Jump to content
Sign in to follow this  
CiccioMaugeri

Fumetti

Recommended Posts

gli unici fumetti che conosco sono quelli che riguardano il 104 e che erano stati fatti dai piloti americani^^

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è qualche tavola di Roy Lichtenstein, ma non so se siano veri e propri fumetti o solo vignette...

 

lgtsa950.jpglgtsa951.jpg

 

Boh mi informerò...

Edited by Wolfman

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti ho trovato un libro si chiama storia aereonautica a fumetti prezzo 15 euro presentazione:

Prefazione

 

Con questa raccolta interamente dedicata al fumetto, la Rivista Aeronautica prende il coraggio a due mani, scende con più decisione nella mischia e conferisce maggiore incisività alla sua presenza nel variegato, originale, fantastico mondo dei “cartoon”.

Sono già passati dieci anni da quando le nostre pagine ebbero l’onore e la fortuna di ospitare, nel supplemento dedicato ai “giovani di ogni età”, le storie del grande maestro Hugo Pratt. Da allora la Rivista Aeronautica ha pubblicato con continuità, incoraggiata dal consenso dei lettori, racconti a fumetti di autori di diversa scuola, estrazione e cultura. Giovani ai quali veniva data l’opportunità di liberare fantasia e talento o disegnatori affermati. Uniti, gli uni e gli altri, dall’entusiasmo nel trattare argomenti appassionanti come quelli aeronautici, e accomunati dal rispetto per un mondo che facilmente può essere calato nella dimensione senza tempo e senza confini delle tavole a fumetti, ma che va tuttavia rappresentato sapendone cogliere le giuste sfumature, usando i toni più opportuni per non trasformare un ambiente magico e affascinante in una ridicola caricatura. E in questo sicuramente Pratt è stato straordinario: ha saputo ricreare fedelmente, con pochi tratti di matita, un’atmosfera avvolgente, permeata di quello spirito aeronautico che ha attraversato indenne il tempo e contraddistinto generazioni di uomini in uniforme azzurra. Memorabile il racconto In un cielo lontano, pubblicato agli inizi degli anni Novanta.

Eroismo, audacia, sfida, cameratismo, rischio, paura, passione sono i sentimenti che determinano i comportamenti dell’aviatore, sono gli ingredienti, le spezie di cui è intriso il suo vissuto, soprattutto se è un vissuto di guerra. Sono anche gli elementi che trovano la loro collocazione ideale, il loro esatto posto, come tessere di un mosaico, proprio nei ritmi narrativi di un racconto a fumetti.

Ecco, riteniamo che con le storie di Costa, Ojetti e Babini ci troviamo, sebbene con stili e trame completamente diverse, di fronte a lavori molto ben riusciti dal punto di vista delle scenografie, delle ambientazioni, dei tempi, delle azioni, del disegno dei velivoli, della caratterizzazione dei personaggi; ancor più difficile, come nel caso di Costa, se tali personaggi si rifanno ad aviatori realmente esistiti.

Le due raccolte, Per amore di un Gobbo e Mediterraneo, sebbene molto diverse tra loro, hanno inoltre un protagonista comune che le attraversa e le unisce, un velivolo con il quale i nostri aviatori hanno scritto pagine indelebili della storia aeronautica: l’SM.79, conosciuto in tutto il mondo con il nomignolo di “Gobbo maledetto”. “Gobbo” per la sua originale protuberanza sulla parte superiore della carlinga, “maledetto” perché tenace, resistente ai colpi nemici, aggressivo. Una macchina presente in quasi tutti i teatri del secondo conflitto mondiale che ha avuto la sua epopea, come aerosilurante, nella guerra del Mediterraneo. E il Gruppo “Buscaglia”, uno dei reparti che lo ha impiegato più intensamente e in cui si concentrò un numero straordinario di eroi e aviatori eccezionali, ha ispirato il tessuto dei racconti che presentiamo in questo volume.

