Jump to content

Recommended Posts

no....all'epoca di regan i soldi c'erano eccome,ma il b-1 non è riuscito a sostituire il b-52

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il B-1B nelle intenzioni di Reagan non doveva sostituire il B-52, ma affiancarlo perchè, cancellato dall'amministrazione Carter il B-1A, ormai già si pensava all'ancor piu' sofisticato e allora segretissimo B-2 (che ha fallito perchè troppo costoso in anni in cui la guerra fredda stava finendo e il bomardamento nucleare perdeva di importanza)...Senti, non se ne esce se la metti così, non credi? Leggi ciò che ho scritto prima...Io e te non stiamo agli antipodi del pensiero aeronautico...a meno che tu non faccia i salti di gioia a vedere un bombardiere concepito nel 1947 ancora operativo...A me, da ingegnere aeronautico e da appassionato di aviazione, mette un po' di tristezza. Spero anche a te...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

a me non mette assolutamente tristezza veder volare ancora il b-52.quello che ti voglio dire,e che sicuramente capirai è che a volte,nonostante ci siano nuovi mezzi,non conviene o non serve acquistarli,perchè quelli che si hanno vanno già benssimo. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

E io che ho detto fin dal primo messaggio di questa discussione in cui ho difeso l'A-10 (che a confronto del B-52 è però un bimbo in fasce)? A me non mette tristezza veder volare il B-52, come non me ne mette il B-17 o tanti altri aerei che hanno fatto la storia dell'aviazione. Mi mette tristezza vederlo ancora operativo dopo 60 anni dal primo disegno di un mio alquanto illustre collega! Adesso però vogliamo andare a nanna visto che domani devo andare a lavorare? Ciascuno con le sue rispettabilissime idee.Ciao

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allora, per concludere ciò che intendevo dire sull'utilizzo operativo di velivoli non piu' all'ultimo grido, mettiamola in questi termini:si puo’ essere affascinati dal B-52 finche’ si vuole, ma bisognerebbe chiedere che ne pensa chi col B-52 ci lavora ogni giorno.

I piloti per esempio saranno anche orgogliosi di volare su un glorioso velivolo che qualcuno dei loro nonni potrebbe aver condotto in battaglia ma...sarebbe un delitto per loro desiderare 4 turbofan poco assetati e molto affidabili (invece di 8 fumosi pezzi da museo)? O un carrello d’atterraggio che non abbia la carreggiata di un bus di linea?

Un tecnico della manutenzione potrebbe desiderare di avere impianti di bordo che possano essere facilmente manutenuti per incrementare la disponibilita’ operativa?

Un comandante di squadriglia potrebbe desiderare di avere un aereo con soli 2 membri di equipaggio seduti su seggiolini eiettabili affidabili, senza il rischio che 2 suoi ufficiali si debbano lanciare verso il basso e morire (e’ successo nel ‘91 a due dei membri dell'equipaggio di un B-52 in avaria a bassa quota)?

E un ufficiale dello stato maggiore potrebbe desiderare uno “straccio” di caratteristiche stealth senza arrivare ai costosissimi eccessi del B-2?

Chi fa le revisioni può richiedere una cellula concettualmente e anagraficamente piu’ recente, con qualche migliaio di pezzi in meno, che non esiga minuziosi controlli per tener a bada le cricche di strutture provate da decenni di utilizzo?

A me non pare che sarebbe chiedere la Luna, tanto che, si badi bene, la piu’ potente forza aerea del mondo poteva avere tutte queste cose senza arrivare a spendere quello che ha speso (una follia!) non riuscendo manco a mandare in pensione i B-52H (l’ultimo dei quali l’han costuito quasi 45 anni fa!)...

