Jump to content
Sign in to follow this  
typhoon

Amur 950

Recommended Posts

ehm ke sarebbero?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ehm ke sarebbero?

Al centro del Sub ci sono 10 tubi verticali, ci puoi mettere missili da crociera o antinave, di solito sono una prerogativa dei sub balistici.

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' un progetto russo,no?

Ogni tanto qualche bella idea ce l'hanno.. :D

 

(Argh,Ant mi ammazza :P)

Share this post


Link to post
Share on other sites

ah ok...sapevo ke alcuni sommergibili potevano lanciare missili oltre ai siluri ma non capivo cos'erano sti vls non capivo se erano siluri o missili o altro..cmq grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Idea vincente sì... certo...

 

il punto è: come si può proporre per l'esportazione un aggeggio del genere?

 

Già adesso non c'è da stare tranquilli, se poi cominciano a gironzolare SSK armati di missili da crociera (se non balistici...) in mano a chissà chi.... siamo a posto...

 

quei sottomarini sono l'equivalente di una vera e propria arma strategica...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che gli americani, avendo una forza navale già equipaggiata per affrontare minacce ben peggiori, possono anche preoccuparsi relativamente di meno, e inoltre la loro distanza geografica li pone relativamente al sicuro rispetto a un sub convenzionale, che dovrebbe percorrere migliaia di chilometri per avvicinarsi a distanza di tiro.

 

 

Quello che mi preoccupa è immaginare un po' di quegli affari in giro per il Mediterraneo.

 

Comporterebbe un immediato squilibrio strategico perchè di colpo gran parte delle città europee si ritroverebbero sotto tiro di sottomarini che sarebbero in grado di far fuoco mezz'ora dopo aver lasciato il porto, magari di notte.

O perfino senza nemmeno lasciarlo.

 

Nessun paese occidentale ha mai offerto all'esportazione sottomarini lanciamissili nè missili da crociera.

Share this post


Link to post
Share on other sites

se si eccettua la vendita dei sub tedeschi a Israele ......

 

io lo avrei fatto accertandomi che non potessero portare missili.

Share this post


Link to post
Share on other sites

I sub tedeschi forniti a Israele non sono lanciamissili.

 

Quando parlo di missili non intendo certo quelli antinave a corto-medio raggio, ma missili da crociera a medio-lungo raggio e missili balistici.

 

Israele ha adattato ai sottomarini un missile di propria concezione, lanciabile dai tubi lanciasiluri.

 

E' una cosa ben diversa.

 

I tubi dell'AMUR-950 sono di tipo universale, sono in grado di lanciare gli SS-N-27 nelle varianti antinave e anti-terra, con portata di 300 km e carica di 450 kg (perfettamente compatibile anche con una carica nucleare) nonchè gli SS-N-21 con gittata di 2.700 km e carica convenzionale o nucleare.

 

E' un giocattolino molto più pericoloso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma non ho capito tutta questa preoccupazione ADESSO, nessun sottomarino si era mai presentato ocn una configurazione del genere???? :blink:

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusa gianni vuoi dire che dai nostri U-212 come il tomahawk non si puo' lanciare? o lo ritieni meno pericoloso di un SS-N-27?

 

i sub israeliani hanno dei tubi da 650mm per lanciare il loro missile?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dagli U212 si può lanciare anche il Tomahawk, però chiaramente si ruba spazio ai siluri, inoltre con i VLS si può sparare anche in salve ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque anche i Francesi adesso offriranno a cani e porci i loro Scalp Naval, c'è da dire che i paesi occidentali non hanno mai offerto sub armati con missili da crociera per l'esportazione semplicemente perchè l'unico paese occidentale ad avere un missile cruise con capacità strategiche, fin'ora, sono gli USA

Share this post


Link to post
Share on other sites

Comunque anche i Francesi adesso offriranno a cani e porci i loro Scalp Naval

 

basta però mettere un cavallo di tro*a nei loro software e fanno booom già nel tubo di lancio B-)

 

il problema è non fare gli indiani al momento del bisogno come i francesi (guarda il caso) che non diedero alla perfida albione i codici per gli exocet argentini

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alla guerra delle Falkland, quando i Francesi non dettero i codici di disattivazione degli Exocet agli Inglesi per non compromettere il loro mercato d'esportazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi prendo il beneficio del dubbio sulla reale esistenza di questi "codici di disattivazione" per gli Exocet, almeno ai tempi delle Falkland.

 

Intendiamoci: conosco la storia e conosco questa circostanza, ma credo che le cose non stiano esattamente in quel modo.