Share this post


Link to post
Share on other sites

esiste una collana di bellisimi fumetti francesi proprio su storie areonautiche, la serie si chiama Buck Danny sono fatti benissimo,io ho tutti quelli dell'ultima serie ,quella con disegni pìù belli e cartonati, sono editi dalla alessandro editore e ci sono parecchi scontri aerei..tu di dove sei?....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho visto sul mulo che ne girano due. Trattasi dei numeri 33 e 26... grazie dell'info,quando vado a Bologna nella mega fumetteria per l'appunto di Alessandro Editore andrò a dare un'occhiata ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

quelli della alessandro editore sono migliori per disegno e più nuovi,nell'ultimo uscito qualche mese fà c'è il rafale mentre in quelli precedenti anche l'f-22,mentre c'è un altra collana fatta proprio dall' autore originale, Bergese, un pò più vecchiotti sia come disegno ma sono difficili da trovare e non so chi li pubblica....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ordunque, pochissimi di voi sanno che io sono anche un grande appassionato di mange ed anime, e di tutto quello concernente i cartoon giapponesi;

 

Il più conosciuto è stato il mitico Dragonball, la prima serie, con il red ribbon che impiegava un idrocaccia molto particolare

 

rrhydroplane.GIF

 

Ricorda il Go.229, vero? ma la cosa più stupefacente è l'aereo passeggeri di Papaya Island, sempre in Dragonball

 

passplanep.GIF

 

Poi c'è un manga di Noboru Rokuda, SKY

 

post-2019-1140136677.jpg

 

contiene quattro storie, la prima incentrata sulla ragazza di Eddie Rickembaker, asso degli stati uniti nella WWI; la seconda racconta di un pilota di caccia, sempre nella WWI, che ostacola il fidanzamento alla sorella; incontrerà il barone rosso che avrà pietà di lui, andrà in congedo ma poi, tornato al fronte, perde la vita; il terzo capitolo narra la storia di tre aspiranti kamikaze che amano una ragazza ma l'amore per il prorio paese li manderà a morire (bellissima la frase con cui il più anziano dei tre, manifestando tutto l'amore per il suo A6M5, cabra verticalmente dicendo "ho lanciato tutte le bombe... le munizioni sono finite... tra poco si esaurirà anche il carburante... ma non ti schianterò contro una nave nemica!" pochi secondi dopo che la benzina s'esaurì, l'aereo esplose crivellato dai proiettili...) il quarto capitolo non parla di aerei storici percui non ne parlo. In questo manga ci sono vari errori, tipo quando, nella seconda storia, si dice che il pilota inglese morì due anni prima della fine della WWI. ma nel 1916 Von Richtofen non pilotava ancora il mitico Fokker DR.1!!!

 

Ma l'opera più importante è THE COCKPIT di Leiji Matsumoto (quello di Capitan Harlock!)

 

cockpit.jpg

 

Quello lì è proprio un TA.152!!! al contrario di SKY non è mai stato importato in italia ed è un peccato perchè anche qui sono tre storie bellissime. non sto a raccontarvele, andate sul link che è fantastico!

 

http://gilda.it/hns/

 

dovete andare su "opere" e cliccare su "the cockpit" nel menu a sinistra poi visualizzare le varie voci dell'opera. è ottima e possiedo anche un video, ma mi lascia perplesso il fatto che il colonnello dica al pilota tedesco che il Me.262 è un c@sso e che è meglio il TA.152. lo stesso dicasi per i commenti sulle V2, roba da corte marziale by gestapo all'istante!!

 

Inoltre, sempre di Matsumoto, nella celebre "Arcadia della mia giovinezza" è narrata la storia di un avo di Harlock, che fece scappare dalla germania il suo amico a cui donò il ReVi del suo 109, che egli chiamava "i miei occhi". questo mirimo verrà impiegato per il puntamento del cannone della futura astronave Arcadia

 

pharlock2.jpg

 

In "Porco Rosso" del celebre Miyazaki (già Leone d'oro a qualche mostra di vevezia fa per la sua "Città Incantata", Marco è un aviatore che, dopo un incidente durante la prima guerra mondiale, perde un amico nonché compagno d'armi e rimane sfigurato, assumendo le sembianze di un maiale: da qui il soprannome Porco Rosso. Il film è ambientato negli anni Trenta ed il protagonista vive sulle sponde dell'Adriatico, pilotando il suo Savoia S.21 ed ingaggiando duelli aerei con una banda di pirati dell'aria chiamati "Mamma Aiuto!". Nonostante l'aspetto ripugnante Porco Rosso riesce anche a far breccia nel cuore di due donne: la bella Gina e la giovane Fio. Amore, umorismo, scene di volo spettacolari ed un pizzico di nonsense (in una scena di duello aereo due rivali esauriti i proiettili cominciano a tirarsi chiavi inglesi e altra roba da un aereo all'altro): ecco gli ingredienti del film di Miyazaki più divertente e spensierato. La cura maniacale messa da Miyazaki nella ricostruzione del territorio italiano è quasi fotorealistica e le scene di combattimento aereo lasciano senza fiato. Singolare a tal proposito il momento in cui Porco decolla col suo idrovolante dal naviglio grande di Milano. Osannato in Francia dove il famoso attore Jean Reno ha doppiato il protagonista, Porco Rosso è stato distribuito in tutto il mondo, ovviamente Italia esclusa.