Se negli anni quaranta si comincia a pensare a un velivolo che 20 anni dopo e’ ancora il migliore in circolazione, penso che il progetto base sia buono. Dopo 30 anni penso si sia sfruttato al meglio un ottimo aereo. Dopo 40 comincio a pensare che non ci siano i soldi per sostituirlo, dopo 50 comincio a preoccuparmi, dopo 60 e tre tentativi di sostituzione falliti (B-2, B-1A e B-70) e miliardi del contribuente spesi, smetto di pensare che il B-52, nonostante tutti gli upgrade, sia ancora un aereo adeguato e comincio a pensare che qualcuno abbia fatto qualche caz..ta...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hai ragione Flaggy, su tutta la linea che hai esplorato, metti in evidenza la lacuna dal punto di vista progettuale che "occupa" il B-52.

 

Dal punto di vista operativo però cosa ne pensi?

 

Ti ho gia visto puntualizzare giustamente, che per un comandante o un pilota il B-52 è obsoleto dai loro punti di vista, ma dal punto di vista di un Generale di Stato Maggiore? Ovvero, il B-52 è compatibile con tutte le armi dell'inventario dell'USAF, e bisogna mettere in conto che svolge il compito per il quale viene dedicato.

 

Che ne pensi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da un punto di vista del generale dello stato maggiore avevo accennato al discorso delle caratteristiche stealth (anche se era solo un esempio). E' vero che il B-52 ha un'elevata compatibilità con quasi tutti gli armamenti, ma non con tutte le missioni. Mi spiego: è rischiosissimo usarlo contro bersagli ben difesi armato di bombe GPS nei primi giorni di guerra. In tal caso per colpire lontano puoi usare solo i tuoi buoni (preziosissimi) 21 B-2 e al limite colpire da lontano con i cruise del B-52. Mentre il B1 è poco stealth per le missioni più rischiose e al momento non ha i cruise per colpire da lontano... Anche il discorso disponibilità operativa è importante per un generale che deve usare ciò che gli hanno dato. Senza però entrare troppo in dettagli su cui hanno scritto libri interi, per un generale non è da vedere solo il lato positivo di avere tre aerei diversi (B-52H, B-1B e B2) cui assegnare ciascuno delle missioni in cui possono ancora primeggiare...Lui deve anche fare i conti con l'altra faccia della medaglia...e cioè che non ha un velivolo unico che le possa svolgere tutte...In questo modo la sua forza di bombardieri è meno flessibile...e avrà sempre meno aerei di quanti vorrebbe. E' certo che per un B-52 ci può essere ancora del lavoro da fare, ma potrebbe essercene (ed è una provocazione..) anche per un B-29 o un B-17 se gli metti qualche diavoleria elettronica e gli fai un lifting...I bombardieri solo in pochi se li possono permettere...averne tre, ciascuno con dei limiti (e per il B-52 non sono rimediabili)è una scelta criticabile in tempi di vacche magre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@flaggy: benvenuto collega... :)

 

Sono in generale in sintonia con flaggy...

 

Inoltre l'argomento "sostituzione dei B-52" è molto allettante.. si potrebbe aprire una dicussione per evitare l'OT qui: aspetto il parere dei saggi moderatori... :rotfl:

 

Senza fare troppe ricerche (e sul B-52 ce ne sarebbe...) riporto quello che dice Wiki sul futuro dei B-52:

 

Future of the B-52

 

The Air Force intends to keep the B-52 in service until at least 2040, an unprecedented length of service for a military aircraft.[4] This is especially remarkable considering the last B-52 was built in 1962. B-52s are periodically rebuilt at the USAF maintenance depots such as Tinker Air Force Base, Oklahoma. Therefore, despite their chronological age, their effective service age is quite young.[citation needed]

 

Boeing has suggested re-engining the B-52H fleet with the Rolls-Royce RB211 534E-4. This would involve replacing the eight Pratt & Whitney TF33s (total thrust 8 x 17,000 lbf or 30.574 kN) with four RB211s (total thrust 4 x 37,400 lbf or 33.191 kN). The RR engines will increase the range and payload of the fleet and reduce fuel consumption. However, the cost of the project would be significant. Procurement would cost approximately US$2.56 billion (US$36 million × 71 aircraft). A General Accounting Office study of the proposal concluded that Boeing's estimated savings of US$4.7 billion would not be realized. They found that it would cost the Air Force US$1.3 billion over keeping the existing engines. [5]

