfl:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che io sappia con un IRST non si possono puntare gli AMRAAM e del resto non ha senso usare un sensore per puntare un ordigno che ha una portata d'ingaggio 3 volte superiore al suddetto. A quelle distanze di ingaggio tanto vale usare un ASRAAM o un IRIS-T.

 

Inoltre, se non sbaglio, l'AMRAAM, nella prima parte del volo, funziona in modalità semiattiva e quindi ha bisogno dell'assistenza del radar dell'aereo lanciatore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nella prima parte del volo riceve update tramite datalink ... e non penso che il link venga fornito dal radar, ma presumo da un qualche canale di comunicazione radio ...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Che io sappia con un IRST non si possono puntare gli AMRAAM e del resto non ha senso usare un sensore per puntare un ordigno che ha una portata d'ingaggio 3 volte superiore al suddetto. A quelle distanze di ingaggio tanto vale usare un ASRAAM o un IRIS-T.

 

Inoltre, se non sbaglio, l'AMRAAM, nella prima parte del volo, funziona in modalità semiattiva e quindi ha bisogno dell'assistenza del radar dell'aereo lanciatore.

no,quella dell'assistenza del radar dell'aereo lanciatore fino a quando l'amraam diventa attivo è una cosa opzionale l'amraam centra il bersaglio anche se io aggancio,sparo e spengo il radar :D

 

Nella prima parte del volo riceve update tramite datalink ... e non penso che il link venga fornito dal radar, ma presumo da un qualche canale di comunicazione radio ...

 

si ma se tieni il radar spento chi le passa le informazioni al collegamento DataLink?

Share this post


Link to post
Share on other sites
si ma se tieni il radar spento chi le passa le informazioni al collegamento DataLink?

Infatti chiedevo se bastava un normale canale radio, anche perchè se il datalink lo fornisse il radar allora l'aereo lanciatore deve mantenere costantemente inquadrato il bersaglio, e allora dove stà il vantaggio nell'usare un missile a guida attiva?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...