 

porco.logo.jpg

 

Sempre per quanto riguarda harlock, ha fatto molte apparizioni a bordo di velivoli storici. da un altro forum: "Al termine della Seconda Guerra Mondiale, un valoroso pilota a bordo di un messerschmitt 262 difende i cieli della Germania. Harlock ("pilot 262", 1969) si distinguerà in diverse azioni eroiche prima di scomparire chissà dove al termine di questo manga..."

 

NOTA: questo manga è rarissimo

 

Anche in Diver Zero il nostro Harlock è un pilota tedesco durante la seconda guerra mondiale

 

messer.jpg

 

Ed in altro manga, stavolta che non c'entra nulla con Harlock, "You are under arrest", è stato scovato un H8K2

 

odaibapk.jpg

 

ed è ora di parlare di cartoni animati contenenti aerei moderni... ce ne sono un'infinità...

 

Si parte da Cicatrice the Sirius, in cui compaiono saltuariamente un F-86 ed un F-4 Phantom II

 

cicatrice_sirius_01.jpg

 

Area 88

 

Tratto da un manga degli anni 70', ancora adesso apprezzato in Giappone (e mai purtroppo giunto in italia), Area 88 TV narra delle gesta dell'asso numero 1 di una base di piloti da caccia mercenari, Area 88.

Il pilota in questione, Shin Kazama e' finito in questa base posta in un paese mediorientale sconvolto dalla guerra civile attraverso un sordido inganno perpetratogli in passato dal suo piu' caro amico, Kanzaki. Suo unico deiderio e' abbandonare Area 88, ma gli unici modi per farcela da vivo sono due: prestare un servizio di 3 anni in prima linea o pagare una penale di 1,5 milioni di dollari.

Per poter guadagnare questi soldi Shin e' quindi costretto ad accettare missioni di guerra e diventare suo malgrado un assassino a pagamento, conducendo assieme ai commilitoni rischiose missioni contro le forze aeree e terrestri ribelli a bordo di caccia.

Il bello e' che ogni mercenario deve tenere conto del carburante, delle munizioni e della manuntenzione da pagare al 'trafficone' e magazziniere McCoy, uomo avidissimo e molto Ferengi come concetto del profitto.

La serie TV comincia quindi con l'incontro fra un giornalista giapponese giunto ad Area 88 per fare uno speciale reportage sulla base e sui suoi piloti e s'interessa subito a Shin, in quanto connazionale e tipo misterioso. Da li in poi assistiamo a diverse missioni compiute da Shin il cui destino s'incrocia con quello di altri piloti mercenari, tutti legati in maniera spesso tragica al demone della guerra.

Senza contare che il vecchio amico/rivale traditore non restera' certo inattivo al sapere di Shin che lotta per soppravvivere.

Per quanto riguarda l'aspetto grafico, diciamo che nei primi episodi la CG specie per i caccia e' troppo netta come differenza rispetto allo sfondo, ma fortunatamente nel prosieguo della storia migliora decisamente specie dall'episodio 7 in poi.

Molto tunzettare le musiche e da discoteca anche se molto appropriate per le adrenaliniche battaglie aeree.

 

area88_all_500.jpg

 

Airbats 801 T.T.S. (orig. Aozora Shoujotai)

 

Il sergente Isurugi è appena stato destinato all'801 T.T.S. (tatcical training school) Airbats ma non ha nessuna idea sui compiti di questa unità! La base è quella reale di Iruma ma l'incontro con il nuovo ufficiale della manutenzione e con gli altri membri è abbastanza movimentato. Tuttavia tutti devono far fronte alle minacce di scioglimento di questa sezione speciale composta di donne pilota ma soprattutto con gravi problemi di personale. Il sogno di Isurugi è quello di pilorare l'F-15, ma attualmente vola su di un normale caccia monoposto e fino alla fine non si capisce perchè si sia precedentemente rifiutato di volare sul velivolo biposto.

 

airbats0.jpg

 

non riesco più a trovare l'immagine, ma compaiono anche i nemici russi su... Su.27!!! e mo so caxxi :D :D

 

A presto con la prossima puntata! B-)

Edited by Kometone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma quello del 1° video è propio il ta-152!!