 

The USAF continues to employ the B-52 because it remains an effective economical heavy bomber, particularly for the type of conflicts conducted since the end of the Cold War against nations with limited air defense capabilities. The B-52's capacity to linger for long times over battlefields delivering precision standoff and direct fire munitions has been a valuable asset in conflicts such as Operation Enduring Freedom in Afghanistan. The stealth and speed of the B-1 Lancer and B-2 Spirit have only been useful until enemy air defenses were destroyed, a task that has been swiftly achieved in recent conflicts. The B-52 boasts the highest mission-capable rate of the three types of heavy bombers operated by the USAF. Whereas the B-1 averages a 57% ready rate [6] and the B-2 achieved a 26% in 1997 [7], the B-52 averages 80%

 

Il discorso di flaggy sul fatto che sarebbe meno dispendioso avere un unico bombardiere pesante è giusto, ma va detto che trovare un solo aereo che ricopra tutti i ruoli del bombardamento pesante non è per niente banale.

 

I B-70, B-1 e B-2 che hai nominato, non potevano certo sostituirlo. non sono neanche nati per sostituirlo.

 

Anche in Russia, che pur non naviga nell'oro, sono in servizio più tipologie di bombardieri.

 

L'anomalia non è che l'USAF disponga di tre tipi di bombardieri che si dividono i ruoli: se hanno le risorse per mantenerli, buon per loro..

 

Secondo me il punto interessante su cui riflettere è un'altro: tu (flaggy) dici che un generale ha molto di che lamentarsi di un B-52, e ti dò ragione.

 

Ma se chiedessimo a quel generale qual è il tipo di bombardiere dei tre in servizio a cui non potrebbe rinunciare, cosa risponderebbe? secondo me B-52! ;)

 

E' per questo che, seppur vecchio, non è ancora da pensionare: è quello più flessibile, più utilizzato e più indispensabile.

 

Quindi se è ancora in servizio, non è che i vari B-1,2,70 abbiano fallito, semplicemente non è pensato ad un bombardiere che fosse in grado di essere altrettanto flessibile.

 

il perchè di questo non te lo so dire: forse sempicemente conviene economicamente fare così..

Share this post


Link to post
Share on other sites

In realtà B-70, B-1A e B-2 erano nati proprio per sostituire il B-52, solo che si è cannato completamente nei requisiti...perchè nel frattempo le esigenze cambiavano di continuo: prima la velocità a ogni costo del B-70 e qualche testata nucleare, poi una grande confusione con il B-1 (prima bisonico, poi un mezzo stealth blandamente supersonico capace di far la barba agli alberi con 24 missili Sram in pancia, poi manco quelli e si torna ad alta quota con una camionata di bombe). Poi il B-2 con la sua stealthness a tutti i costi (salati). Insomma, poche idee, ben confuse e male espresse!!!E io pago!!O meglio gli americani...Il B-52 è solo sopravvissuto a tutto questo, ma non solo per meriti suoi, soprattutto per demeriti degli altri e di chi spende i soldi del contribuente!!Mi spiace, io rimango della mia opinione. Il B-52 deve andare in pensione, per il bene dell'aviazione...Non c'è nulla che lo possa sostituire completamente? Bene! lo si manda in pensione così ci si dà una svegliata...Ritirare 1/3 dei B-1 (che hanno ancora un certo potenziale di crescita)per tenere i B-52 è una cosa estremamente pericolosa...e i pregi del B-52 non sono assolutamente tali da giustificarla! Sono queste scelte che fermano il progresso (ammesso sia progresso scaricar bombe in testa alla gente)...Capisci ciò che intendo? Non è che il B-52 è adeguato alle richieste attuali...sono le richieste attuali che si sono adeguate al B-52!!!Se si fosse sempre ragionato in questi termini, dall'aerocampo vicino a casa mia decollerebbero ancora i flyer dei fratelli Wright!!!Chi oggi andrebbe in vacanza usando un volo di linea di una compagnia che usa aerei con 45 anni sul groppone, pensati 60anni fa? Nessuno (spero)..Eppure pretendiamo ancora che qualcuno non solo voli, ma addirittura rischi la propria vita in battaglia contro dei nemici usando un B-52!