 

Non è che esiste un "codice di disattivazione" in senso stretto, ma esistono delle vulnerabilità, a volte intrinseche , a volte appositamente predisposte, di modo che chi conosce queste vulnerabilità (tipicamente il progettista...) può utilizzarle per "jammare" il sistema d'arma.

 

I francesi si sono rifiutati di svelare i punti deboli dei propri missili.

 

Se ci fosse stato un codice di disattivazione, avrebbero potuto tranquillamente fornirlo, e una volta finita la guerra sarebbe bastato cambiare il codice per ripristinare la sicurezza dei missili esportati.

 

Rivelare i punti deboli, invece, è una mossa irreversibile.

 

=========

 

Per Cama81: no, i Tomahawk non possono essere lanciati dall' U-212.

 

Non è solo questione di dimensioni fisiche (i Tomahawk occupano lo stesso spazio di un siluro pesante) ma della circuiteria, del sistema di programmazione ecc...

 

Anche i russi dispongono di missili classe Tomahawk che teoricamente possono essere lanciati da qualsiasi tubo lanciasiluri, ma in pratica non è così, per gli stessi motivi.

 

Il discorso è che se vendo un sottomarino con tubi lanciasiluri (da 533 o da 650 poco importa) io vendo un sistema che impiega siluri, e che potrebbe impiegare missili da crociera solo con la circuiteria adeguata, che mi guardo bene dal vendere.

 

Ma se vendo un sottomarino che oltre ai tubi lanciasiluri ha anche pozzi di lancio verticale, questi ultimi possono servire solo a lanciare missili da crociera, ed è pacifico che chi compra questo sottomarino vuole anche i missili, dubito che utilizzerebbe i pozzi per lanciare caramelle.

 

Ma c'è di più: i missili che entrano nel lanciasiluri, per forza di cose hanno prestazioni ridotte. O sono lenti ma con lunga gittata, o veloci con corta gittata.

Le dimensioni ridotte, infatti, impongono scelte precise.

 

Il tubo verticale non ha di questi problemi, quindi si possono montare missili molto, molto più potenti dei normali missili da crociera.

 

Ma c'è di peggio: nulla impedisce di montare nel tubo un missile a traiettoria balistica.

 

Vendere questo tipo di sistema, quindi, significa rischiare di aprire un vaso di Pandora.

 

Una volta che un qualsiasi paese si può vantare di avere il suo bravo "sottomarino lanciamissili", sicuramente tutti i suoi vicini vorranno un giocattolo analogo... e tutti coloro che si trovano nel raggio d'azione del sistema saranno costretti a investire grosse cifre per dotarsi di una capacità antisom adeguata alla minaccia.

 

=====

 

Due precisazioni.

 

I Tomahawk sono stati esportati all'Inghilterra.

 

I missili israeliani, montati nei tubi da 650 mm, sono missili concepiti da Israele che ha le capacità tecnologiche per farlo. Sulle reali caratteristiche di questi missili si sa ben poco, si parla di un adattamento dell'Harpoon, lanciabile dai tubi da 533 e di un adattamento del missile Have Nap, lanciabile dai tubi da 650.

 

E' chiaro che non puoi impedire a un paese di svilupparsi da solo un missile in grado di partire dai lanciasiluri, però è ben difficile che ciò avvenga, visto il livello tecnologico richiesto.

 

Diverso è fornirglielo bello e pronto....

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma davvero pensate che scatenere una guerra o minacciare un altro paese con testate nucleari o convenzionali sia una scelta così leggera da poter essere presa così,senza pensare alle conseguenze???

Share this post


Link to post
Share on other sites

vorthex sai quanti pazzoidi ci sono in giro per il mondo, pensa cosa succederebbe se un affarino di questi finisse nelle mani della corea del nord...( ma è splo un esempio...)

Share this post


Link to post
Share on other sites

assolutamente niente di nuovo da quello che succede oggi..........e poi onestamente.....lo vedo un gingillo un po costoso per quelli straccioni dei coreani.

 

e poi oggi come oggi nessuno rischia una guerra,persa in partenza,contro la nato

 

ipotizzando anche che venga venduto all iran...ma sai quanti occhi addosso avrebbe!!

Edited by vorthex

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sinceramente credo che il vecchio principio della distruzione a vicenda (di cui non ricordo la siglia, illuminatemi) valga anche se le potenze in gioco crescono. Tanto più che non sarebbe una distruzione alla pari...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sinceramente credo che il vecchio principio della distruzione a vicenda (di cui non ricordo la siglia, illuminatemi) valga anche se le potenze in gioco crescono. Tanto più che non sarebbe una distruzione alla pari...

drear la MAD Mutua Distruzione Assicurata

 

che in inglese non ricordo preciso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...