Cn tanto di insegne tedesche!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so se ho letto male perchè sono di fretta,ma mi sembra che manchino anche:

 

-Stratos 4 e successivi (anime sulla vita di intercettatori di comete)

-tutta la serie di Macross ,in particolare la 7 plus (sfida tra due prototipi di caccia sperimentali,uno con freccia negativa variabile e spinta vettoriale contro caccia guidato dal pensiero e con ala a profilo variabile)

Share this post


Link to post
Share on other sites

eh f*** aspetta che li sto preparando... :lol: avevo scritto dell'arrivo di altre puntate...

 

cmq...

 

Idol defense force Hummingbird: praticamente succede che l'intera aviadione d'autodifesa del giappone viene messa in vendita, e solo il mondo dello spettacolo ha i soldi per permettere a cinque ragazze di seguire un corso di pilotaggio avanzato, di cantare a bordo degli F-15 :D , e soprattutto di affittare la portaerei enterprise per un concerto :lol:

 

1.jpg

 

Stratos 4: un bellissimo anime in cui la Terra è minacciata da uno sciame di meteore, ed un gruppo di ragazze (al solito) è incaricato di intercettarle; si useranno tra l'altro lo Yak.28 Firebar, il MiG-31 ed BAC T.S.R.-2

 

La pagina di Wikipedia, completissima.

 

533px-Stratos4_Air_Spacecraft.jpg

 

800px-Stratos4_TSR-2MS_flight_profile.png

 

a presto per Macross ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ricordo anche "Asso di Picche" di Jimenez e Barreiro ("As de Pique" in originale) pubblicato in Italia alla fine degli anni '70 su Lanciostory, epopea di aviatori che combatterono nei cieli europei durante la Seconda Guerra Mondiale con maniacali e fedelissime riproduzioni di aerei e uniformi. Qualcosa si riesce ancora a recuperare in qualche fumetteria ad esempio questa raccolta. A distanza di decenni me lo ricordo ancora sia per il tratto che per le storie piene di eroismi e umanità da ambo le parti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ti riferisci a questo?

 

41610.jpg

 

Citami qualche episodio per favore, non essendo un prodotto giapponese non sono in grado di reperire altre informazioni...

Share this post


Link to post
Share on other sites
ti riferisci a questo?

 

Citami qualche episodio per favore, non essendo un prodotto giapponese non sono in grado di reperire altre informazioni...

Esattamente! Purtroppo non ti posso aiutare molto visto che si tratta di fumetti che ho letto circa 25 anni fa. Sono riuscito a trovare in libreria una raccolta (EURACOMIX 27) ma si trattava solo di un paio, forse tre storie e il rapporto quantità/prezzo mi sembrava eccessivamente sfavorevole. Credo che l'intera serie superasse le 10 storie. Inoltre i Lanciostory mi arrivavano a casa tramite zio barbiere e senza dubbio qualche albo è saltato. Prima di postare ho fatto anch'io qualche ricerca anche su siti sudamericani ma non ho reperito granchè e nemmeno il sito di Gimenez aiuta. Su di lui si trova moltissimo della sua "Saga dei Metabaroni" (fantastica) ma poco di Asso di Picche. Mi ricordo però un paio di episodi che riassumo (se avete intenzione di procurarveli non continuate con la lettura).

In uno una ragazza americana fidanzata con un aviatore prigioniero dei tedeschi lavorava in una fabbrica di bombe e, distraendosi, non fissava adeguatamente la spoletta di quella che, sganciata da un bombardiere, cadeva a pochi metri dal fidanzato in Germania. Involontariamente gli aveva salvato la vita. Niente eroismi, solo poesia.

Nel secondo un mitragliere ferito si paracadutava sulla città appena devastata, salvava una bimba tedesca e poi veniva catturato da un nazista che voleva giustiziarlo sul posto. All'ultimo però interveniva un ex pilota Luftwaffe reso invalido dagli Alleati che eliminava l'SS dicendo che pur in guerra esiste in codice da rispettare e consegnava l'americano ad altri soldati perché venisse fatto prigioniero nel rispetto delle convenzioni internazionali.

Le trame non erano assolutamente complicate ma sviluppavano un'idea semplice. Non si chiedeva di più a storie di una ventina di tavole. I disegni però erano di una notevole perfezione. Se non si trova "Asso di Picche" basta però guardare gli altri disegni di Gimenez per farsi un'idea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non ho mai capito se la posiziona semiprona (stile motociclista) in stratos4 fosse davvero necessaria per l'opertatività del pilota o fosse solo un (piacevole) servizio per i guardoni della serie.... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah bè, per quello ci sono molti esempi... mi vengono in mente Aika e soprattutto Burn Up B-)

Edited by Kometone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hey kometone tra dispute varie ti sei dimenticato di parlarci di macross! :D

 

 

P.s. nessuno ha idea di esperimenti (e sicuramenti se ne seranno fatti se son stati disegnati negli anime ) di ali con profilo a geometria variabile?vantaggi,svantaggi e cose del genere.