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chiunque del forum ti può confermare che io non ho problemi a criticare progetti o strategie USA.

 

Tuttavia non mi sento di condannare il B-52, oppure gli strateghi USA, se in 60 anni le esigenze sono cambiate...

 

Hai ragione a dire che B-70,B-1 e B-2 sarebbero nati per sostituire i B-52: ma tutti questi velivoli erano a loro modo dei penetratori, per cui risultò evidente che sarebbe stato un peccato sprecarli come vettori di missili cruise, ruolo per cui il B-52 era molto più adatto.

 

E' lo stesso motivo per cui in Russia rimangono operativi i Tu-95 (turboelica...).

 

Questa distinzione (vettori di missili cruise vs penetratori dello spazio aereo), poteva andare bene sia a livello strategico che tattico.

 

In aggiunta a quanto detto, tanto meglio se si è visto che oggi non sono infrequenti situazioni di scarsa opposizione contraerea nemica (Afganistan, Iraq), per cui anche il B-52 può operare sullo spazio areo nemico sfruttando appieno la sua flessibilità d'impiego e la sua persistenza in combattimento. Non dimentichiamoci che in Afganistan ha sganciato il 75% delle bombe impiegate.

 

Quindi non sono d'accordo con tua proposta di pensionare il B-52 solo perchè è vecchio. Non solo perchè è ancora utile, ma perchè come ti ho detto è anche più indispensabile dei B-1 e B-2.

 

Poi se vogliamo capire il perchè in tutti questi anni, non si sia trovato (o voluto trovare... ;) ) un degno sostituto, ne possiamo discutere...

 

:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma allora non mi hai capito! Non è da pensionare solo perchè vecchio: non è un tavolo del 700 su cui puoi organizzare una cena con i colleghi di lavoro invidiosi o una decapottabile degli anni sessanta con cui portare a spasso una bella ragazza! E' un bombardiere strategico intercontinetale!!Può aver tutti i pregi che vuoi! Resta il fatto che ha una carreggiata da autobus, impianti elettrico, idraulico e pneumatico datati, struttura datata e malconcia e 8 motori che non sono manco dei turbofan di prima generazione, visto che sono dei turbofan derivati da turboreattori monoflusso. Ha una traccia radar di una betoniera! Il B-52 ha 60 anni e li dimostra tutti in queste cose che ho elencato e in molte altre...L'eta anagrafica si traduce in limiti operativi (l'Afghanistan non è il mondo) e non è fine a se stessa.Quanto ai missili cruise AGM-86, vorrei far notare che in questi anni ne hanno sparati una camionata (usando anche quelli nucleari convertiti) e non ne restano molti in magazzino...Quelli di nuova generazione, andrebbero adattati al B-52 come a tutti gli altri bombardieri. Qui sento sempre la stessa musica: tengo il B-52 perchè non ne posso fare a meno...Vogliamo dire le stesse cose tra altri 10 anni quando sicuramente un nuovo bombardiere non ci sarà ancora, ma il B-52 avrà 70 anni?Mandiamolo in pensione! Si sono fatte già abbastanza stupidate! Il B-1B non è così poco flessibile come qualcuno vuol far credere: è stato capace di fare salti mortali pazzeschi per adeguarsi a quello che gli chiedevano di fare: ne può fare altri per coprire parzialmente il buco lasciato dal B-52 e una camionata di bombe la puo portare anche il B-1, basta solo volerlo. La soluzione ideale, dopo tutti gli errori fatti non c'è. C'è solo il male minore...Rinunciare al B-52, stringere i denti con ciò che resta, guardare avanti e lasciare spazio a nuove idee...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

In un certo senso avete ragione tutti.

