Jump to content

Eurofighter 2000 V/s Ferrari


admin
 Share

Recommended Posts

2003_812-1.jpg

 

Preso dal sito ufficiale dell' Aeronautica Militare Italiana

Oltre sessantamila tra appassionati di automobilismo e di aeronautica e circa 400 giornalisti, provenienti da tutto il mondo, hanno assistito l’11 dicembre a Grosseto, sulla base del 4° Stormo dell’Aeronautica Militare, ad una delle gare più entusiasmanti: la sfida della moderna tecnologia targata italia tra la F1-2003-GA, la vettura campione del mondo di Formula 1, e l’Eurofighter, il velivolo realizzato da un consorzio di quattro Nazioni europee (Italia, Spagna, Germania e Gran Bretagna), che per il nostro Paese vede impegnata l’Alenia Aeronautica del Gruppo Finmeccanica.

Le prove di accelerazione tra le due macchine si sono svolte su distanze variabili tra i 600 e i 1.200 metri, misurate sulle piste di volo. Michael Schumacher, sei volte campione del mondo, al volante della vettura di Maranello – non favorito dalla pista bagnata dalla pioggia - ha vinto la prima gara sui 600m sull’Eurofighter (i tempi sono stati 9”.4 su 9”.6), mentre l’Eurofighter con ai comandi Maurizio Cheli, capo collaudatore di Alenia, ex pilota dell’Aeronautica Militare nonché ex astronauta dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, si è aggiudicato la seconda e la terza prova rispettivamente con i tempi di 14”.2 su 16”.7, e 13” su 13”.2.

Il Sottosegretario alla Difesa, on. Filippo Berselli, al termine alla competizione, ha premiato entrambi i piloti. Per l’Aeronautica Militare era presente il gen. s.a. Pasquale Garribba, comandante della Squadra Aerea.

Schumacher ha detto ai giornalisti presenti “di essersi molto divertito e che non sempre può vincere”, affermando ironicamente che preferiva competere con Montoya e suo fratello in Formula 1. Anche Cheli ha dichiarato di essere stato contento della gara e, sorridendo, ha detto che “con un occhio guardava la pista e con l’altro la Ferrari che sfrecciava sulla pista parallela, non dando per scontata la sua vittoria”.

 

In sintesi la Ferrari è riuscita a vincere solo nella prima delle tre sfide, quella dei 600m. Le vittorie delle altre due sfide con distanze maggiori spettano all' EF-2000

 

Secondo voi era scontata la vittoria del Typhon? E' stata una bella iniziativa?

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

il scondo post del forum, fabio non ti ha risposto nessuno, lo considero un onore poterlo fare io per primo

 

si, per me era scontato che il typhoon avrebbe vinto sulle piste più lunghe e perso su quella più corta e si, è stata una bella iniziativa

Link to comment
Share on other sites

Non è la prima volta che una aereo dell'AMI sfida una Ferrari.

 

Il 21 novembre 1981 sulla pista di Istrana si confrontarono le migliori Formula 1 del momento con alcuni F-104S. Il più veloce fu Gilles Villeneuve su Ferrari 126 Ck n° 27 , che correva contro l'F-104S 51-03 pilotato dal tenente Daniele Martinelli.

 

L'8 dicembre 1931 a Roma, sull'Autodromo del Littorio il pilota Tazio Nuvolari su un'Alfa Romeo 8C-2300 tipo Monza gareggiò contro un Caproni CA 100 pilotato da Vittorio Suster.

La sfida prevedeva che il Caproni - in volo - seguisse l'andamento della pista. Al via, Nuvolari fu più veloce, ma la gara venne vinta da Suster e dal suo CA 100 che coprirono la distanza di 17 km nel tempo di 6'12" alla media di 164,237 km/h.

Edited by phoenix
Link to comment
Share on other sites

Secondo me è stata una bella iniziativa, d'altronde sono due gioielli dell'industria italiana.

 

Mi sembra che la gara sia stata disputata nel 2003, ed è la stessa che c'è sul DVD della rivista Volare ("Emozioni a 9 G")

 

Nella prima manche, quella di 600 m, vinse la Ferrari in 9.4 secondi contro i 9.6 dell'EFA.

 

Nella seconda manche, quella di 1000 m, vinse l'EFA in 14.2 secondi contr i 16.7 della Ferrari.

 

Nella terza e ultima manche, vinse di nuovo l'EFA in 13 secondi contro i 13.2 della Ferrari.

 

Il vincitore finale fu ovviamente l'Eurofighter :okok:

 

L'ultima gara risaliva al 1981 mi sembra, con la Ferrari di Jill Villeneuve ed un F-104 di Grosseto.

Link to comment
Share on other sites

Però è strano.... Va bene che sulla breve distanza vinca la ferrari, ma sulla seconda il typhoon ha un distacco di due secondi, mentre nella terza i tempi sono di un solo secondo inferiori, ma i distacchi sono lo stesso di due decimi.

 

Praticamente parte prima la ferrari più leggera, viene raggiunta e superata intoro ai 12,5 sec. a 13sec si ha un disavanzo di 0.2 sec. poi in un solo secondo, l'eurofighter copre la distanza che la ferrari copre in tre secondi.

Link to comment
Share on other sites

Bisogna considerare il fatto che la Ferrari montava gomme da bagnato e pioveva. E le gomme da bagnato si sà, rallentano di parecchio una F-1!

 

In fin dei conti credo che l'esito delle tre manche sarebbe stato comunque identico, ma con meno divario di tempo.

Link to comment
Share on other sites

Se ricordo bene, in quell'occasione, la pista era completamente bagnata da una recente pioggia e il che fà una bella differenza per la Ferrari!

 

Magari avrebbe vinto ugualmente l'EFA le ultime due manche, ma la mancanza di aderenza ed il compromesso di dover lasciare un pò di carico aerodinamico sulla Ferrari sono azioni di particolare rilevanza su di una monoposto.

 

Tant'è che nella sfida 104 contro Villeneuve su Ferrari si può osservare una monoposto completamente senza alettoni!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...