Jump to content

cannone atomico


argonauta
 Share

Recommended Posts

inizio questa discussione la prima di una lunga serie su questi 2 forum da me molto voluti e sperati

 

prima però grazie Fabio di ciò

 

iniziamo

 

 

ho trovato su una vecchia enciclopedia del '62 il riferimento al CANNONE ATOMICO

esiste come è fatto a cosa serve ecc? chiedo a voi

Link to comment
Share on other sites

no perchè era nella sezione ARMI dove cerano delle immagini e questo era una specie di camion enorme ( tipo le rampe per i missili sui camion) con sompra questo cannone enorme; l'unico indizio era che sulla canna c'era scritto ATOM'S però non sò se l'ha messo il disegnatore per bellezza

Link to comment
Share on other sites

certo che sono proprio vecchio...

 

magari un domani avrete quarant'anni e leggerete un paio di ragazzi che discutono sul fatto che hanno trovato una vecchia rivista in cui si parlava di bombardieri enormi capaci di scaricare centinaia di bombe... e diranno che è impossibile... e voi vi ricorderete del vecchio B-52...

 

:)

 

Il "Cannone atomico" è esistito eccome.

 

Si chiamava M-65, ed era un cannone da 280 mm capace di sparare una testata atomica di 10-20 kt a decine di chilometri di distanza.

 

Questo cannone, trasportato su un sistema ruotato, pesava la bellezza di circa 85 tonnellate (cannone + sistema di trasporto) e fu introdotto in servizio nel 1952 dall'US Army, per poi essere ritirato dal servizio attivo nel 1963. Ne furono costruiti solo 20 esemplari.

 

 

Fu ritirato semplicemente perchè la miniaturizzazione delle testate atomiche consentiva di utilizzare i normali cannoni di artiglieria, non erano necessari cannoni specializzati.

Infatti proiettili nucleari sono stati realizzati per le artiglierie nei calibri 155 mm, 175 mm e 203 mm e anche l'Esercito Italiano ha avuto in servizio i semoventi M-107 da 175 mm ed i semoventi M-110 da 203 mm destinati all'impiego di testate nucleari NATO.

Si noti che entrambi i sistemi sono stati ritirati ma non distrutti.

 

I semoventi M-107 ed M-110, e i missili balistici Lance, erano la componente nucleare dell'Esercito Italiano durante la guerra fredda.

Entrambi sono stati sostituiti dai sistemi MLRS, che però non hanno capacità nucleare.

 

Queste sono alcune foto del "Cannone Atomico" chiamato "Annie" dagli americani

 

atomic%20cannon.jpg

 

atc1.jpg

 

mentre questa è una foto dell'M-110 (l' M-107 è identico, cambia solo la canna)

 

M110c.jpg

Link to comment
Share on other sites

certo che sono proprio vecchio...

 

magari un domani avrete quarant'anni e leggerete un paio di ragazzi che discutono sul fatto che hanno trovato una vecchia rivista in cui si parlava di bombardieri enormi capaci di scaricare centinaia di bombe... e diranno che è impossibile... e voi vi ricorderete del vecchio B-52...

 

:)

 

Il "Cannone atomico" è esistito eccome.

 

Si chiamava M-65, ed era un cannone da 280 mm capace di sparare una testata atomica di 10-20 kt a decine di chilometri di distanza.

 

Questo cannone, trasportato su un sistema ruotato, pesava la bellezza di circa 85 tonnellate (cannone + sistema di trasporto) e fu introdotto in servizio nel 1952 dall'US Army, per poi essere ritirato dal servizio attivo nel 1963. Ne furono costruiti solo 20 esemplari.

 

 

Fu ritirato semplicemente perchè la miniaturizzazione delle testate atomiche consentiva di utilizzare i normali cannoni di artiglieria, non erano necessari cannoni specializzati.

Infatti proiettili nucleari sono stati realizzati per le artiglierie nei calibri 155 mm, 175 mm e 203 mm e anche l'Esercito Italiano ha avuto in servizio i semoventi M-107 da 175 mm ed i semoventi M-110 da 203 mm destinati all'impiego di testate nucleari NATO.

Si noti che entrambi i sistemi sono stati ritirati ma non distrutti.