 

Comunque, premesso che molto presto avrete disponibili sul sito delle schede veramente belle su tutti e tre i bombardieri, vorrei dire un paio di cose.

 

E' innegabile che gli USA NON HANNO la linea bombardieri che desidererebbero.

 

Gli USA sono sempre stati molto attenti alla standardizzazione e alla riduzione dei costi di gestione, e una linea di ben tre modelli di bombardiere strategico è qualcosa che nessuno si sarebbe mai nemmeno immaginato nei peggiori incubi.

 

Purtroppo, una serie di eventi ha portato a questa situazione: il B-52 andava sostituito col B-1A che fu annullato e si avviò lo sviluppo del B-2.

 

Reagan voleva un bombardiere capace di penetrare le difese sovietiche e poichè il B-2 non era immediatamente disponibile decise di ordinare il B-1B.

 

L'intenzione era di adibire il B-1B al bombardamento convenzionale e il B-2 a quello nucleare, e mandare in pensione i B-52.

 

Ma il B-1B manifestò una marea di problemi, il B-2 fu bloccato per i costi, e così il B-52 è rimasto.

 

Poi c'erano da rispettare i trattati di limitazione delle armi strategiche, in base ai quali gli USA non potevano tenere più di 90-100 (adesso non ricordo bene quanti) bombardieri abilitati al lancio degli ALCM nucleari, e siccome tutti i B-52 erano abilitati, nè il B-1B nè il B-2 potevano esserlo, a meno di ritirare i B-52.

Ma in questo caso si doveva fare affidamento sui B-1B (visto che i B-2 erano insufficienti) e i B-1B avevano seri problemi con la suite elettronica.

 

Insomma, fu un casino, al punto che l'USAF per molti anni ha tentato in tutti i modi di liberarsi... dei B-1B !

 

Ora, è chiaro che il B-52 è un successo ingegneristico. Se si considera che è stato progettato in un albergo nel giro di tre giorni, è davvero straordinario.

 

Il motivo del suo successo sta nella formula estremamente semplice, nella grande disponibilità di spazi che consentono di farci di tutto, nella robustezza intrinseca della cellula, nei suoi otto motori che garantiscono una grande spinta e una sicurezza ridondante.

 

La manutenzione non è poi così complessa, perchè in 50 anni di operatività gli specialisti ormai possono smontare e rimontare il bombardiere ad occhi chiusi, e con le centinaia di B-52 ammassati nei depositi i pezzi di ricambio non sono un problema.

 

In particolare non sono un problema i turbofan TF33: si pensi che i 70-80 B-52 in servizio montano un totale di 560-640 motori... sapete quanti motori aveva in carico il DOD americano nel 1997? 3600 (tremilaseicento) !!!

Per non parlare del fatto che il TF33 è montato sui Boeing 707 !

 

Ecco, se pensiamo a queste cose, capiamo perchè l'USAF preferisca tenersi i B-52 e radiare i B-1B !

 

Del resto, una normale JDAM lanciata ad alta quota e alta velocità, può viaggiare per oltre 20 km assicurando una buona distanza di sicurezza dai sistemi antiaerei.

Immaginate che ogni B-2 può trasportare anche 80 JDAM, e in via del tutto teorica significa che i 20 B-2 possono teoricamente distruggere 1.600 bersagli in una sola prima ondata.

 

Siamo alla teoria pura, ma questi dati fanno capire che B-2 ed F-117 (domani F-35) possono tranquillamente assicurare quel first strike destinato a sbaragliare le difese aeree nemiche.

 

A quel punto la strada è libera anche per i "cassoni" come il B-52.

 

:-)

Share this post


Link to post
Share on other sites
Se si considera che è stato progettato in un albergo nel giro di tre giorni, è davvero straordinario.