 

 

Ciao!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ogni mese in edicola ci sono dei fumetti che parlano della storia di umberto mistri molto belli

Share this post


Link to post
Share on other sites
Hey kometone tra dispute varie ti sei dimenticato di parlarci di macross! :D

P.s. nessuno ha idea di esperimenti (e sicuramenti se ne seranno fatti se son stati disegnati negli anime ) di ali con profilo a geometria variabile?vantaggi,svantaggi e cose del genere.

Ciao!

 

Sorbisciti questi intanto

 

Sentou Yousei Yukikaze

 

Storia incentrata su di un team di aerei speciali destinati a combattere contro una forza aliena di cui nulla si sa (usano aerei simili a quelli terrstri).

La storia (tratta da un libro) e' vista dal pilota e dal suo amico/superiore e quindi presta attenzione solo a quello che succede intorno a loro, per questo molto fatti e in generale quello che succede e' poco chiaro, i combattimenti sono tutti localizzati nel dintorni del Polo in mezzo ad acqua e ghiaccio a causa della presenza di una 'porta' che comunica con il mondo alieno da cui e' possibile entrare e uscire liberamente, anche se nel primo episodio il gateway fa solo presenza. Da notare l'elevato uso di computergrafica nelle sequenze delle battaglie aeree, cg che per la caratteristica delle strane colorazioni usate a colori molto pastellati si amalgano abbastanza bene con il disegno normale dell'anime; la cosa che piu' colpisce sono le battaglie aeree per l'estrema realisticita' che sono fortemente assimilabili a quelle dei veri aerei militari; sono senza dubbio le migliori simulazioni di questo genere che abbia mai visto su di un anime e solo sui simulatori o su aerei veri potete assistere ad uno spettacolo similare.

Anche questo e' un anime da vedere, sono cinque oav lunghi quasi 45 minuti l'uno escluse sigle e titoli; non si perde mai il ritmo, molte le sequenze di volo, molte le immagini scure specie nelle battaglie dove avviene tutto cosi' velocemente che si fatica a comprendere cosa accade, i voli dentro ai canyon sono decisamente qualcosa di unico da vedere, un po' tetro e pessimista.

 

SentouYouseiYukikaze11.jpg

 

SentouYouseiYukikaze13.jpg

 

SentouYouseiYukikaze14.jpg

 

Mahou yousei shoujo tasukete! Mave-chan

 

È la parodia contemporanea di Stratos 4 e Yukikaze; per farla breve un ragazzo appassionato di anime si reca alla presentazione di Stratos 4, ma una volta lì finirà nel mondo di un anime destinato ad essere dimenticato da tutti proprio a causa di Startos 4. Ah, se cercate gli aerei... sono le ragazze stesse :o . Fa troppo ridere, dovete vederlo!

 

main.jpg

 

Macross Zero

 

Nell’anno 1999 una nave spaziale aliena precipita sulla Terra portando con se la sua tecnologia. Questa rompe gli equilibri tra le potenze del nostro pianeta, e in breve scoppia una guerra globale.

La storia e’ ambientata anni dopo, il protagonista ora e’ adulto ed e’ un pilota di aerei molto abile. In uno scontro viene tuttavia sconfitto da un nuovo modello, capace di acquistare forma umanoide.

Si salva e viene accolto in una piccola isola, dove e’ costretto a stare in attesa della sua guarigione, vista anche la mancanza di qualsiasi modo per mettersi contatto con la sua base. Gli abitanti del posto sembrano tramandarsi delle leggende molto particolari di uomini uccello che avrebbero creato la vita sul nostro pianeta… che conservino il segreto della Protocultura???

 

 

MacrossZero1.jpg

 

MacrossZero3.jpg

 

MacrossZero2.jpg

 

MacrossZero10.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

oltre a supereroica negli anni '70 (sono vecchio ormai, sigh) girava un fumetto di cui non ricordo il titolo, con protagonista una squadriglia ONU (!?!) imbarcata che volava con i crusader; ricordo un numero in cui passavano al tomcat, ma sono passati un pò di anni e non ho mai rivisto nulla di simile. Piacerebbe anche a me rivederlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...