 

I semoventi M-107 ed M-110, e i missili balistici Lance, erano la componente nucleare dell'Esercito Italiano durante la guerra fredda.

Entrambi sono stati sostituiti dai sistemi MLRS, che però non hanno capacità nucleare.

 

Queste sono alcune foto del "Cannone Atomico" chiamato "Annie" dagli americani

 

atomic%20cannon.jpg

 

atc1.jpg

 

mentre questa è una foto dell'M-110 (l' M-107 è identico, cambia solo la canna)

 

M110c.jpg

grazie mille

la seconda foto è identica all'immagine che ho trovato

 

ma le testate "usate" dagli Italiani erano testate NATO quindi utilizzabili solo con un ordine NATO ?

Link to comment
Share on other sites

Erano testate dette "a doppia chiave".

 

Ossia le testate potevano essere attivate solo inserendo due codici precisi.

 

Uno di questi codici era in mano agli Americani (in quanto proprietari della testata), l'altro era in mano all'Italia (in quanto paese NATO utilizzatore della testata).

 

Quindi occorreva un ordine della NATO, cui dovevano essere d'accordo sia gli italiani che gli americani.

Link to comment
Share on other sites

In tutta onestà non ricordo un semovente analogo sovietico.

 

Forse è stato realizzato in via sperimentale, ma non ricordo e una ricerca veloce in archivio mi ha dato esito negativo.

 

Se sai qualcosa di più dimmelo e vedrò di fare una ricerca più mirata.

 

In ogni caso, i sovietici svilupparono un mortaio semovente da 240 mm con capacità nucleare, e poi un semovente da 203 mm che è la copia degli M-107 ed M-110 americani.

 

In verità i sovietici non erano molto interessati all'artiglieria atomica, perchè la loro dottrina puntava molto sui sistemi balistici a corto raggio, ed in particolare i razzi della serie Frog e i missili Scud.

 

Occorre ricordare che i sovietici non avevano alcun interesse a scatenare una guerra atomica tattica, perchè essi contavano sulla superiorità convenzionale.

Al contrario la NATO, consapevole che non sarebbe riuscita a fermare le forze corazzate sovietiche, usava come deterrente le armi nucleari tattiche.

 

In caso di utilizzo di queste armi tattiche da parte della NATO, l'Unione Sovietica avrebbe risposto con il lancio di Frog e Scud a testata nucleare.

Link to comment
Share on other sites

  • 9 months later...

avrei una curiosità...

 

ma quanto erano potenti le testate che lanciava il cannone?

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

infatti è ripreso da troppo vicino anke se non c'ère un umano dietro la camera sarebbe stata distrutta

 

 

kmq scusa gianni ha detto ke sparava la bomba a 10 km di distanza e gli operatori del cannone non venivano coinvolti nel esplosione??

Link to comment
Share on other sites

Dovreste fare caso al fatto che le cose che hanno un'ampia superfice esposta al vento relativo all'esplosione, devono incassare più energia, più forza di quanto faccia un'oggetto con una limitata superfice ad esso esposta.

 

Fate caso, un palazzo ampia superfice esposta. Crollerà.

 

Una ciminiera nello stesso posto. Limitata superfice. Resta in piedi.

 

E' successo ad Hiroshima, e ci sono dei filmati storici che lo dimostrano.

 

Le videocamere sono poste su cavalletti con molta poca superfice esposta al vento.

Link to comment
Share on other sites

Bhè si possono usare anche telecamere con obbiettivi potenti e riprendere il tutto, senza il bisogno di essere li vicino, basta pensare a quelle che riprendono i lanci x lo spazio e in quegli anni c'erano gia cose simili, non come quelle di oggi pero....

Poi sicuramente ci saranno altri metodi x riprese di quel tipo, diciamo anche che il filmato in questione penso sia un collage di diversi eventi.

 

 

Poi secondo me il termine cannone atomico non ci azzecca molto mica funziona o è attivato da energie o cmq fatti legati al nucleare spara semplicemente(si fa x dire)testate nucleari quelli convenzionali come li dovrebbo chiamare cannone polvere da sparo??:D:lol::D:lol::D

Edited by Tomcat86
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...