Erano proprio altri tempi.... :lollollol::lollollol:

 

Grazie mille gianni, anche per il lavoro sulle schede tecniche... :adorazione::adorazione:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni, come al solito (bazzico questo forum da parecchio anche se ho cominciato a scriverci da poco) noto competenza,ponderatezza e saggezza nelle tue riflessioni. Ora però passatemene una anche a me... Uno dei miei libri preferiti è una bellissima raccolta su tutti gli aerei più famosi della seconda guerra mondiale. Lo sfoglio sempre con piacere...Adoro quegli aerei (non certo i lutti e vittime che si sono provocate usandoli...). Li adoro perchè sono la testimonianza tangibile di dove può arrivare l'ingegno e la determinazione umana quando vuole. Il B-52 è uno dei figli di quello spirito pionieristico e intraprendente, quello stesso spirito che ci ha portato fin sulla Luna. Io ritengo che tener vivo il B-52 significhi minare quello stesso spirito che l'ha fatto nascere...indipendentemente da dove e quante bombe porti e da quanti motori si possano raccattare fra i rottami...e questo, per l'aviazione (ma la cosa si può estendere a tutte le attività umane) è ancora più pericoloso che rischiare di avere meno bombardieri di quelli che si vorrebbe...

PS:Cacchio queste caz..te che ho detto son è proprio belle!Mo me le segno!! Qualcuno troppo suggestionabile potrebbe anche metterci una lacrimuccia. Detto questo concludo: dopo i miliardi spesi x comprarli,i neuroni bruciati per pensarli e costruirli, le incazzature per farli funzionare,le testate nucleari seminate per sbaglio in qualche fondale oceanico, i morti ammazzati che hanno fatto, i fiumi di inchiostro versati sui libri per descriverli e le tastiere dei nostri computer consumate per commentarli, criticarli e lodarli...io dico:ma chi è quell'idiota che si è svegliato la mattina e si è inventato il bombardiere strategico???Non poteva andare a fare una gita al mare??

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

C'è anche un retroscena da svelare su Jhon...

 

Quando penso ci sia bisogno di lui, gli mando un mp e lui gentilmente dà il suo contributo alla discussione.

 

In pratica arriva su chiamata come un vero supereroe... :rotfl::rotfl:

 

Per la serie: "Medioman aiutaci tu!!!!" :lollollol:

 

Se mi ha perdonato quella su Jhon Rambo e quella James Jhon, mi perdonerà anche questa... :lol:

 

Cavolate a parte, Flaggy, capisco molto bene il tuo punto di vista...

 

Se non altro il B-52 è ancora efficace, mentre è stato molto più umiliante vedere in servizio l'F-104 quanto ormai non aveva più alcuna utilità bellica... :(

 

Quindi fai bene a richiedere la radiazione del B-52, prima che diventi un peso inutile.

 

D'altronde capirai bene che l'USAF non fa i suoi piani secondo le emozioni, e che quindi è irrealistico pensare che venga radiato in mancanza di un sostituto affidabile. :)

Edited by Captor

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mii, se è stato necessario scatenare Gianni, significa che ho fatto un bel casino e sollevato un polverone con le mie idee su sto benedetto B-52!!!(scusate, sono un po' zuccone e infatti non le ho cambiate!! :D )Comunque, al di là di tutto, visto che finora non mi sono manco presentato (che cafone!!) lo faccio ora: piacere di conoscervi tutti quanti, sono Fla... Ehm...No, no chiamatemi Flaggy che preferisco... E' comunque molto bello e stimolante essere vostro ospite...(mii, no così sembro proprio un leccaculo...). Diciamo solo "ciao a tutti" che è meglio!!

PS: ci ho pure aggiunto la faccina che è più da forum...

Edited by Flaggy

Share this post


Link to post
Share on other sites

benvenuto... :)

 

cmq se vuoi presentarti meglio, c'è la sezione "welcome"... è un po' nascosta, in basso...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sì Flaggy, ho capito il tuo discorso, e dal punto di vista strettamente tecnologico è condivisibile.

 

Per capirci meglio, se oggi si facesse una missione lunare e si rispolverasse il Saturn-V e la capsula Apollo, grideremmo tutti allo scandalo, e tu giustamente fai lo stesso discorso con il B-52.

 

E del resto, non c'è da andare lontani: nostalgia a parte, chi non ha tirato un sospiro di sollievo quando l'ultimo Starfighter ha abbandonato la linea volo dell'AMI?

 

Però è innegabile che oggi la tecnologia avanzata rischia di essere uccisa dai suoi stessi costi.

 

Io non so spiegare perchè accidenti succede questo, ma è un dato di fatto che aerei come il Blackbird che hanno rappresentato vette tecnologiche che ancora oggi incutono rispetto, sono stati progettati e sviluppati con tempi e costi che sono una frazione (in termini reali, non nominali) rispetto ai progetti moderni.

 

Eppure oggi abbiamo i super-computer e una totale conoscenza delle regole aerodinamiche, per cui progettare e prevedere dovrebbe essere più facile e dovrebbe richiedere costi molto inferiori anche nello sviluppo (meno prototipi, meno prove di volo...)

 

E invece non va così: oggi ci vogliono 30 anni dall'avvio della progettazione alla effettiva operatività di un velivolo, con costi enormemente superiori.

 

Qualche volta penso che forse è la rapidità degli sviluppi tecnologici a causare tutto questo: un aereo oggi invecchia mentre lo stai ancora progettando, e nel tentativo di inseguire la tecnologia finisci per bruciare tempo e soldi.

 

Una ventina di B-2, un paio di centinaia di F-22... ma che numeri sono questi?

Ormai non è più questione di B-52, ma anche di F-15, di KC-707... spero che l' F-35 inverta la tendenza, altrimenti questo sito in cui scriviamo finirà per essere catalogato sotto la voce "Archeologia" nei motori di ricerca del futuro...

 

 

EDIT: quando ho scritto questo msg non avevo ancora visto gli ultimi tre sopra... rispondevo a questa frase di Flaggy:

Io ritengo che tener vivo il B-52 significhi minare quello stesso spirito che l'ha fatto nascere

 

:-)

Edited by Gianni065

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gianni, sottoscrivo parola per parola ciò che hai scritto! Ora però vado a nanna perche domani vado al lavoro, mi fuma il cervello e come se non bastasse stamattina ho fatto un volo terrificante sulla pista da sci e ho il culo a pezzi!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per me "NO e ancora NO" ma capisco (con disperazione da ingegnere e infinita tristezza da appassionato) le ragioni del "SI" e quindi per salvare la mia sanita' mentale vorrei tanto dirti "NI": andrebbe bene come risposta ufficiale? Ora pero' devo scappare...Sono in pausa pranzo e intendo consumare il mio ultimo pasto prima di scegliere se spararmi, impiccarmi o buttarmi dalla stiva bombe di un B-52 con lo zainetto dell'Invicta pieno di tutte le mie belle speranze sul futuro invece che col paracadute! :pianto: .... :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

:) ... simpatica l'ultima opzione.

 

Comunque il problema, è solo quello che finchè si tratta di portare bombe a poco prezzo, il B-52 calza benissimo il ruolo.

 

Sarà pure la tomba dell'ultima frontiera della tecnologia, ma il progresso si muove altrove, e anche degnamente.

 

A pensarci bene, spero non nasca più l'esigenza di un penetratore nucleare che lo sostituisca.

Share this post


Link to post
Share on other sites
mi viene in mente il russo IL2 sturmikovic mi pare che si chiamasse, operò come CAS nella seconda guerra mondiale e bastava qualche martellata per ripararlo

 

 

levithan, il2 sturmovik era un aereo in grado di sopportare botte enormi, cm l'A-10, insomma era l'A-10 degli anni 41-45.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma anche il P-47...dopotutto...Thunderbolt e Thunderbolt II...siamo lì...

 

il P-47 infatti era corazzatissimo, e armato fino ai denti...! B-)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×